PDA

Visualizza versione completa : Ti tradisco? Mi spiace, è genetico!!!



Alceo
02-08-2003, 14.19.32
Eccovi l'articolo di riferimento

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2003/08_Agosto/02/tradimenti.shtml


In effetti è un po' a scoperta dell'acqua calda ma se si considera che ancora oggi uomo e donna sono trattati diversamente di fronte all'infedeltà (lui un fico, lei una puttana).

Comunque la parte che più mi ha colpito è la risposta ...



Alla domanda: «Quanti compagni o compagne ti piacerebbe avere durante il prossimo mese?» la media dei maschi ha risposto «1,87» e la media delle donne 0,78.



quel 0,78 delle donne mi fa paura (molte non prendono neanche in considerazione il loro partner?) e quel 1.87 mi sembra basso :angel2:


E voi vedete una qualche giustificazione nel tradimento maschile?
Si tratta in fondo di un istinto naturale?

Lady.Dark.
02-08-2003, 14.31.10
la rpima frase ke mi viene in mente è "ehh questi amerikani!"

in effetti è un bel diskorso da "sotto l'ombrellone"...
...ma qui ci akkontentiamo del virtuale :)

approfondirei il diskorso sul metodo... dikono ke l'anonimato è garantito... dikono.
speriamo.

se è kosì, magari Twain aveva ragione.... solo un fatto di kostume... fiko/puttana... oppure è x il fatto ke un ragazzo raramente si snete usato, mentre ad una ragazza è più facile ke akkada.

poi, la quantità, dipende anke dalle okkasioni...
se ti trovi in un pikkolo paese avrai opke possibilità... se ti trovi a Santo Domingo forse hai qualke possibilità in più!:cool:

uhhh... "amore... se non voglio impegnarmi kon te è x kolpa del dna..." a questo si provvede in modo drastiko ma semplice... "kolpa del dna? e se ti do una ginokkiata sui tuoi gioielli di famiglia e poi sei kostretto a cambiare sesso, il dna vale ankora?"
il risultato è assikurato :D

Albycocco
02-08-2003, 14.31.34
Non l' ho letto tutto...Comunque me lo sono sempre immaginato...Dopotutto anche in altre specie animali i maschi sono quelli più disposti a farlo!:D

Elrond.
02-08-2003, 14.48.46
Ovvio, l'ho sempre detto che per natura il maschio è infedele (cretini quelli che non erano d'accordo :asd: ... sto pensando ad una precisa discussione... no, non ha niente a che vedere con questo forum, ma con un altro... la maggior parte della gente non è abituata a guardare al di là del proprio naso... :asd: ).
La natura fa le cose per bene:
A cosa serve l'accoppiamento? A fare figli.
Quanti figli può avere la donna in un anno? Non più di uno (ovviamente tranne nel caso di parti gemellari).
Quanti ne può avere l'uomo? Boh, tantissimi.
In natura (ma anche in società, semplificando alcune varianti sopratutto moderne), forse che la donna non ha bisogno di un compagno che provveda a lei durante i mesi della gestazione, e che con le proprie forze provveda alla salute della prole?
A cosa serve la vita? A conservare se stessa.
Dunque non mi pare strano che la natura abbia reso le donne tendenzialmente più fedeli (per la salvaguardia della vita propria e di quella dei figli), e gli uomini infedeli (poichè in un anno potrebbero generare tantissimi figli).

Twingo
02-08-2003, 14.53.55
Originally posted by Elrond.
Ovvio, l'ho sempre detto che per natura il maschio è infedele (cretini quelli che non erano d'accordo :asd: ... sto pensando ad una precisa discussione...

quoto.

evoluzione della specie. negli animali inferiori la femmina cerca il compagno in base a criteri quali forza, dominio del territorio. in quelli superiori in base a criteri quali intelligenza, solidità economica.

l'uomo caccia.
la donna pesca.

Lady.Dark.
02-08-2003, 14.55.59
Originally posted by Elrond.

Dunque non mi pare strano che la natura abbia reso le donne tendenzialmente più fedeli (per la salvaguardia della vita propria e di quella dei figli), e gli uomini infedeli (poichè in un anno potrebbero generare tantissimi figli).

è vero...
tempo fa leggevo ke la donna è più fedele xkè avere un figlio signifika 9 mesi di fatika ed altro tempo dopo ke nasce... è una kosa molto komplikata a quanto pare.

l'uomo invece in 5 minuti (bene ke vada) ha già fatto tutto...

e poi la kapacità di avere molti figli x l'uomo viene anke dalla diffikoltà di portare a kompimento una gravidanza...

ti immagini se anke l'uomo potesse avere solo un figlio all'anno?

...niente problemi di sovraffollamento kome in cina...
...xò.. poterbbe essere un'idea...
magari kambiando il dna... l'uomo potrebbe riprodursi una sola volta l'anno... xò.. niente male kome idea...
magari se la propongo viene pure accettata e parte la sperimentazione su larga skala.... :evil:

Elrond.
02-08-2003, 19.06.52
Originally posted by Twingo
l'uomo caccia.
la donna pesca.

:clap:

Peter Pan
02-08-2003, 19.13.42
Originally posted by Alceo
quel 0,78 delle donne mi fa paura (molte non prendono neanche in considerazione il loro partner?)

No, solo che del partner ne prenderebbero solamente il 78% e scarterebbero il resto... fatte le debite proporzioni si può dire che una parte del corpo maschile che si aggira a circa il 22% è il cervello.... esagerato? Vabbé è approssimativo... riferendomi al topic sulle domensioni del sesso maschile è quello che fa un po' saltare la media... :D

quindi che le donne non venissero a tirarcela con le menate che loro in un uomo cercano un bel cervello, qualcuno con cui poter parlare, qualcuno che le capisca, se poi interessa solo quel 78 % di un uomo... :niente!:



Originally posted by Alceo
quel 1.87 mi sembra basso

Fammi pensare... può anche essere che gli uomini si riferiscano a due distinte ragazze un po' diverse l'una dall'altra... diciamo una maggiorata per il sesso e una cervellona per parlarci, solo per parlarci, perché noi maschietti siamo taaaaaando senzibbili, e a noi ci piace parlare e parlare, parleremmo per ore con una donna... se poi con un'altra facciamo ore di sesso sfrenato....



Qui comincia a fare caldo... :toh:




Originally posted by Alceo
E voi vedete una qualche giustificazione nel tradimento maschile?
Si tratta in fondo di un istinto naturale?

Bé... l'unica che mi viene è che l'Uomo per natura non è un animale monogamo come non lo sono le scimmie (vogliamo prendere in considerazione i binobo? :D ) e che le storie sulla fedeltà e sul finché morte (o vita) non vi separi sono tutte menate... Ma considero che anche la donna è un Uomo quindi... Giustificazione?

Mhà.... perché mai dobbiamo giustificarci sempre? Non c'è peccato se provi piacere.... :evil:

LaLu
02-08-2003, 22.06.39
:D

se questi "traditori" non si accoppiano fra loro, forse, c'è da riflettere su quello che è ovvio e che le signore non sembrano disposte ad ammettere e i signori disposti a vedere...

:cool: ma sveglia!

Alceo
02-08-2003, 22.53.21
Originally posted by Elrond.
Ovvio, l'ho sempre detto che per natura il maschio è infedele (cretini quelli che non erano d'accordo :asd: ... sto pensando ad una precisa discussione... no, non ha niente a che vedere con questo forum, ma con un altro... la maggior parte della gente non è abituata a guardare al di là del proprio naso... :asd: ).
La natura fa le cose per bene:
A cosa serve l'accoppiamento? A fare figli.
Quanti figli può avere la donna in un anno? Non più di uno (ovviamente tranne nel caso di parti gemellari).
Quanti ne può avere l'uomo? Boh, tantissimi.
In natura (ma anche in società, semplificando alcune varianti sopratutto moderne), forse che la donna non ha bisogno di un compagno che provveda a lei durante i mesi della gestazione, e che con le proprie forze provveda alla salute della prole?
A cosa serve la vita? A conservare se stessa.
Dunque non mi pare strano che la natura abbia reso le donne tendenzialmente più fedeli (per la salvaguardia della vita propria e di quella dei figli), e gli uomini infedeli (poichè in un anno potrebbero generare tantissimi figli).


La natura ci spinge a voler che i nostri geni siano tramandati, su questo non ci piove.

Ma che il modo milgiore perché ciò avvenga sia quello di ingravidare il maggior numero di femmine non è del tutto vero.

Siamo sicuri che quello che si cerca istintivamente sia veramente la procreazione della specie e non semplicemente il piacere?

In fondo la spinta a tradire non mi sembra influenzata dalla possibilità o meno che il rapporto porti o no alla fecondazione.

Per dirla tutta, perché non voler tradire allora con donne bruttine (che ci starebbero più facilmente?).

BESTIA_kPk
02-08-2003, 23.08.23
Mha, a parte il fatto che i sondaggi o i calcoli % su persone che possono mentire senza problemi, o che cmq non sanno manco di esistere, mi dà da pensare...


Queste prove sono inconfutabili

LOL :D

Cioè INCONFUTABILI. Eh rulez di bustahr.
Bha.


Imho donna o uomo può fare amore-sesso come e quanto gli pare.
La chiamavano bocca di rosa, metteva l'amore sopra ogni cosa...

La cosa che mi pare un paradosso è che la natura ci spinga a proliferare, e bell'apposta si usino i contraccettivi :D

Elrond.
02-08-2003, 23.37.11
Originally posted by Alceo
La natura ci spinge a voler che i nostri geni siano tramandati, su questo non ci piove.

Ma che il modo milgiore perché ciò avvenga sia quello di ingravidare il maggior numero di femmine non è del tutto vero.

Siamo sicuri che quello che si cerca istintivamente sia veramente la procreazione della specie e non semplicemente il piacere?

In fondo la spinta a tradire non mi sembra influenzata dalla possibilità o meno che il rapporto porti o no alla fecondazione.

Per dirla tutta, perché non voler tradire allora con donne bruttine (che ci starebbero più facilmente?).


Cerchiamo una donna bella perchè ogni attributo della bellezza corrisponde ad una garanzia sulla possibilità che tale donna resti incinta e sulla salute ed intelligenza della prole. La bellezza è l'astuzia della natura; che cercarchiamo il piacere e che agiamo per nostro esclusivo conto, è solo una nostra convinzione.
I contraccettivi vengono utilizzati solo nello stato civile, non perchè non si vuole generare, ma perchè non si vogliono tutte le conseguenze giuridiche, economiche e di società che ne derivano. Se qualcuno di voi potesse andare a fecondare una bella donna di chissà-dove (escludendo il rischio di contrarre malattie veneree) e dopo l'amplesso non vederla più come per magia, lo metterebbe il preservativo?



Originally posted by Alceo
In fondo la spinta a tradire non mi sembra influenzata dalla possibilità o meno che il rapporto porti o no alla fecondazione.

Certo, non si avverte consciamente quest'istanza, difatti stiamo parlando di una predisposizione genica, non di una volontà manifesta.

Alceo
02-08-2003, 23.45.13
Originally posted by Elrond.
Cerchiamo una donna bella perchè ogni attributo della bellezza corrisponde ad una garanzia sulla possibilità che tale donna resti incinta e sulla salute ed intelligenza della prole. La bellezza è l'astuzia della natura; che cercarchiamo il piacere e che agiamo per nostro esclusivo conto, è solo una nostra convinzione.



Non fraintendermi Elrond. Penso anch'io che la maggior "volubilità" dell'uomo dipenda in ultima istanza dai motivi che hai detto.

Mi domando però se al giorno d'oggi tale istinto non si sia trasformato piuttosto in una ricerca del piacere fine a se stessa.

La bellezza che ci deve attrarre è quella delle donne dai fianchi grandi che garantiscono un parto più facile come avveniva non molti anni fa e come ancora oggi avviene in molti paesi.

Eppure il canone di bellezza che ci viene propinato oggi è soprattutto quello della lolita, della bimba più o meno innocente.

Elrond.
03-08-2003, 00.05.15
Originally posted by Alceo
Non fraintendermi Elrond. Penso anch'io che la maggior "volubilità" dell'uomo dipenda in ultima istanza dai motivi che hai detto.

Mi domando però se al giorno d'oggi tale istinto non si sia trasformato piuttosto in una ricerca del piacere fine a se stessa.

La bellezza che ci deve attrarre è quella delle donne dai fianchi grandi che garantiscono un parto più facile come avveniva non molti anni fa e come ancora oggi avviene in molti paesi.

Eppure il canone di bellezza che ci viene propinato oggi è soprattutto quello della lolita, della bimba più o meno innocente.

Certo, l'istinto di base è profondamente trasformato dai condizionamenti della società, tanto più dai condizionamenti (che spesso abbiamo l'ardire di chiamare evoluzione) di quella moderna.
A livello cosciente, c'è una ricerca del piacere, e difatti nel nostro secolo le stesse donne si sentono più libere e capaci nel gestire la propria sessualità, proponendosi come fine il piacere.
Ma se vogliamo risalire indietro, per spiegare questa diversità di natura che permane tra maschi e femmine (mi pare che questo fosse lo scopo del topic), credo che la strada che ho indicato sia quella corretta.

Una puntualizzazione però la farei sul canone della bellezza: il modello non è la grassona stile statuette preistoriche d'argilla, che ha avuto dieci parti e che stende pannolini al tramonto (per evocare un'immagine di memoria orwelliana). Fianchi larghi non è = vacca.
Il modello è quello classico del 90-60-90; difatti leggevo tempo fa su un giornale che, seppure queste misure intese come canone della bellezza siano variate nel tempo, la proprozione tra di loro è rimasta pressocchè invariata: l'autore dell'articolo confrontava difatti le proporzioni tra le misure di statue canoniche dell'antichità greca e latina, con sex symbol di tutto il Novecento.
Ampliando il nostro spettro d'indagine, ecco le associazioni principali che costituiscono i nostri canoni:
- fianchi larghi: fertilità;
- seno florido: fertilità, capacità di allattare;
- bellezza del viso: qui ricerchiamo tutte quelle caratteristiche (occhi espressivi e profondi, nasino all'insù, etc.) che esaltano le doti intellettuali della donna (almeno apparentemente), e quindi fanno ben sperare per la prole.

Twingo
03-08-2003, 00.28.50
Originally posted by Elrond.
Certo, l'istinto di base è profondamente trasformato dai condizionamenti della società...

penso che porre il discorso sulla pura concezione biologica sia giusto, ma comunque riduttivo.
l'inconscio collettivo subisce delle trasformazioni nel corso dell'evoluzione e di conseguenza anche gli archetipi.

Elrond.
03-08-2003, 13.36.47
Originally posted by Twingo
l'inconscio collettivo subisce delle trasformazioni nel corso dell'evoluzione e di conseguenza anche gli archetipi.

Indubbiamente anche questo è vero.
La spinta alla riproduzione, in quanto fondamentale per la conservazione della vita, è così forte che non si attenuerà mai, continuando ad esercitare in molte attività dell'uomo la sua influenza. Ma è vero che l'evoluzione comporta probabilmente anche una diversa percezione non solo a livello della volontà, ma anche a livello inconscio, di detto istinto.

Peter Pan
03-08-2003, 13.36.58
Originally posted by Twingo
l'inconscio collettivo subisce delle trasformazioni nel corso dell'evoluzione e di conseguenza anche gli archetipi.

Osservazione direi alquanto lecita seppure erronea.
Per dirla alla mia maniera mi sembra una cazzata.

Gli archetipi non possono per definizione subire né trasformazione né evoluzione in quanto sono punti fissi di transizione della psiche.

Ma cosa c'entrano gli archetipi con gli istinti scusami? Non sono questi che ti portano a tradire...
Domanda placida: studi psicologia o hai usato il termine senza averne cognizione?

Twingo
03-08-2003, 13.53.30
Originally posted by Peter Pan
Osservazione direi alquanto lecita seppure erronea.
Per dirla alla mia maniera mi sembra una cazzata.

Gli archetipi non possono per definizione subire né trasformazione né evoluzione in quanto sono punti fissi di transizione della psiche.



l'archetipo è un prodotto delle esperienze del mondo compiute dalla razza umana.
la razza umana subisce un'evoluzione. quindi anche l'archetipo la può subire.

viv
03-08-2003, 14.45.09
Non sono riuscita a leggere tutto il thread... Dico solo che, invece che ad un fattore genetico, la facilità di tradimento dell'uomo va ricercato in un fattore puramente culturale...

Quello della scusa genetica mi sembra davvero un buon alibi però... Non c'è che dire... :)