PDA

Visualizza versione completa : Bulimia



perladiluna
15-04-2004, 17.13.41
Stranamente oggi scrivo seriamente....
Ho scoperto che la mia amica soffre di bulimia...e purtroppo sono impreparata....vorrei aiutarla ma non so quale sia il modo più consono per farlo....
sapete consigliarmi qualcosa?????

shottolo
15-04-2004, 17.17.17
l'unico consiglio che non può far che del bene: un medico specializzato in disturbi dell'alimentazione

mVm
15-04-2004, 17.18.29
Si. Questo -----> AIDAP (http://www.positivepress.net/aidap)

Ciao :kiss:

Themis
15-04-2004, 17.24.34
Non è una situazione facile da affrontare.
Come sua amica credo che quello che puoi fare sia starle vicino facendole sentire che tu la accetti così com'è, perchè per te è una persona speciale con i suoi pregi e difetti.
Devi però stare attenta a non calarti troppo nel suo problema. Un conto è essere vicini, anche emotivamente, un conto è farsi risucchiare dall'altro. E il confine tra le due cose è labile. Soprattutto trattandosi di una persona a cui vuoi molto bene.

Il tuo aiuto non basterà da solo, ma vuol dire molto. ;)

Strasbuli
15-04-2004, 17.28.41
Originally posted by HeadShot
l'unico consiglio che non può far che del bene: un medico specializzato in disturbi dell'alimentazione *

Hex
15-04-2004, 17.30.49
Cosè la Bulimia?

perladiluna
15-04-2004, 17.32.50
non è facile portare una persona che ha questi problemi da uno specialista io non ci andrei mai se avessi i suoi problemi, pero mi piacerebbe portarla....... Lei non sa che io so...l'ho scoperto per caso..... Sto facendoel capire che non sarà mai sola e che io l'adoro per quello che è.....ma queste cose non credo voglia saperle da me...ma da qualcun'altro che la sta facendo soffrire!!!!

shottolo
15-04-2004, 17.35.16
convincila con la calma ad andare da uno specialista (è una cosa che trattano anche nei consultori pubblici se ricordo bene)
purtroppo un disturbo di questo tipo, se prolungato, porta sempre ad alterazioni molto gravi del metabolismo e funzionalità degli organi interni
non sottovalutare (e fallo capire anche a lei) questo tipo di disturbo, a lungo andare è MOLTO pericoloso

Ef.Di.Gi
15-04-2004, 17.38.08
Originally posted by Hex
Cosè la Bulimia?

mi accodo alla richiesta

mVm
15-04-2004, 17.40.58
Originally posted by Hex
Cosè la Bulimia?

Se leggi il mio precedente intervento e clicchi sul link avrai risposta al tuo quesito :)

Per i pigri La bulimia nervosa. Chi colpisce, cos'è (http://www.positivepress.net/Positive/Aida.nsf/7a4ed1b50ae71c68c12567de0040cdcc/799d95e87d290066c12567fd00409094?OpenDocument)

Mach 1
15-04-2004, 17.52.25
Originally posted by perladiluna
non è facile portare una persona che ha questi problemi da uno specialista io non ci andrei mai se avessi i suoi problemi, pero mi piacerebbe portarla....... Lei non sa che io so...l'ho scoperto per caso..... Sto facendoel capire che non sarà mai sola e che io l'adoro per quello che è.....ma queste cose non credo voglia saperle da me...ma da qualcun'altro che la sta facendo soffrire!!!!

prima di affrontare direttamente con lei il problema ti conviene parlarne con un esperto. Consultati prima con un dottore. magari vai dal tuo medico generico e fatti consigliare qualcuno con cui parlare, oppure chiedi in un consultorio. Come tutti i problemi di natura prettamente psichica è un problema delicato da trattare e se non sai come agire è meglio rivolgersi ad un esperto.
Questo perchè quasi sicuramente la tua amica rifiuterà di ammettere di avere un problema, anche perchè probabilmente non se ne renderà nemmeno conto, e rifiuterà il fatto di avere bisogno di aiuto. Sono infatti questi i primi passi da compiere prima di procedere ad una vera e propria cura.

Themis
15-04-2004, 18.06.59
Originally posted by perladiluna
no....... Lei non sa che io so...l'ho scoperto per caso.....

Senza correre troppo avanti. Una cosa alla volta. Credi che riusciresti a fare in modo che te ne parli lei di questa cosa? Se fosse lei a sbloccarsi e a parlartene il resto sarebbe un po' meno complicato e si potrebbe affrontare con un po' più di serenità.

Hex
15-04-2004, 18.12.59
Originally posted by mVm
Se leggi il mio precedente intervento e clicchi sul link avrai risposta al tuo quesito :)

Per i pigri La bulimia nervosa. Chi colpisce, cos'è (http://www.positivepress.net/Positive/Aida.nsf/7a4ed1b50ae71c68c12567de0040cdcc/799d95e87d290066c12567fd00409094?OpenDocument)

Non si apriva il link di prima :)
Grazie :)

da quanto ho capito è una malattia nervosa.... praticamente queste persone seguono una dieta ferrea, ma alla fine cadono in tentazione e iniziano a mangiare, ma visto che non vogliono ingrassare mangiano mangiano e mangiano finchè non vomitano tutto, in modo da non ingrassare. E quandio vomitano possono lacerare l'esofago e causare disturbi di cuore... giusto?

Brus
15-04-2004, 18.23.38
Stasera chiedo ai miei...c'è la figlia di una loro amica che soffriva di questo problema...pesava veramente tanto...tipo 120/130kg...dopo un po' di tempo l'hanno rivista....era nel suo peso forma..han detto che era diventata anche molto bella.

Elenina
15-04-2004, 19.04.00
Una mia amica ne soffriva... a dire il vero è passata dall' anoressia alla bulimia... ne è uscita con la terapia di gruppo :dentone: adesso è una persona del tutto nuova... ma ci vuole tanta forza di volontà e soprattutto c'è bisogno di amici che non ti voltano le spalle...

Edwige
15-04-2004, 19.08.35
Continua a starle vicino, ma consigliale di rivolgersi ad uno specialista, la bulimia è un problema molto grave che non deve essere sottovalutato.

Berek
15-04-2004, 19.23.58
Originally posted by Edwige
Continua a starle vicino, ma consigliale di rivolgersi ad uno specialista, la bulimia è un problema molto grave che non deve essere sottovalutato.

Sono della stessa idea. La ex di un mio amico soffriva a fasi alterne di bulimia e anoressia. Solo uno specialista e tanto affetto possono fare qualcosa. Forse anche uno psicologo in certi casi...

R.I.P
15-04-2004, 19.31.14
Originally posted by Berek
Sono della stessa idea. La ex di un mio amico soffriva a fasi alterne di bulimia e anoressia. Solo uno specialista e tanto affetto possono fare qualcosa. Forse anche uno psicologo in certi casi...
Purtroppo senza forse, comunque nei consultori ci sono persone per lo più capaci o che comunque sanno consigliare a chi rivolgersi. La bulimia come l'anoressia purtroppo non è un disturbo solo alimentare o comunque fisico ma ha delle fortissime componenti psicologiche che soprattutto per chi ne soffre sono dure da ammettere.
Scusate l'intromissione
Rip

Hob Gadling
15-04-2004, 20.26.48
Per una bulimica così come una anoressica, oltre all'intervento di un medico esperto in disturbi dell'alimentazione, sicuramente sarà necessaria una psicoterapia.
Queste non sono persone con abitudini alimentari sbagliate. E' solo uno dei tanti metodi per autodistruggersi, e se non si capisce cos'è alla base di questa autodistruzione, si fa poco.
Come già detto, cerca di convincerla a intraprendere questo percorso, senza però cercare di essere tu il suo terapeuta.

Una sola cosa mi chiedo: ma sei sicura che la tua amica soffra veramente di bulimia? Dici di essertene accorta a sua insaputa, ma in che modo?

Zio Fella
15-04-2004, 22.59.46
LoL il mio argomento d'esame e non so manco che cosa sia...

