PDA

Visualizza versione completa : [SPOILER] Effetti



f355
01-09-2003, 10.37.43
Avrei un dubbio sulla scelta del distorsore o dell'overdrive. A parte l'acquisto di un BF-3 Flanger per aumentare ancora di più il sustain, dell'immancabile CS-3 Compressor da fare in seguito ed eventualmente anche un GE-7, il dubbio sta nell'acquisto dell'unita di distorsione. Sono un niubbo nel campo degli effetti ( questa è la mia prima elettrica e non ho provato nessun effetto ancora) ma ho letto abbastanza tanto da orientarmi su un effetto. Ora vorrei il vostro parere. Io vorrei creare per la mia Strato un suono tipico anni '70, l'intenzione è di ricreare proprio il sound di Blackmore ( ma questo molto più avanti con ampli e pre-ampli). So che ai suoi tempi non esistevano gli effetti ( distorceva mettendo a palla l'ampli ). Cosa dite allora overdrive o distortion? e soprattutto che tipo?

Grazie in anticipo

fenderplay
01-09-2003, 11.49.51
ai tempi di blackmore gli effetti c'erano! vedi il chitarrista dei rush, ad esempio, che allora faceva uso di overdrive, chorus, reverb e flanger, oltre alla distorsione ovviamente...

per la distorsione, potresti provare un pedalino della boss, tipo il DS-2 turbo distortion:

http://www.dynatone.ru/catalog/guiteffect/boss/ib/ds2.jpg

io ce l'ho, e lo trovo molto versatile...usato lo comprai qualche anno fa a 100000 lire circa, mentre nuovo mi sembra che costi poco più di 100€, ora come ora (non ne sono sicuro al 100%, però)...dovrebbe avere un bel suono anche con i single coil (con gli humbucker ottieni una dist più "corposa"), visto che alla fine anche blackmore usava i single coil stock della stratocaster...magari provalo, e poi decidi! :D

ah, se vuoi farti un'idea, puoi andare sul sito della Boss (http://www.bossus.com) , sotto interactive, dove puoi sentire tutti i loro effetti in azione :)

f355
01-09-2003, 12.32.00
Grazie del sito fender, davvero ottimo.
Ho letto sul catolago della boss che il primo effetto da loro prodotto ossia L'OD-1 è uscito nel 1976, forse c'erano altre marche...
A proposito del DS-2 ( costa 99€ ) che mi dici del sound sulla tua strato?

fenderplay
01-09-2003, 15.30.18
Originally posted by f355
Grazie del sito fender, davvero ottimo.
Ho letto sul catolago della boss che il primo effetto da loro prodotto ossia L'OD-1 è uscito nel 1976, forse c'erano altre marche...
A proposito del DS-2 ( costa 99€ ) che mi dici del sound sulla tua strato?

il sound che esce è molto corposo e, dati i numerosi settaggi disponibili, anche molto versatile (con un buon ampli riesci a ricreare un sound anni 70, oppure una distorsione più pungente e più attuale, con tutte le sfumature che ci stanno in mezzo :D) ...inzomma, un suond molto rockettaro :D ...io sulla mia strato ho messo un seymour duncan al ponte, il che influisce ovviamente sul tipo di suono che ottengo...però lo stesso pedale l'ho anche provato su strato con single coil, e ti posso dire che a me piaceva anche così...

l'unica cosa che non riesci a ricreare col ds-2 sono le sonorità metal estreme (per quelle c'è il metal zone, un altro pedale sempre boss :D )


altra info: qui (http://www.harmony-central.com/Effects/Data/) trovi un sacco di recensioni di effetti, divisi per marca...le recensioni sono fatte da utenti, e secondo me sono molto utili

NinoPicci88
01-09-2003, 23.37.01
Io ti consiglio di prendere il Metal zone della Boss.
http://www.rolandus.com/images/products/pedals_tuners/MT-2_l.gif
anche io in futoro (natale :D) devo comprare un distorzore penzo che opterò per quello.

Altreo
02-09-2003, 01.30.23
Originally posted by NinoPicci88
Io ti consiglio di prendere il Metal zone della Boss. Anche io in futoro (natale :D) devo comprare un distorzore penzo che opterò per quello.

se vuoi ti vendo il mio:D

f355
02-09-2003, 10.59.50
Originally posted by Altreo
se vuoi ti vendo il mio:D
How Much? :D

f355
14-09-2003, 12.38.31
Ho preso il DS-2 e devo dire che la scelta mi soddisfa molto.
Avrei un'altra domanda da porvi. Dato che intendo proseguire su questa strada, cioè non voglio prendere un multi-effetto ma voglio realizzare il mio sound personale accoppiando vari effetti, vi chiedo adesso cosa devo comprare?
Io avrei pensato ad un GE-7 e ad una unita per il delay e per il riverbero. Sommariamente mi potete illustrare perchè è utile un compressore. Grazie in anticipo

fenderplay
14-09-2003, 14.13.58
per il compressore, e per spiegazioni dettagliatissime su tutti i tipi di effetti, ti rimando all'ottimo sito www.soundme.com (http://www.soundme.com) (per gli effetti, vai sotto amplificazione ;) )

sono contento che ti trovi bene col ds-2!

per gli altri effetti, beh, tutto dipende da che tipo di suono ti piace, e da cosa vuoi suonare...gli effetti che hai citato sono senz'altro utili e molto diffusi, però io ti consiglio di non prendere tutto subito...per una buona resa degli effetti, è fondamentale un buon amplificatore...

tu che ampli usi? :)

f355
14-09-2003, 17.28.48
Originally posted by fenderplay
per il compressore, e per spiegazioni dettagliatissime su tutti i tipi di effetti, ti rimando all'ottimo sito www.soundme.com (http://www.soundme.com) (per gli effetti, vai sotto amplificazione ;) )

sono contento che ti trovi bene col ds-2!

per gli altri effetti, beh, tutto dipende da che tipo di suono ti piace, e da cosa vuoi suonare...gli effetti che hai citato sono senz'altro utili e molto diffusi, però io ti consiglio di non prendere tutto subito...per una buona resa degli effetti, è fondamentale un buon amplificatore...

tu che ampli usi? :)
Grazie per il consiglio il DS-2 è ottimo.
Capisco che per una buona resa c'è bisogno di un ottimo ampli, ma purtroppo i fondi scarseggiano e per un buon ampli con meno 500-600€ non te la cavi. Ho un Marshall da 25W l'ho pagato se non sbaglio 150€, capisco che non sia il massimo. Personalmente tu cosa affiancheresti ad un distorsore come il DS-2? Come ti ho detto in precedenza, vorrei un suond molto rock anni 70', comunque in generale Hard Rock.

Altreo
14-09-2003, 17.56.11
beh il discorso degli effetti è molto molto complesso...
anche io tempo fa avevo un multieffetto poi abbandonato a causa delle poche possiblità di creare un suono personale...
ora come ora possiedo solo un limitato numero di effetti che pero maggiormente di adattano a quelle che sono le mie esigenze.
Per cio' che riguarda la distorsione utilizzo il Metal Zone della Boss, mentre per suoni più "caldi" uso il FabTone della Danelectro.
Per ciò che riguarda gli effetti mi sono limitato a un compressore della Dbx (costa circa come un Boss, ma non c'e' paragone), un equalizzatore della mdx e sempre delle Boss il Noise Gate.

Sicuramente di tutti gli effetti che hai citato il compressore è il piu' utile. Detto in maniera molto semplicistica non fa altro che eliminare i picchi che possono esserci nell'onda sonora prodotta dal suona della tua chitarra. Picchi che possono derivati semplicemete dal feedback dell'ampli o dal tocco del plettro.
Ti dico gia' da subito che non esiste un settaggio obbiettivamente corretto, ma devi trovare quello che piu' di adatta al tuo stile e cio' richiederà non poco tempo.
A questo proposito faccio un passo indietro permettendomi di chiarire quale sia la corretta disposizione degli effetti, ovviamente con la riserva come detto che non esiste un suono o un settaggio perfetto di norma, ma tutto va adattato al proprio stile.
Detto ciò, subito dopo la chitarra andrebbero messi gli effetti che modulano il suono, tipo compressore, equalizzatore chorus ecc. Questo perche' non avrebbe senso mettere per esempio il compressore dopo la distrosione perche' l'effetto andrebbe a lavorare su un suono già modificato, e tornando al discorso onde sonore, su un suono con un onda gia' tagliata.
Quindi dopo gli effetti citati va messa la distrosione e poi effetti tipo delay, ciò effetti che vanno a lavorare su quello che è il suono finale.
Alla fine della catena eventuali noise suppressor.

Come detto da fender soundme contiene molto, poi fai un giro su Accordo.it (http://www.accordo.it) e sempre già detto evita di farti prendere dall'entusiasmo.
Scegli un effetto, valuta la sua funzione e l'uso che ne faresti, poi cerca su questi e altri siti pareri su modelli diversi e gira vari negozi per sentire con le tue orecchie come lavorano.

Per il resto siamo sempre qui :teach: :D

f355
15-09-2003, 18.27.36
Grazie Altreo.
Nozioni teoriche sul funzionamento dei vari effetti ( e sul loro collegamento ) più o meno le ho. Il mio maestro mi ha dato un libretto informativo della Boss, molto chiaro, dove ho imparato molte cose. La domanda mia però voleva essere un'altra. Se ti riesce di spiegarmi potresti dirmi l'effetto sul suono di un compressore, cosa cambia?

Altreo
15-09-2003, 23.38.19
ti incollo quello che ho trovato su un sito, ma cmq molto chiaro e preciso...è un po' lunghetto :angel2:

Il compressore è un processore di segnale che serve a controllare la dinamica di uno strumento e a creare sustain. Questo fa si che qualsiasi nota suonata sia più facilmente udibile e "duri più a lungo". I passaggi leggeri si sentiranno più forti, e quelli troppo forti saranno più leggeri, essenzialmente cercando di mantenere il segnale ad un volume simile.

Come funziona
Ecco un esperimento da fare per comprendere come funziona un compressore: eseguiamo una nota e appena il volume di questa cala, alziamo gradualmente quello dell'amplificatore. Così facendo sembra che la nota duri di più, in realtà resta volumetricamente alta per più tempo perché noi la stiamo aiutando come farebbe un compressore, ma la durata totale sarà quella dettata dalle caratteristiche di sustain del nostro strumento. In questo modo abbiamo aumentato il sustain "apparente" del nostro strumento, non quello reale (quello dipende dalla qualità della nostra chitarra). Così fa il compressore (vedi grafici A e B).

http://www.donatobegotti.it/sound/compressore/compressore_file/image003.gif

http://www.donatobegotti.it/sound/compressore/compressore_file/image006.gif

Notate che il suono non dura di più: si mantiene semplicemente per più tempo ma la durata è la stessa: 10 sec. nell'esempio A e 10 sec. nell'esempio B.

Come agisce
Esempio: stiamo registrando una parte di chitarra molto espressiva e dinamicamente delicata. Nei momenti "soft" diventa quasi inudibile, troppo debole, mentre in quelli grintosi copre tutto il resto del mix, perciò è troppo forte.

Supponiamo, tanto per quantificare, che il suono per essere intelligibile deve essere compreso volumetricamente tra 20 e 80 (valori ipotetici, inventati) perché al di fuori di questi due parametri la chitarra sparisce o è troppo fuori. Come facciamo a risolvere la situazione? Utilizziamo un compressore!

Come si comporta un compressore in questo caso?

Semplice, quando noi per dovere di espressione, scendiamo sotto il "20" (ad esempio suoniamo una nota a volume "12"), esso aumenta il volume fino a "20", quando invece suonando forte superiamo l'"80" (esempio "92") esso fa uscire un volume che non supera l'"80".

Avrete certo intuito che è una funzione molto simile al controllo volumetrico effettuato da un fonico in fase di missaggio. Non a caso quando i compressori non esistevano ancora, l'effetto di compressione veniva ricreato dal tecnico di registrazione che "inseguiva" il musicista con il cursore, cercando di anticipare un esecuzione ora troppo alta ora troppo bassa. Il compressore lavora quindi molto similmente a questo bravissimo fonico, ma lo fa assai più velocemente e con maggiore esattezza.

Un modo alquanto semplice per comprendere il funzionamento dei compressori è quindi di intenderli come pedali del volume automatici.

Controlli principali
Ora che abbiamo chiarito cosa è e come agisce un compressore, vediamo da vicino i controlli che le case costruttrici mettono più frequentemente a disposizione.

Threshold: questo controllo permette all'utilizzatore di impostare una soglia volumetrica che se viene sorpassata attiva il compressore.

Esempio con valori virtuali: imposto una soglia di "50" e suono tre note con questi tre volumi: "12", "80" e "48". Il compressore "comprimerà" solo la seconda (perché è l'unica che ha sorpassato la soglia "50") e ignorerà completamente la prima e la terza. Ma quanto la comprimerà? Questo dipende dal controllo Ratio.

Ratio: determina il grado di compressione che il segnale riceve una volta che ha sorpassato la Soglia (Threshold).

E' indicato in proporzioni. Per esempio un grado di compressione "2:1" indica che per ogni 2 db in ingresso sorpassanti la soglia, il compressore ne darà in uscita uno solo.

Se il controllo di Ratio è regolato molto alto (esempio "20:1") abbiamo situazioni note come Limiting da qui il nome Compressor/limiter.

ATTACK: determina il tempo che un compressore impiega a comprimere un segnale che ha superato la Soglia.

RELEASE: determina il tempo che il compressore impiega per ritornare ad una situazione neutrale una volta che il segnale è sceso sotto la Soglia.

Collegamenti
Un compressore può essere collegato come primo anello della catena (direttamente dopo la chitarra). Fate attenzione che l'impedenza di ingresso sia da "pedalino" o da altro dispositivo attivo, ovvero con impedenza maggiore o uguale a 0,5 Mhom. Per questo motivo, pochi compressori a rack sono adatti a questo tipo di collegamento,

http://www.donatobegotti.it/sound/compressore/compressore_file/image009.gif

o nel Send/Return del preamplificatore ...

http://www.donatobegotti.it/sound/compressore/compressore_file/image012.gif

A noi la scelta: l'importante è che sia prima dell'effettistica.

Meglio ancora, se ci sarà una possibilità di riequalizzare il suono compresso, potremo restituire le frequenze che questa processazione del suono porta inevitabilmente via al suono originale.

Applicazioni
Le chitarre acustiche guadagnano un suono più denso e costante mediante l'uso del compressore, perché comprimendole, il suono delle corde gravi non sorpassa volumetricamente il suono di quelle più acute, in quanto più piccole e meno potenti. Regolando poi una velocità di attacco tra i 10 e 40 millisecondi, saremo in grado di mantenere la naturalezza dell'attacco del plettro, così tanto preziosa in fase di accompagnamento.

Sulle chitarre elettriche pulite si può avvertire il favoloso effetto che si ottiene smorzando l'attacco del plettro facendo in modo che le note stoppate o addirittura le dead notes (o muffeled) abbiano uguale volume degli accordi stessi per entrare in un groove tipico del funky.

Effetti quali Chorus, Flanger, Phaser, Octaver o Pitch Transposer guadagnano qualitativamente molto se viene immesso loro un segnale costante e compresso e se, applicato alla distorsione, permette di ottenere feedback facilmente controllabili.

Incrementando il Gain si può utilizzare il compressore come un preamplificatore.

Con un pò di guadagno in più, si può restituire il guadagno che si perde tra i cavi e gli effetti: un grande incremento può essere utile invece per "imballare" la nostra testata.

La chitarra elettrica è uno strumento talmente versatile che è necessario decidere il tipo di suono che si vuole ottenere prima di agire sul compressore e sulla base di questo effettuare le proprie regolazioni. Ad esempio un suono di chitarra molto distorto tende ad essere dinamicamente controllato, per cui un leggero o addirittura alcun grado di compressione potrebbero essere necessari. Diversamente se si vuole comprimere una chitarra elettrica pulita, è necessario un trattamento molto simile a quello fatto per una chitarra acustica.

Se si vuole aumentare il sustain, senza aumentare la saturazione, comprimiamo semplicemente e pesantemente l'input, utilizzando un Attacco veloce e un Rilascio di circa 250ms. A seconda del grado di compressione desiderato, il controllo Ratio può essere regolato da 4:1 in su e una riduzione di guadagno di qualsiasi valore superiore a 20 db. Se vogliamo mantenere il nostro attacco sulle corde in modo più naturale, rallentiamo la velocità di attacco del compressore e ascoltando il risultato fino a quando si riconosce il proprio tocco, con l'aggiunta di quel sustain particolare che ci sta offrendo il compressore.

In altre occasioni, sempre su queste pagine, ho già affermato che spesso si pensa che il tapping riesca bene solo con tanta distorsione. Non è assolutamente così. Non è l'ammontare di questa a rendere possibile una tecnica più confortevole, ma la quantità di compressione generata come conseguenza della saturazione. Infatti le stesse frasi che si eseguono con un suono distorto, si possono eseguire perfettamente anche con uno pulito se altamente compresso da un'unità specifica. Questa deve naturalmente intervenire sia aumentando il sustain della nota (per evitare lo smorzamento sonoro che si verifica subito dopo la fase di attacco di un suono clean), che limitando il picco volumetrico al valore ritenuto opportuno.

Conclusioni
Un compressore aiuta anche a mascherare i possibili difetti nella nostra tecnica. Una nota colpita con poca decisione uscirà con un volume simile a quello di una colpita troppo forte, facendo apparire il nostro modo di suonare più confidente.

Naturalmente c'è anche un aspetto negativo da evidenziare nell'utilizzo del compressore. La compressione limita la dinamica e l'attacco. Siccome la maggior parte della personalità del nostro modo di suonare sta nella maniera in cui attacchiamo le corde e nelle dinamiche che utilizziamo, un compressore tende ad omogeneizzare il nostro tocco e quindi ad allontanare la possibilità di svilupparne uno riconoscibile.

Come notiamo esistono dunque pro e contro.

Personalmente ritengo che i compressori siano generalmente più appropriati nelle situazioni di medio o basso volume. Ad alti volumi, la compressione naturale dell'amplificatore (specialmente se a valvole) offre un sufficiente sustain che consente di rinunciare sui suoni distorti. Su quelli puliti, invece rimane sempre una questione di gusto e di effetto.

f355
17-09-2003, 17.28.18
Grazie Altreo, lo trovo molto utile. Purtroppo, costa 150€ il CS-3 della Boss.

Altreo
17-09-2003, 18.57.38
ecco....Boss ottima marca la uso anche io...ma per quello che riguarda il compressore, l'unica marca è la Dbx, che possiamo dire ha inventato questo effetto.

A parità di prezzo, anzi a prezzi minori trovi effetti molto migliori :niente!:

fenderplay
17-09-2003, 21.50.36
f355, toglimi una curiosità: perchè hai messo il tag [SPOILER] nel titolo? :D

TheDarkAlcatraz
17-09-2003, 22.15.13
ah già, me lo chiedevo anch'io....PERCHE'?!? :angel2:

Simbul
17-09-2003, 23.17.54
Originally posted by TheDarkAlcatraz
ah già, me lo chiedevo anch'io....PERCHE'?!? :angel2:
idem :D

f355
18-09-2003, 18.19.34
Originally posted by fenderplay
f355, toglimi una curiosità: perchè hai messo il tag [SPOILER] nel titolo? :D
Spoiler si mette nei topik dove generalmente si chiede aiuto agli altri utenti del forum tutto qui ;)

f355
18-09-2003, 18.21.21
Originally posted by Altreo
ecco....Boss ottima marca la uso anche io...ma per quello che riguarda il compressore, l'unica marca è la Dbx, che possiamo dire ha inventato questo effetto.

A parità di prezzo, anzi a prezzi minori trovi effetti molto migliori :niente!:
Purtroppo in zona trovo solo effetti della Boss ecco perchè mi riferisco sempre a quelli.
Proverò a farmi un giro a Roma ;)

Simbul
18-09-2003, 19.03.57
Originally posted by f355
Spoiler si mette nei topik dove generalmente si chiede aiuto agli altri utenti del forum tutto qui ;)
Questa mi giunge nuova... :doubt:
A quanto ne so io spoiler si mette nei topic in cui si rivelano particolari importanti di un libro/film/spettacolo o quant'altro, in modo da avvisare gli altri utenti che potrebbero rovinarsi la sorpresa...

fender30
18-09-2003, 19.40.23
Altreo, lo vendi davvero il Metal Zone? Mi interesserebbe :)
Cmq, avendo un amplificatore valvolare anche io sono abbastanza indeciso sugli effetti da comprare; mi piacciono i Boss, soprattutto per il rapporto qualità prezzo..se avessi qualche euro in più opterei per gli electro-harmonix, ma pazienza..
Dicevo, ho un ampli fender valvolare 30 watt, dunque sono indeciso se sfruttare la saturazione dell'ampli ogni volta che suono o aiutarlo con un boost o addirittura con una distorsione; inoltre ho paura che sfruttando le valvole ogni giorno in questo modo non mi durerebbero molto, e così sono orientato verso un pedale che mi dia una buona distorsione (anche piuttosto pesante) senza snaturare il tutto. Inoltre non penso di prendere un compressore visto che anche una minima saturazione delle valvole comprime abbastanza; il riverbero è perfetto quello dell'ampli (si sa, i fender..:cool: ) e visto che non mi piace molto caricare il suono con troppi effetti potrei anche restare a posto così.. voi che ne pensate?
Che pedali prendereste con un ampli valolvare facilmente saturabile, con un ottimo pulito e un buon riverbero? Escludo a priori wah-wah (quello verrà in futuro), equalizzatori, accordatori cromatici, flanger (non mi garma parecchio), tremolo ed effetti stupidi (tipo octave o whammy, non li userei molto :p )...

fenderplay
18-09-2003, 20.21.24
Originally posted by fender30
...
Che pedali prendereste con un ampli valolvare facilmente saturabile, con un ottimo pulito e un buon riverbero? Escludo a priori wah-wah (quello verrà in futuro), equalizzatori, accordatori cromatici, flanger (non mi garma parecchio), tremolo ed effetti stupidi (tipo octave o whammy, non li userei molto :p )...

...praticamente li hai detti tutti :D :D

io come prossimi pedali avrei in mente chorus, delay e flanger (se usato in modo non esagerato e nei momenti giusti, riesce a dare un bel colore al suono..usato al massimo neanche a me piace molto)...ma per ora mi basta la mia distorsione ed il flanger dell'altro mio chitarrista :D

in ogni caso - non mi stancherò mai di ripeterlo - non esistono effetti giusti o sbagliati da comprare, e non c'è nessuna fretta, a meno che non abbiate necessità di suonare spesso dal vivo...tutto si basa sul tipo di suono che volete ricreare, e soprattutto sui vostri gusti...
l'importante è saper divertirsi e fare bene anche solo con chitarra diretta nell'ampli...almeno, questa è la mia umile opinione :D

f355
20-09-2003, 15.39.49
Originally posted by Simbul
Questa mi giunge nuova... :doubt:
A quanto ne so io spoiler si mette nei topic in cui si rivelano particolari importanti di un libro/film/spettacolo o quant'altro, in modo da avvisare gli altri utenti che potrebbero rovinarsi la sorpresa...
Pardon , per l'ignoranza ;)

fender30
21-09-2003, 13.56.19
Nessuno ha provato la Boss ME-50?