PDA

Visualizza versione completa : Troppo forti troppo presto



illoca
29-10-2003, 08.29.29
No non sto’ parlando dell’inter con l’arrivo di Zac…

Sto’ parlando che nei gdr si diventa troppo forti rispetto al tempo riferito al gioco che è passato.

Faccio un esempio, si parte come contadino e dopo un mese (nel gioco) si è la persona + forte della terra…
Questo vale per morro, gothic ma soprattutto per i giochi basati sulle regole d&d in quanto ci sono dei riferimenti ben precisi riferiti ai livelli (esempio un re è un guerriero di circa 11 livello…)

Ora proviamo a pensare quanti anni di avventure ci vogliono per diventare una delle persone + forti… (da qualsiasi lato magia forza ecc…)

Questa secondo me è sempre stata una delle piu’ grosse incongruenze dei gdr…

Altro esempio che mette altra carne al fuoco sotto un altro aspetto…
In Torment solo parlando si diventa di 11° liv e passa, uno degli “uomini” + potenti dei piani nel giro di…. 1 mese?
Spesso la distribuzione dei px è troppa a favore del gameplay…
Sblocchi un dialogo e ottieni 130.000 px !!!
Ma neanche il pilota dell’aereo che sgancio’ la bomba nucleare di hiroshyma ha ottenuto 130.000 px!!!
(battuta che potevo evitare…)

Concludo questa riflessione con delle proposte…
Non si potrebbe giustificare il passaggio di livelli con intermezzi filmati sul passaggio di tempo o semplicemente arrivare fino al 6°-7° livello
(naturalmente la trama deve sopperire al divertimento mancato dal castare un tempestone di fulmini o una spadata da 1000 punti di danno).
Bisogna sempre diventare il piu’ forte del gioco in un mese ???

.Commodo.
29-10-2003, 08.39.56
Bravo! Bel topic mattutino cui, però, ora non posso rispondere perchè devo andare a far finta di lavorà. Ci sentiamo a pranzo ;) .

gaberh
29-10-2003, 08.51.54
Originally posted by illoca
No non sto’ parlando dell’inter con l’arrivo di Zac…

Sto’ parlando che nei gdr si diventa troppo forti rispetto al tempo riferito al gioco che è passato.

Faccio un esempio, si parte come contadino e dopo un mese (nel gioco) si è la persona + forte della terra…
Questo vale per morro, gothic ma soprattutto per i giochi basati sulle regole d&d in quanto ci sono dei riferimenti ben precisi riferiti ai livelli (esempio un re è un guerriero di circa 11 livello…)

Ora proviamo a pensare quanti anni di avventure ci vogliono per diventare una delle persone + forti… (da qualsiasi lato magia forza ecc…)

Questa secondo me è sempre stata una delle piu’ grosse incongruenze dei gdr…

Altro esempio che mette altra carne al fuoco sotto un altro aspetto…
In Torment solo parlando si diventa di 11° liv e passa, uno degli “uomini” + potenti dei piani nel giro di…. 1 mese?
Spesso la distribuzione dei px è troppa a favore del gameplay…
Sblocchi un dialogo e ottieni 130.000 px !!!
Ma neanche il pilota dell’aereo che sgancio’ la bomba nucleare di hiroshyma ha ottenuto 130.000 px!!!
(battuta che potevo evitare…)

Concludo questa riflessione con delle proposte…
Non si potrebbe giustificare il passaggio di livelli con intermezzi filmati sul passaggio di tempo o semplicemente arrivare fino al 6°-7° livello
(naturalmente la trama deve sopperire al divertimento mancato dal castare un tempestone di fulmini o una spadata da 1000 punti di danno).
Bisogna sempre diventare il piu’ forte del gioco in un mese ???

posso essere d'accordo con te in linea generale.
non su Torment.
il nameless one è un immortale: ha già visto, imparato, vissuto, tromb...ehmmm tutto quello che poteva fare.
ha solo perso la memoria di quello che era stato...
nel suo caso più che acquisto di esperienza si tratta di far venire alla memoria quello che sapeva già...

tazza di caffè

BlackLinX
29-10-2003, 08.55.04
Io credo che uno degli aspetti più divertenti del GamePlay di un videogioco sia l'avanzamento di livello...

In Morrowind questo avviene molto gradualmente (aumentando determinate abilità a seconda del loro utilizzo, fino ad arrivare ad un "passaggio") mentre nei giochi "D20 based" (leggete D&D) l'avanzamento fa parte del mero regolamento di gioco ed un paletto per il PG che si ripropone ciclicamente.

Le motivazioni di questi numerosi avanzamenti sono da trovarsi nelle trame dei giochi che portano gli avventurieri (di ogni natura) a scontrarsi ogni giorno con decine di avversari e con un buon numero di dialoghi da gestire (gioco più, gioco meno :) ). Il gioco offre armi sempre più forti ed una serie di potenziamenti (magici o cyborg o altro) che permettono di arrivare a fare tranquillamente più battaglie e quindi il filo logico porta tutto questo ad "esplodere" in un passaggio di livello che io vedo come una "gratifica"... Eliminandola, il gioco perderebbe gran parte del gameplay perchè dovrebbe far sì che ci siano meno scontri e meno oggetti di potere ... un gioco fantasy basato su D&D non avrebbe succo ... In effetti anche in cartaceo basterebbe giocare spesso diverse sessioni per ottenere personaggi potenti che altrimenti si hanno solo dopo ANNI di gioco (ma che in realtà sono 1 o 2 mesi di avventura :D )...

Quindi o qualche produttore tira fuori il gioco genialata, IMHO, oppure ci teniamo il gioco con mostri > oggetti > avanzamento di livello (condito con dialoghi certo :rolleyes: ) ... ed io non la trovo nemmeno così malvagia questa ipotesi

super_stoppino
29-10-2003, 09.32.54
Originally posted by illoca
No non sto’ parlando dell’inter con l’arrivo di Zac…

Sto’ parlando che nei gdr si diventa troppo forti rispetto al tempo riferito al gioco che è passato.

Faccio un esempio, si parte come contadino e dopo un mese (nel gioco) si è la persona + forte della terra…
Questo vale per morro, gothic ma soprattutto per i giochi basati sulle regole d&d in quanto ci sono dei riferimenti ben precisi riferiti ai livelli (esempio un re è un guerriero di circa 11 livello…)

Ora proviamo a pensare quanti anni di avventure ci vogliono per diventare una delle persone + forti… (da qualsiasi lato magia forza ecc…)

Questa secondo me è sempre stata una delle piu’ grosse incongruenze dei gdr…

Altro esempio che mette altra carne al fuoco sotto un altro aspetto…
In Torment solo parlando si diventa di 11° liv e passa, uno degli “uomini” + potenti dei piani nel giro di…. 1 mese?
Spesso la distribuzione dei px è troppa a favore del gameplay…
Sblocchi un dialogo e ottieni 130.000 px !!!
Ma neanche il pilota dell’aereo che sgancio’ la bomba nucleare di hiroshyma ha ottenuto 130.000 px!!!
(battuta che potevo evitare…)

Concludo questa riflessione con delle proposte…
Non si potrebbe giustificare il passaggio di livelli con intermezzi filmati sul passaggio di tempo o semplicemente arrivare fino al 6°-7° livello
(naturalmente la trama deve sopperire al divertimento mancato dal castare un tempestone di fulmini o una spadata da 1000 punti di danno).
Bisogna sempre diventare il piu’ forte del gioco in un mese ???

