PDA

Visualizza versione completa : Nuove generazioni e razzismo



MaGiKLauDe
01-09-2001, 18.41.00
Riprendo il tema dall'altro topic (http://forums.multiplayer.it/cgi/ultimatebb.cgi?ubb=get_topic&f=1&t=003251), degerato in mille altri argomenti...

Kapita sempre più spesso di sentire uscire insulti razzisti, spesso pesanti, dalle bokke di ragazzini...
Ciò è frutto della leggerezza ke a quella età porta ad apostrofare il prossimo senza kurarsi troppo di ciò ke si dice, o è una triste avvisaglia del dilagare della xenofobia nella nostra società?

abcdefg
01-09-2001, 19.10.00
Ah a me non mi interessa.
Se qualcuno mi insulta prima lo guardo 2 secondi,e se vedo che è in grado di ragionare bene,altrimenti lo gonfio.
Lo stesso se insultano qualche mio amico.
Se poi lo fanno a la mia ragazza,è bene che il malcapitato reciti le preghiere...
Io personalmente razzisti e nazisti li amaazzerei uno dopo l'altro,non mi faccio scrupoli per gente così.

Zeus
01-09-2001, 19.10.00
Originariamente postato da MaGiKLauDe:
<STRONG>Kapita sempre più spesso di sentire uscire insulti razzisti, spesso pesanti, dalle bokke di ragazzini...
Ciò è frutto della leggerezza ke a quella età porta ad apostrofare il prossimo senza kurarsi troppo di ciò ke si dice, o è una triste avvisaglia del dilagare della xenofobia nella nostra società?</STRONG>

L'educazione. Una cosa molto importante che le nuove leve sembrano non aver ancora assimilato e questo è il compito di ogni famiglia saper educare un ragazzino. Purtroppo certe volte se si sente uscire un'insulto dalla bocca di un bambino, bisognerebbe andare oltre. Come si può dare la colpa ad un bambino che magari non sa quello che dice? La colpa va data ai genitori, o alla scuola, i quali non sanno insegnare ai ragazzini che certe cose non vanno dette.
In questi ultimi anni queste cose si stanno perdendo...la nuova generazione dei genitori ho idea che non abbia ancora capito come si fa il mestiere di padre e di madre.
Io ho per esempio i miei di genitori che mi hanno insegnato cosa si può dire e cosa no.

Purtroppo ho idea che le nuove generazioni stanno crescendo troppo in fretta. Io sono cresciuto coi soldatini e le macchinine, invece queste nuove leve stanno crescendo con la televisione e internet e spesso sono messi di fronte a cose più grandi di loro; e senza una adeguata spiegazione, queste cose possono essere assimilate in modo errato con la conseguenza che ragazzini di 10-12 anni vadano in giro a dire sporco ebreo, negro di m.... e altre cose più disdicevoli e ripugnanti senza neanche magari sapere cosa vogliono significare.

Io dico che l'educazione non la si apprende da soli, c'è bisogno di qualcuno che la infonda... come una famiglia la infonde al proprio figlio; peccato alcune famiglie se ne dimenticano e questi sono i risultati.

Brus
01-09-2001, 19.13.00
Molto spesso i ragazzini non sanno nemmeno il significato degli insulti che tirano...lo fanno appunto solo x insultare, ed hanno imparato dai "grandi" (?) che dire quelle cose a persone di colore o altro, li offende moltissimo...e quindi usano quegli insulti.

Oltre ai ragazzini "non coscienti" ci sono quelli coscienti (e bastardi) che conoscono il significato di quello che dicono, e appunto per questo usano quegli insulti... :rolleyes:

Cize
01-09-2001, 19.46.00
Originariamente postato da asldkuj:
<STRONG>Ah a me non mi interessa.
Se qualcuno mi insulta prima lo guardo 2 secondi,e se vedo che è in grado di ragionare bene,altrimenti lo gonfio.
Lo stesso se insultano qualche mio amico.
Se poi lo fanno a la mia ragazza,è bene che il malcapitato reciti le preghiere...
Io personalmente razzisti e nazisti li amaazzerei uno dopo l'altro,non mi faccio scrupoli per gente così.</STRONG>


A inzago c'è un ubriacone d nome ottaviano, ke beve dalla mattina alla sera. L'altro giorno ero con un mio amico di colore e altri miei amici neo-fascio come me daventi all'unes a parlare tranquillamente. Questo stronzo ci ha visti in compagnia d un "negro" ed è venuto da noi per farci un cazziatone a noi e insultare il nostro amico.
Ci ha detto ke dei fascisti nn possono essere amici d un "negro", è andato avanti un pò e poi si è rivolto a gael(nn sò se si scrive come si pronuncia....) e ha incominciato a insultarlo dicendo "quando io sarò presidente farò una legge ke nn permetterà a voi negri d mettere piede in italia" "la nave ha sbagliato rotta quando ti ha portato qui marokkino d ***** (gael è senegalese!)" "cè l'hai il permesso di buongiorno(è ubriaco bisogna compatirlo)", è andato avanti una decina d minuti, il mio amico nn ha reagito agli insulti. Ha continuato così x un pò, poi alla fine, visto ke l gael nn reagiva, io e altri miei due amici abbiamo preso ottaviano per le braccia e lo abbiamo cacciato via. Lui da distanza continuava ad insultarlo così noi c siamo mossi con fare minaccioso nella sua direzione ed è scappato facendo cadfere il suo tavernello(noi siamo scoppiati a ridere come dei matti!!!). lo sò ke è un pò OT....xò si tratta semre di razzismo...yak yak yak

monaco
01-09-2001, 19.52.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>

L'educazione. Una cosa molto importante che le nuove leve sembrano non aver ancora assimilato e questo è il compito di ogni famiglia saper educare un ragazzino. Purtroppo certe volte se si sente uscire un'insulto dalla bocca di un bambino, bisognerebbe andare oltre. Come si può dare la colpa ad un bambino che magari non sa quello che dice? La colpa va data ai genitori, o alla scuola, i quali non sanno insegnare ai ragazzini che certe cose non vanno dette.
In questi ultimi anni queste cose si stanno perdendo...la nuova generazione dei genitori ho idea che non abbia ancora capito come si fa il mestiere di padre e di madre.
Io ho per esempio i miei di genitori che mi hanno insegnato cosa si può dire e cosa no.

Purtroppo ho idea che le nuove generazioni stanno crescendo troppo in fretta. Io sono cresciuto coi soldatini e le macchinine, invece queste nuove leve stanno crescendo con la televisione e internet e spesso sono messi di fronte a cose più grandi di loro; e senza una adeguata spiegazione, queste cose possono essere assimilate in modo errato con la conseguenza che ragazzini di 10-12 anni vadano in giro a dire sporco ebreo, negro di m.... e altre cose più disdicevoli e ripugnanti senza neanche magari sapere cosa vogliono significare.

Io dico che l'educazione non la si apprende da soli, c'è bisogno di qualcuno che la infonda... come una famiglia la infonde al proprio figlio; peccato alcune famiglie se ne dimenticano e questi sono i risultati.</STRONG>

Già l'educazione oltre che essere impartita dai genitori dovrebbe anche essere insegnata a scuola... putroppo molti insegnanti si preoccupano solo di insegnare la propria materia...

Ray McCoy
02-09-2001, 00.32.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>

L'educazione. Una cosa molto importante che le nuove leve sembrano non aver ancora assimilato </STRONG>

E' vero CA***

(Comincio a sdrammatizzare un po')

Ray McCoy
02-09-2001, 00.36.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>

Purtroppo ho idea che le nuove generazioni stanno crescendo troppo in fretta. Io sono cresciuto coi soldatini e le macchinine, invece queste nuove leve stanno crescendo con la televisione e internet e spesso sono messi di fronte a cose più grandi di loro</STRONG>

Verissimo...
Anche la televisione sta degenerando e si porterà via tutta la società se non si cambia...
Quando ero piccolo, i film "cruenti" venivano dati in seconda serata... Adesso li mettono al posto dei cartoni animati!

Ray McCoy
02-09-2001, 00.41.00
Originariamente postato da Cize:
<STRONG>


A inzago c'è un ubriacone d nome ottaviano, ke beve dalla mattina alla sera. L'altro giorno ero con un mio amico di colore e altri miei amici neo-fascio come me daventi all'unes a parlare tranquillamente. Questo stronzo ci ha visti in compagnia d un "negro" ed è venuto da noi per farci un cazziatone a noi e insultare il nostro amico.
Ci ha detto ke dei fascisti nn possono essere amici d un "negro", è andato avanti un pò e poi si è rivolto a gael(nn sò se si scrive come si pronuncia....) e ha incominciato a insultarlo dicendo "quando io sarò presidente farò una legge ke nn permetterà a voi negri d mettere piede in italia" "la nave ha sbagliato rotta quando ti ha portato qui marokkino d ***** (gael è senegalese!)" "cè l'hai il permesso di buongiorno(è ubriaco bisogna compatirlo)", è andato avanti una decina d minuti, il mio amico nn ha reagito agli insulti. Ha continuato così x un pò, poi alla fine, visto ke l gael nn reagiva, io e altri miei due amici abbiamo preso ottaviano per le braccia e lo abbiamo cacciato via. Lui da distanza continuava ad insultarlo così noi c siamo mossi con fare minaccioso nella sua direzione ed è scappato facendo cadfere il suo tavernello(noi siamo scoppiati a ridere come dei matti!!!). lo sò ke è un pò OT....xò si tratta semre di razzismo...yak yak yak</STRONG>

Cize, ti stringerei la mano se ti avessi davanti! Hai detto un sacco di cose giuste!!!! (e non sono sarcastico)

Ma non credere che questi casi siano così isolati... Io ne ho almeno 6 in classe, ditemi voi come faccio a vivere!

Crysania
02-09-2001, 02.11.00
va bè adesso non cominciamo a dare la colpa alla televisione (che cmq fa cagare), alla scuola, alla società, a questo e quello: è vero che il livello medio della porcheria fruibile è aumentato moltissimo, in questi anni, che quando si tratta di mostrare la violenza in prima serata non è che la cosa venga presa più di tanto con le pinze eccetera eccetera...ma è anche vero che, quand'ero piccola e mi abbuffavo di televisione, non venivo mollata lì con la baby-sitter catodica, ma la guardavo o con uno o tutt'e due i miei, o con i miei nonni, o che. e quando c'era troppa schifezza cambiavano canale (sembra proibizionismo puro e infatti m'incazzavo, ma facevano bene), e quando c'era la pubblicità di nightmare e vedevo freddy krueger e facevo due occhi così me la contavano su "vedi a quello hanno truccato la faccia così, perchè è il cattivo, e usano il sugo di pomodoro per il sangue, e bla bla bla" e io non scleravo più.
insomma: non sono i mezzi a creare problemi ma l'uso che se ne fa, e se chi dovrebbe educare i bambini all'uso di questi mezzi qua non lo fa, ci credo bene che dai più piccoli vengano assimilate solo le lezioni peggiori (cioè se stiamo a ben vedere le più ad effetto, le più vistose.)
aaaaameeeeeeennnn

Crysania
02-09-2001, 02.12.00
sono andata un po' OT forse, scusatemi.

Ray McCoy
02-09-2001, 02.17.00
Originariamente postato da Crysania:
<STRONG>va bè adesso non cominciamo a dare la colpa alla televisione (che cmq fa cagare), alla scuola, alla società, a questo e quello: è vero che il livello medio della porcheria fruibile è aumentato moltissimo, in questi anni, che quando si tratta di mostrare la violenza in prima serata non è che la cosa venga presa più di tanto con le pinze eccetera eccetera...ma è anche vero che, quand'ero piccola e mi abbuffavo di televisione, non venivo mollata lì con la baby-sitter catodica, ma la guardavo o con uno o tutt'e due i miei, o con i miei nonni, o che. e quando c'era troppa schifezza cambiavano canale (sembra proibizionismo puro e infatti m'incazzavo, ma facevano bene), e quando c'era la pubblicità di nightmare e vedevo freddy krueger e facevo due occhi così me la contavano su "vedi a quello hanno truccato la faccia così, perchè è il cattivo, e usano il sugo di pomodoro per il sangue, e bla bla bla" e io non scleravo più.
insomma: non sono i mezzi a creare problemi ma l'uso che se ne fa, e se chi dovrebbe educare i bambini all'uso di questi mezzi qua non lo fa, ci credo bene che dai più piccoli vengano assimilate solo le lezioni peggiori (cioè se stiamo a ben vedere le più ad effetto, le più vistose.)
aaaaameeeeeeennnn</STRONG>

No, no, senza dubbio giusto quello che dici... Solo che volevo finire il commento dicendo che non solo la TV ha colpe quando ehm... l'arteriosclerosi... e mi son dimenticato... :D :D :D

Crysania
02-09-2001, 02.23.00
non voleva essere un attacco al tuo post, sono semplicemente un po' sclerata :)
per l'arterio, sono volontaria in un centro diurno per anziani, se vuoi ti vengo in aiuto

Ray McCoy
02-09-2001, 02.26.00
Originariamente postato da Crysania:
<STRONG>non voleva essere un attacco al tuo post, sono semplicemente un po' sclerata :)
per l'arterio, sono volontaria in un centro diurno per anziani, se vuoi ti vengo in aiuto</STRONG>

No probem per il primo, l'avevo già capito...
Quanto al centro, il mio è un problema molto più serio! ;)

Zeus
02-09-2001, 02.39.00
Crysania hai perfettamente ragione, e poi non mi sembra che sei andata poi così OT.

Hai centrato il problema degli educatori, come dicevo io.
In questi ultimi anni si tende a lasciare il ragazzino davanti alla TV o al computer senza un adeguato supporto che gli spieghi le cose in modo che possa capire che: questo è sbagliato e non si deve fare, mentre quella è una cosa giusta. Anche io quando ero piccolo guardavo la TV con i miei, e al primo segno di schifezza cambiavano canale o mi spiegavano che quello è di plastica, quella cosa rossa è pomodoro e cose del genere. Però bisognerebbe ammettere che sono passati gli anni e se dovessimo fare la stessa cosa oggi come oggi, guardi su raiuno e ti fan vedere al TG1 un cadavere di una persona ammazzata senza censura, giri su canale 5 e c'è un film in prima serata dove si ammazza, si violentano e si mangiano le persone, metti su italia1 e c'è qualcos'altro...

La televisione è peggiorata e non si può negare. Quando ero piccolo mi dicevano se non sai cosa fare leggi, e io leggevo tanto, erano tutti libri semplici ma aiutavano a crescere e mi insegnavano tante cose nuove e a dire il vero un po' mi dispiace aver perso questa abitudine. Quindi perchè non far leggere i ragazzini di oggi?

Crysania
02-09-2001, 02.51.00
zeus direi che ci troviamo perfettamente d'accordo (e questo abbassa molto la temperatura del topic, dato che questo è la costola di un altro topic dalle atmosfere ben più calienti...); in effetti avere un'attenzione del genere per quello che guardano i tuoi figli ADESSO richiede il doppio (triplo? quadruplo?) dello sforzo che poteva servire 10 anni fa. quanto al leggere, ehehhe, quando da piccola ho dovuto portare per dei mesi una benda all'occhio per problemi vari ero in depressione perchè non potevo leggere il topolino, non perchè non potevo guardare la tele :) il fatto è che cercare di avviare i bocietti alla lettura all'inizio è un piacere sia per i genitori che per i bambini, il genitore si esalta perchè è utile, legge, insegna, e il bambino perchè si immerge in tutto un mondo di fantasia. poi diventa una specie di imposizione, tipo che devi leggere il tal libro per la scuola entro il tal giorno, e se non lo fai niente televisione; o anche solo che devi fare esercizio di lettura perchè non leggi bene ad alta voce, con la stessa punizione...ribaltamento: la televisione diventa premio dopo la fatica della lettura: come la mettiamo? è tutta una questione di approccio da ridefinire, secondo moi. (ps: questa qui non è farina del mio sacco, se ti capita tra le mani COME UN ROMANZO di Pennac vedrai che a grandi linee è estrapolata da lì)

Zeus
02-09-2001, 03.01.00
Io ad esempio ad un ragazzo che dice sporco ebreo farei leggere "Se questo è un'uomo" di Primo Levi.

Potrà essere palloso quanto volete ma per me è possibile che cambi idea su l'insulto che ha detto.

Crysania
02-09-2001, 03.07.00
di nuovo d'accordo. ma non sono sicura che si ricrederebbe. mi è rimasto impresso (e credo che mi rimarrà impresso a lungo) un servizio delle Iene di qualche anno fa, penso fossero agli inizi, in cui beccavano un neonazi sventolatore di svastiche allo stadio, e gli offrivano un giro turistico di Auschwitz. lui ci andava, bello bello, girava, vedeva, guardava, e non era convinto, NO NO, è TUTTA UNA MONTATURA.

Zeus
02-09-2001, 03.19.00
Me lo ricordo bene quel servizio delle iene...e mi ricordo bene che il tipo non si era ricreduto...

Ma qui si sta parlando di ragazzini che è che sparano un'insulto raziale solo perchè lo hanno sentito dire da persone più grandi senza magari sapere qual'è il vero peso delle parole che ha pronunciato. E che quindi è ancora possibile riportare sulla giusta strada.

Crysania
02-09-2001, 03.30.00
hai ragione :) in questo caso seguo la tua linea, e ti dirò di più: a Se questo è un uomo sostituirei LA NOTTE, di, aspè che vado a vedere, Elie Wiesel, è un libro che ci hanno messo come lettura alle medie e non si può dire che non sia servito. praticamente è l'olocausto visto con gli occhi di un ragazzo dell'età che avevamo noi allora, o poco più.
in ogni caso
l'ignoranza è una brutta bestia.

Zeus
02-09-2001, 03.39.00
L'ignoranza certe volte la si può paragonare ad una malattia, e più si è giovani la si può curare, mentre quando è radicata, ahimè è tutto più ostinatamente difficile :)

Ora visto l'ora tarda e il sonno che avanza direi:

MODALITÀ RONF ON

Buona notte a tutti e ci si sente domani.

Ray McCoy
02-09-2001, 13.08.00
Originariamente postato da Crysania:
<STRONG>di nuovo d'accordo. ma non sono sicura che si ricrederebbe. mi è rimasto impresso (e credo che mi rimarrà impresso a lungo) un servizio delle Iene di qualche anno fa, penso fossero agli inizi, in cui beccavano un neonazi sventolatore di svastiche allo stadio, e gli offrivano un giro turistico di Auschwitz. lui ci andava, bello bello, girava, vedeva, guardava, e non era convinto, NO NO, è TUTTA UNA MONTATURA.</STRONG>

Certe persone sono troppo stupide per capire... Certe persone non cambieranno mai... E forse fanno gli stupidi così, solo perchè hanno bisogno di essere notati dagli altri... :(
Sono da compatire, più che da criticare... Sono dei disperati forse, gente che la vita ha messo in ginocchio, e per miglirare fanno delle stronzate che li rovinano ancora di più... Sono solo dei poveracci!
Io ne ho uno in classe che si comporta così... Mi fa una pena... :( :( :(

MaGiKLauDe
02-09-2001, 13.22.00
Originariamente postato da Zeus_M:
<STRONG>Io ad esempio ad un ragazzo che dice sporco ebreo farei leggere "Se questo è un'uomo" di Primo Levi.

Potrà essere palloso quanto volete ma per me è possibile che cambi idea su l'insulto che ha detto.</STRONG>
Konkordo pienamente... ho un amiko di estrema destra ke, dopo questa lettura, non diko ke si sia rikreduto, ma ora vede la realtà kon okki diversi... pensate ke dopo aver letto "sostiene pereira" è venuto a dirmi ke è libro stupendo, ke l'ha tokkato...

Cize... kontinui a lasciarmi senza parole!

Ray McCoy
02-09-2001, 13.24.00
Originariamente postato da MaGiKLauDe:
<STRONG>
Konkordo pienamente... ho un amiko di estrema destra ke, dopo questa lettura, non diko ke si sia rikreduto, ma ora vede la realtà kon okki diversi... pensate ke dopo aver letto "sostiene pereira" è venuto a dirmi ke è libro stupendo, ke l'ha tokkato...

Cize... kontinui a lasciarmi senza parole!</STRONG>

Il tuo amico è ancora in tempo...
Quanto a Sostiene Pereira è un altro dei libri che andrebbero letti!

Liga10
02-09-2001, 16.30.00
Originariamente postato da -S-Piccolo-S-:
<STRONG>

Certe persone sono troppo stupide per capire... Certe persone non cambieranno mai... E forse fanno gli stupidi così, solo perchè hanno bisogno di essere notati dagli altri... :(
Sono da compatire, più che da criticare... Sono dei disperati forse, gente che la vita ha messo in ginocchio, e per miglirare fanno delle stronzate che li rovinano ancora di più... Sono solo dei poveracci!
Io ne ho uno in classe che si comporta così... Mi fa una pena... :( :( :(</STRONG>


Vedi Piccolo c'è anche una persona qui che io considero esattamente come il tuo compagno...ed ha scritto proprio su qst post.
Mi stupisce il fatto che nessuno abbia rilevato la presenza di un post idiota di una persona che ritengo idiota.
Certo rispondere agli insulti menando le mani è quanto di piu intelligente e tollerante ci sia.
Effettivamente è un comportamento da persona dotata di estrema intelligenza e senso della misura...
Caro amico ti do un consiglio non criticare chi ti insulta quando TU per primo sei pronto a sistemare la questione con le mani.
Il problema è che insultare(cosa che già avete fatto notare ma che tengo a sottolineare)è spesso indice di ignoranza.
Gli insulti vengono usati quando non si ha altro modo per "attaccare l'avversario".
La cosa migliore è quindi opporre agli insulti una calma storica non certo menare chi ti insulta...
(Cize siccome ho riletto il mio post e poteva dar adito a fraintendimenti,tengo a sottolineare che NON mi riferisco a te in quanto voi avete solo allontanato il soggetto in questione... ;) )

Crysania
02-09-2001, 16.51.00
salve, rieccomi. mi direste qualcosa di più su SOSTIENE PEREIRA? non lo conosco...

Ray McCoy
02-09-2001, 17.21.00
Originariamente postato da Crysania:
<STRONG>salve, rieccomi. mi direste qualcosa di più su SOSTIENE PEREIRA? non lo conosco...</STRONG>

Trovalo... Di Antonio Tabucchi, è un libro che parla di un giornalista di Lisbona nel periodo fascista...

Link 83
02-09-2001, 17.54.00
Non sono riuscito a leggere tutto, per cui forse l'avete già detto. Se fosse così chiedo perdono, ma non posso non dire la mia! :)

Il problema sta nell'educazione. Un bambino non si sognerà mai di essere razzista (non comprende neanche il motivo di odiare un'altra razza... forse non sa neanche cosa voglia dire "odiare"...).
Ed ecco che entrano in campo genitori e insegnanti ad educare il piccolo nel momento della crescita: sono loro che devono far capire ciò ai bambini.
Ma i bambini devono essere anche seguiti: gli devi dire che Superman vola perchè è una invenzione, che i Pokèmon sono solo storie, che i Power Ranger non esistono... e che i film sono solo film. Il bambino non è in grado di comprendere la differenza tra realtà e fantasia, a meno che qualcuno non glielo spieghi.

Penso quindi sia inutile dare la colpa alla TV, ai giornali et similia. Io quando avevo otto anni non guardavo Horror o Gialli per mia scelta: non perchè fossi un genio, ma perchè mia madre mi ha spiegato come funzionano le cose.

Cize
03-09-2001, 19.02.00
Yak yak yak sono contento ke molti d voi si sono ricreduti sul mio conto! anche se alcuni lo avevano già fatto!! eheheheh yak yak :) ;) :) ;)
x liga= all'inizio c'era venuta la tentazione d tirargli un pugno, m dispiaceva vedere il mio amico,ke se anke nn reagiva, deve aver sofferto molto per le puttanate ke diceva ottaviano(alcuni insulti erano veramente pesanti...). Il buon senso alla fine ha vinto. Ma se capita ancora nn so se riesco a trattenermi. NN sopporto certe cose.

Liga10
03-09-2001, 19.47.00
Originariamente postato da Cize:
<STRONG>...Il buon senso alla fine ha vinto. Ma se capita ancora nn so se riesco a trattenermi. NN sopporto certe cose.</STRONG>

Fidati la lingua è un arma molto piu tagliente dei cazzotti e soprattutto piu intelligente... ;)