PDA

Visualizza versione completa : Gli iracheni ci vogliono... bene?...morti?...fuori dalle palle?



il_falchetto_pellegrino
05-04-2004, 15.04.15
http://www.repubblica.it/diretta/online/esteri-esteri-iraqfiamme/index.html

http://www.repubblica.it/2004/c/sezioni/esteri/iraq17/ritirata/ritirata.html

E' per loro che abbiamo fatto la guerra. Come fate a non capirlo? :rolleyes:

MaGiKLauDe
05-04-2004, 15.10.29
...bèh... perchè dopo che hai visto il tuo paese cadere in un mare di polvere e detriti è già abbastanza difficile distinguere tra "agenti di pace" e occupanti, per non dire tra occupanti buoni o cattivi...

Thor
05-04-2004, 16.46.55
Per rispondere al titolo del topic


ci vogliono male
ci vogliono fuori dalle palle

e soprattutto ci vogliono morti

maurin
05-04-2004, 17.33.30
Originally posted by Thor67
..... ci vogliono male ...


chi è causa del suo mal, pianga se stesso...

Thor
05-04-2004, 17.41.33
Originally posted by maurin
chi è causa del suo mal, pianga se stesso...


per restare nel campo dei proverbi


chi soffre di emorroidi usi preparazione H




:D

J&B
05-04-2004, 17.56.37
Originally posted by Thor67
per restare nel campo dei proverbi


chi soffre di emorroidi usi preparazione H




:D

Io adoro quest'uomo. :D

:metal: :birra:

Thor
05-04-2004, 18.03.26
Originally posted by J&B
Io adoro quest'uomo. :D

:metal: :birra:


Grazie cavo, anch'io ti voglio bene :ihih: :D

J&B
05-04-2004, 18.10.24
Originally posted by Thor67
Grazie cavo, anch'io ti voglio bene :ihih: :D


http://forum.ngi.it/smiles/fluffle.gif




:asd: :birra:

Edwige
05-04-2004, 18.45.34
Non sono stati gli iracheni a chiederci di essere liberati, quindi di conseguenza è chiaro che non provino dei sentimenti benevoli nei nostri confronti. Del resto prima li abbiamo bombardati e adesso non siamo ancora andati via dal loro territorio.
Sicuramente vogliono che andiamo via al più presto e li lasciamo liberi di risolvere le loro questioni da soli.

mimmo81
05-04-2004, 21.50.52
Originally posted by Edwige
Sicuramente vogliono che andiamo via al più presto e li lasciamo liberi di risolvere le loro questioni da soli.

Sarebbe ora!!! ma il "Bin Laden" Statunitense vuole portare altre truppe in terra irachena...

arcobalenotturno
05-04-2004, 22.31.31
la cosa preoccupante è che ora sono gli Sciiti a essere pericolosi, cioè quella parte etnica, che curdi esclusi, erano i più contrari a Saddam...

il_falchetto_pellegrino
05-04-2004, 23.15.43
Originally posted by nirai
la cosa preoccupante è che ora sono gli Sciiti a essere pericolosi, cioè quella parte etnica, che curdi esclusi, erano i più contrari a Saddam...

E che, nonostante le balle americane, non ci hanno mai chiesto un tubo.

Dalmo
05-04-2004, 23.54.41
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
E che, nonostante le balle americane, non ci hanno mai chiesto un tubo.
Sciocchezze, saddam stava sulle balle all'80% del mondo :toh:









tranne che a silvio :D :D :D

arcobalenotturno
05-04-2004, 23.57.05
Originally posted by Dalmo
Sciocchezze, saddam stava sulle balle all'80% del mondo :toh:









tranne che a silvio :D :D :D

veramente non stava sulle balle ai francesi e ai russi.... ai quali doveva un bel pò di petrolio....

chissà come mai francesi e russi erano i principali oppositori alla guerra....

Edwige
06-04-2004, 00.02.53
Anche se saddam non era gradito all'80% e anche più del mondo non era un buon motivo per attaccare e "liberare" un popolo che non ci ha mai chiesto nulla. Gli usa hanno agito solo per il loro tornaconto economico, chiunque ci fosse stato a posto di saddam avrebbe subito la stessa sorte.

zio_lucas
06-04-2004, 09.30.23
Originally posted by Thor67


per restare nel campo dei proverbi


chi soffre di emorroidi usi preparazione H




:D



fratello hai dimenticato:

:teach: leggere attentamente il foglio illustrativo

ElCarruba
06-04-2004, 10.45.09
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
http://www.repubblica.it/diretta/online/esteri-esteri-iraqfiamme/index.html

http://www.repubblica.it/2004/c/sezioni/esteri/iraq17/ritirata/ritirata.html

E' per loro che abbiamo fatto la guerra. Come fate a non capirlo? :rolleyes:

Ma nn l'hanno fatta per il petrolio la guerra?:dentone:
Ah,no no è vero,per le pericolosissime armi di sterminio di massa..(era risaputa infatti la nociva areofagia di Saddam...:asd: )





























:tsk:

zio_lucas
06-04-2004, 11.17.58
Originally posted by ElCarruba


Ah,no no è vero,per le pericolosissime armi di sterminio di massa..(era risaputa infatti la nociva areofagia di Saddam...:asd: )





sai quanti danni può creare una forte areofagia - dopo una cena imperiale - ben assestata???

:tsk: :tsk: :tsk:

Dalmo
06-04-2004, 12.17.04
scusate, ma la mia reply era ironica :asd:

Dalmo
06-04-2004, 12.21.36
Originally posted by Edwige
Anche se saddam non era gradito all'80% e anche più del mondo non era un buon motivo per attaccare e "liberare" un popolo che non ci ha mai chiesto nulla. Gli usa hanno agito solo per il loro tornaconto economico, chiunque ci fosse stato a posto di saddam avrebbe subito la stessa sorte.
so che ora mi odierete per sempre ma......
Per qualche centinaio di miliardi di dollari sarei andato anche io a bucargli il terreno :asd:
E comunque pensa ai missili USA che giacevano nei magazzi delle fabbriche, pensa come sono stati smaltiti e come ne dovranno produrre di nuovi dando lavoro ad altre persone.
Pensa alle multinazionali che daranno lavoro alla manodopera locale per fare dei pozzi di petrolio.
Petrolio che gli grazie ( :asd: ) ad una sanzione dell'onu non potevano vendere.
:)
Ovviamente non sto giustificando la guerra :asd:

Edwige
06-04-2004, 12.29.42
Originally posted by Dalmo
so che ora mi odierete per sempre ma......
Per qualche centinaio di miliardi di dollari sarei andato anche io a bucargli il terreno :asd:
E comunque pensa ai missili USA che giacevano nei magazzi delle fabbriche, pensa come sono stati smaltiti e come ne dovranno produrre di nuovi dando lavoro ad altre persone.
Pensa alle multinazionali che daranno lavoro alla manodopera locale per fare dei pozzi di petrolio.
Petrolio che gli grazie ( :asd: ) ad una sanzione dell'onu non potevano vendere.
:)
Ovviamente non sto giustificando la guerra :asd:


Hai centrato in pieno il problema. La guerra è stata voluta solo per motivi economici, è assurdo che continuino a ripetere che è stato fatto per liberare gli iracheni ed elminare la minaccia terrorismo.

Dalmo
06-04-2004, 13.15.07
Originally posted by Edwige
Hai centrato in pieno il problema. La guerra è stata voluta solo per motivi economici, è assurdo che continuino a ripetere che è stato fatto per liberare gli iracheni ed elminare la minaccia terrorismo.
beh, se devo essere sincero, io spero solo che l'economia fra qualche mese si riprenda grazie alla produzione di armi e al "rubare" petrolio, perchè in questo momento l'economia mondiale è una cosa disastrosa.
Certo che gli iracheni sono proprio idioti a combattere gli americani così: ne arriveranno altri.
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa, se fossi io il presidente USA, porterei un sacco di truppe a combattere anche con armi atomiche in tutti i paesi con alta percentuale di terroristi.

Turlogh_ilNero
06-04-2004, 13.26.03
Originally posted by Edwige
Anche se saddam non era gradito all'80% e anche più del mondo non era un buon motivo per attaccare e "liberare" un popolo che non ci ha mai chiesto nulla. Gli usa hanno agito solo per il loro tornaconto economico, chiunque ci fosse stato a posto di saddam avrebbe subito la stessa sorte.

:birra:

avete notato che Bush=B.U.S.H.

Bisogna
Uccidere
Saddam
Hussein

:D


nomen omen? :asd:

Edwige
06-04-2004, 13.36.10
Originally posted by Dalmo
beh, se devo essere sincero, io spero solo che l'economia fra qualche mese si riprenda grazie alla produzione di armi e al "rubare" petrolio, perchè in questo momento l'economia mondiale è una cosa disastrosa.
Certo che gli iracheni sono proprio idioti a combattere gli americani così: ne arriveranno altri.
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa, se fossi io il presidente USA, porterei un sacco di truppe a combattere anche con armi atomiche in tutti i paesi con alta percentuale di terroristi.

Non credo che l'economia possa essere risollevata in questo modo, può avere al massimo una ripresa momentanea, ma niente di stabile. Gli iracheni combattono con i mezzi che hanno a disposizione, anche se arriveranno altri americani ci saranno sempre nuovi iracheni, così non si arriverà mai ad una fine. Anche io detesto il terrorismo, ma sterminare le popolazioni dei paesi che ospitano terroristi non servirebbe a nulla, anzi avrebbe solo l'effetto di incrementare il fenomeno. Credo che li terrorismo si debba combattere con il dialogo e il confronto, l'uso della forza deve essere non è mai una soluzione.

Ps: L'utilizzo di armi atomiche creerebbe problemi anche a noi, speriamo che non si giunga mai a tal punto.

Dalmo
06-04-2004, 13.50.59
Originally posted by Edwige
Non credo che l'economia possa essere risollevata in questo modo, può avere al massimo una ripresa momentanea, ma niente di stabile. Gli iracheni combattono con i mezzi che hanno a disposizione, anche se arriveranno altri americani ci saranno sempre nuovi iracheni, così non si arriverà mai ad una fine. Anche io detesto il terrorismo, ma sterminare le popolazioni dei paesi che ospitano terroristi non servirebbe a nulla, anzi avrebbe solo l'effetto di incrementare il fenomeno. Credo che li terrorismo si debba combattere con il dialogo e il confronto, l'uso della forza deve essere non è mai una soluzione.

Ps: L'utilizzo di armi atomiche creerebbe problemi anche a noi, speriamo che non si giunga mai a tal punto.
vedi, sono daccordo che questa non sia una soluzione definitiva, ma io non ho mai visto un terrorista dialogare, ho solo visto i volti di tanti americani impauriti e che piangevano durante l' 11 settembre.
E pur non avendo armi in mano guarda che cosa hanno commesso i terroristi. Pensi che se i paesi dei terroristi avessero le armi degli USA in mano si farebbero tanti scrupoli come facciamo noi ad usarle?
Credo proprio di no.
Questo tipo di mussulmani sono pazzi, gli ideali religiosi non devono mai portare morte e dolore agli altri popoli. Se non capiscono questa cosa allora spero che crepino tutti quelli che hanno intenzione di portare morte e distruzione per i loro pazzi ideali. Preghino pure, ma non uccidano e non rovinino la cultura altrui. Non ho nulla contro i mussulmani. Mi stanno solo sul cazzo i mussulmani che vogliono imporre la loro religione e la loro cultura su altri popoli (vedi Adel Smith).
Personalmente se avessi il potere che hanno gli USA, cercherei di fare di tutto per distruggere queste categorie di persone, farei una guerra lampo preventiva.

Edwige
06-04-2004, 14.03.02
Originally posted by Dalmo
vedi, sono daccordo che questa non sia una soluzione definitiva, ma io non ho mai visto un terrorista dialogare, ho solo visto i volti di tanti americani impauriti e che piangevano durante l' 11 settembre.
E pur non avendo armi in mano guarda che cosa hanno commesso. Pensi che se i paesi dei terroristi avessero le armi degli USA in mano si farebbero tanti scrupoli come facciamo noi?
Credo proprio di no.
Questi mussulmani sono pazzi, gli ideali religiosi non devono mai portare morte e dolore agli altri popoli. Se non capiscono questa cosa allora spero che crepino tutti quelli che hanno intenzione di portare morte e distruzione per i loro pazzi ideali.
Personalmente se avessi il potere che hanno gli USA, cercherei di fare di tutto per bombardare questi paesi, quasi come una guerra lampo preventiva.

