PDA

Visualizza versione completa : Storie di ordinaria burocrazia



Mischa
07-10-2003, 14.54.12
Felice abbonato adsl fino a giugno, di punto in bianco mi trovo ad esser un po' meno felice, e soprattutto privo di adsl. Prime telefonate ai call-center dell'assistenza, ore di musichetta d'attesa, per parlare con massimi esperti in grado di rispondere "Il problema è del suo computer, controlli che il modem sia collegato", ma non di realizzare che la domanda era posta nei seguenti termini: "Come è possibile che un modem non funzioni su tre computer diversi, con tre sistemi operativi diversi, da un giorno all'altro, quando fino al giorno prima funzionava perfettamente?". Dopo giorni di allegri siparietti di questo genere, finalmente al ventilato annuncio di missiva da avvocato e disdetta contratto, si fa vivo il deus ex-machina (wow, un responsabile! esistono davvero, allora!), il quale molto gentilmente dopo aver spiegato che il problema è effettivamente del modem, e che la nostra non è la prima richiesta, ci offre sostituzione gratuita del suddetto con router adsl ethernet. Conferma dell'esecuzione dell'ordine arriva via e-mail, in data 5 agosto. Da allora, nessuna notizia. Altri giorni a cercar di parlare con qualcuno, solleciti effettuati il 29 settembre, il primo di ottobre, il 3 di ottobre, parlando qualche minuto tra le ore di attese e musichette con gente di amministrazione, di assistenza adsl, di nonsisachecazzo, che tutte le volte immancabilmente comunica con estrema cortesia come il problema non dipenda dal loro ufficio ma da uno degli altri a caso, e non sia possibile in alcun modo scoprire di cosa si tratti.

Mischa
07-10-2003, 14.55.04
Il 4 di Ottobre (sabato mattina) trovo appiccicato al muro di casa sotto i citofoni un avviso di mancata consegna, riportante i dati della filiale SDA di Torino. Dal momento che non attendo nessun pacco (via corriere o meno), deduco trattarsi del mio router: gioia! Gaudio! Tripudio! L'avviso non riporta in alcun modo i dati del secondo passaggio del corriere: a questo punto, seguo il cortese invito a contattarli telefonicamente. E spendo inutilmente decine di minuti, visto che non risponde nessuno. Lunedì, imbaldanzito, riprovo: risultato, tre ore (non esagerando) spese ad ascoltar musichette e voci che pregano di restar in attesa per non perdere la priorità. Non demordo (lo so, lo so: no comment, plz, sulla mia ingenuità), e martedì (oggi) mi attacco al telefono a partire dalle 9. Verso le 11 una gentile signorina alza la cornetta, chiede due-tre dati, dopodiché sempre molto gentilmente mi ripiazza in attesa e la chiamata viene interrotta. Che faccio, insisto? Ovvio che sì. Prendo la macchina, mi fiondo in tangenziale, e dopo una ventina di km entro sorridente nella filiale, presentando il mio tagliandino. Spiego la situazione, e un tizio mi fa: "certo che non le rispondono, non ci sono operatori" (allora a che cazzo serve il numero di tel?). Dopo aver digitato a monitor il numero di spedizione, realizza che non corrisponde ad alcuna consegna: videata nera, nessun dato. Un fantasma. Prende dunque il tagliandino, chiama il corriere che si occupa della mia zona e che è passato sabato: si ricorda del pacco, è sicuro di non averlo depositato in giacenza presso un ufficio postale. E fuori uno. Ok, chiama i corrieri che seguono la zona oggi: nessuno ha a bordo il mio pacco. E due. "Allora, sarà in giacenza qui!" si illumina il genio, e detto fatto sparisce per tre quarti d'ora (dove, non si sa). Quando infine si ripresenta, la sua battuta di ingresso è: "Senta, io non so che farci, parli con la signorina lì, è lei che si occupa di queste cose, io non ho tempo da perdere!" e risparisce. Eseguo, e mi presento alla "signorina lì". La quale con massima soavità mi dice "Le faremo sapere, arrivederci" senza neanche guardarmi in faccia. Le chiedo cortesemente chi sia il responsabile a cui indirizzare la lettera del mio avvocato, mi dà come risposta il numero verde delle poste italiane. Torno quindi a casa e telefono: le poste italiane come prima cosa provano a darmi il numero dell'SDA, al che gentilissimamente urlo alla tizia che ci sono appena stato, quale sia stato il risultato dell'incontro, e le spiego dettagliatamente cosa fare del suggerimento a chiamarli. Tale gioioso modo di comunicare sembra accender in lei una scintilla, per cui salta fuori che il pacco potrebbe effettivamente esser finito in giacenza presso il mio ufficio postale di zona. La tizia provvede a fornirmi il numero. Contatto tale numero, e mi dicono che loro non si occupano di tale servizio da anni. Mi passano altro numero, cui risponde un ufficio del tribunale (non si sa bene perché), e mi invitano a chiamare altro ufficio. Chiamo tale ufficio, che mi dice, trattandosi di numero errato, che mi passerà quello di competenza (in via eccezionale, visto che non spetterebbe a loro). Finalmente, parlo con un gentile signore, che mi spiega come i pacchi in giacenza loro li ricevano dopo tre giorni lavorativi dalla mancata consegna, quindi sabato da scartare (ma allora che cazzo ci faceva il corriere di sabato mattina dalle mie parti?), lunedì da scartare, e oggi da scartare (superfluo chiedersi dove finiscano in questi tre giorni i pacchi simili, probabilmente in una distorsione spazio-temporale). A questo punto, gli chiedo quando potrò richiamare per aver notizie, e mi dice: "Faccia che passare, perché io al telefono rispondo di rado, in genere sto allo sportello: se poi telefona e non le rispondo, non se la prenda, è scelta sua". Non ho avuto cuore di offender il suo dignitosissimo culo di impiegato spiegandogli che ho la macchina a riparare non si sa fino a quando. Ho riappeso con una calma, serena consapevolezza: prima o poi, tutte queste persone dovranno ricevere un pacco o una lettera. Probabilmente quel giorno non saranno in casa. Probabilmente quel pacco o lettera farà la stessa fine di questo. Spero solo che contenga il risultato del loro ultimo esame medico... e che sia positivo.

ricchi
07-10-2003, 15.00.17
odissea, ma direi che nn sei il primo.....

leggi qua sui disservizi dell'adsl (spt wind/infostrada)

http://forum.html.it/forum/forumdisplay.php?forumid=13

krafen
07-10-2003, 15.00.51
Fatti un altro abbonamento

BESTIA_kPk
07-10-2003, 15.05.17
Se hai le palle, i soldi e il tempo, avvocato.

Altrimenti due possibilità:
- ira profonda
- pacatezza

Da somministrare nelle giuste dosi a ciascuno dei tuoi interloqumerde.

A due o tre di quei casi lì... io avrei sfanculato :azz:
... si mi dica il suo nome, non la mando a fanculo ma chiedo al suo superiore se ha seguito nel modo previsto la procedura... sa com'è...

Khorne
07-10-2003, 15.05.43
Cambia nazione. L'Italia fa male al fegato :asd:

krafen
07-10-2003, 15.09.01
Cmq i migliori abbonamenti sono Virgilio e Alice, problemi quasi zero.

Virgilio costa meno :p

Zeus
07-10-2003, 15.10.25
Originally posted by Khorne
Cambia nazione. L'Italia fa male al fegato :asd:

Tutti in Schfizzera che fa bene a tutto il resto :asd: :notooth: :roll3:

krolizard
07-10-2003, 15.24.45
Originally posted by Mischa
"se poi telefona e non le rispondo, non se la prenda, è scelta sua"
:eek2:
mamamamama... :roll3:

ricchi
07-10-2003, 15.32.40
Originally posted by BESTIA_kPk
Se hai le palle, i soldi e il tempo, avvocato.....i]

basta una raccomandata di disdetta e blocchi i pagamenti....

le migliori sono alice e tin (che sono la stessa cosa, cmq meglio tin...se ti interessa te lo spiego via pm) o, una spanna sopra sia come prezzi che come servizi, ngi....(io aggiungerei m4d)
questo viene indicato nel link che ti ho passato, ci sono pure i modelli delle raccomandate da inviare e delle minaccia da fare :D ......

Khorne
07-10-2003, 15.53.30
Originally posted by Zeus_M
Tutti in Schfizzera che fa bene a tutto il resto :asd: :notooth: :roll3:

:notooth::notooth::notooth:

BESTIA_kPk
07-10-2003, 16.00.09
Originally posted by ricchi
basta una raccomandata di disdetta e blocchi i pagamenti....

.......

Perchè bloccare i pagamenti e perder tutto?

Se si hanno i mezzi, effetto bulldozer rox, vanno schiantati al suolo stì incompetenti.

Mischa
07-10-2003, 16.02.35
hehe, ricchi, thx, ma conoscevo. in ogni caso no e poi no, mai tornerò a telecom, piuttosto vado avanti a 56k. e se guardi, cmq, diversi dei link di html son relativi proprio ai "servizi" (dis-) telecom. e conosco diversa gente (tolta esperienza personale) che con telecom ha passato odissee simili a questa. in questo caso il problema non è nemmeno il gestore, nel senso che son giunto alla conclusione, avendone visti diversi, che finché funziona ogni gestore è il migliore del mondo per chi lo usa (me incluso: per tre anni circa, la linea è stata perfetta). è quando non funziona che si scopron le magagne, e lì bene o male nessuno è escluso - vero che il servizio reclami ti mostrerà solo note di gente incazzata e mai note di gente soddisfatta (si presume che "soddisfatto" sia lo stato naturale di un cliente pagante per un prodotto/servizio, altrimenti vuol dire che qualcosa non va - cosa che capita), ma se ci fai caso, bene o male le lamentele son sempre le stesse, per qualsiasi provider:

a. ho un problema,
b. chiamo l'assistenza,
c. l'assistenza ne sa un cazzo (ovvio, in genere è gente di call-center che non ha mai visto un pc o prodotto che sia, legge lo script a monitor pedissequamente e non ti passa responsabili dell'azienda, visto che non è autorizzata dato che nella stragrande maggioranza dei casi il call-center è esterno),
d. prima o poi parli con qualcuno che c'entra (ma difficilmente riuscirai a ricontattarlo),
e. inizia l'odissea.

cambiare abbonamento, quindi? per ritrovarmi in stesse situazioni, il giorno che avessi casino? mah. prendermela con le poste? lol.

quel che intendevo con quanto sopra, è evidenziare una cosa che penso stia diventando endemica, e tipica delle strutture non solo pubbliche ma anche private, in particolare sui servizi. ognuna delle aziende di questo tipo opera con call-center esterni, proprio per risparmiare su assistenza etc. costa molto meno usare un call-center esterno che aver dei veri tecnici, o un call-center interno. in più, i clienti con problemi stressano il cazzo, quindi la prassi è "rispondi, dì due cazzate, metti in attesa, passa ad altra chiamata, il cliente richiamerà, parlerà con qualcun altro, dovrà rispiegare tutto, finirà in attesa, cadrà la chiamata, etc. (ripetere ad libitum, finché il cliente non si scazza: tanto la percentuale che passa ad avvocato è minima, e a quel punto magicamente si risolverà il problema: costa meno che gestirli davvero)". sul totale di insoddisfatti, molti si rassegneranno; alcuni cambieranno servizio, ma tanto si troveranno in stesse situazioni, visto che cmq la gestione è identica da tutti; alcuni (pochissimi) si incazzeranno davvero, e periodicamente uscirà un "mi manda sticazzi" a far la trasmissione, che non servirà a nulla e sarà anzi sipario ideale per farsi un po' di pubblicità gratis dicendo "ha ragione, guardi come siamo bravi, adesso le risolviamo il problema in diretta".

il fatto stesso che sia consuetudine sentirsi dire "non è possibile parlare con un responsabile", indica lo stato di cose: io ho il diritto di parlare con un responsabile, ma la persona con cui parli non è autorizzata oppure il responsabile non è raggiungibile. e chiedere i nomi della persona in oggetto, vale quanto il due di picche: nel periodo in cui lavoravo in un call-center (due mesi d'estate, mi serviva qualche soldo), ho risposto a chiamate per diverse società. per alcune di queste, ero sempre "paolo marini" o qualcosa di simile, come tutti i colleghi di sesso maschile, mentre le colleghe erano tutte "maria qualcosa".

Mischa
07-10-2003, 18.20.09
Il punto è alla fine uno: a prescindere dall'ente di riferimento, se hai a che fare con "un ente" ultimamente già sai che stai perdendo tempo. come "ente" ormai si può considerare qualsiasi società, anche privata, che faccia riferimento a un mercato nazionale o internazionale in una posizione di vantaggio (leggasi: con forse due-tre concorrenti reali al max). e questo anche all'estero. ora, valido quanto sopra, è però vero che tipicamente italiano è l'intendere "demandare" come "scaricabarile" (e demandare questo non è: demandare va bene ed è sacrosanto, ognuno pensi alle sue mansioni, sempre che siano però verificabili, cosa che in genere all'estero avviene e qui no). per la serie: diverse volte, in uk, mi è capitato di trovarmi con pacchi non ricevuti e avviso di consegna. andando a fondo nella questione, saltava fuori che nei giorni di partite di calcio, i corrieri avevan fretta: per evitar di tornare troppo tardi in filiale, e quindi a casa, spesso passavano attaccando solo l'avviso, e poi schizzavan via dicendo "non era in casa". piccolo punto, chiamando i tizi, dopo massimo due giorni (e senza mai andare in alcuna filiale) riuscivano a risalire al problema, al pacco, al corriere, e a consegnare. ricevuti diversi rimborsi e spedizioni gratis, in virtù di quanto sopra. e mai perso più di dieci minuti al telefono. anche lì valida la regola del "non chiedere come si chiama la persona con cui stai parlando perché inutile", però (a differenza che qui), se chiedi il numero di un responsabile son ben lieti di dartelo. compito di un responsabile, è prendersi le responsabilità. se chiedi di parlar col direttore di una banca, di un ufficio, di un fottuto mcdonald's, te lo chiamano se c'è, o ti dicono come contattarlo. e tremano, perché sanno che se ti hanno detto una troiata, finiscono per strada. di conseguenza, è raro ti dicano troiate. quel che qui noto mancare, invece, è proprio questo: un "responsabile". qualcuno che si prenda carico dei casini, perché - pur con tutta la buona volontà del caso - non è possibile pensare che le cose vadan sempre bene. è umano. ma qui si nega che esista tale possibilità: allora i responsabili non devon esser raggiungibili. e questo mi fa incazzare come una bestia, come mi faceva incazzare come una bestia oggi, in quella filiale, sentir squillare il telefono o veder dozzine di fax, e nessuno che li controllava o rispondeva ("certo, non ci sono operatori"... e quelle due troie là dietro cazzo fanno, si fanno le unghie, visto che non le ho viste fare altro?). e questo è valido, come detto, per qualsiasi struttura superi i due metri quadri di espansione. articolo 18? ma vaffanculo. lavoratori? anche. questo non è lavorare: è rubare. a se stessi, e ancora più da coglioni.

Kondur dei CGG
07-10-2003, 18.51.16
Originally posted by ricchi
[B]basta una raccomandata di disdetta e blocchi i pagamenti....



Pure io ho avuto prob con Wind.
A gennaio ho kiesto la rescissione del contratto..ma mi arriva la bolletta lo stesso.
Kiamo..kiedo info..mi dicono ke si sono sbagliati e ke ora è tutto a posto.
Dopo 2 mesi mi arriva 1 altra bolletta...e allora io rifaccio la raccomandata + stavolta anke 1 fax.
Ad Agosto mi arriva 1 altra bolletta....ultima raccomandata, con dentro l'originale della bolletta e minacce di denunzia :D

BESTIA_kPk
07-10-2003, 18.55.07
Originally posted by Kondur dei CGG
Pure io ho avuto prob con Wind.
A gennaio ho kiesto la rescissione del contratto..ma mi arriva la bolletta lo stesso.
Kiamo..kiedo info..mi dicono ke si sono sbagliati e ke ora è tutto a posto.
Dopo 2 mesi mi arriva 1 altra bolletta...e allora io rifaccio la raccomandata + stavolta anke 1 fax.
Ad Agosto mi arriva 1 altra bolletta....ultima raccomandata, con dentro l'originale della bolletta e minacce di denunzia :D

Era mica uno dei contratti "durata 1 anno minimo, anche rescindendo"?

Kondur dei CGG
07-10-2003, 19.40.25
Si, ma l'anno è superato.
IL contratto è relativo a libero sogno.

Hob Gadling
07-10-2003, 20.58.16
Originally posted by Mischa
Ogni parola
Un quadro perfetto della situazione. :birra:

L'unico appunto è: come si fa a risponderti qualcosa di intelligente, quando dici tutto tu?
:D

sheena
07-10-2003, 21.09.47
infetto si'? Infetto no?
Quintali di plasma. Primario si' primario dai, primario fantasma, io
fantasma non saro' e al tuo plasma dico no. Se dimentichi le pinze
fischiettando ti diro' "fi fi fi fi fi fi fi fi ti devo una pinza, fi fi fi
fi fi fi fi fi, ce l'ho nella panza".
Viva il crogiuolo di pinze. Viva il crogiuolo di panze. Quanti problemi
irrisolti ma un cuore grande cosi'. Italia si' Italia no Italia gnamme, se
famo du spaghi. Italia sob Italia prot, la terra dei cachi. Una pizza in
compagnia, una pizza da solo; un totale di due pizze e l'Italia e' questa
qua.

Zaorunner
08-10-2003, 00.55.37
Boh, io ho tiscali e mi trovo bene, quando ho avuto problemi era colpa di telecom, che cmq me li ha risolti in fretta.

Dato che studio legge faro' bene a specializzarmi in queste cose, credo che diventero' ricco :D

Cmq consiglio autobomba davanti a ufficio postale tua zona e sede corriere....giusto per smuovere le acque.

Mischa
08-10-2003, 00.58.34
velenezozizzima. bacio.

(sheena eh, mica zao - volendo anche zao, molto tvoppo tipa vulez, eh - ma non ti ci vedo in tanga).

Zaorunner
08-10-2003, 01.06.55
Brivido.
Terrore.
Rakkapriccio.

:.:

sheena
08-10-2003, 01.11.24
Originally posted by Mischa
velenezozizzima. bacio.

(sheena eh, mica zao - volendo anche zao, molto tvoppo tipa vulez, eh - ma non ti ci vedo in tanga).

ed io che quasi quasi pensavo che amassi zao piu' di quanto ami me!!! pfiu'!!!!

pericolo scampato!!! :.:

[fortuna che in tanga nn mi batte (letteralmente...ahem...) nessuno!!! c'ho il culetto d'oro io mica pe' niente!!! LOL]

P.S.: bestiaccia, sm@ckete...


ma sempre senza lingua, eh?! O___o

Mischa
08-10-2003, 01.39.06
tanto se non sei mestruata, non è trendy.

sheena
08-10-2003, 11.45.37
Originally posted by Mischa
tanto se non sei mestruata, non è trendy.

uhm... sospettavo che mirassi al mio sangue, ma... nn pensavo minimamente che volessi proprio quello.... sei propio una bestiaccia della peggior specie! LOL

cmq, lo sai che io nn sono mai stata trendy e nemmeno troppo "avanti" o al passo coi tempi o che diamineneso! :cool:









P.S.: io odio il rosso!!! :.:
P.P.S.: ma mia madre nn poteva partorire due maschi? O__o
P.P.P:S.: dicesi invidia del PISELLO!!! ecco! :birra:

Wiz
08-10-2003, 12.01.26
Indipendentemente dal vostro operatore se ci saranno problemi rimbalzeranno le responsabilita' come solo pochi sanno fare.
Io ho alice flat della telecom e (ringraziando il cielo) non ho mai avuto problemi a parte questo sabato che il modem non riceveva piu' segnale. Chiamo l'assistenza, mi fa fare due/tre prove al tel e mi dice che mi fara' chiamare dal tecnico. Ero piuttosto scettica (per usare un eufemismo). Ma il tizio mi chiama, esamina la situazione e (stranamente) dice che il problema e' in centrale. Se ne va, fa i suoi trik e trak, torna e tutto e' a posto. Ristrutturando una casa avevano danneggiato la linea. Sono stati veloci, gentili ed efficienti.
Ma sfortunatamente non sempre e' cosi. Prima di mettere la flat avevo una classica linea isdn, nel fare il cambio contratto ne chiedo la disdetta e ci sono voluti 4 mesi prima che venissero.
Durante il cambio succedono strane anomalie (del tipo che arrivano bollette da 4 euro senza canone e mazzi vari)...ora:ero ben felice di pagare poco, ma sapendo che la cosa era errata avro' chiamato non so quante volte il 187 per far notare l'errore (a rishcio che se ne venissero fuori con multe o palle varie).
Anche qui ci sono voluti mesi prima che un genio di operatore si limitasse a dire che mi faceva chiamare dall'ufficio commerciale. Quante volte lo avevo chiesto? Che ci voleva?
Ma palma d'oro delle risposte piu' assurde che ho ricevuto, una domina incontrastata su tutte:"Ma e' sicura di essere abbonata telecom?"
Con relativo tonfo di ovaie. :D