PDA

Visualizza versione completa : Lionheart: considerazioni finali.



Ebulliometroman
01-09-2003, 23.50.10
Ho appena finito questo gdr e posto le mie considerazioni.
Il primo impatto con il gioco non è dei migliori: la grafica è poco innovativa e anche se i fondali 2d sono molto dettagliati appaiono statici e non hanno un minimo di profondità (almeno qualche fogliolina agli alberi potevano animarla). I personaggi sono in 3d, ma non si vede e pergiunta sono animati piuttosto male.
Le musiche mi sono piaciute soprattutto sono diverse e cambiano al variare dell' ambientazione.
Inizialmente il sistema di gioco è tipico di un gdr con un sistema di dialogo piuttosto curato e con le opzioni di risposta che variano in base alle caratteristiche diplomatiche del personaggio, la libertà è piuttosto elevata e non vi è alcun fattore che ostruisca la strada se non un nemico troppo forte per le nostre capacità. Le quest non sono moltissime, ma ci inducono a visitare tutte le locazioni presenti, anche se ad essere sincero pure queste sono un po pochine.
Il sistema di combattimento è il pessimo stile diablo con i personaggi che si muovono velocissimamente, l' effetto è dei peggiori che abbia mai visto (potevano farlo con il sistema a turni di fallout che è decisamente meglio), pergiunta la varietà di oggetti, armi, armature è molto limitata, per non parlare delle magie che sono veramente poche.
Comunque nonostante questi difetti il gioco è gradevole soprattutto per la varietà delle quest che pur non essendo facili non vi capiterà mai di rimanere bloccati per un enigma troppo difficile.
Tutto questo fino al 40% circa del gioco.
Da quì in poi spariscono praticamente tutti gli npc e le componenti di un gdr per dar spazio all' azione totale, combattimenti su combattimenti che si ripetono quasi sempre con gli stessi nemici. Ogni combattimento si ripeterà almeno 100 volte fino a cambiare ambientazione (per la cronaca succede tre volte) dove cambieranno fortunatamente anche i mostri da combattere, ma a restare la stessa sarà la monotonia e la frustrazione, anche perchè spesso i nemici saranno più forti di voi (il mio personaggio era un mago, quindi chi userà un guerriero avrà vita un pò più facile anche se non so di quanto)e vi ritroverete a ricaricare spesso la partita.
In conclusione Lionheart è un gioco che si divide in due stili diversi:il primo che rappresenta un bel gioco di ruolo dalla grafica datata ma che riesce comunque a catturare l' attenzione per via delle quest interessanti un ottimo sistema di dialogo e ambientazioni molto caratteristiche.
Il secondo è un gioco d' avventura che si basa sul combattimento in tempo reale, peraltro di pessimo stile, difficile,monotono e frustrante.
Peccato perchè se i programmatori avessero avuto un pò di tempo-voglia in più sicuramente sarebbe stato un ottimo gioco di ruolo.

.Commodo.
01-09-2003, 23.53.19
Come è andata a bug?

Ebulliometroman
01-09-2003, 23.58.19
Nessuno, qualche volta le musiche si incantano ma per il resto tutto perfetto, anche la stabilità è buona sebbene ho sentito qualche lamento a riguardo.

.Commodo.
02-09-2003, 00.04.24
Originally posted by Ebulliometroman
Nessuno, qualche volta le musiche si incantano ma per il resto tutto perfetto, anche la stabilità è buona sebbene ho sentito qualche lamento a riguardo.


Bene, perchè sto per entrare nelle sewers e, a quanto pare, sono un posticino piuttosto pericoloso quanto a bachi ;)

AarnaK
02-09-2003, 12.24.40
Originally posted by .Commodo.
Bene, perchè sto per entrare nelle sewers e, a quanto pare, sono un posticino piuttosto pericoloso quanto a bachi ;)

Commodo!!!
Ma dai!!!
Che battutona triste!! ;) :D