Per instaurare un dialogo con queti popoli intanto bisognerebbe portarli a condizioni di vita accettabili. Il divario esistente tra le condizioni di vita nel nostro mondo e quelle dei paesi in questione è la vera causa del terrorismo.
Non dimenticare poi che Bin Laden è stato armato proprio dagli usa, anche io ho visto i volti impauriti e addolorati degli americani, ma non dimentico neanche quelli dei cittadini iracheni sotto i bombardamenti. Ti assicuro che le espressioni di dolore erano le stesse. Concordo con te sul fatto che nessun ideale (soprattutto religioso) possa giustificare un massacro. Ma non sono stati solo i musulmani ad agire così, anche i cristiani (soprattutto i cattolici) hanno agito in passato nello stesso modo. Il fanatismo è sempre da condannare. Anche se si radessero al suolo tutti i paesi presenti nella lista nera degli usa, prima o poi sorgerebbero nuovi nemici in qualche altra parte del mondo.

Dalmo
06-04-2004, 14.14.21
Originally posted by Edwige
Per instaurare un dialogo con queti popoli intanto bisognerebbe portarli a condizioni di vita accettabili. Il divario esistente tra le condizioni di vita nel nostro mondo e quelle dei paesi in questione è la vera causa del terrorismo.
Non dimenticare poi che Bin Laden è stato armato proprio dagli usa, anche io ho visto i volti impauriti e addolorati degli americani, ma non dimentico neanche quelli dei cittadini iracheni sotto i bombardamenti. Ti assicuro che le espressioni di dolore erano le stesse. Concordo con te sul fatto che nessun ideale (soprattutto religioso) possa giustificare un massacro. Ma non sono stati solo i musulmani ad agire così, anche i cristiani (soprattutto i cattolici) hanno agito in passato nello stesso modo. Il fanatismo è sempre da condannare. Anche se si radessero al suolo tutti i paesi presenti nella lista nera degli usa, prima o poi sorgerebbero nuovi nemici in qualche altra parte del mondo.
gia, è vero che abbiamo fatto delle cagate in passato, per esempio le crociate.
Io voglio bene agli americani in generale e non mi sembra giusto colpevolizzare loro per le condizioni di miseria nei paesi dei terroristi. Gli americani hanno lavorato, si sono fatti il culo e ora è un male se stanno nel benessere con un tasso di crescita annua dell'economia del 5%?
Se i paesi orientali sono così poveri, dovrebbero valutare l'ipotesi di togliere tutte quelle fottute tradizioni e pregiudizi che pensalizzano tanto la loro economia e modernizzarsi un po'.
Se ci pensi, anche il giappone alla fine dell'800 era molto povero e isolato. Però loro si sono modernizzati, sono andati a far studiare all'estero i loro migliori studenti, i quali sono poi ritornati in patria con la conoscenza occidentale e poi hanno lavorato duro.
Nel 900 grazie a questa iniziativa, il Giappone è diventato molto ricco e moderno e negli anni 70-80 ha superato l'unione sovietica come ricchezza. Oggi il Giappone è uno degli stati più moderni e tecnologici pur essendo stato molto povero solo un secolo fa. ;)
Come vedi, si può diminuire il divario economico anche con le proprie mani. Questi paesi poi sono facilitati dalla presenza di petrolio, infatti vendendolo possono ricavare denaro da investire nel loro paese se ci pensi. ;)

maurin
06-04-2004, 15.37.48
Originally posted by Dalmo
Gli americani hanno lavorato, si sono fatti il culo e ora è un male se stanno nel benessere con un tasso di crescita annua dell'economia del 5%?

io non vorrei disilluderti, ma gli americani fondano la loro potente economia sul genocidio dei pellerossa,paragonabile all'Olocausto, e sul mercato degli schiavi e lo sfruttamento degli stessi.
oggi,la nazione che si professa come il santuario del liberismo,sta rilanciando la sua economia grazie a dazi doganali e mantenendo il dollaro basso.


Originally posted by Dalmo
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa

questi brutti e cattivi che ci fanni stare così in crisi,quando noi occidentali abbiamo fatto tanto per loro...

dexx.
06-04-2004, 16.04.13
Probabilmente quando anche in Italia faranno un attentato con 200 morti la gente si sveglierà fuori un po'... forse.

Panamon Creel
06-04-2004, 16.47.31
Dalmo non ti preoccupare tanto c'è gente come Edwige che riesce a dialogare bene con i terroristi.. come ha detto giustamente lui per risolvere la situazione basta scambiare due chiacchiere con un pazzo fanatico, invasato religioso che sicuramente ragionerà in modo lucido per risolvere la situazione internazionale, che ti preoccupi a fare?

(Fate tutti come gli Spagnoli che si fanno comandare da tre esaltati che si fanno esplodere a destra e a sinistra, poi vedrete dove andiamo a finire)

:tsk:

Dalmo
06-04-2004, 17.09.56
Gandalf, Panamon Creec, non posso che darvi ragione.
Per quanto io rispetti e ammiri Edwige devo dire che dialogare con dei fanatici sia una cagata :|
Bisogna farli fuori o incarcerarli per farli star fermi :|


Originally posted by maurin
io non vorrei disilluderti, ma gli americani fondano la loro potente economia sul genocidio dei pellerossa,paragonabile all'Olocausto, e sul mercato degli schiavi e lo sfruttamento degli stessi.
oggi,la nazione che si professa come il santuario del liberismo,sta rilanciando la sua economia grazie a dazi doganali e mantenendo il dollaro basso.
Guarda che non lo fanno solo da oggi :asd:
Infatti è dalla fine dell'800 che nel nord degli stati uniti si volevano imporre delle tasse doganali.
Fu anche uno dei motivi della guerra di secessione.
Poi il dollaro basso viene usato quando l'economia americana è in crisi, come dopo la caduta di wall street nel 29 :)

Frank
06-04-2004, 18.30.12
Originally posted by Dalmo

Bisogna farli fuori o incarcerarli per farli star fermi :|


Bella questa, mi è piaciuta.... dico davvero...
Sisi, bisogna fare fuori questi terroristi cattivi, mi sembra ovvio, così finalmente potremo vivere in pace, tutti belli come il sole...

Bah...
:bah:

Frank

Dalmo
06-04-2004, 18.46.11
Originally posted by Frank
Bella questa, mi è piaciuta.... dico davvero...
Sisi, bisogna fare fuori questi terroristi cattivi, mi sembra ovvio, così finalmente potremo vivere in pace, tutti belli come il sole...

Bah...
:bah:

Frank
beh, io non voglio morire su un palazzo o su un treno per colpa di kamikaze, vedi tu

dexx.
06-04-2004, 18.58.37
Ma credete che una volta finita la guerra ci lasceranno in pace? Sono in guerra con il mondo intero dai tempi delle crociate...

Non siete convinti.. allora guardate bene negli occhi i vostri amici, la vostra ragazza o il vostro ragazzo, quelli che amate... e immaginateli essere vittime di un attentato.
Che direste dopo? Voglio parlare a questa genete e spiegargli che sbagliano?

Ma per favore....

[EDIT] Ma quel cretino di Bush doveva proprio mettere la mano nel vespaio? Con tutti i modi che ci potevano essere per eliminare la minaccia senza rischi inutili.... anzichè combattere il terrorismo l'ha esportato nel nostro paese.

Panamon Creel
06-04-2004, 20.56.31
L'anti-americanismo mostrato da alcune persone mi sconvolge ogni giorno di più... se quei pazzi furiosi fanno attentati è colpa dell'America che non li ha lasciati fare tutto quello che avrebbero voluto, ma certo, perchè non cominciamo a farci saltare tutti in aria? Ehi prendetemi sul serio se lo facciamo nel nome di Allah (o come diavolo si scrive) lui ci fornirà un bel pacchetto di un numero non precistao di vergini!!! Ma che aspettate state ancore leggendo il post???

Veramente senza parole...:azz:

Edwige
06-04-2004, 21.04.04
Originally posted by Panamon Creel
Dalmo non ti preoccupare tanto c'è gente come Edwige che riesce a dialogare bene con i terroristi.. come ha detto giustamente lui per risolvere la situazione basta scambiare due chiacchiere con un pazzo fanatico, invasato religioso che sicuramente ragionerà in modo lucido per risolvere la situazione internazionale, che ti preoccupi a fare?

(Fate tutti come gli Spagnoli che si fanno comandare da tre esaltati che si fanno esplodere a destra e a sinistra, poi vedrete dove andiamo a finire)

:tsk:

A me non sembra che le maniere forti usate de bush abbiano migliorato la situazione, anzi. Ripeto che secondo me il fanatismo si può combattere solo attraverso un dialogo civile. Le bombe alimentano il terrorismo, non lo fermano.
Neanche a me piacerebbe rimanere vittima di un attentato, ma il pericolo non lo si può prevenire di certo con la violenza indiscriminata.

dexx.
06-04-2004, 21.14.46
Originally posted by Edwige
A me non sembra che le maniere forti usate de bush abbiano migliorato la situazione, anzi. Ripeto che secondo me il fanatismo si può combattere solo attraverso un dialogo civile. Le bombe alimentano il terrorismo, non lo fermano.
Neanche a me piacerebbe rimanere vittima di un attentato, ma il pericolo non lo si può prevenire di certo con la violenza indiscriminata.


DIALOGO CIVILE!!!!???!!! Con chi?!!???
Ma cazz ma li seguite i TG? Islamici nati qui, e che vivono qui 30 anni... si fanno espldere solo perchè un capo religioso lo comanda. Dialogo civile?!!!??! Ma se vivono ancora organizzati in tribù... riconoscono solo ed eslusivamente il proprio capo religioso, figuriamoci a parlare di democrazia... ma per favore.

Ma allora è vero che ci si accorge delle cose solo se ci si pesta la faccia contro.

DIALOGO CIVILE... e con chi? Oggi il nostro contingente è stato attaccato, e in prima linea quelle belle persone con cui dovremmo parlare hanno mandato donne e bambini...

Dalmo
06-04-2004, 21.51.32
Originally posted by Gandalf1981
DIALOGO CIVILE!!!!???!!! Con chi?!!???
Ma cazz ma li seguite i TG? Islamici nati qui, e che vivono qui 30 anni... si fanno espldere solo perchè un capo religioso lo comanda. Dialogo civile?!!!??! Ma se vivono ancora organizzati in tribù... riconoscono solo ed eslusivamente il proprio capo religioso, figuriamoci a parlare di democrazia... ma per favore.
Ma allora è vero che ci si accorge delle cose solo se ci si pesta la faccia contro.
DIALOGO CIVILE... e con chi? Oggi il nostro contingente è stato attaccato, e in prima linea quelle belle persone con cui dovremmo parlare hanno mandato donne e bambini...
infatti, li vorrei massacrare di botte :tsk:
Sti idioti fanno tutto per una religione che deriva da un meteorite caduto dal cielo ed ora esposto alla Mecca.....
Stragi per dei meteoriti, che idioti :tsk:

maurin
06-04-2004, 21.53.58
Originally posted by Dalmo
....è dalla fine dell'800 che nel nord degli stati uniti si volevano imporre delle tasse doganali....
...Poi il dollaro basso viene usato quando l'economia americana è in crisi, come dopo la caduta di wall street nel 29...

e tu credi che un paese mediorientale possa farlo?L'America è nata e cresciuta da sola, e ha potuto fare quello che voleva quando nessuno diceva o faceva niente.


Originally posted by Dalmo
L'anti-americanismo mostrato da alcune persone mi sconvolge ogni giorno di più...

a me stupisce vedere come certa gente,invece,sia ancora convinta che l'america sia il bene e tutti gli altri il male.tutti pronti ad aizzarsi contro chi si ribella a ciò che dice mamma USA.ricordate che ogni persona o popolo combatte le sue guerre con le armi che ha.come altro potrebbero farsi sentire questa gente,questo"tipo di mussulmani"come ha detto qualcuno,porgendo l'altra guancia quando gli piomba in casa un missile di un apache?
e badate che io NON STO DIFENDENDO il terrorismo, ma sto dicendo che ogni cosa è conseguenza di un altra.voi che avete eretto l'america come somma fonte di libertà e democrazia, vi siete mai chiesti perchè il mondo arabo ce l'ha tanto con l'occidente?Voi pensate che siano stupidi?Pensate non si chiedano perchè nonostante loro abbiano LA materia prima, fondamentale per noi occidentali, in grossa quantità, siano ridotti in miseria?andiamo da qualcuno a prendere ciò che ci serve, dettiamo noi le regole in casa loro,se qualcuno bussa alle porte di casa loro per dare fastidio, gli dicamo "non ti preoccupare,fagli la guerra che le armi te le diamo noi" e poi,a nostra volta,quando non ci fanno più comodo,ci scagliamo contro di loro a nostra volta,e cosa vogliamo che ci dicano"prego s'accomodi"?Dopo un anno che facciamo guerra(per portare la democrazia e la libertà,mica ciufoli!) e abbiamo rovesciato il regime di Saddam e intanto le condizioni del popolo iraqeno sono sempre uguali se non peggiori,e cosa pretendiamop che ci dicano "continuate,noi intanto aspettiamo che piova la democrazia"?

e intanto noi ci ritroviamo con il terrorismo in Europa,che prima non c'era;con una guerra civile esplosa in Iraq; e nel frattempo qualcuno continua ad armare altri che dicono che è giusto compiere omicidi mirati;mentre qualcuno racconta che hanno preso Bin Laden e che amano la pace.

dexx.
06-04-2004, 21.57.09
Originally posted by maurin

e intanto noi ci ritroviamo con il terrorismo in Europa,che prima non c'era;

Alcune cellule (anche qui in italia) sono nate negli anni novanta.... e forse anche prima. Stavano solo aspettando una telefonata....
In Spagna è già arrivata....

maurin
06-04-2004, 22.02.37
Originally posted by Gandalf1981
Alcune cellule (anche qui in italia) sono nate negli anni novanta.... e forse anche prima. Stavano solo aspettando una telefonata....
In Spagna è già arrivata....

telefonata che, chissà perchè, è arrivata solo ora...

dexx.
06-04-2004, 22.06.04
Originally posted by maurin
telefonata che, chissà perchè, è arrivata solo ora...

E quindi cosa suggerisci... di aspettare la prossima?

Dalmo
06-04-2004, 22.46.46
Originally posted by maurin
e tu credi che un paese mediorientale possa farlo?L'America è nata e cresciuta da sola, e ha potuto fare quello che voleva quando nessuno diceva o faceva niente.



a me stupisce vedere come certa gente,invece,sia ancora convinta che l'america sia il bene e tutti gli altri il male.tutti pronti ad aizzarsi contro chi si ribella a ciò che dice mamma USA.ricordate che ogni persona o popolo combatte le sue guerre con le armi che ha.come altro potrebbero farsi sentire questa gente,questo"tipo di mussulmani"come ha detto qualcuno,porgendo l'altra guancia quando gli piomba in casa un missile di un apache?
e badate che io NON STO DIFENDENDO il terrorismo, ma sto dicendo che ogni cosa è conseguenza di un altra.voi che avete eretto l'america come somma fonte di libertà e democrazia, vi siete mai chiesti perchè il mondo arabo ce l'ha tanto con l'occidente?Voi pensate che siano stupidi?Pensate non si chiedano perchè nonostante loro abbiano LA materia prima, fondamentale per noi occidentali, in grossa quantità, siano ridotti in miseria?andiamo da qualcuno a prendere ciò che ci serve, dettiamo noi le regole in casa loro,se qualcuno bussa alle porte di casa loro per dare fastidio, gli dicamo "non ti preoccupare,fagli la guerra che le armi te le diamo noi" e poi,a nostra volta,quando non ci fanno più comodo,ci scagliamo contro di loro a nostra volta,e cosa vogliamo che ci dicano"prego s'accomodi"?Dopo un anno che facciamo guerra(per portare la democrazia e la libertà,mica ciufoli!) e abbiamo rovesciato il regime di Saddam e intanto le condizioni del popolo iraqeno sono sempre uguali se non peggiori,e cosa pretendiamop che ci dicano "continuate,noi intanto aspettiamo che piova la democrazia"?

e intanto noi ci ritroviamo con il terrorismo in Europa,che prima non c'era;con una guerra civile esplosa in Iraq; e nel frattempo qualcuno continua ad armare altri che dicono che è giusto compiere omicidi mirati;mentre qualcuno racconta che hanno preso Bin Laden e che amano la pace.

maurin, suxi di brutto visto che l'ultimo quote che hai fatto non l'ho scritto io.
Comunque lo penso. :)
Maurin, tu vivi a treviso, giusto?
Hai visto come negli ultimi decenni la tua città sia diventata così produttiva e ricca?
E si che tipo negli anni 50 o 60 mi hanno detto che in Veneto si era molto poveri rispetto alle altre regioni.
Non pensi che l'oriente possa seguire l'esempio del Giappone e diventare anche lui ricco?
Purtroppo no, la sono troppo occupati a studiare il corano, pregare e fare attentati in nome di Allah :rolleyes:

Panamon Creel
06-04-2004, 22.53.25
Difendete assassini, fanatici religiosi, pazzi con manie di potenza solo per dar contro agli Stati Uniti d'America, mischiate bandiere della Pace con bandiere rosse solo per manifestere la vostra fede in un sistema utopico che ha portato ovunque si sia affermato solo povertà e arretratezza, sfruttate il sistema in cui vivete non perdendo occasione per criticarlo... siete pronti a vendervi a quattro fondamentalisti esaltati purchè vi si mostrino immagini di sofferenza che provengano dagli Stati Uniti d'America.

Quanti di voi hanno brindato l'11 Settembre?? Quanti di Voi hanno pianto per la cattura di Saddam?? Quanti di voi continuano a sperare che quell'altro pastore bastardo continui a nascondersi all'infinito?? Non continuate a nascondervi dietro bandiere della Pace e non, per celare il vostro odio contro l'America, smettetela di strumentalizzare questa parola a vostro uso e consumo, provate a DIALOGARE con il vostro cervello, e sperate che questo dia ancora segni di vita...

Edwige
06-04-2004, 23.00.35
Originally posted by Gandalf1981
E quindi cosa suggerisci... di aspettare la prossima?

Forse se non li avessimo attaccati, non ci sarebbe stata neanche la telefonata in spagna. Tu cosa suggerisci di sterminare tutti gli islamici? Perchè in questo modo noi occidentali possiamo dormire sonni tranquilli? Io non sono antiamericana, e non voglio certo difendere i terroristi, ma la ragione non stà mai solo da una parte, noi non siamo il bene e loro non sono il male da estirpare. Certo l'instaurazione di un dialogo richiede tempi molto lunghi, per prima cosa bisognerebbe migliorare le condizioni di vita della popolazione di quei paesi, ma è l'unico modo per fermare la spirale di violenza.

Non pensi che l'oriente possa seguire l'esempio del Giappone e diventare anche lui ricco?
Coma credi che possa seguire l'esempio del giappone quando la popolazione irachena è stata stremata da anni di embargo, e la ricchezza dei tanto decantati pozzi di petrolio è nelle mani di pochi?

Dalmo
06-04-2004, 23.10.16
Originally posted by Edwige
Forse se non li avessimo attaccati, non ci sarebbe stata neanche la telefonata in spagna. Tu cosa suggerisci di sterminare tutti gli islamici? Perchè in questo modo noi occidentali possiamo dormire sonni tranquilli? Io non sono antiamericana, e non voglio certo difendere i terroristi, ma la ragione non stà mai solo da una parte, noi non siamo il bene e loro non sono il male da estirpare. Certo l'instaurazione di un dialogo richiede tempi molto lunghi, per prima cosa bisognerebbe migliorare le condizioni di vita della popolazione di quei paesi, ma è l'unico modo per fermare la spirale di violenza.

Coma credi che possa seguire l'esempio del giappone quando la popolazione irachena è stata stremata da anni di embargo, e la ricchezza dei tanto decantati pozzi di petrolio è nelle mani di pochi?
il giappone era ridotto peggio eppure vedo che oggi non se la passa certo male :rolleyes:

Edwige
06-04-2004, 23.12.43
Originally posted by Panamon Creel
Difendete assassini, fanatici religiosi, pazzi con manie di potenza solo per dar contro agli Stati Uniti d'America, mischiate bandiere della Pace con bandiere rosse solo per manifestere la vostra fede in un sistema utopico che ha portato ovunque si sia affermato solo povertà e arretratezza, sfruttate il sistema in cui vivete non perdendo occasione per criticarlo... siete pronti a vendervi a quattro fondamentalisti esaltati purchè vi si mostrino immagini di sofferenza che provengano dagli Stati Uniti d'America.
Quanti di voi hanno brindato l'11 Settembre?? Quanti di Voi hanno pianto per la cattura di Saddam?? Quanti di voi continuano a sperare che quell'altro pastore bastardo continui a nascondersi all'infinito?? Non continuate a nascondervi dietro bandiere della Pace e non, per celare il vostro odio contro l'America, smettetela di strumentalizzare questa parola a vostro uso e consumo, provate a DIALOGARE con il vostro cervello, e sperate che questo dia ancora segni di vita...

Non credere che io sia comunista, tutt'altro. Non sono di quelle che hanno esposto sul davanzale la bandiera della pace per seguire la moda del momento. Non ho certo intenzione di vendermi al primo fondamentalista che passa, ma non ho neanche voglia di essere la schiavetta degli usa. Amo molto l'italia e ho visto che il mio paese da questa storia ha ricavato solo guai. l'11 settembre ho pianto vedendo la sofferenza degli americani, ma ho pianto anche vedento i corpi dei civili iracheni massacrati. Spero che nessuno abbia brindato per questo. Sono stata felice della cattura di saddam, era un pericoloso tiranno e meritava la fine che ha fatto, ma si potevano seguire altri metodi. Non mi nascondo dietro una bandiera della pace, ma non voglio neanche trincerarmi dietro l'odio verso chi è differente da noi. anche fra gli islamici ci sono tante brave persone, che non meritano di essere giudicate male. A marzo è stata colpita la spagna in quanto l'anello più debole della catena...ma non c'è una catena più forte del suo anello più debole. Non voglio che sia l'italia la prossima vittima, non voglio che il mio paese debba soffrire per aver seguito gli interessi economici di bush.

Panamon Creel
06-04-2004, 23.21.59
Non voglio un mondo che debba temere degl'invasati arabi che minacciano di farsi esplodere a destra e sinistra perchè il loro capo religioso gli ha detto che è la volontà di Dio...


(Anche con Hitler qualcuno aveva suggerito che si doveva parlare... )

Edwige
07-04-2004, 00.01.42
Originally posted by Panamon Creel
Non voglio un mondo che debba temere degl'invasati arabi che minacciano di farsi esplodere a destra e sinistra perchè il loro capo religioso gli ha detto che è la volontà di Dio...


(Anche con Hitler qualcuno aveva suggerito che si doveva parlare... )

Allora cosa si dovrebbe fare? Sterminare tutti "gli arabi"?

(e per Hitler avremmo forse dovuto sterminare tutti i tedeschi?)

Ef.Di.Gi
07-04-2004, 00.05.02
Originally posted by Panamon Creel
Non voglio un mondo che debba temere degl'invasati arabi che minacciano di farsi esplodere a destra e sinistra perchè il loro capo religioso gli ha detto che è la volontà di Dio...


(Anche con Hitler qualcuno aveva suggerito che si doveva parlare... )

and 2. tutti gli arabi sono degli psicotici quindi.

Panamon Creel
07-04-2004, 00.10.54
a parte il fatto che le condizioni della Germania alla fine della seonda guerra Mondiale (come giusto che fosse) rasentassero la distruzione totale, non ritengo che tutti gli arabi siano degli psicopatici, ma penso che sia ora di finirla di avere paura di gente del genere.

Edwige proponeva GIUSTAMENTE il diaologo, tu invece cosa proponi ef.DI.DI? Hai qualche idea brillante??

maurin
07-04-2004, 00.51.54
Originally posted by Panamon Creel
Difendete (...)Stati Uniti d'America.



io non difendo nessuno, e mi pareva di averlo anche già detto.tantomeno ho issato gli USA a miei nemici giurati, non ho nulla da ottenere.Sono solo consapevole che nessuno fa niente per niente e in particolar modo gli USA che, oltre a ciò, hanno anche una certa arroganza nel definirsi portatori di pace.Sono, anzi, molto grato agli USA per ciò che hanno fatto durante e dopo la II gm,per esempio,ma so anche che se il giappone non avesse attaccato Pearl Harbour non sarebbero intervenuti in guerra, tantomeno si sarebbero inventati il piano marshall se non ci fosse stato il comunismo alle nostre porte.Tanto per fare un esempio.
Sul resto neanche ti rispondo,perchè non ne vale la pena.


]Originally posted by Dalmo
maurin, suxi di brutto visto che l'ultimo quote che hai fatto non l'ho scritto io.

hai ragione, scusa.


]Originally posted by Dalmo
Hai visto come negli ultimi decenni la tua città sia diventata così produttiva e ricca?
E si che tipo negli anni 50 o 60 mi hanno detto che in Veneto si era molto poveri rispetto alle altre regioni.

ho visto come la mia città sia diventata "ricca", ma posso assicurarti che non è avvenuto perchè ci hanno mandato a studiare all'estero come tu sostieni sia avvenuto in giappone ma su ben altre basi econmiche.


]Originally posted by Dalmo
Sti idioti fanno tutto per una religione che deriva da un meteorite caduto dal cielo ed ora esposto alla Mecca.....
Stragi per dei meteoriti, che idioti

che idioti, meteoriti...

pensa c'erano,qualche anno fa,un manipolo di persone, che facevano delle guerre e vivevano in nome di divinità che credevano vivere sulla cima di una montagna,a cui davano nome di pianeti o che avevano corpo d'uomo e testa di cane.piccoli popolini che hanno creato civiltà della durata di qualche millennio.
ma in base al tuo metro erano degli idioti.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 00.54.08
Originally posted by Dalmo
beh, se devo essere sincero, io spero solo che l'economia fra qualche mese si riprenda grazie alla produzione di armi e al "rubare" petrolio, perchè in questo momento l'economia mondiale è una cosa disastrosa.
Certo che gli iracheni sono proprio idioti a combattere gli americani così: ne arriveranno altri.
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa, se fossi io il presidente USA, porterei un sacco di truppe a combattere anche con armi atomiche in tutti i paesi con alta percentuale di terroristi.

Al Quaeda prima della guerra, in Iraq non era presente. Ergo, lì il terrorismo non c'era.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 00.57.12
Originally posted by Dalmo
vedi, sono daccordo che questa non sia una soluzione definitiva, ma io non ho mai visto un terrorista dialogare, ho solo visto i volti di tanti americani impauriti e che piangevano durante l' 11 settembre.
E pur non avendo armi in mano guarda che cosa hanno commesso i terroristi. Pensi che se i paesi dei terroristi avessero le armi degli USA in mano si farebbero tanti scrupoli come facciamo noi ad usarle?
Credo proprio di no.
Questo tipo di mussulmani sono pazzi, gli ideali religiosi non devono mai portare morte e dolore agli altri popoli. Se non capiscono questa cosa allora spero che crepino tutti quelli che hanno intenzione di portare morte e distruzione per i loro pazzi ideali. Preghino pure, ma non uccidano e non rovinino la cultura altrui. Non ho nulla contro i mussulmani. Mi stanno solo sul cazzo i mussulmani che vogliono imporre la loro religione e la loro cultura su altri popoli (vedi Adel Smith).
Personalmente se avessi il potere che hanno gli USA, cercherei di fare di tutto per distruggere queste categorie di persone, farei una guerra lampo preventiva.

Per ogni Adel Smith (che tra l'altro è italiano) esiste un Baget Bozzo, purtroppo. L'integralismo religioso non si combatte con altri estremismi, ma con una sana laicità dello stato.
Io ho visto tanti afghani e tanti iraqeni piangere per i bombardamenti. Valgono meno degli americani?

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 01.01.47
Originally posted by Panamon Creel
Dalmo non ti preoccupare tanto c'è gente come Edwige che riesce a dialogare bene con i terroristi.. come ha detto giustamente lui per risolvere la situazione basta scambiare due chiacchiere con un pazzo fanatico, invasato religioso che sicuramente ragionerà in modo lucido per risolvere la situazione internazionale, che ti preoccupi a fare?

(Fate tutti come gli Spagnoli che si fanno comandare da tre esaltati che si fanno esplodere a destra e a sinistra, poi vedrete dove andiamo a finire)

:tsk:

Non mi pare intendesse dialogare con i terroristi, ma con i paesi arabi moderati. Gli spagnoli si comandano da soli con libere elezioni. Probabilmente hanno capito che fare una guerra dove il terrorismo non c'era per portarla in quel paese e in Europa non è la soluzione migliore. Al posto della forza è quasi sempre meglio usare la testa. E anche dare la responsabilità all'ETA di un attentato di Al Quaeda non è una mossa grandiosa per vincere le elezioni.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 01.06.21
Originally posted by Gandalf1981
DIALOGO CIVILE!!!!???!!! Con chi?!!???
Ma cazz ma li seguite i TG? Islamici nati qui, e che vivono qui 30 anni... si fanno espldere solo perchè un capo religioso lo comanda. Dialogo civile?!!!??! Ma se vivono ancora organizzati in tribù... riconoscono solo ed eslusivamente il proprio capo religioso, figuriamoci a parlare di democrazia... ma per favore.

Ma allora è vero che ci si accorge delle cose solo se ci si pesta la faccia contro.

DIALOGO CIVILE... e con chi? Oggi il nostro contingente è stato attaccato, e in prima linea quelle belle persone con cui dovremmo parlare hanno mandato donne e bambini...

Il nostro contingente è stato attaccato perchè è in guerra in terra straniera. In quel contesto, purtroppo, non è una situazione assurda. Il fatto è che il nostro contingente lì, non doveva essereci.
Non facciamo confusione tra assenza di democrazia e terrorismo. Sono due cose ben divesre e distinte.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 01.08.34
Originally posted by Dalmo
maurin, suxi di brutto visto che l'ultimo quote che hai fatto non l'ho scritto io.
Comunque lo penso. :)
Maurin, tu vivi a treviso, giusto?
Hai visto come negli ultimi decenni la tua città sia diventata così produttiva e ricca?
E si che tipo negli anni 50 o 60 mi hanno detto che in Veneto si era molto poveri rispetto alle altre regioni.
Non pensi che l'oriente possa seguire l'esempio del Giappone e diventare anche lui ricco?
Purtroppo no, la sono troppo occupati a studiare il corano, pregare e fare attentati in nome di Allah :rolleyes:

Mi pare che tu abbia una visione un po' stereotipata dei paesi arabi, che tra l'altro, al più, sono mediorientali.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 01.10.51
Originally posted by Panamon Creel
Difendete assassini, fanatici religiosi, pazzi con manie di potenza solo per dar contro agli Stati Uniti d'America, mischiate bandiere della Pace con bandiere rosse solo per manifestere la vostra fede in un sistema utopico che ha portato ovunque si sia affermato solo povertà e arretratezza, sfruttate il sistema in cui vivete non perdendo occasione per criticarlo... siete pronti a vendervi a quattro fondamentalisti esaltati purchè vi si mostrino immagini di sofferenza che provengano dagli Stati Uniti d'America.

Quanti di voi hanno brindato l'11 Settembre?? Quanti di Voi hanno pianto per la cattura di Saddam?? Quanti di voi continuano a sperare che quell'altro pastore bastardo continui a nascondersi all'infinito?? Non continuate a nascondervi dietro bandiere della Pace e non, per celare il vostro odio contro l'America, smettetela di strumentalizzare questa parola a vostro uso e consumo, provate a DIALOGARE con il vostro cervello, e sperate che questo dia ancora segni di vita...

Uau, finalmente ci hai tolto la maschera.
Senti, perchè al posto di lanciare proclami non provi a costruire un discroso critico articolato?

dexx.
07-04-2004, 09.49.42
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Il nostro contingente è stato attaccato perchè è in guerra in terra straniera. In quel contesto, purtroppo, non è una situazione assurda. Il fatto è che il nostro contingente lì, non doveva essereci.
Non facciamo confusione tra assenza di democrazia e terrorismo. Sono due cose ben divesre e distinte.

Ma leggi solo a pezzi? Non mi pare che noi mandiamo in guerra donne e bambini...

dexx.
07-04-2004, 09.51.28
Originally posted by il_falchetto_pellegrino

Io ho visto tanti afghani e tanti iraqeni piangere per i bombardamenti. Valgono meno degli americani?

Senza una sola lacrima aggiungerei... visto che loro sono contenti di morire per Allah...

Edwige
07-04-2004, 10.22.56
Originally posted by Gandalf1981
Senza una sola lacrima aggiungerei... visto che loro sono contenti di morire per Allah...

Altri luoghi comuni. Per colpa di alcuni idioti, si finisce per parlare di tutta la popolazione. Ma credi che abbiano scelto loro di nascere in quei paesi? Di dover subire quella dittatura religiosa?
Perchè non proponi qualche soluzione al problema invece di trincerarti dietro il "tanto sono tutti brutti e cattivi"?

maurin
07-04-2004, 10.37.16
Originally posted by Gandalf1981
Senza una sola lacrima aggiungerei... visto che loro sono contenti di morire per Allah...

il dramma è che vivono in una condizione nella quale tra la vita e la morte è meglio quest'ultima.finchè continueranno ad essere così disperati, sarà facile per il terrorismo arruolare nuovi martiri.

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 11.16.31
Originally posted by Gandalf1981
Ma leggi solo a pezzi? Non mi pare che noi mandiamo in guerra donne e bambini...

E non mi pare che il battaglione sia stato attaccato da donne e bambini. Ma quando fai una guerra, portata per altro da te, in un caos sociale e civile, all'interno di una città, come credi che possano non morire i civili?

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 11.21.52
Originally posted by Gandalf1981
Senza una sola lacrima aggiungerei... visto che loro sono contenti di morire per Allah...

Qui devi spiegarti un po' meglio, mi sa:
leggenda metropolitana vuole che noi facciamo la guerra in Iraq

A) contro il terrorismo

B) per liberare il popolo da un dittatore

Scartata la prima per eccesso di balle, resta la seconda. Ora, a noi buoni il popolo iracheno sta tanto a cuore quando dobbiamo liberarlo da Saddam, ma quando crepa sotto le nostre bombe non ci interessa più? Non sarai mica uno dei cattivi?

E chi ti dice che i nostri soldati non siano invece contenti di morire per la patria, Dio, il re o chi per loro? (è una provocazione, spero sia chiaro)

maurin
07-04-2004, 11.27.00
Originally posted by Gandalf1981
Ma leggi solo a pezzi? Non mi pare che noi mandiamo in guerra donne e bambini...

ci limitiamo a colpirli con le bombe intelligenti...

Frank
07-04-2004, 11.52.27
Sono nauseato dalla enorme massa di stronzate che ho letto in questo topic, devo dire che alcuni ragionamenti mi hanno fatto veramente rabbrividire...
Qui si parla di bombe, di attentati, ma a quanto pare nessuno si è chiesto veramente il perchè, di tali azioni (a parte alcune deliranti spiegazioni da parte di qualche elemento).
Come mai nessuno si chiede cosa ci stà dietro gli attacchi alle nazioni alleate? è facile liquidare tutto con la presunta pazzia del popolo Arabo...
Io non sto qui a difendere il terrorismo, ma siamo sicuri che sia proprio "terrorismo" nel vero senso della parola?
Come mai viene registrato sotto il nome di terrorismo solo quello che più ci fa comodo?
Sono anni che l'america e i suoi alleati sfruttano il petrolio arabo, sono anni che come pagamento portano soltanto il supporto per vari "Signori della Guerra", tra cui Bin Laden e lo stesso Saddam...
Gli USA hanno fomentato rivoluzioni e colpi di stato in tutto il mondo, hanno ammazzato e favorito i più feroci dittatori mondiali, da Fulgencio Batista (Cuba), passando per Pinochet (Argentina), Salvador Allende (Cile), Bin Laden e Saddam Hussein...
Tutti amiconi o ex amiconi degli USA, armati, addestrati e mandati a combattere per essere poi distrutti o lasciati al loro destino quando il loro operato non era più necessario...
Queste cose ora nessuno le dice, ora abbiamo solo i buoni americani che cercano di combattere i cattivi arabi perchè LORO possano vivere in pace... e gli arabi? non hanno anche loro il diritto di vivere in pace? senza che i nostri interessi li portino ogni giorno più vicini ad un baratro senza fondo?
Chissà come mai poi le azioni dei buoni americani sono così ben mirate... Afhganistan... Iraq... che strano... chissà come mai...
proprio queste... e dire che se c'è una cosa che non manca nel mondo sono proprio le dittature, feroci come (se non di più) quella di Saddam...

Possiamo dire che, a ragione o no, gli USA e gli alleati hanno attaccato MILITARMENTE uno stato sovrano (si, perchè l'iraq, checchè se ne dica, era uno stato sovrano). Quando uno scatena una guerra, a mio parere, poi non può lamentarsi se gli altri reagiscono.
Gli arabi stanno contrattaccando gli invasori usando l'unico metodo a loro disposizione, le bombe...
E non venitemi a dire che "i civili cosa c'entrano" perchè sarebbe uan vera e propria ipocrisia... i 135.000 (202.000 secondo i tedeschi) civili di Dresda dove li mettiamo? Dresda fu rasa al suolo completamente e la ragione fu, citando le parole del comando alleato "colpire il morale della popolazione civile tedesca e, in particolare, degli operai dell’industria." non è terrorismo questo?
E Hiroshima e Nagasaki? non fu un atto terroristico?

Basta, non parlo più perchè poi divento noioso... l'unica cosa che chiedo è di evitare di sparalre su un argomento così delicato senza conoscere nulla dei retroscena e della storia precedente...


Frank

berserkdan78
07-04-2004, 15.15.38
Originally posted by Dalmo
beh, se devo essere sincero, io spero solo che l'economia fra qualche mese si riprenda grazie alla produzione di armi e al "rubare" petrolio, perchè in questo momento l'economia mondiale è una cosa disastrosa.
Certo che gli iracheni sono proprio idioti a combattere gli americani così: ne arriveranno altri.
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa, se fossi io il presidente USA, porterei un sacco di truppe a combattere anche con armi atomiche in tutti i paesi con alta percentuale di terroristi.
Che poverino che sei
poi non lamentarti se l'atomica te la ritrovi sotto casa... o perchè un terrorista si fa esplodere nel tuo treno.

berserkdan78
07-04-2004, 15.32.26
Originally posted by Dalmo
infatti, li vorrei massacrare di botte :tsk:
Sti idioti fanno tutto per una religione che deriva da un meteorite caduto dal cielo ed ora esposto alla Mecca.....
Stragi per dei meteoriti, che idioti :tsk:
E noi lo facciamo per uno morto in croce...
Meteorite... ma che cazzo vai dicendo? Ma quanti anni hai?
Ma chi vorresti massacrare di botte te? Pezzo di idiota che stai a guardare quello che succede e parli di fare questo e quello con una semplicità tipica dell'ignorante?
Ma dai, i terroristi presenti in italia saranno 1 su mille, ci saeanno il triplo di terroristi di sinistra e destra e voi parlate di reprimere e cacciare via gente?

dexx.
07-04-2004, 15.36.43
Cazzarola, uno dice una cosa e la interpretano a loro modo.... vabbhe. Nietzsche aveva proprio ragione...
Aspettiamo altri 200 morti poi ne riparliamo... intanto perchè non andate voi la a parlare agli arabi? Visto che avete la soluzione e siete tanto bravi... visto che conoscete tutti i risvolti della storia e siete anche a conoscenza dei piani della CIA e del Pentagono.
Coraggio, tutto il mondo aspetta la vostra soluzione...

Adios amigos, al prossimo attentato.

berserkdan78
07-04-2004, 15.55.06
Originally posted by Panamon Creel
Difendete assassini, fanatici religiosi, pazzi con manie di potenza solo per dar contro agli Stati Uniti d'America, mischiate bandiere della Pace con bandiere rosse solo per manifestere la vostra fede in un sistema utopico che ha portato ovunque si sia affermato solo povertà e arretratezza, sfruttate il sistema in cui vivete non perdendo occasione per criticarlo... siete pronti a vendervi a quattro fondamentalisti esaltati purchè vi si mostrino immagini di sofferenza che provengano dagli Stati Uniti d'America.

Quanti di voi hanno brindato l'11 Settembre?? Quanti di Voi hanno pianto per la cattura di Saddam?? Quanti di voi continuano a sperare che quell'altro pastore bastardo continui a nascondersi all'infinito?? Non continuate a nascondervi dietro bandiere della Pace e non, per celare il vostro odio contro l'America, smettetela di strumentalizzare questa parola a vostro uso e consumo, provate a DIALOGARE con il vostro cervello, e sperate che questo dia ancora segni di vita...
A dei fanatici come te, perchè è questo che sei, di solito non rispondo, ma stavolta faccio un'eccezione:














Ma vaffanculo va...

dexx.
07-04-2004, 15.58.52
Ok.. l'argomento si presta a cose simili, ma evitiamo almeno gli insulti. Si può discutere benissimo senza.

berserkdan78
07-04-2004, 16.03.05
Originally posted by Dalmo
il giappone era ridotto peggio eppure vedo che oggi non se la passa certo male :rolleyes:
Ma peggio de che ?
Perche se mi parli del 1800 sono ormai passati 100 anni e...
Te la fai semplice semplice, ma non sai di che cazzo stai parlando, ci sono un'enormità di fattori da considerare, se fosse così facile sarebbe un mondo di paesi ricchi, cosa impossibile, percheè già la definizione di ricco implica che ci sia un povero...

Dalmo
07-04-2004, 16.10.56
Prima di dire stonzate berserkdan78 ragiona, cosa credi che sia quella roccia levigata alla mecca?
La merda di maometto?Gli esperti hanno detto che probabilmente si tratta di un meteorite che le tribù arabe adoravano da prima che arrivasse Maometto, lo so perchè l'ho studiato non molto tempo fa, quindi .
Personalmente sono stufo delle accuse mosse da voi comunisti, ha ragione gandalf,0 voglio vedere se vi muoiono i famigliari che cosa fate. Andate a parlare con chi li ha uccisi? Ma non diciamo puttanate per piacere.
NESSUNO e ripeto NESSUNO si deve permettere di uccidere gli altri per motivi religiosi e ora non venite a dire stronzate del tipo "E allora hai appena gli arabi vanno bombardati", un conto è la difesa, un altro è l'attacco.
Sembra quasi che vogliate difendere i terroristi, mi auguro di no perchè altrimenti sareste al loro stesso pari.
Secondo me i kamikaze possono pure ammazzarsi, ma tra di loro :tsk:
Voglio vedere che cosa mi direte quando ci sarà un attentato in italia :tsk:

Originally posted by Gandalf1981
Ok.. l'argomento si presta a cose simili, ma evitiamo almeno gli insulti. Si può discutere benissimo senza.
Hai ragione ma berserkdan78 non lo sopporto

Dalmo
07-04-2004, 16.16.24
Originally posted by berserkdan78
Ma peggio de che ?
Perche se mi parli del 1800 sono ormai passati 100 anni e...
Te la fai semplice semplice, ma non sai di che cazzo stai parlando, ci sono un'enormità di fattori da considerare, se fosse così facile sarebbe un mondo di paesi ricchi, cosa impossibile, percheè già la definizione di ricco implica che ci sia un povero...
Hanno lavorato e si sono fatti il culo. Non ci vedo assolutamente nulla di strano.
Il Giappone non si fa tante menate religiose e seghe mentali come i paesi orientali.
Poi perchè noi li dovremmo tollerare? Loro non tollerano noi, chi si ricorda quante feste nei paesi arabi dopo l'11 settembre? :rolleyes:

berserkdan78
07-04-2004, 16.34.43
Originally posted by Dalmo
Prima di dire stonzate berserkdan78 ragiona, cosa credi che sia quella roccia levigata alla mecca?
La merda di maometto?Gli esperti hanno detto che probabilmente si tratta di un meteorite che le tribù arabe adoravano da prima che arrivasse Maometto, lo so perchè l'ho studiato non molto tempo fa, quindi .
Personalmente sono stufo delle accuse mosse da voi comunisti, ha ragione gandalf,0 voglio vedere se vi muoiono i famigliari che cosa fate. Andate a parlare con chi li ha uccisi? Ma non diciamo puttanate per piacere.
NESSUNO e ripeto NESSUNO si deve permettere di uccidere gli altri per motivi religiosi e ora non venite a dire stronzate del tipo "E allora hai appena gli arabi vanno bombardati", un conto è la difesa, un altro è l'attacco.
Sembra quasi che vogliate difendere i terroristi, mi auguro di no perchè altrimenti sareste al loro stesso pari.
Secondo me i kamikaze possono pure ammazzarsi, ma tra di loro :tsk:
Voglio vedere che cosa mi direte quando ci sarà un attentato in italia :tsk:

Hai ragione ma berserkdan78 non lo sopporto
:D A bimbetto ma chi te conosce? Lo hai studiato da poco? Guarda che se sto parlòando con uno sotto i 15 anni mi scuso per le offese, non sei ancora in grado di capire quello che ti circonda e il tuo cervello semplifica un po tutto, è l'età.
Lo so cosa è quella pietra, a anche un nome suo, non me lo ricordo.Il punto è cosa cazzo centra quella pietra? Tu in questo modo critichi la loro religione e cultura, ma che c'entra con la guerra? Non si tratta di scaramucce, non uccidono perchè non anno niente da fare, informati, cerca di capire i retroscena e tutto quello che c'è dietro e non sparare sentenze e soluzioni che solo un pazzo potrebbe concepire.
E non azzardarti a darmi più del comunista brutto servo.
Se mi muore un familiare io vorrei uccidere chi lo ha ucciso, ma siccome vivo in un sistema che mi impedisce giustamente di farmi giustizia, lo denuncio e seguo la legge.
Bisogna dialogare con la gente, non con i terroristi, bisogna aiutare, fare scambi di cultura, aprire i commerci e togliere gli embarghi.
E, ultima cosa, rendere le religioni pure opinioni, senza farle diventare questioni di stato e scuse per fare quello che ci pare.

berserkdan78
07-04-2004, 16.40.17
Originally posted by Dalmo
Hanno lavorato e si sono fatti il culo. Non ci vedo assolutamente nulla di strano.
Il Giappone non si fa tante menate religiose e seghe mentali come i paesi orientali.
Poi perchè noi li dovremmo tollerare? Loro non tollerano noi, chi si ricorda quante feste nei paesi arabi dopo l'11 settembre? :rolleyes:
Ripeto, sei un semplicione che non sa neanche di cosa parla.
Cresci e ripassa tra qualche anno.Loro chi?
I MUSSULMANI tutti non ci tollerano?
Sono tutti assassini pazzi fanatici?
In sinistra sono tutti comunisti e quindi brigatisti?
I terroni sono tutti svogliati e non channo voglia di lavorare mentre voi del nord lavorate sodo?
Guarda meno televisione e leggi di più. E un consiglio.

Thor
07-04-2004, 16.47.29
Berserkdan, tu puoi avere anche tutte le ragioni del mondo, ma evita di offendere a cazzo la gente.

Un po' di rispetto non guasta mai.



Poi si può discutere del più e del meno, ma sempre con rispetto ed educazione.

dexx.
07-04-2004, 16.49.45
Secondo avviso... poi si fa chiudere il topic.

berserkdan78
07-04-2004, 16.52.39
Originally posted by Thor67
Berserkdan, tu puoi avere anche tutte le ragioni del mondo, ma evita di offendere a cazzo la gente.

Un po' di rispetto non guasta mai.



Poi si può discutere del più e del meno, ma sempre con rispetto ed educazione.
Hai ragione, mi scuso, ma quando sento certe cose dette così in leggerezza, come se si stesse parlando di calcio non ci vedo più e mi escono spontanee, anche digitando da tastiera:dentone:

Thor
07-04-2004, 16.55.40
Originally posted by berserkdan78
Hai ragione, mi scuso, ma quando sento certe cose dette così in leggerezza, come se si stesse parlando di calcio non ci vedo più e mi escono spontanee, anche digitando da tastiera:dentone:


Anche a me viene spesso voglia di insultare qualcuno, ma non siamo mica al Processo di Biscardi. :asd:

E poi, soprattutto non possiamo nemmeno avere tutti le stesse idee, no?

Non puoi predicare la tolleranza e poi insultare la gente nello stesso topic.

:asd:

Frank
07-04-2004, 16.58.54
Dalmo, non mi piace l'utilizzo che fai del termine Comunista, è già il secondo topic in cui noto questa cosa e non mi garba, non mi pare che qui ci sia nessuno che usa il termine "fascista" rivolto alle persone che la pensano come la pensi tu e gradirei che questo "Fair play" venisse rispettato.
C'è gente che nonostante condanni la guerra e le operazioni poco pulite perpetrate dagli USA e dai loro alleati non sopporta l'idea di essere definito comunista...
Detto questo, io ti consiglierei di farti una cultura prima di entrare in discussioni dove sei palesemente poco informato e soprattutto molto prevenuto.

Frank

TrustNoOne
07-04-2004, 17.07.43
io non posto mai nei topic politici perche' non posso insultare la gente.

Non ha senso rispondere senza insultare :asd:

bejita
07-04-2004, 17.08.14
Originally posted by TrustNoOne

Non ha senso rispondere senza insultare :asd:

dalmo sei un comunista di merda :|

Thor
07-04-2004, 17.10.09
Originally posted by bejita
dalmo sei un comunista di merda :|



:roll3: :roll3:


Maledetto lammah


:asd:

Dalmo
07-04-2004, 17.14.16
Mi scuso se uso il termine comunista così ma ormai nella mia zona e dalle persone che conosco viene usato molto di più di persona di sinistra, forse io non ci faccio caso e lo dico a raffica.
Cmq non voglio essere offensivo e mi scuso

Originally posted by bejita
dalmo sei un comunista di merda :|
gia, un proletario come me non è certo di destra :asd:
Tu invece sei un fascistone del cazzo :D

BlackLinX
07-04-2004, 17.17.55
Originally posted by Dalmo
(...)Personalmente sono stufo delle accuse mosse da voi comunisti, [cut...]

Non so che viso avesse, neppure come si chiamava ... tienti fuori dal politico generalizzato, per favore! :)


Originally posted by Frank
Dalmo, non mi piace l'utilizzo che fai del termine Comunista,(...)non mi pare che qui ci sia nessuno che usa il termine "fascista" rivolto alle persone che la pensano come la pensi tu e gradirei che questo "Fair play" venisse rispettato.
C'è gente che nonostante condanni la guerra e le operazioni poco pulite perpetrate dagli USA e dai loro alleati non sopporta l'idea di essere definito comunista...
[cut...]

Per altre motivazioni quoto il post dell'amico Frank. Nemmeno a me piace questo "puntamento di dito" fatto tanto per fare. Ma te lo dico proprio sorridendo hè! :)

EDIT: ho visto che hai postato che hai compreso, muy bien! Asta la vic ... bhe, lasciamo perdere :D

Thor
07-04-2004, 17.19.13
Originally posted by Dalmo
Mi scuso se uso il termine comunista così ma ormai nella mia zona e dalle persone che conosco viene usato molto di più di persona di sinistra, forse io non ci faccio caso e lo dico a raffica.



Dove abiti, ad Arcore?


:roll3: :roll3:

Frank
07-04-2004, 17.20.23
Originally posted by Thor67
Dove abiti, ad Arcore?



AHAHAHAH Thor, sei il mio mito!

Frank

bejita
07-04-2004, 17.21.31
Originally posted by Thor67
Dove abiti, ad Arcore?


:roll3: :roll3:

ad arcore la giunta è di sinistra :asd:

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 17.29.28
Originally posted by Dalmo
Prima di dire stonzate berserkdan78 ragiona, cosa credi che sia quella roccia levigata alla mecca?
La merda di maometto?Gli esperti hanno detto che probabilmente si tratta di un meteorite che le tribù arabe adoravano da prima che arrivasse Maometto, lo so perchè l'ho studiato non molto tempo fa, quindi .
Personalmente sono stufo delle accuse mosse da voi comunisti, ha ragione gandalf,0 voglio vedere se vi muoiono i famigliari che cosa fate. Andate a parlare con chi li ha uccisi? Ma non diciamo puttanate per piacere.
NESSUNO e ripeto NESSUNO si deve permettere di uccidere gli altri per motivi religiosi e ora non venite a dire stronzate del tipo "E allora hai appena gli arabi vanno bombardati", un conto è la difesa, un altro è l'attacco.
Sembra quasi che vogliate difendere i terroristi, mi auguro di no perchè altrimenti sareste al loro stesso pari.
Secondo me i kamikaze possono pure ammazzarsi, ma tra di loro :tsk:
Voglio vedere che cosa mi direte quando ci sarà un attentato in italia :tsk:

Hai ragione ma berserkdan78 non lo sopporto

Scusa, potresti citarmi dove si dice di parlare con i terroristi? Si dice di dialogare con i paesi arabi moderati per isolare i terroristi. C'è un abisso, è la seconda volta che lo dico.
Se ci sarà un attentato in Italia, chi ha politicamente e strategicamente sbagliato risposta al fenomeno terroristico, dovrà trarne le conseguenze.
La guerra in Afghanistan era un conto, inutile ma inevitabile e aveva l'appoggio dei paesi moderati. Quella in Iraq è solo assurda, ha portato il terrorismo in Iraq e in Europa. E chi dobbiamo ringraziare? I terroristi? Certo, ma cavolo, se si chiamano teroristi un motivo ci sarà. Si sa che sono "cattivi". Ma chi ha il dovere di contrastarli deve attuare la strategia migliore, non quella che fa sembrare all'occidente di avere il pisello più lungo, mentre invece mette a repentaglio la propira sicurezza.

Difesa e attacco non funzionano. Una bomba che ammazza 100 persone in un mercato è terrorismo quanto un kamikaze che ne ammazza altrettante. Seguendo la logica di difesa e attacco, per esempio, non risolveremo mai la questione palestinese, che poi è il pretesto per ogni contrasto dal dopoguerra a oggi.

Mischa
07-04-2004, 18.10.57
Personalmente trovo assurdo qualsisi discorso politico: qui, come in tv, come sui giornali, come in assoluto. Gli unici che possono parlare di politica (delegati a farlo), sono in parlamento: se anche ne parlano, ipotesi, in un programma tv attaccandosi a vicenda, stanno semplicemente spettacolarizzando qualcosa che devono fare altrove, per tirare acqua al proprio mulino: ma non stanno facendo il loro lavoro, che non è infangare un avversario o dimostrare che un avversario ha torto, ma usufruire prima degli spazi opportuni per esporre le proprie idee (senza che questo abbia a che fare con quelle altrui), e dopo, se le loro idee son condivise, e tale condivisione li ha portati ad essere eletti, comportarsi di conseguenza ed eventualmente discutere con chi non la pensi come loro, in parlamento. Il fatto che i giornali, la tv e quant'altro ormai per abitudine critichino un pensiero o una opinione di un politico, "legittima" la gente a fare altrettanto, con discorsi da bar del cazzo come questi, ovunque, che appassionano tanto ma restano lettera morta, non hanno un cazzo di valore o significato. Tanto più poi in sedi come questa, dove a parlare di politica sono persone che manco possono votare, spesso. Ma anche potessero, il punto resta che l'opinione altrui, di chiunque, fosse anche un politico, su quel che dice o fa un politico, non conta un cazzo. L'unico momento in cui conta tale opinione, è al voto. Tutto il resto, anche la discussione, non vale un cazzo di niente, se non a livello puramente generale. Equivale al parlare di calcio, e insultare uno di un'altra squadra, o a discussioni tra allenatori che si attacchino e critichino a vicenda sui giornali o in tv, cosa che non c'entra con il loro mestiere, ovvero pensare ad allenare la propria squadra. Di come gioca un'altra, non dovrebbe fregare un cazzo a nessuno. Secondo questa logica, invece, quel che dice tizio o caio, che sia un politico o un comico, diventa importante, merita titoloni, scatena discussioni al bar o su un forum, tra gente che non solo non ha alcun titolo per dire qualcosa di valido in materia, ma non ne viene nemmeno toccata, anche avesse ragione. Gli unici modi per dimostrare che la propria ideologia abbia un senso, sono votare qualcuno che la rappresenti al meglio, o proporsi come rappresentante di chi la condivida, seguendo le regole in materia. Tutto il resto è sterile. Qui si potrebbe anche fare un topic sulla guerra, ma non cambierebbe un cazzo. Esattamente come si potrebbe fare un topic su aborto o divorzio (questioni non solo già regolate da leggi e discusse e votate dalla popolazione), scatenando un casino della madonna, ma fine a se stesso, del tutto insensato, vuoto ed inutile. Tolto il discorso da bar, wow, se ne è parlato. E allora? Mica cambia la legge sul divorzio, sull'aborto o la possibilità o meno di una guerra. Ma il gioco comune, ormai, è questo, da qualsiasi parte. Ancor più da esponenti della popolazione: non ha importanza che quel che dica uno sia giusto o sbagliato, l'importante è dire "cosa se ne pensa", invece di offrire un pensiero alternativo. Basti vedere i giornali e la tv: un politico, quale che sia, se ne esce con un'affermazione? Istantaneamente, partono critiche, controcritiche, e quant'altro. Ma che cazzo critichi? E' una puttanata? Bon, non merita critica, ti pare? Fai una proposta diversa, invece di dire che è una puttanata. Ma dire "quello ha detto una puttanata", serve a farti diventare più simpatico a chi detesta l'idiota di turno, anche se in realtà tu non hai alcun merito, nel dire "quello è un coglione". Non hai proposto nulla di alternativo, non hai detto nulla, hai solo sfruttato l'idiozia altrui a tuo vantaggio. Se fossi valido, non l'avresti manco considerato, avresti fatto un'altra proposta da votare, o non avresti semplicemente votato quella. Ormai la logica non è "io ho qualcosa da dire, se qualcuno la pensa come me, merito di rappresentarlo", ma "l'altro (chiunque sia) dice troiate, quindi io merito di esser votato da chi pensa che quello dice troiate, anche se non ho un cazzo da dire, ma so attaccare gli altri meglio". Tutto ciò comporta, naturalmente, una logica di scontro a priori, invece che di confronto, che si traduce in qualsiasi aspetto della realtà: a partire dal tifo per una squadra, sino alla politica internazionale. Il seguire questa logica, il volerla seguire, è la cosa più squallida, ridicola, abietta, stolida, bovina che io possa concepire.

Thor
07-04-2004, 18.14.02
Originally posted by Mischa
Personalmente trovo assurdo qualsisi discorso politico: qui, come in tv, come sui giornali, come in assoluto. Gli unici che possono parlare di politica (delegati a farlo), sono in parlamento: se anche ne parlano, ipotesi, in un programma tv attaccandosi a vicenda, stanno semplicemente spettacolarizzando qualcosa che devono fare altrove, per tirare acqua al proprio mulino: ma non stanno facendo il loro lavoro, che non è infangare un avversario o dimostrare che un avversario ha torto, ma usufruire prima degli spazi opportuni per esporre le proprie idee (senza che questo abbia a che fare con quelle altrui), e dopo, se le loro idee son condivise, e tale condivisione li ha portati ad essere eletti, comportarsi di conseguenza ed eventualmente discutere con chi non la pensi come loro, in parlamento. Il fatto che i giornali, la tv e quant'altro ormai per abitudine critichino un pensiero o una opinione di un politico, "legittima" la gente a fare altrettanto, con discorsi da bar del cazzo come questi, ovunque, che appassionano tanto ma restano lettera morta, non hanno un cazzo di valore o significato. Tanto più poi in sedi come questa, dove a parlare di politica sono persone che manco possono votare, spesso. Ma anche potessero, il punto resta che l'opinione altrui, di chiunque, fosse anche un politico, su quel che dice o fa un politico, non conta un cazzo. L'unico momento in cui conta tale opinione, è al voto. Tutto il resto, anche la discussione, non vale un cazzo di niente, se non a livello puramente generale. Equivale al parlare di calcio, e insultare uno di un'altra squadra, o a discussioni tra allenatori che si attacchino e critichino a vicenda sui giornali o in tv, cosa che non c'entra con il loro mestiere, ovvero pensare ad allenare la propria squadra. Di come gioca un'altra, non dovrebbe fregare un cazzo a nessuno. Secondo questa logica, invece, quel che dice tizio o caio, che sia un politico o un comico, diventa importante, merita titoloni, scatena discussioni al bar o su un forum, tra gente che non solo non ha alcun titolo per dire qualcosa di valido in materia, ma non ne viene nemmeno toccata, anche avesse ragione. Gli unici modi per dimostrare che la propria ideologia abbia un senso, sono votare qualcuno che la rappresenti al meglio, o proporsi come rappresentante di chi la condivida, seguendo le regole in materia. Tutto il resto è sterile. Qui si potrebbe anche fare un topic sulla guerra, ma non cambierebbe un cazzo. Esattamente come si potrebbe fare un topic su aborto o divorzio, questioni non solo già regolate da leggi e discusse e votate dalla popolazione, scatendo un casino della madonna, ma fine a se stesso, del tutto insensato, vuoto ed inutile. Tolto il discorso da bar, wow, se ne è parlato. E allora? Mica cambia la legge sul divorzio, sull'aborto o la possibilità o meno di una guerra. Ma il gioco comune, ormai, è questo, da qualsiasi parte. Ancor più da esponenti della popolazione: non ha importanza che quel che dica uno sia giusto o sbagliato, l'importante è dire "cosa se ne pensa", invece di offrire un pensiero alternativo. Basti vedere i giornali e la tv: un politico, quale che sia, se ne esce con un'affermazione? Istantaneamente, partono critiche, controcritiche, e quant'altro. Ma che cazzo critichi? E' una puttanata? Bon, non merita critica, ti pare? Fai una proposta diversa, invece di dire che è una puttanata. Ma dire "quello ha detto una puttanata", serve a farti diventare più simpatico a chi detesta l'idiota di turno, anche se in realtà tu non hai alcun merito, nel dire "quello è un coglione". Non hai proposto nulla di alternativo, non hai detto nulla, hai solo sfruttato l'idiozia altrui a tuo vantaggio. Se fossi valido, non l'avresti manco considerato, avresti fatto un'altra proposta da votare, o non avresti semplicemente votato quella. Ormai la logica non è "io ho qualcosa da dire, se qualcuno la pensa come me, merito di rappresentarlo", ma "l'altro (chiunque sia) dice troiate, quindi io merito di esser votato da chi pensa che quello dice troiate, anche se non ho un cazzo da dire, ma so attaccare gli altri meglio". Tutto ciò comporta, naturalmente, una logica di scontro a priori, invece che di confronto, che si traduce in qualsiasi aspetto della realtà: a partire dal tifo per una squadra, sino alla politica internazionale. Il seguire questa logica, il volerla seguire, è la cosa più squallida, ridicola, abietta, stolida, bovina che io possa concepire.


Quote anti ghost posting :D

Xenah-TcA
07-04-2004, 18.30.37
Originally posted by Edwige
Sicuramente vogliono che andiamo via al più presto e li lasciamo liberi di risolvere le loro questioni da soli.

si è come?gli sciiti (dato che sono la maggioranza) eliminano semplicemente il problema alla radice, ammazzando tutti gli altri.
alla faccia del risolvere, io lo chiamo sterminio

Ef.Di.Gi
07-04-2004, 20.08.44
Uff, se dovessi dire la mia sarei troppo passibile di ban, quindi meglio tacere :asd:

Ef.Di.Gi
07-04-2004, 20.11.10
Originally posted by Dalmo
beh, se devo essere sincero, io spero solo che l'economia fra qualche mese si riprenda grazie alla produzione di armi e al "rubare" petrolio, perchè in questo momento l'economia mondiale è una cosa disastrosa.
Certo che gli iracheni sono proprio idioti a combattere gli americani così: ne arriveranno altri.
Sembrerò crudele, ma io odio i terroristi che fanno continuamente crollare la borsa, se fossi io il presidente USA, porterei un sacco di truppe a combattere anche con armi atomiche in tutti i paesi con alta percentuale di terroristi.

Bella barza! :roll3:

Quindi tu butteresti l'atomica praticamente su più di metà poplazione mondiale. GG!http://forum.ngi.it/smiles/approved.gif

Dalmo
07-04-2004, 20.51.44
Originally posted by Ef.Di.Gi
Bella barza! :roll3:

Quindi tu butteresti l'atomica praticamente su più di metà poplazione mondiale. GG!http://forum.ngi.it/smiles/approved.gif
sì, italia compresa, così l'economia si ristabilirà ;)
:asd:

il_falchetto_pellegrino
07-04-2004, 20.57.33
Originally posted by Xenah-TcA
si è come?gli sciiti (dato che sono la maggioranza) eliminano semplicemente il problema alla radice, ammazzando tutti gli altri.
alla faccia del risolvere, io lo chiamo sterminio

Infatti hanno combinato un bel casino, con la storia del terrorismo. E adesso andarsene non sarebbe possibile per colpa di decisione prese da altri. Tuttavia è necessario imporre un limite al passaggio di consegne dalla fallimentare gestione angloamericana a quella multilaterale ONU. 30 giugno o giù di lì. Chi sbaglia, e tanto, non può dettare le regole.

destino
07-04-2004, 21.20.27
Originally posted by il_falchetto_pellegrino
Infatti hanno combinato un bel casino, con la storia del terrorismo. E adesso andarsene non sarebbe possibile per colpa di decisione prese da altri. Tuttavia è necessario imporre un limite al passaggio di consegne dalla fallimentare gestione angloamericana a quella multilaterale ONU. 30 giugno o giù di lì. Chi sbaglia, e tanto, non può dettare le regole.

quindi dopo il 30 giugno al posto dei militari mandiamo i burocrati dell'Onu con le loro valigie piene di soldi e le loro mazzette sempre pronte? :doubt:


Oppure mandiamo truppe arabe siriane e iraniane sotto l'egida dell'ONU, cioe gli stessi paesi ke mandano i loro infiltrati in Iraq per creare destabilizzazione?

maurin
07-04-2004, 22.00.46
Originally posted by destino
quindi dopo il 30 giugno al posto dei militari mandiamo i burocrati dell'Onu con le loro valigie piene di soldi e le loro mazzette sempre pronte?


sai che l'ONU conta anche su un esercito, per quanto modesto?sono quelli coi caschi blu, che sui mezzi militari hanno la scritta UN....

Cmq anche porsi sotto l'egida dell'ONU oramai è tardi.tant'è vero che anche l'ONU è vista come occupante ed è stata tra le prime istituzioni a subire un attentato.la soluzione potrebbe essere affiancargli, o far partecipare alla pacificazione, anche le parti mediorientali che godano della fiducia delle parti moderate della popolazione civile,delusa dall'operato degli angloamericani.


Originally posted by mischa
Personalmente(...)concepire.


quindi meglio tacere, non parlarne e lasciare che se la sbrighino i politici?e visto che la politica attuale è lontana dalle ideologie,su quali elementi basi la tua scelta di voto?

destino
07-04-2004, 22.34.34
Originally posted by maurin
sai che l'ONU conta anche su un esercito, per quanto modesto?sono quelli coi caschi blu, che sui mezzi militari hanno la scritta UN....

e secondo te delle truppe di interposizione nn armate li ke xosa possono fare visto ke anke il + piskello degli irakeni gira con un kalashnikov?




Cmq anche porsi sotto l'egida dell'ONU oramai è tardi.tant'è vero che anche l'ONU è vista come occupante ed è stata tra le prime istituzioni a subire un attentato.la soluzione potrebbe essere affiancargli, o far partecipare alla pacificazione, anche le parti mediorientali che godano della fiducia delle parti moderate della popolazione civile,delusa dall'operato degli angloamericani.


infatti l'ONU al primo pericolo corso ha kiuso i battenti...
e noi dovremmo rivolgerci a questa organizzazione per pacificare l'Iraq?
Per me l'ONU puo kiudere i battenti definitivamente visto ke continua a dimostrare di nn servire proprio a nulla...
Facciamo una lega degli stati democratici senza diritti di veto e kiudiamo sta farsa di organizzazione di burocrati
Per i paesi mediorentali quali?
Snocciolare i nomi ke si sono proposti please io nn ne conosco nessuno

Mischa
07-04-2004, 22.49.09
Originally posted by maurin
quindi meglio tacere, non parlarne e lasciare che se la sbrighino i politici?e visto che la politica attuale è lontana dalle ideologie,su quali elementi basi la tua scelta di voto? Quindi quel che è meglio per me, non ha senso che lo discuta con te, visto che non sei un mio rappresentante, né io ho intenzione di essere il tuo; quindi quel che penso di qualcosa che dipende dal voto, non lo discuto con uno che manco può votare (il cui parere, per legge, non conta un cazzo), perché lo trovo una perdita di tempo, dopo la millesima volta; quindi quel che penso, lo esprimo votando, o non votando, qualcuno, in base a quel che dice, e non in base a quel che di lui dice un suo avversario (fonte che anche nella migliore delle ipotesi, troverei quanto meno di parte), o a quel che del suo avversario il candidato che voterei dice; quindi quel che penso di qualcosa, in genere, si riferisce a quel qualcosa, non all'opinione altrui a riguardo; MEGLIO tacere? No, semplicemente ininfluente: parlarne o non parlarne, se fuori luogo, è del tutto inutile. Non mi interessa cosa sia meglio o peggio, forse non l'hai capito. Non si sta parlando di cambiare il mondo, si sta parlando di dire minchiate su politica, religione etc., al bar. Tu lo trovi stimolante? Liberissimo. Io penso che se fosse così stimolante, ci sarebbe molta più gente a candidarsi. Penso che se fosse reale interesse, che se si avesse davvero qualcosa da dire, ci si attiverebbe in tal senso, invece di parlarne dove non conta un cazzo. E penso che se vado al bar è per bere qualcosa, non per sorbirmi una tribuna politica da avventori, manco fossero dei parlamentari.

maurin
07-04-2004, 22.52.41
Originally posted by destino

infatti l'ONU al primo pericolo corso ha kiuso i battenti...
e noi dovremmo rivolgerci a questa organizzazione per pacificare l'Iraq?
Per me l'ONU puo kiudere i battenti definitivamente visto ke continua a dimostrare di nn servire proprio a nulla...
Facciamo una lega degli stati democratici senza diritti di veto e kiudiamo sta farsa di organizzazione di burocrati





Annan ha detto che in Iraq ci torna,lui e tutta la sua organizzazione, ma ,giustamente, ha obbiettato:"basta che mi dicano che ci devo andare a fare e per cosa dobbiamo rischiare la vita".
guarda che l'onu non è un organismo indipendente,ma gode dei contributi finanziari e fisici degli stati che ne fanno parte, se questi non ne riconoscono l'autorità e l'importanza è ovvio che non serva a niente.
La lega degli stati democratici che dici tu esiste già ed è appunto l'ONU.a che serve crearne un altra?
sono,invece, d'accordissimo sul togliere il diritto di veto,tra l'altro anacronistico secondo me,ad alcuni stati che possono così manipolare a loro piacimento questo organismo.


Originally posted by destino

Snocciolare i nomi ke si sono proposti please io nn ne conosco nessuno Per i paesi mediorentali quali?


cosa ti devo snocciolare?qualcuno ha creato tutto sto casino ignorando tutta la comunità internazionale,sta cominciando a nominare l'ONU solo ora che la poca opinione pubblica che era favorevole alla guerra gli si sta rivoltando contro,teme che molti altri stati seguano l'esempio spagnolo:secondo te,possono minimamenta considerare l'appoggio mediorientale?ovvio che non ci sono i nomi.
c'è da considerare che è stato costituito un governo provvisorio,e quindi qualche forza collaborante c'è, ma prima bisogna che gli iracheni si possano riempire la pancia da soli,rendendosi conto che hanno una speranza per il LORO futuro,e allora la popolazione non si ribellerà più all'occupante,che potrà anche pensare d'andarsene.
Diceva qualcuno:"Più aumenta la crisi,più aumenta la lotta!"

Di0
07-04-2004, 22.54.29
Poco fa si chiedeva il nome del meteorite. Kahaba, se non sbaglio.

Comunque, è bello perché tutti per un motivo o per un altro compatiamo i Kamikaze, li degnamo della nostra comprensione (o li definiamo poveri ignoranti che non sanno quello che fanno). Li chiamiamo poverini.
Almeno loro muoiono per qualcosa in cui credono, almeno loro sanno che moriranno per un qualcosa di superiore. Felici.
Noi, io, cioè, non credo in nulla, non me ne frega di nulla e non vedo niente di superiore nella mia vita, e nella mia morte. Così corro in macchina, e bevo. E domani potrei morire per nulla, ma per loro non è così. Compatirli? Perché?
E se poi il loro credo è distorto, sbagliato, assassino, questo non ha importanza, perché possiamo ucciderli o possono uccidersi, ma loro hanno la forza di farlo perché credono in qualcosa.
Noi siamo destinati a fallire, perché al primo sasso ci nascondiamo dietro le dita, dietro la politica. Alla prima bua corriamo a piangere sulla loro "violenza insensata, perché quella non è la loro religione, sono solo terroristi, ecc. ecc." non capendo che tutto questo non conta nulla.
siamo talmente rammolliti da non avere più nemmeno motivazioni valide da opporre a chi ci uccide? Allora, abbiamo già perso. Pazienza, non me ne frega un cazzo. Non credo nel cattolicesimo, ma se mi minacciassero pregherei in prima fila a Messa. Farei lo stesso per una dittatura Islamica a matrice fondamentalista.





X Mischa: No, discutere non serve, ma è la natura stessa del dialogo che rende interessante (se non utile) la discussione, il forum e tutto il resto. Si tratti di calcio, di politica, o di gente che muore. Tanto, proprio per questo, danni non ne facciamo, quindi...

destino
07-04-2004, 23.04.23
Originally posted by maurin
La lega degli stati democratici che dici tu esiste già ed è

sbagliato nell'ONU c'e di tutto dai paesi democratici alle + sangiunarie dittature e teoricamente tranne i paesi con diritto di veto tutte contano allo stesso modo.

Fare un'organizzazione seria ke risolva i problemi formata solo da stati democratici e senza diritti di veto questo di vuole

E poi leggetevi la storia dell'ONU e ditemi quando L'ONU ha risolto una crisi internazionale...
Purtroppo si è rivelata essere un'altra Societa delle Nazioni :tsk:

Dalmo
07-04-2004, 23.06.44
Originally posted by Di0
CUT
:clap:

Di0
07-04-2004, 23.10.14
Originally posted by destino
sbagliato nell'ONU c'e di tutto dai paesi democratici alle + sangiunarie dittature e teoricamente tranne i paesi con diritto di veto tutte contano allo stesso modo.


E poi leggetevi la storia dell'ONU e ditemi quando L'ONU ha risolto una crisi internazionale...
Purtroppo si è rivelata essere un'altra Societa delle Nazioni :tsk:

E poi, CHI la vuole davvero questa fantastica PACE?
quale nazione DEMOCRATICA non ha interessi economici?
Non esistono nazioni pacifiche e nazioni guerrafondaie. Esistono governi con i mezzi e governi senza una lira. Ma, convinciamocene, nessuno di questi ha interessi nella pace , bella parola, bel concetto, bella idea.

maurin
07-04-2004, 23.10.50
Originally posted by Mischa
Quindi (...)

Al di là del fatto che vedo che neanche mi conosci e neanche sai quanti anni ho(ma forse il tuo era un discorso generale),io non voglio farti cambiare idea, ma penso che le opinioni di una persona che possano partire da una ideologia per quanto giusta o sbagliata, si formino anche ascoltando chiunque, dal parlamentare che parla in parlamento (e quindi non negli "inutili dibattiti politici" che dici tu),alla persona più inutile politicamente.Il fatto di non parlarne è proprio la prima fonte del disinteresse generale della gente verso alcuni temi, e in particolare alla politica.E non è inutile come dici tu,perchè il confrontarsi può anche far cambiare idea a molta gente,che poi va a votare.

Di0
07-04-2004, 23.15.45
Originally posted by Dalmo
:clap:

Poi non capisco se è per prendere per i fondelli, o cosa:D ;) :D :p

Dalmo
08-04-2004, 00.37.14
Originally posted by Di0
Poi non capisco se è per prendere per i fondelli, o cosa:D ;) :D :p
non lo è affatto.
Ammiro solo la tua risposta ;)

Qfwfq
08-04-2004, 00.54.16
Originally posted by Di0

Alla prima bua corriamo a piangere sulla loro "violenza insensata, perché quella non è la loro religione, sono solo terroristi, ecc. ecc." non capendo che tutto questo non conta nulla.
siamo talmente rammolliti da non avere più nemmeno motivazioni valide da opporre a chi ci uccide? Allora, abbiamo già perso.

In effetti si tende sempre a sottovalutare l'impatto psicologico, emotivo e sociale che le due guerre mondiali hanno prodotto in Europa ed in misura minore negli Stati Uniti, determinando per contro l'assenza di certe tematiche nel panorama islamico e mediorientale che a tali guerre non ha preso parte. Sull'onda di una vera applicazione del concetto clausewitziano e squisitamente teorico dell'ascensione della violenza bellica sino ai limiti estremi concepibili ( vale a dire, sino all'ottenimento di uno stato di belligeranza tale per cui l'attaccante non avesse nulla di più da vincere o da perdere rispetto al difensore ), i due conflitti mondiali hanno lasciato come retaggio all'Europa in particolare ed all'Occidente in generale una maggiormente spiccata sensibilità nei confronti di possibili perdite umane in caso di conflitto. L'esigenza poi, dimostrata dalla Seconda Guerra Mondiale di tentare di moderare la violenza bellica sino a costringerla in ambiti politicamente e socialmente accettabili aleggia ancor oggi sui paesi occidentali. Lungi dal determinare una condotta bellica maggiormente assennata nell'ottica dell'esigenza di minimizzare le perdite in vite umane, tale tendenza sembra essersi evoluta, nel corso degli anni, in una più deleteria paura di subire perdite in termini assoluti. Contemporaneamente si affermava inoltre l'utopica rincorsa verso il mito della cosiddetta guerra tecnologica, ove una ridondanza nell'uso di automatismi potesse ulteriormente ridurre all'osso le perdite umane. La necessità di far fronte ad un'opinione pubblica sempre meno disposta a sobbarcarsi sacrifici anche oggettivamente sostenibili ha provocato una lenta perdita di mordente nella conduzione delle operazioni militari, riscontrabile peraltro in modo palese nell'operato dell'esercito statunitense. L'irresolutezza con cui vennero condotte ad esempio le operazioni militari nel Vietnam, costantemente condotte a briglia tesa per timore di perdite eccessive inaccettabili moralmente e politicamente, determinò in ultima analisi un aumento esponenziale delle perdite umane rispetto a quanto si sarebbe potuto sacrificare nel caso di attuazione di una ben più incisiva condotta militare. Pochi ricordano, ad esempio, come le campagne di bombardamento Linebacker I e II del 1970, condotte per la prima volta esercitando l'intero potenziale di proiezione offensiva statunitense, inflissero al Vietnam del Nord danni pari a quelli causati dall'intera guerra. La domanda unanime fu per quale motivo nessuno avesse pensato a lanciare tali operazioni nel 1966 invece di attendere la fine del conflitto per condurre di certi esperimenti. Il rischio, elemento da sempre necessario per la buona riuscita dei migliori piani militari ( over per rischio si intende anche implicita accettazione di perdite umane rilevanti ), sembra essere uscito a far parte del vocabolario dei governi e degli Stati Maggiori occidentali a beneficio di un ben più sterile e meno efficace calcolo. Parimenti l'esercizio della forza è divenuto sempre più recalcitrante, a maggior ragione ove l'Occidente avesse dovuto portare avanti una politica di facciata apparentemente improntata alla protezione della pace e della democrazia nel mondo. Il mito di una guerra unilateralmente senza vittime ed ideologicamente e moralmente giusta ( tema quest'ultimo da sempre molto caro all'opinione pubblica statunitense ) rischia così di imbrigliare in una complessa sovrastruttura di false motivazioni ideologiche e politiche di comodo ogni tentativo statunitense ed ipoteticamente europeo di agire militarmente con l'efficacia che il caso richiederebbe. Purtroppo si deve prendere atto di come, per poter agire liberamente per la prima volta dall'inizio del conflitto, gli statunitensi sarebbero costretti a spogliarsi del mito di contingente di pace a beneficio degli irakeni ed animato da nobili e filantropiche intenzioni per riverlarsi come vera e propria forza militare di occupazione.

berserkdan78
08-04-2004, 01.11.08
Originally posted by Mischa
Quindi quel che è meglio per me, non ha senso che lo discuta con te, visto che non sei un mio rappresentante, né io ho intenzione di essere il tuo; quindi quel che penso di qualcosa che dipende dal voto, non lo discuto con uno che manco può votare (il cui parere, per legge, non conta un cazzo), perché lo trovo una perdita di tempo, dopo la millesima volta; quindi quel che penso, lo esprimo votando, o non votando, qualcuno, in base a quel che dice, e non in base a quel che di lui dice un suo avversario (fonte che anche nella migliore delle ipotesi, troverei quanto meno di parte), o a quel che del suo avversario il candidato che voterei dice; quindi quel che penso di qualcosa, in genere, si riferisce a quel qualcosa, non all'opinione altrui a riguardo; MEGLIO tacere? No, semplicemente ininfluente: parlarne o non parlarne, se fuori luogo, è del tutto inutile. Non mi interessa cosa sia meglio o peggio, forse non l'hai capito. Non si sta parlando di cambiare il mondo, si sta parlando di dire minchiate su politica, religione etc., al bar. Tu lo trovi stimolante? Liberissimo. Io penso che se fosse così stimolante, ci sarebbe molta più gente a candidarsi. Penso che se fosse reale interesse, che se si avesse davvero qualcosa da dire, ci si attiverebbe in tal senso, invece di parlarne dove non conta un cazzo. E penso che se vado al bar è per bere qualcosa, non per sorbirmi una tribuna politica da avventori, manco fossero dei parlamentari.
Parlare sempre , dove ti pare e come mi pare, è questa la democrazia.
Fare politica io stesso, non lasciarla solo ai delegati che ho votato e poi lavermene le mani.
Partecipazione attiva non passiva, discutere e tenere sempre aperto il dialogo.
Questa è per me democrazia e la mia ragione di essere.

Panamon Creel
08-04-2004, 02.06.47
Anarchia

Xenah-TcA
08-04-2004, 09.58.30
Originally posted by maurin
sai che l'ONU conta anche su un esercito, per quanto modesto?sono quelli coi caschi blu, che sui mezzi militari hanno la scritta UN....



belli i caschi blu, così sono + visibili e li seccano prima....fosse per me farei 1 parcheggio dell'iraq

zio_lucas
08-04-2004, 10.09.43
Originally posted by berserkdan78


Parlare sempre , dove ti pare e come mi pare, è questa la democrazia.




democrazia=dialogo, saper valutare le situazioni con spirito sociale, non imporre le proprie idee ma esprimere le proprie idee cercando di trovare un punto di accordo...

quello che dici tu è anarchia

il_falchetto_pellegrino
08-04-2004, 13.43.54
Originally posted by Xenah-TcA
belli i caschi blu, così sono + visibili e li seccano prima....fosse per me farei 1 parcheggio dell'iraq

Profondamente analitico, touchè.

Ma poi, se non te ne frega niente degli iracheni, perchè dovresti essere favorevole a una guerra che in teoria è stata fatta "per loro"?

il_falchetto_pellegrino
08-04-2004, 13.48.26
Originally posted by destino
e secondo te delle truppe di interposizione nn armate li ke xosa possono fare visto ke anke il + piskello degli irakeni gira con un kalashnikov?




infatti l'ONU al primo pericolo corso ha kiuso i battenti...
e noi dovremmo rivolgerci a questa organizzazione per pacificare l'Iraq?
Per me l'ONU puo kiudere i battenti definitivamente visto ke continua a dimostrare di nn servire proprio a nulla...
Facciamo una lega degli stati democratici senza diritti di veto e kiudiamo sta farsa di organizzazione di burocrati
Per i paesi mediorentali quali?
Snocciolare i nomi ke si sono proposti please io nn ne conosco nessuno

Il più pischello degli irakeni gira col kalashinikov da quando gli abbiamo portato sto casino in casa, non da prima.
Truppe non armate? Non è che confondi i caschi blu con pax christi?
L'ONU è volutamente depotenziata da chi non ha interesse a vederla politicamente importante e funzionale.
Per esempio l'Egitto potrebbe avere un ruolo importante nelle operazioni.

R.I.P
08-04-2004, 13.59.05
Originally posted by destino
sbagliato nell'ONU c'e di tutto dai paesi democratici alle + sangiunarie dittature e teoricamente tranne i paesi con diritto di veto tutte contano allo stesso modo.

Fare un'organizzazione seria ke risolva i problemi formata solo da stati democratici e senza diritti di veto questo di vuole

E poi leggetevi la storia dell'ONU e ditemi quando L'ONU ha risolto una crisi internazionale...
Purtroppo si è rivelata essere un'altra Societa delle Nazioni :tsk:
Posso farti una domanda? Chi decide chi fa parte di questa organizzazione di stati democratici, e poi democratico in quale senso: basta che ci sia una costituzione? ma ci sono molte dittature che si nascondono dietro una costituzione (anche il fascismo lo era) e stati assolutisti che invece hanno un buon governo per quel luogo e quella cultura. Chi si può arrogare il diritto di dire chi sono gli stati buoni e li stati cattivi, soprattutto parlando ad un livello internazionale dove ci sono anche interessi economici in gioco.
Inoltre vorrei ricordarvi che l'ONU, per quanto sia spesso e volentieri mostrato come un organismo indipendente in realtà è fatto dalle nazioni e dai governi che rappresentano queste nazioni, quindi se l'ONU fallisce significa che la comunità internazionale non aveva interesse a fare in modo che riuscisse e ricordo a tutti che la comunità internazionale siamo anche noi.
Per inciso l'ONU non ha un esercito proprio, i caschi blu sono contingenti che ogni nazione decide di affidare ad un generale che fa capo al congresso dell'ONU (un po' come se fosse una mano comandata da 50 cervelli che discutono tra loro prima di dirgli cosa deve fare).
Per concludere, visto che non voglio tediarvi troppo, vorrei dire che preferisco il nichilismo di dio al qualunquismo di mischa, le idee e la democrazia nascono dal dialogo, anche in quello da bar, o nei forum, il confronto tra i pensieriè già un modo attivo di fare politica (la politica non si fa solo nelle camere), inoltre chi ti dice che fra gli utenti di questo forum non ci sia qualcuno che colpito da quello che diciamo non voglia diventarne latore in prima persona nel comune, nella regione o nello stato. Inoltre ho conosciuti quindicenni con una coscenza politica più alta, attiva e sana di molti adulti con diritto di voto.
Rip

Panamon Creel
08-04-2004, 14.33.12
D'accordo con te Zio Lucas, è la stessa cosa che ho scritto poco prima, sono felice di non essere l'unico a pensarla così

Futaba
08-04-2004, 15.09.13
Originally posted by il_falchetto_pellegrino

L'ONU è volutamente depotenziata da chi non ha interesse a vederla politicamente importante e funzionale.


Ti quoto, come sempre il tuo lungimirante sguardo ha colto il punto esatto!

Di0
08-04-2004, 22.43.34
Originally posted by Qfwfq


[CUT]



Qfwfq, grazie! Penso che essere più chiari sarebbe davvero difficile (anche per un fan di Calvino come te :-) ;-)).

Ora, vista la tua profonda conoscenza della storia, non credi che questa perversa situazione dei "signori della guerra" (Sabre in primis) stia degenerando sempre di più verso una "Somalia 1993"? (Per fare un paragone famigerato, diciamo un Aidid, ok?)

Io, purtroppo, vedo sempre più punti di contatto tra le due situazioni geopolitiche, ma se tu trovi qualche differenza sostanziale, notificamelo: sono curiosissimo!

A proposito dell'ONU: è una Burocrazia da Guerra , inutile nella misura in cui è giusto che sia. Non mi stancherò mai di ripetere che qui nessuno ha interesse nella pace (qualsiasi cosa voglia dire), ergo nessuno ha interesse in un ONU efficace (ditemi una sola nazione che, attualmente, avrebbe qualcosa da guadagnare in questo e probabilmente mi ricrederò!).