PDA

Visualizza versione completa : Fidarsi è bene, non fidarsi...



Peter Pan
01-10-2003, 22.41.53
...cosa vuol dire non fidarsi?

Quanto vi fidate voi delle persone? E di chi amate?

alcoolwarriors
01-10-2003, 22.46.29
mmmmh....in generale tendo a fidarmi abbastanza della gente...la facilità della mia fiducia, però, è direttamente proporzionale alla cruenza della vendetta per chi, la mia fiducia, la tradisce.

jklITA
01-10-2003, 22.49.35
assolutamente... mi circondo sempre e solo di persone di cui mi fido :)

Ray McCoy
01-10-2003, 22.53.53
Originally posted by Peter Pan
...cosa vuol dire non fidarsi?

Vuol dire non permettere ad una certa persona di essere partecipe di parte della nostra vita, delle nostre scelte, delle nostre di idee.


Originally posted by Peter Pan
Quanto vi fidate voi delle persone?

Poco, e troppo.
Vado a fiuto, e per ora non mi ha mai tradito. So di chi fidarmi dopo molto poco. Ma il fatto che per ora sia sempre andata bene può anche voler dire che ho sempre avuto un gran bel sedere...


Originally posted by Peter Pan
E di chi amate?

Chi...?!

BESTIA_kPk
01-10-2003, 22.53.54
Originally posted by Peter Pan
...cosa vuol dire non fidarsi?

Quanto vi fidate voi delle persone? E di chi amate?

Non fidarsi: dare meno opportunità di poter esser danneggiati.

Quanto? dipende.

jklITA
01-10-2003, 22.56.47
Originally posted by Ray McCoy
Vuol dire non permettere ad una certa persona di essere partecipe di parte della nostra vita, delle nostre scelte, delle nostre di idee.

vuol dire anche porre una barriera fra questa persona e te, e in certi casi puo anche voler dire perdere l'opportunità di conoscere veramente una persona.... :)

Bibbibox
01-10-2003, 22.58.40
fidarsi ... per me si e' sempre rivelato un errore , sempre una fregatura , e per questo ormai tendo a non fidarmi della gente che mi circonda o almeno cerco di non farlo fino infondo , perche' per quanto tu ti possa fidare di qualcuno non saprai mai cosa fa' realmente , se realmente tiene per se le cose che gli dici , e dato che il passato mi ha insegnato che TUTTE le persone che ho conosciuto , alle quali ho confidato cose mie personali non sono state capaci di tenersi le cose per se , ormai penso che fidarsi di qualcuno sia una gran cagata

alcoolwarriors
01-10-2003, 22.58.50
non fidarsi secondo me significa tenere sempre vigile la coscienza critica durante il rapporto con una persona...senza abbassare la guardia...

aquarius
01-10-2003, 23.00.57
Originally posted by Bibbibox
fidarsi ... per me si e' sempre rivelato un errore , sempre una fregatura , e per questo ormai tendo a non fidarmi della gente che mi circonda o almeno cerco di non farlo fino infondo , perche' per quanto tu ti possa fidare di qualcuno non saprai mai cosa fa' realmente , se realmente tiene per se le cose che gli dici , e dato che il passato mi ha insegnato che TUTTE le persone che ho conosciuto , alle quali ho confidato cose mie personali non sono state capaci di tenersi le cose per se , ormai penso che fidarsi di qualcuno sia una gran cagata

la penso esattamente come te...purtroppo non ho mai avuto la fortuna di trovare persone delle quali potermi fidare ciecamente!!
Solo dei mie genitori mi fido(è già qualcosa:D )...

jklITA
01-10-2003, 23.04.06
da come la vedo io, nn fidarsi di una persona puo anche significare che stai sbagliando il "rapporto" che dovrebbe esserci, se questa persona la reputi (o la reputavi) degna di essere tua amica... :)

krafen
01-10-2003, 23.05.39
Sostanzialmente sono una persona che si fida e da fiducia.

Ma devo dire che poche volte e' ripagata :(

Kiara
01-10-2003, 23.48.35
Io non mi fido di nessuno purtroppo.
E questa è la cosa che pregiudica fondamentalmente molte delle mie relazioni più intime, parlo anche a livello di amicizie.

Difficilmente parlo di me.O meglio , difficilmente parlo di me in modo non superficiale.

C'è sempre una parte , un qualcosa che non riesco a condividere con altri , neanche con i miei migliori amici.E' per questo che è difficile prevedere un mio atteggiamento , o quantomeno chi ci riesce è perchè mi conosce da tempo , e , nel tempo ,ha imparato a conoscermi a poco a poco , non perchè io abbia fatto molto per farmi conoscere.

E' una questione di discrezione, di egoismo , di realismo (fidarsi è bene , non fidarsi è meglio) e di fragilità emotiva.
Ho una talmente tanto alta paura di dare qualcosa e di rimanerne delusa che non dò nulla.E risulto fredda , sarcastica e pure un pò stronza; questo accade più nei rapporti sentimentali perchè mi sento ovviamente più in gioco a livello di emozioni.


Per questo dico sempre che nessuno mi dirà mai "ti amo" , non per vittimismo , ma semplicemente , perchè lo so.Non mi fido , non permetto alle persone di amarmi perchè non ci credo io stessa.

Kondur dei CGG
01-10-2003, 23.56.01
Mi fido pure troppo, con risultati spesso deprimenti x la mia xsona.

Albycocco
02-10-2003, 00.02.13
Fiducia?Non ricordo cosa sia...

SuperGrem
02-10-2003, 00.13.39
Mi fido in maniera direi "equilibrata".
Delle persone che conosco bene e che, in un modo o nell'altro, amo, sicuramente mi fido. Degli altri... direi che il temrine più corretto non è "non fidarsi" ma "diffidare".
Si, diffido molto delle persone, in genere non mi tiro indietro per paura, ma sono sempre pronto ad ogni eventualità, perchè non sai mai quante rotelle si siano inceppate nella teste degli altri.
Anche per questo difficilmente do la mia amicizia. Oh, si, sono molto socievole, sempre disponibile e perennemente ottimista nei confronti delle persone, però c'è una linea fra me e gli altri, una linea che quando qualcuno le si avvicina troppo mi fa scattare l'allarme e divento diffidente.

Diffidente per me vuol dire che non nego la buona fede di una persona, ma non prendo per olo colato tutto ciò che dice e che fa e, otlretutto, tendo a stare con gli occhi ben aperti, non si sa mai... (e di coglioni ne ho incontrati parecchi).
Essere diffidente è un gradino al di sotto di non fidarsi, perchè in quest'ultimo caso si esclude totalmente la fiducia, mentre nel primo caso la si mette solo momentaneamente da parte.

Oh... e cmq ci vivo benissimo con la mia diffidenza, non l'ho mai fatta diventare una paranoia ed anzi mi ha aiutato più d'una volta. ;)

Qfwfq
02-10-2003, 02.29.09
Originally posted by BESTIA_kPk
Non fidarsi: dare meno opportunità di poter esser danneggiati.


Che sia scritto a caratteri cubitali, impresso su di una lastra di marmo. Significa esattamente questo, nulla di più, nulla di meno. Molte occasioni si perdono non fidandosi, ma solo recentemente ho avuto l'ennesima dimostrazione di come, in materia di fiducia, rarissimamente il gioco valga davvero la candela. Poco male; la prossima volta scruterò con maggiore attenzione la mia controparte umana, prima di accordarle qualsivoglia grado di fiducia.

Jimmy Woodman
02-10-2003, 03.25.20
Originally posted by Peter Pan
...cosa vuol dire non fidarsi?

Che è meglio comprare una paio di mutande di ghisa che un vasetto di vaselina.....anche perchè la seconda è sempre esaurita.

Originally posted by Peter Pan

Quanto vi fidate voi delle persone? E di chi amate?
La fiducia non la misuri......Sai bene che è una sensazione intima e soggettiva.... Azzooo ti ho dato una risposta seria!...da non credere! :D



A Natale ti regalerò un traforo........almeno avrai alte seghe a cui pensare!:notooth:

Peter Pan
02-10-2003, 04.45.49
Eppure sentire di potersi fidare di una persona è una sensazione bellissima, un calore che ti avvolge e ti fa stare bene...

Ma pensavo ad una cosa... in fondo cosa si ha da perdere?
Se una persona di cui ti fidi alla fine ti tradisce è perché in fondo non aveva molta considerazione di te... e soprattutto non ha avuto la sensibilità di pensare che tradendoti ti uccideva, e non ha avuto scrupoli a farlo... figuriamoci poi se non ha il coraggio di dirtelo perché pensa di ferirti, perché se ha avuto l'attenzione di tradirti perché dovrebbe avere riguardi nel non farti male? Quindi perché dispiacersi di aver perso una persona così?

Si ha tutto da guadagnare... perché solo non fidandosi si corre davvero il rischio di rovinare qualunque cosa di buono possa esserci...

Ringrazio questa notte così difficile... ma alla fine ho capito che stavo solamente sbagliando... fidatevi delle persone che vi vogliono bene e ve lo dicono, perché non è detto che siate voi quelli che hanno più paura in quel momento... magari i più forti siete proprio voi, e dovete solo dare la vostra forza a chi vi sta vicino... anche perché se non fate in modo che si sentano al sicuro e protette, sarete stati voi a spingerli a tradire la vostra fiducia perché saranno loro ad aver visto meno la loro fiducia in voi...

Peter Pan
02-10-2003, 04.50.24
Originally posted by Jimmy Woodman
La fiducia non la misuri......Sai bene che è una sensazione intima e soggettiva...

Si, ma è una cosa che si guadagna e che va alimentata giorno per giorno? O una sensazione dalla quale tutto prescinde e la quale da nulla dipende?

Ray McCoy
02-10-2003, 08.56.36
Originally posted by Jimmy Woodman
Azzooo ti ho dato una risposta seria!...da non credere! :D

OH DIO MIO!!!





















:asd: :D

Wiz
02-10-2003, 10.15.32
Originally posted by Peter Pan
Eppure sentire di potersi fidare di una persona è una sensazione bellissima, un calore che ti avvolge e ti fa stare bene...

Ma pensavo ad una cosa... in fondo cosa si ha da perdere?
Se una persona di cui ti fidi alla fine ti tradisce è perché in fondo non aveva molta considerazione di te... e soprattutto non ha avuto la sensibilità di pensare che tradendoti ti uccideva, e non ha avuto scrupoli a farlo... figuriamoci poi se non ha il coraggio di dirtelo perché pensa di ferirti, perché se ha avuto l'attenzione di tradirti perché dovrebbe avere riguardi nel non farti male? Quindi perché dispiacersi di aver perso una persona così?



Cosi razionalizzi molto il problema, lo vedi e lo vivi come una persona che in quel momento ti deve dare un consiglio (il classico per giunta:"Se ti ha trattato cosi vuol dire che non ti merita!!! e via dicendo con le solite banalita' per cercare di farti sentire meglio).
La verita' e' che quando ci si fida incondizionatamente si da' all'altra persona un grosso "potere". Quella persona potra' o farti sentire amata, protetta dal mondo esterno oppure potra' colpire duro proprio dove ti fa piu' male. E quando stai male e' un bel dire che in fondo ci hai provato, che forse la prossima volta andra' meglio.
In questi anni ho avuto modo di conoscere molte persone, uscire, parlare volentieri con molti, ma di poche mi sono fidata veramente e per ora direi che mi e' andata bene.

Khorne
02-10-2003, 10.33.50
Dei miei Amici mi fido. Ciecamente. Così come loro si fidano di me, e ci metterei la mano sul fuoco.
Questo non perché io sia credulone o fiducioso nella specie umana (chi mi conosce lo sa), bensì perché mi scelgo molto attentamente le Amicizie. E a quelle poche persone so di poter dire tutto: non lo faccio, ma so di poterlo fare. Il che è importante.
Saranno forse 5 o 6 persone (di cui 3 o 4 nella Rete), ma valgono come 10'000.
È bello sapere di aver qualcuno a cui poter rompere le palle quando si sta male, sapendo che questo qualcuno sopporterà senza sputtanare... e questo fa parte della fiducia.

Tornando IT, cosa è la fiducia? È il fatto di poter dire qualsiasi cosa con tranquillità, come se si parlasse con sé stessi.
E, ovviamente, il rendersi vulnerabili a qualcuno, questo non è mai da dimenticare. Bisogna saper scegliere. Finora mi è andata bene.

morettina
02-10-2003, 10.42.02
Sono ben poche le persone di cui in vita mia mi sono fidata davvero.
A pensarci, mi è successo solo una volta di riporre la mia fiducia nella persona sbagliata, e mi ha fatto male, molto... Questo sicuramente mi ha influenzato molto, soprattutto in questi ultimi anni, e credo mi influenzerà sempre.
Tuttavia, se nei rapporti di amicizia - almeno quelli più superficiali - si può fare a meno di investire in fiducia, limitando il rapporto e conservando un certo grado di prudenza, in amore la fiducia è necessaria e deve essere reciproca, è un ingrediente essenziale del rapporto. Sarà per questo che non mi ricordo più cosa vuol dire amare?
:azz: :rolleyes:

Grevity
02-10-2003, 11.11.07
quando il gatto mostra la pancia è perchè si fida... il suo punto più delicato è affidatoalla mercè del soggetto di turno.
io personalmente mi affido abbastanza facilmente. come ho detto non ho paura di soffrire perchè ho la presunzione di avere le spalle larghe...e forti. :)
...o magari mi illudo di fidarmi sempre e cmq degli altri. in realtà, magari, la mia pancia non la mostro quasi mai...boh.

viv
02-10-2003, 11.25.24
Sono come Alcool... Concedo la mia fiducia istintivamente a tutti... Ma chi la tradisce una volta, non ha la possibilità MAI di farlo la seconda...

Al momento mi reputo fortunata... Sono molte di più le persone che mi dimostrano, giorno per giorno, quanto giustamente io abbia riposto in loro la mia fiducia di quelli che, invece, la tradiscono...

Ciecamente, mi fido però solo di 3 persone... Sono le uniche che hanno la chiave di accesso ad ogni mio più intimo segreto... Sono le uniche persone che ascolto sempre e comunque, con le quali mi confronto e alle quali permetto di far vacillare le mie certezze... Sono le mie stelle guida...

Alceo
02-10-2003, 11.58.19
Mi fido sempre e comunque.

Ebbene sì, sono un boccalone. Mi fido anche del gatto e della volpe se ce n'é bisogno. Salvo poi prenderle a bastonate quando tradiscono la mia fiducia.

Preferisco fidarmi e sentirmi tradito che on fidarmi e rimanere con il dubbio della scelta. Do una possibilità a tutti.


Fidarmi delle persone che conosco poco, lo trovo del tutto normale: se mi deludono non mi fanno un gran male dato che non sono importanti nella mia vita e se invece dimostrano di essere leali allora mi danno la possibilità di avvicinarmi ad una persona bella.


Per quanto riguarda la fiducia riposta in chi è importante per me distinguo sempre:
- mi fido delle promesse che vengono da loro
- diffido da quelle che, in qualche modo, sono io a spingerli a farmi



Originally posted by viv
Sono come Alcool... Concedo la mia fiducia istintivamente a tutti... Ma chi la tradisce una volta, non ha la possibilità MAI di farlo la seconda...


Mi fai paura quando fai così.
Non chiedo la perfezione dalla gente che mi sta attorno e nemmeno da chi reputo i migliori. Sbagliare e possibile, e giudicarne le ragioni molto difficile.

lasere
02-10-2003, 12.12.38
Mi fido ciecamente e totalmente delle poche persone a cui permetto di entrare nella mia intimità. Sono le poche a cui mi avvicino perchè istintivamente sento di poterlo fare....e la fiducia incondizionata viene di conseguenza.
Qualora venisse tradita, non potrei più tornare indietro, anche volendolo.

Nonostante io abbia avuto molte delusioni, per me affetto, amicizia e fiducia si intrecciano indissolubilmente, e probabilmente è per questo che ho pochissimi amici. Per me vale la regola dei pochi ma buoni

viv
02-10-2003, 12.43.02
Originally posted by Alceo

Mi fai paura quando fai così.
Non chiedo la perfezione dalla gente che mi sta attorno e nemmeno da chi reputo i migliori. Sbagliare e possibile, e giudicarne le ragioni molto difficile.

Chi mi ferisce scientemente, chi tradisce volontariamente la mia fiducia, sapendomi di farmi del male, allora non ha MAI una seconda opportunità...

E' chiaro che, se la delusione deriva dall'essere "esseri umani", allora si applicheranno giudizi diversi da valutare volta per volta...

Ti faccio paura?! :doubt:

sheena
02-10-2003, 14.43.13
Originally posted by Peter Pan
...cosa vuol dire non fidarsi?

Quanto vi fidate voi delle persone? E di chi amate?

http://cards.webshots.com/resources2/0/7040.gif

supersimmina.
02-10-2003, 21.23.20
io mi fido solo di shinobu.....una persona basta e avanza, ma dipende da cosa si intende per fidarsi, io parlo di confidarsi e rivelare tutti i segreti......anke delle persone ke mi circondano non mi fido cecamente, non dico certo i miei sereti + nascosti, altrimenti si finisce per spifferare sempre tutto, lo dici ad una persona, ke è + amica con un'altra, allora glielo dice e così via.........io lo dico alla mia migliore amica ke so non lo direbbe a nessuno! ma questo non ostacola affatto iiei rapporti con gli altri!