PDA

Visualizza versione completa : Quando LEI proprio non VUOLE mollare.



_Tanatos_
03-11-2003, 14.28.37
Sono passate 5 mesi ormai, la storia di 4 anni è terminata, intensa, dolce, mielosa, sorprendente, eccitante, accattivante, speciale...ma è terminata...
Non riesco più ad essere coinvolto da quel tipo di sentimenti che invece LEI continua a provare.

Da quì alla disperazione totale nel sentirsi stronSo per averla mollata ad un passo dalla convivenza mancano pochi centimetri...

Ma non era giusto continuare a crogiolarsi in un brodo ormai sciapo e privo di sapore, l'affetto è rimasto ma non quel TIPO di affetto che spinge due anime a volersi legare per la vita.

Perchè continua a perseguitarmi? Telefonate e messaggi ad ogni ora del giorno e della notte? Incontri "casuali" sotto al portone di casa, fiori, lettere d'amore e quant'altro.

All'inizio ero lusingato, ora rasento la disperazione e penso che mi capiate anche senza specificare il perchè...

Non vorrei assolutamente perderla come persona è sempre stata ed è ancora eccezionale, ma temo che ormai l'unica soluzione possibile sia quella di chiudere completamente ogni tipo di contatto, soffrendo terribilmente, perchè rappresenta ancora un pezzo importante della mia vita, anche se in un ottica differente...

Vi siete mai trovati da questa parte della barricata?
Suggerimenti? Consigli? E' possibile secondo voi continuare un rapporto in questa condizione?
:climbmir:

elfebo
03-11-2003, 14.32.57
col tempo si appianera' tutto....cerca di resistere ancora un po.

Latin Lover in love
03-11-2003, 14.51.19
Originally posted by _Tanatos_
Sono passate 5 mesi ormai, la storia di 4 anni è terminata, intensa, dolce, mielosa, sorprendente, eccitante, accattivante, speciale...ma è terminata...
Non riesco più ad essere coinvolto da quel tipo di sentimenti che invece LEI continua a provare.

Da quì alla disperazione totale nel sentirsi stronSo per averla mollata ad un passo dalla convivenza mancano pochi centimetri...

Ma non era giusto continuare a crogiolarsi in un brodo ormai sciapo e privo di sapore, l'affetto è rimasto ma non quel TIPO di affetto che spinge due anime a volersi legare per la vita.

Perchè continua a perseguitarmi? Telefonate e messaggi ad ogni ora del giorno e della notte? Incontri "casuali" sotto al portone di casa, fiori, lettere d'amore e quant'altro.

All'inizio ero lusingato, ora rasento la disperazione e penso che mi capiate anche senza specificare il perchè...

Non vorrei assolutamente perderla come persona è sempre stata ed è ancora eccezionale, ma temo che ormai l'unica soluzione possibile sia quella di chiudere completamente ogni tipo di contatto, soffrendo terribilmente, perchè rappresenta ancora un pezzo importante della mia vita, anche se in un ottica differente...

Vi siete mai trovati da questa parte della barricata?
Suggerimenti? Consigli? E' possibile secondo voi continuare un rapporto in questa condizione?
:climbmir:

Io son stato 6 anni e mezzo con 1 donna (la Cinzia ke molti di qua ricorderanno di sicuro), appena finito con lei son stato 1 anno e 7 mesi con 1 altra ragazza (che ha postato x un po anche qua), finito anche con lei; questo x dirti, la vita è 1 continuo andirivieni di persone, nel bene e nel male, fidanzate, amanti, amiche, nemici che siano, devi solo abituarti a questo,x quanto molte volte sia duro da mandare giu e cmq, nel vs caso, è meglio che l allontani del tutto, visto che se è IMPOSSIBILE il ritorno alla vostra situazione originaria (tenendo conto che è altrettanto IMPOSSIBILE essere amici con 1 persona cosi importante x la tua vita) non farai altro che star peggio tu e dare adito a possibili equivoci x lei ke potrebbe illudersi di avere ancora chance con te.

attendo fiducioso sviluppi.

Kiara
03-11-2003, 15.28.10
Originally posted by _Tanatos_
Sono passate 5 mesi ormai, la storia di 4 anni è terminata, intensa, dolce, mielosa, sorprendente, eccitante, accattivante, speciale...ma è terminata...
Non riesco più ad essere coinvolto da quel tipo di sentimenti che invece LEI continua a provare.

Da quì alla disperazione totale nel sentirsi stronSo per averla mollata ad un passo dalla convivenza mancano pochi centimetri...

Ma non era giusto continuare a crogiolarsi in un brodo ormai sciapo e privo di sapore, l'affetto è rimasto ma non quel TIPO di affetto che spinge due anime a volersi legare per la vita.

Perchè continua a perseguitarmi? Telefonate e messaggi ad ogni ora del giorno e della notte? Incontri "casuali" sotto al portone di casa, fiori, lettere d'amore e quant'altro.

All'inizio ero lusingato, ora rasento la disperazione e penso che mi capiate anche senza specificare il perchè...

Non vorrei assolutamente perderla come persona è sempre stata ed è ancora eccezionale, ma temo che ormai l'unica soluzione possibile sia quella di chiudere completamente ogni tipo di contatto, soffrendo terribilmente, perchè rappresenta ancora un pezzo importante della mia vita, anche se in un ottica differente...

Vi siete mai trovati da questa parte della barricata?
Suggerimenti? Consigli? E' possibile secondo voi continuare un rapporto in questa condizione?
:climbmir:

Il tempo è fondamentale per questo tipo di cose.
L'importante è che tu sia stato chiaro con lei , le abbia spiegato le giuste ragioni , il perchè della fine della storia da parte tua.
Detto ciò non puoi altro che evaporare e lasciare le cose al tempo.

Prima o poi la vostra relazione sarà un dolce ricordo e forse , un rapporto di amicizia può sfociare da una conoscenza durata ben quattro anni.

Per ora , brutto a dirsi , ma cerca di evitarla.

cleo
03-11-2003, 15.35.00
Originally posted by _Tanatos_
Vi siete mai trovati da questa parte della barricata?
Suggerimenti? Consigli? E' possibile secondo voi continuare un rapporto in questa condizione?
:climbmir:
Si una volta ed è stata sufficente x farmi pensare che avrei preferito :mille: volte in + essere STATA lasciata. Principalmente x come mi sentivo io ad aver ferito tanto una xsona a cui tenevo e poi xchè sapevo che io non potevo far nulla in quel momento, se non farlo stare peggio. L'unica cosa che può far bene a tutti e 2 è non sentrivi ne vedervi x un pò: fare in modo che lei accetti la realtà e ricominci a vederti solo come un amico (certo, un amico con cui ha condiviso 4 anni e quindi un amico speciale, ma verso il cui cmq non si provano + gelosie). Nel mio caso ho paura di aver compromesso tutto, ma nella situzione in cui mi sono trovata l'unica soluzione che ho trovato è stata sparire... Un "pò" drastica lo so, non ci avrò fatto una bella figura, mi sono giocata una bella amicizia, ma sono sicura che a lui ha fatto bene odiarmi...

palka
03-11-2003, 15.39.14
come han detto più o meno tutti: evitala. fa solo peggio, a tutti e due. :)

CryAngel
03-11-2003, 15.43.20
Originally posted by cleo
ma sono sicura che a lui ha fatto bene odiarmi...

credo che non faccia bene mai a nessuno...poi fate vobis

miladydark
03-11-2003, 15.56.07
Io ho vissuto il ruolo di colei che venne allontanata, lasciata, e come la tua ex ho insistito, in maniera per me moderata ma per l'altro sicuramente devastante, perchè ci credevo e non riuscivo a vedere il lato migliore nella vita di entrambi.
Nel giorno in cui stavo per smettere di corrergli dietro è tornato lui da me.
Incredibile , ma vero.
Ora va tutto a meraviglia, ma solo perchè lui, a differenza tua, si è accorto che non era morto il suo tenero sentimento nei miei confronti. (..spero..:angel2: )

Ora..
Non biasimo la tua ex, anzi, la comprendo appieno, anche se 4 mesi sono forse un po' troppi anche per me..
L'unica cosa è essere più chiaro di quanto tu non sia mai stato..
in fondo bisogna avere cautela con chi è felice, ma bisogna averne molta di più per chi soffre.

E ti prego..
Non tirare fuori la stronzata, scusatemi il termine, del "possiamo restare amici"..
L'hai mollata..
Lei soffre..
Ti direbbe di si pur di restarti vicino e spererebbe di riuscire a riconquistarti..
Per un po' placa le acque..

Il futuro a volte riserva piacevoli sorprese..

Ray McCoy
03-11-2003, 15.56.28
Originally posted by _Tanatos_
Quando LEI proprio non VUOLE mollare.

http://calvin85.interfree.it/ortolani/sr_p39_mix.jpg ? :doubt:

miladydark
03-11-2003, 16.12.43
Semplicemente..
Magnifico...
:D

Zeus
03-11-2003, 16.20.36
Originally posted by CryAngel
credo che non faccia bene mai a nessuno...poi fate vobis

Beh no, è una soluzione non guardare in faccia la realtà e scaricare le colpe sugli altri. D'altronde si cresce anche così, senza rendersi conto che siamo noi stessi fautori del nostro destino.

Rivolto a Tanatos..

L'importante è essere sicuri di aver fatto tutto, non non aver lasciato nulla di incompiuto. Capirà da sola ciò che tu hai già capito. Dalle tempo.

Poi ci penserà il tempo a sanare le ferite.

(Non certo delle stupide e bambinesche presunzioni dettate dall'egoismo interno).

CryAngel
03-11-2003, 16.36.39
Originally posted by Zeus_M
Beh no, è una soluzione non guardare in faccia la realtà e scaricare le colpe sugli altri. D'altronde si cresce anche così, senza rendersi conto che siamo noi stessi fautori del nostro destino.


