PDA

Visualizza versione completa : La vita è dura



f355
23-07-2003, 19.32.13
Sto passando non un buon momento della mia vita per molteplici motivi. Avvolte penso di avere problemi mastodontici impossibili da risolvere, che mi fanno soffrire e non poco. Ma sono davvero uno stupido. In confronto a quelli degli altri le mie difficoltà sono a dir poco irrisorie. Ho capito tutto questo oggi.
Parlando con una ragazza conosciuta per caso tramite amici. Parlando del più e del meno siamo arrivati a parlare delle nostre situazioni familiari. Dopo aver raccontato la mia, lei con gli occhi lucidi mi ha raccontata la sua. Cacciata di casa adesso vive con la nonna, è al primo mese di gravidanza ( aspetta 2 gemelli ), il suo ragazzo saputa la notizia è fuggito ( che grande uomo ) e lei non vi dico come si sente....male molto male considerato che ha solo 18 anni.
Io non conosco questa ragazza per niente, oggi è la prima volta che ho parlato con lei. Ma sento di doverla aiutare non so come ma sento di doverlo fare. I miei problemi pensando alla sua situazione si sono come dissolti. Lei adesso è sola, non sopporto vedere delle persone soffrire in questo modo.
Potrebbe essere pericoloso ( è comunque una estranea ) ma ho tanta voglia di aiutarla.
Cercherò di essere qualcosa di più di un semplice ascoltatore, consolandola con buone parole voglio fare qualcosa di più
Mi ha detto di non abbandonarla sarà questo che farò per adesso. Spero di poter essere utile per lei...
Il mio intento è quello di farla sentire meglio con se stessa, molto facile a dirsi, considerata la situazione sarà molto difficile. Non ha nessun appiglio a cui attacarsi...almeno adesso ha la mia mano tesa.

destino
23-07-2003, 19.36.28
un solo consiglio...

parlaci, parlaci. parlaci...
cosi almeno nn tiene il suo dolore tutto per se;)

f355
23-07-2003, 19.39.15
Originally posted by destino
un solo consiglio...

parlaci, parlaci. parlaci...
cosi almeno nn tiene il suo dolore tutto per se;)
Stà molto male si sente a dir poco tradita, umiliata dai suoi genitori e dal suo ragazzo ( anche se sono per la non violenza 2 calci in faccia li meriterebbe tutti )

destino
23-07-2003, 19.41.46
Originally posted by f355
Stà molto male si sente a dir poco tradita, umiliata dai suoi genitori e dal suo ragazzo ( anche se sono per la non violenza 2 calci in faccia li meriterebbe tutti )

vabbe fosse per me io il suo ragazzo lo cerkerei e lo ucciderei:bah:

ma secondo te le 2 creature ke aspetta devono ankora soffrire?:(

Io cerkerei di farle dimenticare quei brutti momenti poi fai tu...;)

f355
23-07-2003, 19.43.41
Originally posted by destino
ma secondo te le 2 creature ke aspetta devono ankora soffrire?:(

Io cerkerei di farle dimenticare quei brutti momenti poi fai tu...;)
è quello che cercherò di fare, non è facile.Oggi stava proprio giù, sembra apatica a tutto, speriamo che domani vada meglio

Khazarnemesis
23-07-2003, 19.45.54
Non per creare un putiferio ma e' sicura di voler tenere i gemelli?
A 18 anni DUE gemelli non sono uno scherzo e potrebbero peggiorare le cose.

PS: Vi prego nonmi azzanate!

f355
23-07-2003, 19.52.11
Originally posted by Khazarnemesis
Non per creare un putiferio ma e' sicura di voler tenere i gemelli?
A 18 anni DUE gemelli non sono uno scherzo e potrebbero peggiorare le cose.

PS: Vi prego nonmi azzanate!
Io questo non mi permetterei mai di dirglielo. So che è diffice da accettare...sono un ipocrita non so come mi comporterei in questa situazione.
Sono contro l'aborto, assolutamente contro, ma quando ti trovi dentro queste situazioni cosi difficili anche le tue convizioni più radicate non sono cosi sicure

Dalmo
23-07-2003, 19.55.15
poveretta :(

destino
23-07-2003, 19.57.42
Originally posted by f355
è quello che cercherò di fare, non è facile.Oggi stava proprio giù, sembra apatica a tutto, speriamo che domani vada meglio

azz cerca di essere gentile con lei e sii sempre presente ma nn ossessivo perke sempre proprio in uno stato di depressione profonda:(

Khazarnemesis
23-07-2003, 19.58.02
Originally posted by f355
Io questo non mi permetterei mai di dirglielo. So che è diffice da accettare...sono un ipocrita non so come mi comporterei in questa situazione.
Sono contro l'aborto, assolutamente contro, ma quando ti trovi dentro queste situazioni cosi difficili anche le tue convizioni più radicate non sono cosi sicure

Ipocrita? No sei semplicemente umano.
Comunque dovresti provare a capirlo, con un po' di tempo (non troppo per le lunghe...)

f355
23-07-2003, 20.56.33
Più ci penso e più ho paura di non essere all'altezza di una situazione del genere, mi sento inutile :(

VictorVonDoom
23-07-2003, 21.04.50
bhe il suo ex sarà anche stato un pirla, ma i suoi genitori che l'hanno cacciata di casa sono anche peggio...

f355
23-07-2003, 21.14.16
Originally posted by VictorVonDoom
bhe il suo ex sarà anche stato un pirla, ma i suoi genitori che l'hanno cacciata di casa sono anche peggio...
Io voglio provare appunto questa soluzione, voglio almeno cercare di parlare con i genitori

morettina
23-07-2003, 21.19.25
Dille che il suo ragazzo ha tutto il dovere, non solo morale ma anche legale, di aiutarla almeno materialmente. A meno che non si sia proprio reso irreperibile, nel qual caso dovrebbe pure essere passibile di denuncia e come tale andrebbe ricercato.
Per quanto riguarda quello che puoi fare tu, sicuramente ascoltarla e sostenerla almeno a parole può già essere qualcosa. Da quello che ho capito, comunque, una casa dove stare ce l'ha (e complimenti davvero a simili genitori...bah, speriamo che si ravvedano un po', di solito quando il nipotino nasce si ammorbidiscono, qui poi sono addirittura due....)
Spero con tutto il cuore, comunque, che decida di tenersi i bambini, nonostante le difficoltà. Una scelta diversa sarebbe credo un grosso trauma per lei.

TrustNoOne
23-07-2003, 21.27.04
Originally posted by f355
Io questo non mi permetterei mai di dirglielo. So che è diffice da accettare...sono un ipocrita non so come mi comporterei in questa situazione.
Sono contro l'aborto, assolutamente contro, ma quando ti trovi dentro queste situazioni cosi difficili anche le tue convizioni più radicate non sono cosi sicure
sono d'accordo in parte.
Nel senso che io sono a favore dell'aborto, completamente a favore. Se non hai le possibilita', i bambini non li fai, e se li fai per errore, non li tieni. Se non puoi mantenerli non devono neanche venire al mondo, fai solo soffrire due esseri umani in piu' cosi'...

Ma d'altronde neanche io mi permetterei di consigliare un gesto simile ovviamente... Scelta soltanto sua.
Certo che i genitori... come possono fare una cosa simile... boh :(

aquarius
23-07-2003, 21.32.50
ciao raga,mi spiace tantissimo per quella ragazza con due gemelli ed abbandonata da tutti(il ragazzo è un fetentone e va beh....ma i genitori...qualsiasi possa essere stato il motivo della rottura con loro,non possono arrivare a tanto;
comunque l'unico consiglio è di starle vicina e farla sfogare con te!!!
fai bene a non sbilanciarti in consigli azzardati(aborto),perchè solo lei dentro di se sa esattamente quello che vuole.
Comunque tornando al suo tipo,se vuole puo anche non riconoscere i figli però per legge deve adoperarsi al loro mantenimento!!
;)

Kiashaal
23-07-2003, 21.51.36
Fai del tuo meglio nel parlarle e parla solo di cose positive che aiutano sempre :)

----------------------
"Nessun c...o è duro come la vita"
----------------------
Se il Destino è contro di Noi...allora peggio per Lui!

Alceo
23-07-2003, 22.45.11
Originally posted by f355
Io questo non mi permetterei mai di dirglielo. So che è diffice da accettare...sono un ipocrita non so come mi comporterei in questa situazione.
Sono contro l'aborto, assolutamente contro, ma quando ti trovi dentro queste situazioni cosi difficili anche le tue convizioni più radicate non sono cosi sicure


Forse però dovresti avere tu la forza che lei non ha. E' triste dirlo ma bisogna che ci pensi subito alle conseguenza delle sue scelte di oggi.


Oso darti due consigli.
Uno lo hanno già detto in molti, stagli vicino. Puoio dargli molto. Senon'altro un po' di fiducia verso il prossimo.

Il secondo è un po' "violento" o meglio materialista: persone che si trovano in tale situazione non dovrebbero essere aiutate unicamente dalla buona volontà delle persone. La società e lo stato esistono anche per questo.

Per quanto riguarda le sue scelte se tenere o no i bambini deve rivolgersi in un centro specializzato. Occhio a sceglierlo bene. Alcuni di questi centri invece di aiutare serenamente nel fare una scelta sono messi su solo per impedire alla gente di abortire.

Se dici in che regioni abita magari qualcuno può darti un indirizzo giusto.

Io purtroppo non sto più in Italia da anni ma dovrei avere ancora qualche numero per la Toscana e il Friuli-Venezia-Giulia.

viv
24-07-2003, 02.07.58
Non criticare MAI, finchè non ci si trova in mezzo alle situazioni difficili... Questa è l'unica cosa che la mia personale esperienza mi ha insegnato...

Lui è sparito... Bhè, meglio prima che dopo... Uno che resta solo perchè "deve" farlo, credo possa fare molti più danni di uno che sceglie la via della fuga... Obbligarlo a riconoscere i bambini? bah, non so se servirebbe... Se lei è così giovane, credo che anche lui abbia più o meno la stessa età... Probabilmente non ha i mezzi per aiutarla e quindi, perchè legarsi a qualcuno che non vuole essere dov'è?

Aborto... Mmmm... Io personalmente ho tirato un sospiro di sollievo quando ho superato il 3° mese di gravidanza, termine legale per abortire... Non avrei più potuto cambiare idea... Ma ero circondata da persone che mi spingevano a tenere il bambino (e che adesso ringrazio ogni secondo della mia vita) Era fatta... Forse, se con delicatezza le si facesse presente questa alternativa (l'aborto intendo) e, magari, la si facesse seguire da un buono psicologo, potrebbe essere a tutti gli effetti la scelta migliore...

Ho solo una perplessità: sei sicuro che sia al 2° mese di gravidanza??? Credo sia un tantino troppo presto per stabilire che sono 2 gemelli... Ma non ne sono sicura...

Ah... Da chi ci è passata: la pietà non aiuta... E renderla martire nemmeno... Aiutala, nel caso lei decida di tenere i bambini, a prendere coscienza della sua scelta e ad assumersene la responsabilità totale... Se fomenti il suo vittimismo, non troverà mai la forza di reagire e trovare da sola le soluzioni che le mancano... Io comunque, negli amici trovo la forza necessaria ad andare avanti e a realizzare pezzo dopo pezzo tutti i miei sogni... Non farle mancare mai il tuo appoggio...

A volte basta anche un sorriso...

ricchi
24-07-2003, 09.55.19
la situazione nn sembra allegra, ma giudicare genitori e ragazzo-fuggito nn è scontato e banale...x quanto io sia d'accordo che sembrano dei delinquenti...ho imparato che bisogna sapere tutti i lati della faccenda x espimersi.....

cmq i consiglio li hai avuti: stalle vicino, cerca di trovare qualche istituzione che la possa aiutare anche economicamente e logisticamente (sembra una caxxata, ma un aiuto pratico ti cambia il morale e la qualità della vita...spt con 2 gemelli).
Il consiglio di Alceo di rivolgersi ad un centro specializzato è da seguire aggiungo, però, anche l'ammonimento contrario: occhio a sceglierlo bene. Alcuni di questi centri invece di aiutare serenamente nel fare una scelta sono messi su solo per favorire la gente ad abortire.

e un ammonimento x te: stai attento a nn ritrovarti la sua situazione caricata tutta sulle tue spalle, o meglio, fallo se è quello che vuoi, ma se nn ne sei convinto nn bruciarti,
aiutala come puoi con quello che puoi....altrimenti diventi un peso in più ;)

viv
24-07-2003, 10.53.02
Originally posted by ricchi

e un ammonimento x te: stai attento a nn ritrovarti la sua situazione caricata tutta sulle tue spalle, o meglio, fallo se è quello che vuoi, ma se nn ne sei convinto nn bruciarti,
aiutala come puoi con quello che puoi....altrimenti diventi un peso in più ;)

Mi permetto di dissentire... Per quanto io possa capire che sia umanamente normale volerle risolvere tutti i problemi, so anche che non e' quella la strada da seguire... Aiutala a trovare la SUA soluzione ai problemi, non risolverglieli tu per lei... Non sai un domani cosa potra' accadere, non sai dove sarai fra un anno... Quella di tenere i bambini e' una sua scelta... Nessuno la sta obbligando... Che ne sia consapevole. Non e' prendendoti tu le sue responsabilita' che la aiuti... Anzi, credimi, nel lungo termine le fai un danno irreparabile.

friskio
24-07-2003, 10.59.57
Originally posted by viv
Anzi, credimi, nel lungo termine le fai un danno irreparabile.

QUOTO!
:clap:

attento soprattuto che poi potrebbe anche rinfacciartelo!!!
questo nn sarebbe carino......:nono:

Io nn sono nella condizione di poterti dare consigli, quindi nn te ne darò, l'unica cosa che posso dirti è occhio a nn tramutare i suoi problemi in tuoi problemi

Cin!

viv
24-07-2003, 11.10.10
Originally posted by friskio
QUOTO!
:clap:

attento soprattuto che poi potrebbe anche rinfacciartelo!!!
questo nn sarebbe carino......:nono:

Io nn sono nella condizione di poterti dare consigli, quindi nn te ne darò, l'unica cosa che posso dirti è occhio a nn tramutare i suoi problemi in tuoi problemi

Cin!

Non mi riferivo ad eventuali rinfacciamenti... Pensavo piuttosto ad un eventuale domani in cui lui sentisse il bisogno di staccare un pochettino la spina, magari per problemi legati alla sua di vita e non a quella di lei... Lei si ritroverebbe con dei problemi, ma senza aver imparato ad affrontarli, avendo sempre avuto chi se ne occupava al posto suo...
Ecco, forse ho trovato quello che a me sembra l'aiuto piu' grande che tu possa darle: la razionalita'. Cerca di mantenere un approccio lucido e razionale alla faccenda, evitando di farti prendere troppo dalla pieta' o dalla compassione... Sorreggila ed aiutala ad imparare a camminare da sola... Dalle conforto e aiutala a scovare dentro di se le risorse che le saranno necessarie per affrontare tutti i problemi che la sua situazione le portera'... Che sia cosciente che in questa lotta e' da sola... Se non ce la fa con le sue gambe, non e' giusto che si aspetti che siano le gambe di qualcun'altro a fare la strada al suo posto... Sembrero' cinica, me ne rendo conto... Ma posso assicurare che a volte anche il troppo amore non mediato, rischia di essere un boomerang... In casi come questi e' prendere per mano una persona, non il portarla in braccio, la decisione che alla lunga paga di piu'... Non si rischia di generare rapporti di dipendenza, psicologica o materiale, che sfocerebbero inevitabilmente in insofferenza ed antipatia... Ad ognuno il suo ruolo, ad ognuno la sua fetta di responsabilita'...

mVm
24-07-2003, 11.10.25
Hmmmmm... situazione delicata.

Lei ha bisogno di aiuto. Tu l'aiuti. Lei risove i problemi. Tu?

Comunque la cosa che più mi fa incazzare è pensare che nel 2003 ci siano ancora ragazzi di 18 anni che "ci restan dentro". :azz:

f355
24-07-2003, 11.12.45
Io andrei subito a parlare con i suoi genitori se questo fosse possibile, ma purtroppo lei non viveva in Italia e anche il suo ragazzo. è venuta qui per stare con la nonna, qui non ha nessuno, nessun amico, nessuno che la possa aiutare. Lei in Italia è una straniera ( anche se ha vissuto qui per circa 8 anni ). Prima di parlare di aborto e altre cose voglio prima cercare di capire meglio la situazione è troppo presto per giudicare. Sospetto purtroppo che ci siano altre cose che devo sapere. Non credo che un genitore mandi via una figlia via a 1.500 Km da casa per una cosa del genere. Certo è abbastanza grave, ma in questo momento penso che i genitori hanno quanto meno l'obbligo di starle vicina.Purtroppo ho dei sospetti, ma per adesso non ci voglio nemmeno pensare.
Qualcuno ha parlato di denuncia di trovare il ragazzo, lui è in Belgio, come del resto i genitori della ragazza, situazione quanto mai complicata.
Vorrei cercare veramente di aiutarla mi fa così tenerezza...è solo che non so da dove cominciare parlarne penso le faccia molto male. Ogni volta che le faccio una domanda mi sento in colpa, ho paura di farla soffrire ancora

follettomalefico
24-07-2003, 11.15.55
Aiutarla a parlare e a buttare fuori quel che ha dentro, come ti è stato detto, anche se fa male, aiuta. Non poco.

Poi, domandare è lecito -penso tu sappia valutare quando non lo è comunque- se vedi che non vuole parlare, ovviamente non insistere.

Per il resto, non aggiungo altro: ti han dato suggerimenti di molto migliori di quanto possa fare io.

friskio
24-07-2003, 11.23.08
Originally posted by viv
Non mi riferivo ad eventuali rinfacciamenti... Pensavo piuttosto ad un eventuale domani in cui lui sentisse il bisogno di staccare un pochettino la spina, magari per problemi legati alla sua di vita e non a quella di lei... Lei si ritroverebbe con dei problemi, ma senza aver imparato ad affrontarli, avendo sempre avuto chi se ne occupava al posto suo...

Viv, io ho usato il tuo pezzettino di post per mettere una mia considerazione!
nn era un ampliamento del tuo pensiero, bensì uno mio!

Aiutare una persona risolvendole i problemi, nn aiutandola a capire come risolverli, a volte può portare anche a rinfacciamenti!
Del tipo "Sarei stata più autosufficiente se tu nn mi avessi risolto tutti i problemi, ora che ho bisogno di affrontare le cose da sola nn ne sono capace"!

ma questa è una mia opinione!

f355
24-07-2003, 11.28.02
Originally posted by viv
Non mi riferivo ad eventuali rinfacciamenti... Pensavo piuttosto ad un eventuale domani in cui lui sentisse il bisogno di staccare un pochettino la spina, magari per problemi legati alla sua di vita e non a quella di lei... Lei si ritroverebbe con dei problemi, ma senza aver imparato ad affrontarli, avendo sempre avuto chi se ne occupava al posto suo...
Ecco, forse ho trovato quello che a me sembra l'aiuto piu' grande che tu possa darle: la razionalita'. Cerca di mantenere un approccio lucido e razionale alla faccenda, evitando di farti prendere troppo dalla pieta' o dalla compassione... Sorreggila ed aiutala ad imparare a camminare da sola... Dalle conforto e aiutala a scovare dentro di se le risorse che le saranno necessarie per affrontare tutti i problemi che la sua situazione le portera'... Che sia cosciente che in questa lotta e' da sola... Se non ce la fa con le sue gambe, non e' giusto che si aspetti che siano le gambe di qualcun'altro a fare la strada al suo posto... Sembrero' cinica, me ne rendo conto... Ma posso assicurare che a volte anche il troppo amore non mediato, rischia di essere un boomerang... In casi come questi e' prendere per mano una persona, non il portarla in braccio, la decisione che alla lunga paga di piu'... Non si rischia di generare rapporti di dipendenza, psicologica o materiale, che sfocerebbero inevitabilmente in insofferenza ed antipatia... Ad ognuno il suo ruolo, ad ognuno la sua fetta di responsabilita'...
Io sono una persona molto emotiva e sensibile. Questo mi fa sentire fragile e indifeso in alcune situazioni. Mi lascio sempre trasportare. Anche questa volta mi sono lasciato coinvolgere emotivamente è inutile sono fatto cosi. Per quante volte nella mia vita ho potuto sbagliare ( anche se al momento mi sembrava la scelta giusta ), non riesco a cambiare. Sono sempre disposto a farmi in 4 per altri ed aiutare o sostenere. Cercherò di non farmi coinvolgere troppo o almeno di aiutarla nel modo giusto. Anche se questa volta la soluzione più semplice che potrebbere porre fine alle sofferenze, ripeto potrebbe, è anche la più dura e crudele

f355
24-07-2003, 11.33.11
Originally posted by friskio
Aiutare una persona risolvendole i problemi, nn aiutandola a capire come risolverli, a volte può portare anche a rinfacciamenti!
Del tipo "Sarei stata più autosufficiente se tu nn mi avessi risolto tutti i problemi, ora che ho bisogno di affrontare le cose da sola nn ne sono capace"!

Io sono ancora indeciso su quello che farò, devo prima cercare di capire meglio la situazione, per me mi nasconde qualche altra cosa.Proverò a capirlo oggi

friskio
24-07-2003, 11.48.28
Originally posted by f355
Io sono ancora indeciso su quello che farò, devo prima cercare di capire meglio la situazione, per me mi nasconde qualche altra cosa.Proverò a capirlo oggi

Prima di intraprendere qualsiasi cosa.....è bene conoscere a pieno la persona che si cerca di aiutare, la sua storia, la sua vita, le sue abitudini........potrebbe poi rivelarsi per quella che è realmente e forse deluderti!!!!

quindi..............okkkkkkio!

viv
24-07-2003, 12.06.37
Originally posted by friskio
Viv, io ho usato il tuo pezzettino di post per mettere una mia considerazione!
nn era un ampliamento del tuo pensiero, bensì uno mio!


Dato che quotavi me, mi sono sentita in diritto di prendere le distanze dal tuo pensiero. Non volevo che si pensasse che anch'io mi riferissi ad eventuali rinfacciamenti.

Per quanto riguarda il tuo essere emotivo, f355, direi che traspare piuttosto bene dai tuoi posts... Esistono persone che, in difficolta', diventano particolarmente *approfittatrici*... Non per cattiveria, probabilmente sono dei deboli gia' di indole e non fanno altro che approfittare di questo lato del loro carattere per suscitare negli altri pieta' e trovare cosi' supporto ed aiuto. Ribadisco, non sono quasi mai persone cattive, ma non per questo sono meno dannose... *L'occasione fa l'uomo ladro* diceva qualcuno e io amo dire che anche la necessita' fa lo stesso effetto...

Non c'e' bisogno che tu venga a sapere tutto della vita di questa ragazza... La fiducia e la stima non sono cose che si comprano un tanto al kg al supermercato e non sono cose che si guadagnano rispondendo ad un questionario... Rimani semplicemente con i piedi per terra, fai un passo per volta ed evita di ritrovarti nei casini tu fino al collo.

Khazarnemesis
24-07-2003, 12.33.25
Originally posted by viv
Dato che quotavi me, mi sono sentita in diritto di prendere le distanze dal tuo pensiero. Non volevo che si pensasse che anch'io mi riferissi ad eventuali rinfacciamenti.

Per quanto riguarda il tuo essere emotivo, f355, direi che traspare piuttosto bene dai tuoi posts... Esistono persone che, in difficolta', diventano particolarmente *approfittatrici*... Non per cattiveria, probabilmente sono dei deboli gia' di indole e non fanno altro che approfittare di questo lato del loro carattere per suscitare negli altri pieta' e trovare cosi' supporto ed aiuto. Ribadisco, non sono quasi mai persone cattive, ma non per questo sono meno dannose... *L'occasione fa l'uomo ladro* diceva qualcuno e io amo dire che anche la necessita' fa lo stesso effetto...

Non c'e' bisogno che tu venga a sapere tutto della vita di questa ragazza... La fiducia e la stima non sono cose che si comprano un tanto al kg al supermercato e non sono cose che si guadagnano rispondendo ad un questionario... Rimani semplicemente con i piedi per terra, fai un passo per volta ed evita di ritrovarti nei casini tu fino al collo.

Questa enorme maturita' mi turba

viv
24-07-2003, 13.29.40
Originally posted by Khazarnemesis
Questa enorme maturita' mi turba


Ironico? :doubt:

Khazarnemesis
24-07-2003, 13.32.47
Originally posted by viv
Ironico? :doubt:

no assolutamente. Notavo la tua incredibile maturita' rapportandola alla tua eta' (che suppongo siano un 25-26 se mi permetti)! Evidentemente si fanno delle esperienze nella vita che ti rendono piu' maturo oppure sto per fare 18 anni e il cervello comincia a cazzeggiare

Alceo
24-07-2003, 14.55.53
La tua sensibilità le sarà sicuramente di grande aiuto morale. E penso che abbia avuto molta fortuna a incotrarti.

I suoi problemi richiedono però anche il bisogno di una figura più "distaccata" che l'aiuti dal punto di visto pratico per i soldi, la casa, il lavoro e le scelte sui bambini.

Ti rinnovo il mio consiglio di cercare quale associazioni e istituzioni possono svolgere tale ruolo dove vive.
Le persone che lavorano in questi campi hanno una fomrazione e un'esperienza che le saranno sicuramente d'aiuto.

Altra cosa. A volte il passato è meglio lasciarlo stare. E aiutandola a affrontare il futuro che le darai di più una mano.

viv
24-07-2003, 15.01.24
Originally posted by Khazarnemesis
no assolutamente. Notavo la tua incredibile maturita' rapportandola alla tua eta' (che suppongo siano un 25-26 se mi permetti)! Evidentemente si fanno delle esperienze nella vita che ti rendono piu' maturo oppure sto per fare 18 anni e il cervello comincia a cazzeggiare

Ne ho quasi 28 di anni... Ed ho un'esperienza piuttosto simile, sotto alcuni aspetti, a quella della ragazza in questione...

Per questo, mi permetto anche di dire ad Alceo che purtroppo, il supporto manca in modo quasi totale, soprattutto da un punto di vista economico... Pero', tentare non nuoce sicuramente... Basta tenere gli occhi bene aperti pero' e non vivere in un mondo fatto di nuvolette rosa... Ribadisco: piedi ben piantati per terra...

Alceo
24-07-2003, 16.10.26
Originally posted by viv

Per questo, mi permetto anche di dire ad Alceo che purtroppo, il supporto manca in modo quasi totale, soprattutto da un punto di vista economico... Pero', tentare non nuoce sicuramente... Basta tenere gli occhi bene aperti pero' e non vivere in un mondo fatto di nuvolette rosa... Ribadisco: piedi ben piantati per terra...


Hai ragione nel dire che di solito il supporto manca quasi del tutto.

Ma a volte esso esiste (spesso grazie al caso che ha riunito qualche persona competente e volenterosa assieme).

Qualche anno fa ho lavorato un po' nel sociale in Italia e mi sono accorto come molte realtà siano legate alla regione in cui si vive. Per questo avevo domandato in quale ragione vivesse la ragazza, magari io o qualcun'altro potrebbe conoscere un indirizzo o un numero di telefono per chiedere aiuto e appoggio.

A volte gli aiuti si possono trovare ma bisogna andarseli a cercare ed è quello che, vuoi per mancanza di forza, vuoi per vergogna, non si ha proprio la forza di fare in quei momenti.

Rimane il triste fatto che, come dicevi tu, non bisogna farci troppo affidamento.

f355
24-07-2003, 16.47.19
Oggi abbiamo parlato un po di noi, del nostro carattere. Ci siamo un po conosciuti e ho cercato di capire bene il suo carattere.
è molto timida e riservata, dice di non sapere come sia riuscita a dirmi quelle cose, forse perchè era arrivata davvero al limite della sopportazione.
Fortunatamente una sua zia è assistente sociale e la sta aiutando in qualche modo. Le ha trovato un appartamento a basso prezzo e un buon lavoretto.
I genitori anche tramite la zia non ne vogliono sapere, per adesso niente.
Non ho parlato di aborto, ma ad un certo punto mi ha confessato di voler troppo bene a quelle 2 piccole creature e non abortirà mai. Anche perchè lei stessa non doveva nascere,la mamma voleva abortire, poi è stata convinta dalla famiglia a continuare la gravidanza.
Il ragazzo...lasciamo perdere non esiste, un ragazzino immaturo e infame

viv
24-07-2003, 17.58.25
Originally posted by f355
Il ragazzo...lasciamo perdere non esiste, un ragazzino immaturo e infame

Credo che immaturo ed irresponsabile sia la definizione giusta... Infame mi sembra davvero eccessivo non sapendone nulla... Con lui tu non hai parlato... Non hai la piu' pallida idea di come stia adesso...

Fregatene di lui e concentrati su di lei... Parlare, anche se a volte e' davvero difficile e doloroso, e' l'unica cosa che ti permette di non affogare nella tua stessa angoscia...


In bocca al lupo, sia a te che a lei... Davvero di cuore...

viv
24-07-2003, 18.26.02
Originally posted by Mischa
quoto te in quanto rappresenta anche altri pareri, nulla di relativo solo al tuo reply, quindi. da quando è stato aperto il topic, non uno a cui sia balenato per la testa che esiste anche l'adozione? detto da uno che è favorevole all'aborto. ma se crea tanti problemi, alternative ne esistono.

Sai, da chi ci e' passata, ti dico che se non hai il coraggio di abortire, difficilmente ce l'avrai di abbandonare i nascituri... Dopo che per 9 mesi quell'esserino e' cresciuto nella tua pancia, l'hai sentito muoversi, ha gioito e pianto con te per quasi un anno della tua vita, l'hai sentito uscire da te, l'hai guardato negli occhi... Bhe', credo ci voglia mooooolto piu' coraggio ad abbandonarlo che ad abortire... Davvero...

No, l'ipotesi dell'adozione non la prendo mai in considerazione...

destino
24-07-2003, 18.26.58
io vorrei solo capire perke 2 genitori cacciano di casa la loro figlia nel momento + brutto della sua vita...:doubt:

La sparo li e sicuramente sarà una cazzata ma ti ci invito lo stesso a rifletterci...
e se il ragazzo nn esistesse e l'avesse violentata il padre?
mi è venuto in mente questo scusate ma forse pensando al peggio ci si azzecca...

spero proprio di no cmq:azz:

viv
24-07-2003, 19.14.16
Mischa scrisse qualche delirio a proposito di razionalita', capacita' di mantenimento, adozione ecc... Poi, as usual, mi ha fregata ed ha cancellato il suo post... E io quindi gli rispondo: 'STARDOOOOOOO!!! :grr: e anche :Prrr:

Sorrido... Ho imparato a non predere sul serio quelli come te... E con l'affetto e la stima che nutro nei tuoi confronti, sai che non c'e' cattiveria...

Non sai cosa significa... Tu fai un discorso non razionale, bensi' cinico... Ma qui parliamo di istinti... Quella cosa che si chiama "Istinto Materno" e che tu, per quanto ti possa sforzare, non potrai MAI capire... E' uno dei limiti piu' grossi dell'essere uomo...

Sicuro che i gemelli, dati in adozione, saranno dei bambini piu' felici che se restassero con la loro madre?! Magari avranno materialmente piu' cose, saranno sicuramente amati e vezzeggiati... Ma per tutta la vita, dovranno fare i conti con la consapevolezza di non essere stati voluti, di non essere stati amati ed accettati dalla loro madre naturale... Ho davanti agli occhi 2 esempi: 2 amici, entrambi adottati, entrambi adesso poco piu' che ventenni... Entrambi sono tutto tranne che ragazzi "sereni", entrambi hanno il fulcro dei loro problemi in questo conflitto non risolto con le loro vere origini... Onestamente, non so... Piuttosto che partorire, chiudere il bambino in un sacchetto e buttarlo, oppure metterlo in lavatrice, ok per l'adozione. Ma se lei li vuole davvero ed e' disposta a lottare e a tirare fuori unghie e denti per portare avanti il suo INALIENABILE diritto alla maternita', bhe'... Ben venga la sua scelta... Concordo con te che e' una scelta egoistica... Sono sempre stata io la prima ad ammettere che non ci vuole coraggio a portare avanti una gravidanza in condizioni disagiate, ma che il coraggio lo si dimostra razionalizzando e prendendo coscienza che non e' il momento... Pero', onestamente, se si dovesse aspettare il momento propizio a fare figli, credo che nessuno ne farebbe piu'...

Ben venga l'egoismo... L'unica cosa su cui mi trovi davvero perfettamente concorde con te e' la responsabilita'... Se sceglie di tenerli, che lo faccia consapevole che non sara' semplice e nella convinzione che dovra' farsi in 4 per crescerli...

Sono forse troppo romantica per il tuo modo di vedere la vita Mischa... Ma io la vita so cosa significa donarla... Io davvero so cosa significa rinunciare a se stessi per un altro essere umano... Il potere della creazione... La tua anima trasposta in un altro corpo...

destino
24-07-2003, 19.31.28
Originally posted by Mischa
cancellato il mio reply, scusa. non per te, specifico: per quanto detto da destino.

scusa mischa mi farebbe piacere sapere cosa avevi scritto visto ke sono la causa della cancellazione del tuo post...:doubt:

la mia era solo un'ipotesi per'altro da inkubo ma visto ke ho avuto un'amica ke è vissuta negli inkubi a causa del padre io l'ho sparata li invitando solo a riflettere all'potesi...

Elrond.
24-07-2003, 19.37.29
Originally posted by morettina
Dille che il suo ragazzo ha tutto il dovere, non solo morale ma anche legale, di aiutarla almeno materialmente. A meno che non si sia proprio reso irreperibile, nel qual caso dovrebbe pure essere passibile di denuncia e come tale andrebbe ricercato.

Appunto, il nostro sistema giuridico pone alla base del rapporto di filiazione il criterio biologico; la madre può dunque provvedere al riconoscimento legale di paternità, per ottenere la partecipazione del padre naturale a tutti gli obblighi economici e giuridici che ne derivano.

In una situazione del genere, così su due piedi e a sangue freddo, io sarei per l'aborto.

viv
24-07-2003, 23.38.52
Originally posted by Elrond.
Appunto, il nostro sistema giuridico pone alla base del rapporto di filiazione il criterio biologico; la madre può dunque provvedere al riconoscimento legale di paternità, per ottenere la partecipazione del padre naturale a tutti gli obblighi economici e giuridici che ne derivano.

In una situazione del genere, così su due piedi e a sangue freddo, io sarei per l'aborto.

Chiunque a sangue freddo sarebbe per l'aborto... O per l'adozione come suggeriva Mischa... Ma il problema sta nel fatto che a sangue freddo, quando sei tu ad avere dentro di te 2 gemelli, proprio non riesci a ragionare... Ecco perchè dopo un aborto, cmq, consigliano sempre una consulenza psicologica... Sono pochissime le donne che riescono ad affrontarlo serenamente...

Si, vero, la legge tutela il nascituro nel momento in cui ci sia una richiesta da parte della madre biologica del bambino... Come giustamente fai notare tu, Elrond, gli obblighi sono economici e giuridici... Ma per ogni obbligo, vi è un corrispondete diritto...
Io, personalmente, ho scelto di rispettare la fuga del padre di mia figlia, accettando consapevolmente la mia scelta alla maternità... Sono davvero convinta che obbligare qualcuno coercitivamente ad essere padre sia molto più dannoso che trovare altre vie, magari più faticose, di indipendenza economica... Non è semplice, ma nel lungo periodo sono quasi sicura che sia questa la scelta che paga di più...

O almeno, lo spero...

Elrond.
25-07-2003, 00.52.10
Originally posted by viv
Si, vero, la legge tutela il nascituro nel momento in cui ci sia una richiesta da parte della madre biologica del bambino... Come giustamente fai notare tu, Elrond, gli obblighi sono economici e giuridici... Ma per ogni obbligo, vi è un corrispondete diritto...
Io, personalmente, ho scelto di rispettare la fuga del padre di mia figlia, accettando consapevolmente la mia scelta alla maternità... Sono davvero convinta che obbligare qualcuno coercitivamente ad essere padre sia molto più dannoso che trovare altre vie, magari più faticose, di indipendenza economica... Non è semplice, ma nel lungo periodo sono quasi sicura che sia questa la scelta che paga di più...

O almeno, lo spero...

Scelte di questo tipo sono molto complesse; anzitutto, come è ovvio, oltre agli interessi dei genitori, bisogna tener presenti quelli del nascituro. Appunto, ad ogni obbligo dei genitori corrispondono diritti dei figli. Bisogna fare un bilancio il cui fine sia la serenità psicologica ma anche economica della creatura che si vuole mettere al mondo.
E' problematica la stessa scelta di escludere il padre del concepito (soprattutto qualora lui non fugge, come nel caso che stiamo discutendo, ma magari resta passivo): il nascituro ha pur sempre un'aspirazione legittima ad entrambe le figure parentali. Si tratta dunque di considerare attentamente la situazione particolare, il carattere del padre, la possibilità da parte sua di un rapporto extra-domiciliare sereno con il nascituro, le possibilità economiche delle parti.
Ribadendo nuovamente l'importanza del criterio biologico per il nostro ordinamento, sebbene la madre abbia il potere di escludere artificialmente il padre dal rapporto di filiazione, questa esclusione non è assoluta: il padre potrà in qualunque momento richiedere il riconoscimento, così come il figlio stesso potrà farlo se il padre è noto (in caso contrario avrà diritto a svolgere le indagini necessarie), con tutti i vincoli giuridici che ne derivano.
In definitiva si devono mettere da parte risentimenti personali, e pensare soprattutto alla serenità del nascituro.

Alceo
25-07-2003, 02.28.21
Originally posted by viv

...
Sono forse troppo romantica per il tuo modo di vedere la vita Mischa...

Scusatemi se vado un po OT (in fondo il thread ha soprattutto lo scopo di aiutare fr55).

Viv ho citato solo questa frase ma mi riferisco in generale a quello che hai scritto sull'amore madre figlia e sulla possibilità di un aborto.

Forse mi sbaglio di grosso ma mi sembra davvero che per te le cattive madri non esistono, o sono molto rare. Un figlio che nasce non voluto e che viene visto come un problema rischia di fare una brutta vita, indipendentemente dalle condizioni economiche.

Sono stato contentissimo (avevo ure iniziato a scrivere una post per dirlo, ma poi, non so perché, l'ho cancellato) quando ho letto che la ragazza in questione sentiva di voler bene ai bambini che portava in grembo. Il problema di dover prendere una decisione grave è già in parte risolto.

Ma purtroppo esistono molte madri che mettono alla luce figli non voluti (per paura, ignoranza ...). Purtroppo. a farne le spese sono sempre i figli.

viv
25-07-2003, 10.12.54
Alceo, certo che esistono le cattive madri! Ma proprio perche' non e' il caso di questa ragazza, ho volutamente evitato di parlarne... Esistono cattive madri ovunque, anche in famiglie classiche e normali... Come esistono bravissime madri in famiglie anomale e circostanze difficili...

Certo, nella situazione in cui si trova la ragazza, sara' ancora piu' difficile essere una buona madre... Non impossibile, ma di certo piu' difficile... Perche' per crescere un figlio ci vuole pazienza, dedizione e tanto amore... A volte, per un figlio, e' necessario rinnegare se stessi, mettersi da parte per andare incontro a quelle che sono le necessita' del piccolo... E in una famiglia *normale*, quando cio' avviene, di solito l'onere di aiutare a crescere una creaturina e' diviso in 2... Quando si e' da sole, si deve fare da madre, da padre e, ahime', bisogna anche farsi da partner... Se non si ricarica l'amore da nessuna parte, quello che doniamo e' inevitabilmente destinato ad esaurirsi... E per quante soddisfazioni possano dare i bambini piccoli, assicuro che almeno per i primi 2 anni, il flusso dare - avere si sviluppa solo in una direzione: la madre da e punto. Che poi lo si faccia con passione, amore, che ci si senta gratificate anche solo da un sorriso del bambino, nessuno lo discute... Ma esistono momenti in cui lo scoramento e la stanchezza prendono il sopravvento e ti chiedi cosa tu abbia fatto di male per non meritare un po' di serenita' e un aiuto in questo compito cosi' difficile e delicato... In cui vorresti che ci fosse qualcuno che si preoccupa di come stai TU e non di andare a farti la spesa (cosa che comunque e' utilissima).

Hai ragione comunque... Un figlio che viene messo al mondo in una famiglia che non lo vuole soffrira' molto... Un figlio che viene dato in adozione, sara' comunque un figlio che e' stato messo al mondo da qualcuno che non l'ha voluto... il trauma credo proprio sia identico.
Per fortuna, questo non sembra il nostro caso pero': lei questi figli li vuole... E pensera' almeno 2 volte al giorno, per i prossimi 18 anni *Ma chi ca**o me l'ha fatto fare?!*... Per poi vedere i sorrisi dei suoi piccoli e dire *ecco chi me l'ha fatto fare*!
Non esistono madri perfette... Una madre e' prima di tutto, sempre e comunque, una donna... con tutti i suoi limiti, difetti, pregi e peculiarita'... Si fanno sempre scelte sbagliate, a volte per il troppo amore, altre per il troppo egoismo... Ma solo chi vive e prova puo' sapere a cosa arrivera'... Chi abbandona la partita prima di iniziarla, ha perso comunque...

Thor
25-07-2003, 11.56.22
Originally posted by viv
Alceo, certo che esistono le cattive madri! Ma proprio perche' non e' il caso di questa ragazza, ho volutamente evitato di parlarne... Esistono cattive madri ovunque, anche in famiglie classiche e normali... Come esistono bravissime madri in famiglie anomale e circostanze difficili...

CUT

Per fortuna, questo non sembra il nostro caso pero': lei questi figli li vuole... E pensera' almeno 2 volte al giorno, per i prossimi 18 anni *Ma chi ca**o me l'ha fatto fare?!*... Per poi vedere i sorrisi dei suoi piccoli e dire *ecco chi me l'ha fatto fare*!
Non esistono madri perfette... Una madre e' prima di tutto, sempre e comunque, una donna... con tutti i suoi limiti, difetti, pregi e peculiarita'... Si fanno sempre scelte sbagliate, a volte per il troppo amore, altre per il troppo egoismo... Ma solo chi vive e prova puo' sapere a cosa arrivera'... Chi abbandona la partita prima di iniziarla, ha perso comunque...




Semplicemente grande

La penso anche io così


:kiss:



perm f355 :l'unico consiglio che mi sento di darti è di non attaccarti troppo a queste creature, madre e figli. Va bene dare aiuto, ma cerca di mantenere sempre un minimo di distanza, perchè potresti rimanere scottato.


Ciao

f355
25-07-2003, 11.59.20
Grazie a tutti quanti per i consigli, ve ne sono veramente grato, non ho parlato a nessuno di questa situazione, mi imbarazza parlarne con i miei amici.
Tornando a lei, io credo, ripeto credo, che lei vorrebbe non avere questi bambini.è come se si sentisse obbligata a continuare questa gravidanza. Lo sento da come parla.Dice sempre che non potrà continuare gli studi. Ama studiare avrebbe voluto fare la psicologa.Vuole essere una ragazza 'normale' come tutte le altre. Alzarsi per andare a scuola la mattina, divertirsi con gli amici, sentirsi amata dalla famiglia e dal suo compagno. Sento che è piena di voglia di vivere la sua vita e che questa gravidanza rappresenti un 'tappo' per lei per i suoi interessi. Queste sono tutte osservazioni personali.
Rimpiange, rimpiange molto. Nello stesso tempo però ama già quelle 2 piccole creature le vuole stringere e abbracciare, non so e come se si sentisse già mamma.
è una persona che meriterebbe molto di più dalla vita, quanto meno l'affetto dei genitori che le manca molto. Si sentirebbe molto più protetta con i suoi. Io nel mio piccolo cercherò di fare qualcosa per lei, spero di esserle utile

Alceo
25-07-2003, 12.04.48
Originally posted by viv
Alceo, certo che esistono le cattive madri! Ma proprio perche' non e' il caso di questa ragazza, ho volutamente evitato di parlarne... Esistono cattive madri ovunque, anche in famiglie classiche e normali... Come esistono bravissime madri in famiglie anomale e circostanze difficili...


Sono d'accordo con te sul fatto che non è il caso di questa ragazza. O meglio, lo credo da quel poco che ha scritto fr55 ieri. Ma fino a ieri non potevo sapere qual'era il sentimento della madre verso il bambino.
E' per questo che non mi permettevo di darle un consiglio né in un senso né nell'altro e invitavo solo ad affrontare il problema, magari con uno specialista.

Volevo solo mettere in risalto l'altro lato della medaglia.
Tu avevi fatto notare che per una madre sbarazzarsi (scusa il termine un po' crudo) di un filgio vuol dire andare contro l'istinto e l'amore innato che solo una donna può capire.
Io ho detto solo che non tutte le donne in tali situazioni sentono nascere questi sentimenti. E che non bisogna dimenticarlo e illudersi del contrario,






Originally posted by viv

Hai ragione comunque... Un figlio che viene messo al mondo in una famiglia che non lo vuole soffrira' molto... Un figlio che viene dato in adozione, sara' comunque un figlio che e' stato messo al mondo da qualcuno che non l'ha voluto... il trauma credo proprio sia identico.


Ora proprio non ti capisco.
Perché identico?
In una famiglia in adozione avrebbe almeno l'amore della famiglia che lo ospita.

Inoltre forse non è chiaro che quando parlo di cattive madri non mi riferisco ad una madre che non è tutte attenzioni o amore per il proprio babino. Parlo di una madre e di una famiglia che si sfoga, spesso anche in modo violento, sui propri figli.



Originally posted by viv

Ma solo chi vive e prova puo' sapere a cosa arrivera'... Chi abbandona la partita prima di iniziarla, ha perso comunque...

D'accordo ma c'é sempre il rischio che se chi prova fallisce a pagarla resterà sempre solo il bambino.
E per questo che su tali questioni bisogna muoversi con i piedi di piombo e incoraggerei a provare solo chi è sicura della propria scelta.

f355
25-07-2003, 12.05.31
Originally posted by Thor67
perm f355 :l'unico consiglio che mi sento di darti è di non attaccarti troppo a queste creature, madre e figli. Va bene dare aiuto, ma cerca di mantenere sempre un minimo di distanza, perchè potresti rimanere scottato.

Il problema che tutto questo mi sta capitando in un periodo già complicato e strano della mia vita.

viv
25-07-2003, 12.44.27
Originally posted by f355
Nello stesso tempo però ama già quelle 2 piccole creature le vuole stringere e abbracciare, non so e come se si sentisse già mamma.
è una persona che meriterebbe molto di più dalla vita, quanto meno l'affetto dei genitori che le manca molto. Si sentirebbe molto più protetta con i suoi. Io nel mio piccolo cercherò di fare qualcosa per lei, spero di esserle utile

Ti racconto una storia:
conosco una ragazza che ha vissuto piu' o meno la stessa situazione della tua amica...
Una ragazza normale, carina, con una bella vita e tanti sogni... Un matrimonio finito alle spalle, ma un rapporto con l'ex marito non del tutto concluso... Una relazione con un ragazzo di qualche anno piu' grande... Un bellissimo lavoro ed una carriera appagante e brillante davanti... La promozione a responsabile ormai in tasca, piu' un trasferimento nella sede di New York per 1 anno... Tutto sembrava andare veramente per il meglio...
Come dicevo, questa ragazza stava insieme ad un ragazzo... Uno di quei classici bravi ragazzi che piacciono tanto alle mamme: profondamente credente, attivo nella comunita' in cui viveva, catechista... Questa la facciata... Dietro, un uomo dalla dubbia moralita', troppo legato agli stereotipi inculcatogli dalla famiglia per riuscire a palesare davvero la sua vera natura...
I due si lasciano... La mia amica decide di riprovare a rimettere in piedi il suo matrimonio, finito un paio d'anni prima, piu' per inesperienza che per reale mancanza di amore...

Ma un giorno si rende conto che le mestruazioni tardano ormai di un paio di settimane... Che il seno si e' stranamente gonfiato ed e' molto dolorante... Che i pantaloni stringono in modo sospetto...
Con un pizzico d'ansia, si chiude in bagno e fa il test di gravidanza... positivo...

Il mondo ha smesso per un attimo di girare, scaraventandola nella confusione e nel panico piu' totale... Lei non ha mai amato particolarmente i bambini e, soprattutto, quello non era certo il momento piu' opportuno: lavoro, rottura con il padre del piccolo, riavvicinamento all'ex marito, imminente trasferimento a New York...

Seduta a tavola, sentendo i suoi genitori parlare, ha trovato il coraggio di raccontare loro l'accaduto... Il padre, come prevedibile, le ha subito consigliato l'aborto... In quel preciso istante, sentendo lo stomaco attorcigliarsi, lei ha capito che non avrebbe mai e poi mai potuto ammazzare quel feto... In quel momento, lei ha compreso e capito cosa significa sentirsi madre... Si e' madri molto prima di tenere il proprio figlio in braccio... Si diventa madri nel momento stesso in cui si scopre di avere in corpo una camera fetale di 4 settimane, grossa pochi mm...

Ha tenuto il bambino, rinunciando ad ex marito, lavoro, trasferimento ecc. Adesso vive con i suoi genitori, in una situazione che, se all'apparenza puo' sembrare davvero ottimale, in realta' e' catastrofica: il padre non l'ha cacciata di casa per pura forma, ma nutre un odio rancoroso nei suoi confronti che non perde occasione di vomitarle addosso... Viene trattata come una povera stupida, solo perche' comunque, da sola, non riuscirebbe a mantenere lei e la bambina. Vive costantemente sotto ricatti psicologici mascherati da aiuti disinteressati...
Non le viene permesso di essere mamma, per l'eccessivo presenzialismo dei nonni e tanto meno le viene riconosciuto almeno un ruolo di donna... Il lavoro e' piu' o meno ripreso, anche se con un salto indietro non indifferente, sia da un punto di vista economico che professionale.

Lei questa bambina l'ha voluta... Certo, per la sua vita sognava cose decisamente diverse... Ma credimi, questa bambina e' la cosa piu' bella ed importante che le sia mai capitata... Qualsiasi difficolta', vale la pena di essere affrontata, nulla e' mai eccessivo per la sua bambina... Non e' una buona madre: l'egoismo che l'ha sempre caratterizzata, spesso si ribalta anche sul rapporto con la figlia... Ma ce la sta mettendo tutta per essere una madre *accettabile*, per cercare di trasmettere alla piccola i valori essenziali... Sta cercando con le unghie e con i denti, di ristabilire un minimo di equilibrio all'interno della propria vita... Gli ultimi tempi sono stati caratterizzati da grandi decisioni a questo proposito...
I suoi genitori, con il loro presenzialismo e facendosi carico anche delle responsabilita' che non competevano loro (in assoluta buona fede), non l'hanno certo aiutata... Anzi, le hanno tolto una parte importante della sua crescita sia come donna che come mamma, creando anche un buco formativo nei confronti della piccola...
Lei e' molto fortunata... Ha degli amici stupendi che adorano sia lei che la piccola, che in questi 2 anni non le hanno mai fatto mancare supporto ed amore... Ha amici stupendi che non perdono occasione di cazziarla quando sbaglia, alcuni anche in modo impietoso, perche' la pieta' non aiuta certo a migliorarsi...
Ha amici stupendi che sono sempre disponibili ad ascoltarla, quando sembra che tutto il mondo remi contro, quando nulla va come dovrebbe andare, quando i sacrifici e le rinuncie diventano troppo grandi per gestirsele da sola...
Lotta tutti i giorni contro i suoi genitori, perche' cerca di imporre cio' che per lei e' meglio per la figlia... Lotta contro i genitori del padre della piccola (che l'ha vista una volta sola quando aveva 1 mese e poi non si e' piu' fatto vivo), che vogliono a tutti i costi un ruolo nella vita della piccola ma che non fanno nulla per conquistarselo, come se a loro fosse dovuto... Lotta contro la sua tristezza, il senso di vuoto che ogni tanto prende il sopravvento, contro i *vorrei* che si scontrano quotidianamente con un *dovrei*...

Credimi, lei tutte le mattine, quando la sua bambina le butta le braccia al collo e le dice *Tao mamma*, con quella sua faccina da birba, ringrazia il momento in cui ha deciso di tenerla e di non abortire... E per quanto, allora, non credeva sarebbe stato tutto cosi' difficile, continua a ripetere che se tornasse indietro con la consapevolezza di oggi, rifarebbe comunque la stessa scelta...

La tua amica merita cio' che lei reputa giusto, non cio' che tu o la societa' o i suoi genitori reputate sia giusto per lei... Lei e solo lei puo' decidere cosa sia giusto per se stessa...
Tutti meritiamo di essere felici... Non tutti siamo capaci di scegliere la strada piu' dritta per raggiungere l'obiettivo.

Un figlio e' sicuramente uno degli impegni piu' costosi, sia in termini economici che *spirituali*, che esista nella vita... Ma nient'altro da soddisfazioni minimamente paragonabili...

viv
25-07-2003, 12.50.57
Originally posted by Alceo

D'accordo ma c'é sempre il rischio che se chi prova fallisce a pagarla resterà sempre solo il bambino.
E per questo che su tali questioni bisogna muoversi con i piedi di piombo e incoraggerei a provare solo chi è sicura della propria scelta.

Infatti, concordo con te... Dal mio primo post, sostengo che ci vuole consapevolezza e responsabilita' nel fare qualsiasi scelta...


:)

ricchi
25-07-2003, 15.30.17
Originally posted by viv
Mi permetto di dissentire... Per quanto io possa capire che sia umanamente normale volerle risolvere tutti i problemi, so anche che non e' quella la strada da seguire... Aiutala a trovare la SUA soluzione ai problemi, non risolverglieli tu per lei... Non sai un domani cosa potra' accadere, non sai dove sarai fra un anno... Quella di tenere i bambini e' una sua scelta... Nessuno la sta obbligando... Che ne sia consapevole. Non e' prendendoti tu le sue responsabilita' che la aiuti... Anzi, credimi, nel lungo termine le fai un danno irreparabile.
scusate rispondo solo a viv xchè nn sono a casa e (come vedete) posto daun pc con tastiera scassata......dopo nnholetto+ nulla.....

cmq viv, forse nn mi ero spiegato bene, ma io intendevo le stesse cose che hai detto tu .........:azz:

viv
26-07-2003, 00.50.35
Mioddio! Ho ammazzato un thread... :azz:

f355
26-07-2003, 11.00.14
La persona di cui parli Viv deve essere davvero speciale.

f355
26-07-2003, 11.05.36
Molti di voi mi avevano avvertito. Ieri parlavamo e lei mi guardava sempre negli occhi,fisso. Negli atteggiamenti,nei modi fare e di comportarsi nei miei confronti penso che lei voglia qualcosa in più da me che un semplice aiuto.
Non so forse semplice riconoscenza verso una persona che la sta aiutando, ma forse potrebbe essere altro...

destino
26-07-2003, 12.51.40
Originally posted by f355
Molti di voi mi avevano avvertito. Ieri parlavamo e lei mi guardava sempre negli occhi,fisso. Negli atteggiamenti,nei modi fare e di comportarsi nei miei confronti penso che lei voglia qualcosa in più da me che un semplice aiuto.
Non so forse semplice riconoscenza verso una persona che la sta aiutando, ma forse potrebbe essere altro...


sta attento e pensa attentamente: una cosa è fare l'amico e un'altra il padre è un salto grosso:doubt:

Elrond.
26-07-2003, 13.16.02
Originally posted by f355
Molti di voi mi avevano avvertito. Ieri parlavamo e lei mi guardava sempre negli occhi,fisso. Negli atteggiamenti,nei modi fare e di comportarsi nei miei confronti penso che lei voglia qualcosa in più da me che un semplice aiuto.
Non so forse semplice riconoscenza verso una persona che la sta aiutando, ma forse potrebbe essere altro...

l'avevo pensato sin dall'inizio che saresti dovuto stare attento, ma non l'ho detto per non essere aggredito dai soliti benpensanti filantropi.
STAI ATTENTO, è normale per lei cercare di aggrapparsi a 360° ad ogni possibile appiglio, ma il tuo aiuto non deve spingersi a tanto, sarebbe stoltezza. Non assumerti responsabilità che non sono tue, non ci sarebbe neppure da dirlo, ma attento a non lasciarti plagiare in nessun modo.

f355
26-07-2003, 14.21.16
Io credo che voglia solo una persona che sappia apprezzarla veramente, che le voglia bene, tutto qui, non un di padre per i suoi piccoli

Alceo
26-07-2003, 14.43.27
Mi sembra naturale che lei cerchi qualcuno che l'aiuti e si prenda cura di lei.

Sei tu che devi dire fin dove vuoi spingerti nell'aiutarla.

Vista la tua sensibilità fai solo attenzione a non soffrirne anche tu.

f355
26-07-2003, 20.40.00
Originally posted by Alceo
Mi sembra naturale che lei cerchi qualcuno che l'aiuti e si prenda cura di lei.

Sei tu che devi dire fin dove vuoi spingerti nell'aiutarla.

Vista la tua sensibilità fai solo attenzione a non soffrirne anche tu.
Al momento sono solo molto confuso...mi stanno capitando delle cose molto in fretta, senza il tempo di pensarci. Forse è meglio che mi prenda una pausa e ci pensi bene su, dato che mi sto affezzionando a questa ragazza e questo potrebbe significare qualcosa di veramente importante nella mia vita

Twingo
26-07-2003, 20.55.44
Non prendere per oro colato ogni cosa che ti dice. Non lasciarti sopraffarre dalla pietà. Cerca la verità.

Sei sicuro che ti abbia detto tutto ? e che sia tutto vero ?

Elrond.
26-07-2003, 23.06.13
Originally posted by Twingo
Non prendere per oro colato ogni cosa che ti dice. Non lasciarti sopraffarre dalla pietà. Cerca la verità.

Sei sicuro che ti abbia detto tutto ? e che sia tutto vero ?

.

destino
27-07-2003, 00.09.53
Originally posted by f355
Al momento sono solo molto confuso...mi stanno capitando delle cose molto in fretta, senza il tempo di pensarci. Forse è meglio che mi prenda una pausa e ci pensi bene su, dato che mi sto affezzionando a questa ragazza e questo potrebbe significare qualcosa di veramente importante nella mia vita

nn vorrei dirtelo ma secondo me lei si sta innamorando di te e tu idem:rolleyes:

viv
27-07-2003, 04.27.08
Credo di averlo già scritto da qualche parte... Più si alza la soglia di necessità, più inevitabilmente si diventa opportunisti... E la pietà spesso si rischia di scambiarla per un sentimento più profondo... Stai attento... Purtroppo, questa volta non puoi permetterti di sbagliare... Sarebbe oltremodo doloroso... E il rischio è che, proprio per la tua sensibilità, tu poi non riesca ad uscirne... Stai attento... Null'altro...

f355
27-07-2003, 09.47.50
Originally posted by Twingo
Non prendere per oro colato ogni cosa che ti dice. Non lasciarti sopraffarre dalla pietà. Cerca la verità.

Sei sicuro che ti abbia detto tutto ? e che sia tutto vero ?
Che sia tutto vero purtroppo su questo sono sicuro mi fatto vedere anche l'angiografia. Che mi abbia detto tutto ovviamente questo non lo. So benissimo che non devo basarmi su semplici impressioni. Quella che può sembrare una ragazza tranquilla e innocente, potrebbe non esserlo in realta. Cercare la verita è difficile quasi impossibile, la verita è troppo lontana da qui. In qualche modo devo cercare di parlare con la nonna e con la zia, le uniche persone che ha qui. In qualche modo però, non so come fare, ma se voglio sapere tutto è questo che dovrò fare.

f355
27-07-2003, 09.52.12
Originally posted by viv
Credo di averlo già scritto da qualche parte... Più si alza la soglia di necessità, più inevitabilmente si diventa opportunisti...
Speriamo che non sia questo il caso. Lo spero proprio, non sopporterei una cosa del genere, sarebbe troppo difficile da accettare

viv
27-07-2003, 10.42.33
Originally posted by f355
Che sia tutto vero purtroppo su questo sono sicuro mi fatto vedere anche l'angiografia.


ppppssstttt... si chiama ECOGRAFIA... ;)

Alceo
27-07-2003, 11.46.19
Originally posted by f355
In qualche modo devo cercare di parlare con la nonna e con la zia, le uniche persone che ha qui. In qualche modo però, non so come fare, ma se voglio sapere tutto è questo che dovrò fare.


Scusa ma perché vuoi sapere tutto?
Aspetta che sia lei a dirti le cose, potrebbe anche prendere molto male questo tuo interessarti nel suo passato.

Sei lì per il presente.
E per quanto riguarda il futuro fai solo attenzione a non ritrovarti più coinvolto di quello che avresti voluto. Fare marcia indietro è doloroso.

f355
27-07-2003, 13.38.57
Originally posted by Alceo
Scusa ma perché vuoi sapere tutto?
Aspetta che sia lei a dirti le cose, potrebbe anche prendere molto male questo tuo interessarti nel suo passato.

Non lo so, forse perchè ho il sospetto che ci siano altre cose sotto. Aspetterò com'è normale che sia. Il fatto che più va avanti tutto questo e più mi sento confuso

destino
27-07-2003, 13.55.28
Originally posted by f355
Non lo so, forse perchè ho il sospetto che ci siano altre cose sotto. Aspetterò com'è normale che sia. Il fatto che più va avanti tutto questo e più mi sento confuso

ti capisco...
E' normale essere confusi cerca solo di aiutarla senza farti prendere troppo dai sentimenti oppure cercando di riflettere sulla cosa a mente fredda

viv
27-07-2003, 21.04.21
Originally posted by f355
Non lo so, forse perchè ho il sospetto che ci siano altre cose sotto. Aspetterò com'è normale che sia.
Magari è vero... ma rispetta anche i suoi tempi e non andare a coinvolgere altre persone che con voi 2 non c'entrano nulla... Vedrai, se quello che lei crede di sentire per te è reale, ti racconterà tutto... Dalle tempo... Anche perchè, un rapporto di qualsiasi natura, se non ha fiducia alla base è destinato a morire...

Quoto anche Alceo... Fare marcia indietro è una delle cose più dolorose... Non so se lo è per chi lo fa, ma chi subisce un cambio di tendenza, soprattutto in una situazione in cui tutto è molto precario ed insicuro, ne esce distrutto... Fai un passo per volta... Con calma e senza ingigantire tutto... Tieni i piedi per terra e non dimenticarti che data la sua situazione, non è una ragazza "normale": ha esigenze tali per cui, se non sei sicuro, sforzarti porterebbe molto più danno che guadagno...

Thor
28-07-2003, 10.44.24
Originally posted by f355
Molti di voi mi avevano avvertito. Ieri parlavamo e lei mi guardava sempre negli occhi,fisso. Negli atteggiamenti,nei modi fare e di comportarsi nei miei confronti penso che lei voglia qualcosa in più da me che un semplice aiuto.
Non so forse semplice riconoscenza verso una persona che la sta aiutando, ma forse potrebbe essere altro...


Attenzione, perchè come ti hanno già suggerito altre persone, ti stai addentrando in un campo minato.
In momenti di scarsa lucidità, sua o magari anche tua, potrebbero essere commessi errori "pesanti", o prese decisioni che potrebbero rivelarsi catastrofiche, sia per lei che per te.

Un solo suggerimento, universale ma sempre valido, in qualsiasi situazione:

"PIEDI DI PIOMBO"

Pensa a quello che stai facendo e al motivo per cui lo stai facendo.
Pensa a quello che lei sta facendo e al motivo per cui potrebbe farlo.

Rimani "focalizzato", le ancore di salvataggio possono rivelarsi dei gorghi estremamente pericolosi.



Ciao

f355
28-07-2003, 17.10.23
Io al momento, sto lasciando che la situazione si evolva, senza fare nulla di particolare. Evitiamo discorsi 'spinosi' e ci stiamo conoscendo meglio.Stiamo vivendo una normale amicizia niente di più, per adesso. Sto scoprendo che abbiamo molte affinità e somiglianze, nei modi di vedere la vita, nel comportarsi in determinate situazioni, nella musica che ascoltiamo e moltre altre piccole cose. Tutto qui...

Luca236
28-07-2003, 18.47.40
......nn sarà facile e ti faccio i miei migliori auguri