PDA

Visualizza versione completa : Il voto è segreto. Ma anche no. (2° Parte)



grifis
21-05-2003, 20.14.15
Mi scuso con Hob per il "parafrasaggio" del titolo, ma mi piaceva.

Referendum per estendere l'articolo 18 anche alle aziende con meno di 15 dipendenti. Sì, perché? No, perché? Posterò in seguito.

the_World
21-05-2003, 20.58.45
http://digilander.libero.it/TheBrick/art18TA.htm

Qualcuno mi spiega in breve e con oggettività cosa significa?

zeder
21-05-2003, 21.23.30
il punto dell' art 18 è questo:
il giudice con la sentenza con cui dichiara inefficace il licenziamento senza giusta causa o giustificato motivo, ordina al datore di lavoro, imprenditore e non imprenditore, con un'impresa con + di 15 dipendenti di reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro.
Questo in sostanza dice l'art 18... può reintegrare i lavoratori licenziati senza un giusto motivo.

Satana BnK
21-05-2003, 22.00.42
Non andrò a votare. Non tanto xchè sono x il NO, quanto xchè ritengo stupida la domanda.
Sarebbe più costruttivo discutere sulle "giuste" cause che sono poi il succo d tale articolo.
Perciò non potendo entrare in merito d tali "giuste" cause, non vado proprio a votare :toh:

LaLu
21-05-2003, 22.20.38
ma è delle "giuste cause" che si va a discutere davanti al giudice... qui tra articolo 18 e giudici...:vomit:

kyjorkx
21-05-2003, 22.45.08
Ovviamente Sì.
Perché le tutele dei lavoratori siano estese a tutti, senza distinzione alcuna.





Dedica per Cofferati: vaffanc*lo.
Vi ricordate quando portò due milioni di persone in piazza per difendere l'art. 18? Adesso che il referendum non è stato proposto da lui, dice: "Io non andrò a votare..."
Complimenti Leader.

the_World
21-05-2003, 22.54.12
Originally posted by kyjorkx
Vi ricordate quando portò due milioni di persone in piazza per difendere l'art. 18? Adesso che il referendum non è stato proposto da lui, dice: "Io non andrò a votare..."
Complimenti Leader.
In effetti il suo comportamento mi ha lasciato un po' basito...mha...
Cmq credo proprio voterò si! Se non lo si estende soprattutto alle aziende più piccole, potrebbero verificarsi situazioni molto spiacevoli. Un consiglio per tutti: andate a votare (sia che votiate si, sia che votiate no). E' un diritto che state pagando, volenti o nolenti, col vostro denaro. Senza contare che non votando fate decidere gli altri di una cosa che può riguardare anche voi!

eerie
22-05-2003, 01.55.22
personalmente, l'articolo 18 lo adeguerei a livello europeo. reintegrazione? cosa che considero assurda, e idiota, nonché tipico spreco italiano. e come satana ha giustamente detto, il discorso reale (e cancro, motivo per cui imprenditori non assumono, o assumono in nero, con quel che ne consegue, anche grazie a manovre di sindacati che ora rimangiano quanto prima gridavano), non è sulle cause ingiuste, universalmente riconosciute, ma su quelle giuste. non è praticamente possibile licenziare "giustamente" qualcuno, allo stato attuale dell'italietta. le cose stan cambiando, ma troppo, troppo lentamente rispetto al resto del mondo. altra cosa: di norma la gente si scaglia contro, a prescindere, perché l'ha proposto tizio o l'ha proposto caio. bon, a me frega un cazzo. personalmente odio berlusca, come qualsiasi altro politico. ma l'idea di riforma di questo articolo è qualcosa che condivido fortemente. senza contare che mobilità semplificata significa anche assunzioni più facili e regolari. e riduzione del nero, quindi di evasione, e migliore tutela a livello anche solo assicurativo e contributivo dei lavoratori. non dico che sia giusto licenziare senza giusta causa: dico che sia assurdo politicizzare una questione che è meramente formale, quando il problema è invece semplificare il licenziamento di teste di cazzo che grazie alla formulazione attuale di un articolo divengono in realtà illicenziabili o difficilmente eliminabili, mandando a troie aziende e servizi pubblici o privati (quindi mandando a spasso tutti i loro dipendenti, quando con un licenziamento opportuno si sarebbe evitata la strage), nel nome di una tutela che è male interpretata anche solo rispetto all'estero. si riformi sto articolo, si metta come altrove un compenso pecuniario in caso di licenziamento ingiusto, si elimini l'obbligo di riprendersi in casa chi si è spedito fuori, e fine del discorso. da che mondo è mondo, nessun imprenditore licenzia gente capace, se non in casi estremi. e i casi estremi spesso e volentieri corrispondono a giusta causa. i licenziamenti per "ingiusta causa", sono una minoranza insignificante rispetto al totale. non dico che non vadano tutelate le vittime reali di un licenziamento ingiusto, anzi: ma che esista un compenso pecuniario, che dissuada anche il datore da licenziamenti ingiusti, e fine. il resto, è politica. e io la politica la odio, di qualsiasi colore, bandiera o schieramento.

palka
22-05-2003, 09.57.36
Originally posted by eerie
mobilità semplificata significa anche assunzioni più facili e regolari. e riduzione del nero, quindi di evasione, e migliore tutela a livello anche solo assicurativo e contributivo dei lavoratori. non dico che sia giusto licenziare senza giusta causa: dico che sia assurdo politicizzare una questione che è meramente formale, quando il problema è invece semplificare il licenziamento di teste di cazzo che grazie alla formulazione attuale di un articolo divengono in realtà illicenziabili o difficilmente eliminabili, mandando a troie aziende e servizi pubblici o privati (quindi mandando a spasso tutti i loro dipendenti, quando con un licenziamento opportuno si sarebbe evitata la strage), nel nome di una tutela che è male interpretata anche solo rispetto all'estero.

elfebo
22-05-2003, 10.37.37
non votero', non merita voto.
chi dice di si anche alle aziende con meno di 15 dipendenti accenda il cervello e che sappia che in questo modo si ridurra' ancor piu' l'occupazione.
ma ci vuole tanto a capire che se mettete un piccolo imprenditore/commerciante/artigiano/chicacchiovuoi nella condizione di caricarsi sulle spalle vitanaturaldurante un lavoratore, egli preferira' di prendere un lavoratore a nero, o di non prenderlo proprio??
non fate sempre i cazzo di benpensanti, mettetevi nella parte di chi da lavoro una volta tanto, non siate come al solito egoisti.

LaLu
22-05-2003, 10.41.57
Originally posted by elfebo
non votero', non merita voto.
chi dice di si anche alle aziende con meno di 15 dipendenti accenda il cervello e che sappia che in questo modo si ridurra' ancor piu' l'occupazione.
ma ci vuole tanto a capire che se mettete un piccolo imprenditore/commerciante/artigiano/chicacchiovuoi nella condizione di caricarsi sulle spalle vitanaturaldurante un lavoratore, egli preferira' di prendere un lavoratore a nero, o di non prenderlo proprio??
non fate sempre i cazzo di benpensanti, mettetevi nella parte di chi da lavoro una volta tanto, non siate come al solito egoisti.
è vero, tanto vale sposarselo il dipendente... almeno ti porta i tuoi soldi a casa...
:D