Cmq la soluzione secondo me sarebbe smettere di mangiare e spararsi tante belle flebo.
Oppure spararsi e basta

TrustNoOne
16-04-2004, 02.18.11
Originally posted by Mol3
LoL il mio argomento d'esame e non so manco che cosa sia...

Cmq la soluzione secondo me sarebbe smettere di mangiare e spararsi tante belle flebo.
Oppure spararsi e basta

ok, facciamolo.. Comincia tu :)

zio_lucas
16-04-2004, 07.56.46
Originally posted by Elenina


tanta forza di volontà e soprattutto c'è bisogno di amici che non ti voltano le spalle...



questo è essenziale anche se al giorno d'oggi è difficile purtroppo, ecco xchè molti fanno fatica ad uscirne fuori

perladiluna
16-04-2004, 11.06.23
Originally posted by Hob Gadling
Per una bulimica così come una anoressica, oltre all'intervento di un medico esperto in disturbi dell'alimentazione, sicuramente sarà necessaria una psicoterapia.
Queste non sono persone con abitudini alimentari sbagliate. E' solo uno dei tanti metodi per autodistruggersi, e se non si capisce cos'è alla base di questa autodistruzione, si fa poco.
Come già detto, cerca di convincerla a intraprendere questo percorso, senza però cercare di essere tu il suo terapeuta.

Una sola cosa mi chiedo: ma sei sicura che la tua amica soffra veramente di bulimia? Dici di essertene accorta a sua insaputa, ma in che modo?

Si ne sono sicura....purtroppo....avevo dei sospetti all'inizio e poi ho scoperto che erano fondati.....
stasera le parlerò e vedremo.....

....grazie a tutti..davvero:kiss:

Phanheir
16-04-2004, 14.53.00
Prima di tutto: come hanno detto gli altri, andare da uno specialista, uno psicologo specializzato in disturbi alimentari. Va cmq sottolineato che lo psicologo non basta. Per affrontare questi problemi c'è bisogno di una vera e propria équipe di esperti (nutrizionista, neurologo, psicologo e ginecologo).

Lo specialista dovrebbe anche accertare che si tratti di bulimia o di un disturbo "non altrimenti specificato" (ovvero quando, grazie a Dio, non tutti i criteri diagnostici della bulimia - o anoressia - si presentano)...

Solo un piccolo appunto (a Brus, mi pare): non tutte le bulimiche pesano tanto.

La bulimia si presenta con condotte di eliminazione (vomito, lassativi, diuretici...) - le ragazze non sono grasse perché espellono quello che hanno mangiato - e senza condotte di eliminazione - non eliminando le ragazze ingrassano...


:) baci


P.S. Azz, che post professionale (mi sento quasi psicologa!!)

R.I.P
16-04-2004, 15.04.04
Originally posted by Phanheir
(nutrizionista, neurologo, psicologo e ginecologo).

Daccordo su tutto
ma perchè il ginecologo?

Phanheir
16-04-2004, 15.08.04
Originally posted by R.I.P
Daccordo su tutto
ma perchè il ginecologo?

Uno dei criteri diagnostici dell'anoressia consiste nell'amenorrea (mancanza del ciclo) per almeno 3 cicli consecutivi. La ragazza va tenuta sotto controllo...

Caso particolare: è un pasticcio se una ragazzina piccola (che non ha avuto ancora mai il ciclo) diventa anoressica: bisogna valutare se imporlo farmacologicamente o meno... è solo un esempio.

R.I.P
16-04-2004, 15.12.58
Originally posted by Phanheir
Uno dei criteri diagnostici dell'anoressia consiste nell'amenorrea (mancanza del ciclo) per almeno 3 cicli consecutivi. La ragazza va tenuta sotto controllo...

Caso particolare: è un pasticcio se una ragazzina piccola (che non ha avuto ancora mai il ciclo) diventa anoressica: bisogna valutare se imporlo farmacologicamente o meno... è solo un esempio.
Cavolo è vero me ne ero dimenticato, non che per l'esame di dinamica avessi studiato molto...
Grazie
Rip

Phanheir
16-04-2004, 15.15.58
Originally posted by R.I.P
Grazie


Figurati! ;)