PDA

Visualizza versione completa : Cerco gruppo...



Abigail
18-09-2003, 23.41.11
Ebbene sì, siore e siori, pare proprio che la biennale storia del mio attuale e amatissimo gruppo si stia avviando verso una mesta conclusione... Purtroppo, come spesso succede, divergenze artistiche e personali, mancanza di tempo e di serietà e una generale "stanchezza" che ormai ci pervade tutti ha trasformato quello che un tempo era un allegro e produttivo sodalizio in una specie di palla al piede che si trascina di prova in prova senza meta né scopo...

Di conseguenza sono alla ricerca di un nuovo gruppo, che si tratti di una band già attiva a cui manca un cantante, o semplicemente di un paio di chitarristi, un bassista, un batterista ed eventualmente un tastierista che abbiano voglia di formarne una. Il mio genere "preferito" è sicuramente il rock, anche se non necessariamente "puro", sono disposto a spaziare fin dove le mie capacità (e i miei gusti) me lo consentono... In ogni caso il rock è ciò che preferisco, ciò che so fare meglio, ed è in generale lo stile a cui si rifanno le (poche) canzoni che ho composto finora.

Da parte mia posso offrire una certa dose di "esperienza" maturata suonando e cantando con tre gruppi diversi nel corso degli ultimi sei anni, due anni di lezioni di canto tuttora in corso e sette di lezioni di pianoforte (che ho preso da piccolo), una chitarra ritmica decente e tanta buona volontà. La mia zona di competenza è ovviamente compresa nei dintorni di casa mia (Castellanza, Legnano, Busto Arsizio, Gallarate et similia), ma sono disposto a spingermi anche più lontano, a patto che ne valga la pena.

Questo è quanto. Se qualcuno è interessato, mi contatti pure qui o via pm...

Umilmente...
:D :D :D

Albycocco
18-09-2003, 23.55.18
E' palese che io non abbia un gruppo, visto che a stento sò fare qualche misero accordo, però ti auguro un "In bocca al lupo" grandissimo capo!;)

Ray McCoy
19-09-2003, 00.19.28
Una band interregionale del forum potrebbe essere dura, vero?

Albycocco
19-09-2003, 00.21.47
Originally posted by Ray McCoy
Una band interregionale del forum potrebbe essere dura, vero? Scusa Ray ti riferisci a me?-_-

TrustNoOne
19-09-2003, 03.36.28
Originally posted by Ray McCoy
Una band interregionale del forum potrebbe essere dura, vero?
E' gia' difficile formarne una affiatata in zona...
Io ho dovuto lasciare il mio gruppo quando son venuto a bologna a studiare :|

TheDarkAlcatraz
19-09-2003, 16.20.56
Io mi diletto a cantare Hard Rock e Heavy, ma ho poca esperienza e sei un po troppo lontano per i miei gusti :)

djnat
19-09-2003, 16.33.00
Come tastierista ti aiuterei ben volentieri, Abi. :)

Il problema è la dannata distanza. Comunque vedremo... :evil:
Non sia mai, può essere che stanotte mi venga in mente una soluzione alternativa, tipo acquisire una proprietà di teletrasporto o qualcosa di simile. :D

Ray McCoy
19-09-2003, 17.56.12
Originally posted by TrustNoOne
E' gia' difficile formarne una affiatata in zona...
Io ho dovuto lasciare il mio gruppo quando son venuto a bologna a studiare :|

La mia era una battuta, perchè mi prendete sempre così sul serio? :mecry:

Altreo
19-09-2003, 18.20.34
Originally posted by Abigail
Cerco gruppo...

ma guarda che sborone....a saperlo l'avrei fatto per me mesi fa
:))

vantaggi dei mod...

oh in bocca al lupo

TrustNoOne
19-09-2003, 18.26.55
Originally posted by Ray McCoy
La mia era una battuta, perchè mi prendete sempre così sul serio? :mecry:

perche' tu SEI serio.

:roll3:

Abigail
20-09-2003, 20.23.37
Originally posted by Altreo
ma guarda che sborone....a saperlo l'avrei fatto per me mesi fa
:))

vantaggi dei mod...
E perché non l'hai fatto? Non c'è mica bisogno di essere mod per postare un topic in cui si cerca un gruppo...

Umilmente...
:confused: :confused: :confused:

Rikki
21-09-2003, 16.31.23
sei troppo lontano , quindi ti auguro solo una " buona fortuna!!!"

Boda
22-09-2003, 15.48.30
bene bene bene bene:evil: :evil: :evil: :evil:

Allora un bel vaffanculo a te e ai tuoi prossimi membri!!!!!:D :D

Albycocco
22-09-2003, 18.52.14
Originally posted by Boda
bene bene bene bene:evil: :evil: :evil: :evil:

Allora un bel vaffanculo a te e ai tuoi prossimi membri!!!!!:D :D :doubt: come scusa?

donkakarothssj
22-09-2003, 21.14.18
Originally posted by Boda
bene bene bene bene:evil: :evil: :evil: :evil:

Allora un bel vaffanculo a te e ai tuoi prossimi membri!!!!!:D :D
hem,ham,bo!
Senti ti sei fatto di qualkosa o kosa...cmq ke volevi insinuare con sta frase?

Rikki
22-09-2003, 21.36.19
:D :D :D :D

:birra: :birra:









































:azz: :azz:

Quaro
23-09-2003, 14.04.02
Devo dire che questo boda mi suona familiare...:azz:

Rikki
23-09-2003, 14.05.17
pare anche a me:rolleyes: ...

Boda
23-09-2003, 22.09.40
cosa volevo insinuare?

questo:Il 10 dicembre 1948, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite proclamava la Dichiarazione universale dei diritti umani. Per la prima volta nella storia dell’umanità, era stato prodotto un documento che riguardava tutte le persone del mondo, senza distinzioni. Per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere per la sola ragione di essere al mondo. Eppure la Dichiarazione è ancora disattesa, perché ancora troppo sconosciuta. Tra gli scopi di Amnesty International, c’è quello di renderne noti la storia e i contenuti, con tutti i mezzi possibili.
1. Premessa
1.1 Il 10 dicembre 1998 è il 50° anniversario della proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani da parte dell’ONU: un documento di portata storica per l’umanità.
1.2 La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è il documento basilare di Amnesty International, impegnata dal 1961 nella difesa e nella promozione dei diritti umani in tutto il mondo.
1.3 La Dichiarazione Universale, insistendo sulla dignità della persona, afferma i diritti fondamentali, senza i quali non possiamo vivere come esseri umani.
Negare agli esseri umani i loro diritti fondamentali significa preparare uno scenario di sconvolgimenti politici e sociali, di guerra e di conflitto tra gruppi sociali. Lungi dall’essere un’idea astratta per filosofi o giuristi, i diritti umani la vita quotidiana di ciascuno, uomo, donna o bambino che sia.
1.4 Eppure in questi ultimi cinquant’anni siamo stati testimoni di manifestazioni gravissime, contrario allo spirito e alla lettera della Dichiarazione Universale.
Si sono combattute più di 150 guerre con milioni di morti e di rifugiati.
Abbiamo assistito alla barbara soppressione dei più fondamentali diritti dei popoli e delle persone (lo testimoniano, tra l’altro, i rapporti di Amnesty, dal 1961 in poi). Assistiamo alla morte di milioni di persone per fame.
2. La nascita della Dichiarazione Universale
2.1 Alla fine della seconda guerra mondiale ci si guardò indietro con orrore: più grave ancora delle rovine materiali, era il disastro morale, la violenza fatta ai diritti dei singoli e dei popoli interi, causa della perdita di tante vite umane. Lo sterminio degli ebrei ( e di altre minoranze come gli zingari), le esplosioni atomiche costituivano, ciascuno a modo suo, terrificanti dimostrazioni di un inaudito potenziale distruttivo presente nell’umanità.
"Mai più" era allora la consegna: si cercava il massimo di garanzia che la pace e i diritti dei popoli sarebbero stati d’ora innanzi rispettati. In questo spirito fu steso nel 1945 lo Statuto dell’ONU, [vedere B.Conforti, "La Carta delle Nazioni Unite", ECP, Fiesole, 1993; A.Cassese, "I diritti umani nel mondo contemporaneo", Laterza, Bari, 1994 e "Il diritto internazionale nel mondo contemporaneo", il Mulino, Bologna, 1984] il cui preambolo indicava come obiettivo quello di salvare le future generazioni dal flagello della guerra, che per due volte nel corso di questa generazione ha portato indicibili afflizioni all’umanità", e riaffermava "la fede nei diritti fondamentali della persona umana, nell’uguaglianza dei diritti degli uomini e delle donne e delle nazioni grandi e piccole".
2.2 Queste parole dello Statuto dell’ONU riflettono il legame indissolubile tra il rispetto dei diritti umani e la sopravvivenza dell’umanità, e questa convinzione sta alla base della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la cui formulazione fu uno dei primi compiti che l’ONU si assunse.
Essa fu approvata il 10 dicembre 1948 dall’Assemblea dell’ONU. Con i suoi 30 articoli, essa doveva costituire "un comune livello, che tutte le nazioni dovevano raggiungere". Fu un evento storico: per la prima volta la comunità internazionale si assumeva la responsabilità della tutela e della promozione di specifici diritti, posti alla base di ogni convivenza.
Così dall’esperienza della violenza poté scaturire una forte e inaudita affermazione della dignità inviolabile dell’uomo.
2.3 La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani godette subito di grande autorità morale, influendo sul lavoro dell’ONU e ispirando trattati internazionali, costituzioni e leggi interne dei singoli stati, e contribuendo il maniera decisiva all’evoluzione del diritto internazionale contemporaneo.
Fu il primo passo verso la realizzazione della "Carta internazionale dei Diritti Umani", attraverso i due accordi internazionali, adottati all’unanimità dall’ONU il 16 dicembre 1966:
· il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali
· il Patto internazionale sui diritti civili e politici
Come disse il Nobel per la pace René Cassin, uno dei padri della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, la Dichiarazione stessa era la pala centrale di un trittico ai cui lati dovevano stare i due Patti internazionali.
2.4 Non c’è dubbio che per quanto l’idea generale e la terminologia della Dichiarazione Universale riflettano momenti della storia del pensiero e delle istituzioni politiche dell’Occidente, essa non è riducibile a una espressione di una cultura particolare.
L’autentica universalità della Dichiarazione, nonostante l’inevitabile forma storica limitata del suo linguaggio, consiste nella sua capacità di riflettere istanze fondamentali, riscontrabili in ogni cultura del nord e del sud e nella grandi tradizioni religiose, d’Oriente e d’Occidente, istanze riconducibili all’esigenza di un rispetto e di uno sviluppo integrale della persona.
Essa è il punto di incontro e di raccordo di concezioni diverse dell'uomo e della società, una specie di "decalogo per cinque miliardi di individui", come la chiama Cassese, che ha avuto il merito "...di formulare un concetto unitario e universalmente valido di valori che dovevano essere difesi da tutti gli stati nei loro ordinamenti interni.."
Questa universalità trova la sua verifica nella progressiva ricezione, nella legislazione di paesi di ogni parte del mondo, della Dichiarazione e dei Patti del 1966 e trova conferma nella positiva constatazione che il tema dei diritti umani sta assumendo un ruolo importante nella stessa politica internazionale, nei rapporti tra stati che in altri momenti non ne riconoscevano la centralità o ne davano una interpretazione diversa.
2.4 Lungi dall’essere un documento del passato, la Dichiarazione è universale anche nel tempo: essa può prioettare la sua luce nel futuro di una umanità in cui lo scambio, ma anche lo scontro tra culture potranno essere più frequenti.
Se i conflitti, purtroppo, continueranno a moltiplicarsi (e in particolare i conflitti non spiegabili solo con gli squilibri socio-economici), dobbiamo prevedere al tempo stesso la sempre maggiore attualità dei valori di tolleranza - di uguaglianza nella diversità - contenuti nella Dichiarazione.
Sviluppo della legislazione internazionale sui diritti umani
1.Premessa
1.1 Il passo successivo alla stesura della Dichiarazione Universale avrebbe dovuto essere l'elaborazione di un accordo giuridico internazionale, vincolante, che enunciasse gli stessi diritti della Dichiarazione; questo almeno secondo le intenzioni della Commissione sui Diritti dell'Uomo. Nel dibattito nell'Assemblea Generale prevalse la volontà di dividere i diritti in due categorie, secondo la visione dei paesi occidentali, diritti civili e politici e diritti economico e sociali. L'Assemblea Generale quindi incaricò la Commissione di elaborare due accordi distinti. Dopo ben 18 anni di lavoro e contrasti le due convenzioni, il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali e il Patto internazionale sui diritti civili e politici, vennero approvati dall'Assemblea Generale ed aperti alla ratifica nel 1966. Entrarono in vigore nel 1976. Ci vollero infatti 10 anni perchè 35 paesi, il numero minimo per rendere effettivo il trattato, ratificassero le due Convenzioni.
2. Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali e Patto internazionale sui diritti civili e politici
2.1 Al fine di tradurre i principi della Dichiarazione Universale in strumenti giuridicamente vincolanti vennero adottate le due convenzioni sopra citate. In esse compare il diritto all'autodeterminazione (art.1) che non venne citato nella Dichiarazione Universale ed è identico in entrambe le convenzioni:"1.Tutti i popoli hanno diritto all'autodeterminazione. In virtù di tale diritto essi liberamente stabiliranno il loro assetto politico e liberamente raggiungeranno il loro sviluppo economico sociale e culturale." In nessuno di esse però figura il diritto alla proprietà che pure appariva nella Dichiarazione Universale (art.17), nè il diritto d'asilo o alla nazionalità. Il Patto relativo ai diritti civili e politici stabilisce anche che i paesi che fanno ricorso alla pena di morte ne limitino l'impiego ai crimini più gravi.
2.2 I meccanismi di controllo previsti per il Patto sui diritti civili e politici sono:
1. Esame di rapporti periodici: l'art.28 istituisce un Comitato per i Diritti Umani, composto da 18 membri, che sono eletti per 4 anni. Essi devono possedere requisiti morali ed avere competenza nel campo dei diritti umani. Il Comitato si può riunire sia a New York che a Ginevra. Il Comitato esamina i rapporti che in base all'art.40 gli stati debbono inviare periodicamente, per illustrare le misure adottate per dare piena attuazione agli articoli della Convenzione, i progressi e gli obiettivi raggiunti. Il Comitato può redigere dei commenti che vengono inviati agli stati (e all'ECOSOC) a cui gli stati possono rispondere con commenti ed osservazioni.



di :hello: :hello:

Ray McCoy
23-09-2003, 22.28.41
Uhm... Ma il Lupo non ti aveva eliminato, anni fa, con Rat-Boy e la seconda squadra segreta?

Albycocco
24-09-2003, 12.19.44
:.: Ma tutto questo cosa ha che fare con la richiesta del povero Abigail?...
Non capisco!
:doubt:

Boda
24-09-2003, 15.56.44
Originally posted by Ray McCoy
Uhm... Ma il Lupo non ti aveva eliminato, anni fa, con Rat-Boy e la seconda squadra segreta?

Ma che cazzo dici?

Dero88
24-09-2003, 16.01.27
Originally posted by Boda
[CUT]

Vedo che con il copia incolla ci sai fare, anche nell'altro thread hai fatto un capolavoro di copia/incolla :asd: :asd:

Comunque, cosa c'entrano i diritti umani? :doubt:

Boda
24-09-2003, 16.04.20
Originally posted by Dero88
Vedo che con il copia incolla ci sai fare, anche nell'altro thread hai fatto un capolavoro di copia/incolla :asd: :asd:

Comunque, cosa c'entrano i diritti umani? :doubt:


bea perche secondo te mi metto a scrivere tutte quelle put..
:niente!: :niente!:

Dero88
24-09-2003, 16.07.58
Originally posted by Boda
bea perche secondo te mi metto a scrivere tutte quelle put..
:niente!: :niente!:

E allora perché vai a intasare una pagina se per te sono puttanate? :doubt:

Ma ci pensi, prima di scrvere?

Boda
24-09-2003, 16.18.19
Originally posted by Dero88
E allora perché vai a intasare una pagina se per te sono puttanate? :doubt:

Ma ci pensi, prima di scrvere?


Aspettavo solo di vedere chi fosse l'unico co.. a incazzarsi x tali cavolate. e a quanto pare hai vinto tu!:D :D :angel2:

Dero88
24-09-2003, 17.18.56
Originally posted by Boda
Aspettavo solo di vedere chi fosse l'unico co.. a incazzarsi x tali cavolate. e a quanto pare hai vinto tu!:D :D :angel2:

Mah, a quanto pare ci sono 2 risposte prima della mia e comunque tu l'hai fatto perché sei sei uno spammone e non sai cosa scrivere... attendo impaziente il tuo ban :asd:

Albycocco
24-09-2003, 18.35.02
Ma poi uno con così pochi posts ome può essere mod?O_o

Abigail
24-09-2003, 19.11.58
Vabbè, ho capito. Fine del discorso, problema risolto.

Umilmente...
:tsk: :tsk: :tsk: