PDA

Visualizza versione completa : storia di storie!



lazydoc
30-10-2003, 16.52.25
saluti

vi rimando a questo link


http://www.multiplayer.it/oldnews.php3?id=24949


ora le affermazioni lì sostenute mi trovano decisamente contratrio in quanto affermare che un videogioco ha nella storia o trama o chiamiamola come si vuole! una parte che, in definitiva, non aggiunge altro che la classica ciliegina sulla torta non fa altro che rendere un pessimo servizio e svilire il video ludo a passattempo per brufolosi onanisti adolescenti.


tanto più grave l'affermazione in quanto proviene non da un sig. nessuno ma dal responsabile PC del network di cui anche questo forum fa parte; ora se si vuole che i videogiochi possano uscire dal ghetto di imbecillità e superficialità cui sono relegati, la necessità di provvedere a "contenuti" che vadano aldilà del mero intrattenimento di pixel in movimento, devono essere considerati necessari alla definizione di un prodotto completo non gregari!

poco importa che i giochi in questione siano degli sparatutto .

altrimenti la possibilità di considerare il videoludo, in un prossimo futuro, opera di ingegno artistico va , decisamente, a farsi benedire.


bye

Walker_Boh
30-10-2003, 17.01.18
1: un'ottima storia rende ottimo un buon gioco; 2: una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco; 3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco. Questa è la mia opinione: la storia, l'intreccio, sono il giusto coronamento per giochi di buon livello, sono la cigliegina sulla torta; sono i sedili in pelle, l'aria condizionata, il frigobar e il volante riscaldato. La storia in un gioco fa la differenza fra un buon prodotto e la vera classe. Ma un gioco deve, per sua specifica definizione, essere prima di tutto giocabile, avere un sistema di gioco funzionante e divertente. I tre giochi di cui sopra senza trama sarebbero comunque quantomeno discreti (per quanto ovviamente snaturati, ma questo è un esempio volutamente estremo), senza un buon sistema di gioco sarebbero solo ridicolmente pretenziosi.

Come fa un responsabile editoriale a fare certe affermazioni?
Perchè "accontentarsi" in questo modo invece di spingere le case a migliorare?

Un gioco senza una trama ben sviluppata è un gioco INCOMPLETO, non ce ne sono di balle.
Così come lo sarebbe con un'interfaccia incomprensibile o una giocabilità pessima.

Una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco? Non ho parole.. andiamo avanti così.....


sdeng, sbam, spum! brum brum! :tsk:

gaberh
30-10-2003, 17.21.04
si informano i gentili utenti del forum che i fruitori del nostro servizio denominati "lazydoc" e "Walkerboh" hanno l'account sospeso a tempo indeterminato
grazie

lazydoc
30-10-2003, 17.22.27
Originally posted by gaberh
si informano i gentili utenti del forum che i fruitori del nostro servizio denominati "lazydoc" e "Walkerboh" hanno l'account sospeso a tempo indeterminato
grazie



Maledetta spia!!!!!


bye

zdrenos
30-10-2003, 17.27.07
ma è giusto così...è più normale osservare gli sviluppi del mercato dei videogiochi e vedere scritte queste cose che non leggere il contrario...

risposta:vai a giocare a calcetto che ti diverti di più,e stai all'aria aperta...
almeno non dovrei vedere l'obesità regnare furente tra i tosoniani...gli stessi tipi si divertirebbero allo stesso modo ma almeno sarebbero atletici...:birra:

Walker_Boh
30-10-2003, 18.21.41
Originally posted by gaberh
si informano i gentili utenti del forum che i fruitori del nostro servizio denominati "lazydoc" e "Walkerboh" hanno l'account sospeso a tempo indeterminato
grazie


E' proprio passato dall'altra parte della barricata....


Ora è un istituzionalizzato... bah gli avranno offerto la copertina su Tgm.... o un inquadramento aziendale....

gaberh
30-10-2003, 18.26.02
Originally posted by Walker_Boh
E' proprio passato dall'altra parte della barricata....


Ora è un istituzionalizzato... bah gli avranno offerto la copertina su Tgm.... o un inquadramento aziendale....
certo che fare battute con voi è un bel casino...

NON ERA un mio commento...
era una PROFEZIA

Walker_Boh
30-10-2003, 18.46.08
Originally posted by gaberh
certo che fare battute con voi è un bel casino...

NON ERA un mio commento...
era una PROFEZIA


ma lei è proprio un pollo.. stia tranquillo le capiamo le sue battute.
E' solo che non ci piacciono. :D

Walker_Boh
30-10-2003, 18.48.50
Originally posted by Walker_Boh
ma lei è proprio un pollo.. stia tranquillo le capiamo le sue battute.
E' solo che non ci piacciono. :D

Oddio sto parlando come il Mago Thelma.... :eek2:

Arle
30-10-2003, 19.21.41
...diciamo piuttosto che un buon gioco è 'buono' per una somma di aspetti

motore+storia+giocabilità+grafica+sonoro
=gioco

che cmq anche questo discorso è una bella cazzata...perchè dovremmo aggiungere anche il gusto personale dell'individuo (es.a me quake2 mi fà senso visto che manca totalmente di storia e logica...ma ci sono milioni di persone che ci giocano..)

il discorso è un pò troppo generalizzato..è evidente che l'articolo era prontato sul gusto personale dell'autore..che tra l'altro dice solamente che una buona storia non può rivitalitare un gioco mondezza -_-

n.b:nell'articolo viene citato max payne 2...un gioco che fà sua la filosofia della 'trama' per valorizzare il gioco...mi chiedo :ma se max fosse nato come il suo fratello maggiore ovvero il marines di quake....quanto sarebbe rimasto invariato il giudizio di tutte quelle persone che lo definiscono un capolavoro? (se non ci avete giocato..be...fatelo..ne vale la pena)

.Commodo.
30-10-2003, 20.08.44
Costui scinde trama da gioco, come se fosse possibile considerarli due entità a sè stanti, non strettamente connesse. Come può esserci un buon gioco con una pessima trama? Sono le premesse ad essere sbagliate. Sarebbe come dire che un pessimo motore (trama) lascia praticamente invariata una buona macchina (gioco): il discorso non funziona proprio.
Non solo: scinde pure giocabilità da trama, ed anche quì sbaglia, perchè la giocabilità è anche composta da una buona trama. Un gioco deve essere prima di tutto giocabile? Peccato che non lo possa essere senza una trama all'altezza....
Certo che, se lui considera la trama alla stregua di qualche optional per la macchina, allora siamo proprio a posto: la trama è il motore, altro che sedili in pelle.....
Al massimo posso convenire che da sola la trama non basta, ma da quì a dire che se ne può fare a meno ce ne passa.

Risottolo
30-10-2003, 20.48.31
Originally posted by Walker_Boh
Oddio sto parlando come il Mago Thelma.... :eek2:

plz non prendiamo in giro i miei amici :D

non ci crederete..ma il personaggio che intende il buon walker è un amico di famiglia :D

Brunus
30-10-2003, 21.27.40
Molto rumore per nulla (o molto umore per Ulla?)

Siete partiti dal presupposto che un responsabile editoriale di un area VG sia tale in quanto esperto e buon intenditore di VG.

Secondo me invece il suddetto è tale in quanto esperto di editoria, di pubblicabilità, di strilli (in senso giornalistico), di vendita.

Ragazzi miei, siamo nel 2003 AB (Anno Berlusconi), Helm ha il suo bel daffare a contrastare Heuro, la conversione di seguaci è dilagante...

Personalmente da me le dichiarazioni di quest'uomo lasciano il tempo che trovano.

P.S.
Potrei avere problemi di account, se non mi vedete nei prossimi giorni... :cool:

gaberh
30-10-2003, 22.44.29
Originally posted by Brunus
Molto rumore per nulla (o molto umore per Ulla?)

Siete partiti dal presupposto che un responsabile editoriale di un area VG sia tale in quanto esperto e buon intenditore di VG.

Secondo me invece il suddetto è tale in quanto esperto di editoria, di pubblicabilità, di strilli (in senso giornalistico), di vendita.

Ragazzi miei, siamo nel 2003 AB (Anno Berlusconi), Helm ha il suo bel daffare a contrastare Heuro, la conversione di seguaci è dilagante...

Personalmente da me le dichiarazioni di quest'uomo lasciano il tempo che trovano.

P.S.
Potrei avere problemi di account, se non mi vedete nei prossimi giorni... :cool:

mi hai tolto la voce
:birra:

.Commodo.
30-10-2003, 22.52.48
Originally posted by Brunus
siamo nel 2003 AB (Anno Berlusconi)




:roll3: :roll3: :birra:

jegosfig
30-10-2003, 23.44.43
bhe secondo me i giochi si dividono in 2 categorie quelli di giocabilita pura(tetris pac) e quelli con una trama dire che un buon gioco senza una trama resta un buon gioco e come dire che un film girato e recitato ottimamente senza una scenegiatura resta un buon films forse per gli esperti del settore ma per un comune spettatore non credo proprio

Autén
30-10-2003, 23.54.35
2: una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco; 3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco. no no no, non sono d'accordo.

Prendo ad esempio Evidence, un'avventura grafica regalata parecchi anni fa da gmc. Aveva degli spezzoni sparatutto fatti con una grafica 3D orripilante. Per il resto era un buon gioco, ma quegli spezzoni mi avrebbero fatto abbandonare se la storia non mi avesse ormai catturato.

Passiamo al recente. Lioheart senza uno straccio di storia cosa sarebbe? Il nulla.

O pensiamo ad Anachronox, a livello di storia e dialoghi è un gioiello, e riscattano un gioco con numerosi difetti direalizzazione.

Chi scrive si dimentica qualcosa. In molti casi la trama È il gioco.
Forse il suo discorso vale per gli sparatutto, ma no, anche lì, togli la storia a un gioco come LA COSA, o a DEUS EX, o a MAFIA...

Comunque giochi che reggono nonostante una trama pretestuosa o assente esistono, Tetris ne è il perfetto esempio.

Walker_Boh
31-10-2003, 01.48.08
Originally posted by Brunus
Molto rumore per nulla (o molto umore per Ulla?)

Siete partiti dal presupposto che un responsabile editoriale di un area VG sia tale in quanto esperto e buon intenditore di VG.

Secondo me invece il suddetto è tale in quanto esperto di editoria, di pubblicabilità, di strilli (in senso giornalistico), di vendita.

Ragazzi miei, siamo nel 2003 AB (Anno Berlusconi), Helm ha il suo bel daffare a contrastare Heuro, la conversione di seguaci è dilagante...

Personalmente da me le dichiarazioni di quest'uomo lasciano il tempo che trovano.

P.S.
Potrei avere problemi di account, se non mi vedete nei prossimi giorni... :cool:

no... mi è stata semplicemente chiesta un'opinione sull'intervista fatta da 'sto "gran mega super direttor general" e su quella mi sono espresso...
ma francamente che non fosse un intenditore di VG mi sembrava lampante....
;-) :birra:

illoca
31-10-2003, 10.26.03
Secondo me invece il discorso calza a pennello riferito ai dati di vendita.

Diablo: trama leggera, il gioco piace, venduto.... 1 milione di copie
Arcanum: ottima trama, il gioco lo comprano 4 gatti è una merda...

Tutto sta nei criteri di definizione di un buon gioco.
E come tutti sappiamo un buon gioco è quello che vende...
Con questo MI SPIACE ammettere che ha ragione...

gaberh
31-10-2003, 10.48.37
continuo il ragionamento di Illoca:

Letteratura:
Và dove ti porta il cuore, si S. Tamaro, milioni di copie vendute=capolavoro
Strade Blu, di William Least Heat-Moon (capolavoro di narrativa) ed .Einaudi (quindi sboroni snob) qualche migliaio di copie vendute=cagata colossale

Cinema:
Vacanze sul Nilo: milioni di euro di incasso = capolavoro
Viaggio a Kandahar : migliaia di euro di incasso = film cesso per noglobal pipparoli

io non ci stò.
lo sò che la logica di questo mercato del cazzo è questa.
ma io sono un dissidente...
volete chiamarmi snob, sborone, intellettuale del cazzo?
fate.
non mi tange proprio.

ma io non ci stò.

n.b. ho capito benissimo lo spirito del tuo discorso illoca, lo sò che non condividi...ma mostri arrendevolezza.
io, invece, la bandiera bianca non l'ho alzata

Walker_Boh
31-10-2003, 10.54.55
Originally posted by illoca
Secondo me invece il discorso calza a pennello riferito ai dati di vendita.

Diablo: trama leggera, il gioco piace, venduto.... 1 milione di copie
Arcanum: ottima trama, il gioco lo comprano 4 gatti è una merda...

Tutto sta nei criteri di definizione di un buon gioco.
E come tutti sappiamo un buon gioco è quello che vende...
Con questo MI SPIACE ammettere che ha ragione...

Sei arrendevole illoca, non facciamo passare quest'equazione;
già fan di tutto per farcelo credere, non diamogliela vinta.

Cmq il fatto è che non stava parlando di dati di vendita ma stava facendo un'analisi qualitativa. Almeno per come l'ho intesa io.


:birra:

Walker_Boh
31-10-2003, 10.56.43
Originally posted by gaberh
continuo il ragionamento di Illoca:

Letteratura:
Và dove ti porta il cuore, si S. Tamaro, milioni di copie vendute=capolavoro
Strade Blu, di William Least Heat-Moon (capolavoro di narrativa) ed .Einaudi (quindi sboroni snob) qualche migliaio di copie vendute=cagata colossale

Cinema:
Vacanze sul Nilo: milioni di euro di incasso = capolavoro
Viaggio a Kandahar : migliaia di euro di incasso = film cesso per noglobal pipparoli

io non ci stò.
lo sò che la logica di questo mercato del cazzo è questa.
ma io sono un dissidente...
volete chiamarmi snob, sborone, intellettuale del cazzo?
fate.
non mi tange proprio.

ma io non ci stò.

n.b. ho capito benissimo lo spirito del tuo discorso illoca, lo sò che non condividi...ma mostri arrendevolezza.
io, invece, la bandiera bianca non l'ho alzata

Abbiamo postato la stessa cosa in contemporanea... certo devo ammettere che lei si è espresso con invidiabile stile.. :)

illoca
31-10-2003, 11.02.57
La mia non è arrendevolezza, era solo cercare di capire il il criterio con cui è stato scritto quel diario.
E PURTROPPO la nuda e cruda verita' è che ha ragione...

La mia sarebbe arrendevolezza se comprassi i vari diablo andassi a vedere vacanze sul nilo ecc..
Invece compro solo quello che ritengo giusto per me senza farmi influenzare dai giochi fatti per la massa (per questi non gli do' un euro)

gaberh
31-10-2003, 11.10.47
Originally posted by illoca

E PURTROPPO la nuda e cruda verita' è che ha ragione...



i discorsi di quel tipo, non stanno dalla parte della ragione...
non ha ragione chi dice "è bello ciò che vende"
è ipocrita che cola...
ha ragione chi dice: "voglio fare i soldi e della qualità mi importa una sega"
ed io la sincerità di questo tipo (rarissima in un paese come il nostro, fasullo per storia e tradizione) la apprezzo.
:birra:

Walker_Boh
31-10-2003, 11.15.14
Originally posted by gaberh
i discorsi di quel tipo, non stanno dalla parte della ragione...
non ha ragione chi dice "è bello ciò che vende"
è ipocrita che cola...
ha ragione chi dice: "voglio fare i soldi e della qualità mi importa una sega"
ed io la sincerità di questo tipo (rarissima in un paese come il nostro, fasullo per storia e tradizione) la apprezzo.
:birra:


Esatto.

illoca
31-10-2003, 11.21.07
Secondo me dimenticate che la ragione puo' essere relativa...
E relativamente al fattore economico ha ragione...
Relativamente al discorso qualita' ha torto...
Il resto sono solo opinioni su criteri di giudizio

gaberh
31-10-2003, 11.25.41
Originally posted by illoca
Secondo me dimenticate che la ragione puo' essere relativa...
E relativamente al fattore economico ha ragione...
Relativamente al discorso qualita' ha torto...
Il resto sono solo opinioni su criteri di giudizio

sono d'accordo se viene messa così.

ma solitamente (anzi, non prediamoci in giro, sempre), i soloni delle riviste (ed io non ce l'ho col Diario del capitano, è solo il casus belli) vogliono rifilarmi la solita sòla del commerciale è bello.

è bello per chi si fà il grano, non per me che lo spendo.

però, ammetterai anche tu, tra le due posizioni c'è l'abisso.

Walker_Boh
31-10-2003, 11.30.15
Originally posted by illoca
Secondo me dimenticate che la ragione puo' essere relativa...
E relativamente al fattore economico ha ragione...
Relativamente al discorso qualita' ha torto...
Il resto sono solo opinioni su criteri di giudizio


Sì ma non può farmi passare un discorso economico come un discorso qualitativo.
Se fosse così vorrebbe dire che mi sta prendendo per il c*** per secondi fini.

illoca
31-10-2003, 11.41.58
Originally posted by gaberh
però, ammetterai anche tu, tra le due posizioni c'è l'abisso.
E' chiaro che c'è l'abisso ma quello che puo' fare ognuno di noi per stringere non certo eliminare il gap è quello che ho scritto sopra.

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 11.50.57
1: un'ottima storia rende ottimo un buon gioco; 2: una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco; 3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco. Questa è la mia opinione: la storia, l'intreccio, sono il giusto coronamento per giochi di buon livello, sono la cigliegina sulla torta; sono i sedili in pelle, l'aria condizionata, il frigobar e il volante riscaldato. La storia in un gioco fa la differenza fra un buon prodotto e la vera classe. Ma un gioco deve, per sua specifica definizione, essere prima di tutto giocabile, avere un sistema di gioco funzionante e divertente. I tre giochi di cui sopra senza trama sarebbero comunque quantomeno discreti (per quanto ovviamente snaturati, ma questo è un esempio volutamente estremo), senza un buon sistema di gioco sarebbero solo ridicolmente pretenziosi.


IO sono d'accordissimo con questa affermazione. E' vera e sacrosanta, e nella storia dei videogiochi è sempre stato cosi... ci sono i videogiochi con storie "cosi e cosi", dove uno ci gioca, si diverte e poi lo butta nel dimenticatoio. Ci sono giochi con una trama superlativa, a cui ci giochi e ti rimangono come riferimento perche ti hanno appassionato. Ma è verissimo che come prima cosa un gioco dever essere giocabile (quindi buon interfaccia e facili controlli e grafica almeno sufficiente) e su questo non c'e molto da dire.
è una verità lampante come è vero che la teraa gira in torno al sole.

Autén
31-10-2003, 11.55.39
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Ma è verissimo che come prima cosa un gioco dever essere giocabile (quindi buon interfaccia e facili controlli e grafica almeno sufficiente) e su questo non c'e molto da dire.
è una verità lampante come è vero che la teraa gira in torno al sole. L'ho già scritto prima ma lo ripeto. Per me è sbagliato separare la storia dal gioco. Può essere fatto per alcuni giochi, ma certo non per tutti.
Uno "schiacciapensieri" può fare a meno della storia, un gioco come Torment, o come Baldur's Gate, no.

illoca
31-10-2003, 11.56.29
Mi ricordo un 3ad (forum morro... detto tutto) dove un sacco di gente aveva comprato gmc con gothic e l'avevano lasciato lì a marcire perchè l'interfaccia faceva schifo...

gaberh
31-10-2003, 12.01.31
Originally posted by illoca
Mi ricordo un 3ad (forum morro... detto tutto) dove un sacco di gente aveva comprato gmc con gothic e l'avevano lasciato lì a marcire perchè l'interfaccia faceva schifo...

conosco anche io quelle persone...
sono i figli o i fratelli minori di coloro che, dopo aver visto il film Il nome della Rosa con s.connery, avevano comprato il romanzo di umberto eco...
mi dicono che l'hanno lasciato marcire sul comodino, sotto al pitale

p.s. in questi argomenti, sento maledettamente la mancanza di skree

Walker_Boh
31-10-2003, 12.02.42
Originally posted by Morgoth_the_Valar
1: un'ottima storia rende ottimo un buon gioco; 2: una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco; 3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco. Questa è la mia opinione: la storia, l'intreccio, sono il giusto coronamento per giochi di buon livello, sono la cigliegina sulla torta; sono i sedili in pelle, l'aria condizionata, il frigobar e il volante riscaldato. La storia in un gioco fa la differenza fra un buon prodotto e la vera classe. Ma un gioco deve, per sua specifica definizione, essere prima di tutto giocabile, avere un sistema di gioco funzionante e divertente. I tre giochi di cui sopra senza trama sarebbero comunque quantomeno discreti (per quanto ovviamente snaturati, ma questo è un esempio volutamente estremo), senza un buon sistema di gioco sarebbero solo ridicolmente pretenziosi.


IO sono d'accordissimo con questa affermazione. E' vera e sacrosanta, e nella storia dei videogiochi è sempre stato cosi... ci sono i videogiochi con storie "cosi e cosi", dove uno ci gioca, si diverte e poi lo butta nel dimenticatoio. Ci sono giochi con una trama superlativa, a cui ci giochi e ti rimangono come riferimento perche ti hanno appassionato. Ma è verissimo che come prima cosa un gioco dever essere giocabile (quindi buon interfaccia e facili controlli e grafica almeno sufficiente) e su questo non c'e molto da dire.
è una verità lampante come è vero che la teraa gira in torno al sole.


Eh no allora bisogna distinguere:

se mi giochi a Tetris o a Gran Prix piuttosto che a Hulk ti do atto che la storia può anche non esistere...

Ma si parte dal presupposto che le persone qui presenti non siano smanettatori folli (quantomeno non solo quello) ed abbiano intreressi in altri campi.
E allora non esiste un discorso del genere, perchè un gioco dev'essere anche giocabile. ANCHE.

Poi ti ripeto, se giochi a Pro Evolution Soccer che cazzo di storia devi avere...

Walker_Boh
31-10-2003, 12.04.14
Originally posted by illoca
Mi ricordo un 3ad (forum morro... detto tutto) dove un sacco di gente aveva comprato gmc con gothic e l'avevano lasciato lì a marcire perchè l'interfaccia faceva schifo...

non capisco il succo....
guarda il discorso "un sacco di gente" a me proprio non ha mai impressionato, sinceramente. :birra:

Autén
31-10-2003, 12.12.29
Originally posted by illoca
Mi ricordo un 3ad (forum morro... detto tutto) dove un sacco di gente aveva comprato gmc con gothic e l'avevano lasciato lì a marcire perchè l'interfaccia faceva schifo... :(, in qualche modo li capisco. Perché giocare qualcosa che invece di divertirti ti da i nervi?
Se l'interfaccia spinge a abbandonare il gioco, non è condannabile chi lo giudica senza conoscerne la trama. La colpa non è del giocatore, ma del programmatore, in questo caso.

Walker_Boh
31-10-2003, 12.17.00
Originally posted by Autén
:(, in qualche modo li capisco. Perché giocare qualcosa che invece di divertirti ti da i nervi?
Se l'interfaccia spinge a abbandonare il gioco, non è condannabile chi lo giudica senza conoscerne la trama. La colpa non è del giocatore, ma del programmatore, in questo caso.

Certo. Ma ciò non sminuisce l'importanza della trama.
E' ovvio che l'interfaccia è di "maggiore impatto" immediato, però non è la sola cosa.

zdrenos
31-10-2003, 12.23.57
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Ma è verissimo che come prima cosa un gioco dever essere giocabile (quindi buon interfaccia e facili controlli e grafica almeno sufficiente) e su questo non c'e molto da dire.
è una verità lampante come è vero che la teraa gira in torno al sole.

una verità lampante era che il Sole girava attorno alla terra qualche tempo fa...
così adesso(purtroppo) una verità lampante è che un gioco è essenzialmente grafica-interfaccia-facili controlli...una verità lampante che rende tetris e super mario e street fighter 2 capolavori immortali e giochi come Torment dei fuochi di paglia che cadono subito nel dimenticatoio...

p.s.Sfido chiunque a dire che in Torment non esistono fasi di gioco in cui non ci si rompe i coglioni...

Walker_Boh
31-10-2003, 12.30.12
Originally posted by zdrenos


p.s.Sfido chiunque a dire che in Torment non esistono fasi di gioco in cui non ci si rompe i coglioni...

Per ora non ne ho ancora incontrate, ma anche fosse non capisco dove tu voglia arrivare... perchè è un discorso generalizzabile a qualunque gioco...

E' colpa del fatto che Torment ha una bella trama se alcune fasi ti sono parse noiose?

Brunus
31-10-2003, 12.31.14
Originally posted by Autén
:(, in qualche modo li capisco. Perché giocare qualcosa che invece di divertirti ti da i nervi?
Se l'interfaccia spinge a abbandonare il gioco, non è condannabile chi lo giudica senza conoscerne la trama. La colpa non è del giocatore, ma del programmatore, in questo caso.


qui intervengo, perchè ODIO chi stronca un gioco solo perchè non ha i controlli come quelli di Tomb raider o Unreal Tournament.

Stroncano Prince of persia 3d perchè il principe non saltella agilmente quà e là come quella Tr*ia di Lara, perchè i comandi non sono immediati. Lo erano quelli del primo Tromb raider? Chiaro che dopo Tromb raider 15, uno i controlli li ha memorizzati nella memoria a lungo termine (sacrificando una parte dei ricordi dell'infanzia), a forza di giocare a giochi fatti con lo stampo!

Stroncano Severance perchè non si può usare lo strafe fuori dal combattimento.... :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: IDIOTI!
Uno dei giochi più belli, più singolari, più d'atmosfera, più d'azione, più giocabili che la storia ricordi, stroncato per una cazzata simile? Ma tu quando passeggi per strada STRAFI?!?!!?

Ogni gioco ha un'identità personale che lo distingue dalla massa, se vuoi massificarti con fifa o tomb fallo pure, ma non spaccare le palle a chi semplicemente propone il SUO gioco, con le caratteristiche che LUI ha inventato!

zdrenos
31-10-2003, 12.32.31
Originally posted by Walker_Boh
Per ora non ne ho ancora incontrate, ma anche fosse non capisco dove tu voglia arrivare... perchè è un discorso generalizzabile a qualunque gioco...

E' colpa del fatto che Torment ha una bella trama se alcune fasi ti sono parse noiose?

walker,era per dire che bisogna anche smetterla di giudicare un capolavoro super mario perchè è divertente e dimenticarsi di torment perchè non ti sembra di andare sulle montagne russe...

Autén
31-10-2003, 13.01.35
Originally posted by Brunus
qui intervengo, perchè ODIO chi stronca un gioco solo perchè non ha i controlli come quelli di Tomb raider o Unreal Tournament.

Stroncano Prince of persia 3d perchè il principe non saltella agilmente quà e là come quella Tr*ia di Lara, perchè i comandi non sono immediati. Lo erano quelli del primo Tromb raider? Chiaro che dopo Tromb raider 15, uno i controlli li ha memorizzati nella memoria a lungo termine (sacrificando una parte dei ricordi dell'infanzia), a forza di giocare a giochi fatti con lo stampo!

Stroncano Severance perchè non si può usare lo strafe fuori dal combattimento.... :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: IDIOTI!
Uno dei giochi più belli, più singolari, più d'atmosfera, più d'azione, più giocabili che la storia ricordi, stroncato per una cazzata simile? Ma tu quando passeggi per strada STRAFI?!?!!?

Ogni gioco ha un'identità personale che lo distingue dalla massa, se vuoi massificarti con fifa o tomb fallo pure, ma non spaccare le palle a chi semplicemente propone il SUO gioco, con le caratteristiche che LUI ha inventato! Chi stronca Gothic perché non si trova con i controlli ha ragione. Non si è trovato bene con i controlli, perciò non ha potuto giocarlo.

La combinazione di controlli in Tomb Raider era efficace perché Lara rispondeva con una buona precisione ai comandi del giocatore. E sì, i controlli erano ottimi già per il primo Tomb Raider.
È probabilmente una delle ragioni del successo della serie.

Sarebbe il caso di distinguere controlli immediati e controlli "che non rispondono".

Prova Tomb Raider 6 su PC. Non ha forse controlli immediati? Peccato che facciano schifo, in quanto Lara non risponde perfettamente.


Gothic I pretende l'uso di una combinazione di controlli piuttosto incasinata e ridondante (pensa al solo aprire un baule :rolleyes: )
A mia memoria, i controlli di Severance, sebbene più complicati, erano più "agili" e efficaci. E Severance di quand'è? 98? 99?


Per me l'interfaccia deve permettere una perfetta corrispondenza tra il comando del giocatore e il movimento del suo alter ego sullo schermo. Sinceramente non vedo perché un'interfaccia mediocre debba essere premiata come buona solo perché è diversa da quella di Tomb Raider.

Io non sto giocando Grayhawk per una ragione analoga. Il ritardo di risposta al movimento del mouse mi nausea. Che posso dire, farò parte degli schizzinosi.


Mi hai fatto ricordare Prince of Persia 3D... mi pare che più che per i controlli non mi piacesse per la telecamera. Il gioco non perdeva il confronto con Tomb Raider (che scimmiottava), ma perdeva contro il suo antecedente bidimensionale, molto più divertente. Ma è passato tanto tempo, e potrei ricordar male...

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.11.15
Ragazzi un esempio fra tutti vi faccio... BG2 di storia non è che sia cosi bella, è abbastanza banalozza anche se ben strutturata, ma sicuramente non è avvincente, ma il gioco è bello, perche è un intertfaccia ampiamente collaudato, perche l'ambientazione è bella e conosciuta, ma ora come ora, penso che non ci giochero +....
BG1 aveva una storia SUPERLATIVA e infatti ciò giocato per un sacco di tempo.
Non è che la storia non sia importante, perche la storia c'e in qualsiasi gioco, la differenza è se è studiata al dettaglio, come Torment, o fatta tanto per farla come in BG2

lazydoc
31-10-2003, 13.12.27
Originally posted by Morgoth_the_Valar
1: un'ottima storia rende ottimo un buon gioco; 2: una pessima storia lascia praticamente invariato un buon gioco; 3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco. Questa è la mia opinione: la storia, l'intreccio, sono il giusto coronamento per giochi di buon livello, sono la cigliegina sulla torta; sono i sedili in pelle, l'aria condizionata, il frigobar e il volante riscaldato. La storia in un gioco fa la differenza fra un buon prodotto e la vera classe. Ma un gioco deve, per sua specifica definizione, essere prima di tutto giocabile, avere un sistema di gioco funzionante e divertente. I tre giochi di cui sopra senza trama sarebbero comunque quantomeno discreti (per quanto ovviamente snaturati, ma questo è un esempio volutamente estremo), senza un buon sistema di gioco sarebbero solo ridicolmente pretenziosi.


IO sono d'accordissimo con questa affermazione. E' vera e sacrosanta, e nella storia dei videogiochi è sempre stato cosi... ci sono i videogiochi con storie "cosi e cosi", dove uno ci gioca, si diverte e poi lo butta nel dimenticatoio. Ci sono giochi con una trama superlativa, a cui ci giochi e ti rimangono come riferimento perche ti hanno appassionato. Ma è verissimo che come prima cosa un gioco dever essere giocabile (quindi buon interfaccia e facili controlli e grafica almeno sufficiente) e su questo non c'e molto da dire.
è una verità lampante come è vero che la teraa gira in torno al sole.




vedi morgoth,

ciò che dici non può essere accettato da chi, come me e la stragrande maggioranza degli utenti senzienti di questo forum, ritiene che il video ludo debba assolutamente crescere e divenire un prodotto ARTISTICO.

un prodotto ARTISTICO non può fare a meno del significato, nel senso più ampio del termine (fattuale emozionale simbolico) e ciò che rende un video gioco significante è, guarda caso, la storia!

ciò che IO voglio, ciò che gli Utenti Senzienti di questo forum vogliono, è molto semplice e si può riassumere nella possibilità di entrare in un negozio di videogiochi e non provare le stesse sensazioni che si hanno entrando in un porno shop!


bye

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.14.04
CMQ per quanto se ne volgia dire se faccio un gioco con una storia bellissima ma i controlli e l'intefaccia fa schifo, il gioco sarà un flop, se la storia non è un gran che ma il resto è superlativo (come severance a mio avviso) il gioco a successo. NOn lo dico io, ma lo dicono i fatti.

zdrenos
31-10-2003, 13.16.49
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Ragazzi un esempio fra tutti vi faccio... BG2 di storia non è che sia cosi bella, è abbastanza banalozza anche se ben strutturata, ma sicuramente non è avvincente, ma il gioco è bello, perche è un intertfaccia ampiamente collaudato, perche l'ambientazione è bella e conosciuta, ma ora come ora, penso che non ci giochero +....
...o fatta tanto per farla come in BG2
beh io non dico che penso l'esatto contrario,ma i miei ricordi più belli legati a bg2 derivano dalla trama e dall'ambientazione in cui era collocata(libri e ambienti e dialoghi con pc e npc inclusi...)...non certo dalla bellezza dei combattimenti,che vivevo in modo partecipe SOLO perchè seguivo l'evolversi delle mie vicende in quel mondo...e il fatto di ricaricare i vari save mi ineterrompeva e basta...

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.18.38
Originally posted by lazydoc
vedi morgoth,

ciò che dici non può essere accettato da chi, come me e la stragrande maggioranza degli utenti senzienti di questo forum, ritiene che il video ludo debba assolutamente crescere e divenire un prodotto ARTISTICO.

un prodotto ARTISTICO non può fare a meno del significato, nel senso più ampio del termine (fattuale emozionale simbolico) e ciò che rende un video gioco significante è, guarda caso, la storia!

ciò che IO voglio, ciò che gli Utenti Senzienti di questo forum vogliono, è molto semplice e si può riassumere nella possibilità di entrare in un negozio di videogiochi e non provare le stesse sensazioni che si hanno entrando in un porno shop!


bye

Su questo siamo d'accordissimo ;)
io non ho detto che la storia non è importante anzi... ma quello che di è:

Storia Stupenda+interfaccia immediato e semplice--> il gioco diventerà leggenda (vedi Tormnent)

Toria niente di che+interfaccia immediato e semplice--> il gioco è divertente, ma una volta finito non ti lascia molto...risultato hai passato un po di ore cmq piacevoli

Toria Stupenda+interfaccia da cani--> Grande Flop

Tony_Manero
31-10-2003, 13.20.27
L'opinione di Max Monti è chiaramente quella di una persona che è abituata a mettere la storia in secondo piano, sempre, in ogni occasione. Nei film come nei videogiochi e, molto probabilmente, non è abituata a leggere romanzi. Evita letture o visioni dove le emozioni si ricavano dai testi, dai dialoghi, dalle immagini statiche, più che dalle azioni e dagli effetti.


"3: un'ottima storia non salva un pessimo gioco."


Proprio pochi giorni fa ho terminato l'avventura grafica: "I Have No Mouth & I Must Scream" tratta da un racconto di Hellison e tradotta in italiano dai miei amici dell'iagtg.
Ecco, basterebbe provare questo gioco, vecchio e breve, per dimostrare la totale falsità di questo punto 3.

[inizio sfogo personale]
E per favore, smettiamola qui dentro, di approfittare di ogni occasione per sputare sulle masse. Basta con questi continui quanto patetici tentativi di mostrarvi superiori. Abbiamo capito:
siete diversi e migliori. Esticazzi! :stica:
[fine sfogo personale]

La massa ha promosso in pieno Max Payne 2, sorvolando sulla longevità, sulla scarsa innovazione, ma incantata dalla splendida trama.
Un esempio più che sufficiente Max, non una semplice eccezione.
Perchè tutti ricordano Half Life, Torment, Syberia?
Prova a togliere la trama, cosa rimane?

zdrenos
31-10-2003, 13.22.13
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Storia Stupenda+interfaccia immediato e semplice--> il gioco diventerà leggenda (vedi Tormnent)

Toria niente di che+interfaccia immediato e semplice--> il gioco è divertente, ma una volta finito non ti lascia molto...risultato hai passato un po di ore cmq piacevoli


ma ti pare che torment e bg,i due giochi che hai in mente,seguano il tuo schema?Fai un'intervista a tutti i giocatori del mondo e vedrai quale dei due è il più ricordato e apprezzato...e già che ci sei chiedigli anche i motivi...così ti incazzi ancora di più(o almeno io mi incazzerei ancora di più...)

Autén
31-10-2003, 13.22.41
Originally posted by Morgoth_the_Valar
CMQ per quanto se ne volgia dire se faccio un gioco con una storia bellissima ma i controlli e l'intefaccia fa schifo, il gioco sarà un flop, se la storia non è un gran che ma il resto è superlativo (come severance a mio avviso) il gioco a successo. NOn lo dico io, ma lo dicono i fatti. Dipende dal genere di gioco...
Ci sono giochi in cui la trama può essere superlativa, altri in cui non si può prescindere dalla storia.
A meno di guardare ai MMORPG, non credo un RPG degno di questo nome possa andare avanti senza una buona storia.
Al contrario si può passar sopra l'interfaccia (come per Gothic).

Forse non sarà un successo di vendite, ma sarà un successo fra gli appassionati.

AarnaK
31-10-2003, 13.24.04
Originally posted by lazydoc

tanto più grave l'affermazione in quanto proviene non da un sig. nessuno ma dal responsabile PC del network di cui anche questo forum fa parte;


Nessuno della redazione ha ancora risposto, per quanto mi riguarda mi dissocio completamente da quanto affermato da Monti.
Ma in fondo è logico che noi giocatori di RPG la pensiamo così.
Negli RPG la trama è cardine portante del gioco, senza essa il gioco diviene un continuo susseguirsi di combattimenti senz'anima (qualcuno ha detto Grayhawk? ma quanto mi ha deluso questo gioco!).
Altre cose sono accessorie in un RPG, l'acqua in pixel shader, i 34 canali audio, in pratica il comparto grafico e sonoro sono accessori (non dico che possono esser brutti, dico che se un RPG mostra graficamente la sua personalità senza essere DoomIII va più che bene).
Sull'interfaccia transigo invece molto, molto meno, così come la congruità del sistema di regole adottato.

Walker_Boh
31-10-2003, 13.24.05
Beh insomma non è che esistano solo interfaccia e trama.. diciamo che abbiamo avuto esempio di giochi con gameplay o altri aspetti curati e trama meno che sono stati successi commerciali.

Ma da qui a dire che una cosa pesi più dell'altra.... tanto è vero che QUEI giochi ci hanno fatto schifo.

Non avranno fatto schifo alla MASSA, ma a noi sì.

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.30.35
Allora il discorso è: se dovete chiedere a me un mio giudizio su come deve essere un videogioco vi dico anche io che la storia deve essere al primo posto. Quello che dico io è che la storia NON BASTA per fare un successo, perche per prendere ancora Torment come esempio, se avesse avuto un interfaccia schifoso dove 9\10 volte muori perche è incotrollabile, e non riosponde ai tuoi comandi il pg, lo definireste ancora un capolavoro???

Walker_Boh
31-10-2003, 13.31.22
Originally posted by Tony_Manero


[inizio sfogo personale]
E per favore, smettiamola qui dentro, di approfittare di ogni occasione per sputare sulle masse. Basta con questi continui quanto patetici tentativi di mostrarvi superiori. Abbiamo capito:
siete diversi e migliori. Esticazzi! :stica:
[fine sfogo personale]



Vedo che hai colto il punto. Siamo diversi e migliori. :chebene!:


La massa ha promosso in pieno Max Payne 2, sorvolando sulla longevità, sulla scarsa innovazione, ma incantata dalla splendida trama.

Mah.. non sono così sicuro che tutta questa gente l'abbia giocato perchè incantata esclusivamente dalla trama...


Un esempio più che sufficiente Max, non una semplice eccezione.
Perchè tutti ricordano Half Life, Torment, Syberia?
Prova a togliere la trama, cosa rimane?

Beh un paio di correzioni anche se sono d'accordo col discorso di fondo:
"tutti NON ricordano Torment" in effetti
Syberia oltre alla trama aveva un realizzazione tecnica fenomenale che ha molto contribuito al successo.

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.31.45
Originally posted by Autén
Dipende dal genere di gioco...
Ci sono giochi in cui la trama può essere superlativa, altri in cui non si può prescindere dalla storia.
A meno di guardare ai MMORPG, non credo un RPG degno di questo nome possa andare avanti senza una buona storia.
Al contrario si può passar sopra l'interfaccia (come per Gothic).

Forse non sarà un successo di vendite, ma sarà un successo fra gli appassionati.

su questo ti do ragione al 1000%

Walker_Boh
31-10-2003, 13.33.14
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Allora il discorso è: se dovete chiedere a me un mio giudizio su come deve essere un videogioco vi dico anche io che la storia deve essere al primo posto. Quello che dico io è che la storia NON BASTA per fare un successo, perche per prendere ancora Torment come esempio, se avesse avuto un interfaccia schifoso dove 9\10 volte muori perche è incotrollabile, e non riosponde ai tuoi comandi il pg, lo definireste ancora un capolavoro???


Adesso state ribaltando il discorso: nessuno ha detto questo.

Anzi si stava appundo discutendo sull'asserzione reciproca, ovvero che NON BASTA gameplay ed interfaccia senza storia per fare un successo.

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 13.37.19
Originally posted by Walker_Boh
Adesso state ribaltando il discorso: nessuno ha detto questo.

Anzi si stava appundo discutendo sull'asserzione reciproca, ovvero che NON BASTA gameplay ed interfaccia senza storia per fare un successo.

mi sa che dimo tutti le stesse cose allora....

per me la classifica di importanza è cosi:
1) la storia, senza una storia avvincente, con colpi di scena e un finale imprevedibile (meglio se + finali) un gioco non ha ragione di essere
2) l'interfaccia deve essere facile da intuire e immediato e che ti permette di fare quasi qualsiasi cosa
3) il sonoro deve saper dare quegli stacchi e quei ritmi che vanno a glorificare maggiormente l'azione che si sta facendo
4) la grafica deve quanto meno essere a passo coi tempi.


ps.: io non faccio distinzione tra gioco con o senza storia perche giochi RPG senza storia sinceramente non ne ho mai visti... il punto è: una storia ricercata e che ti lascia di stucco, una storia un po buttata li

illoca
31-10-2003, 13.42.17
Originally posted by Morgoth_the_Valar
mi sa che dimo tutti le stesse cose allora....

per me la classifica di importanza è cosi:
1) la storia, senza una storia avvincente, con colpi di scena e un finale imprevedibile (meglio se + finali) un gioco non ha ragione di essere
2) l'interfaccia deve essere facile da intuire e immediato e che ti permette di fare quasi qualsiasi cosa
3) il sonoro deve saper dare quegli stacchi e quei ritmi che vanno a glorificare maggiormente l'azione che si sta facendo
4) la grafica deve quanto meno essere a passo coi tempi.


ps.: io non faccio distinzione tra gioco con o senza storia perche giochi RPG senza storia sinceramente non ne ho mai visti... il punto è: una storia ricercata e che ti lascia di stucco, una storia un po buttata li

Morghot su questo penso che tutti QUA Ti diano ragione, il problema forse che risalta è che SOLO QUA Ti danno ragione...

Apri un 3ad cosi' sul sito di morro o diablo e vedi la stora in che posizione la mettono...

zdrenos
31-10-2003, 13.42.31
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Allora il discorso è: se dovete chiedere a me un mio giudizio su come deve essere un videogioco vi dico anche io che la storia deve essere al primo posto. Quello che dico io è che la storia NON BASTA per fare un successo, perche per prendere ancora Torment come esempio, se avesse avuto un interfaccia schifoso dove 9\10 volte muori perche è incotrollabile, e non riosponde ai tuoi comandi il pg, lo definireste ancora un capolavoro???
non sei molto chiaro...prima dici che una verità rivelata è che un gioco è essenzialmente grafica controlli interfaccia,po che la trama è la prima cosa...
per l'esempio di torment...sì,l'avrei giudicato superiore ad un super mario qualsiasi anche se avessi smadonnato per giocarci...(e in alcuni punti l'ho anche fatto...)..
quest'ultimo punto lo chiarisco:mai trovato un gioco realmente ingiocabile...per cui i discorsi sull'interfaccia per me lasciano il tempo che trovano...molto più imortante altro.... e per fare un esempio,l'interfaccia così bistrattata di gothic l'ho trovata comodissima...

Tony_Manero
31-10-2003, 13.47.43
Originally posted by Walker_Boh
Vedo che hai colto il punto. Siamo diversi e migliori.


Preferisco vivere ;)




Mah.. non sono così sicuro che tutta questa gente l'abbia giocato perchè incantata esclusivamente dalla trama...


No, l'hanno giocato perchè si chiama Max Payne ma non l'hanno bocciato perchè sono rimasti incantati nonostante sia durato poco più di un film



Beh un paio di correzioni anche se sono d'accordo col discorso di fondo:
"tutti NON ricordano Torment" in effetti



Dopo la traduzione lo conoscono anche i gatti e sono disposti a provarlo nonostante i pixel della grandezza di piazza San Pietro.




Syberia oltre alla trama aveva un realizzazione tecnica fenomenale che ha molto contribuito al successo.



Certo ma anche il milionesimo fps è programmato con i fiocchi. Oggi come oggi incantare con le sole immagini non funziona più, sono capaci tutti, o quasi :)

Brunus
31-10-2003, 13.57.40
Originally posted by Autén
Chi stronca Gothic perché non si trova con i controlli ha ragione. Non si è trovato bene con i controlli, perciò non ha potuto giocarlo.
[...]

siamo quasi OT, cmq il fatto che chi recensisce un gioco non si trovi bene con i controlli, non vuol dire che siano fatti male!
Io personalmente non ho trovato grosse difficoltà con Gothic, anzi per certi versi il sistema è intuitivo, visto che per fare tutte le azioni si usano gli stessi pochi tasti.
Sempre impressioni personali comunque. resta il fatto che il successo del gioco dipende da chi lo apprezza e sostanzialmente lo giudica. Se non ti trovi bene coi controlli e non giochi, allora non giudichi, pls.
Eppoi secondo me, se un gioco fin da subito non ti appassiona, o parti già col pregiudizio (magari nato da un'interfaccia non ordinaria) che il gioco è brutto, duri poco e non ce la fai a dargli un'altra ora, un'altra possibilità.

gaberh
31-10-2003, 14.20.11
Originally posted by Brunus
qui intervengo, perchè ODIO chi stronca un gioco solo perchè non ha i controlli come quelli di Tomb raider o Unreal Tournament.

Stroncano Prince of persia 3d perchè il principe non saltella agilmente quà e là come quella Tr*ia di Lara, perchè i comandi non sono immediati. Lo erano quelli del primo Tromb raider? Chiaro che dopo Tromb raider 15, uno i controlli li ha memorizzati nella memoria a lungo termine (sacrificando una parte dei ricordi dell'infanzia), a forza di giocare a giochi fatti con lo stampo!

Stroncano Severance perchè non si può usare lo strafe fuori dal combattimento.... :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: :grr: IDIOTI!
Uno dei giochi più belli, più singolari, più d'atmosfera, più d'azione, più giocabili che la storia ricordi, stroncato per una cazzata simile? Ma tu quando passeggi per strada STRAFI?!?!!?

Ogni gioco ha un'identità personale che lo distingue dalla massa, se vuoi massificarti con fifa o tomb fallo pure, ma non spaccare le palle a chi semplicemente propone il SUO gioco, con le caratteristiche che LUI ha inventato!

mi è simpatico questo brunus :)
uno come me, che si incazza, che pugna...
non un buonista a tutti costi...
te la offro io :birra:

Morgoth_the_Valar
31-10-2003, 14.28.26
Originally posted by zdrenos
non sei molto chiaro...prima dici che una verità rivelata è che un gioco è essenzialmente grafica controlli interfaccia,po che la trama è la prima cosa...
per l'esempio di torment...sì,l'avrei giudicato superiore ad un super mario qualsiasi anche se avessi smadonnato per giocarci...(e in alcuni punti l'ho anche fatto...)..
quest'ultimo punto lo chiarisco:mai trovato un gioco realmente ingiocabile...per cui i discorsi sull'interfaccia per me lasciano il tempo che trovano...molto più imortante altro.... e per fare un esempio,l'interfaccia così bistrattata di gothic l'ho trovata comodissima...

il mio primo discorso era di carattere generale, cioè cosa fa vendere un videogioco, e su questo te lo ridico dinuovo: se un gioco ha un ottima giocabilità(interfaccia) vende.
Poi ti ho detto quello che secondo me deve avere un videogioco: cioè che PER ME un videogioco deve avere come prima cosa una storia mozzafiato.

Autén
31-10-2003, 14.29.26
Originally posted by Brunus
siamo quasi OT, cmq il fatto che chi recensisce un gioco non si trovi bene con i controlli, non vuol dire che siano fatti male!
Io personalmente non ho trovato grosse difficoltà con Gothic, anzi per certi versi il sistema è intuitivo, visto che per fare tutte le azioni si usano gli stessi pochi tasti.
Sempre impressioni personali comunque. resta il fatto che il successo del gioco dipende da chi lo apprezza e sostanzialmente lo giudica. Se non ti trovi bene coi controlli e non giochi, allora non giudichi, pls.
Eppoi secondo me, se un gioco fin da subito non ti appassiona, o parti già col pregiudizio (magari nato da un'interfaccia non ordinaria) che il gioco è brutto, duri poco e non ce la fai a dargli un'altra ora, un'altra possibilità. Io non pensavo a chi recensisce - i recensori devono giocarlo per forza il gioco, al fine di sviscerarne pregi e difetti - mi riferivo ai giocatori che hanno abbandonato Gothic a causa dell'interfaccia.

Io i controlli di Gothic I (mouse + tastiera) li trovo piuttosto scomodi e inutilmente complicati. Ciononostante il gioco mi è piaciuto. Non è una questione di preconcetto, ma di ergonomia ;).

K4pp4
31-10-2003, 16.20.41
Ciao a tutti :)

Ancora una volta mi trovo ospite (spero benvenuto) in casa vostra.

Arrivo grazie alla segnalazione di illoca nel forum Diario. Ho letto quanto avete scritto, e vi dico le mie impressioni.

1: ottimo, significa che qualcuno il diario lo legge :)

2: ottimo, ci sono persone con un opinione diversa dalla mia (in fondo era scritto in apertura del diario stesso)

Solo alcune cose mi suonano male: primo non capisco perchè nessuno mi abbia contestato nel topic del Diario; sarei stato felice di rispondere, anche a una discussione animata. E sicuramente non è mia intenzione nascondermi dietro alla 'stella da sceriffo' per ripararmi il fondoschiena.

Dico solo una cosa: il mio diario era volutamente provocatorio e, se letto nel modo giusto, proprio contro i prodotti commerciali. Nel senso: costruire i giochi intorno alla storia (non nel senso ruolistico del termine, ma nel senso cinematografico, alla Max Payne per intenderci) sta diventando una moda: il Diario incriminato è contro il dilagare di questa mania, che ci costringe sempre più ad essere spettatori dei giochi e non giocatori.

So perfettamente che ci possono essere decine di eccezioni, centinaia di casi, migliaia di aneddoti contro la mia teoria. Del resto non esiste una tesi completamente inattaccabile. Come del resto so perfettamente di parlare soprattutto delle realtà più commerciali, che ovviamente sono, per una serie di motivi che è facile immaginare, maggiormente sotto i miei occhi.
Poi c'è ancora una considerazione: chi mi conosce o ha letto qualche mio diario passato, sa che molto spesso esprimo punti di vista estremizzati proprio per stimolare la discussione.

Detto questo, saluto e rimango in ascolto :birra:

.Commodo.
31-10-2003, 18.15.31
Originally posted by Morgoth_the_Valar
CMQ per quanto se ne volgia dire se faccio un gioco con una storia bellissima ma i controlli e l'intefaccia fa schifo, il gioco sarà un flop, se la storia non è un gran che ma il resto è superlativo (come severance a mio avviso) il gioco a successo. NOn lo dico io, ma lo dicono i fatti.


Ah, beh, certo, ma così ragiona il vulgus. Io me ne sto ben alla larga da coloro che ragionano in siiffatto modo.

.Commodo.
31-10-2003, 18.16.52
Originally posted by zdrenos
beh io non dico che penso l'esatto contrario,ma i miei ricordi più belli legati a bg2 derivano dalla trama e dall'ambientazione in cui era collocata(libri e ambienti e dialoghi con pc e npc inclusi...)...non certo dalla bellezza dei combattimenti,che vivevo in modo partecipe SOLO perchè seguivo l'evolversi delle mie vicende in quel mondo...e il fatto di ricaricare i vari save mi ineterrompeva e basta...


Quoto lo "squilibrato" Zdrenos al 100% ;)

.Commodo.
31-10-2003, 18.18.39
Originally posted by Tony_Manero
Proprio pochi giorni fa ho terminato l'avventura grafica: "I Have No Mouth & I Must Scream" tratta da un racconto di Hellison e tradotta in italiano dai miei amici dell'iagtg.
Ecco, basterebbe provare questo gioco, vecchio e breve, per dimostrare la totale falsità di questo punto 3.




CHE CAPOLAVORO!:birra: :birra:

Walker_Boh
31-10-2003, 19.30.13
Originally posted by Tony_Manero



Certo ma anche il milionesimo fps è programmato con i fiocchi. Oggi come oggi incantare con le sole immagini non funziona più, sono capaci tutti, o quasi :)

Non mi riferivo solo alla grafica, certo Syberia è stato una spanna sopra gli altri come cura tecnica. :birra:



x kappa: bienvenido, cosa intendi per essere "spettatori" più che giocatori? COme si collega alla bontà ed al valore della trama? :birra:


p.s. non far caso a commodo, è uno spammone che non contribuisce MAI alle discussioni e gioca a "Parappa"...

zdrenos
31-10-2003, 20.27.42
Originally posted by K4pp4
Nel senso: costruire i giochi intorno alla storia (non nel senso ruolistico del termine, ma nel senso cinematografico, alla Max Payne per intenderci) sta diventando una moda: il Diario incriminato è contro il dilagare di questa mania, che ci costringe sempre più ad essere spettatori dei giochi e non giocatori.


ma dove e quando?!:D
al limite esclama:gli ultimi titoli che vanno per la maggiore sono scarsamente interattivi,e non vorrei mai che questo sia un trend che si sta consolidando...e allora la discussione ha senso...ma lasciala stare la trama...:birra:

K4pp4
31-10-2003, 20.48.52
Originally posted by zdrenos
ma dove e quando?!:D
al limite esclama:gli ultimi titoli che vanno per la maggiore sono scarsamente interattivi,e non vorrei mai che questo sia un trend che si sta consolidando...e allora la discussione ha senso...ma lasciala stare la trama...:birra:

Qui, oggi... i tre che ho citato nel diario più una lunga serie di altri ;)


sul discorso trama/storia avevo in parte chiarito nel thread originale, dove la discussione ha preso una piega diversa... :)

alla :birra: invece non dico mai di no :D

zdrenos
31-10-2003, 20.55.18
ma guarda che io ero volutamente provocatore...d'altronde è dal disaccordo che nascono le discussioni...
comunque ho aperto il 3d e tack...la prima replica è del tosononiano...per cui mi son rifiutato di proseguire...:D

comunque che ti devo dire,io il tuo intervento originale l'ho letto,e fa vedere come cazzo gioca la gente ora...editorialisti supercapi compresi..ora,premesso che tutti possono giocare e pensare quello che vogliono,almeno mi si riconosca il diritto di dire con toni accesi la mia opinione...

zdrenos
31-10-2003, 21.38.03
prima di andarmene(forse per la serata o forse per sempre chi può dirlo:D )...
vorrei esporre un pò meglio il mio pdv,perchè non sia mai che tu mi scambi per un tabbozzo...

il problema per me è mettere sullo stesso piano una sorgente di profondità,la trama,con una sorgente di superficialità,la giocabilità...

il problema è fare discorsi astratti che pongono le due cose sullo stesso piano(per un esempio vedi il primo reply del tuo amico tosoniano...)...

il problema è pensare ancora che tetris e pac man abbiano un' anima e siano capolavori,e non semplicissimi passatempi di quando eravamo bambini,che NULLA hanno a che vedere con Torment,o con la ricostruzione storico-politico-economica del mondo di morrowind...

cosa ci ricordiamo per la giocabilità eccelsa:super mario,tetris,pac man ,double dragon...cosa ci ricordiamo per trama?Torment.cosa può produrre il filone della giocabilità?Passatempi per cazzeggio...il filone della trama?Capolavori potenzialmente allo stesso livello della letteratura...

solo che questo CAZZUTISSIMO attrito dei discorsi in TUTTE LE SALSE E A TUTTI I LIVELLI sulla giocabilità e sul "divertimento"(che poi sarebbe "divertimento" nell'accezione "montagne russe",e non nell'accezione "esperienza appagante",che ho in mente io) lo impedisce...

e il tuo discorso sulla trama,nella tua accezione,contribuisce a lasciare quest'hobby a livello di scacciapensieri per bambini...

vado avanti un pò...per la giocabilità giochi profondi come republic o arcanum son giochi da scartare...e vengono puntualmente scartati e cadono nel dimenticatoio,per discorsi inutili e idioti sul gameplay...oppure giochi come Black and White...

giochi come quake 'sticazzi invece sono fenomeni di culto perchè ci si diverte a giocarli(nell'accezione montagne russe)...giochi come europa univeraslis vengono bocciati per il tutorial o la noiosità del gameplay,mentre sopravvivono e vengono glorificate puttanate prive di spessore come warcraft 3 o Starcraft...


CON QUESTI PARAMETRI di giudizio il mondo vg resterà sempre un CUMULO di IMMONDIZIA per far passare il tempo ai bambinetti...

questo perchè SISTEMATICAMENTE un titolo profondo vine gettato in pasto alla massa,che lo scvarta...dai orwell(republic) e ti danno in cambio...
"la visuale in prima persona è inutile,ed il gioco è un complesso di roba messo lì alla bell'emmeglio(o come cazzo si scrive...)...e questa è la regola,non l'eccezione...

Brunus
31-10-2003, 21.42.55
Originally posted by K4pp4
Ciao a tutti :)
[...]
Detto questo, saluto e rimango in ascolto :birra:

Devo dire che mi hai illuminato.
Effettivamente rileggendo il Diario si sarebbe potuto evincere che per "gioco" era inteso, e cmq spero lo fosse, il classico Action/Shooter Game. Alla luce di questo la tua aasimoviana teoria funziona, ed è chiaro come la trama, le sequenze d'intermezzo ed altre trovate simili, del tutto inutili in un gioco alla UT, stiano prendendo sempre più piede nei giochi di oggi.
E' contro questo deplorevole fenomeno che ti volevi scagliare? :D

A parte gli scherzi, non riesco proprio ad immaginare quale fastidio arrechino intermezzi narrati in un gioco che è SOLO azione; perchè tra Max Payne e UT non c'è molto altro di diverso a parte ambientazione, bullet time e visuale.

Forse che questo tentativo di dare un perchè a tutti quei bossoli per terra sta diventando una trovata pubblicitaria e niente più? Se ne approfittano? Millantano trama e pathos per vendere? Ma se il gioco ne viene fuori migliorato, ben venga!

Grazie per essere venuto tu da noi (se Maometto...). e grazie per la :birra:



Originally posted by gaberh
mi è simpatico questo brunus :)
uno come me, che si incazza, che pugna...
non un buonista a tutti costi...
te la offro io :birra:

:nice: ti aspetto in taverna... :nice:

Arle
01-11-2003, 03.05.36
cmq una cosa, puntualizziamo che per storia io intendo anche immedesimazione e
atmosfera..oltre che trama..in quest'ottima max payne (tanto per citarlo) rimane 20 anni luce avanti del sopracitato quake...

giochi del genere non sono da criminalizzare ma da elogiare...

Tony_Manero
01-11-2003, 16.08.31
Originally posted by .Commodo.
CHE CAPOLAVORO!:birra: :birra:

Il buon vecchio Commodo non poteva mancare alla chiamata della grandi ag ;)
Contraccambio volentieri e a risentirci in occasione di BS3 e Uru (se come me sei un patito della serie Myst)

:birra: :birra:

Tony_Manero
01-11-2003, 16.15.55
Originally posted by Brunus
A parte gli scherzi, non riesco proprio ad immaginare quale fastidio arrechino intermezzi narrati in un gioco che è SOLO azione; perchè tra Max Payne e UT non c'è molto altro di diverso a parte ambientazione, bullet time e visuale.


Quoto.

Ho visto qualcosa di Max 2 questa notte.
Durante le scene di azione pensavo:"è il solito Max"
Guardando intermezzi che mostrano storia e ricordi, ascoltando voci di sottofondo e dialoghi, pensavo: "è il solito grande Max"

illoca
03-11-2003, 08.21.06
FINITO DI LEGGERE TORMENT
SPETTACOLARE
UN:clap: AGLI SCRITTORI

DEDICATO E CONSIGLIATO A CHI SOSTIENE CHE LA TRAMA PUO' ESSERE ININFLUENTE IN UN GIOCO...

K4pp4
03-11-2003, 10.17.11
Originally posted by Brunus
Alla luce di questo la tua aasimoviana teoria funziona, ed è chiaro come la trama, le sequenze d'intermezzo ed altre trovate simili, del tutto inutili in un gioco alla UT, stiano prendendo sempre più piede nei giochi di oggi.
E' contro questo deplorevole fenomeno che ti volevi scagliare? :D

A parte gli scherzi, non riesco proprio ad immaginare quale fastidio arrechino intermezzi narrati in un gioco che è SOLO azione; perchè tra Max Payne e UT non c'è molto altro di diverso a parte ambientazione, bullet time e visuale.

Forse che questo tentativo di dare un perchè a tutti quei bossoli per terra sta diventando una trovata pubblicitaria e niente più? Se ne approfittano? Millantano trama e pathos per vendere? Ma se il gioco ne viene fuori migliorato, ben venga!
[/B]

Grazie Brunus, il tuo intervento ha messo in luce il mio punto di vista. Il presupposto di base è che (come abbiamo detto anche con Aarnak nel thread principale) quello contro cui io inendevo scrivere è il proliferare di intermezzi non interattivi e racconti pretenzioni che sempre più danno l'idea di essere li giusto per giustificare tutti quei bossoli per terra. Naturale che nell'ambiente RPG il rapporto con storia e ambientazione è radicalmente diverso. Ma credo che anche qui l'interazione sia importante. Non credo di potermene fare molto di una storyline fantastica, un'ambientazione eccezionale e una narrazione ricca di pathos se poi mi sono precluse le possibilità di interagirci. Mi suona più come il supplizio di Tantalo che come un videogame.
E comunque, al di fuori dell'ambiente RPG esiste più di un titolo in cui la "trama" è un artificio posticcio, che sta li per poter scrivere nei fact sheet "narrazione avvincente". Il mio diario era contro questo.


Originally posted by Arle
cmq una cosa, puntualizziamo che per storia io intendo anche immedesimazione e
atmosfera..oltre che trama..in quest'ottima max payne (tanto per citarlo) rimane 20 anni luce avanti del sopracitato quake...

giochi del genere non sono da criminalizzare ma da elogiare...

Giochi del genere si. Tutti quelli che suonano come imitazioni, decisamente meno. Ma si sa, quando un treno viaggia, tutti tentano di attaccarci un vagone...

zdrenos
03-11-2003, 13.03.29
Originally posted by K4pp4
quello contro cui io inendevo scrivere è il proliferare di intermezzi non interattivi e racconti pretenzioni che sempre più danno l'idea di essere li giusto per giustificare tutti quei bossoli per terra.

ok...la soluzione sarebbe eliminare la trama quindi?Oppure smetterla di far trame di merda?

Se è la prima allora contento te...Se la seconda il tuo è un discorso A FAVORE della trama...oppure è un discorso che si autocontraddice...aiutami a capire se vuoi...

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 13.07.25
Cosa ne pensate di Vampire:redention ad esempio????
Se ho capito lo ritenete un gioco di M***A giusto??

zdrenos
03-11-2003, 13.09.03
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Cosa ne pensate di Vampire:redention ad esempio????
Se ho capito lo ritenete un gioco di M***A giusto??

hai capito male...l'ide prevalente qui è che sia un buon gico ma non un gdr...

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 13.11.43
Originally posted by zdrenos
hai capito male...l'ide prevalente qui è che sia un buon gico ma non un gdr...

mmmm, bhe non capisco come si possa dire che non è un GDR... gia solo che un gioco ha una gestione del pg è classificabile tra i GDR... Vampire lo definirei un GDR\adventure...

zdrenos
03-11-2003, 13.12.56
Originally posted by Morgoth_the_Valar
mmmm, bhe non capisco come si possa dire che non è un GDR... gia solo che un gioco ha una gestione del pg è classificabile tra i GDR... Vampire lo definirei un GDR\adventure...
beh apri un altro topic magari...non vorrei che si disperdesse troppo la discussione di questo...:birra:

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 13.13.47
Sbaglio o la discussione era sul fatto dell'importanza della storia in un gioco GDR o cmq in un gioco in generale???

zdrenos
03-11-2003, 13.15.46
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Sbaglio o la discussione era sul fatto dell'importanza della storia in un gioco GDR???

o cazzo:D ...
allora:nessuno si è mai sognato di dire che Vampire è un gioco di merda per la sua trama...anzi,è in pratica LA SUA TRAMA che lo rende un buon gioco e non una merda...

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 13.19.52
Scusami aiutami ad inquadrare il centro della discussione allora....
Mi sembra di capire che tutti siamo d'accordo che la storia sia fondamentale soprattutto in un GDR... mi sa che mi sono perso...

zdrenos
03-11-2003, 13.23.35
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Scusami aiutami ad inquadrare il centro della discussione allora....
Mi sembra di capire che tutti siamo d'accordo che la storia sia fondamentale soprattutto in un GDR... mi sa che mi sono perso...
ti aiuto:
ti sarai perso...
io personalmente non sono d'accordo...io penso che la trama sia una sorgente di profondità per QUALUNQUE genere in cui si possa inserire una trama...anzi,dal mio pdv i fps in sè son delle coglionate insignificanti,che magari una trama decente potrebbero però salvare...

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 13.31.59
Originally posted by zdrenos
ti aiuto:
ti sarai perso...
io personalmente non sono d'accordo...io penso che la trama sia una sorgente di profondità per QUALUNQUE genere in cui si possa inserire una trama...anzi,dal mio pdv i fps in sè son delle coglionate insignificanti,che magari una trama decente potrebbero però salvare...

vedi continuo a non capire... ma qualcuno ha mai giocato a un gioco GDR dove la storia non è avvincente??? io sinceramente no....
anzi man mano che il tempo passa mi sembra che questo aspetto venga sempre + preso in considerazione.... o sbaglio?

zdrenos
03-11-2003, 13.37.21
Originally posted by Morgoth_the_Valar
vedi continuo a non capire... ma qualcuno ha mai giocato a un gioco GDR dove la storia non è avvincente??? io sinceramente no....
anzi man mano che il tempo passa mi sembra che questo aspetto venga sempre + preso in considerazione.... o sbaglio?
allora:hai mai giocato a daggerfall?Oppure a morrowind ignorando la trama principale?O ad Arcanum?O a Fallout,facendo la stessa cosa?Nei gdr più hardcore sulla piazza la trama è un quid in più,importante,ma non un TRATTO PECULIARE E DISTINTIVO DEL GENERE...nelle avventure grafiche ad esempio la trama ha un peso complessivo maggiore che nei gdr...

.Commodo.
03-11-2003, 14.14.34
Originally posted by Morgoth_the_Valar
vedi continuo a non capire... ma qualcuno ha mai giocato a un gioco GDR dove la storia non è avvincente??? io sinceramente no....
anzi man mano che il tempo passa mi sembra che questo aspetto venga sempre + preso in considerazione.... o sbaglio?


BEATO TE! Io mi sento letteralmente circondato da rpg con trame sciatte, monotone e ripetitive....scherzi a parte, ti faccio solo un paio di esempi: Divine Divinity: trama banalissima: inizio discreto, poi sviluppo narrativo scontatissimo, fino al banalissimo combattimento con il mostro finale. Arx Fatalis: Siamo degli eroi mandati da una forza superiore a combattere l'ennesima incarnazione del male. Greyhawk: trama.....quale trama? dov'è la trama?

lazydoc
03-11-2003, 14.47.44
Originally posted by zdrenos
ti aiuto:
ti sarai perso...
io personalmente non sono d'accordo...io penso che la trama sia una sorgente di profondità per QUALUNQUE genere in cui si possa inserire una trama...anzi,dal mio pdv i fps in sè son delle coglionate insignificanti,che magari una trama decente potrebbero però salvare...


non posso non quotare zdrenos!!

il problema è esattamente questo eliminare o ridurre la trama di quasiasi videogioco renderebbe in nostro svago uno sterile movimento di pixel colorati su uno schermo equiparando il videoludo ai solitari che normalmente si fanno con le carte da gioco.

bye

K4pp4
03-11-2003, 15.17.11
Originally posted by zdrenos
ok...la soluzione sarebbe eliminare la trama quindi?Oppure smetterla di far trame di merda?

Se è la prima allora contento te...Se la seconda il tuo è un discorso A FAVORE della trama...oppure è un discorso che si autocontraddice...aiutami a capire se vuoi...

Il mio è un discorso a favore della parte narrativa dove ha un senso, contro la volontà di inserire una trama a tutti i costi anche dove è palesemente posticcia.
Ergo: se un gioco deve per la sua natura avere una componente narrativa, che questa sia buona e adeguata.
Se il gioco (per sua tipologia) è in grado di vivere anche senza, allora o la si inserisce nel contesto in modo intelligente, oppure se ne faccia a meno...

questo è il succo del discorso: appiccicare una "trama" a qualunque gioco indiscriminatamente, solo perchè "adesso si usa così" è un errore, oltre che poco corretto nei confronti di chi gioca.
Poi è ovvio che esistono generi in cui la trama è sempre stata fondamentale (fra cui gli RPG, ed è stata la mia mancanza di precisazione a far nascere la polemica :rolleyes: ), fin dalla notte dei tempi. Ma esistono anche che sono vissuti benissimo anche senza, e per i quali un inserimento, se forzoso, stona... that's all credo :)

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 15.33.53
Originally posted by zdrenos
allora:hai mai giocato a daggerfall?Oppure a morrowind ignorando la trama principale?O ad Arcanum?O a Fallout,facendo la stessa cosa?Nei gdr più hardcore sulla piazza la trama è un quid in più,importante,ma non un TRATTO PECULIARE E DISTINTIVO DEL GENERE...nelle avventure grafiche ad esempio la trama ha un peso complessivo maggiore che nei gdr...
questa è una verità inconfutabile, il primo a cui ho giocato che era di questo tipo era BAldur's Gate 1 ed è stato una figata!!!

Morgoth_the_Valar
03-11-2003, 15.45.53
è vero molto di quello che ho letto: è vero che molte sceneggiature di videogiochi sono buttate li, sono prevedibili e hanno poco gusto(un esempio che calza è Blood Omen 2 di cui ho una slide in firma, che penso che mi abbia appassionato solo perche faccio il vampiro:heart: ) poi ci sono giochi che, indipendentemente da liberta d'azione o altro, hanno una trama e una sceneggiatura cosi bella che tri coinvolge al 1000% (vedi a mio parere Vampire:redemption), poi ci sono giochi che riescono ad assemblare tutto insieme, anche se sono pochi: MOrrowind, BG1, Torment e forse pochi altri.

Arle
03-11-2003, 18.28.49
Originally posted by K4pp4
(fra cui gli RPG, ed è stata la mia mancanza di precisazione a far nascere la polemica :rolleyes: )

vedi a parlare incautamente? :D

cmq il tuo discorso non fà una piega...e riassumendo..se dovete farlo..fatelo bene..

chiaro..cristallino..e per continuare il discorso (cosi impari) half life..e già... questo gioco che è sopravvissuto per 5 anni (un record) cosa sarebbe stato senza la trama (prendete atto della mia affermazione di prima trama=atmosfera+immedesimazione+storia)
certo un bel gioco...stupendo, ma un capolavoro? vero che è vissuto 5 anni grazie al multiplayer..ma chi ha convinto la prima volta quei milioni di persone a cimentarsi con il gioco on-line..secondo me l'amore per un personaggio azzeccato cioè mister freeman (o almeno cosi è stato per me...) :birra:

K4pp4
04-11-2003, 10.37.49
Originally posted by Arle
vedi a parlare incautamente? :D

cmq il tuo discorso non fà una piega...e riassumendo..se dovete farlo..fatelo bene..

chiaro..cristallino..e per continuare il discorso (cosi impari) half life..e già... questo gioco che è sopravvissuto per 5 anni (un record) cosa sarebbe stato senza la trama (prendete atto della mia affermazione di prima trama=atmosfera+immedesimazione+storia)
certo un bel gioco...stupendo, ma un capolavoro? vero che è vissuto 5 anni grazie al multiplayer..ma chi ha convinto la prima volta quei milioni di persone a cimentarsi con il gioco on-line..secondo me l'amore per un personaggio azzeccato cioè mister freeman (o almeno cosi è stato per me...) :birra:


Su HL ci sarebbe da parlare per ere geologiche... ma rischiamo di andare OT (visto che centrano engine, idee, lego e un sacco di altre cose)... eventualmente parliamone in sede diversa :)
e comunque grazie della :birra: e dell'ospitalità ;) ... se iniziate altri topic così e vi fa piacere, tutti i miei contatti sono nell'id del forum :) :) :)