grifis
22-05-2003, 13.54.22
Sono d'accordo nell'estendere l'art.18 anche alle aziende con meno di 15 dipendenti, e ora vi spiegherò i perché.
Non ha senso il fatto che chi lavora in un'azienda con più di 15 dipendenti sia tutelato e gli altri no. Gli strumenti per "evitare" il 18 ce l'hai, hai il co.co.co. e il contratto di formazione. Adesso come adesso in Italia il 18, in generale, serve, in quanto posso capire chi dice che uno che lavora bene non verrà mai licenziato, però credo che un'azienda preferisca avere un ragazzo bello pimpante piuttosto che un 50enne che ormai riesce a svolgere solo i lavori che a suo tempo era in grado di fare (e magari anche bene) e che magari ora come ora sono poco richiesti. E se non ci fosse l'art. 18, chi impedirebbe all'azienda di licenziare il 50enne, magari con famiglia, e assumere un ragazzetto che sicuramente, data la sua giovane età, produrrà di più? Eppure anche il 50enne, a suo tempo, ha contribuito a sviluppare l'azienda, quindi mi pare come minimo giusto che venga tutelato da licenziamenti senza giusta causa. In alcuni paesi funziona diversamente: se l'azienda ti licenzia, lo stato ti paga l'ultimo stipendio finché non trovi lavoro. Se rifiuti tre lavori, lo stato smette di pagarti lo stipendio (questo perché molti lavoravano in nero, quindi percepivano entrambi gli stipendi). Soluzione semplice ed efficace, e a questo punto l'art. 18 diverrebbe inutile, addirittura obsoleto. Allora facciamo una cosa semplice semplice: diamo un calcio in culo a tutti i dipendenti ministeriali che non fanno un cazzo dalla mattina alla sera e che sono solo un cancro per la società, uniformiamoci a questo sistema utilizzato nei paesi nordici e avremo buona pace per l'imprenditore e per il lavoratore. Però la destra italiana non vuole questo. La destra italiana vuole che l'imprenditore abbia il controllo completo sul lavoratore, che il datore di lavoro chieda gli straordinari al lavoratore senza pagarglieli, minacciandolo altrimenti di licenziarlo. E a me questa cosa non va giù. Magari non sono tutti così bastardi i datori di lavoro, ma, una volta avuti gli strumenti a disposizione, sicuramente una buona percentuale se ne approfitterebbe per aumentare la produzione e ingrassarsi sempre più alle spalle dei lavoratori.

elfebo
22-05-2003, 13.59.55
Originally posted by grifis
.....Però la destra italiana non vuole questo....[cut]

il tuo e' un discorso obsoleto e di parte.....per favore.
ci sono datori di lavoro bastardi che aggirano qualsiasi legge, e lavoratori bastardi che aggirano il lavoro in qualsiasi modo.
la percentuale e' 50 e 50, per cui non facciamo come al solito i paladini dei "poveri".
faccio il consulente del lavoro da 3 anni, e gestisco circa 700 dipendenti, se ti raccontassi tante di quelle bastardate a cui assisto da parte dei lavoratori, cambieresti probabilmente idea.:rolleyes:

grifis
22-05-2003, 14.12.06
Originally posted by elfebo
il tuo e' un discorso obsoleto e di parte.....per favore.
ci sono datori di lavoro bastardi che aggirano qualsiasi legge, e lavoratori bastardi che aggirano il lavoro in qualsiasi modo.
la percentuale e' 50 e 50, per cui non facciamo come al solito i paladini dei "poveri".
faccio il consulente del lavoro da 3 anni, e gestisco circa 700 dipendenti, se ti raccontassi tante di quelle bastardate a cui assisto da parte dei lavoratori, cambieresti probabilmente idea.:rolleyes:

Hai letto solo le ultime quattro righe del discorso?

elfebo
22-05-2003, 14.14.49
Originally posted by grifis
Hai letto solo le ultime quattro righe del discorso?

no l'ho letto tutto, e' che il tuo discorso verte sempre sul fatto "i datori di lavoro appena tolgono l'art.18 cacciano a piu' non posso prendendo chi gli fa comodo mentre i poveracci finiscono a casa senza famiglia..."

palka
22-05-2003, 14.17.38
Originally posted by grifis
In alcuni paesi funziona diversamente: se l'azienda ti licenzia, lo stato ti paga l'ultimo stipendio finché non trovi lavoro.

che paesi? in islanda?

hackboyz
22-05-2003, 16.19.46
Originally posted by palka
che paesi? in islanda?
in Germania, per esempio .... oddio non lo chiamerei proprio "stipendio", ma piuttosto sussidio di disoccupazione ;)

Berluscuni
22-05-2003, 17.41.56
Iu prupurrei di cuntrarre l'articulu 18 dalle aziende con menu di 15 dipendenti alle aziende cun menu di 18 dipendenti, cusì unifurmiamu il numeru dell'articulu dellu statutu dei lavuraturi cun il numeru di dipendenti che l'azienda deve avere per far sì che l'articulu 18 nun valga. Almenu nun ci cunfundiamu più e cusì il miu lavuru di presidente del cunsigliu è più semplice. Ura scusatemi, ma devu fare la mia sulita accusa quutidiana ai giudici cumunisti e devu parlare cun Previti e dirgli di nun spifferare tuttu se per casu nun riuscissimu a nun farlu arrestare. Buun giurnu.

elfebo
22-05-2003, 17.43.59
Originally posted by Berluscuni
Iu prupurrei di cuntrarre l'articulu 18 dalle aziende con menu di 15 dipendenti alle aziende cun menu di 18 dipendenti, cusì unifurmiamu il numeru dell'articulu dellu statutu dei lavuraturi cun il numeru di dipendenti che l'azienda deve avere per far sì che l'articulu 18 nun valga. Almenu nun ci cunfundiamu più e cusì il miu lavuru di presidente del cunsigliu è più semplice. Ura scusatemi, ma devu fare la mia sulita accusa quutidiana ai giudici cumunisti e devu parlare cun Previti e dirgli di nun spifferare tuttu se per casu nun riuscissimu a nun farlu arrestare. Buun giurnu.

ehm...non e' di lecce..:rolleyes:

Berluscuni
22-05-2003, 18.52.12
Originally posted by elfebo
ehm...non e' di lecce..:rolleyes:

Mica stu parlandu cul miu dialettu uh? E cumunque tu sei un miu estimature, quindi nun mi cuntraddire. Capitu?

il_falchetto_pellegrino
25-05-2003, 18.42.07
Andrò a votare e voterò SI'.
Non vedo perchè se un lavoratore dipendente è INGIUSTAMENTE (cioè quello che dice l'art. 18) licenziato, non debba ritrovare il posto di lavoro che quindi gli spettava di diritto, solo perchè l'azienda in cui lavora ha meno di 15 dipendenti.

Per i lavoratori che sono invece giustamente licenziati, il reintegro non avviene, infatti già ora non è previsto dall'art. 18. Quindi non capisco proprio perchè tirare in ballo il fatto che alcuni lavoratori possano o meno essere fannulloni. Per quelli già ora non è prevista tutela.

Ciborio_cgg
25-05-2003, 19.06.15
al dilà di tutto, in un'azienda con meno di 15 dipendenti (tipo dove lavoro io) il dipendente ha cmq un certo rapporto con il capo, quindi se si viene licenziati (ingiustamente), che cavolo di rapporto ci sarà fra capo-dipendente poi?
cioè, io non potrei mai tornare a lavorare dopo che uno mi ha licenziato ingiustamente, ogni volta che lo vedo lo insulto, e lui che sa che lo insulto, mi fa fare tutti i lavori + pallosi che si sono

destino
25-05-2003, 19.38.50
andate al mare :rolleyes:

Il referendum serve solo a Bertinotti ad allontanare Cofferati dalla sinistra radicale e movimentista e ha gia vinto;)

il_falchetto_pellegrino
25-05-2003, 19.56.45
Originally posted by Ciborio_cgg
al dilà di tutto, in un'azienda con meno di 15 dipendenti (tipo dove lavoro io) il dipendente ha cmq un certo rapporto con il capo, quindi se si viene licenziati (ingiustamente), che cavolo di rapporto ci sarà fra capo-dipendente poi?
cioè, io non potrei mai tornare a lavorare dopo che uno mi ha licenziato ingiustamente, ogni volta che lo vedo lo insulto, e lui che sa che lo insulto, mi fa fare tutti i lavori + pallosi che si sono

Beh, ma intanto hai un lavoro, e nel frattempo puoi cercartene un altro. Restare a piedi (e per di più INGIUSTAMENTE) è ben diverso.