PDA

Visualizza versione completa : Diario del 14 agosto - Videogiochi e Temperatura ambiente



K4pp4
14-08-2003, 17.29.28
Fino a qualche giorno fa pensavo che il videogame fosse slegato da qualunque influenza esterna, pensiero che mi derivava dal mito dello stato di concentrazione assoluta, quasi tantrica, che negli ambienti informatici alternativi è noto come "deep blue": l'accorciamento della distanza uomo macchina, la fusione quasi completa con l'oggetto che si ha di fronte. Sfido qualunque giocatore che ritenga di avere anche solo un briciolo di passione ad asserire di non aver mai provato questo stato.
Eppure, complice anche la peggiore situazione climatica degli ultimi 200 anni, scopro a mie spese che i fattori esterni possono influire, e pesantemente, sulle nostre performance di gioco. Giusto ieri, in una serata casalinga, ho avuto modo di sperimentare come agenti quali il caldo e l'afa possano peggiorare le nostre performance. Ho provato con diversi giochi, dall'action puro alla strategia, ma con risultati sempre e comunque inferiori a quelli che ottengo in condizioni analoghe ma a temperature ambientali più basse. In altre parole: nemmeno il Deep BLue ci salva quando le funzioni vitali richiedono la maggior parte delle nostre energie: i piccoli disagi si fanno grandi, la sete ci costringe a interrompere più spesso (e a perdere la concentrazione) e così via, in un elenco di piccoli fastidi di cui normalmente nemmeno ci accorgiamo ma che con il caldo si fanno vieppiù insopportabili. Certo, il disagio del giocatore non è nemmeno paragonabile ad altri ben più seri di cui ci parla la cronaca, ma è certo che tutti aspettiamo un abbassamento della temperatura in ugual misura. Chi per tornare a giocare, chi per tornare ad attività ben più serie.
E proprio in questo clima tropicale, nella speranza che il Ferragosto porti l'auspicato abbassamento, approfitto per annunciare che anche M.it cede per qualche giorno al caldo e all'atmosfera festiva, ma non preoccupatevi, si tratta di una breve pausa: da lunedì infatti torneremo più attivi che mai!

tanis
14-08-2003, 17.38.31
Ma dove hai vissuto d'estate negli ultimi 20 anni per non accorgerti dell'effetto del caldo sulle facoltà mentali e non? Al polo? :)

WarFox
14-08-2003, 20.39.48
Casomai sei tu che vai in vacanza Max... :(

jason86662
14-08-2003, 23.30.42
..l'auspicato abbassamento qui da me c'è stato..si respira finalmente:roll:

Shadrac
15-08-2003, 00.45.04
Originally posted by jason86662
..l'auspicato abbassamento qui da me c'è stato..si respira finalmente:roll:

si si si anche qui in prov di modena 32° con climatizzatore alle 23.45 .........


:bash: :bash: :cry2:

GameOff.Salvo
15-08-2003, 10.11.04
Originally posted by K4pp4
Ho provato con diversi giochi, dall'action puro alla strategia, ma con risultati sempre e comunque inferiori a quelli che ottengo in condizioni analoghe ma a temperature ambientali più basse. In altre parole: nemmeno il Deep BLue ci salva quando le funzioni vitali richiedono la maggior parte delle nostre energie: i piccoli disagi si fanno grandi, la sete ci costringe a interrompere più spesso (e a perdere la concentrazione) e così via, in un elenco di piccoli fastidi di cui normalmente nemmeno ci accorgiamo ma che con il caldo si fanno vieppiù insopportabili.

Ma piantala :D
Sembrano le scuse che tirano fuori alcuni amici miei durante i megatornei estivi: "sento troppo caldo" "hai il vento a favore" "ho la mano che mi fa male" "ho bevuto troppa birra (e qui passi :) )"

ziopavi
16-08-2003, 18.23.41
sebbene sia piovuto da poco qua in provincia di pd continua a far un caldo boia...raga riesco a malapena a fare un frag a quake 3 con livello massimo!!! questo è grave!

Bellerofonte_
16-08-2003, 18.25.34
Già che c'è la ventola del mio computer che potrebbe fungere da riscaldamento per la mia stanza...poi ci si mette il caldo

Mr.Stone
17-08-2003, 22.50.41
fortunatamente per tutti noi qui a Milano sta piovendo,ma questo problema del caldo per i poveretti che non hanno il condizionatore (c'è questa alternativa), è abbastanza importante. Il caldo non aiuta la concentrazione e, per questo annche i riflessi si affievoliscono...
PURTROPPO QUESTO E' QUELLO CHE LA NATURA CI OFFRE,E NON POSSIAMO IN ALCUN MODO CAMBIARLA. Cerchiamo,come d'altro canto hanno fatto i nostri antenati nei secoli passati, di adattarci a quello che ci viene offerto.

Shadrac
17-08-2003, 23.00.13
Originally posted by Mr.Stone
fortunatamente per tutti noi qui a Milano sta piovendo,ma questo problema del caldo per i poveretti che non hanno il condizionatore (c'è questa alternativa), è abbastanza importante. Il caldo non aiuta la concentrazione e, per questo annche i riflessi si affievoliscono...
PURTROPPO QUESTO E' QUELLO CHE LA NATURA CI OFFRE,E NON POSSIAMO IN ALCUN MODO CAMBIARLA. Cerchiamo,come d'altro canto hanno fatto i nostri antenati nei secoli passati, di adattarci a quello che ci viene offerto.

si "offerto" a causa nostra però..... l'effetto serra esasperato nn è naturale :) .... le piogge irregolari e concentrate in pochi aquazzoni nn sono naturali ... sono tuttte conseguenze dell'agire umano :)

che strano che lo sviluppo di energie alternative è così lento ... mentre le bombe atomiche migliorano di ora in ora :rolleyes:

K4pp4
18-08-2003, 11.25.54
Originally posted by tanis
Ma dove hai vissuto d'estate negli ultimi 20 anni per non accorgerti dell'effetto del caldo sulle facoltà mentali e non? Al polo? :)


Originally posted by GameOff.Salvo
Ma piantala :D
Sembrano le scuse che tirano fuori alcuni amici miei durante i megatornei estivi: "sento troppo caldo" "hai il vento a favore" "ho la mano che mi fa male" "ho bevuto troppa birra (e qui passi :) )"

Vi garantisco che mai come quest'anno, dati alla mano, dalle mie parti il caldo è stato insopportabile, fra temperatura e umidità. Per fortuna la pioggia ci ha portato un minimo di refrigerio...

E naturalmente il temporale ci ha regalato un paio d'ore di blackout :grr: