PDA

Visualizza versione completa : Milan tvb



rivendicatore
22-02-2004, 14.20.13
Il Milan vince un incredibile derby sconfiggendo l’Inter 3-2 dopo aver rimontato due gol di svantaggio e, con otto punti di vantaggio sulla Roma, attende sereno i risultati della domenica, con i giallorossi che ospitano il Siena e la Juventus impegnata in trasferta a Bologna.

E’ stato un derby a due volti, che i rossoneri sembravano aver perso dopo un tempo e che invece si è trasformato in una marcia trionfale: il Milan è stato bravo a non farsi prendere dallo sconforto dopo aver subito due gol tutto sommato casuali e, grazie anche ad alcune scelte di Ancelotti (vedi l’ingresso della seconda punta) ed alcune giocate di classe dei suoi solisti, ha ribaltato meritatamente il punteggio.

E l’Inter? I nerazzurri, trovatisi un po’ casualmente in vantaggio, sono crollati, più psicolgicamente che fisicamente, appena subito il primo gol dimostrando le solite lacune caratteriali e tecniche. Per non parlare poi di alcune prestazioni, come quelle di Vieri e Stankovic, che fanno passare in secondo piano anche l’ostinazione con la quale Zaccheroni ha mantenuto la difesa a tre quando il Milan s’è presentato con una punta in più. Di sicuro, a giugno, in Via Durini si preannuncia l’ennesima rivoluzione.

La partita. Il Milan comincia bene e al 9’ Kakà, dopo un triangolo con Seedorf, costringe Toldo al mircaolo. I rossoneri continuano a spingere ma al 15’ è l’Inter a passare in vantaggio: corner di Stankovic, nessuno interviene, e la sfera, con uno strano effetto, rimbalza e termina in rete.

La squadra di Ancelotti reagisce bene e si ributta in avanti a testa bassa, prima sfiorando la rete con un colpo di testa di Shevchenko fuori di poco e poi chiamando Toldo a numerosi interventi su conclusioni di Seedorf, Gattuso, Kakà e ancora Sheva.

Il pareggio sembra quindi nell’aria ma l’Inter prima coglie un palo con Adriano su cross di Javier Zanetti e poi, al 39°, raddoppia con una conclusione dal limite dell’altro Zanetti, Cristiano, deviata imparabilmente in rete da Kaladze.

La ripresa vede Ancelotti inserire subito Tomasson per Rui Costa ma è Adriano a sprecare incredibilmente un’occasione d’oro per chiudere la sfida calciando (di destro) altissimo solo davanti a Dida, peraltro scivolato nel tentativo di uscita.

Gol mancato, gol subito? Esatto, con l’aiuto di Toldo, che con un intervento goffo non trattiene un tiro dal limite di Seedorf: sul rimpallo Tomasson insacca da due passi.

Al gol concesso l’Inter crolla psicologimente e due minuti dopo lascia correre Kakà in solitario per venti metri: il brasiliano ringrazia e dal limite batte Toldo con un perfetto rasoterra.

Ormai i nerazzurri sono allo sbando, nonostante Zaccheroni provi a inserire prima Karagounis per uno Stankovic quantomeno opaco e poi Cruz per un Vieri sottotono, e neppure gli infortuni di Cafu e Nesta (al loro posto Pancaro e Luarsen) fermano i rossoneri, che dopo un tiro di Shevchenko respinto da Toldo, segnano il gol vittoria con una gran conclusione a girare da fuori area di Seedorf.

A quattro minuiti dalla fine Zac prova anche la carta Recoba per Kily Gonzalez ma l’Inter non ha più le energie, fisiche e mentali, per recuperare. E, mentre il Milan continua la sua marcia a caccia dello Scudetto, l’Inter rischia ora persino di restare fuori dalla Champions League.
Alla faccia degli iettatori juventini e romanisti.


:dentone:

_n3o_
22-02-2004, 14.52.47
nn posso fare altro ke.... GODERE:birra:

Vic°
22-02-2004, 16.28.47
e io non posso far altro che chiudere e ricordare che il thread calcistico è un altro :)