PDA

Visualizza versione completa : Il gioco perfetto



commodo
25-08-2003, 23.41.11
Di questi tempi, sento tante lamentele e critiche rivolte verso i rpg di ultima generazione: quasi tutti i titoli recentemente usciti hanno, direi quasi inevitabilmente, presentato delle lacune o degli aspetti non riusciti che, volta per volta, sono stati impietosamente evidenziati: Lionheart, Gothic 2, Morrowind, solo per citarne alcuni, per non parlare di NWN, DS e compagnia. Devo essere sincero: quasi tutte le critiche mosse a questi rpg mi hanno trovato d'accordo, talvolta parzialmente, talvolta totalmente.
Faccio questa riflessione a voce alta, perchè in questi giorni sto rigiocando, con mooooolta calma ed attenzione, a Fallout 2.
Quello di cui sono rimasto davvero stupito e che più gioco a questo immenso titolo, più constato non solo la sua bellezza e la sua profondità, ma la sua perfezione. Giocando a Fallout 2, non riesco a trovare un vero difetto, un qualcosa che, secondo i miei personali gusti, dovrebbe o potrebbe essere realizzato meglio. Giocando a Fallout 2, si prova un senso di compiutezza che non ho trovato forse in nessun altro titolo: è tutto come deve essere, nè più nè meno. Questo è davvero un gioco completo a 360 gradi, così appagante come esperienza ludica da lasciarmi un pò spiazzato, tanto oramai sono abituato a certi clichès.
E, bisogna ammetterlo, certi paragoni con titoli tanto decantati sono impietosi......per questi ultimi ovviamente ;)

Skree
25-08-2003, 23.53.43
*COFF*

Che cosa ci sta a fare Morrowind nella prima lista? *avvicina la mano alla valigetta atomica*

A parte questo, si, senza ombra di dubbio Fallout si avvicina alla perfezione, a voler essere proprio pignoli si potrebbe dire che guadagnerebbe se avesse il sistema di combattimento di Fallout Tactics :)

gaberh
25-08-2003, 23.57.00
caro Commodo,
sono d'accordissimo con te.
ti chiedo, vi chiedo, sapete come andarono le vendite di questo gioco?
non è una domanda retorica, non lo sò.

ma, e questa è solo una mia opinione, non credo che abbia avuto un grande successo di vendite...
diversamente, perchè altri giochi non avrebbero seguito a ruota il suo stile, il suo gameplay?

e, continuo questa volta con retorica, se non ebbe successo commerciale un tale capolavoro, come possiamo sperare in un futuro gioco simile o anche superiore?

forse ce l'abbiamo nella giacca (modo di dire che significa siamo fottuti) e siamo senza speranza...
mah, stasera sono pessimista

Skree
26-08-2003, 00.02.15
Io punto sul P&P... o in alternativa sul P&P "online" (li si che mi va bene il "giocare online")...

O, naturalmente, punto sulla Bethesda.

commodo
26-08-2003, 00.07.41
Quello che è davvero strabiliante è la libertà assoluta di sviluppare la trama e risolvere le quest, secondo me ancora insuperata. Oramai sono così abituato a giochi con una trama già scritta, già delineata e che ti costringono a scelte forzate ed a percorsi prefissati, che giocare a Fallout 2 mi ha disorientato.....ho così tante opzioni, così tante cose da fare, così tanti modi per farle, e tutto senza limiti e costrizioni, che mi sono sentito spaesato...
E poi, tanto di cappello, e qui ha ragione Skree, nessuno, dico nessun gioco di ruolo che io conosca ha mai avuto tematiche e dialoghi tanto adulti e spinti come quelli sviluppati in Fallout 2: c'è un set di film porno, puoi raccogliere preservativi, puoi....usarli, le prostitute vengono presentate dal loro pimp come "wet'n' willing": roba da farti cadere la mascella sotto il tavolo......incredibile.
Ma che esrb rate ha avuto Fallout 2?:" Mature" è troppo poco....

Skree
26-08-2003, 00.22.20
Già... e perchè, il razzismo del Vault 8 (o quel che era, scusami, sono secoli che non tocco Fallout 2) dove lo lasci? e la possibilita' di SPOSARSI? ANCHE con una persona dello stesso sesso del nostro personaggio?

Fallout è un gioco da definirsi "estremo", in tutti i sensi del termine... :P

zdrenos
26-08-2003, 01.03.57
Domanda:vi sembra realistico pensare allo stato attuale allo sviluppo di un titolo simile a Fallout 2?Non intendo necessariamente legato alla stessa ambientazione,penso ad un gdr puro,e quindi già a basso potenziale di vendita,infarcito di tabù infranti e senza compromessi...Da quello che leggo oggettivamente penso che Lion,con le sue fasi hack'n'slash,riconosciute anche da Skree,abbia strizzato l'occhio anche a giocatori meno hardcore...Anche il successo di Morro è legato al suo gameplay,che si può prestare a sezioni di gioco alla Unreal...I rumors su Fallout 3 li conosciamo.Con Bos le tematiche adulte NECESSARIE alla ricostruzione realistica di un mondo post nucleare hanno lasciato il posto a paladini del bene contro le ingiustizie e stupidate simili(la Fratellanza appunto)...
Per quanto ottimisti si possa essere poi,all'orizzonte si intravedono SOLO compromessi...
Se qualcuno ha delle buone ragioni per cui esistano incentivi economici realistici nel produrre nuovi Fallout lo ascolto volentieri,perchè al momento non me ne vengono...

Skree
26-08-2003, 01.14.10
No, state manzi un po' tutti quanti :P

Morro ha tematiche adulte, basta saperle trovare... in una missione si deve andare a prendere una SCHIAVA, agghindarla, e metterla come moglie di uno sporco selvaggio... di esplicito non c'è nulla, ma non ditemi che questo pezzo non è "maturo"...

Insomma, i mocciosi giocano Morro come Unreal Fantasy, chi "sa cercare" la maturità ce la trova...

Skree
26-08-2003, 01.17.06
Comunque, a parte la puntualizzazione sul mio pargolo, Morrowind, in futuro l'unico gioco da cui mi aspetto tematiche "mature" è Deus Ex... non dimentichiamoci che anche il primo era abbastanza "pesante" per certe cose... sono fiducioso verso di lui...

Come? KOTOR? Nah, quella sara' la solita e ritrita lotta bene/male... non arrivera' mai a livelli di "maturità".

zdrenos
26-08-2003, 01.29.33
Sono perfettamente d'accordo con quello che dici su Morro,e se non ci credi vai a vederti i miei vecchi post su questo gioco:D.Guarda,ti aggiungo una considerazione che forse ti farà apprezzare ancora di più i creatori di questo gioco:sono riusciti a sviluppare MORROWIND lucrando sui mocciosi che non hanno la minima idea di cosa hanno in mano,e che vanno in giro per Vvanderfell cercando ebetamente mostri da uccidere per passare di livello e superarmi varie...

Più che altro dico che mi stupisce proprio il fatto che sia uscito Fallout 2,visto che da quello che mi sembra di vedere nella situazione attuale è semplicemente un gioco improponibile per qualsiasi sviluppatore...Al limite si può usare una strategia di abbindolamento alla Morro,ma anche in questo caso la cruenza peculiare di Fallout,con abbondanti dosi di prostituzione,droga,omosessualità ecc.ecc si scontra con molti tabù,e quindi rende imho abbastanza improbabile l'uscita di un nuovo titolo di questo tipo.

STR1DER
26-08-2003, 02.05.02
Io non mi preoccupo raga, insomma voglio dire che gli sviluppatori prendano pure la strada che più ritengono remunerativa: se i giochi recenti non mi soddisfano, poco male, vorrà dire che avranno un aquirente in meno per quello che mi riguarda...

Certo il fatto che il mercato dei crpg attualmente sia in mano a branco di mocciosi che manovrano freneticamnte il mouse e lo scambiano per un joypad mi da alquanto fastidio, ma sono disposto a boicottare le ultime uscite fino a quando non vedo un gioco soddisfacente (come sto praticamente boicottando gli mmorpgs).
Nel frattempo posso sempre fare altro o rispolverare vecchie glorie videoludiche ancora per niente scalfite dagli anni che si portano dietro e dalle lucrose regole del mercato.

Skree
26-08-2003, 02.44.25
Nel frattempo posso sempre fare altro o rispolverare vecchie glorie videoludiche ancora per niente scalfite dagli anni che si portano dietro e dalle lucrose regole del mercato.

Si, daccordo, ma ascoltami...

Ho finito DUE volte Daggerfall... e chi l'ha giocato sa che cosa puo' voler dire, inoltre, Daggerfall è riuscito nell'impossibile intento di farmi MACRARE! SI! MACRAVO le skill magiche! :P

Ho giocato non so per quanto tempo a Darklands, ormai di quel gioco so vita morte e miracoli pure della pecore della pastorella del quattrocentoventidueesimo villaggio ovest :P

Ho perso il conto delle volte che ho finito i due Fallout...

Ho iniziato (ma mai finito, ahimè, mea culpa) Torment per così tante volte che NON NE VOGLIO PIU SAPER NIENTE DI QUEL GIOCO (l'avro' cominciato 20 volte MINIMO; e no, non sto esagerando...)

Morrowind pure ho perso il conto delle volte che l'ho iniziato... anche se con lui non si puo' parlare di "finito"... e sto per riiniziarlo un altra volta, con un altro personaggio ancora diverso...

I due gothic li ho giocati poco, non mi piacciono, e non mi piaceranno MAI.

Freelancer l'ho amato, ma dopo aver finito la campagna principale mi sono venuti a mancare tutti i motivi per continuare a giocarci...

Deus Ex ho visto tutti i finali, iniziando da zero con personaggi "diversi" ogni volta...

insomma, cazzo, non ne posso più di roba che già c'è, ho bisogno di cose nuove... Deus Ex mi piacerà, ne son certo, così come mi sto godendo Lionheart, alla faccia dei lammah dementi che popolano la rete, ma spero anche che esca di meglio... voglio dire, KOTOR ormai si sa, è "perfetto" nel suo campo, ma il suo campo non sara' MAI quello di Fallout... sarà già tanto se, a livello maturità, sarà ai livelli di Baldur's Gate...

Insomma, quello che mi auspico, mandando per un attimo a fanculo la modestia, è che esca un gioco coi miei canoni, con le mie regole, e con una mia trama... ma non succederà mai finchè non metteranno dei requisiti minimi MENTALI per poter giocare con un PC -_-''

AarnaK
26-08-2003, 09.30.20
Originally posted by Skree

insomma, cazzo, non ne posso più di roba che già c'è, ho bisogno di cose nuove... Deus Ex mi piacerà, ne son certo, così come mi sto godendo Lionheart, alla faccia dei lammah dementi che popolano la rete, ma spero anche che esca di meglio... voglio dire, KOTOR ormai si sa, è "perfetto" nel suo campo, ma il suo campo non sara' MAI quello di Fallout... sarà già tanto se, a livello maturità, sarà ai livelli di Baldur's Gate...


Io non credo che la maturità delle tematiche renda un gioco superiore rispetto ad un altro, sopratutto nel campo degli RPG.
Kotor si basa sul mondo di Star Wars che è la favola ufficiale di fine millennio, ci sono principesse, magia, cavalieri ecc...
E allora?
Se Kotor si rivelerà un gran bel RPG lo farà indipendentemente dalla presenza di tematiche adulte come i matrimoni gay, lo schiavismo o quant'altro che sinceramente non li considero parte fondamentale di un buon RPG.
Se una certa ambientazione richiede l'inserimento di tematiche adulte per descrivere un mondo cinico e violento per motivazioni di trama (Vampire - Deus Ex - Torment - Fallout) va benissimo, se queste tematiche invece non centrano un piffero con l'ambientazione funzionale alla trama allora perchè inserirle?
Insomma le tematiche affrontate in un RPG devono essere funzionali alla trama e all'ambientazione, ma non devono essere un discriminante per distinguere i buoni e i brutti RPG.

pinkfloydforever
26-08-2003, 10.10.36
Originally posted by AarnaK
Io non credo che la maturità delle tematiche renda un gioco superiore rispetto ad un altro, sopratutto nel campo degli RPG.
Kotor si basa sul mondo di Star Wars che è la favola ufficiale di fine millennio, ci sono principesse, magia, cavalieri ecc...
E allora?
Se Kotor si rivelerà un gran bel RPG lo farà indipendentemente dalla presenza di tematiche adulte come i matrimoni gay, lo schiavismo o quant'altro che sinceramente non li considero parte fondamentale di un buon RPG.
Se una certa ambientazione richiede l'inserimento di tematiche adulte per descrivere un mondo cinico e violento per motivazioni di trama (Vampire - Deus Ex - Torment - Fallout) va benissimo, se queste tematiche invece non centrano un piffero con l'ambientazione funzionale alla trama allora perchè inserirle?
Insomma le tematiche affrontate in un RPG devono essere funzionali alla trama e all'ambientazione, ma non devono essere un discriminante per distinguere i buoni e i brutti RPG.

E' vero però per es. io mi trovo meglio con tematiche più mature, più adulte, sembra di confrontarsi con qualcosa di più reale, di meno finto; per carità ben vengano anche le tematiche fantasiose, principesche e quant'altro, piacciono anche a me ma ogni tanto trovare qualcosa di più vero mi fa sentire più a mio agio.

lazydoc
26-08-2003, 10.51.58
tendo ad essere d'accordo con Aarnak



in effetti ho visto che la maggior parte dei frequentatori di questi lidi ricercano possibilità alternative, diciamo , per intenderci, "malvagie";

ora siamo sicuri che tematiche mature o volte alla lato oscuro della forza siano di per sé degne e rendano un gioco migliore??

avere una trama matura ma con comunque una via obbligata non renderebbe comunque il gioco monotono?

ovviamente si!!

io penso che, se le scelte e le vie alternative sono coerenti con le impostazioni del mondo creato, solo in quel modo si otterrà un videogioco "maturo" e per maturo io intendo coerente e verosimile e, questo si, senza puduci veli.

chiaro che se in fallout 2 le impostazioni del mondo richiedevano prostituzione, infanticidio, omosessualità, (penso di si anche se non ho giocato a questo "must" causa non traduzione nella nostra lingua!!!) è bene che ci siano. ma se ci aggiriamo in un mondo alternativo e favolistico in cui i rapporti sessuali non esistono, e questo è coerente con le impostazioni, non vedo perchè richiederli.


bye

Walker_Boh
26-08-2003, 11.44.47
Originally posted by lazydoc
tendo ad essere d'accordo con Aarnak



in effetti ho visto che la maggior parte dei frequentatori di questi lidi ricercano possibilità alternative, diciamo , per intenderci, "malvagie";

ora siamo sicuri che tematiche mature o volte alla lato oscuro della forza siano di per sé degne e rendano un gioco migliore??

avere una trama matura ma con comunque una via obbligata non renderebbe comunque il gioco monotono?

ovviamente si!!



Sono d'accordo con te lazy, a mio avviso non bisogna confondere i discorsi maturità/assenza di stereotipi che non coincidono
necessariamente. Ed inoltre questi due elementi non garantiscono la presenza di un bel rpg. Certo.. la profondità in un gioco di ruolo è sempre la benvenuta, e se esso riesce a ricreare un ambiente in tutte le sue sfumature penso vada assolutamente a suo favore.
Insomma siamo un branco di nostalgici a quanto pare; ma io non sarei così pessimista... così come è nato un Fallout (prentesi: se hanno fatto un seguito qualcosa avrà venduto mi auguro no?) od un Torment (questo si sono dimenticati di distribuirlo vabè...) ne possono nascere altri... magari da case meno conosciute comne erano una volta quelle hanno creato certi capolavori. Baldur's Gate mi pare che qualcosina abbia venduto... eppure a parte espansioni del ciccio non si vede nulla di simile all'orizzonte. Insomma a parte questa momentanea congiuntura sfavorevole sono convinto che programmatori con idee buone ce ne sono ancora e ce ne saranno.. e magari quache casa minore (non alla Blizzard) che ha il coraggio di finanziarli.
Abbiate fede fratelli, state manzi (ormai l'ho fatta mia..) e andate in pace

Skree
26-08-2003, 12.21.10
Si, si, Aarnak, sono daccordo anche io con quello che dici, tantevvero che Baldur's Gate mi piace da morire, per quanto lo definisca sempre "sbiadito" in quanto a maturità...

No, quello che intendevo dire, è che un gioco ne puo' solo e soltanto guadagnare se il mondo non ci pare preso dai cavalieri della tavolta rotonda, ti pare?

Voglio dire, cos'è più "realistico", il solito e maledetto paladino che affronta l'ORCO ( :) ) nella sua tana armato di spada magica, o un eroe che non sa chi sia suo padre perchè è nato da una violenza sessuale, che ha perso la madre alla nascita, e che si imbatte in un gruppo di schiavi in rivolta e deve successivamente decidere in che modo comportarsi?

Insomma, dai, cazzo, non c'è paragone tra i due esempi che t'ho fatto :P

Capisci quel che voglio dire? La "maturità" di un gioco la considero un aspetto di contorno, ma importante!

Chiaro che un gioco che abbia solo maturità e zero contenuti... beh... è un hentai... a parte Divi Dead, quello è un capolavoro, ma tantè :P

AarnaK
26-08-2003, 12.32.01
Originally posted by Skree
Voglio dire, cos'è più "realistico", il solito e maledetto paladino che affronta l'ORCO ( :) ) nella sua tana armato di spada magica, o un eroe che non sa chi sia suo padre perchè è nato da una violenza sessuale, che ha perso la madre alla nascita, e che si imbatte in un gruppo di schiavi in rivolta e deve successivamente decidere in che modo comportarsi?



Perchè realismo dev'essere solo violenza?
Voglio dire che non sarebbe realistico un Paladino nato e vissuto in una ricca famiglia come figlio cadetto, con un padre che l'ha introdotto ai nobili valori e sentimenti dell'ordine e che cresciuto in quell'ambiente ha inevitabilmente assorbito quello stile di vita ed essendo un figlio cadetto non ha trovato di meglio che aderire all'ordine e far fuori come prima missione quel campo di orchi che infestano un villaggio?
Perchè l'eroe deve sempre essere un'anti-eroe cupo e tormentato per essere realistico?
Insomma non c'è solo Waylander o Morning-Star ma esiste anche Druss e Owen (ok, questa l'hanno capita solo chi ha letto Gemmell ;) )

Skree
26-08-2003, 12.52.38
Originally posted by AarnaK
Perchè realismo dev'essere solo violenza?
Voglio dire che non sarebbe realistico un Paladino nato e vissuto in una ricca famiglia come figlio cadetto, con un padre che l'ha introdotto ai nobili valori e sentimenti dell'ordine e che cresciuto in quell'ambiente ha inevitabilmente assorbito quello stile di vita ed essendo un figlio cadetto non ha trovato di meglio che aderire all'ordine e far fuori come prima missione quel campo di orchi che infestano un villaggio?
Perchè l'eroe deve sempre essere un'anti-eroe cupo e tormentato per essere realistico?
Insomma non c'è solo Waylander o Morning-Star ma esiste anche Druss e Owen (ok, questa l'hanno capita solo chi ha letto Gemmell ;) )

Perchè deve essere un anti-eroe cupo e tormentato? Perchè ha più stile dei fighetti figli di papà, semplicemente :P

Insomma, dai, prendi Luke Skywalker, e prendi Darth Vader, chi dei due ha più Carisma? Non dico che Luke sia una checca (oddio... :P) pero' tra i due personaggi non e' POSSIBILE far paragoni :P

O anche Han Solo, se è per questo... vabbè che quello era anche un "certo" sir Harrison Ford... :P

Skree
26-08-2003, 12.57.20
E infine la risposta quasi-filosofica.

Perchè il realismo deve essere ANCHE (non solo, anche :) ) violenza?

Perchè la realtà E' (anche) violenta.

Insomma, l'idillio e l'incubo devono alternarsi, non puo' esisterne solo una faccia, ti pare? Poi diventa, appunto, una favoletta per bambini o un racconto noir :)

(Ho editato, se hai risposto sulla "vecchia versione" perfavore tieni conto di quanto ho aggiunto ora :) )

commodo
26-08-2003, 13.09.36
Non credo che le due cose debbano escludersi a vicenda. Tematiche adulte e mondo fantasy possono (devono?) convivere senza alcun problema. Non prendiamo ad esempio Fallout 2, ove tutto è radicalizzato per ovvie esigenze di trama e background, ma aggiungere elementi "maturi" ad un gioco non può che fargli guadagnare in appeal e coinvolgimento. Per adulto non intendo necessariamente volgare, o spinto, intendo "reale", "concreto".
Mamma mia, avere un avatar TORMENTato è il mio sogno: essere costretto a compiere scelte VERE, come quelle in Deus ex, tanto per dire, migliora il gioco, e di molto. Insomma, no alla violenza gratuita, si ad un personaggio "umano", con le sue debolezze (ira, invidia, sesso ecc. ecc.) che traspaiano nelle quest, nei dialoghi, nella trama. Per esempio nello schifo di NWN, il personaggio di Lady Aribeth è sicuramente uno dei meglio riusciti: una paladina che, per amore, tradisce i propri valori e la propria fede: cavoli! praticamente ho finito NWN solo per sapere come sarebbe andata a finire per lei.....

AarnaK
26-08-2003, 13.14.08
Originally posted by Skree
E infine la risposta quasi-filosofica.

Perchè il realismo deve essere ANCHE (non solo, anche :) ) violenza?

Perchè la realtà E' violenta.

No, la realtà è la realtà.
Le azioni degli uomini sono violente.
Se nessuno compisse azioni violente non esisterebbe violenza, quindi non è la realtà ad esser violenta, ma sono gli uomini che la rendono tale.
La rendono tale per vari motivi, da quando è nata la psicologia ve ne sono 3000 di spiegazioni, ma non è questo il discorso.
Il discorso è: un protagonista di un RPG è solitamente un'eroe, perchè qualcosa deve salvare e chi salva qualcosa è un'eroe (devono ancora inventare l'RPG dove bisogna distruggere qualcosa).
Questo eroe deve essere cupo e tormentato per essere interessante? (sempre parlando di RPG dove ti impongono l'eroe non permettendoti di vare vero RPG)
Secondo me no, l'ambientazione, la trama e il background dell'eroe deve essere interessante, a prescindere che sia tutto rose e fiore oppure cupo e violento.

Nel caso in cui ci creiamo l'eroe allora noi lo faremo come più ci aggrada e il gioco deve permetterci di fare vero RPG e interpretarlo come vogliamo.
Vogliamo fare il bastard...? bene facciamolo, vogliamo fare il Paladino? bene facciamolo.
A questo punto entra in ballo l'ambientazione e la trama, nel mondo delle fate difficilmente sarà credibile fare del nostro personaggio un cattivo.
In Vampire potremmo fare il cattivo, ma diventerà difficile fare il chirichetto dovendo succhiare sangue umano.
A questo punto il realismo si sposa con l'ambientazione e la trama, ovvero quello che è realistico fare deve essere congruente all'ambientazione e alla trama.
Poi ognuno si sceglie il gioco per se stessi più consono, io mi godrò sia la mia carriera da Jedi in Kotor che quella da Tremere in Bloodlines con tutto quello che comporta perchè so che mi divertirò uguale :)

Skree
26-08-2003, 13.21.05
Puah... Jedi... stai rifiutando i poteri del lato oscuro, e non hai neanche letto l'edit che ho fatto al mio post con tutto che t'avevo invitato a farlo :P

Skree
26-08-2003, 13.25.14
Noto ora la tua firma...

...

...questo spiega tutto, credo.

No, non è qualcosa di offensivo, è solo che a qualcuno che piaccia Tolkien tanto da sbatterselo nella firma non potrà mai capire la bellezza dei "grigi", visto che quello pare un libro quasi gnostico per come divide il bene e il male :P

Si rischia di finire OT, comunque la discussione la considero chiusa, non perchè non parli coi fan di Tolkien, ma perchè sarebbe inutile farla.

Skree
26-08-2003, 13.26.22
Originally posted by commodo
Non credo che le due cose debbano escludersi a vicenda. Tematiche adulte e mondo fantasy possono (devono?) convivere senza alcun problema. Non prendiamo ad esempio Fallout 2, ove tutto è radicalizzato per ovvie esigenze di trama e background, ma aggiungere elementi "maturi" ad un gioco non può che fargli guadagnare in appeal e coinvolgimento. Per adulto non intendo necessariamente volgare, o spinto, intendo "reale", "concreto".
Mamma mia, avere un avatar TORMENTato è il mio sogno: essere costretto a compiere scelte VERE, come quelle in Deus ex, tanto per dire, migliora il gioco, e di molto. Insomma, no alla violenza gratuita, si ad un personaggio "umano", con le sue debolezze (ira, invidia, sesso ecc. ecc.) che traspaiano nelle quest, nei dialoghi, nella trama. Per esempio nello schifo di NWN, il personaggio di Lady Aribeth è sicuramente uno dei meglio riusciti: una paladina che, per amore, tradisce i propri valori e la propria fede: cavoli! praticamente ho finito NWN solo per sapere come sarebbe andata a finire per lei.....

Grazie d'esistere :P
Io Aarin Gend l'ho fatto incazzare quando gli ho detto cosa ne pensavo della sua scelta...

Verme schifoso... come cazzo si fa a mettere una città, ma no, pure l'intero pianeta più in alto dell'amore? Bah, idiota...

AarnaK
26-08-2003, 13.41.58
Originally posted by Skree
Noto ora la tua firma...

...

...questo spiega tutto, credo.

No, non è qualcosa di offensivo, è solo che a qualcuno che piaccia Tolkien tanto da sbatterselo nella firma non potrà mai capire la bellezza dei "grigi", visto che quello pare un libro quasi gnostico per come divide il bene e il male :P

Si rischia di finire OT, comunque la discussione la considero chiusa, non perchè non parli coi fan di Tolkien, ma perchè sarebbe inutile farla.

E no cavolo, oggi pome sono in riunione e non ho il tempo di risponderti! ;)
Vabbè a dopo, dai che c'è la facciamo a infilare anche Tolkyen negli RPG e nel tema del gioco perfetto ;)

gaberh
26-08-2003, 14.07.34
non sono d'accordo con aarnak (finalmente per una volta) sul tema della violenza.
l'uomo è sì causa della violenza, ma solo di una parte.
la natura è violenta: faccio esempi banali ma che rendono.
il terremoto di messina è violenza inaudita, così come l'eruzione di pompei.
come pure la vita di un predatore, aquila o tigre, è violenta.

ma stò divagando.

tornando invece in tema, ritengo superiore Fallout a tutti gli altri perchè permette di essere perversi e/o violenti.
permette non obbliga: ed in questo caso avreste pienamente ragione voi, aarnak e lazydoc.
solo il libero arbitrio rende l'uomo morale.
dove NON PUOI fare il male, non c'è scelta morale.
ho giocato due volte a Fallout 2 e devo dire che, liberamente, mi sono comportato secondo la mia morale: ho salvato (con enorme soddisfazione) la città dei ghoul (e con semplicità avrei potuto lasciarla distruggere); mi sono esaltato quando ho salvato il bambino nel pozzo (ma potevo evitare di farlo); ma ho fatto fuori gente violenta (e anche lì potevo allearmi a loro e rendere il gioco più semplice).
ho potuto interpretare il ruolo che più mi piace: quello del C.Eastwood dei film western...
questo appagamento nelle scelte può darlo solo un gioco ove bene e male siano presenti e percorribili.
questa tensione emotiva non è presente in altri capolavori quali BG saga, o Ultima 7.
e penso che non ci sarà nemmeno nell'ultimo annunciato capolavoro della Disney...pardon della Lucas

comunque, malgrado tutto, sono solo gusti.

gaberh
26-08-2003, 14.38.41
ma non ho detto la cosa principale...

se giochiamo di ruolo, il gioco che più si avvicina alla perfezione, è quello che ti permette sia di salvare il mondo sia di portarlo alla distruzione, sia di essere un pio uomo sia un debosciato, sia coraggioso ed altruista sia avido e meschino...

solo il gioco che presenti tutte queste possibilità è completo...
per questo è importante il lato oscuro (droga, miseria, prostituzione degradata, violenza) di Fallout.
ma chi lo ha giocato, sà che non è che una strada percorribile, malgrado sia un mondo post atomico.
la sua bellezza è anche educativa, si badi bene: c'è amore nelle fogne e c'è miseria morale nelle città più avanzate e pulite.

come dire...bello!

lazydoc
26-08-2003, 14.56.38
Originally posted by gaberh
ma non ho detto la cosa principale...

se giochiamo di ruolo, il gioco che più si avvicina alla perfezione, è quello che ti permette sia di salvare il mondo sia di portarlo alla distruzione, sia di essere un pio uomo sia un debosciato, sia coraggioso ed altruista sia avido e meschino...

solo il gioco che presenti tutte queste possibilità è completo...
per questo è importante il lato oscuro (droga, miseria, prostituzione degradata, violenza) di Fallout.
ma chi lo ha giocato, sà che non è che una strada percorribile, malgrado sia un mondo post atomico.
la sua bellezza è anche educativa, si badi bene: c'è amore nelle fogne e c'è miseria morale nelle città più avanzate e pulite.

come dire...bello!

non continuare ancora please...!!!


se no mi viene voglia di giocarlo ....

se esce la traduzione ..
se riesco a trovarlo...
se la grafica non mi ottenebra la mente.....


mi sa che ci sono troppi SE................

bye

pinkfloydforever
26-08-2003, 15.16.17
Originally posted by gaberh
ma non ho detto la cosa principale...

se giochiamo di ruolo, il gioco che più si avvicina alla perfezione, è quello che ti permette sia di salvare il mondo sia di portarlo alla distruzione, sia di essere un pio uomo sia un debosciato, sia coraggioso ed altruista sia avido e meschino...

solo il gioco che presenti tutte queste possibilità è completo...


Si, sono d'accordo.

Tropegno
26-08-2003, 15.21.26
Bella sta discussione :)
Forse all'inizio si era un po fuori strada, soprattutto Skree che tende un po a confondere i propri gusti personali con ciò che si può definire realistico ;) : posso essere pienamente d'accordo con te sul fatto che l'eroe grigio abbia molto più "stile" dell'eroe senza macchia, ma quest'ultimo può essere altrettanto credibile e realistico, cmq sempre in relazione al contesto, all'ambientazione (come ha fatto notare Aarnak). Alla fine è Gaberh quello che ha sintetizzato meglio la questione: non è un protagonista complesso e dal passato oscuro che rende grande un crpg, ma è la POSSIBILITA' di crearlo, ottenuto questo ogni ulteriore discorso sarebbe vano, visto che poi ognuno si giocherebbe finalmente il personaggio che preferisce.

Però poi mi sorge una domanda: Ultima 7 viene considerato credo più o meno da tutti qui nel forum uno dei migliori crpg di sempre (IMHO il migliore), eppure la storia è una delle più semplici contrapposizioni bene-male che io mi ricordi, con probabilmente il protagonista più piatto e stucchevole della storia degli rpg (le 8 virtù, aaargh!), allora perchè è piaciuto così tanto a tutti, che l'aspetto maturità (o, nell'accezione Gaberhiana ;) , possibilità di scegliere le proprie azioni) non sia così fondamentale nella creazione del crpg perfetto? Che interattività e caratterizzazione del mondo di gioco siano preponderanti?
Poi magari viene fuori che anche lurkando parecchio in realtà non ci ho capito una mazza e U7 piace solo a me e a commodo :azz: :D :D

pinkfloydforever
26-08-2003, 15.24.23
Originally posted by lazydoc
non continuare ancora please...!!!


se no mi viene voglia di giocarlo ....

se esce la traduzione ..
se riesco a trovarlo...
se la grafica non mi ottenebra la mente.....


mi sa che ci sono troppi SE................

bye

lazy hai un PM ;)

SoD
26-08-2003, 15.42.41
per me il gioco perfetto è il gioco che ti permette di scegliere il tuo percorso di sviluppo del personaggio che NON corrisponde a un percorso di storia. Voglio dire che per me non è libertà vera quella di Fallout, perchè alla fin fine devi passare per delle scelte nella storia, dove puoi scegliere di fare il buono, il cattivo o qualche sfumatura di queste 2 ma non è che puoi decidere di abbandonare la storia principale e comunque finire il gioco, perchè è impossibile. E' ovvio comunque che senza una storia il gioco diventa noioso e/o ripetitivo ed è qui che interviene la mia idea: perchè non si può finire il gioco percorrendo strade e storie completamente diverse? Non mi limito a dire per esempio che se c'è il cattivo usurpatore del regno uno può o sconfiggerlo (essendo lui personaggio buono) liberando il paese o passando lui a governare (come cattivo ad esempio) o ancora diversamente ingannandolo e magari diventare un suo seguace e/o manipolatore, TUTTO questo giocando in ambienti/situazioni/incontri/dialoghi/scelte diverse. Intendo invece dire che il gioco perfetto dovrebbe permettermi di scegliere di fare il ladro e allora probabilmente la mia vita virtuale inizierà nei sobborghi di una città schifosa (ma non è detto), se voglio fare il paladino probabilmente incontrerò persone piu di alto rango e via dicendo. Poi con le mie scelte mi infilerò in una trama narrativa calzante il mio personaggio e/o magari se voglio potrò infilarmi anche in questioni che piu facilmente potrei incontrare con altri tipi di personaggio. Non so se mi sono spiegato.
Comunque la maestria degli sviluppatori dovrebbe essere quella di offrire al giocatore situazioni per almeno il 50% di bellezza/complessità o qualsivoglia pari alle "trame principali" dei giochi di ruolo piu belli. Questo anche grazie a uno spessore dell'ambientazione che può andare dalla storia del/i popolo/i a libri trovati in giro, ai personaggi piu o meno principali e via dicendo. E penso anch'io che il bianco e nero in tutto quello che c'è in un gioco non possa dare spessore alla storia/giocabilità. Ma neanche è necessaria la presenza di contenuti forti "cattivi" (come pure l'uso spregiudicato del bene, dei super santoni e cose del genere). Ci sono tante altre cose di cui parlare di piu sfumato che la pazzia omicida e cose del genere (dovreste leggere il libro che sto leggendo io, argh! però stupendo come ambientazione).
Preferisco in definitiva un gioco dove puoi anche stare in una vita traversa non dover sprofondare nella cattiveria ne sentirti legato al buonismo puro. cose insomma della serie "bah non mi interessa cosa fate, arrangiatevi".
Ci sono giochi che vengono sviluppati per molti anni prima di uscire, perchè non mettere questi anni in uno sviluppo molto dinamico della trama? Spero almeno che i prossimi capitoli della serie Elder Scrolls seguano queste cose, ma sarà difficile mettere uno spessore del genere... purtroppo ci vuole tantooo tempo e gente in gamba per fare cose del genere, se avessi l'opportunità mi ci metterei io, senza scherzi (d'altronde ho iniziato un progetto cosi ma ho dovuto sospende e dedicarmi a cose piu fattibili a livello personale ;) ) se mai riuscirò a lavorare nel settore ne vedrete :P
Comunque qui si parla di giochi perfetti, molto probabilmente lungi da venire fuori entro breve termine. Bisogna accontentarsi di cose piu fattibli, trame semi-rigide con buon sviluppo del personaggio. E per ora accontentarsi di ciò che offre il mercato.

Skree
26-08-2003, 16.54.29
Forse all'inizio si era un po fuori strada, soprattutto Skree che tende un po a confondere i propri gusti personali con ciò che si può definire realistico

Sono la stessa cosa... sempre che si parli dei MIEI gusti personali.

Voglio dire... il concetto che dovrebbe esser ragionevolmente chiaro è che a me piace il realismo, in ogni cosa, in ogni tipo di gioco... INOLTRE quanto ho detto corrisponde a quanto detto da Gaberh e Commodo, anche se, naturalmente, ognuno di noi ha il suo "stile" che gli è proprio.

Comunque, la prossima volta che mi dici "sei andato fuori strada" perdo la pazienza, senza mezze misure, quella frasette saccente del cazzo la considero un offesa...

...e pesante.

Skree
26-08-2003, 17.09.06
Spero almeno che i prossimi capitoli della serie Elder Scrolls seguano queste cose, ma sarà difficile mettere uno spessore del genere...

No, invece, basta già Morrowind... ho scoperto recentemente che è possibile finirlo fregandosene della trama principale... cambia solo quel che si deve fare, come è giusto che sia, e il tutto lo trovo anche molto più... "intimo" col personaggio...

Per chi è interessato...

***SPOILER***

































***SECONDO E ULTIMO AVVERTIMENTO SPOILER***




























Uccidendo Vivec gli si trova in corpo una versione... "disattivata" del Wraithguard... portandolo all' "ultimo nano vivente" questi ci dira' cosa gli serve per riattivarlo... trovandogli questo avremmo il wraithguard, successivamente sara' possibile cercare Keening e Sunder per conto nostro, e uccidere o ignorare del tutto Dagoth Ur.

Se sono convinto che Morrowind sia su un altro universo, qualitativamente, un motivo c'è :)

gaberh
26-08-2003, 17.34.00
per lazy:
non ti preoccupare: si trova in commercio, a prezzo modico, una combo con tutti e tre i fallout (1,2 & Tcts);
la traduzione del capitolo più corposo, il 2, è quasi terminata.

per Tropegno: io ritengo U7 un capolavoro immortale.
per ragioni varie: ha il sapore del passato, dei primi rpg giocati (e sappiamo tutti quanto questo sia importante); poi è fantastico ed insuperato per l'interattività, mai eguagliata, con l'ambiente (non è solo fare il pane...è trovare una bottiglia sulla spiaggia con una mappa del tesoro dentro e così iniziare una lunga, e non necessaria, quest per trovarlo); poi è pieno di raffinatezze come l'uso della magia e dei suoi ingredienti...
certo è lacunoso sul piano della libertà di interpretazione del personaggio...
ma..."nessuno è perfetto".

Tropegno
26-08-2003, 17.54.32
Originally posted by Skree
Sono la stessa cosa... sempre che si parli dei MIEI gusti personali.

Voglio dire... il concetto che dovrebbe esser ragionevolmente chiaro è che a me piace il realismo, in ogni cosa, in ogni tipo di gioco... INOLTRE quanto ho detto corrisponde a quanto detto da Gaberh e Commodo, anche se, naturalmente, ognuno di noi ha il suo "stile" che gli è proprio.

Hai ragione, mi sono espresso male, quello che intendevo dire era che mi pare che dai primi post tu identificavi il gioco perfetto con quello in cui ti trovi ad interpretare un personaggio "grigio" (come tu stesso l'hai definito), in un'ambientazione più matura, perchè più aderente alla realtà ed in definitiva più interessante.
Io semplicemente contestavo il ragionamento tematiche adulte(violenza, omosessualità, ecc.) -> maggior realismo, un po le stesse cose che ti ha risposto Aarnak
Poi è chiaro che quello che consideriamo realistico in un gioco varia da persona a persona, a seconda della visione che ognuno ha delle cose.
Mmmmh, si, mi ero espresso decisamente male :p



Comunque, la prossima volta che mi dici "sei andato fuori strada" perdo la pazienza, senza mezze misure, quella frasette saccente del cazzo la considero un offesa...

...e pesante.

Vabbè....mi spiace che la mia frase ti abbia così offeso :rolleyes:
Ormai è un pezzo che leggo il forum e conosco il tuo modo di rispondere alle provocazioni (anche quelle involontarie, accidenti a me e a quando scrivo senza rileggere :azz: ), per cui non me la prendo certo per il tono della tua risposta....sono io che ho sbagliato :birra:

P.S.: Quella di procurarsi il Wraithguard uccidendo Vivec e poi portandolo dal nano-ragno la sapevo anch'io, mi sono ripromesso di provarla appena reinstallo Morrowind

Skree
26-08-2003, 18.05.38
Originally posted by Tropegno
Hai ragione, mi sono espresso male, quello che intendevo dire era che mi pare che dai primi post tu identificavi il gioco perfetto con quello in cui ti trovi ad interpretare un personaggio "grigio" (come tu stesso l'hai definito), in un'ambientazione più matura, perchè più aderente alla realtà ed in definitiva più interessante.
Io semplicemente contestavo il ragionamento tematiche adulte(violenza, omosessualità, ecc.) -> maggior realismo, un po le stesse cose che ti ha risposto Aarnak
Poi è chiaro che quello che consideriamo realistico in un gioco varia da persona a persona, a seconda della visione che ognuno ha delle cose.
Mmmmh, si, mi ero espresso decisamente male :p



Vabbè....mi spiace che la mia frase ti abbia così offeso :rolleyes:
Ormai è un pezzo che leggo il forum e conosco il tuo modo di rispondere alle provocazioni (anche quelle involontarie, accidenti a me e a quando scrivo senza rileggere :azz: ), per cui non me la prendo certo per il tono della tua risposta....sono io che ho sbagliato :birra:

P.S.: Quella di procurarsi il Wraithguard uccidendo Vivec e poi portandolo dal nano-ragno la sapevo anch'io, mi sono ripromesso di provarla appena reinstallo Morrowind

No, vabbè, ora esageri nell'altro senso... se "hai capito male" (espressione che odio, anche per questo te l'ho messa tra virgolette :P) e' anche stato perche', appunto, mi sono espresso male io... insomma, è stata un incomprensione, nulla di più...

Tieni va, dai :birra:

Offro io, ovviamente :P

gaberh
26-08-2003, 18.33.45
ma che tenero quadretto...

:kiss:

certo che siete dei bei tipi...ma perchè pagare le consumazioni quando...

TA DAAA

paga walker?!?



:birra: :birra: :birra:

zdrenos
26-08-2003, 18.49.27
Tropegno,senza polemica,ma se leggi il corpus del messaggio di Commodo e non ti limiti al titolo del topic scoprirai che l'espressione "Il gioco perfetto"è da riferirsi al senso di completezza e di quasi-assenza di difetti di Fallout 2...Quindi la discussione dovrebbe vertere non sul gioco perfetto in generale,ma sulla comparazione di questo titolo con i giochi più blasonati usciti dopo...Quindi si è deviato dal soggetto originale del topic nella seconda parte,e non nella prima....:birra: !
(sarò imbecille,ma l'accusa,pur indiretta e non voluta,di scarsa pertinenza logica ,che mi sembra più che lecito dedurre dal tuo post,in cui stabilivi di cosa si doveva parlare per poi distribuire i pagellini,per me è abbastanza irritante)...Insomma,prima di dare voti e pretendere di cogliere l'essenza della discussione,assicurati di non avere di fronte gente suscettibile come me e Skree:birra: :D

Skree
26-08-2003, 18.52.49
Hahaha, beh oddio, io penso di fare a lotta con la nitroglicerina in quanto a "suscettibilità" :asd:

gaberh
26-08-2003, 19.00.36

ma allora mi incazzo anch'io...
zdrenos, filosofo della filanda, come ti permetti di dire che sono andato OT?
li leggi (o meglio li comprendi) i miei post?

ooooooo come mi girano...eliche...che dico...pale di un elicottero...

p.s. tra poco faremo pace, e berremo tutti a spese di walker ;)

Skree
26-08-2003, 19.05.16
Originally posted by gaberh

ma allora mi incazzo anch'io...
zdrenos, filosofo della filanda, come ti permetti di dire che sono andato OT?
li leggi (o meglio li comprendi) i miei post?

ooooooo come mi girano...eliche...che dico...pale di un elicottero...

p.s. tra poco faremo pace, e berremo tutti a spese di walker ;)

Hmm :-\

gaberh
26-08-2003, 19.06.52
Originally posted by Skree
Hmm :-\

e tu!
non fare quella faccia!

*snort*

zdrenos
26-08-2003, 19.07.26
Comprendi A ME?A ME?!Ma io dò fuoco a Torino!(e bada che non sono affatto OT adesso,perchè il concetto di comprensione è implicito nell'argomento oggetto del topic,qualora si analizzi con appropriati strumenti ermeneutici il passo di Commodo)...
Giusto perchè sono io comunque per questa volta di dò 6,5,ma voglio più impegno perchè so che se ti applichi sei bravo:D :birra: !

gaberh
26-08-2003, 19.11.30
Originally posted by zdrenos
Comprendi A ME?A ME?!Ma io dò fuoco a Torino!(e bada che non sono affatto OT adesso,perchè il concetto di comprensione è implicito nell'argomento oggetto del topic,qualora si analizzi con appropriati strumenti ermeneutici il passo di Commodo)...
Giusto perchè sono io comunque per questa volta di dò 6,5,ma voglio più impegno perchè so che se ti applichi sei bravo:D :birra: !

dì un pò...
non sarai mica figlio della mia professoressa di lettere al liceo, eh?
in questo caso, giuro, che scopro dove abiti e faccio la strage di erode...

(non sono OT, interpreto me stesso nel ruolo che più nella vita avrei voluto recitare: l'omicida di tutti i miei professori del liceo)

zdrenos
26-08-2003, 19.18.16
no per fortuna...:birra: !Cmq adesso la smetto sennò mi sa che minimo mi bannano:D !

Walker_Boh
26-08-2003, 19.43.59
Originally posted by gaberh


certo che siete dei bei tipi...ma perchè pagare le consumazioni quando...

TA DAAA

paga walker?!?



:birra: :birra: :birra:

:grr: :shooter:

Walker_Boh
26-08-2003, 20.04.10
Ehi.... ma che quando arrivo io non si litiga più?? :confused:
E poi sarebbe una litigata questa? Mi fate ridere.. pivelli... :sagace: :Prrr:


Per quanto riguarda la discussione, secondo me questa frase sintetizza il tutto


se giochiamo di ruolo, il gioco che più si avvicina alla perfezione, è quello che ti permette sia di salvare il mondo sia di portarlo alla distruzione, sia di essere un pio uomo sia un debosciato, sia coraggioso ed altruista sia avido e meschino...
(non te la tirare adesso... ;) )

AarnaK
26-08-2003, 21.59.32
Allora cerchiamo di capirci
stiamo parlando di giochi di ruolo per computer vero?
Ok
In un gioco di ruolo per computer il giocatore si crea il proprio personaggio attraverso le regole adottate in quel gioco (D&D, Special ecc...)
Il gioco in questione successivamente ti pone di fronte a un susseguirsi di cose da fare per il raggiungimento di un obiettivo, in altre parole il gioco pone il giocatore attivamente di fronte ad una storia da vivere.
Solitamente in questa storia bisogna aggiustare qualcosa poichè il naturale corso delle cose è stato turbato da qualcosa o qualcuno (se tutto andasse bene che ci stiamo a fare a giocare).
L'obiettivo non è in discussione, non lo può essere, quello che è opinabibile è il perchè si raggiunge l'obiettivo e il modo in cui lo si raggiunge.
La libertà di agire in maniera libera nel conseguimento dell'obiettivo è ciò che rende un RPG degno di tal nome.
Si vuole spaccare tutto perchè si è un pazzo sociopatico? bene.
Si vuole fare tutto perchè mossi da principi nobili? bene.
ecc...
In tutto questo le tematiche cosidette adulte (contensto tuttora il fatto che comportarsi bene sia da bambini e invece devastare il mondo con violenza sia da adulti, ma tantè...) c'entrano in maniera marginale e sono esclusivamente funzionali a rendere credibile e maggiormente immersiva l'ambientazione di gioco.
Tutto qua.
Se poi si voglia distinguere i "veri" giochi in base al tasso di violenza instillati in essi allora mi chiamo fuori, perchè per me non è un discriminante al divertimento che provo durante il gioco, qualunque esso sia.

per Gaberth:
la natura non è violenta, è natura, non dare aggettivi umani a ciò che non è umano.
Come non interpretare eventi naturali attraverso le convenzioni dell'agire umano.

per Skree:
Le mie letture sono varie e molteplici, penso di aver letto tutto il fantasy degno di esser letto oltre aver letto romanzi e saggi non fantasy. (Prima nella mia firma avevo il motto di una casata delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, forse sono per te più confacenti, oltre al fatto che do molte ragioni ai Lannister per le azioni che hanno compiuto per la presa del potere).
Non applicare l'interpretazione delle mie opinioni a una singola lettura. Il fatto che mi possa piacere Tolkyen è ininfluente e non è certo bastante a "etichettarmi" in una certa maniera.
Senza contare che inoltre contesto anche l'etichetta! ;)

per zdrenos:
Lascia stare Torino! ;)

Tropegno
26-08-2003, 22.02.04
uff, non vi si sta dietro, siete troppo prolifici, allora:

@Skree: doubt2: uh?! mi hai spiazzato, stavo già ammassando sacchetti di sabbia sulla trincea e cibo nella cambusa, eh tu ti dimostri così amichevole?!?? :D ;)
Ovviamente scherzo, incidente (se così lo si può chiamare) chiuso, prosit! :birra:

@Gaberh e @tutti: concordo su tutto a proposito di U7, ma (e così torno per un attimo IT ) in cosa dista da Fallout 2? le possibilità interpretative sono molto più ristrette, vero, ma questo basta per farne un gioco inferiore a F2? Mi sono anch'io spesso chiesto se la mia venerazione per U7 non sia più che altro dovuta all'essere uno dei primi crpg da me giocati, per togliermi il dubbio ho messo su Exult, riavviato il gioco e.....magia, lo trovo ancora un gioco superbo! Quindi quello che mi chiedo è: per un grande crpg (il crpg perfetto è ovviamente un'utopia) la libertà di interpretazione è veramente fondamentale? pensate a quanti esponenti del nostro genere preferito sono considerati grandi giochi pur essendo abbastanza lineari. Poi magari è solo questione di gusti più o meno difficili, che ne pensate?

@zdrenos: guarda che non intendevo "distribuire pagellini", è semplicemente il mio modo di pormi in una discussione già avviata ed in cui gli altri hanno già espresso concetti interessanti, se vogliamo è una specie di quote veloce (a parte con skree, verso cui ho sbagliato e cmq ci siamo già chiariti), cmq complimenti per il tuo tono super-diplomatico :mice:


Vabbè, visto che come postatore sono più o meno niubbetto qua, mi pare giusto offrire da bere ai vecchi del forum, e a chiunque altro voglia parteciapare:

:birra: :birra: :birra: :birra:

*apre il portafoglio e nota che è desolatamente e mestamente vuoto...*
Aehm.....pssssst, Walker, non è che avresti...ehm...un 50 monete da prestarmi:p :D

gaberh
26-08-2003, 22.20.08
Originally posted by AarnaK


per Gaberth:
la natura non è violenta, è natura, non dare aggettivi umani a ciò che non è umano.
Come non interpretare eventi naturali attraverso le convenzioni dell'agire umano.



ma aarnak, IO sono umano e vedo le cose dal punto di vista della mia specie...

:confused:

o mamma...
non vorrai mica dirmi che tu non sei...

:grr:

e basta!
è ora di finirla!
se ci sono altre creature oltre skree e aarnak lo dicano subito!!!

gaberh
26-08-2003, 22.30.18
x tropegno.

ultimamente ho già espresso il mio parere su quello che sarebbe il capolavoro di tutti i tempi.

ma siccome sono rincoglionito e non mi ricordo dove l'ho scritto, non pretendo che lo ricordino gli altri amici.

dunque:

la libertà di risolvere le quest, le tematiche ed il gameplay di fallout.
l'interattività con l'ambiente, il mondo pieno di sorprese e senza interruzioni (locazioni separate le une dalle altre) di ultima 7
la possibilità di interagire/dialogare con il party e le musiche di torment

questo sarebbe il CAPOLAVORO isometrico.
mi limito a parlare di isometrico perchè è la mia specialità preferita.

ho la gola secca e i diti stanchi: tutti in taverna a bere un goccio (walker ha ancora il conto aperto)

AarnaK
26-08-2003, 22.36.19
Originally posted by gaberh
ma aarnak, IO sono umano e vedo le cose dal punto di vista della mia specie...

:confused:


Continuiamo in Taverna, siamo un pò OT :)

Skree
26-08-2003, 22.38.52
Okay, Aarnak, ti rispondo "a pezzi":


Solitamente in questa storia bisogna aggiustare qualcosa poichè il naturale corso delle cose è stato turbato da qualcosa o qualcuno (se tutto andasse bene che ci stiamo a fare a giocare).

E già questo per me è un problema... un bel gioco sarebbe di trovarsi di fronte a un mondo felice e portare disperazione e morte in esso, tanto per fare un esempio. Oppure, visto che a te il "male" non piace, potrebbe benissimo essere un obiettivo "neutro", non volto nè al bene nè al male... per inciso, una qualsiasi guerra moderna rientra in questa categoria (vabbè, per la mia concezione della politica le guerre che ci son state di recente sono sacrosante, ma tantè, era per fare un esempio, quindi, ai fini dell'esempio, giudichiamo una guerra "neutra", nè buona nè cattiva)... insomma, un gioco che GIA PARTE col fatto che devo salvare il mondo dal male, parte male, MOLTO male, e no, in Morrowind il mondo non lo devi salvare, uccidere Dagoth Ur non significa "salvare il mondo" li... anzi, potenzialmente togli di mezzo uno dei tuoi rivali, se si segue la storia del "tribunale" :P


La libertà di agire in maniera libera nel conseguimento dell'obiettivo è ciò che rende un RPG degno di tal nome.
Si vuole spaccare tutto perchè si è un pazzo sociopatico? bene.
Si vuole fare tutto perchè mossi da principi nobili? bene.


Scusa, e le vie di mezzo? Mi stai prospettando KOTOR, niente da dire, bel gioco, ma io mi aspetto SFUMATURE DI GRIGIO tra il bianco e il nero... e piu' sfumature ci sono meglio e'... e guarda che non lo dico perchè "male è bello", lo dico perchè la possibilità di agire in ruolo, a seconda delle sfumature del carattere del nostro personaggio, e' quello che a mio avviso fa di un buon GdR un capolavoro... cavolo, in Lionheart sono riuscito a fare delle scelte PERFETTAMENTE IN RUOLO col personaggio a cui avevo pensato, cazzo, già questo me lo distanzia di venti lunghezze "da un certo altro GdR che odio e detesto", che nei panni del paladino del bene (se non proprio del paladino vero e proprio) ti ci schiaffa senza possibilità di fuga... non dico che bisogna scegliere PER FORZA il grigio o il nero, pero', cazzo, oltre al bianco METTICELI gli altri colori, poi sta al giocatore scegliere quali seguire, no?


In tutto questo le tematiche cosidette adulte (contensto tuttora il fatto che comportarsi bene sia da bambini e invece devastare il mondo con violenza sia da adulti, ma tantè...) c'entrano in maniera marginale e sono esclusivamente funzionali a rendere credibile e maggiormente immersiva l'ambientazione di gioco.

E me lo consideri marginale il rendere credibile e maggiormente immersiva l'ambientazione di gioco? CAZZO, un mondo credibile è una delle cose più importanti... Fallout è credibilissimo, su BG ci potrebbero fare un episodio di Fantaghiro' pero', cazzo :D

P.S.: hmm... se lo dici tu, pero' sei estremamente Tolkeniano nel tuo modo di fare rigido e chiuso, manco fossi un elfo che discute con un Uruk-ai o come straminchia si chiamano... anzi, no, non stai discutendo con un Uruk-ai, stai discutendo col capo dei Nove, quello che ha il libero arbitrio per intenderci :)

("libero arbitrio"... poteva essere un personaggio fatto diecimila volte meglio quello... e pure i Nove se è per questo... bah *schifato*)

gaberh
26-08-2003, 22.51.27
*nota del redattore*

non è vero che skree sia diventato volgare;
è che nel linguaggio cifrato tra i due messeri, la parola chiave è cazzo

Skree
26-08-2003, 22.57.52
Originally posted by gaberh
*nota del redattore*

non è vero che skree sia diventato volgare;
è che nel linguaggio cifrato tra i due messeri, la parola chiave è cazzo

Hahahah, te l'ho già detto mi pare, le discussioni da accademia le lascio a quei bigotti rotti in culo della crusca...

Io so farle, ma devo aver un motivo per farle, preferisco passare per uno "alla buona" negli altri momenti...

P.S.: si comunque, ci ho messo qualche cazzo di troppo in quel post, forse perche' stavo mangiando un panino con salsa piccante calabrese mentre lo stavo postando, e ogni volta che ho pensato "CAZZO QUANTO E' FORTE!" ne scrivevo uno sul post :P

pinkfloydforever
26-08-2003, 23.00.59
Originally posted by gaberh
*nota del redattore*

non è vero che skree sia diventato volgare;
è che nel linguaggio cifrato tra i due messeri, la parola chiave è cazzo

:D :D :D :D:clap:

pinkfloydforever
26-08-2003, 23.03.23
Originally posted by Skree
Okay, Aarnak, ti rispondo "a pezzi":



E già questo per me è un problema... un bel gioco sarebbe di trovarsi di fronte a un mondo felice e portare disperazione e morte in esso, tanto per fare un esempio. Oppure, visto che a te il "male" non piace, potrebbe benissimo essere un obiettivo "neutro", non volto nè al bene nè al male... per inciso, una qualsiasi guerra moderna rientra in questa categoria (vabbè, per la mia concezione della politica le guerre che ci son state di recente sono sacrosante, ma tantè, era per fare un esempio, quindi, ai fini dell'esempio, giudichiamo una guerra "neutra", nè buona nè cattiva)... insomma, un gioco che GIA PARTE col fatto che devo salvare il mondo dal male, parte male, MOLTO male, e no, in Morrowind il mondo non lo devi salvare, uccidere Dagoth Ur non significa "salvare il mondo" li... anzi, potenzialmente togli di mezzo uno dei tuoi rivali, se si segue la storia del "tribunale" :P



Scusa, e le vie di mezzo? Mi stai prospettando KOTOR, niente da dire, bel gioco, ma io mi aspetto SFUMATURE DI GRIGIO tra il bianco e il nero... e piu' sfumature ci sono meglio e'... e guarda che non lo dico perchè "male è bello", lo dico perchè la possibilità di agire in ruolo, a seconda delle sfumature del carattere del nostro personaggio, e' quello che a mio avviso fa di un buon GdR un capolavoro... cavolo, in Lionheart sono riuscito a fare delle scelte PERFETTAMENTE IN RUOLO col personaggio a cui avevo pensato, cazzo, già questo me lo distanzia di venti lunghezze "da un certo altro GdR che odio e detesto", che nei panni del paladino del bene (se non proprio del paladino vero e proprio) ti ci schiaffa senza possibilità di fuga... non dico che bisogna scegliere PER FORZA il grigio o il nero, pero', cazzo, oltre al bianco METTICELI gli altri colori, poi sta al giocatore scegliere quali seguire, no?



E me lo consideri marginale il rendere credibile e maggiormente immersiva l'ambientazione di gioco? CAZZO, un mondo credibile è una delle cose più importanti... Fallout è credibilissimo, su BG ci potrebbero fare un episodio di Fantaghiro' pero', cazzo :D
....


A parte gli innumerevoli cazzi stavolta concordo con Skree.

Skree
26-08-2003, 23.05.13
Originally posted by pinkfloydforever
A parte gli innumerevoli cazzi stavolta concordo con Skree.

I serpenti ne hanno due (non scherzo), tanto per riallacciarci al discorso sulla natura :asd:

gaberh
26-08-2003, 23.07.12
che skree non se la prenda...
gliela dovevo per l'osservazione da professorino di ortografia...
adesso aspetto walker al varco

Skree
26-08-2003, 23.16.19
Originally posted by gaberh
che skree non se la prenda...
gliela dovevo per l'osservazione da professorino di ortografia...
adesso aspetto walker al varco

Ma si, tranquillo :P

GioJ0
26-08-2003, 23.26.08
Secondo me il gioco "perfetto" non esiste e mai esisterà.

:p :birra:

Skree
26-08-2003, 23.26.51
Originally posted by GioJ0
Secondo me il gioco "perfetto" non esiste e mai esisterà.

:p :birra:

Ma si che esiste, è la vita, peccato averne soltanto una...

.Commodo.
26-08-2003, 23.52.18
Mah, per quanto mi riguarda, le cose sono abbastanza semplici: mettiamola così: se un rpg, mi COSTRINGE a compiere delle scelte che mi coinvolgono emotivamente, allora, imho, è un bel rpg.
A questo proposito, faccio un piccolo OT-amarcord: tanto, tanto tempo fa, ho giocato a Shannara, una avventura grafica della Legend Software. Ad un certo punto, mi sono trovato di fronte ad una scelta difficilissima: salvare la mia compagna, fedele e pronta a sacrificarsi per me a scapito del successo finale della mia missione, o, viceversa, lasciarla morire e raggiungere il mio scopo: la scelta che ho fatto è stata senza appello: vi assicuro che mi ha così angustiato che ancor'oggi (e dieci anni sono passati di sicuro) mi ricordo con dispiacere quel momento.
Io intendo questo per scelte, contenuti, dialoghi "adulti": se un rpg mi mette di fronte a dei momenti così estremi, così forti, allora, per me, almeno da questo punto di vista, è un ottimo rpg. Troppo spesso al giocatore è data la possibilità di salvare capra e cavoli, di avere sia la moglie ubriaca che la botte piena. Ecco perchè, e lo ripeto, ho apprezzato molto sotto questo aspetto Deus Ex. Ecco perchè, p.e. non apprezzo affatto (badate bene, è solo un esempio) che in Gothic 2 io possa girare tranquillamente con la divisa da Paladino nella tenuta dei Mercenari: ma gli esempi sono infiniti. In Fallout 2, le scelte che dobbiamo compiere sono spesso definitive: non si può tornare indietro. Anche per questo Fallout 2 è sublime.

Skree
26-08-2003, 23.54.27
Me lo ricordo anche io quel pezzo in Shannara... la mia decisione e' stata rapida, li... (puoi immaginarla, vero?)

Terry Brooks è un genio per quel che riguarda la "sofferenza"... la sua ultima trilogia (quella della Strega di Ilse) ne è un esempio magnifico.

.Commodo.
27-08-2003, 00.07.58
Naturalmente gli esempi sono molteplici, ma è abbastanza chiaro che se l'alternativa cui sono posto di fronte è recuperare la collana d'oro - non recuperarla, capirai che razza di coinvolgimento potrò mai avere. Se, invece, il non compiere una determinata azione avrà delle conseguenze davvero gravi, allora la partecipazione del giocatore sarà molto maggiore.
Per esempio, in Arx Fatalis c'è una ottima dimostrazione di ciò: ad un certo punto, incontreremo una donna che ci chiederà di trovare sua figlia scomparsa: bene, nel nostro peregrinare, ci imbatteremo negli appartenenti ad una setta che si stanno dirigendo in un luogo di culto segreto: a questo punto: 1) se non li seguiremo con modalità stealth, ovvero se ci faremo scoprire, essi trucideranno la piccola 2) se riusciremo a seguirli con successo sino al luogo del loro incontro, vedremo la bimba legata su di una pietra sacrificale: se non saremo estremamente rapidi ad affrontare e sconfiggere il demone evocato dai cultisiti, la bambina sarà carne da macello. Ecco, questa è una quest adulta (e, tra l'altro, è pure a tempo, come piacciono a Braga ;) ).

GioJ0
27-08-2003, 00.09.27
Originally posted by Skree
Ma si che esiste, è la vita, peccato averne soltanto una...

magari non è soltanto una ... e se la vita è il "gioco perfetto" allora secondo me c'è qualche bug :birra:

GioJ0
27-08-2003, 00.13.19
Originally posted by .Commodo.
Naturalmente gli esempi sono molteplici, ma è abbastanza chiaro che se l'alternativa cui sono posto di fronte è recuperare la collana d'oro - non recuperarla, capirai che razza di coinvolgimento potrò mai avere. Se, invece, il non compiere una determinata azione avrà delle conseguenze davvero gravi, allora la partecipazione del giocatore sarà molto maggiore.
Per esempio, in Arx Fatalis c'è una ottima dimostrazione di ciò: ad un certo punto, incontreremo una donna che ci chiederà di trovare sua figlia scomparsa: bene, nel nostro peregrinare, ci imbatteremo negli appartenenti ad una setta che si stanno dirigendo in un luogo di culto segreto: a questo punto: 1) se non li seguiremo con modalità stealth, ovvero se ci faremo scoprire, essi trucideranno la piccola 2) se riusciremo a seguirli con successo sino al luogo del loro incontro, vedremo la bimba legata su di una pietra sacrificale: se non saremo estremamente rapidi ad affrontare e sconfiggere il demone evocato dai cultisiti, la bambina sarà carne da macello. Ecco, questa è una quest adulta (e, tra l'altro, è pure a tempo, come piacciono a Braga ;) ).

Secondo me la consideri adulta perchè una delle alternative è che la bimba muoia.

.Commodo.
27-08-2003, 00.17.50
Originally posted by GioJ0
Secondo me la consideri adulta perchè una delle alternative è che la bimba muoia.

Ti pare poco? ;)

GioJ0
27-08-2003, 00.20.46
Originally posted by .Commodo.
Ti pare poco? ;)

Bhè se devo essere sincero si.. :p

Walker_Boh
27-08-2003, 02.13.04
Originally posted by .Commodo.

A questo proposito, faccio un piccolo OT-amarcord: tanto, tanto tempo fa, ho giocato a Shannara, una avventura grafica della Legend Software.

Invidiiaaa... tremenda invidiaaaa...:devil:


Sinceramente cmq mi sembra che siamo tutti d'accordo sul fatto che i concetti di rpg e libertà sono e devono essere strettamente legati.
Poi.. a ciascuno le proprie tematiche, si tratta di gusti che non vanno ad influire sulla valutazione del gioco, a patto che ognuno possa scegliere la propria strada...

Autén
27-08-2003, 04.02.57
Uno degli elementi che trovo spesso irritanti nei crpg è che l'eroe è sempre il protagonista/predestinato/prescelto.
Mi viene in mente la bibbia di Covatta... perché lui era il prediletto risposta "Che c@@@!"
A ben vedere il protagonista di un rpg è uno sfigato perseguitato dalla sfortuna.
Tra l'altro una sfortuna contagiosa, meglio non ricordare quali disgrazie può comportare la conoscenza-familiarità di un "predestinato" nei videogiochi.

Io preferisco un inizio lento, mi va bene essere un perfetto signor nessuno per buona parte del gioco, e fare (ancor più di essere) quello che mi pare.
Vorrei poter vagabondare infischiandomene della trama principale e occuparmi d'altro. E senza imbattermi ogni venti secondi in situazioni che faranno di me un essere buono o malvagio.

Non ricordo chi l'ha scritto (SoD?), ma l'idea di avere partenze molteplici per un videogioco mi piace parecchio, anche se io preferirei non fossero legate alla professione che intraprenderà il protagonista, ma che determinassero solo le sue abilità iniziali e l'atteggiamento degli npg nei suoi confronti.

(Per intenderci, se il mio personaggio è nato nei bassifondi e vuole fare il paladino, potrebbe incontrare difficoltà e pregiudizi, al contrario se fosse nobile potrebbe entrare come iniziato sotto la protezione di un altro cavaliere che lo conosce dall'infanzia.
Se un nobile rampollo volesse diventare un ranger, probabilmente avrebbe difficoltà a ambientarsi nella natura (non so, penalità sulla costituzione, malattia). :P

Morrowind si avvicina al mio ideale, durante il gioco puoi fare praticamente di tutto; ma per molti versi è ancora a uno stato embrionale, in quanto gli obiettivi che consegui al di fuori della vicenda su cui si fonda il gioco, non influenzano la realtà del gioco, o lo fanno in maniera marginale.

Mi spiego: se sono il capo della Morag Tong da più di un anno, mi aspetto che un corriere mi cerchi periodicamente per vagliare i casi più delicati, che i capi-casata abbiano preso informazioni su di me e sappiano chi sono, e che a mia volta IO possa dichiarare la mia posizione ;).


Originally posted by .Commodo.
Io intendo questo per scelte, contenuti, dialoghi "adulti":
[cut]
Troppo spesso al giocatore è data la possibilità di salvare capra e cavoli, di avere sia la moglie ubriaca che la botte piena. Ecco perchè, e lo ripeto, ho apprezzato molto sotto questo aspetto Deus Ex. .
A me sembrava che in Deus Ex potessi avere entrambe le cose, compiendo determinate scelte durante il gioco.
Anche se, ripensando al finale, devo darti ragione :).

Skree
27-08-2003, 04.14.32
Autèn, perchè non ti scarichi un certo plugin di Morro che ti permette di... far questo? :)

Ti assicuro che diventare "qualcuno" diventa molto più sensato, con questo :)

New features:
You can command the vampires of the clans.
Create Vampire Servants as the Ancient of the Clan. They can follow you like the mercenaries!
The Thieves Guild mission bug is reapired! Thanx for feedpacks!!!
The "I am Lord Nerevar!"-with-Guards bug repaired!!!

Favourite features:
You can hire mercenaries and adventurers in the Fighters and Mages Guilds.
You can buy slaves and packguars from most traders !!!
Practice combat with fighters, soldiers and Legion Guards!!!
You can have your own priests as Lord Nerevar.
Are you really ready to be a god? Maybe Vivec has a different opinion... if he lives... and Almalexia? She has an explanation...
You can command the lower ranked members of some factions. Don't need to be the head of the faction! Thanx to Yann ( http://thelys.free.fr/mods.htm ) for this idea!!!

Tribunal required !!!

Now you have the following abilities:
You can command the House guards as Hortator.
You can command the House guards as the head of the House.
You can command all members of the Imperial Legion as Knight of the Imperial Dragon.
You can command the lower ranked soldiers, than you.
You can command all members of the Mages Guild as Archmage.
You can command the Ordinators as Patriarch.
You can practice combat with most Ordinators as Patriarch! The High Ordinators rulez!
You can challenge any member of the House Telvanni as Archmagister.
You can send any member of the Mages Guild to mission as Archmage.
You can send any member of the House Telvanni to mission as Archmagister.
You can command all members of the House Telvanni as Archmagister.
You can now wear any indoril armor as Patriarch.
You can get information about your conversationalists level !!!
You can command all members of the Thieves Guild as Master Thief.
You can command the lower ranked Thieves Guild members, than you.
You can send any member of the Thieves Guild to mission as Master Thief.
You can command all members of the Fighters Guild as Master.
You can command the lower ranked Fighters Guild members, than you.
You can command all members of the Temple as Patriarch.
You can have your own priests as Lord Nerevar.
You can practice combat with any soldier and Guard of the Imperial Legion as Knight of the Imperial Dragon.
You can practice combat with any member of the Fighters Guild as Master.
As much priest you have, as greater is the chance, that Vivec's Incarnate or Almalexia's Avatars attack you!
You can command all members of the Morag Tong as Grandmaster.
You can command the lower ranked Morag Tong members, than you.
You can practice combat with any member of the Morag Tong as Grandmaster.
You can buy slaves and packguars from most traders.
You can command all members of the House Hlaalu as Grandmaster.
You can command all members of the House Redoran as Archmaster.
You can hire mercenaries and adventurers in the Fighters and Mages Guilds.
You can have your own personal guards as the head of the House.
You can ask anyone about state of his/her health and magicka.
You can command your mercenaries, slaves, personal guards and packguars to travel ten different places in Morrowind.
You can have your own personal guards as Knight of the Imperial Dragon.
You can have your own personal ordinators as Patriarch, but you cannot share items with them.
You can command the vampires of the clans.

Che te ne pare?

Anzi no, che VE ne pare? :)

Autén
27-08-2003, 04.25.22
WoW! ^^
Favoloso \o/ !
Però non vedo il link e il nome del mod oO.

(eh eh, mi darò alla caccia al tesoro ;) )

Credo di averlo trovato ^^
http://www.rpgplanet.com/morrowind/mods/dracandrosvoice27.zip (http://www.rpgplanet.com/morrowind/mods/dracandrosvoice27.zip)

STR1DER
27-08-2003, 04.46.51
Eheh, non mi sottovalutate il TeS! A parte le decine di belissimi add-on e mods che ho scaricato e gustato, ormai la mia vvanderfel è quasi interamente ricostruita a mia immagine e somiglianza... più libertà di questa dove la trovate ;)

Skree
27-08-2003, 04.52.00
Originally posted by Autén
WoW! ^^
Favoloso \o/ !
Però non vedo il link e il nome del mod oO.

(eh eh, mi darò alla caccia al tesoro ;) )

Credo di averlo trovato ^^
http://www.rpgplanet.com/morrowind/mods/dracandrosvoice27.zip (http://www.rpgplanet.com/morrowind/mods/dracandrosvoice27.zip)

Heheheh, mi conosci, no? :P
MI piace dare indizi, bravo comunque se l'hai trovato :)

Skree
27-08-2003, 07.48.08
E comunque, con plugin che fanno cose come quello... Morrowind diventa davvero tra le migliori esperienze di Gioco di Ruolo che si possano fare... e' geniale... e riesce ad esserlo, cosa ancora più incredibile, in più di un aspetto.

AarnaK
27-08-2003, 10.05.26
Originally posted by Skree
E già questo per me è un problema... un bel gioco sarebbe di trovarsi di fronte a un mondo felice e portare disperazione e morte in esso, tanto per fare un esempio. Oppure, visto che a te il "male" non piace, potrebbe benissimo essere un obiettivo "neutro", non volto nè al bene nè al male... per inciso, una qualsiasi guerra moderna rientra in questa categoria (vabbè, per la mia concezione della politica le guerre che ci son state di recente sono sacrosante, ma tantè, era per fare un esempio, quindi, ai fini dell'esempio, giudichiamo una guerra "neutra", nè buona nè cattiva)


Ripeto, non hanno ancora inventato un RPG dove devi portare la distruzione in un mondo pacifico, se lo facessero ci giocherei con sommo piacere.
Solitamente qualcuno ha già portato distruzione e tocca a noi rimettere le cose a posto.
In un buon RPG il personaggio lo fai tu e le motivazioni per cui agisci sono tue (agisci per principi, per soldi, per vendetta per quello che ti pare).
Riguardo alle guerre se vuoi continuiamo in taverna :)



Scusa, e le vie di mezzo? Mi stai prospettando KOTOR, niente da dire, bel gioco, ma io mi aspetto SFUMATURE DI GRIGIO tra il bianco e il nero... e piu' sfumature ci sono meglio e'... e guarda che non lo dico perchè "male è bello", lo dico perchè la possibilità di agire in ruolo, a seconda delle sfumature del carattere del nostro personaggio, e' quello che a mio avviso fa di un buon GdR un capolavoro...


Ma gioca come ti pare! ;)
Vuoi comportarti da incoerente e stare nel mezzo della carreggiata? Fai pure :)
Non vuoi essere ne un Jedi ne un Sith? Spero si possa farlo, se si allora che problema c'è?
Ti stanno antipatici i Jedi e i Sith? Trovi troppo favolistica l'ambientazione di Star Wars? bene non giocare a Kotor, ma non etichettare come stupida o banale un'ambientazione solo perchè non è un balletto di violenza, morte, puttane e infanticidi.



E me lo consideri marginale il rendere credibile e maggiormente immersiva l'ambientazione di gioco? CAZZO, un mondo credibile è una delle cose più importanti... Fallout è credibilissimo, su BG ci potrebbero fare un episodio di Fantaghiro' pero', cazzo :D


Io non capisco, tutti a sbavare perchè ci sono le puttane in Fallout, perchè in Arx vedi massacrata una bambina, perchè puoi fare un matrimonio gay.
Davvero non ci vedo tutta questa grandiosità. Sono elementi che rendono più credibile e immersivo un'ambientazione di gioco, tutto quà.
Ci sono ambientazioni e ambientazioni, Forgotten Realms, Fallout, Vampire, Star Wars sono ambientazioni diversissime e ognuna ha le proprie caratteristiche e elementi che li rendono (o renderanno per i giochi non ancora usciti) più credibili e coinvolgenti.
Insomma sembra che se non c'è violenza sui bambini oppure delle puttane in una taverna un gioco per voi fa schifo.



P.S.: hmm... se lo dici tu, pero' sei estremamente Tolkeniano nel tuo modo di fare rigido e chiuso, manco fossi un elfo che discute con un Uruk-ai o come straminchia si chiamano... anzi, no, non stai discutendo con un Uruk-ai, stai discutendo col capo dei Nove, quello che ha il libero arbitrio per intenderci :)


Ma non è questione di bianco e di nero, è questione di economia dell'ambientazione. Io pretendo un mondo violento, cupo, tormentato e cinico in Vampire Bloodlines, al contrario voglio un mondo diverso per Kotor.
Mi rifiuto semplicemente di credere che la presenza di puttane o di infanticidi renda un RPG stupendo e l'assenza di questi elementi renda un RPG mediocre.
L'importante è che mi si dia l'opportunità di interpretare il mio ruolo all'interno di un'ambientazione resa credibile e coinvolgente dagli elementi suoi propri, senza forzature e con coerenza.

pinkfloydforever
27-08-2003, 10.24.46
Originally posted by AarnaK
.............
Trovi troppo favolistica l'ambientazione di Star Wars? bene non giocare a Kotor, ma non etichettare come stupida o banale un'ambientazione solo perchè non è un balletto di violenza, morte, puttane e infanticidi.
............................
Io non capisco, tutti a sbavare perchè ci sono le puttane in Fallout, perchè in Arx vedi massacrata una bambina, perchè puoi fare un matrimonio gay.
Davvero non ci vedo tutta questa grandiosità. Sono elementi che rendono più credibile e immersivo un'ambientazione di gioco, tutto quà.
...............
Insomma sembra che se non c'è violenza sui bambini oppure delle puttane in una taverna un gioco per voi fa schifo.


Aarnak, non mi pare proprio che nella discussione sia venuto fuori in modo netto che senza quelle caratteristiche un gioco faccia schifo, è stato detto alla fine , in varie modalità, quello che dici tu ovvero che rende più credibile una certa ambientazione.

gaberh
27-08-2003, 10.48.23
aarnak, come sovente accade anche a me, è entrato nel furore dialettico...
guarda, si è portato l'esempio delle puttane, della droga e dell'alcool solo per fare esempi in poche parole.
e poi sembra che tu non ricordi bene le meccaniche di fallout:
se ti droghi all'inizio hai le stat a mille, ma poi se non continui a drogarti (e le droghe costano e non sono reperibilissime) perdi tutte le stat aggiuntive e anche le tue di base...diventi un personaggio debolissimo ed inutile
se continui a drogarti ti serve sempre più droga, e così via sino alla morte
se vai a puttane e non usi il preservativo prendi delle brutte malattie che di indeboliscono e ti portano alla morte...

ragazzi, queste cose mi sembrano molto serie e più educative di tanta pubblicità & progresso dei nostri governi.

poi tutti possono mantenere le loro opinioni...
mi dà solo fastidio essere considerato un coglione se manifesto le mie, vedi la frase:
"Insomma sembra che se non c'è violenza sui bambini oppure delle puttane in una taverna un gioco per voi fa schifo. "

per concludere ricordo solo che le meretrici ci sono anche in BG: lì si sono degli orpelli inutili al gioco.

AarnaK
27-08-2003, 11.31.40
Originally posted by gaberh
aarnak, come sovente accade anche a me, è entrato nel furore dialettico...
guarda, si è portato l'esempio delle puttane, della droga e dell'alcool solo per fare esempi in poche parole.
[......]
ragazzi, queste cose mi sembrano molto serie e più educative di tanta pubblicità & progresso dei nostri governi.


Sono funzionali all'ambientazione del gioco?
Aggiungono immersività e credibilità all'ambientazione di gioco?
Si allora non c'è nessunissimo problema, il fine ultimo è la coerenza con l'ambientazione.


poi tutti possono mantenere le loro opinioni...
mi dà solo fastidio essere considerato un coglione se manifesto le mie, vedi la frase:
"Insomma sembra che se non c'è violenza sui bambini oppure delle puttane in una taverna un gioco per voi fa schifo. "


Perchè?
In questo 3d si sono portati molti esempi del genere su quanto è bello un gioco perchè ci sono le puttane e i bambini sacrificati e quanto sono sciocchi e bambineschi i giochi come BG oppure Kotor che non hanno (non avranno?) queste cose.
Perchè dovrebbe darti fastidio quella frase? Io vorrei solo spezzare il dualismo: gioco con tematiche "adulte" = vero o bel RPG
gioco privo di tematiche "adulte" = falso o brutto RPG
Continuo a ribadire che le tematiche "adulte" non sono una discriminante, una discriminante è la coerenza delle tematiche affrontate con l'ambientazione di gioco.

gaberh
27-08-2003, 11.38.10
scusa, aarnak, se insisto:
tu puoi, devi, sostenere con vigore le tue idee.

è il modo che non mi garba.

io, nei tuoi confronti, sono sempre amichevole e rispettoso
vorrei che le tue risposte fossero altrettanto.

si può dire "non sono d'accordo"
si può dire "non c'entra una mazza quello che dici"

si può dire "non la vedo come te"
si può dire "ma come cazzo fai a pensarla così"

(tu non hai detto la frase specifica, ma è tanto per capirci)

gradirei la prima delle due espressioni.

se si può.
altrimenti pazienza

AarnaK
27-08-2003, 11.44.42
Originally posted by gaberh
scusa, aarnak, se insisto:
tu puoi, devi, sostenere con vigore le tue idee.

è il modo che non mi garba.

io, nei tuoi confronti, sono sempre amichevole e rispettoso
vorrei che le tue risposte fossero altrettanto.


Oddio non mi son proprio accorto di esser stato maleducato, scusa non era minimamente mia intenzione.
Siamo sensibili stamattina! ;)

Pace! :birra:

gaberh
27-08-2003, 11.47.55
Originally posted by AarnaK
Oddio non mi son proprio accorto di esser stato maleducato, scusa non era minimamente mia intenzione.
Siamo sensibili stamattina! ;)

Pace! :birra:

ma no...
era solo per avere l'occasione di far pagare walker ;)

:birra: :birra:

Walker_Boh
27-08-2003, 12.39.19
Originally posted by gaberh
ma no...
era solo per avere l'occasione di far pagare walker ;)

:birra: :birra:

Vi presento il mio nuovo commercialista... http://216.40.249.192/s/ups/DeNiro/jaws.gif

.Commodo.
27-08-2003, 14.26.13
Originally posted by AarnaK

In questo 3d si sono portati molti esempi del genere su quanto è bello un gioco perchè ci sono le puttane e i bambini sacrificati e quanto sono sciocchi e bambineschi i giochi come BG oppure Kotor che non hanno (non avranno?) queste cose.
Perchè dovrebbe darti fastidio quella frase? Io vorrei solo spezzare il dualismo: gioco con tematiche "adulte" = vero o bel RPG
gioco privo di tematiche "adulte" = falso o brutto RPG
Continuo a ribadire che le tematiche "adulte" non sono una discriminante, una discriminante è la coerenza delle tematiche affrontate con l'ambientazione di gioco. [/B]


Scusami, Aarnak, ma chi ha mai detto, pensato o scritto queste cose? Si tratta di una tua libera (e sbagliata) interpretazione dei pensieri altrui.
Nessuno, o, almeno, io non ho mai detto che un gioco è bello perchè ci sono puttane o bambini massacrati mentre è brutto se non ci sono: questi sono semplicemente degli esempi, ed ho detto con chiarezza che le situazioni "adulte" sono le più diverse e variegate.
Credevo di essere stato chiaro con l'esempio di Shannara, ma se ne possono fare molti altri: p.e. in Anachronox, per tutto il gioco sei accompagnato dall'ologramma della segretaria di Sly Boots, che è morta mentre lavorava per lui, e questo genera nel nostro eroe un forte rimorso e un forte senso di colpa, molto ben rappresentati a livello di trama. Ecco, questo senso di colpa lo ho vissuto molto spesso, durante l'avventura, e ciò mi ha coinvolto emotivamente: questa, per me, è una situazione adulta. O, ancora, sempre in Fallout 2, ad un certo punto incontri una prostituta che ti chiede dei soldi per poter scappare con il suo fidanzato e cambiare vita, raccontandoti una storia lacrimevole: la somma è altissima, e ti senti combattuto tra il darle la somma ma rimanere in mutande, lasciarla perdere, condannandola ad una vita di meretricio, o prometterle falsamente i soldi, portartela a letto gratis e poi cacciarla via o, peggio, ucciderla. E' evidente che qui la vicenda è adulta non perchè ti mette di fronte una prostituta, ma perchè riguarda delle scelte eticamente molto forti. Se, al posto della prostituta, ci fosse, ad esempio, una persona con una malattia gravissima, che necessita dei soldi per essere curata, la situazione sarebbe la stessa.
Per quanto riguarda la bambina di Arx, credevo che l'esempio fosse lampante: a questo riguardo, Giojo, per te, allora, quando è che una quest, una trama, una situazione è adulta?
Infine un'ultima cosa: se qualcuno mi accusa di definire Bg o Kotor bambineschi, sappia che riceverà notizie dal mio legale Gaberh, incaricato di procedere nei suoi confronti per calunnia :p :p
(per la parcella facciamo tutto black, va bene?)

Autén
27-08-2003, 14.40.01
spoilers:
Aarnak, in effetti vi sono giochi dove lo scopo del personaggio è portare distruzione :).

In Arcanum puoi perseguire i tuoi personali scopi portando nel mondo distruzione e morte, ammazzando gli abitanti di un'intera città solo per una prova d'iniziazione.

In Might and Magic 6, se scegli l'alleanza malvagia, nel finale il mondo è messo a ferro e fuoco. Ok, il gioco appare spesso superficiale, ma si può perseguire la strada "del male".

gaberh
27-08-2003, 14.48.51
ok, commodo con i puntini.
prezzi speciali per "te"

Skree
27-08-2003, 15.57.05
Uhm... cazzo, avrei voluto rispondere ad Aarnak, ma commodo e Gaberh hanno già detto tutto, specie per quel che riguarda i toni...

Cavolo, mi costringete a usare uno dei termini che più odio... ma tantè, ve lo meritate :P

"quoto".

AarnaK
28-08-2003, 16.37.24
Originally posted by .Commodo.
Scusami, Aarnak, ma chi ha mai detto, pensato o scritto queste cose? Si tratta di una tua libera (e sbagliata) interpretazione dei pensieri altrui.


Oddio mi sembrava, scusa se ho male interpretato, ma dal primo tuo post mi è sembrato che fosti favorevolmente impressionato dalla presenza di situazioni dubbie in Fallout e non mi riferisco solo a scelte eticamente forti come ribadisci in seguito.

Se nel famigerato esempio di Arx una dei "finali" non fosse stata la morte della bambina ti saresti ricordato di quella quest? Non penso, sarebbe stata una quest come un'altra e questo significa che il finale eticamente forte ha impattato sulla tuo giudizio facendo pendere l'ago della bilancia su un giudizio favorevole della quest in questione.
Questo è un'aspetto da meditare. Elementi eticamente forti sono pregiudiziali nel giudizio di un gioco? Secondo me no.
Del resto io considero quel fantaghirò di BG2 come un capolavoro e sono pure un lettore di Tolkyen.

Cmq. se vi siete offesi per il mio post mi spiace, pace e amici :)

gaberh
28-08-2003, 16.54.50
Originally posted by AarnaK


Del resto io considero quel fantaghirò di BG2 come un capolavoro e sono pure un lettore di Tolkyen.

Cmq. se vi siete offesi per il mio post mi spiace, pace e amici :)

guarda, per rendere ancora più salda l'amicizia, ti dirò che BG2 non è solo un gioco che mi è piaciuto moltissimo, ma è IL gioco che mia ha aiutato a superare (con la sua allegra immersività) un brutto periodo della mia vita.

quanto a Tolkyen, anch'io sono un estimatore.
in questo periodo, però, non sono molto portato alle letture fantasy.

Skree
28-08-2003, 17.01.33
Bontà divina, Aarnak, ma mi leggi quando scrivo? :P

Ho mai detto che trovo BRUTTO Baldur's Gate 2? Lo considero e l'ho sempre considerato uno dei migliori RPG che siano mai stati fatti, e ho sempre fatto "complimenti" a questo gioco per quel che riguarda le personalità del party, che interagisce con se stesso e col giocatore in modo stupendo...

Pero', appunto, è Fantaghiro', se fosse stato più "cupo" e "cinico" per le POSSIBILITA' (non "obbligare i giocatori a violentare e massacrare bambini", dare la LIBERTA' di farlo se lo si vuole fare per questioni di ruolo)... beh, se ci fosse stata questa possibilità il gioco ne avrebbe guadagnato in profondita'.

Insomma, per citarti due serie fantasy che conosci di sicuro, e' come paragonarmi la favoletta di Tolkien a quel capolavoro di Stormbringer... ora, anche se io chiamo "favoletta" il libro di Tolkien, che è un "capolavoro assoluto" lo riconosco... resta il fatto che in quanto a profondità, a "sofferenza", non esiste il benchè minimo paragone... se Tolkien avesse creato qualcosa di un minimo più verosimile e meno "favola per bambini" (si, incazzatevi, ma Il signore degli anelli lo considero DAVVERO una favola per bambini, al pari de Lo Hobbit, che personalmente giudico sfiori e superi il ridicolo in certi passi) ne avrebbe senz'altro guadagnato.

.Commodo.
28-08-2003, 23.03.05
Originally posted by AarnaK
Oddio mi sembrava, scusa se ho male interpretato, ma dal primo tuo post mi è sembrato che fosti favorevolmente impressionato dalla presenza di situazioni dubbie in Fallout e non mi riferisco solo a scelte eticamente forti come ribadisci in seguito.

Se nel famigerato esempio di Arx una dei "finali" non fosse stata la morte della bambina ti saresti ricordato di quella quest? Non penso, sarebbe stata una quest come un'altra e questo significa che il finale eticamente forte ha impattato sulla tuo giudizio facendo pendere l'ago della bilancia su un giudizio favorevole della quest in questione.
Questo è un'aspetto da meditare. Elementi eticamente forti sono pregiudiziali nel giudizio di un gioco? Secondo me no.
Del resto io considero quel fantaghirò di BG2 come un capolavoro e sono pure un lettore di Tolkyen.

Cmq. se vi siete offesi per il mio post mi spiace, pace e amici :)



No, no, figurati, non mi sono affatto offeso, anzi, un pò di dialettica è il pepe per una buona discussione ;) . Volevo solo cercare di farti capire il mio punto di vista.
Quelli di Fallout 2 e di Arx erano solo esempi che ho portato perchè di facile comprensione, ma, lo ripeto, il mio concetto di "adulto" è molto ampio e differenziato, prova ne siano gli esempi che ho portato con Shannara e con Anachronox. Sicuramente le situazioni "dubbie", generate, p.e., da rabbia, violenza, miseria, povertà, sono in grado di creare più facilmente i presupposti per delle scelte difficili, per dei momenti intensi, ricchi di pathos, ma non sono le sole.
Non ritengo gli elementi "eticamente forti" pregiudiziali per la buona riuscita di un rpg, ma sicuramente essi contribuiscono a creare atmosfera, coinvolgimento e partecipazione al gioco.
Io, lo ripeto, sono un estimatore assoluto di bg2 (la denuncia per calunnia è sempre valida :D ) e, a riprova di ciò, ti faccio un esempio di come anche in questa splendida serie io abbia trovato delle situazioni "adulte", che mi hanno costretto a fare delle scelte.
Chi non ha amato Minsc? Chi non ha voluto bene a Boo? Io, nel primo Bg li ho assoldati subito (anche perchè Minsc, oltre ad essere fuori di cocomero, era un ottimo Ranger) e me li sono portati in giro, dimenticandomi della missione di Minsc (salvare una principessa, o giù di lì, mi pare) e facendomi i cavoletti miei. Bene, ad un certo punto del gioco, all'improvviso Minsc si è incazzato con me, ha detto che non avevo mantenuto la parola di aiutarlo e, prima mi ha abbandonato, e poi mi ha attaccato, tanto che sono stato costretto ad ucciderlo! Tragedia immane! La vicenda mi ha talmente traumatizzato che sono retrocesso ad un vecchissimo salvataggio (tipo 16 ore di gioco prima!) pur di aiutarlo nella sua missione, evitare il suo ammutinamento e tenermelo con me. Questa situazione mi ha letteralmente COSTRETTO a compiere una scelta di non poco conto: è da queste cose che si vede la grandezza di un gioco, e Bg è grandissimo.
Quanto a Tolkien, ammetto di non conoscere Stormbringer, ma sentire chiamare il Signore degli Anelli una favola per bambini mi fà rizzare i capelli in testa, se non altro perchè il mondo della Terra di Mezzo è un mondo fatto e creato dalla sofferenza, ma non solo o non tanto a livello fisico, quanto a livello psicologico.
Ma non andiamo oltre, :birra: :birra: per tutti!

Skree
28-08-2003, 23.09.08
Quanto a Tolkien, ammetto di non conoscere Stormbringer, ma sentire chiamare il Signore degli Anelli una favola per bambini mi fà rizzare i capelli in testa, se non altro perchè il mondo della Terra di Mezzo è un mondo fatto e creato dalla sofferenza, ma non solo o non tanto a livello fisico, quanto a livello psicologico.

Ma sofferenza de che? :P
I poveri elfi che stanno per estinguersi?

Tom Bombadil che risolve le situazioni CANTANDO FILASTROCCHE?

I Nove, che in teoria dovrebbero essere nove RE che si fanno infinocchiare come allocchi?

Ma dove? Ma quando?

Per non parlare poi de Lo Hobbit, in cui Tolkien ha dato un BARRETT all'arciere che ha ammazzato quel drago, perche' nessunaltra arma di questo universo poteva colpirlo da quella distanza e penetrare abbastanza a fondo da colpirlo dove? al cuore?

Ma che cazzo ha usato, un bazooka con carica all'uranio impoverito?

Ma dai... sono libri pieni di stronzate, detto brutalmente.

Skree
28-08-2003, 23.13.14
Nel Signore degli Anelli tutto quanto... TUTTO, OGNI COSA, e' strumentalizzato per decantare la preferibilita' del bene sopra al male, TUTTO! I cattivi che sono brutti, stupidi e cattivi, i buoni, gli elfi, che invece sono belli, nobili, colti e raffinati...

Gli umani buoni che sono nobili, imparentati con gli elfi, belli...

Gli umani cattivi che paiono uomini di Neanderthal...

Ma dai... non è un libro, è un trattato di morale, una favola, e, di nuovo, un cumulo di stronzate.

Tolkien aveva fatto qualcosa di stupendo, di magnifico quando ha creato il mondo... il mondo è di uan profondità inaudita...

Ma non serve a NIENTE un mondo realistico, se lo riempi di cazzate (bigotte).

.Commodo.
28-08-2003, 23.16.14
Originally posted by Skree
Ma sofferenza de che? :P
I poveri elfi che stanno per estinguersi?

Tom Bombadil che risolve le situazioni CANTANDO FILASTROCCHE?

I Nove, che in teoria dovrebbero essere nove RE che si fanno infinocchiare come allocchi?

Ma dove? Ma quando?

Per non parlare poi de Lo Hobbit, in cui Tolkien ha dato un BARRETT all'arciere che ha ammazzato quel drago, perche' nessunaltra arma di questo universo poteva colpirlo da quella distanza e penetrare abbastanza a fondo da colpirlo dove? al cuore?

Ma che cazzo ha usato, un bazooka con carica all'uranio impoverito?

Ma dai... sono libri pieni di stronzate, detto brutalmente.



Skree, tu sei troppo intelligente per dare una lettura così superficiale di quest'opera, per cui i casi sono due:
1) lo hai letto, appunto, in superficie, ed allora ti consiglio di rileggerlo con calma. Sono sicuro che troverai non solo sofferenza e dolore in questo libro, ma molto altro.
2) mi stai prendendo per il didietro con classe, per vedere la mia reazione, ed allora ammetto di esserci cascato come una pera matura! :p .
In ogni caso :birra: di Gondor per tutti!

STR1DER
28-08-2003, 23.20.05
Tolkien ha avuto molte intuizioni e la trama generale del signore degli anelli è fantastica... ma bisogna ammettere che anche le critiche di Skree ci stanno tutte.
In realtà il signore degli anelli altro non è che una favola fantasy e con questo non voglio dire che non sia un capolavoro, anzi.

L'hobbit la considero invece una favola per bambini al livello di alice nel paese delle meraviglie :angel2:

Skree
28-08-2003, 23.24.59
Originally posted by .Commodo.
Skree, tu sei troppo intelligente per dare una lettura così superficiale di quest'opera, per cui i casi sono due:
1) lo hai letto, appunto, in superficie, ed allora ti consiglio di rileggerlo con calma. Sono sicuro che troverai non solo sofferenza e dolore in questo libro, ma molto altro.
2) mi stai prendendo per il didietro con classe, per vedere la mia reazione, ed allora ammetto di esserci cascato come una pera matura! :p .
In ogni caso :birra: di Gondor per tutti!

Okay, okay, vuoi una motivazione, un analisi più approfondita? Daccordo.

Come opera è complessa, su questo non ci sono dubbi, ogni cosa è stata fatta per un suo motivo ben preciso, ogni personaggio ha il suo "perchè"... figure metaforiche ce ne sono molte, il personaggo di Smeagle (si chiama cosi'? sono passati secoli dall'ultima volta che l'ho letto) e' un impersonificazione magnifica della lotta emotiva che ha un individuo nel suo propendere per il "bene" o il "male"... e l'intero libro e' pieno di figure simili, Grima Vermilinguo ad esempio, da questo punto di vista, è un ottimo personaggio, molto più profondo di quanto non traspare da una prima lettura...

Su queste cose sono daccordo, ti do completamente ragione, i "temi profondi" li ho riconosciuti, se non tutti almeno abbastanza da apprezzare da questo punto di vista il libro...

Ma quando io giudico il Signore degli Anelli, non lo giudico come "trattato filosofico sulla lotta tra il bene e il male messo come racconto di fantasia", lo giudico come racconto fantasy... e dei vari livelli di lettura (letterale, metaforico... e gli altri non me li ricordo, chiedo venia) uso soltanto il primo, perchè un libro fantasy, di per se, non è un opera "profonda", e' "letteratura d'intrattenimento"... e anche in questo ho i miei canoni, i miei metri di giudizio... possono trasparire, alcuni di essi, da cio' che ho scritto qui...

Ora sono riuscito a farti capire meglio perchè considero Il Signore degli Anelli, come ROMANZO FANTASY, un fallimento?

Insomma, non è che mi sveglio male la mattina e decido di fare affermazioni forti tanto per darmi un tono... dei motivi per dire quel che dico li ho, e spero di averteli fatti capire con questo post, okay? :)

Tieni, offro io, Skooma pero', di Gondor, o qualsiasi altro posto della terra di mezzo, non bevo nulla :P :birra:

.Commodo.
28-08-2003, 23.27.12
Originally posted by STR1DER
Tolkien ha avuto molte intuizioni e la trama generale del signore degli anelli è fantastica... ma bisogna ammettere che anche le critiche di Skree ci stanno tutte.
In realtà il signore degli anelli altro non è che una favola fantasy e con questo non voglio dire che non sia un capolavoro, anzi.

L'hobbit la considero invece una favola per bambini al livello di alice nel paese delle meraviglie :angel2:



Rumble rumble......(rumore di vulcano figiano prima di eruttare lava)...rumble....non mi provocate, se parto con questo discorso entro in trance oratoria e non mi controllo più! :p
Eppoi, adesso ho appena rivisto Le Due Torri in Dvd, per cui sono troppo esaltato e potrei partire nottetempo con la mia macchinetta assieme ad alcuni simpatici amici che hanno una mano bianca dipinta sul volto per venirvi a trovare: allora, Skree, prima o poi, lo trovo fuori da Pergioco, tu, Str1der, dove ti becco?? :D

Skree
28-08-2003, 23.31.06
Originally posted by .Commodo.
Rumble rumble......(rumore di vulcano figiano prima di eruttare lava)...rumble....non mi provocate, se parto con questo discorso entro in trance oratoria e non mi controllo più! :p
Eppoi, adesso ho appena rivisto Le Due Torri in Dvd, per cui sono troppo esaltato e potrei partire nottetempo con la mia macchinetta assieme ad alcuni simpatici amici che hanno una mano bianca dipinta sul volto per venirvi a trovare: allora, Skree, prima o poi, lo trovo fuori da Pergioco, tu, Str1der, dove ti becco?? :D

Leggi il post dove spiego la mia posizione invece di minacciare :P

P.S.: la mezza storia d'amore che hanno messo tra Aragorn e quella puttanella è ridicola, e una spudorata manovra commerciale, sarebbe stato un buon film senza quella cazzata.

Spetta, che è girata la pagina, e te lo riposto:

Okay, okay, vuoi una motivazione, un analisi più approfondita? Daccordo.

Come opera è complessa, su questo non ci sono dubbi, ogni cosa è stata fatta per un suo motivo ben preciso, ogni personaggio ha il suo "perchè"... figure metaforiche ce ne sono molte, il personaggo di Smeagle (si chiama cosi'? sono passati secoli dall'ultima volta che l'ho letto) e' un impersonificazione magnifica della lotta emotiva che ha un individuo nel suo propendere per il "bene" o il "male"... e l'intero libro e' pieno di figure simili, Grima Vermilinguo ad esempio, da questo punto di vista, è un ottimo personaggio, molto più profondo di quanto non traspare da una prima lettura...

Su queste cose sono daccordo, ti do completamente ragione, i "temi profondi" li ho riconosciuti, se non tutti almeno abbastanza da apprezzare da questo punto di vista il libro...

Ma quando io giudico il Signore degli Anelli, non lo giudico come "trattato filosofico sulla lotta tra il bene e il male messo come racconto di fantasia", lo giudico come racconto fantasy... e dei vari livelli di lettura (letterale, metaforico... e gli altri non me li ricordo, chiedo venia) uso soltanto il primo, perchè un libro fantasy, di per se, non è un opera "profonda", e' "letteratura d'intrattenimento"... e anche in questo ho i miei canoni, i miei metri di giudizio... possono trasparire, alcuni di essi, da cio' che ho scritto qui...

Ora sono riuscito a farti capire meglio perchè considero Il Signore degli Anelli, come ROMANZO FANTASY, un fallimento?

Insomma, non è che mi sveglio male la mattina e decido di fare affermazioni forti tanto per darmi un tono... dei motivi per dire quel che dico li ho, e spero di averteli fatti capire con questo post, okay? :)

Tieni, offro io, Skooma pero', di Gondor, o qualsiasi altro posto della terra di mezzo, non bevo nulla :P :birra:

(ma perchè cribbio non mettere un opzione "mostra tutti i post in una sola pagina"? Pure per come funzionano i forum sono dei geni quelli della Bethesda)

gaberh
28-08-2003, 23.32.50
io la storia dell'ometto che parte in macchina per vendicarsi l'ho già sentita...
non mi ricordo dove ma l'ho già sentita

.Commodo.
28-08-2003, 23.35.34
Originally posted by gaberh
io la storia dell'ometto che parte in macchina per vendicarsi l'ho già sentita...
non mi ricordo dove ma l'ho già sentita



Mannaggia! Beccato subito! :p Prevedo una lunga e costosa causa per violazione del diritto d'autore.......

STR1DER
28-08-2003, 23.35.35
Se ti apposti davanti a "All for Music" qui a Bologna prima o poi mi becchi :D

Comunque anche sul film ce ne avrei di critiche da fare ma non mi va di andare troppo OT altrimenti ci spostiamo su cinema cinema o come si chiama, però non mi conviene che rischio di farmi troppi nemici sul forum :p

Mi sa che mi faccio un boccale di grog per torcermi le budella.
Alla vostra salute :birra:

.Commodo.
28-08-2003, 23.38.09
Originally posted by STR1DER
Se ti apposti davanti a "All for Music" qui a Bologna prima o poi mi becchi :D

Comunque anche sul film ce ne avrei di critiche da fare ma non mi va di andare troppo OT altrimenti ci spostiamo su cinema cinema o come si chiama, però non mi conviene che rischio di farmi troppi nemici sul forum :p

Mi sa che mi faccio un boccale di grog per torcermi le budella.
Alla vostra salute :birra:


Bene, chiudo l'Ot dicendoti che sul film (soprattutto su "Le Due Torri") anche io avrei diverse migliaia di cosette da dire a Peter Jackson :mad: :mad:

Skree
28-08-2003, 23.40.48
Originally posted by .Commodo.
Bene, chiudo l'Ot dicendoti che sul film (soprattutto su "Le Due Torri") anche io avrei diverse migliaia di cosette da dire a Peter Jackson :mad: :mad:

Ehm, scusa se mi permetto di insistere, Commodo, ma hai "letto quel che ti avevo chiesto gentilmente di leggere"? :P

Non per niente, eh, ma praticamente l'ho scritto per te -_-''

.Commodo.
28-08-2003, 23.45.01
Originally posted by Skree
Ehm, scusa se mi permetto di insistere, Commodo, ma hai "letto quel che ti avevo chiesto gentilmente di leggere"? :P

Non per niente, eh, ma praticamente l'ho scritto per te -_-''


CERTO CHE LO HO LETTO! Anzi, lo ho letto due volte, perchè me lo hai rieditato ;) . Capisco il tuo punto di vista, capisco anche che lo hai letto con criterio e senso critico, ecco, se lo critichi con questi argomenti non ho niente da osservare, posso non essere d'accordo, ma sono osservazioni assolutamente plausibili. Eppoi de gustibus, mica hai detto che Ultima VII ti fà cagare! :p

gaberh
28-08-2003, 23.50.33
Originally posted by .Commodo.
CERTO CHE LO HO LETTO! Anzi, lo ho letto due volte, perchè me lo hai rieditato ;) . Capisco il tuo punto di vista, capisco anche che lo hai letto con criterio e senso critico, ecco, se lo critichi con questi argomenti non ho niente da osservare, posso non essere d'accordo, ma sono osservazioni assolutamente plausibili. Eppoi de gustibus, mica hai detto che Ultima VII ti fà cagare! :p

pstt, commodo, guarda che lo ha detto.
me lo ricordo benissimo
una clava?
vendo e affitto clave di qualità

STR1DER
28-08-2003, 23.51.29
Originally posted by .Commodo.
Bene, chiudo l'Ot dicendoti che sul film (soprattutto su "Le Due Torri") anche io avrei diverse migliaia di cosette da dire a Peter Jackson


LoL quel Peter Jackson da dove lo hanno tirato fuori.. fino a prima del signore degli anelli era un semi sconosciuto, al massimo mi pare avesse diretto un paio di cortometraggi e un film horror di serie zeta...
Che curriculum ragazzi!
Io avrei auspicato ben altri registi per un film del genere magari registi del calibro di Ron Howard, Zemeckis, Spielberg come primi che mi vengono in mente.

Per fortuna che un cospicuo budget per i costumi, la scenografia e gli effetti speciali ce lo avevano ;)

Skree
28-08-2003, 23.58.49
Originally posted by STR1DER
LoL quel Peter Jackson da dove lo hanno tirato fuori.. fino a prima del signore degli anelli era un semi sconosciuto, al massimo mi pare avesse diretto un paio di cortometraggi e un film horror di serie zeta...
Che curriculum ragazzi!
Io avrei auspicato ben altri registi per un film del genere magari registi del calibro di Ron Howard, Zemeckis, Spielberg come primi che mi vengono in mente.

Per fortuna che un cospicuo budget per i costumi, la scenografia e gli effetti speciali ce lo avevano ;)

Io invece mi sarei auspicato Ridley Scott (o come si chiama)... quello di Alien comunque... QUELLO è un film che considero con tematiche molto più serie di quanto non sembri, specie l'ultimo...

Ma soprattutto se si leggono i libri traspare, questo...

Avrebbe di sicuro dato il suo tocco magico... specie se come al solito si portasse dietro la collaborazione con quel genio di H.R. Giger... allora SI che sarebbe venuto fuori un buon film, con quel budget e quei cervelli a dirigerlo.

STR1DER
29-08-2003, 00.09.24
Non credo che Cameron avrebbe accettato di dirigere una sceneggiatura come quella del Signore degli anelli...
Al limite avrebbe voluto ritoccarla a modo suo :evil: ma non credo sarebbe stato possibile.

Poi ho realizzato poco fa che con il cast che si sarebbero ritrovati a dirigere, registi di questo livello sarebbero stati sprecati imho.
Molto probabilmente molti registi più blasonati avranno rifiutato perchè non si sentivano all'altezza del compito e sarebbero stati limitati nelle decisioni dalle solite esigenze commerciali. (mannaggi alla massa! rovina sempre tutto :azz: )

Walker_Boh
29-08-2003, 01.01.38
Per quanto riguarda il film, beh sono d'accordo sul fatto che non è certo perfetto (ed è sempre meglio leggersi il libro)... ma data la difficoltà immane di rendere un libro come Il Signore Degli Anelli in video a mio avviso il risultato è cmq molto buono (l'unica pecca un po' pesante -a parte alcuni tagli e "scorciatoie" eccessivi- è stata l'accento romanzesco da libri Harmony in certe parti..). Il libro poi mi piace... "de gustibus" ;-) ...così come Tolkien in generale

Il vero problema sono quelli (li ho ancora stampati in mente) che intervistati al TG5 all'uscita della proiezione de La Compagnia Dell'Anello rispondevano: "mah ci siamo rimasti un po' male x la fine.. non si capisce.."..... DEFICIENTI! Da tirare le ciabatte contro il televisore! Capisco che ci siete andati con la famigliola x passare la serata, ma almeno sapere che sono 3 capitoli è chiedere tanto..? :grr: E non erano in pochi...

Ecco forse il vero danno del film è stato aver reso Il Signore Degli Anelli un fenomeno ed un business di massa... :bah:

:birra:

AarnaK
29-08-2003, 10.14.15
Ragazzi torniamo a tema? :)
Sul SdA (film e libro) possiamo parlare in taverna, anzi aspetto Skree che mi deve però dire se ha letto Il Silmarillion che è assolutamente fondamentale per poter giudicare l'opera di Tolkien e il Signore degli Anelli.
Ma ripeto non parliamone qui, un bel tavolo in taverna ci attende :)