Ahem, questo 3d è inutile, lo sai bene perchè, oramai anche i gdr sono fatti per essere consumati velocemente e la crescita della propria potenza deve essere per forza logaritmica, altrimenti gli actionjackson che hanno invaso anche questa fascia non sborseranno più un cent per un gdr.
Torment è un fatto a parte ed è stato scritto dal vate Dante in persona, cito una sua massima che descrive il gioco: "fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza".

Grazie a tutti, evitate l'applauso, non son qui su questa terra per raccogliere consensi, ma solo per far germinare nelle vostre giovani menti il seme della ragione :D :birra:

illoca
29-10-2003, 09.47.46
Originally posted by gaberh
posso essere d'accordo con te in linea generale.
non su Torment.
il nameless one è un immortale: ha già visto, imparato, vissuto, tromb...ehmmm tutto quello che poteva fare.
ha solo perso la memoria di quello che era stato...
nel suo caso più che acquisto di esperienza si tratta di far venire alla memoria quello che sapeva già...


Per me invece è la stessa cosa, perchè parti guerriero di 3° e arrivi 11° e passa con i px che normalmente le quest Ti danno e per i px dei ricordi non è che Ti aiutano a ricordare qualche abilita' speciale che avevi (2-3 casi si) ma Ti danno 130.000 px che Ti fanno passare di livello.
Domanda... Coi ricordi Ti viene in mente che eri un mago di 13° livello??? (in ogni vita eri qualcosa di diverso)

@Black
E' vero il passaggio di liv. è la cosa che piace di + in genere ai giocatori di gdr*, ma pensa a quanti pg Divini ci dovrebbero essere nel giro di pochi mesi se diventano tutti cosi' forti svolgendo nientaltro che missioni che se vogliamo ben vedere non giustificano questo sviluppo del pg.

*a me non me ne frega un caxxo anche col mio gruppo mi diverto di + con pg di liv. basso perchè devi ingegnarti a risolvere quest + grosse di Te come quando abbiamo "ucciso" un lich al 2° liv.:notooth:

illoca
29-10-2003, 09.53.38
Originally posted by super_stoppino
Ahem, questo 3d è inutile, lo sai bene perchè, oramai anche i gdr sono fatti per essere consumati velocemente e la crescita della propria potenza deve essere per forza logaritmica, altrimenti gli actionjackson che hanno invaso anche questa fascia non sborseranno più un cent per un gdr.

Verissimo ma se accetti tacitamente queste cose senza dire la Tua
diventi uno di loro...:azz:

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 10.06.10
Illoca sta discussione la abbiamo fatta ieri e non sto ad arrgomentarti dinuovo tutto, ma ti ripeto, senza l'avanzamento di livello le missioni da fare diventerebbero monotone e ripetitive, perche un povero DM è limitato se si ritrova PG di 1 livello: le missioni non possono essere importanti, cioè non possono coinvolgere gente illustre dell'ambientazione, perche come è logico se mi metto contro un potente, quest'ultimo mi fa come minimo uccidere. Le avventure possono essere quasi nulla basate sul combattimento perche con 10 pf ti uccide anche un golblin se vanno male 2 tiri di dado. Oltre al fatto che, per come la vedo io, D&D cartaceo non passi come nei videogiochi: cioè nei videogiochi dal 1 al 2 livello, ci metti quasi lo stesso tempo che da 9 al 10 metre un bravo GM fa moltiplicare il trempo di "attesa". Oltre al fatto che se sei di alto livello, glie errori di valutazione o altro li paghi salati, perche hai le spalle larghe per prenderti le responsabilità delle azioni, mentre ai primi livelli GIUSTAMENTE se condotto un po per mano. COncludo col ridirti quello che ti ho detto ieri: famo delle classi di prestigio che significa: piu vantaggi quando passi di livello, MOLTI piu PX per passare di livello.
Io il vampiro che avevo fatto pèr arrivare dal 10 al 11 ci volgiono 500.000 px, ti sfido a farli in 2 sessioni di gioco!!!! s ci riesci vuol dire che il DM è un cane a masterizzare.

super_stoppino
29-10-2003, 10.09.10
Originally posted by illoca
Verissimo ma se accetti tacitamente queste cose senza dire la Tua
diventi uno di loro...:azz:

Giusto, infatti la mia era anche una forma ironica di protesta, mannaggia non si è capito affatto :azz:

Ma davvero avete fatto fuori un lich al 2 lvl? E come era composto il party, se è lecito chiedere? Da paperinik, diabolik, cattivik e superciuk? Ah ah ah, coff coff, mi sto strozzando per quanto sono spiritoso :D :angel2:

illoca
29-10-2003, 10.14.14
Morghot gia' ieri sera Ti ho dato ragione su quello che dici, volevo solo far notare l'incongruenza (a parer mio enorme) con il tempo passato per raggiungere tali livelli...

@Stopp l'avevo capito...

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 10.16.18
il lich non è che lo abbiamo ucciso noi, avevamo l'aiuto di un arcidruido che ha schermato l'entrata alla tana dell'lich, con noi dentro e lo ha ucciso l'arcidruido.... noi ci siamo limitati a predere il filatterio e portarlo a chi di dovere per distruggerlo... infatti i px per il lich non li abbiamo presi.

illoca
29-10-2003, 11.16.58
Infatti ho scritto "ucciso" ...
Ma senza la nostra idea di far schermare all'arcidruido la sua tana (con noi dentro) quando usciva di notte a raccattare cadaveri in maniera che si indebolisse al sole cosicche' sempre "l'arci" riuscisse a fargli il paiolo, il lich era ancora "vivo e vegeto"

Ed eravamo al 2° livello incontrando creature di alto rango, questo a dimostrazione che i livelli servono fino a un certo punto ma la trama e l'ingegno sono piu' importanti.

Pero' forse a molti piace di + prenderlo a spadate o a "fairebollate" al 15° livello

BlackLinX
29-10-2003, 11.17.12
Originally posted by illoca
[cut...]

@Black
E' vero il passaggio di liv. è la cosa che piace di + in genere ai giocatori di gdr*, ma pensa a quanti pg Divini ci dovrebbero essere nel giro di pochi mesi se diventano tutti cosi' forti svolgendo nientaltro che missioni che se vogliamo ben vedere non giustificano questo sviluppo del pg.

*a me non me ne frega un caxxo anche col mio gruppo mi diverto di + con pg di liv. basso perchè devi ingegnarti a risolvere quest + grosse di Te come quando abbiamo "ucciso" un lich al 2° liv.:notooth:
ANTEFATTO simpatico :)
Ok, ma PG divini li trovi solo su TOB, altri PG (anche se di 20° livello) non sono divini ma semplicemente EROI ^_^
FINE ANTEFATTO

In effetti solo il PG diventa eroe nel mondo del videogioco, il pensiero che ci siano altre migliaia di eroi è una considerazione commerciale e non di interpretazione ruolistica, condividi? :D

Per il PG, esso stesso è l'unico eroe (assieme ad un eventuale gruppo o a NPC inseriti nella trama) nella vicenda in cui "vive".

Le missioni sono giocoforza parte facendo dell'avventura del videogioco ... attenendosi soltanto alla trama principale si perde di spessore ed inoltre sarà, ad un certo punto, impossibile continuare perchè il gioco stesso richiede che si diventi più forti.

Anche io in D&D mi diverto con personaggi medio bassi, ma vuoi mettere il livello interpretativo di una sessione live con quello di un PG videogiocato?!? :D

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 11.23.52
Originally posted by illoca
Infatti ho scritto "ucciso" ...
Ma senza la nostra idea di far schermare all'arcidruido la sua tana (con noi dentro) quando usciva di notte a raccattare cadaveri in maniera che si indebolisse al sole cosicche' sempre "l'arci" riuscisse a fargli il paiolo, il lich era ancora "vivo e vegeto"

Ed eravamo al 2° livello incontrando creature di alto rango, questo a dimostrazione che i livelli servono fino a un certo punto ma la trama e l'ingegno sono piu' importanti.

Pero' forse a molti piace di + prenderlo a spadate o a "fairebollate" al 15° livello

CICCIO QUI TI SBAGLI E ANCHE DI GROSSO, perche a parte che il lich NON viene danneggiato dal sole ma la inserita Davide per aiutarci;)
e se voleva usare bene il lich noi saremmo stati uccisi quindi vai piano col dire "con l'ingegno fai quello che vuoi" perche non è vero... al massimo puoi dire " se fai una cosa geniale il GM potrebbe favorirti" ma ti ripeto, la parte col lich non è stata molto veriitiera ma un forzata perche se non col CAZZO che lo uccidavamo. IL fatto è che li Davide ci ha favoriti enormemente infatti i px del lich non li abbiamo presi anche per quello.

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 11.30.45
La differenza caro Illoca che ti sfugge è questa: hai primi livelli se non si fanno cazzare palesi il "fato"(DM) è dalla tua parte e fa in modo + o - che le cose filino lisce. Alla fine devi diventare un eroe;) Quindi se fai le cose piu o meno giuste lui ti avvantaggia.
Dal 4-5 in poi se fai cazzate, se fai cose incolplete o altro tutto ti cade sulle spalle e se non stai attento ti ritrovi tutti contro. Dal 4-5 livello inizi a fallire, le quest che ti da sono coplicate e lui non ti da aiuti. Se sbagli paghi.

illoca
29-10-2003, 11.32.40
Mi sono limitato a citare gli eventi...
Lo so anche io che il Dm ci ha aiutato...
Lo scopo era comunque evidenziare che con l'ingegno superi il limite dei bassi livelli... (vai oltre il singolo esempio...)
... e senza raggiungere liv. alti si possono fare lo stesso grandi cose...

Pensi sia impossibile fare un gioco bellissimo senza far raggiungere al proprio pg il 3°-4° liv???

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 11.38.17
si, perche il livello non è un insieme di numeri: sono le conoscenze delle pèersone, dell'ambiente e una miriade di cose in +... è come se un diplomato facesse il lavoro di un laureato per farmi capire... oltre al fatto che l'errore di fondo è che interpretare un personaggio di 1 livello e uno di 10 è estremamente differente: un pg di 1 livello non puo, non deve, non ha le capacita, di risolvere problemi, conflitti, inghippi che puo affrontare uno di 10... mi rifaccio al tuo esempio del lich: i nostri cari pg NON POTEVANO SAPERE LE DEBOLEZZE DEL LICH E TEORICAMENTE IL SOLO FATTO DI SAPERE CHE LI C'ERA UYN LICH LI AVREBBE DOVUTI FAR SCAPPARE A GAMBE LEVATE SE DOVEVAMO INTERPRETARE BENE I PERSONAGGI!!!

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 11.43.18
mettila cosi: certe cose, certe idee un personaggio non puo semplicemente pensarle, anche se a te giocatore vengono in mente caput??
ti ripeto tu fai L'ENORME, GIGANTESCO errore di vedere l'avanzamento di livcello solo come una capacità di fare piu male all'avversario invece e ben altro che la mera forza fisica. E' al capacita di giudizio, la capacita di inquadrare di piu il problema nel contesto e altro. Se vuoi un metro di paragone confrontalo alla reale differenza che c'e tra uno di 16anni e uno di 28anni: è solo la forza fisica che differsce le due persone o lesperienza di vita???

Brunus
29-10-2003, 11.53.32
Secondo me il problema è che fate troppo riferimento a D&D per interpretare i livelli.
Skree direbbe (mio dio, ma dov'è?) che l'avanzamento di D&D fa cagare (forse direbbe di peggio), ma non ha tutti i torti.
Ci vorrebbe un avanzamento tipo quello dei TES (o anche quello di Call of Cthulhu ), ma con varie modifiche.

Punti ferita? sempre quelli

Nuovi incantesimi? Se c'è chi li insegna e se si hanno i requisiti

Aumento abilità? Se le si usa

Aumento caratteristiche? vedi sopra

Abilità di classe? pratica (dai la cera, togli la cera). Si parte con tutte le abilità di classe, ma che all'inizio fanno cagare. Col tempo e la pratica le abilità si migliorano ed evolvono in nuove abilità (Es: accattivare, charmare, raggirare, ipnotizzare, convincere, sottomettere, controllare...)

Conoscenze PG/Player? Ci vuole un BUON master....

illoca
29-10-2003, 11.54.27
1° La missione era da pseudo ladri e consisteva di entrare nella tana una volta che era uscito
2° il lich dovevamo cercare di non incontrarlo nemmeno e cosi' abbiamo fatto (se ti ricordi abbiamo assistito solo allo scontro con il druido).
3° hai intelligenza 19 sei uno dei maghi necromanti + intelligenti di morrowind vuoi non conoscere le debolezze di un lich???
Io ho fatto solo 2+2 e ho tirato fuori l'idea di chiuderlo fuori tutto qua
4° la storia del sole riguardava solo l'arcidruido (non so perche' il dm l'ha tirata fuori)
(Onestamente non so chi e' + forte se un arcidruido con i suoi campioni o un lich)

Per l'esempio che hai fatto riguardo rapporto ragionamento/livello mi puo' star bene pero' vorrebbe dire fare meri combattimenti fino al 5° livello???

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 12.02.41
boo nin so cosa dirvi a sto punto...
Si possono fare migliaia di modifiche in base a come si pensa sia giusto interpretare l'avanzamento di livello, basta mettersi d'accordo. Per i pf non possono rimanere sempre gli stessi. Le caratteristiche sareio acnhe favorevole a farle migliorare utilizzandole, ma c'e il rischio di MAcrarle per farle salire e renderebbe la cosa stupida. Gli incantesiami in D&D li casti gia SOLO se te li insegnano e hai i requisiti

Brunus
29-10-2003, 12.15.11
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Per i pf non possono rimanere sempre gli stessi.

Perchè no? una spadata ben assestata stacca un braccio sia al bamboccio che all'eroe. La differenza sta nel fatto che l'eroe non la prende la spadata ben assestata, o se la prende, di sfriscio, al massimo si ferisce. Vuoi l'esempio pratico?
Dai una martellata in testa a Paolo Brosio e una a Schwarzenegger. Vuoi vedere che si rompono tutte e due le teste? Il fatto è dargliela la martellata a uno come Schwarzy...
Certo, se l'aumento di livello comporta anche l'aumento smisurato delle dimensioni corporee....


Originally posted by Morgoth_the_Valar
Gli incantesiami in D&D li casti gia SOLO se te li insegnano e hai i requisiti

Si, ma tra i requisiti c'è il livello... nel mio metodo il livello non esiste! :D

BlackLinX
29-10-2003, 12.19.07
Originally posted by Brunus
Secondo me il problema è che fate troppo riferimento a D&D per interpretare i livelli.
Skree direbbe (mio dio, ma dov'è?) che l'avanzamento di D&D fa cagare (forse direbbe di peggio), ma non ha tutti i torti.
Ci vorrebbe un avanzamento tipo quello dei TES (o anche quello di Call of Cthulhu ), ma con varie modifiche.

Punti ferita? sempre quelli

Nuovi incantesimi? Se c'è chi li insegna e se si hanno i requisiti

Aumento abilità? Se le si usa

Aumento caratteristiche? vedi sopra

Abilità di classe? pratica (dai la cera, togli la cera). Si parte con tutte le abilità di classe, ma che all'inizio fanno cagare. Col tempo e la pratica le abilità si migliorano ed evolvono in nuove abilità (Es: accattivare, charmare, raggirare, ipnotizzare, convincere, sottomettere, controllare...)

Conoscenze PG/Player? Ci vuole un BUON master....

Sicuramente suggerisci dei buoni metodi. Molti giocatori hanno addattato il D&D eroico ad un D&D più "realistico" ottendendo un buon risultato... Ma sicuramente ne perdi il gameplay..

Lo dico per esperienza, di fatti sebbene si possa stabilire che il sistema di punti ferita sia una cagata (e lo è, in chiave realistica) è una buona regola per giocare con il sistema D20... In alternativa si può ampliare il sistema a "n" tabelle (magari con uso del mittico D100 oppure del meno mittico ma sempre figatoso D% :D ) dove consultare l'entità di danno e realismo .. molto splatter ma efficace ;) (ma mooootlo lungo da applicare).

E si potrebbe parlarne per ore ed ore, anche in merito agli altri punti :)
Ma il punto rimane che il sistema di gioco D20 è un sistema eroico basato su un avanzamento leguleio ( :D ) e su "rigide" statistiche. Come questo lo sono altri sistemi, ma NON tutti ... alloer c'è da chiedersi perchè non venga usato Call of Cthulhu nei GdR per PC?! ;)

Walker_Boh
29-10-2003, 12.58.10
Dunque non dimentichiamoci che il videogioco ci impone di per sè un limite temporale, quindi è scontato che i passaggi di livello e la crescita del pg (che cmq la si veda è uno degli aspetti fondamentali del gdr) avvengano a velocità che può apparire supersonica ripetto alla realtà.

Poi sono d'accordissimo con brunus sul fatto che non si deve vedere l'aumento solo come crescita delle caratteristiche instile "se prima ammazzavo un goblin adesso accoppo un golem" (anche se ci sono giocacci che ti obbligano a vederla solo così).

Insomma posto che va realizzata bene e nel modo più realistico possibile (es. vado a cacciare -> imparo a cacciare) la crescita del personaggio è qualcosa di imprenscindibile.

Certo poi sarebbe un sogno vedere un gdr nel quale fai, che so, il bottegaio e la tua crescita d'esperienza si associa al saper accordare meglio un mandolino o a suolare meglio una scarpa o a produrre pane di maggior qualità e varietà.
Purtroppo abbiamo in mente rpg nel quele bene o mele bisogna rapportare la crescita del pg alla necessità di combattere e poco altro.
Per questo mi attirava l'idea per esempio di Spells Of Gold, anche se temo sia un fuoco di paglia...
:birra:

Brunus
29-10-2003, 13.52.41
Originally posted by BlackLinX
In alternativa si può ampliare il sistema a "n" tabelle (magari con uso del mittico D100 oppure del meno mittico ma sempre figatoso D% :D ) dove consultare l'entità di danno e realismo .. molto splatter ma efficace ;) (ma mooootlo lungo da applicare).

Stiamo parlando del cartaceo, vero? Perchè il computer ci mette un attimo a fare i conti...


Originally posted by BlackLinX
Ma il punto rimane che il sistema di gioco D20 è un sistema eroico basato su un avanzamento leguleio ( :D )

ehm... temo di non sapere cosa significhi... :p

Walker ha ragione, per forza di cose il VG si muove su parametri diversi dal PnP. La mia idea infatti non prevede un cambiamento nei tempi, ma nei modi.
Senza un indicatore esplicito (quale è il Livello) del potere del personaggio, non si dovrebbe avere più quel senso di onnipotenza.

L'azione eroica?




.
.
.
Prendete Eowin e Angmar. Pensate che se il duello fosse durato 1 o 2 round in più, la poveretta sarebbe sopravvissuta?
.
.
.


L'eroe non è quello che si butta corpo a corpo col drago e lo prende a schiaffi (pare vero? al primo morso il drago se lo mangia), ma è quello che ha l'ardire di farlo. Se il fato vorrà, riuscira con un bel colpo di culo ad ammazzarlo subito, o al massimo ad evitare il soffio, ma da qui a dire che l'eroe è più forte del drago.... questo non dovrebbe avvenire mai.

illoca
29-10-2003, 13.54.44
Mi sa che siamo tutti usciti OT...:D

Morgoth_the_Valar
29-10-2003, 14.00.17
bhe secondo me cmq il metodo di AD&D non è cosi male, infondo in um modo o nell'altro cbisogna metterle delle regole per far capire che a sto povero PG diventa forte. Il problema è: piu uno tenta di farlo vicino alla "realta" piu regole, tabelle e tiri di dado deve inserire, ma cosi facendo perde l'immediatezza del gioco. Come Girsa che solo per andare a pisciare devi tirare 30 dadi per vedere se quella pisciata fa avvenire un terremoto a qualche km di distanza!

BlackLinX
29-10-2003, 14.14.36
Originally posted by Brunus
Stiamo parlando del cartaceo, vero? Perchè il computer ci mette un attimo a fare i conti...

[cut...]

Già, anche questo è vero :notooth:

ma pensa ad un sistema di gioco realistico...

Compro il gioco (50€ circa), lo scarto con trepidazione, lo installo (2/3 CD per 30/40 minuti), lo setto al meglio, mi pregusto le immagini di installazione e le musiche magatri ... Inizio: creo un PG in 30 minuti (se va bene), ci siamo! E' il gioco giusto perchè ci sto mettendo una vita, wow!! Mi godo 3 filmati di introduzione, capisco che sono un pivellino in cerca di risolvere dei piccoli problemi (perchè dovrei salvere IO il mondo?), inizio il gioco ... ok!

Dopo 10 minuti incontro un goblin, mi taglia un braccio, muoio dissanguato sulla strada di casa ... hehehe ... moooolto realistico, ma scusate ... preferisco TROPPO forte TROPPO presto!! :D :D :D

Walker_Boh
29-10-2003, 14.17.01
Originally posted by BlackLinX
Già, anche questo è vero :notooth:

ma pensa ad un sistema di gioco realistico...

Compro il gioco (50€ circa), lo scarto con trepidazione, lo installo (2/3 CD per 30/40 minuti), lo setto al meglio, mi pregusto le immagini di installazione e le musiche magatri ... Inizio: creo un PG in 30 minuti (se va bene), ci siamo! E' il gioco giusto perchè ci sto mettendo una vita, wow!! Mi godo 3 filmati di introduzione, capisco che sono un pivellino in cerca di risolvere dei piccoli problemi (perchè dovrei salvere IO il mondo?), inizio il gioco ... ok!

Dopo 10 minuti incontro un goblin, mi taglia un braccio, muoio dissanguato sulla strada di casa ... hehehe ... moooolto realistico, ma scusate ... preferisco TROPPO forte TROPPO presto!! :D :D :D

Io invece adorerei un gioco del genere.

Tanto esistono i save o l'inizia partita. ;)

BlackLinX
29-10-2003, 14.28.17
Originally posted by Walker_Boh
Io invece adorerei un gioco del genere.

Tanto esistono i save o l'inizia partita. ;)

io invece non lo adorerei ... pensa se ti fai un PG mago e ti mozzano un dito e non puoi più castare una sacco di magie ... ti tieni quel PG menomato ... il gioco dovrebbe tenerne conto poichè in cartaceo un master sa che tipo di interpretazione dovresti fare ... ma il gioco? Impossibile dai!

Basta un'imboscata con 2/3 arcieri e sei morto perchè una freccia sicuramente basta ed avanza per darti il KO, oppure basta (teoricamente) una malattia per indebolirti a tal punto da non riuscire ad usare la spada ... il gioco alla lugna potrebbe diventare fenomenale oppure un po' stantio ... a meno di non aver la possibilità di interpretazione totale a 360° ed incondizionata imho! :)

(eppoi i saves ... se sono vittima di una mia scelta potrei anche trovarli penosi imho)

Walker_Boh
29-10-2003, 14.32.51
Originally posted by BlackLinX
io invece non lo adorerei ... pensa se ti fai un PG mago e ti mozzano un dito e non puoi più castare una sacco di magie ... ti tieni quel PG menomato ... il gioco dovrebbe tenerne conto poichè in cartaceo un master sa che tipo di interpretazione dovresti fare ... ma il gioco? Impossibile dai!

Basta un'imboscata con 2/3 arcieri e sei morto perchè una freccia sicuramente basta ed avanza per darti il KO, oppure basta (teoricamente) una malattia per indebolirti a tal punto da non riuscire ad usare la spada ... il gioco alla lugna potrebbe diventare fenomenale oppure un po' stantio ... a meno di non aver la possibilità di interpretazione totale a 360° ed incondizionata imho! :)

(eppoi i saves ... se sono vittima di una mia scelta potrei anche trovarli penosi imho)

Stai descrivendo il realismo e la libertà nell'interpretazione :yumm: ma è utopia.

Mi piacerebbe provarlo non c'è dubbio.

Ciò non toglie che sono un sostenitore della crescita del personaggio, cioè gli effetti dell'esperienza che fai si devono vedere e ti devono temprare.
Non mi piacerebbe dopo molto tempo speso a giocare essere ancora una cacchetta incapace, in qualcosa dovrei cmq essere cresciuto e migliorato in modo da superare nemici od ostacoli all'inizio impossibili.

illoca
29-10-2003, 14.41.22
Originally posted by Walker_Boh
Ciò non toglie che sono un sostenitore della crescita del personaggio, cioè gli effetti dell'esperienza che fai si devono vedere e ti devono temprare.
Non mi piacerebbe dopo molto tempo speso a giocare essere ancora una cacchetta incapace, in qualcosa dovrei cmq essere cresciuto e migliorato in modo da superare nemici od ostacoli all'inizio impossibili.

Ok, ma da qui a diventare il pg + forte in circolazione in un mese ce ne passa....

Brunus
29-10-2003, 14.49.21
Originally posted by illoca
Ok, ma da qui a diventare il pg + forte in circolazione in un mese ce ne passa....

Se escludiamo chi gioca per pompare il proprio PG, o chi casta in continuazione per aumentare le abilità (vedi Morrowind), giocando "di ruolo" dopo un mese potrai aver portato al max la forza e l'abilità con la spada, per esempio, ma a incantesimi sei una sola. Il primo mago che ti paralizza ti fa cagare in mano.
Oppure sei un santone della magia, ma il primo ladro che ti coglie di sorpresa ti secca.

Secondo me chi si ritrova ad essere "il dio del gioco", anche dopo 2 anni e non necessariamente in un mese, è perchè un po' dentro è Power Player, ce l'abbiamo un po' tutti nel sangue.


Forse non c'entra niente, ma se nel combattimento contasse di più l'abilità del giocatore oltre a quella del personaggio, forse le cose andrebbero diversamente....

lazydoc
29-10-2003, 15.56.54
Originally posted by Brunus



CUT



Forse non c'entra niente, ma se nel combattimento contasse di più l'abilità del giocatore oltre a quella del personaggio, forse le cose andrebbero diversamente....



alt alt

bene tutto ma questo non mi piace troppo!

il considerare l'abilità "manuale" dell'entità giocatore all'interno di una simulazione di realtà alternativa, crea inevitabilmente una dissonanza con quanto stiamo provando.


nel gioco action devo essere bravo e veloce nel muovere in mio alter ego e abile nell'uso del "topo" e dei "ditini", ma in un gdr il cui scopo per me dovrebbe essere la possibilità di assaporare sensazioni diverse e, fondamentalmente, opposte a quelle che provo nella realtà, io richiedo che il mio pg sia più bravo di me !!

altrimenti la frustazione tende inesorabilmente a crescermi.

per portare un esempio pratico (era un topic che volevo iniziare da un po' ma tant'è!!)

quanto, in opposizione al nostro schema corporeo proiettiamo sul nostro alter ego?

io ad esempio nella realtà ho delle braccia debolissime e, non a caso, i miei pg invece sono irresistibilmente attratti dalle armi a due mani (asce bipenni, spadoni etc) pensate che anche in torment pur avendo alte le caratteristiche di cui ben sappiamo, il mio nameless girovagava comunque con una splendida asciona!!! (che oltre tutto sapeva ben usare!!!)


tutti oggetti che nella realtà avrei grosse difficoltà ad utilizzare!!!!


bye

gaberh
29-10-2003, 16.10.55
Originally posted by lazydoc
alt alt

bene tutto ma questo non mi piace troppo!

il considerare l'abilità "manuale" dell'entità giocatore all'interno di una simulazione di realtà alternativa, crea inevitabilmente una dissonanza con quanto stiamo provando.


nel gioco action devo essere bravo e veloce nel muovere in mio alter ego e abile nell'uso del "topo" e dei "ditini", ma in un gdr il cui scopo per me dovrebbe essere la possibilità di assaporare sensazioni diverse e, fondamentalmente, opposte a quelle che provo nella realtà, io richiedo che il mio pg sia più bravo di me !!

altrimenti la frustazione tende inesorabilmente a crescermi.

per portare un esempio pratico (era un topic che volevo iniziare da un po' ma tant'è!!)

quanto, in opposizione al nostro schema corporeo proiettiamo sul nostro alter ego?

io ad esempio nella realtà ho delle braccia debolissime e, non a caso, i miei pg invece sono irresistibilmente attratti dalle armi a due mani (asce bipenni, spadoni etc) pensate che anche in torment pur avendo alte le caratteristiche di cui ben sappiamo, il mio nameless girovagava comunque con una splendida asciona!!! (che oltre tutto sapeva ben usare!!!)


tutti oggetti che nella realtà avrei grosse difficoltà ad utilizzare!!!!


bye

tu non sei "la Cariatide"...
tu sei "Geremia"...

io, come ben sai, ho invece problemi di deambulazione
;)

.Commodo.
29-10-2003, 19.53.18
Originally posted by Brunus



Forse non c'entra niente, ma se nel combattimento contasse di più l'abilità del giocatore oltre a quella del personaggio, forse le cose andrebbero diversamente....
[/B]


Tipo il castaggio delle magie in Arx?

Brunus
30-10-2003, 00.16.15
Originally posted by .Commodo.
Tipo il castaggio delle magie in Arx?

Tipo, ma non proprio.
Per abilità del giocatore, non intendo solo 'abilità manuale', ma l'intuizione delle scelte giuste.
Prendiamo Diablo (ehi! Fermi, fermi! Ahia! E' solo per fare un esempio! acc...)
L'abilità del giocatore nei combattimenti consiste nella rapidità di movimento della falange sul mouse.
In Diablo II (no, dai... basta! ve l'ho detto! E' un esempio!) al giocatore viene concessa per grazia di dio la possibilità di intervenire scegliendo l'abilità del personaggio più appropriata al momento.
Non mi vorrete mica dire che non si può fare di più?
Qualcosa che dipende dal giocatore, ma che può cambiare le sorti dello scontro. Che so, un attacco in massa invece di un'imboscata, l'uso di una formazione piuttosto che un'altra, usare colpi rapidi e a casaccio invece che colpi lenti e precisi, mirare ad un arto, combattere in movimento invece che sul posto, accerchiare il nemico o indietreggiare, attirarlo in una gola dove lo aspettano arcieri sui lati, ecc...

Sto giocando a Baldur's Gate (sono appena entrato nelle miniere). A parte il party e la possibilità per ogni membro di scegliere tra melee, ranged e cast, non è che il combattimento sia molto diverso da Dia... ehm... quello là. Almeno però non devo cliccare all'infinito :)

Però siamo tornati OT!
Si parlava di livelli....

braga81
30-10-2003, 11.06.11
Originally posted by illoca
Ma neanche il pilota dell’aereo che sgancio’ la bomba nucleare di hiroshyma ha ottenuto 130.000 px!!!
(battuta che potevo evitare…)


battuta MOOLTO infelice

illoca
30-10-2003, 11.29.10
Originally posted by braga81
battuta MOOLTO infelice

Braga, per rimediare non faro' crudi esempi sul quando ho ricevuto 350.000 px per aver parlato con la pila di teschi nell'avernus...

braga81
30-10-2003, 11.37.30
Originally posted by illoca
Braga, per rimediare non faro' crudi esempi sul quando ho ricevuto 350.000 px per aver parlato con la pila di teschi nell'avernus...

no problem illoca:) è solo che per certe cose sono molto SENSIBILE.

illoca
30-10-2003, 11.49.27
Non vedo un Tuo commento al topic e neanche quello di Commodo che l'aveva promesso... ci tengo

Siamo un po' usciti dal topic soprattutto per colpa mia e di Morghot che abbiamo traslato l'argomento sul cartaceo, ma la mia intenzione iniziale era di parlare solo ed esclusivamente del rapporto "tempo trascorso/forza pg" nei giochi su pc.

braga81
30-10-2003, 11.59.17
La realtà imporrebbe un lungo tempo per diventare maestri di spada, ascia, mazze ferrate, arco. Inoltre immagino che per diventare mago bisognerebbe studiare minimo 5 o 6 anni (come all'università). Inoltre ogni nuovo incantesimo necessiterebbe di almeno 2 o 3 giorni di studio per essere memorizzato dal mago.

Sono d'accordo con illoca, bisognerebbe inserire delle pause temporali che allunghino il tempo NEL gioco e ricreino il trascorrere dei mesi (come minimo).

A tutto questo io aggiungere che per diventare maestro in qualcosa bisognerebbe fare mesi di addestramento speciale e questo DEVE PER FORZA precludere molte quest, rendendo il fattore temporale una cosa reale e tangibile.


O ti chiudi in caserma e diventi il più grande spadaccino del continente o vai in giro a fare il risolvi-quest-vagabondo-avventuriero.
Entrambi insieme no. Vuoi diventare una macchina di morte con la spada? Ok, devi rinunciare ad una decina di side-quest e ad un bel gruzzolo di punti esperienza perchè ti sei SOLAMENTE allenato in quel periodo.

Siete d'accordo con me?

Morgoth_the_Valar
30-10-2003, 12.01.46
ah era questo???
Beh io avevo capito che si parlasse dei giochi cartacei...
Beh nei videogiochi, il tempo secondo me va bene così, che palle sarebbe se fosse lentissimo.... perderrebbe il gusto del gioco; gia per finire un gioco ci si mette circa un mesetto, non ci si puo mettere mica anni!!!! Poi un altro gioco dove sali lentamente è BG1 dove alla fine puoi arrivare max di 7 liv che non è molto.
cmq vuoi un gioco dove il tempo è lentissimo??? gioca a UO (ultimaOnline) e vedi come è lento li!!!! solo che finche non hai una certa potenza sei una cacca soprattutto nel PvP (player VS player) anche se puoi amortizzare questa carenza con la bravura nell'usare il pg.
Cmq secondo me è piu utile sia a livello pratico che di discussione in se,parlare di come si puo migliorare il cartaceo, perche i viedeogiochi non li facciamo noi, quindi è una discussione che cmq non porta a nulla :)

p.s: Illoca si gioca sta settimana vero??? VEROOOO????? AHHHHAHAHAHAHHHHH VEROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!

Morgoth_the_Valar
30-10-2003, 12.07.52
vi ripeto un gioco in sigle non puo offrire una cosa di questo tipo perche diventerebbe monotono. Non Per battere lo stesso chiodo ma in ultima c'e quello che dite voi: ci sono accademie gestite da gente reale che ti aiuta a far salire le skill e a imparare ad usare il personaggio. devi lavorare per mantenerti, devi andare a mostri per poterti procurare certe oggetti, o vai nei mercati (sia nel gioco che nel forum apposito) e compri\vendi quello che vuoi. Per avere da un gioco quello che voi chiedete deve PER FORZA essere Online perche la presenza di persone reali fa spaziare il gioco in ogni campo pensabile.

illoca
30-10-2003, 13.34.17
Morghot, non ho detto che un gioco deve durare anni...
Ho detto che ci vuole un filmato o addirittura un blocco dei livelli per giustificare il progredire delle capacita' o per evitare di essere troppo forti in cosi' poco tempo per rendere + credibile l'avventura.
(se avete altri esempi...)
Non male anche l'esempio di accademie o persone che allenano pero' evidenziando che passa un po' di tempo (non come in MW).

P.s. Sul fatto che non porta a nulla non interessa è bello sapere i vari punti di vista.

P.P.s. Morghot Dom pom + lun sera....
La Tua firma è un messaggio subliminale per prepararmi alla Tua vampirizzazione???

Morgoth_the_Valar
30-10-2003, 14.16.36
NOn so se hai pensato che le accademie era un esempio di come potrebbe essere, ma è come è UO nella realtà.

Cmq se ho capito bene tu dici che nel gioco ci dovrebbero essere delle dissolvenze che facciano passare 1 anno ad esempio motivandolo con un allenamento (ad esempio il primo che mi viene in mente, in Gothic, quando vai a imparare dal necromante potrebbero inserire una dissolvenza, con magari una prova veloce (da giocare) del momento saliente dell'allenamento) giusto???

BENE PER DOMENICA E LUNIDì

ps: si è un messaggio saubliminale, perche Vampiro è bello e nn vedo l'ora di diventarlo (per chi non lo avesse capito mi riferisco a AD&D non è che sto vaneggiando :look: )

Ps2: Vuoi scrivere bene il mio nome mettendo l'H al posto giusto
:grr: ... mancare di rispertto a un personaggio mitico della letteratura Tolkeniana è un abominio.

Phanheir
30-10-2003, 15.36.53
Originally posted by Brunus
Punti ferita? sempre quelli

Non è male come idea... del resto in Star Wars (cartaceo!) che si basa sul d20 si parla di vitality e di health (se non ricordo male). La prima è una sorta di "scudo", la propria capacità a schivare i colpi, ad assorbirli e si basa sulla DEX e su talenti vari (es. il mio pg ha Martial Arts Defensive, acquista bonus di vitality...); la seconda è la "vita" vera e propria, che non è altro che il punteggio di COS: viene intaccata quando finisce la vitality o quando il pg subisce colpi critici (in effetti un colpo "ben assestato" è difficile da evitare! :) ).

Buon utilizzo. Forse applicabile anche ai videogiochi.



Nuovi incantesimi? Se c'è chi li insegna e se si hanno i requisiti

Anche per questo concordo, sia in cartaceo, sia in VG... a patto che si tratti di un Mago e non di uno Stregone, il quale attinge direttamente alla trama magica, una volta che le sue capacità di concentrazione (chiamiamole così) aumentano.
In questo caso, nel VG, al passaggio di livello, per acquisire nuovi inc ci si deve recare in una scuola di magia, o incontrare un mago disposto ad insegnarti (mi ricorda Torment...)


Aumento abilità? Se le si usa

Aumento caratteristiche?

Tipo Morrowind... mmm... anche su questo concorderei, ma... ci perde in giocabilità... parlando Commercialmente, solo i veri appassionati tollererebbero un gioco dove non puoi decidere come farti il tuo pg... :rolleyes:
Una cosa del genere è più bella, e anche ben giocabile, nel cartaceo! Ma in VG...

illoca
30-10-2003, 16.49.40
Originally posted by Morgoth_the_Valar
Cmq se ho capito bene tu dici che nel gioco ci dovrebbero essere delle dissolvenze che facciano passare 1 anno ad esempio motivandolo con un allenamento (ad esempio il primo che mi viene in mente, in Gothic, quando vai a imparare dal necromante potrebbero inserire una dissolvenza, con magari una prova veloce (da giocare) del momento saliente dell'allenamento) giusto???


Esattamente...
Chissa' come Ti è venuta in mente l'esempio della prova da superare...
Sarebbe reale per verificare se hai appreso quello che Ti è stato insegnato.
L'esempio + calzante è quello di Torment per gli insegnamenti di Zerthimon dove rispondi correttamente SE SEI IN GRADO di rispondere correttamente.

.Commodo.
30-10-2003, 19.47.26
Originally posted by illoca
No non sto’ parlando dell’inter con l’arrivo di Zac…

Sto’ parlando che nei gdr si diventa troppo forti rispetto al tempo riferito al gioco che è passato.

Faccio un esempio, si parte come contadino e dopo un mese (nel gioco) si è la persona + forte della terra…
Questo vale per morro, gothic ma soprattutto per i giochi basati sulle regole d&d in quanto ci sono dei riferimenti ben precisi riferiti ai livelli (esempio un re è un guerriero di circa 11 livello…)

Ora proviamo a pensare quanti anni di avventure ci vogliono per diventare una delle persone + forti… (da qualsiasi lato magia forza ecc…)

Questa secondo me è sempre stata una delle piu’ grosse incongruenze dei gdr…

Altro esempio che mette altra carne al fuoco sotto un altro aspetto…
In Torment solo parlando si diventa di 11° liv e passa, uno degli “uomini” + potenti dei piani nel giro di…. 1 mese?
Spesso la distribuzione dei px è troppa a favore del gameplay…
Sblocchi un dialogo e ottieni 130.000 px !!!
Ma neanche il pilota dell’aereo che sgancio’ la bomba nucleare di hiroshyma ha ottenuto 130.000 px!!!
(battuta che potevo evitare…)

Concludo questa riflessione con delle proposte…
Non si potrebbe giustificare il passaggio di livelli con intermezzi filmati sul passaggio di tempo o semplicemente arrivare fino al 6°-7° livello
(naturalmente la trama deve sopperire al divertimento mancato dal castare un tempestone di fulmini o una spadata da 1000 punti di danno).
Bisogna sempre diventare il piu’ forte del gioco in un mese ???


Io non ho niente in contrario all'idea di un rpg dove lo sviluppo del personaggio sia scalare, anzichè esponenziale. Probabilmente hai ragione quando dici che il problema è molto legato ai livelli, che sembrano una sorta di gradini dell'evoluzione molto rigidi, quasi che uno passi tutto d'un tratto da uomo di Neanderthal a uomo sapiens. Eliminando i livelli e consentendo una crescita più graduale, probabilmente si rimedierebbe al problema che hai posto. Non credo sia tanto una questione di diventare troppo forti troppo presto, quanto, come dici anche tu, di evitare i "salti", le fratture creati dagli avanzamenti di livello.
Però, p.e., a me sembra che in Gothic 2 la crescita sia piuttosto graduale, nel senso che all'inizio anche una vespa di fa a fette, poi cominci a uccidere i lupi, poi passi agli orchi ed infine ai draghi, ma tutto per gradi, un pò alla volta, senza che all'improvviso tu ti ritrovi ad essere una specie di superman.
Riguardo a Torment, inoltre, credo che parlare di "forza" sia un pò improprio, nel senso che lì progredisci soprattutto con dialoghi e favella, spesso senza dover alzare le mani e, sinceramente, non è che verso la fine del gioco mi sia sentito di essere diventato una sorta di Einstein.
Comunque, a me pare che quando tu dici "Ora proviamo a pensare quanti anni di avventure ci vogliono per diventare una delle persone + forti… (da qualsiasi lato magia forza ecc)" ragioni con dei parametri di realismo che, imho, spesso mal si adattano ad un rpg. Mi pare un pò lo stesso punto di vista dei sostenitori dello squilibrio ( :Prrr: )

Brunus
30-10-2003, 21.07.10
Originally posted by Phanheir

[...]
Tipo Morrowind... mmm... anche su questo concorderei, ma... ci perde in giocabilità... parlando Commercialmente, solo i veri appassionati tollererebbero un gioco dove non puoi decidere come farti il tuo pg... :rolleyes:
Una cosa del genere è più bella, e anche ben giocabile, nel cartaceo! Ma in VG...

Finalmente qualcuno che ne capisce! :D :birra:

Non sono sicuro della non appetibilità di un gioco simile. Infondo sono tutti aspetti che singolarmente troviamo già in altri titoli.
Il personaggio come vuoi tu, ad esempio, non potresti fartelo neanche a Dungeon Siege, dove l'avanzamento avviene in base alla caratteristica + usata (certo, fa cmq schifo visto che le caratteristiche sono solo 4 e tutte di combat).
Meglio ancora Morrowind, dove almeno non si parte da zero, si ha già una certa indirizzata verso il PG che vogliamo, ma nulla ci vieta di cambiare totalmente strada giocando.

Quello che secondo me stona è il livello vero e proprio.
Ok, uso tutte abilità di forza, mi aumenta la forza, ma perchè all'improvviso?
Anche gli effetti degli incantesimi che hanno la formula tot + tot x lvl non ha senso!
Calcoliamo gli effetti (non necessariamente danni) in base alle abilità magiche, la conoscenza dell'obiettivo, la lucidità del momento e mille altre variabili, tanto non siamo nel cartaceo, fa tutto la CPU!

Se proprio non potete fare a meno della misura della vostra potenza, prendete la somma delle caratteristiche, o delle abilità, o dei capelli in testa, quello che vi pare...

Brunus
30-10-2003, 21.15.29
Originally posted by .Commodo.

[...]
Eliminando i livelli e consentendo una crescita più graduale, probabilmente si rimedierebbe al problema che hai posto. Non credo sia tanto una questione di diventare troppo forti troppo presto, quanto, come dici anche tu, di evitare i "salti", le fratture creati dagli avanzamenti di livello.
[...]


sono proprio la parola che stavo cercando :nice:

zdrenos
30-10-2003, 21.47.45
madonna...uno non fa in tempo a distrarsi un attimo che mi riempite un topic di scritture contabili sul leveling selvaggio e parlate furentemente di combattimento...:D

gaberh
30-10-2003, 22.41.55
Originally posted by zdrenos
madonna...uno non fa in tempo a distrarsi un attimo che mi riempite un topic di scritture contabili sul leveling selvaggio e parlate furentemente di combattimento...:D

secondo me, di nascosto, giocano a diablo
sttttstttt...
parliamo piano...
se si accorgono che li abbiamo sgamati possono diventare pericolosi...

.Commodo.
30-10-2003, 22.47.16
Originally posted by zdrenos
madonna...uno non fa in tempo a distrarsi un attimo che mi riempite un topic di scritture contabili sul leveling selvaggio e parlate furentemente di combattimento...:D


:Prrr:

.Commodo.
30-10-2003, 22.48.04
Originally posted by gaberh
secondo me, di nascosto, giocano a diablo
sttttstttt...
parliamo piano...
se si accorgono che li abbiamo sgamati possono diventare pericolosi...


:Prrr: :Prrr:

gaberh
30-10-2003, 22.52.56
Originally posted by .Commodo.
:Prrr: :Prrr:

dai, voglio fare il serio e tornare ot...

il miglior sistema di avanzamento di un personaggio che abbia visto implementato in un crpg è quello di Ultima on line.
non capisco perchè un gioco con un gameplay così bello e così ricco non sia stato riciclato anche in un single rpg...
poteva essere (con belle quest) il capolavoro di tutti i tempi.

Walker_Boh
31-10-2003, 01.33.50
Originally posted by gaberh
dai, voglio fare il serio e tornare ot...



glielo devo proprio dire perchè vedo che è sistematico: IT.. si dice "it"! Come può tornare dove è già? La senilità.... :rolleyes:

gaberh
31-10-2003, 08.57.39
Originally posted by Walker_Boh
glielo devo proprio dire perchè vedo che è sistematico: IT.. si dice "it"! Come può tornare dove è già? La senilità.... :rolleyes:

senilità?
sei tu un salame...
in un 3d intitolato "Troppo forti troppo presto"...mi sono messo a parlare del miglior sistema di avanzamento di un personaggio...ò
volevo indicare che "dalle cazzate da asilo infantile" ricominciavo a parlare di crpg...

ma che salame...superbo per di più...:rolleyes:

Walker_Boh
31-10-2003, 10.47.32
Originally posted by gaberh
senilità?
sei tu un salame...
in un 3d intitolato "Troppo forti troppo presto"...mi sono messo a parlare del miglior sistema di avanzamento di un personaggio...ò
volevo indicare che "dalle cazzate da asilo infantile" ricominciavo a parlare di crpg...

ma che salame...superbo per di più...:rolleyes:


:king: