PDA

Visualizza versione completa : Diario del 18 luglio - Molto rumore per nulla (di nuovo)



K4pp4
18-07-2003, 13.29.59
Dopo la full immersion dei giorni passati, oggi volevo proporre un diario più leggero, più da fine settimana di fine luglio, quando, dopo la pausa pranzo, si scivola lentamente e inesorabilmente verso il limbo della zona weekend.
Parliamo di Postal 2. Di nuovo? Di nuovo. Perchè la macchina delle PR dei Running with Scissors sembra non fermarsi nel suo delirio. C'è un comunicato stampa che gira nell'ambiente da qualche tempo (e che si può leggere qui (http://www.gopostal.com/pr/blackeyedpeas.htm)) che parla dell'apparizione di Postal 2 nel video della canzone "Where is the Love" di Black Eyed Peas e Justin Timberlake. La notizia non è nuova ne tantomeno sconvolgente, ma oggi ho finalmente avuto la possibilità di vedere il video.
Il che mi ha dato il solito "la" per due considerazioni: La prima è che qualcuno, un giorno, mi spiegherà il nesso fra gli altri mali del mondo presenti nel video e i videogame. Ma qui rischiamo il terreno minato, come sempre.
La seconda considerazione è la seguente: il gioco si vede si e no per tre secondi in tutto (in diversi tagli) e anche un occhio allenato fatica a capire se si tratti di Postal 2, Duke Nukem, UT, un qualunque FPS o Winnie the Pooh. Non so perchè ma questa operazione mi ha lasciato in bocca lo stesso sapore che mi lasciano i racconti delle persone che sostengono di conoscere un personaggio famoso perchè ci hanno fatto una foto insieme. La scelta di Postal 2 può essere casuale o voluta, ma un tale sbandieramento era necessario?

jklITA
18-07-2003, 14.41.00
ultimamente ho sentito anche quella dell'afghanistan (300 negozi di videogames chiusi perche incitavano alla violenza... i negozi... :rolleyes: ), e cmq aspettavo sicuramente una reazione cosi per il secondo Postal (ad esempio)... il primo e la sua exp sono stati bannati (ma veramente bannati :D) da 13 stati... e tagliati pesantemente in altri 15 stati... io per trovare la versione integrale ci ho messo 2 mesi :rolleyes:... lo sbandieramento è sempre necessario in una società da schifo, dove esiste la CENSURA... nessuno vuole pronunciare questa temibile parola, ma è cosi... ma meglio nn continuare... qui si rischia di cadere nello stesso gioco loro... :rolleyes:... di ammettere che i videogame sono uno dei mali del mondo, come la fame, la povertà e la fila ai caselli....

Bellerofonte_
18-07-2003, 15.34.30
Bisognerebbe chiarire che tipo di giochi sono stati proibiti in Afghanistan, perchè non credo che mentre c'erano i talebani arrivassero gli AMD o i Pentium

GameOff.Salvo
18-07-2003, 17.15.18
Se mi chiedessero "ma tu censureresti Postal 2?" io rispondederei in maniera convinta SI. La motivazione è semplice, in Postal 2 le cose sono fatte solo per fare clamore e per scatenare le menti dei ben pensanti, non aggiungono nulla a un gioco, a mio modesto parere, assai mediocre e noioso. Questi giochi fanno male al nostro settore, fanno vedere il lato brutto di un meraviglioso mondo. Passi per la violenza, i film e i telegiornali ci propinano solo quella, ma la volgarità fine a se stessa mi deprime. La censura è uno strumento oscuro e tenebroso, ma qualcuno ci marcia per vendere di più e questo è ancora peggio della censura in se.

K4pp4
18-07-2003, 18.20.19
Originally posted by jklITA
... cosi per il secondo Postal (ad esempio)... il primo e la sua exp sono stati bannati (ma veramente bannati :D)...

d'accordo sul discorso, solo un appunto: si dice non bannati

Il termine 'bannato' è una bestialità orribile che ci siamo inventati noi italiani per rendere 'banned'... che però significa, appunto, 'bandito'... :rolleyes:

Anche dai forum o dalle chat, se fossimo un po' più furbi diremmo 'sei stato bandito', che poi fra l'altro ha un gusto di filibusta davvero carino ;)



[i]Originally posted by GameOff.Salvo
Se mi chiedessero "ma tu censureresti Postal 2?" io rispondederei in maniera convinta SI. La motivazione è semplice, in Postal 2 le cose sono fatte solo per fare clamore e per scatenare le menti dei ben pensanti, non aggiungono nulla a un gioco, a mio modesto parere, assai mediocre e noioso. Questi giochi fanno male al nostro settore, fanno vedere il lato brutto di un meraviglioso mondo. Passi per la violenza, i film e i telegiornali ci propinano solo quella, ma la volgarità fine a se stessa mi deprime. La censura è uno strumento oscuro e tenebroso, ma qualcuno ci marcia per vendere di più e questo è ancora peggio della censura in se.

Non sono assolutamente daccordo. Non si può eliminare un prodotto solo perchè è brutto e indecente. Non sono loro a fare male al settore, sono, come dico sempre, i genitori che comprano i giochi ai figli senza manco guardare la scatola che glie ne fanno. L'unico vincolo davanti all'offerta deve essere il gusto personale, per chi dispone del libero arbitrio, e il buon senso di chi esercita la patria potestà per chi ancora non ne dispone.
La società non può e non deve fare da sostituto alle responsabilià della gente.
Il gioco non mi piace? non lo compro e basta. Magari a qualuno piace il trash e ci va pazzo.
Se dovessi pensare di censurare tutto quello che mi deprime non esisterebbe uno stadio in Italia, per esempio, eppure allo stadio ci vanno milino di persone. Da questo si evince che una legge buona per tutti non può essere una costrizione delle libertà, ma semmai un'estensione dei diritti...
Mi fermo, sennò inizio a parlare dell'orario di chiusura dei locali notturni... :grr:

COmunque Salvo... massimo rispetto, solo che non possiamo pensare di trasformare in legge il nostro gusto... ;)

GameOff.Salvo
18-07-2003, 19.50.26
Originally posted by K4pp4

Non sono assolutamente daccordo. Non si può eliminare un prodotto solo perchè è brutto e indecente. Non sono loro a fare male al settore, sono, come dico sempre, i genitori che comprano i giochi ai figli senza manco guardare la scatola che glie ne fanno. L'unico vincolo davanti all'offerta deve essere il gusto personale, per chi dispone del libero arbitrio, e il buon senso di chi esercita la patria potestà per chi ancora non ne dispone.
La società non può e non deve fare da sostituto alle responsabilià della gente.
Il gioco non mi piace? non lo compro e basta. Magari a qualuno piace il trash e ci va pazzo.
Se dovessi pensare di censurare tutto quello che mi deprime non esisterebbe uno stadio in Italia, per esempio, eppure allo stadio ci vanno milino di persone. Da questo si evince che una legge buona per tutti non può essere una costrizione delle libertà, ma semmai un'estensione dei diritti...
Mi fermo, sennò inizio a parlare dell'orario di chiusura dei locali notturni... :grr:

COmunque Salvo... massimo rispetto, solo che non possiamo pensare di trasformare in legge il nostro gusto... ;)


Figurati, si fa tanto per discutere, di che vuoi parlare il 18 luglio con 40 gradi all'ombra se non di censura :D

L'argomento è molto interessante e scottante, e i problemi cosi tanti che forse nessuno avrà mai ragione e nessuno torto, io cmq penso che un minimo di controllo ci voglia. C'è nella TV, nel teatro, nel cinema (anche se qui se ne fanno abusi vergognosi), e non mi scandalizzerei se fosse applicata, coscienziosamente, anche nel settore dei videogames. Si censura anche un "caz" di troppo anche scherzoso va a finire su un articolo. Perchè lo si fa? E' limitazione della libertà o semplice decenza? Io credo che sia questo il confine, la sottile linea di demarcazione che separa il buon senso dalla volgarità, e questa acquista capitale importanza quando il prodotto è realizzato per la massa. Se poi chi ha in mano il potere delle forbici censuratrici ne abusa, questo è un altro paio di maniche ed in linea di principio io sono favorevole alla possibilità di censurare PER GIUSTA CAUSA. Tornando al nostro discorso Postal 2 lo reputo volgare e mi piacerebbe che giochi cosi non ci fossero sul mercato, inoltre credo che tolte le 4 cosette "particolari" che ci sono in quel gioco rimangono davvero ben pochi motivi per essere acquistato. Ovviamente questa è la mia opizione. Tra l'altro abbiamo realizzato un lungo speciale sul caso "Mafia", l'anno scorso, in difesa del gioco,tanto per farti capire il mio odio verso la censura praticata. La mia censura è più filosofica :D


Ah Kappa :D ...io sono favorevole anche alla chiusura anticipata delle discoteche... :toh:

K4pp4
18-07-2003, 20.12.22
Hmm... la differenza, secondo me, è una:
la televisione, e potenzialmente anche il cinema, sono esposti a tutti. I videogame non lo sono. O meglio, lo sono, ma con precise indicazioni sulle età consigliate e sul tipo di contenuti. per questo non capisco la censura. Il controllo c'è già (e anche un codice di autoregolamentazione a dirla tutta). Solo che l'incuria ne impedisce l'applicazione.
Ma la censura dei contenuti... per me è un delirio. Anche io non ho nulla a favore di un gioco come Postal 2, ma mi fa molta più paura l'idea che venga ritirato dal mercato di quanto poco mi piaccia il gioco...
Ripeto, le indicazioni ci sono: mamme, leggete le scatole prima di comprare i giochi ai vostri bambini...

Per il discorso discoteche è lo stesso: io ci andrò due volte l'anno (sono più da pub) ma sinceramente non capisco queste limitazioni alla libertà personale. Capisco le ragioni di ordine pubblico (se le discoteche o i locali sono vicino a zone resideziali o simili e dopo una certa ora in effetti può dare fastidio), ma impedire a una persona di girovagare la notte perchè _alcune_ lo fanno in modo sbagliato è un errore di base, anche nel principio: applicando lo stesso criterio, visto che ci sono gli incidenti sul lavoro nessuno dovrebbe più lavorare...

GameOff.Salvo
18-07-2003, 20.45.22
Originally posted by K4pp4

Per il discorso discoteche è lo stesso: io ci andrò due volte l'anno (sono più da pub) ma sinceramente non capisco queste limitazioni alla libertà personale. Capisco le ragioni di ordine pubblico (se le discoteche o i locali sono vicino a zone resideziali o simili e dopo una certa ora in effetti può dare fastidio), ma impedire a una persona di girovagare la notte perchè _alcune_ lo fanno in modo sbagliato è un errore di base, anche nel principio: applicando lo stesso criterio, visto che ci sono gli incidenti sul lavoro nessuno dovrebbe più lavorare...

Applicando lo stesso criterio invece la soluzione è OBBLIGARLI a rispettare le VIGENTI norme di sicurezza. La gente non le rispetta...altra gente muore. Semplice e drammatica equazione. La gente esce dalle discoteche in orari in cui statisticamente gli incidenti mortali aumentano esponenzialmente (l'alcool è solo una causa, la stanchezza non è da meno o anche le droghe). Bene, allora prepotendetemente vieto di farli uscire a quell'ora. La stragrande maggioranza guida perfettamente? Non beve mentre guida? Balla e si diverte con gli amici? Chissenefrega...io cosi salvo vite umane, il resto sono pronto a sopportarne le conseguenze in termini di critiche. So benissimo che non è giusto..ma intanto molta gente potrebbe continuare a lamentarsi sul fatto che è un'ingiustizia, invece di spiaccicarsi contro a un albero.

jklITA
18-07-2003, 22.06.39
kappa, ho scritto "bannato" perche ormai ricevo minacce continue dai mod, e ormai mi è parsa naturale la parola banned :p... cmq il discorso nn cambia... a me, come tu giustamente dici, nn mi fa paura Postal2, ma mi fa molta piu paura che venga bandito ;) :birra:

Bellerofonte_
19-07-2003, 01.40.13
Originally posted by GameOff.Salvo
Tra l'altro abbiamo realizzato un lungo speciale sul caso "Mafia"

Dove lo trovo ? Su un Gameoff ?

GameOff.Salvo
19-07-2003, 09.08.36
Originally posted by Bellerofonte_
Dove lo trovo ? Su un Gameoff ?

Si, non ricordo quale, dovrei avere in archivio il testo, se ti interessa lo cerco.

Bellerofonte_
19-07-2003, 11.18.30
No, vabbè non ti preoccupare