PDA

Visualizza versione completa : Antimateria.



X3N0M
20-11-2003, 18.55.51
Qualcuno mi può fornire informazioni dettagliate (beh.. non troppo dettagliate :rolleyes: ) sull'antimateria? :D

però sorvolate i particolari troppo complessi tnx :D
voglio farmi una cultura sull'antimateria :birra:

in particolare non ho capito se l'antielettrone sta al posto del protone e l'antiprotone al posto dell'elettrone, o semplicemente l'antielettrone ha carica positiza e l'antiprotone negativa.

Zeus
20-11-2003, 18.58.39
Rimpicciolisci la firma thx.

(e 2)

X3N0M
20-11-2003, 19.00.33
Originally posted by Zeus_M
Rimpicciolisci la firma thx.

(e 2)

ah, la prima volta non avevo visto :asd:

ok va'... tento di accorciarla :D

edit: spero che vada bene cosi' :D

destino
20-11-2003, 20.43.38
Originally posted by X3N0M
l'antielettrone ha carica positiza e l'antiprotone negativa.

Per ogni tipo di particella - elettrone, protone, neutrino, ecc - c'è un'antiparticella con proprietà opposte, in particolare riguardo al segno della carica elettrica. Quando una particella e un'antiparticella si incontrano possono annichilarsi vicendevolmente con produzione di energia. In laboratorio, ogni volta che si producono reazioni nucleari che portano alla creazione di particelle, sono sempre presenti coppie di materia e antimateria. Nell'universo, invece, tale simmetria non esiste: non c'e' evidenza di antimateria, ad eccezione di quella prodotta dall'impatto dei raggi cosmici (particelle di altissima energia) con il mezzo interstellare o con l'atmosfera terrestre. AF


tratto da newton:
Attrazione materia-antimateria (fotoni e antimateria)
La gravita' produce sui fotoni effetti come il redshift gravitazionale e la deflessione caratteristica delle lenti gravitazionali. Che effetti produce l'antimateria? (o antigravita?)

Fornisco la risposta suggeritami dall'amico Francesco Melchiorri, astrofisico del mio stesso dipartimento universitario. La risposta a questa domanda l'ha data, senza saperlo, Galileo Galilei quando ha affermato che oggetti di materiale e massa differente cadono tutti allo stesso modo se li getti dalla Torre di Pisa. Immaginiamo di possedere una bacchetta magica che puo' tramutare il nostro pianeta in una palla di materiale qualsiasi: uranio, piombo, oro, alluminio, idrogeno, elio, ecc. Se operiamo queste trasformazioni non noteremo alcun cambiamento nell'orbita della Terra intorno al Sole: perfino se la tramutassimo in una nuvola di neutrini senza massa (a patto di poterli tenere insieme) questa nuvola continuerebbe a seguire la stessa orbita. Dato che il moto nel campo gravitazionale del Sole non dipende dalla natura fisico-chimica della Terra ne segue che anche tramutandola in antimateria continuerebbe a seguire la stessa orbita: materia e antimnateria si attraggono! E' stato Einstein ad intuire che sotto questo strano comportamento vi doveva essere una legge piu' generale: in Relativita' Generale l'azione del campo gravitazionale e' sostuita da una appropriata geometria: cosi' la Terra non viene attratta dal Sole ma semplicemente si muove lunga la linea piu' breve tra due punti (geodetica) che in questo caso e' quasi una ellisse. Essendo conseguenza di una legge geometrica, il moto non dipende dalla natura dei corpi. Nuovamente abbiamo che materia e antimateria si attraggono.

X3N0M
20-11-2003, 21.29.26
Originally posted by destino
Per ogni tipo di particella - elettrone, protone, neutrino, ecc - c'è un'antiparticella con proprietà opposte, in particolare riguardo al segno della carica elettrica. Quando una particella e un'antiparticella si incontrano possono annichilarsi vicendevolmente con produzione di energia. In laboratorio, ogni volta che si producono reazioni nucleari che portano alla creazione di particelle, sono sempre presenti coppie di materia e antimateria. Nell'universo, invece, tale simmetria non esiste: non c'e' evidenza di antimateria, ad eccezione di quella prodotta dall'impatto dei raggi cosmici (particelle di altissima energia) con il mezzo interstellare o con l'atmosfera terrestre. AF


Fornisco la risposta suggeritami dall'amico Francesco Melchiorri, astrofisico del mio stesso dipartimento universitario. La risposta a questa domanda l'ha data, senza saperlo, Galileo Galilei quando ha affermato che oggetti di materiale e massa differente cadono tutti allo stesso modo se li getti dalla Torre di Pisa. Immaginiamo di possedere una bacchetta magica che puo' tramutare il nostro pianeta in una palla di materiale qualsiasi: uranio, piombo, oro, alluminio, idrogeno, elio, ecc. Se operiamo queste trasformazioni non noteremo alcun cambiamento nell'orbita della Terra intorno al Sole: perfino se la tramutassimo in una nuvola di neutrini senza massa (a patto di poterli tenere insieme) questa nuvola continuerebbe a seguire la stessa orbita. Dato che il moto nel campo gravitazionale del Sole non dipende dalla natura fisico-chimica della Terra ne segue che anche tramutandola in antimateria continuerebbe a seguire la stessa orbita: materia e antimnateria si attraggono! E' stato Einstein ad intuire che sotto questo strano comportamento vi doveva essere una legge piu' generale: in Relativita' Generale l'azione del campo gravitazionale e' sostuita da una appropriata geometria: cosi' la Terra non viene attratta dal Sole ma semplicemente si muove lunga la linea piu' breve tra due punti (geodetica) che in questo caso e' quasi una ellisse. Essendo conseguenza di una legge geometrica, il moto non dipende dalla natura dei corpi. Nuovamente abbiamo che materia e antimateria si attraggono.

grazie mille :D


ah, fino a quanta energia può produrre un'acchinilazione? più dell'energia prodotta dalla fissione nucleare?

JEDI
20-11-2003, 22.07.03
Non perdere tempo in quisquilie, studiati direttamente i fondamenti del motore a curvatura (http://www.hypertrek.info/tech/warp/tng.html) :D

AleX Ww
20-11-2003, 22.37.03
l'energia prodotta nell'annichilazione dovrebbe essere proporzionale alle masse delle due particelle (che sono uguali) secondo la RR.

quindi E=2mc^2

e l'energia liberata viene liberata sotto forma di radiazione gamma, se non sbaglio composta da due fotoni (due perchè deve conservarsi la quantità di moto) di uguale frequenza pari a f=E/2h (h=costante di Planck)

almeno credo^^

X3N0M
20-11-2003, 22.45.42
Originally posted by JEDI
Non perdere tempo in quisquilie, studiati direttamente i fondamenti del motore a curvatura (http://www.hypertrek.info/tech/warp/tng.html) :D

:roll3:

ma esiste davvero? :D

da quel che ne so io è solo teoria :D

JEDI
21-11-2003, 10.01.08
Originally posted by X3N0M
:roll3:

ma esiste davvero? :D

da quel che ne so io è solo teoria :D

Ma certo che esiste, altrimenti come farebbe Picard ad arrivare in tempo su Veridiano I per debellare un'epidemia di febbre Tarelliana? :D

zio_lucas
21-11-2003, 10.40.05
Ohhhhhhhhh sto iniziando a farmi un po' di cultura :birra:

X3N0M
21-11-2003, 12.23.04
Originally posted by JEDI
Ma certo che esiste, altrimenti come farebbe Picard ad arrivare in tempo su Veridiano I per debellare un'epidemia di febbre Tarelliana? :D

:roll3:

gefri
21-11-2003, 12.32.16
beh, quindi dovrebbe dare la stessa energia della fissione vero?
nella fissione se non sbaglio vengono perse delle particelle (mi sembre 1 neutrone), con l'annichilazione si avrebbe il doppio perchè di perdono 2 particelle ma alla fine a parità di massa persa producono la stessa energia o sbaglio?

X3N0M
21-11-2003, 13.32.27
Originally posted by gefri
beh, quindi dovrebbe dare la stessa energia della fissione vero?
nella fissione se non sbaglio vengono perse delle particelle (mi sembre 1 neutrone), con l'annichilazione si avrebbe il doppio perchè di perdono 2 particelle ma alla fine a parità di massa persa producono la stessa energia o sbaglio?

la fissione rilascia un neutrone ed energia sottoforma di calore e radiazioni, l'annichilazione dovrebbe rilasciare raggi gamma o di altro tipo in forte quantità.

la fusione rilasia molta energia termica, 1 neutrone e 2 atomi di elio (non sono sicuro di tutto cmq,m sono andato in base alle mie conoscenze.)

gefri
21-11-2003, 13.52.31
ma l'energia è appunto dovuta alla distruzione di una particella, tutto si trasforma, in questo caso il neutrone si trasforma in energia termica, che corrisponde alla sua massa x velocità della luce alla seconda. o sbaglio :look:

AleX Ww
21-11-2003, 14.58.20
no. il neutrone dovrebbe rimanere tale: altrimenti non si spiegherebbe la reazione a catena. Infatti il neutrone rilasciato va a colpire un altro atomo che si divide, rilascia un altro neutrone etc...

l'energia della fissione è uguale a E=dmc^2 (dm=variazione di massa fra l'isotopo originale e i prodotti della reazione) e si manifesta sotto forma di:
1) radiazione elettromagnetica
2) energia cinetica di atomi e neutroni
3) radiazione alpha
4) radiazione beta

difficilmente si manifesta come eccitazione degli elettroni degli atomi.

AleX Ww
21-11-2003, 15.01.52
ah... non è l'energia termica a essere mc^2, ma l'energia totale. Quella termica, che altro non è che quella cinetica, è data da
E=m0(y-1)

con y=1/sqrt(1-v^2/c^2) e m0=massa a riposo.

Inter.SoS
21-11-2003, 20.03.01
L'energia termica nn è il calore?:doubt: :book:

AleX Ww
21-11-2003, 20.16.30
macroscopicamente sì.

microscopicamente è uguale all'energia cinetica media delle particelle. Essendo il neutrone una sola particella puntiforme se proprio vogliamo definire la sua energia termica essa è = a quella cinetica.

Inter.SoS
21-11-2003, 20.31.25
Ho appena capito che hai ragione...:D :birra: