PDA

Visualizza versione completa : Posso resistere a tutto, tranne che alle tempeste ormonali



Peter Pan
02-10-2003, 00.09.17
...e sempre Wilde amava dire che l'unico modo per vincere le tentazioni è cedervi.

Purtroppo ho una scarsa fiducia nella forza di volontà delle persone. So bene quanto è difficile in certi momenti resistere a non lasciarsi andare in determinate situazioni, soprattutto quando gli ormoni non aiutano di certo.

Ed allora un caso particolare.

Siete lontani da casa, in un'altra città per motivi di lavoro. Siete a contatto con un ambiente lavorativo che impegna molte energie ma anche molte soddisfazioni. Siete a contatto con persone importanti, alcune anche famose.
Dal punto di vista sentimentale non siete propriamente fidanzati, ma c'è una situazione in sospeso con una persona che vi aspetta e che si fida di voi, e che soprattutto non è riuscito a nascondervi di amarvi ancora e di essere un po' gelosa? Perché qualcosa tra voi c'è stato, anche importante, solamente che adesso c'è questa situazione in cui si cerca di fare qualcosa per il proprio futuro.
Comunque avete detto che non avete alcuna intenzione né voglia di avventure o storie che siano. Siete lì solamente per lavorare.

Ma alla fine, giacché è da un po' che non avete rapporti, riuscite a resistere? Se vi trovaste in una certa situazione vi lascereste andare, cedereste alla tentazione di fare sesso con un'altra persona considerando che magari non la vedrete più e che comunque chi vi aspetta a casa non lo saprà mai? Oppure riuscireste a rinunciare? E se non ci riusciste, sareste in grado di dire la verità unaa volta tornati a casa a chi vi stava aaspettando con tanta fiducia?
E se uno dei vostri colleghi fosse un vostro ex con il quale avete detto di non avere alcuna intenzione di fare nulla, di aver chiarito la situazione e che non potrà esserci più nulla nonostante lui/lei ancora prema solamente per fare sesso?

Vorrei sapere cosa freste voi.
Mi piacerebbe sapere la diferenza tra uomo e donna.
Le donne possono rinunciare al sesso inteso come una semplice avventura?
E gli uomini sono davvero tutti porci?

Cosa fareste voi se foste nel ruolo di chi è fuori?
E se rimaneste a casa?

Mach 1
02-10-2003, 00.11.55
peter, se ci tieni alla ragazza che hai lasciato a casa lascia perdere l'avventura! :D

Peter Pan
02-10-2003, 00.12.36
Soprattutto considerando che
la lingua batte dove il clito ride e l'occasione fa l'uomo Rocco?

Peter Pan
02-10-2003, 00.13.43
Originally posted by Mach 1
peter, se ci tieni alla ragazza che hai lasciato a casa lascia perdere l'avventura!

Non hai risposto. Tu che faresti se fossi quello che aspetta? E se fossi tu ad essere aspettato?

LaLu
02-10-2003, 00.42.09
Io il ruolo di quello che aspetta non lo sopporto: facciamo che quello/a che aspetta mentre l'altro/a è fuori per motivi di lavoro ecc. gli/le faccia sapere che - combinazione - durante quel periodo di lontananza e di attesa capita una situazione intrigante pure a lui/lei per ovvi motivi di lavoro.
:( insomma, non è possibile provare a combatterla ad armi pari questa guerra dei nervi?
Ma come si fa ad aver voglia di fare sesso con chicchessia con 'sta mappazza di situazione sullo stomaco?

Lasciare una persona ad aspettarti a queste condizioni è di una crudeltà assurda e anche di pessimo gusto.

Kiara
02-10-2003, 00.50.51
Punto 1. Non trombo a Roma che non faccio una cippa figurati se sono fuori per lavoro.

Punto 2.Il contatto fisico con l'80% delle persone mi mette orrore e raccapriccio.Quindi continua ad essere una "caccia all'uomo idele" infruttuosa.

Punto3.E qui faccio la seria.Io, anche se non ho una relazione fissa con una certa persona, non faccio mai doppi giochi o cose simili.
Per esempio, se mi sto frequentando con un ragazzo con cui ho scambiato qualche tenerezza , o comunque c'è una fiducia di base, ed esco con un altro, io con quell'altro tipo non farò nulla.Non scambierò nè baci nè carezze nè nulla ma metterei fin da subito in chiaro la situazione ad entrambi e nell'immediatezza decido con chi continuare ad uscire.

E' questione di rispetto secondo me.L'avere una relazione "non fissa" non vuol dire non dover rendere proprio conto di nulla all'altra persona , specie se questa è innamorata.
Lo sai tu fino a che punto devi spingerti .Se vuoi cedere alle tentazioni , fallo.Ma cerca almeno di chiarire la questione sentimentale preventivamente.

Punto4.Il però.
Io però sono una donna non ho una visione sessocentrica della vita.:notooth:

Peter Pan
02-10-2003, 01.52.56
Se hai una mezza cosa che si potrebbe chiamare relazione con un ragazzo perché dovresti uscire con un altro se già sai che non ci farai niente?

Jimmy Woodman
02-10-2003, 03.06.47
Originally posted by Peter Pan

Le donne possono rinunciare al sesso inteso come una semplice avventura?

Al cuor non si comanda.....ma sto "buco" è una rottura, forse meglio una sutura!

Originally posted by Peter Pan

E gli uomini sono davvero tutti porci?

Al cuor non si comanda .....ma sto "palo" è una menata,forse meglio una spuntata!

Originally posted by Peter Pan

Cosa fareste voi se foste nel ruolo di chi è fuori?
Mi fumo una canna così son fuori del tutto.

Originally posted by Peter Pan

E se rimaneste a casa?
Esco...meglio fumare in compagnia.


Scherzi a perte la mia opinione già la conosci.....ma cmq..

...l' ego porta sempre a CREDERE in qualcuno, non c'è delusione che lo neghi!!
:hello: ciauu fratè

P.S. se hai tempo, passami il link di quel topic di cui mi hai parlato al tel....mi sa che son fuori davvero, perchè non l'ho trovato!:notooth:

Peter Pan
02-10-2003, 04.48.54
Tutte le volte che ho sentito vacillare la mia fedeltà è stato perché sentivo che in quel momento non ci fosse tanto da fidarsi in un rapporto. Ma ringrazio Dio per i miei grandissimi difetti, e cioé lealtà e sincerità nelle persone che amo, ecco perché la fedeltà è sempre stata la cosa di cui vado fiero.

Ma può bastare far sentire tutto l'affetto, al fiducia e l'amore che provate per una persona perché questa vi resti fedele?

E se avesse eccessi di ninfomania :niente!:




:azz: minchia, sono proprio irrecuperabile...

Alceo
02-10-2003, 12.13.00
Rispondo per come mi comporterei io.
Non è un suggerimento perché penso che in una situazione simile ci siano modi molto diversi di comportarsi che dipendono dal carattere delle peronse in gioco.

A. Se quallo che voglio e recuperare una relazione con la persona a casa eviterei del tutto qualsiasi rapporto con la ragazza in questione.

B. Se invece sento quella storia come uno strascico di qualcosa che non finisce ma dovrebbe allora ne aprofitterei per forzarmi la mano.

C. Se ho dei dubbi allora A. ;)

viv
02-10-2003, 12.30.07
La mia visione dei rapporti, negli anni, è drasticamente cambiata... Qualche anno fa, credo che non avrei avuto dubbi: avrei approfittato della situazione, nascondendo al mio "lui" a casa qualsiasi cosa...

Oggi, non tradirei nemmeno per "amore", figuriamoci se lo farei per "sesso"...

Tornerei a casa, chiuderei definitivamente qualunque legame ancora in sospeso e, solo dopo, potrei fare ciò che voglio in assoluta libertà...

Se io fossi la persona che aspetta a casa e non mi fidassi del mio uomo, inizierei a farmi delle domande... Spesso, la mancanza di fiducia è un segnale importante del nostro subconscio, il nostro "istinto" ci avverte che c'è qualcosa che non quadra...

Faccio distinzione fra gelosia e mancanza di fiducia... Gelosia è il sentirsi esclusi da una parte di vita di coloro che amiamo (quindi non strettamente legata solo ad un rapporto d'amore), mentre mancanza di fiducia è paura che la persona con la quale stiamo possa tradire i nostri sogni e desideri... IMHO, ovviamente...

Khorne
02-10-2003, 12.30.18
Non mi sono mai trovato in situazioni simili e, dato l'andazzo di queste ultime settimane, non giurerei sulle mie risposte.

Ciononostante, credo che riuscirei a non cedere... o quantomeno, sceglierei. Se per me la "mezza storia" ha una qualche importanza non mi metto a fare il coglione con altre donne... se, viceversa, vedo che non c'è un futuro, lo dico chiaro e tondo. Niente sotterfugi, niente indecisioni: a quel punto si sceglie, fine del discorso. O una o l'altra.
In questo caso si parla dell'avventura di una notte... ma in ogni caso segnerebbe una FINE decisa per la storia di cui sopra. La cosa è però ben poco probabile, in quanto le avventure a notte singola non mi hanno mai attirato manco un po'.

Pertanto ritengo che non mi metterei a far pazzie... ma mi tengo le dovute riserve. Potrò essere più preciso quando sarò in chiaro con me stesso :notooth:

Kiara
02-10-2003, 12.40.57
Originally posted by Peter Pan
Se hai una mezza cosa che si potrebbe chiamare relazione con un ragazzo perché dovresti uscire con un altro se già sai che non ci farai niente?

per conoscerlo.

Se ci esco vuol dire che comunque mi piace.Vietarmi l'uscita con lui e quindi di conoscerlo , me lo farebbe magari idealizzare(sempre nei limiti , io sono una che idealizza molto poco).Quindi , anche per chiarire i miei sentimenti per l'altra persona, è necessario che prima chiarisca le mie emozioni in assoluto.

Zeus
02-10-2003, 13.01.30
Ah... queste ragazze perennemente insicure, insoddisfatte, incapaci di sapere cosa vogliono...

Kiara
02-10-2003, 13.11.45
Originally posted by Zeus_M
Ah... queste ragazze perennemente insicure, insoddisfatte, incapaci di sapere cosa vogliono...
Hai chiamato?:roll:

Zeus
02-10-2003, 13.18.56
C'è bisogno di andare a strusciarsi di qua e di là per capire cosa si vuole?

Guarda che non c'è mica scritto "Supermarket" là in alto. Non siamo merce da provare o vestiti da indossare per vedere "quale ci calza a pennello"...

Kiara
02-10-2003, 13.56.41
Originally posted by Zeus_M
C'è bisogno di andare a strusciarsi di qua e di là per capire cosa si vuole?

Guarda che non c'è mica scritto "Supermarket" là in alto. Non siamo merce da provare o vestiti da indossare per vedere "quale ci calza a pennello"...
strusciarsi????strusciarsi???, e ripeto perchè sono talmente basita , STRUSCIARSI?

io non mi struscio su nessuno sia ben chiaro.
Se mi sto frequentando con una persona , e di comune accordo stiamo conoscendoci a vicenda senza che sia uffcializzato nulla, io non ho nessun obbligo verso di lui , come lui non lo ha nei miei confronti.

Questo non vuol dire che entrambi possiamo puttaneggiare a nostro piacimento con chiunque, questo vuol dire che entrambi non siamo pronti a definire i sentimenti che l'uno prova per l'altro senza una conoscenza di base.

Io non sono impulsiva, non mi lascio trascinare dalle emozioni , e forse quando vedo in lontananza un'ipotetica storia , divento ancora più razionale e fredda.Quindi anzichè fare le cose in fretta del tipo "tutto e subito" , preferisco cercare di conoscere la persona che mi è di fronte.


Se nel frattempo mi accorgo di provare un'attrazione ricambiata per un altro, io con questo ci esco e cerco di capire se la mia attrazione è giustificata oppure no.Credi che l'appuntamento si debba concludere per forza con una limonata sotto al portone?
Questo non vuol dire strusciarsi a chiunque.Questo vuol dire cercare di fare chiarezza con i propri sentimenti e soprattutto farlo nel rispetto di quelli altrui.

E' naturale che so dosare bene ogni rapporto , e saprei agire nel rispetto dei sentimenti altrui che questi siano più o meno importanti nei miei confronti.

Pensi che non uscire con l'altro in qualche modo soffochi l'interesse che ho per lui?

Stessa cosa vale per il ragazzo che sto frequentando , se lui si accorge di provare un qualcosa per un'altra, che ci esca pure.Servirà a fargli fare chiarezza e riuscire a capire se sono realmente io quella che vuole a suo fianco.

Perchè buttarsi al buio in relazioni che prevedono sentimenti che magari non si hanno l'uno per l'altro.Si finisce per costruire un rapporto con una persona di cui non si ha la minima conoscienza.

Peter Pan
02-10-2003, 14.41.34
Kiara... ehm... hai mai provato a vedere i tuoi comportamenti sociali dall'esterno? Oltre al tuo punto, riesci a immaginare cosa possano sembrare da un'altro punto di vista, ad esempio... dal punto di vista di quel primo ragazzo con cui c'è stato qualcosa che magari si sta costruendo castelli in aria mentre tu sei altrove intenta a vedere se con un altro può funzionare meglio?
Sbaglio o avevi affermato che come donna non hai una visione sessocentrica della vita?
Ma davvero poi gli uomini ragionano con l'inquilino inguinale?

Posso capire che etologicamente parlando tu sei perfetta... ma siamo uomini o ormoni?

sheena
02-10-2003, 14.44.58
Originally posted by Peter Pan
...e sempre Wilde amava dire che l'unico modo per vincere le tentazioni è cedervi.

...

Cosa fareste voi se foste nel ruolo di chi è fuori?
E se rimaneste a casa?

http://cards.webshots.com/resources2/6/6996.gif

Zeus
02-10-2003, 15.00.06
Hum... Kiara... posso provare a fare un rapido sunto di tutto quel poco (o tanto, prendendo in considerazione tutto quello che ho letto da quando sei capitata da queste parti) che ho letto?

Non ci prenderò quasi sicuramente, ma da quel poco/tanto/nulla che ho letto, mi pari estremamente insicura (lo affermi anche tu no?) [e chi non lo è... insicuro dico...].

Lo strusciarsi secondo me è stato recepito in una maniera non propriamente corretta. Con esso non si andava ad intendere un comportamento come dire... da ***** (scusatemi per il termine, ma non me ne veniva uno più adeguato al momento), ma bensì un atteggiamento sbagliato e basta, avrei forse dovuto usare un'altra parola che non ho trovato per descrivere quell'atteggiamento sbagliato di andare a ricercare la propria sicurezza interiore (in questo caso alla voce "rapporti di coppia") andando a mischiare più situazioni differenti contemporaneamente.

Sarà perchè ho sempre cercato di avere le idee io chiare prima di tutto (ed ammetto che non è una cosa semplice, ci possono volere dei mesi) senza mettere il piede in più scarpe per trovarmi quella adatta. C'è chi cerca nel mucchio, mira, e con la filosofia del cecchino cerca di prendere bene la mira, mentre c'è chi preferisce sparare nel mucchio... n'do cojo cojo... prendendo sicuramente qualcosa, ma infischiandosene dei risultati. Su questa cosa molto probabilmente non andremo mai d'accordo almeno fino a quando la mia coscienza non mi farà ricredere su i miei pensieri e non mi farà cambiare idea (e chissà, forse ultimamente ci sta pure riuscendo).

Cmq sia meno male che una cosa importante pare ti sia nota: la chiarezza con gli altri. Se non altro è un qualcosa d'importante anche quello, anche se non sopperisce alla mancanza di chiarezza tua interna (che sarebbe la cosa a cui porre rimedio prima di tutto).

Kiara
02-10-2003, 16.28.27
Peter: mi pare di aver ribadito più volte che all'inizio di una frequentazione , se di comune accordo si è deciso di uscire per imparare a conoscersi l'un l'altro, non c'è nessunissimo obbligo morale da nessuna delle due parti in questione.

Il frequentarsi si distingue enormemente dallo "stare insieme".Lo stare insieme è l'incipit di un rapporto più serio e , almeno per quel che mi riguarda , esclusivo , in cui credo e dò fiducia.

Il frequentarsi è uscire con la persona in questione e cercare di capire chi si ha davanti.Capita che ne nascano atteggiamenti più intimi , tenerezze e quant'altro perchè da molti è considerata la prova del nove,non sto parlando di sesso per chi se lo chiede.


Mi dispiace ma io non sono il tipo che si butta impulsivamente nei rapporti di coppia , non riesco a innamrarmi al primo sguardo ho bisogno innanzitutto di sentire che quella persona è disposta a costruire un qualcosa che vada oltre l'approccio fisico.Voglio sentire dell'interesse non solo fisico.Questo non vuol dire che io non ce l'abbia perchè se non ce lo avessi mi sarei buttata adeguatamente a gambe aperte sul tipo.


Se , pur frequentando un ragazzo , mi accorgo di provare un qualcosa per un altro , vuol dire che poi tutta sta chiarezza di sentimenti nei confronti del primo non ce l'ho.Allora perchè prenderlo in giro?

Sia chiaro che , ripeto , parlo di una situazione emotiva equilibrata.Non di amore.Se ci si frequenta si è all'inizio di qualcosa ed è ancora un qualcosa che nasce da un'attrazione fisica quindi , Peter, non venirmi a parlare di castelli in aria.

Quindi l'uscire con l'altro (anche in gruppo ) o quantomeno accettare un invito per un caffè per conoscerlo meglio non mi sembra una mancanza di rispetto dei sentimenti dell'altro (sentimenti cha ancora non ci sono) in corrispondenza di un rapporto che è ancora inesistente.
L'impormi di non uscire con l'altro mi farebbe solo rimanere il dubbio (non il dubbio che sia lui l'uomo della mia vita , ma il dubbio che quello che sto frequentando non mi provoca un coinvolgimento di sentimenti tale da poter credere che possa nascere qualcosa), e non farebbe altro che portarmi ad un'idealizzazione del tipo.


Ricordate che stesso discorso vale per il lui che frequento.


Ragazzi il "frequentarsi" è la base su cui si costruisce qualcosa che può o non può nascere.Non penso si possa parlare di doveri e obblighi verso l'altro,specie verso una persona che , ribadisco , non ha un sentimento così forte nei tuoi confronti(ovviamente, da poco vi conoscete come si può parlare di amore?)


Zeus io non cerco la mia sicurezza interiore negli altri, io cerco conferme (e questo è orribilmente sbagliato , ma è una cosa che mi porto dietro da troppi anni per riuscire a dire basta con facilità);la mia sicurezza interiore la trovo solo in me ed è proprio questa sicurezza che mi permette di agire in questo modo.


Peter io non sono" etologicamente " perfetta, e forse la mia visione dei rapporti deriva da una concezione della relazione che prescinde il concetto di amore, però so che la peggiore presa per il culo è proprio fingere un coinvolgimento che non c'è.

Qui non si tratta di mettere il piede in più scarpe , e neanche di condurre relazioni parallele , qui si tratta di cercare di conoscere di più le persone che mi stanno intorno e cercare di comprendere il coinvolgimento di emozioni che posso avere per una persona , e che la persona può avere per me.

Ultima cosa , Peter , tutto il mio ragionamento gira intorno proprio al fattore mentale più che fisico.Non ho mai parlato di sesso.
Perchè se fosse , non mi sarei mai fatta problemi a stare con uno o con un altro o con un altro ancora.

fppiccolo
02-10-2003, 16.46.51
concordo con korne...se ho 1 storia importante le altre non le guardo...altrimenti...e ne so qualcosa quand'ero a Palermo

supersimmina.
02-10-2003, 17.23.36
se hai questo impulso, o anke solo il dubbio di poter fare questa cosa, probabilmente non ti interessa la persona ke ti aspetta, quindi ti consiglio di mettere bene in kiaro le cose......e poi sarai libero! ^^

Peter Pan
02-10-2003, 21.05.25
Originally posted by Kiara
Peter: mi pare di aver ribadito più volte che all'inizio di una frequentazione , se di comune accordo si è deciso di uscire per imparare a conoscersi l'un l'altro, non c'è nessunissimo obbligo morale da nessuna delle due parti in questione.


Sì, mi era sfuggito, lo trovo un ragionamento che fila.


Originally posted by Kiara

Se, pur frequentando un ragazzo , mi accorgo di provare un qualcosa per un altro, vuol dire che poi tutta sta chiarezza di sentimenti nei confronti del primo non ce l'ho. Allora perchè prenderlo in giro?

Vorrei estrarre questa tua idea ed assicurarmi che fosse insita in ogni essere umano. Ma spesso la paura delle persone e soprattutto l'immaturità porta ad avere atteggiamenti poco corretti nei confronti delle persone, e cose che ti aspetteresti da una persona di 15 anni puoi ritrovarteli in una di 24, e lì davvero ci stai male, soprattutto se hai avuto tutto il tempo di conoscerla e di innamorarti di questa persona. Anche se è volubile e infantile certe volte, come si suol dire al cuor non si comanda.


Originally posted by Kiara
Peter io non sono" etologicamente " perfetta,

Oh invece sì. Al momento hai tuutti i requisiti di una femmina. Cerchi nel maschio il partito migliore, sei tu che scegli, e chi non lo trovi inconsciamente degno di darti il seme migliore per la tua prole lo scarti. Manifestazioni celati dietro i tuoi discorsi e comportamenti del tutto normali tra gli esseri umani. Soprattutto in giovane età. Questa è Etologia.


Originally posted by Kiara
Sia chiaro che , ripeto , parlo di una situazione emotiva equilibrata.Non di amore.Se ci si frequenta si è all'inizio di qualcosa ed è ancora un qualcosa che nasce da un'attrazione fisica quindi , Peter, non venirmi a parlare di castelli in aria.

Io parlavo di una situazione specifica nella quale con una persona c'è già stato quaalcosa. Ci sei già stata insieme ma per certi versi le cose non sono andate bene, eppure ci stai ancora sbattendo la testa contro perché a questa persona ci tieni e non vuoi perderla assolutamebnte, anche se può averti fatto già tanto male.
Sono castelli in aria cercare di difendere coi denti il proprio amore peerché la paura di perderlo è troppa nel momento in cui se dovesse succedere ti sentiresti perduta nel momento in cui hai scommesso tutte le ultime risorse che avevi?

Peter Pan
02-10-2003, 21.06.36
Bimba, bacio grande!!! ;)

Kiara
02-10-2003, 22.12.43
Originally posted by Peter Pan



Io parlavo di una situazione specifica nella quale con una persona c'è già stato quaalcosa. Ci sei già stata insieme ma per certi versi le cose non sono andate bene, eppure ci stai ancora sbattendo la testa contro perché a questa persona ci tieni e non vuoi perderla assolutamebnte, anche se può averti fatto già tanto male.
Sono castelli in aria cercare di difendere coi denti il proprio amore peerché la paura di perderlo è troppa nel momento in cui se dovesse succedere ti sentiresti perduta nel momento in cui hai scommesso tutte le ultime risorse che avevi?

E infatti ti avevo risposto inizialmente.Solo tu , sai quali sono i sentimenti in ballo.
E in questo caso è meglio che chiarisci le tue emozioni con la persona in questione prima di fare qualcosa che andrebbe a cozzare contro i sentimenti e la fiducia di questa.

Questo è quello che posso dirti , d'altronde sono "etologicamente " perfetta proprio perchè non mi innamoro di nessuno.

sheena
02-10-2003, 22.16.35
http://cards.webshots.com/resources2/9/6399.gif