Una pessima soluzione ovviamente...io parlavo dell'odiare...puoi si odiare una persona o farti odiare pensando che sia la cosa giusta ma non credo che ci sia qualcuno in grado di stabilire ciò che è giusto per gli altri, e poi cosa rimane dopo l'odio? A me è sempre rimasto il vuoto..;)

LaLu
03-11-2003, 16.49.51
In una situazione molto simile mi consigliarono di fargli credere di avere una nuova relazione: risultato garantito.
E' trascorso un tempo sufficiente perchè non si senta tradita e non pensi di essere stata lasciata per un'altra e, se con tatto e delicatezza le lasci intendere di avere una nuova propensione, dovrebbe impegnarsi a mettersi il cuore in pace.

Alceo
03-11-2003, 17.38.47
Mi vengono in mente mille consigli che vorrei dare a lei, perché è il suo lato che ho vissuto, non il tuo.

Come tutti mi viene da dirti solo di mettere più distanza possibile tra lei e te. Meno contatti ci sono è più breve sarà il tempo necessario a lei per staccarsi.
Devi trovare la forza di farle ancora del male, e so che non è facile.

Ma se non vuoi perdere tutto non sparire se non è veramente necessario.
La ferita è fatta, ma la cicatrice può essere più o meno visible a seconda di come vi comportate ora.



Originally posted by cleo
Si una volta ed è stata sufficente x farmi pensare che avrei preferito :mille: volte in + essere STATA lasciata.

:doubt:
Ma ne proprio sei sicura?
Hai vissuto anche l'altro ruolo?

mVm
03-11-2003, 17.47.21
Si, l'ho vissuto.
All'inizio cedendo ai suoi inviti a rincontrarci, a rivedere, a ridiscutere, a riesaminare.
Poi mi sono reso conto che solo una reale presa di posizione, ferma, decisa (dolorosa?!) poteva farmi uscire da quella situazione.
Ed è anche il consiglio che ti do.

FIREBLADE_RR
03-11-2003, 18.08.32
Nn sono mai stato in qst situazione,vuoi xchè le donne che ho lasciato(veramente poche)ho se ne sono sbattute altamente e mi hanno rimpiazzato in tempo zero,oppure nn me ne fragava e nn mi sono fatto qst problemi.Ora se fai momire tutta qst situazione è meglio xchè eviteresti illusioni alla tua ex.

Liga10
03-11-2003, 21.19.39
Originally posted by _Tanatos_
...Vi siete mai trovati da questa parte della barricata?
Suggerimenti? Consigli? E' possibile secondo voi continuare un rapporto in questa condizione?
:climbmir:

Mi sono trovato da entrambi i lati...quando fui io il "mollato" mi devastai nella speranza di poterla ""riavere nella mia vita...ma tutto andò per il meglio e non siamo piu tornati insieme...
Da poco ho lasciato Ale...lei c'è stata di merda...ma davvero tanto...sono dovuto SCAPPARE da casa sua spingendola lontano...non voleva fisicamente farmi uscire...è stato tremendo...ora ho sue notizie da amici e ogni tanto la vedo...si è trasformata...
Ti posso solo dire, come tutti, di lasciarla tranquilla (inteso non incrociarla se puoi...evitala in ogni modo...non rispondere al telefono ed ai messaggi...lasciale fare la sua vita...)...
Per chi dice che avrebbe preferito 1000 volte essere lasciata concordo...nemmeno quando fui lasciato ho sofferto tanto...anche perchè mi pare di capire che lei non ti ha fatto nulla...e la cosa è ancora peggiore...come ti capisco...

cleo
03-11-2003, 21.38.29
Originally posted by CryAngel
Una pessima soluzione ovviamente...io parlavo dell'odiare...puoi si odiare una persona o farti odiare pensando che sia la cosa giusta ma non credo che ci sia qualcuno in grado di stabilire ciò che è giusto per gli altri, e poi cosa rimane dopo l'odio? A me è sempre rimasto il vuoto..;)
E' vero, nessuno può stabilire cosa sia giusto o meno x gli altri. Infatti io ho stabilito che x ME era giusto in quel momento sparire, pur sapendo che questo mi avrebbe fatto "odiare", ma sapendo anche che questo in fondo avrebbe fatto bene sia a lui che a me. Xchè qui si parla tanto di quanto si stia male quando si viene lasciati (e credimi ne so qualcosa :bah: ), ma raramente si parla di quanto sia altrettanto difficile stare "dall'altra parte della barricata". Di quanto si soffra a non poter far niente x l'altro, xchè non è che quando si smette di amare si passa all'odio, xchè c'è anche quella via di mezzo, l'affetto, il voler bene ad un amico, che ti porta a stare male quando senti che lui sta male e sapendo che prima fra tutti la colpa è la tua! E allora si decide x la via drastica. Si decide anche che è "meglio farsi odiare"... E resto dell'idea che abbia fatto bene ad entrambi...


Originally posted by Alceo
Ma ne proprio sei sicura?
Hai vissuto anche l'altro ruolo

Avoja :bah:


Originally posted by Liga10
Per chi dice che avrebbe preferito 1000 volte essere lasciata concordo...nemmeno quando fui lasciato ho sofferto tanto...anche perchè mi pare di capire che lei non ti ha fatto nulla...e la cosa è ancora peggiore...come ti capisco...
:birra:

Zeus
03-11-2003, 21.50.59
Originally posted by CryAngel
Una pessima soluzione ovviamente...io parlavo dell'odiare...puoi si odiare una persona o farti odiare pensando che sia la cosa giusta ma non credo che ci sia qualcuno in grado di stabilire ciò che è giusto per gli altri, e poi cosa rimane dopo l'odio? A me è sempre rimasto il vuoto..;)

Ci sono ci sono. In maggior parte per egoismo, debolezza e immaturità. Ovvio che rimanga il vuoto, in attesa di commettere gli stessi, identici, errori non appena si riprorrà la medesima situazione. Sono scelte di vita, una rapida risalita noncurante di se stessi e del rapporto con gli altri, piuttosto che una logica scalata verso il successo usando il cervello. Purtroppo ci sono perosne che preferiscono rimandare un confronto con se stessi per capire che non è il mondo che non va, ma sono loro che hanno forse un atteggiamento sbagliato.

Ma va da se che ognuno è libero di agire come crede. C'è chi diventa egoista e pensa per se e c'è chi invece pensa agli altri anche quando in realtà poterbbe farne a meno. Stili di vita differenti.

Che si può fare? Prenderne coscienza e tirare avanti come sempre.

Latin Lover in love
03-11-2003, 22.27.31
Originally posted by Zeus_M


Che si può fare? Prenderne coscienza e tirare avanti come sempre.

SEMPRE

cmq vada, BISOGNA andare sempre avanti.

Chi ben mi conosce, sa quante ne ho passate e non intendo solo storie, viaggi, serate pazze in disco, viaggi assurdi in bus da 10 e passa ore....cmq vada SI VA AVANTI, si kiude 1 capitolo della propria vita, + o - doloroso e se ne apriranno altri.....sperando di migliori.....

ps x liga: compà ti sono vicino.....e ti capisco tantissimo...come tanatos....:(

Liga10
03-11-2003, 22.44.00
Originally posted by Latin Lover in love
ps x liga: compà ti sono vicino.....e ti capisco tantissimo...come tanatos....:(

Hey Ste è passata anche questa...
Ora sono qui piu vivo di prima...piu felice di prima...a dimostrare che tutto passa...
Un abbraccio !

Alceo
03-11-2003, 22.48.43
Cleo, Liga scusate ma rimango perlplesso sul fatto se sia più doloroso il ruolo di chi lascia o di chi è lasciato.

Ma probabilmente qui ognuno si basa sulle proprie esperienze personali.

Se colei/colui che ti lascia è la persona con cui tu avresti voluto passare il resto della tua vita, il dolore e il vuoto che senti sono qualcosa di inarrivabile.

E' verò però che se si tratta di mettere fine ad una stori di minor importanza , preferisco trovarmi del lasciato.

Berek
03-11-2003, 22.50.07
Originally posted by Liga10
Per chi dice che avrebbe preferito 1000 volte essere lasciata concordo...nemmeno quando fui lasciato ho sofferto tanto...anche perchè mi pare di capire che lei non ti ha fatto nulla...e la cosa è ancora peggiore...come ti capisco...

Lasciare o essere lasciati: si soffre sempre tantissimo in entrambe i casi. Solo chi non ha mai lasciato qualcuno è convinto che il dolore massimo esista solo per chi viene lasciato.

E' un comportamento normale, comprensibile.

Meno comprensibile e alquanto inutile è invece non accettare la situazione, non farsene una ragione, non voler vedere la realtà delle cose e cioè che il sentimento iniziale non esiste più.
Inutile convincersi del contrario, ossessionarsi (e ossessionare) fino allo sfinimento, bisogna guardare in faccia alla realtà e accettarla per quella che è: forse che una persona che ci ha lasciato l'ha fatto così tanto per fare? Non aveva meglio da fare? Si annoiava?

Quando si lascia una persona alla quale si è voluto bene (e magari si vuole ancora, ma in altra forma) non si pensa solo a noi stessi. E' l'errore che commette sempre chi viene lasciato: convincersi che è stato abbandonato per egoismo. Non dico che non possa accadere anche quello, ma se la persona con cui siamo stati non era un mostro malvagio e ci ha amato, avrà sempre degli scrupoli a rivolgergi la parola, sia perchè si sentirà in colpa per aver preso la decisione di finire il rapporto, sia perchè si rende conto del dolore che ha provocato e che potrebbe provocare ancora tornando a farsi sentire.

Perchè dico tutto questo?

Perchè dopo una vita passata a farsi lasciare, purtroppo (e sottolineo il PURTROPPO) è capitato anche a me di dover lasciare una ragazza, ed è stata la decisione più sofferta che io abbia mai dovuto prendere fin'ora. E non l'ho fatto per egoismo, come sicuramente lei avrà pensato, ma perchè in fin dei conti la storia non aveva futuro, oggettivamente. Il mio sentimento non era probabilmente abbastanza forte per sopportare il rapporto, non esistevano i presupposti perchè la storia potesse continuare come una vera storia dovrebbe. Lei mi odiò, e probabilmente lo fa tutt'ora, e per quanto io mi sforzassi di volerle fare capire che era stato duro anche per me ho preferito scomparire nel nulla piuttosto che continuare a farle del male con la mia presenza (anche quando era lei stessa a chiedermi di farmi sentire). Preferisco essere un cattivo ricordo, un esperienza da dimenticare perchè così potrà trovare pace e amore con qualcuno che lei merita maggiormente, senza che io rimanga come uno spettro a tormentare il suo presente.

Io queste cose non gliele ho mai dette, non avrebbero certo lenito il suo dolore (ammesso che mi avesse creduto), tanto meno il mio, ma preferisco portare io il peso di questo dolore, piuttosto che farlo portare a lei come invece molti che vengono lasciati fanno con i loro "carnefici"...

Latin Lover in love
03-11-2003, 23.06.18
Originally posted by Liga10
Hey Ste è passata anche questa...
Ora sono qui piu vivo di prima...piu felice di prima...a dimostrare che tutto passa...
Un abbraccio !

Come me....io son tornato single il 7/9.....avevo gia giurato che mai + mi sarei fidanzato quando lasciai cinzia.....pianse tantissimo davanti a me.....il quadruplo di stefania 2 mesi fa ed infatti stefania ora ha 1 altro dallo stesso giorno che io ed angela ci siam confessati innamoratissimi, nonostante siamo lontani da morire.
Un abbraccio anche a te!

Zeus
03-11-2003, 23.12.58
Originally posted by Alceo
Ma probabilmente qui ognuno si basa sulle proprie esperienze personali.

Se colei/colui che ti lascia è la persona con cui tu avresti voluto passare il resto della tua vita, il dolore e il vuoto che senti sono qualcosa di inarrivabile.

Pienamente d'accordo con te. Alla fine tutto si basa su esperienze che variano da persona a persona, da testa a testa, anche se c'è chi in questi casi perde sempre l'occasione per guardare altrove.

Alla fine ciò che conta è la consapevolezza di aver fatto/detto tutto quanto. Come in ogni cosa a cui ci si tiene. Sia da mollati che da mollatori. Fatto ciò, si può guardare altrove certametne più serenametne, e con la coscienza pulita (che bello, respirare aria fresca).

AmeR
03-11-2003, 23.14.39
Non voglio intromettermi nella tua vita personale nè pretendere tantomeno di darti dei consigli, ma perchè vuoi rinunciare all' unica cosa che ci separa dalle bestie proprio non lo capisco...

Latin Lover in love
03-11-2003, 23.17.01
Berek, hai ragione: io quando ho (purtroppo) lasciato cinzia e stefania, prima di piangere, prima di tutto, sia l una anni fa, sia l altra 2 mesi fa, prima hanno pensato ke c'era 1 altra....non arrivavano a capire che se kiudevo era xche nel primo caso il rapporto era solo sesso (x quanto di ottima qualità!!!), nel secondo caso si era arrivato ad un totale.....come dire...non odio, non disprezzo.....ma al livello che volevo lavorare sabato e domenica x non starci assieme e non avere la forza x chiudere, trovata poi in 1 litigata, tra l altro manco tra le miliardi avute, tutte stupide; tutto questo x dire come sia BRUTTISSIMO lasciare senza che ci sian state corna o chissa cosa di brutto, con persone con cui abbiamo anni di stupendi ricordi :(

cleo
03-11-2003, 23.22.11
Originally posted by Berek
Lasciare o essere lasciati: si soffre sempre tantissimo in entrambe i casi. Solo chi non ha mai lasciato qualcuno è convinto che il dolore massimo esista solo per chi viene lasciato.
E' un comportamento normale, comprensibile.
[...] forse che una persona che ci ha lasciato l'ha fatto così tanto per fare? Non aveva meglio da fare? Si annoiava?
Quando si lascia una persona alla quale si è voluto bene (e magari si vuole ancora, ma in altra forma) non si pensa solo a noi stessi. E' l'errore che commette sempre chi viene lasciato: convincersi che è stato abbandonato per egoismo. Non dico che non possa accadere anche quello, ma se la persona con cui siamo stati non era un mostro malvagio e ci ha amato, avrà sempre degli scrupoli a rivolgergi la parola, sia perchè si sentirà in colpa per aver preso la decisione di finire il rapporto, sia perchè si rende conto del dolore che ha provocato e che potrebbe provocare ancora tornando a farsi sentire.
Perchè dico tutto questo?
Perchè dopo una vita passata a farsi lasciare, purtroppo (e sottolineo il PURTROPPO) è capitato anche a me di dover lasciare una ragazza, ed è stata la decisione più sofferta che io abbia mai dovuto prendere fin'ora. E non l'ho fatto per egoismo, come sicuramente lei avrà pensato, ma perchè in fin dei conti la storia non aveva futuro, oggettivamente. Il mio sentimento non era probabilmente abbastanza forte per sopportare il rapporto, non esistevano i presupposti perchè la storia potesse continuare come una vera storia dovrebbe. Lei mi odiò, e probabilmente lo fa tutt'ora, e per quanto io mi sforzassi di volerle fare capire che era stato duro anche per me ho preferito scomparire nel nulla piuttosto che continuare a farle del male con la mia presenza (anche quando era lei stessa a chiedermi di farmi sentire). Preferisco essere un cattivo ricordo, un esperienza da dimenticare perchè così potrà trovare pace e amore con qualcuno che lei merita maggiormente, senza che io rimanga come uno spettro a tormentare il suo presente.
Io queste cose non gliele ho mai dette, non avrebbero certo lenito il suo dolore (ammesso che mi avesse creduto), tanto meno il mio, ma preferisco portare io il peso di questo dolore, piuttosto che farlo portare a lei come invece molti che vengono lasciati fanno con i loro "carnefici"...
Scusate il megaquote ma quanno ce vò ce vò :). Aaaaaaaaaaaah! La saggezza degli anziani :D

No dai secco scherzavo... http://utenti.lycos.it/queencleo/yabbse/Images/dark.gif non fare così :notooth: :kiss:


Originally posted by Alceo
E' verò però che se si tratta di mettere fine ad una stori di minor importanza , preferisco trovarmi del lasciato
Non si tratta di "storia di minore importanza", si tratta del non provare + gli stessi sentimenti di prima. Forse xchè x come la vedo io nella "storia di minore importanza", chi lascia se ne strafrega altamente di chi sta lasciando: e allora grazie che è + facile :notooth:. Quando invece lasci una xsona a cui cmq continui a voler bene la botta è tosta: è un male differente da quando si viene lasciati, indubbiamente... Io l'ho trovata infinitamente maggiore, forse xchè x come sono fatta non sopporto l'idea di fare del male a chi voglio bene, ma nemmeno quella del prendere in giro...

fppiccolo
03-11-2003, 23.22.56
hey tanathos quì si parla di 4 anni nn 4 di 4 mesi
se x 1 uomo può essere facile lasciare una donna dopo 4 anni (!!!) non lo è per il gentil sesso
logicamente sono fatti vs. ma...sei sicuro che in fondo altuo cuore non vi sia rimasto un briciolo di amore?
pensaci attentamente
spesso ci accorgiamo del valore delle cose quando queste nn ci sono +
altrimenti...evitala ma sii chiaro
soffrirete di meno
e alla fine lo zio tempo vi abbraccerà
auguri

Kiara
03-11-2003, 23.26.17
Originally posted by Latin Lover in love
rapporto era solo sesso (x quanto di ottima qualità!!!)
ecacchio!!!!Ebbene sì e proprio tornato quel ghei del Latinuzzo.:D


Comunque ribadisco, prima il chiarimento poi evapora , sparisci , so che è difficile ma è la migliore cosa.

Latin Lover in love
03-11-2003, 23.33.24
Direi che x 1 volta, nella storia, di questo forum, siamo PRATICAMENTE tutti d'accordo sul da farsi, quasi non ci credo.....

ps x kiara: il lupo xde il pelo....:D

Zeus
03-11-2003, 23.39.06
Originally posted by Kiara
Comunque ribadisco, prima il chiarimento poi evapora , sparisci , so che è difficile ma è la migliore cosa.

Beh, ma credo che lui l'abbia fatto (sant'uomo). È solo lei che deve prendere coscienza del fatto. Ci vorrà del tempo (e spesso ce ne vuole un po'), ma della sua situazione non gliene farei una colpa atroce. In fondo si parla sempre di sentimenti, non di cazzabubbole.

Kiara
03-11-2003, 23.52.14
Originally posted by Zeus_M
Beh, ma credo che lui l'abbia fatto (sant'uomo). È solo lei che deve prendere coscienza del fatto. Ci vorrà del tempo (e spesso ce ne vuole un po'), ma della sua situazione non gliene farei una colpa atroce. In fondo si parla sempre di sentimenti, non di cazzabubbole.
Non so se lui l'ha fatto.Dipende.Anche il mio ex credeva di aver addotto una ragione plausibile all'interruzione del nostro rapporto.

Ah...la ragione era "sono cazzi miei."


Comunque se l'ha fatto, bene.E' questo l'importante.Certo adesso lei sarà frustrata , delusa, incazzata col mondo ma poi si renderà conto che lui comunque ha avuto un comportamento corretto.
Adesso è meglio per entrambi evitarsi per far passare un pò di dolore.
Più avanti poi saranno entrambi pronti , e calmi , per affrontare un incontro , qualora ce ne sia bisogno o qualora l'occasione volesse.

Zeus
04-11-2003, 00.02.50
Originally posted by Kiara
Non so se lui l'ha fatto.Dipende.Anche il mio ex credeva di aver addotto una ragione plausibile all'interruzione del nostro rapporto.

Ah...la ragione era "sono cazzi miei."

Beh, ritieniti fortunata... almeno 3 parole in croce gliele hai strappate :asd:

Sappi che c'è chi riesce a chiudere un rapporto con un "boh" :asd: per poi sparire senza dare più segni di vita e sopratutto senza una ragione plausibile. Pretendendo poi di arrogarsi il diritto di cosa sia meglio per gli altri senza tirare fuori tutto chiaramente, senza prima aversi fatto un chiaro esame di coscienza (che andasse oltre il semplice "il mondo ce l'ha con me, sono tutti contro di me"), ma sopratutto pretendendo di immaginare cosa c'è realmente ancora di sentimento o meno dall'altra parte.

Io presumo che lui sia stato ben chiaro (cioè, spero, credo...). Quindi sta soltanto a lei farsi una ragione, col tempo. Cmq concordo con te, prima chiarisi come si deve e poi allontanarsi un poco ma non troppo. Non c'è scritto da nessuna parte che si debba estirpare tutto quanto.

Alceo
04-11-2003, 00.09.23
Originally posted by Kiara

Comunque ribadisco, prima il chiarimento poi evapora , sparisci , so che è difficile ma è la migliore cosa.

Ecco questo è l'atteggiamento che posso concepire solo con le "storie poco importanti" e immature.

Se lei malgrado tutto non riesce ad accettare la fine, allora sono d'accordo per azioni così drastiche.
Ma bisogna che sia davvero l'ultima risorsa perché il prezzo da pagare è salatissimo.

Kiara
04-11-2003, 00.12.08
Originally posted by Alceo
Ecco questo è l'atteggiamento che posso concepire solo con le "storie poco importanti" e immature.

Se lei malgrado tutto non riesce ad accettare la fine, allora sono d'accordo per azioni così drastiche.
Ma bisogna che sia davvero l'ultima risorsa perché il prezzo da pagare è salatissimo. Eh no scusa tanto!Se fosse poco importante stigrancazzi!(scusa la franchezza)
Io dopo una settimana posso rivederlo senza problemi.

Ma se la separazione non è accettata da uno dei componenti (ed è questo il caso )è giusto che si sparisca uno dalla vita dell'altro e lasciare il tutto al tempo.
Il continuare a vedersi sarebbe inutile sofferenza e non darebbe modo al "lasciato" di rendersi di nuovo indipendente da un amore.

_Tanatos_
04-11-2003, 00.14.25
Ragazzi che posso dire?
Dovrei quotarvi tutti! :D
In ogni singola reply ho rivisto un pezzettino della mia vita (e bhe sono anzianotto ormai ;) ) ...come canterebbe la Grandi, tutto il mondo è paese...

Ora però posso parlare con i fatti alla mano. Sono appena rientrato a casa, dopo l'ennesima chiacchierata e devo essere sincero, questo spettacolo di donna continua a sbalordirmi...

Prendere tempo, staccarsi e attendere sono state le conclusioni più logiche e giuste, per entrambi. In questo periodo di distacco ho continuato a crescere ed ho cercato di "migliorarmi" sotto molti aspetti. Ho ritrovato in soli 4 mesi tutta una vita che prima avevo buttato alle ortiche perso dietro un rapporto che si regalava momenti di amore e comprensione ma faceva soffrire. Ora, entrambi e separatamente ci dedicheremo un po a noi stessi e il tempo, come sempre, sarà in grado di sistemare ogni cosa.
Chi può dire cosa accadrà nel futuro? Magari sono ancora pazzo di lei e me ne accorgerò solo quando ormai sarà troppo tardi... oppure, sempre dopo il giusto tempo, saremo in grado di riallacciare un rapporto... non lo so. Ci siamo salutati entrambi con le lacrime agli occhi, non erano salate di disperazione, ma di affetto... per me già questo è stato un enorme passo avanti.



generico:

un topic dove bene o male siamo d'accordo tutti...



si!

P.s.: Nonostante la "drammaticità" del post, Ratman è riuscito a strapparmi un sorriso, GRAZIE!

Ri-P.S. : Grazie guardiamarina per essermi amica anche in momenti bui (si legge: grazie per sopportarmi in macchina mentre smadonno al telefono,sbaglio strada e ti rimbambisco di chiacchiere :p )

Kiara
04-11-2003, 00.20.54
Originally posted by _Tanatos_
Ragazzi che posso dire?
Dovrei quotarvi tutti! :D
......
perfetto.sta bene.Quindi in confidenza vi dico:
fatevi un clistere io me ne vado a leggere harrypotter.:birra:





;)

_Tanatos_
04-11-2003, 00.24.16
Originally posted by Kiara
perfetto.sta bene.Quindi in confidenza vi dico:
fatevi un clistere io me ne vado a leggere harrypotter.:birra:
;)

eddai Kiaraaaaaaaa RAGAZZI/E ovviamente eri inclusa anche tu ;)

Che in fondo sostenevi di...come hai detto...evaporare, giusto? :)

Magari è un po più difficile farlo se con una persona avevi un rapporto così profondo da spingerti a desiderare di poterle stare accanto tutti i giorni della tua vita...però al momento è l'unica cosa ...suona veramente male... logica da fare.

Berek
04-11-2003, 00.24.23
Originally posted by Kiara
Il continuare a vedersi sarebbe inutile sofferenza e non darebbe modo al "lasciato" di rendersi di nuovo indipendente da un amore.

Esatto.
Poi se il lasciato ha voglia di farsi del male con tutte le sue pippe mentali allora che faccia pure, ma non vada a dare la colpa a chi l'ha lasciato della sua incapacità di vedere la realtà dei fatti.
Ripeto, chi lascia soffre, si accolla già abbastanza responsabilità di suo, non c'è bisogno certo di una mano da chi ha lasciato.
Tanto questa stupida rivalsa non serve certo a tirare su il morale a chi è stato lasciato.

Zeus
04-11-2003, 00.24.54
Buona fortuna :birra:

Spero che tu possa un giorno ritrovare una amica in più.

Cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno. Dopotutto è tutta esperienza in più da coltivare e far fruttare per il futuro.

Kiara
04-11-2003, 00.31.19
Originally posted by _Tanatos_
eddai Kiaraaaaaaaa RAGAZZI/E ovviamente eri inclusa anche tu ;)

ma ovvio che sì.:cool:


scherzo.

davvero son contenta per te.

Però io il clistere lo auguravo agli altri.Sai sono una fan di South Park.

Alceo
04-11-2003, 00.31.37
Originally posted by Kiara
Eh no scusa tanto!Se fosse poco importante stigrancazzi!(scusa la franchezza)
Io dopo una settimana posso rivederlo senza problemi.

Ma se la separazione non è accettata da uno dei componenti (ed è questo il caso )è giusto che si sparisca uno dalla vita dell'altro e lasciare il tutto al tempo.
Il continuare a vedersi sarebbe inutile sofferenza e non darebbe modo al "lasciato" di rendersi di nuovo indipendente da un amore.

Probabilmente non ci capiamo sul senso di "poco importanti". Io ho avuto "solo" due storie importanti nella mia vita, entrambe con più di sei anni di convivenza, di gioie e di difficoltà condivise.

Pensare di chiudere una storia simile semplicemete scomparendo o volatizzandosi non appena il dolore affiora è da immaturi e egoisti.

La tentazione di farlo c'é stata in entrambe le occasioni. Ma per fortuna non è successo e i miei due amori sono oggi le amiche più speciali che ho.

Non voglio assolutamente generalizzare nell'altro senso. Ammetto di aver avuto la fortuna che, nei miei rapporti, la persona lasciata abbia avuto la forza di accettare la fine del rapporto.
Ma per farlo c'é voluto del tempo e il supporto dell'altro.

doca
04-11-2003, 00.37.12
Originally posted by Kiara
.

Ma se la separazione non è accettata da uno dei componenti (ed è questo il caso )è giusto che si sparisca uno dalla vita dell'altro e lasciare il tutto al tempo.
Il continuare a vedersi sarebbe inutile sofferenza e non darebbe modo al "lasciato" di rendersi di nuovo indipendente da un amore.
:birra:

Alceo
04-11-2003, 00.37.13
Originally posted by _Tanatos_


Prendere tempo, staccarsi e attendere sono state le conclusioni più logiche e giuste, per entrambi. In questo periodo di distacco ho continuato a crescere ed ho cercato di "migliorarmi" sotto molti aspetti. Ho ritrovato in soli 4 mesi tutta una vita che prima avevo buttato alle ortiche perso dietro un rapporto che si regalava momenti di amore e comprensione ma faceva soffrire. Ora, entrambi e separatamente ci dedicheremo un po a noi stessi e il tempo, come sempre, sarà in grado di sistemare ogni cosa.
Chi può dire cosa accadrà nel futuro? Magari sono ancora pazzo di lei e me ne accorgerò solo quando ormai sarà troppo tardi... oppure, sempre dopo il giusto tempo, saremo in grado di riallacciare un rapporto... non lo so. Ci siamo salutati entrambi con le lacrime agli occhi, non erano salate di disperazione, ma di affetto... per me già questo è stato un enorme passo avanti.





:birra: alla vita e :birra: a te





:doubt: _Tanatos_ ma non eri tu che doveva venire sulla Loira?

_Tanatos_
04-11-2003, 10.16.19
_Tanatos_ ma non eri tu che doveva venire sulla Loira?



Si caro Alceo e scusami se non ti ho più mandato il PM promesso, ma come hai potuto constatare i "piani" sono un po cambiati.
Doveva essere un viaggio di "prova", ma è andata diversamente. Appena trovo un amico/a abbastanza pazzo/a da acompagnarmi in una settimana di follie francesi, ti romperò di nuovo le scatole per avere Info :D

Grazie in anticipo e da buon BEONE che sono, contraccambio! :birra: