PDA

Visualizza versione completa : Amori a distanza



viv
21-04-2003, 17.32.40
Nell'era di Internet, dove tutte le distanze si annullano in un attimo, ritrovarsi fidanzati con chi abita a centinaia di km di distanza è ormai la prassi... Come se fosse davvero più facile comunicare "a distanza" che con le persone che incontriamo sull'autobus la mattina...

2 anni passati tra alberghi, treni ed aerei... 2 anni in cui la Vodafone ci ha amati come suoi figli... 2 anni di history in Icq, di mail, di foto... 2 anni di lacrime di nostalgia, di addii frettolosi alla stazione per rendere il momento del saluto meno pesante...

E dopo 2 anni, ti rendi conto che hai vissuto un'utopia... Che quel rapporto non è mai esistito se non nei tuoi sogni, nei tuoi desideri costantemente frustrati...

Non hai condiviso nulla, non hai costruito nulla... Hai semplicemente sprecato 2 anni a costruire il tuo amore perfetto... A distanza appunto... Perfetto anche per questo...

Non ti ha mai vista negli occhi quando piangevi perchè tutte le difficoltà, con lui distante, erano ancora più pesanti... Non ti ha mai vista fare il saltimbanco fra i "devo" ed i "voglio", per riuscire a ritagliare quella notte da passare con lui... Non ha idea di quanto ti sia costato... Quanti sacrifici e quanti patemi d'animo... Quante notti insonni... Quanta stanchezza...

No, lui non lo sa... Lui sa solo che una volta, in cui ti sei sentita davvero persa e sola, hai ceduto al miraggio di una quotidianità che non credevi nemmeno più esistesse... Una, fottutissima volta, hai ceduto alla gioia di allungare una mano e toccare il viso del tuo uomo... Una fottutissima volta, hai ceduto alla sorpresa di dire: "mi manchi" e sentirti rispondere "10 minuti e sono da te"...

Ma per lui hai rinunciato a tutto, anche a questo... Perchè nessun amore era più importante del vostro... Nessun uomo perfetto come lo era lui... Perchè tutte le lacrime e la trsitezza valevano le poche ore che si riuscivano a rubare per stare insieme...

Ed un giorno ti svegli e scopri che è stato tutto un malinteso... Che lui è convinto di essere stato con una che si è fiondata nel letto di chiunque gli sia capitato a tiro... E tu, che eri convinta di essere stata con un uomo "diverso" e più "vero", ti rendi conto di essere stata con un uomo... e basta...

Gli amori a distanza non reggono... Reggono solo se nel giro di pochi mesi le distanze si annullano... Perchè l'Amore, per crescere e sopravvivere, ha bisogno di piccole cose date dalla quotidianità... Ha bisogno di quella fiducia che solo il guardare negli occhi chi amiamo può regalarci... Ha bisogno di attenzioni e coccole che un telefono non può dare...

Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Glorfind3l
21-04-2003, 17.41.13
Originally posted by viv
Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

La mia risposta è si, poichè anche se si soffre tanto, è vero anche i che i momenti passati assieme alla persona che si ama sono momenti unici e inimitabili...come già detto, se potessi tornare indietro rifarei tutto quello ke ho fatto



Gli amori a distanza non reggono... Reggono solo se nel giro di pochi mesi le distanze si annullano... Perchè l'Amore, per crescere e sopravvivere, ha bisogno di piccole cose date dalla quotidianità... Ha bisogno di quella fiducia che solo il guardare negli occhi chi amiamo può regalarci... Ha bisogno di attenzioni e coccole che un telefono non può dare...

Putroppo su questo hai tremendamente ragione...:mecry:

Brus
21-04-2003, 17.50.45
Originally posted by viv

Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Si, fin quando si crede che sia amore. Il problema delle storie a distanza è che non puoi capire il/la partner, non sai come si comporta ogni istante della giornata. Quando ci si vede per quel tot di giorni, ci si racconta cose piacevoli, ci si coccola, ecc tralasciando le cose "negative". In base a questo uno crede che sia la persona giusta, xchè ci si sente "considerati" tantissimo. Ci si crea mentalmente l'amore ideale. Non bastano pochi gg al mese, secondo me, per conoscere una persona.

Finchè dura è bello, perchè si crede sia relmente così...quando si capisce come stanno realmente le cose, però, è una gran sprangata. (non è cmq detto che le storie a distanza non possono funzionare).

souldrawer
21-04-2003, 18.17.30
dipende da cosa intendi per amore a distanza:
1) può essere quell' "amore" che si sviluppa tra 2 persone che nn si sono mai viste in faccia ma si sono conosciute su internet in chat

2) può essere quell'amore che si sviluppa tra 2 persone che si conoscono e poi si devono allontanare per un periodo + o - lungo l'una dall'altra....

RISPOSTE:
1)dipende....cmq per me è più verso il no: infatti io mi chiedo: <<ma vale davvero la pena di amare una persona che nn ho mai manco visto in faccia e giudico solo in base a cosa e come scrive, e valde davvero la pena di soffrire per lei quando mi può solo confortare con un mucchio di parole buttate li che possono essere sincere o meno (dato che scrive nn lo potrò mai sapere....) mentre avrei bisogno di qualcuno che mi stia vicino?>> la risposta che io darei è no, ma se poi questa persona si rivela sincera e uguale a come si descrive, allora un si può scappare, ma il no è sicuro....

2)dipende anche qui, cmq anche qui le risposte possono essere varie e variamente interpretate: se uno si chiede: << vale la pena continuare ad amare una persona che mi è sempre stata vicina e che ora si deve allontanare da me, che mi ha sempre aiutato e confortato nei momenti di bisogno, e che ora non so se riuscirò mai più a rivedere?>>


a mio parere la risposta più accettabile è la 2, anche se magari una persona può nn essere stata sincera o altro, cmq io preferisco ad un amore che si esprime con un codice java o con 4 caratteri messi lì a caso in internet, uno più concreto e reale dove conosco chi cerco di amare e dove so che svrò sempre qualcuno al mio fianco a consolarmi....

un'ultima considerazione: chi è lontano e usa solo le parole per esprimersi può raccontare ciò che vuole, magari può essere insieme a 5 ragazze contemporaneamente e queste nn lo verrebbero mai a sapere, mentre se uno è vicino è molto più controllabile...

Fabio
21-04-2003, 18.43.12
Mi rendo conto che, se fino a qualche tempo fa credevo alla possibilità (una persona timida, che ha molta difficoltà ad avere rapporti e relazioni sociali), di poter avere una storia a distanza con una qualche ragazza conosciuta via Internet, adesso non credo più a questa possibilità. Ho visto troppe storie nate in questo modo finire in malomodo e quindi, se mi dovesse capitare una cosa simile, magari di conoscere qualcuna che può piacermi, ci andrei molto cauto, con i piedi di piombo. Molto più cauto che con una eventuale (ma impossibile) storia nata con metodi "tradizionali".

fokker fw190a
21-04-2003, 18.50.27
secondo me un amore a distanza puo reggere eccome,certo a volte si soffre e si sente la mancanza della persona,ma ciò non puo pregudicare in modo negativo un'amore.Anzi alla fine ti godi di piu i pochi momenti che vivi assieme a mio avviso rispetto ad una storia che puoi avere con una ragazza della tua citta/paese.
Il punto fondamentale è che tale amore deve coesistere da ambo due le parti,se uno dei due cede l'altro gli va a presso e capisco che poi diventi piu difficile provare a ripristinarlo vista la distanza.

eerie
21-04-2003, 18.53.35
Originally posted by viv
Vale la pena soffrire per un amore? N0, Tnan7i di Men0 se E' i DistanTE. Si ti Stì MalE, n0 i E'? Asmore, E' i Mas5ochiSTA. ChE sei i DistanZE E' i Pr0blema o Ti Sc0rci i DistazzZe, o ti Trovi i Amm0re più Vicin0. Quindi sei i STai AssiEME, l0ri che Te li Sei Scie1to. E che n0 ti lamenta. ^ si Ti lasMentA, l0ra CHE ti STai isniEME di FA?

Max_Rockatansky
21-04-2003, 19.06.52
non funzionano e non funzioneranno mai.
accorci la distanza nella comunicazionel, manca sempre il contatto fisico.
e prima o poi uno dei due cede.
inevitabile.

Gaia
21-04-2003, 19.10.49
http://forums.multiplayer.it/showthread.php?threadid=136586

Eh sì sono una cosa molto diffusa!
Mai avuta una storia a distanza... per certi versi è vero che è + difficile di una "ravvicinata" e che alla fine uno dei due si stufa ecc. però se ti innamori di qualcuno lontano non è che hai tanta scelta... inutile evitare la storia "perché tanto poi finisce" anche le storie nella stessa città "tanto prima o poi finiscono" quindi perché non provare.

Da una parte c'è l'esperienza positiva di una delle mie migliori amiche, lei torinese lui milanese conosciuti su internet adesso lei si è trasferita a roma e tra qualche giorno festeggiano felicemente un anno.

Zeus
21-04-2003, 19.33.41
Mi sono detto "adesso ci penso mentre sto tornando a casa in auto, e quando arrivo posto ciò che penso nel topo che viv mi ha detto di aver aperto".
Però mi rendo conto che non è una cosa semplice, ho bisogno di riflettere ancora qualche momento, perchè non è questo un argomento semplice. Sopratutto per chi ha vissuto sulla propria pelle storie a distanza. Imho questo è uno dei tanti argomenti che soltanto chi ha vissuto (o sta vivendo), in prima linea, può capire.

Per cui a risentirci tra qualche attimo, il tempo di riordinare le idee.

eerie
21-04-2003, 20.01.19
Tna//i i PriSblema E' sempre di Res7a i Stess0, anchi si i pensa: "Chi AMA BriuCIA!" Qundi anchi si di d1ici i C0se, lui 1ei sempre chi di DEVE batti i TESTA dai s0l0.

ChEi _I FINE, tutti0 is RisduCE di un C0sa, che i ci è I bimbi. E si ci E' i bimbi, l0ra ti dici: "i'MM0re, cambi di TU i Pasnilin0, che i PUZZE DI CACCA?" - (Che inCre1diilE qaunti di CAccA i C0ntieni, i Bimbi, eh)). E si tidici "ok, Ism0re, i Changi i0 i pasniini", e fa i Faccia paziente AschE si Sfissia, l0ra che ti Ama. ma si E' disTante, n0 che i Spedisce i PArn0lini per posta, eh. Che c'E' i p0ste chi Protesta di 1ettere coi cAcca di Dentr0.

Gaia
21-04-2003, 20.12.33
Originally posted by eerie


Solo io nn lo capisco? :doubt:

Raziel7
21-04-2003, 20.34.38
Originally posted by Gaia
Solo io nn lo capisco? :doubt:


io le reply di eerie a meno che non siano corte io non le leggo...:)

palka
21-04-2003, 20.45.18
Originally posted by Raziel7
io le reply di eerie a meno che non siano corte io non le leggo...:)

fai molto male, perchè potresti imparare più di una cosa leggendoli

SuperGrem
21-04-2003, 21.11.30
Originally posted by viv
Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Beh innanzitutto dipende dalla distanza.
Cmq non puoi trovare una regola, una risposta che valga sempre. Dipende tutto dalle persone.

Io non ci credo. Non più, almeno.
Credo che una passione per mantenersi viva debba essere alimentata, ma poi si crea una specie di circolo vizioso, in cui il desiderio reciproco cresce, il legame si rafforza ed il peso della separazione si fa sempre più grande e più il rapporto va avanti e più diventa difficile stare lontani.
Finchè qualcosa non si rompe.
Ma esistono coppie che vivono l'amore a distanza, e non sono rare, superando tutti gli ostacoli che si trovano davanti, ma sono casi molto particolari, sono combinazioni accuratamente scelte di caratteri, stili di vita, modi di pensare, di sentire, di provare e di essere innamorati e lontani.

Difficili. Le storie a distanza sono difficili, ma non impossibili.

Berek
21-04-2003, 21.30.18
Originally posted by viv
Come se fosse davvero più facile comunicare "a distanza" che con le persone che incontriamo sull'autobus la mattina...

Spesso è solo il desiderio del "diverso" o l'avere passioni o interessi in comune con gente che abbiamo conosciuto in Internet che ci spinge a intraprendere una relazione a distanza senza pensare a quali possano essere le conseguenze.



E dopo 2 anni, ti rendi conto che hai vissuto un'utopia... Che quel rapporto non è mai esistito se non nei tuoi sogni, nei tuoi desideri costantemente frustrati...
Non hai condiviso nulla, non hai costruito nulla... Hai semplicemente sprecato 2 anni a costruire il tuo amore perfetto... A distanza appunto... Perfetto anche per questo...


Solo quando è finito ti pare che non sia mai esistito, ma se ripensi ad ogni attimo passato assieme allora ti rendi conto che non è stato tutto un effimero sogno, ma minuti, ore, giorni della tua vita, che hai passato con qualcuno che amavi.

E se le cose non sono andate come si sperava non è stato perchè si trattava di una storia a distanza (o almeno non è solo quello il motivo) ma perchè entrambi avete dato un significato diverso l'uno dall'altra della vostra relazione. Forse è vero che non hai costruito nulla, ma quando ti lasci con qualcuno che abita nella tua stessa città non è forse uguale?



Non ti ha mai vista negli occhi quando piangevi perchè tutte le difficoltà, con lui distante, erano ancora più pesanti... Non ti ha mai vista fare il saltimbanco fra i "devo" ed i "voglio", per riuscire a ritagliare quella notte da passare con lui... Non ha idea di quanto ti sia costato... Quanti sacrifici e quanti patemi d'animo... Quante notti insonni... Quanta stanchezza...

Se è stata una persona che ti ha amato sul serio stai sicura che queste cose, pur non avendole viste, le ha sapute benissimo... solo che come spesso accade, dopo un po', le persone cambiano e i sentimenti rischiano di mutare a loro volta... questo sia vicino che a distanza.



Ma per lui hai rinunciato a tutto, anche a questo... Perchè nessun amore era più importante del vostro... Nessun uomo perfetto come lo era lui... Perchè tutte le lacrime e la trsitezza valevano le poche ore che si riuscivano a rubare per stare insieme...

L'importante è che se hai fatto dei sacrifici, in quel momento, facendoli, tu ti sia sentita bene. Ora è tempo di rimetterti in piedi e affrontare di nuovo la vita da sola. I bilanci li farai più avanti, quando non sarai accecata dal dolore, e allora forse tutto ti sarà più chiaro (e anche meno doloroso, voglio sperare).



Gli amori a distanza non reggono... Reggono solo se nel giro di pochi mesi le distanze si annullano... Perchè l'Amore, per crescere e sopravvivere, ha bisogno di piccole cose date dalla quotidianità... Ha bisogno di quella fiducia che solo il guardare negli occhi chi amiamo può regalarci... Ha bisogno di attenzioni e coccole che un telefono non può dare...

Sì, purtroppo è così, perchè un legame sia duraturo servono le cose che hai detto tu (e anche altro ancora), la distanza ha una forza spaventosa: di rendere più forti i legami con radici solide e di spezzare quelli più deboli... ci vuole molto coraggio (o una buona dose di incoscienza) per affrontare una possibilità del genere.



Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Vale la pena come affrontare tutte le esperienze alle quali la vita ci mette di fronte. Così si impara a vivere. Ti sembrerà di aver buttato due anni, ma forse, quando sarai più vecchia, ti renderai conto che è stata una esperienza preziosa.

Parola di uno che ha avuto (anche lui) una storia a distanza di due anni.

Trinity^_^
21-04-2003, 21.37.12
con le storie a distanza bisogna andarci cauti... secondo me sono molto + dolorose delle altre.
Metti che conosci la persona via internet, ci si incontra, ci si piace così come si è con pregi e difetti, nasce una storia ma poi questa è destinata a chiudersi perchè la distanza che separa i 2 è troppo pesante da sopportare sia in termini geografici che emotivi; ne vieni fuori ke sei distrutto... hai trovato la persona giusta ma il mondo ti è contro!
è meglio avere il dolore di una ferita o il rimorso per non averci provato e restare nel dubbio?
Beh, io preferisco soffrire x il dopo che rimanere con un "?".

Secondo me poi si può soffrire solo per un amore a distanza quando si hanno veramente le prove che è amore e non un'utopia, non si può vivere di un amore immaginario ed essere dipendente da questo, perchè si rischia di annullare la vita vera, di staccare dal mondo reale e di isolarsi! Meglio perciò essere un pò razionali e concreti.

palka
21-04-2003, 21.47.13
The force that through the green fuse drives the flower
Drives my green age; That blasts the roots of trees
Is my destroyer.
And I am dumb to tell the crooked rose
My youth is bent by the same wintry fever.

The force that drives the water through the rocks
Drives my red blood; that dries the mouthing streams
Turns mine to wax.
And I am dumb to mouth my veins
How at the mountain spring the same mouth sucks.

The hand that whirls the water in the pool
Stirs the quicksand; that ropes the blowing wind
Hauls my shroud sail.
And I am dumb to tell the hanging man
How of my clay is made the hangman's lime.

The lips of time leech to the fountain head;
Love drips and gathers, but the fallen blood
Shall calm her sores.
And I am dumb to tell a weather's wind
How time has ticked a heaven round the stars.

And I am dumb to tell the lovers' tomb
How at my sheet goes the same crooked worm.


- Dylan Thomas



La forza che nella verde miccia spinge il fiore
Spinge i miei verdi anni; quella che fa scoppiare le radici degli alberi
È la mia distruttrice.
E sono muto a dire alla rosa reclina
Che piega la mia giovinezza la stessa febbre invernale.

La forza che spinge l'acqua tra le rocce
Spinge il mio rosso sangue; quella che le correnti alla foce prosciuga
Le mie trasforma in cera.
E sono muto a urlare alle mie vene
Che alla fonte montana succhia la stessa bocca.

La mano che fa vortici nell'acqua nello stagno
Muove le sabbie mobili; quella che imbriglia i venti anche la vela
Regge del mio sudario.
E sono muto a dire all'impiccato
Che la calce del boia è la mia stessa creta.

Dove la fonte sgorga s'attaccano le labbra del tempo;
Amore sgoccia e si rapprende, ma il sangue versato addolcirà
Le ferite di lei.
E sono muto a dire alle intemperie
Come il tempo ha scandito un cielo attorno agli astri.

Muto a dire alla tomba dell'amante
Che verso il mio lenzuolo striscia lo stesso tortuoso verme.

follettomalefico
21-04-2003, 22.07.58
Vorrei poter dire qualcosa. Un solo reply, qui, mi è abbastanza affine, nel suo esprimersi criptico e sintetico, lo trovo molto vero.

Ma non riesco a trovare parole migliori. Potrei esprimermi a favore, ma non sarebbe vero. Potrei esprimermi contro, ma non sarebbe comunque vero... dannate parole che non sanno esprimere tali concetti...

...riproverò, magari verso le 4... chissà...

iRaJiNg
21-04-2003, 22.17.06
Ti sembra la persona xfetta x te solo xche in realta gli aspetti di lui o lei che nn piacerebbero nn li vedi xche è distante ed ogniv olta che rivedi qquesta persona dopo settimane è come la prima volta e sei come ceco xche alla fine ti rendi conto che è nella quotidianita che nn regge il rapporto

fokker fw190a
21-04-2003, 22.56.59
ma io sono convinto che un rapporto a distanza venga piu curato,si deve avere fiducia dell'altra e si devono godere i momenti in cui la pensi o la senti al telefono.Il rapporto teoricamente nella quoteidianità non lo vive con lei,ma lo vivi nella tua mente che secondo me è una cosa splendida.Per questo credo di piu in una fermezza di un rapporto a distanza,fino a prova contraria.:)

angelheart
21-04-2003, 22.59.28
io e lenny ci siamo conosciuti in rete, lui sardo, io romana, oltre i km il mare.... sono 4 anni che stiamo insieme, un po' nello stesso posto un po' distanti, del tipo, partivo per 2 mesi per stare da lui e mollavo tutto qui, poi finivo i soldi e tornavo, e lui uguale. adesso viviamo insieme a roma.... almeno finche dureranno i soldi o finche non ci stabilizzeremo bene col lavoro

.Katy.
21-04-2003, 23.17.19
bah...lasciamo perdere, che è meglio :tsk: :mecry:

Zeus
21-04-2003, 23.43.07
Originally posted by Zeus_M
Mi sono detto "adesso ci penso mentre sto tornando a casa in auto, e quando arrivo posto ciò che penso nel topo che viv mi ha detto di aver aperto".
Però mi rendo conto che non è una cosa semplice, ho bisogno di riflettere ancora qualche momento, perchè non è questo un argomento semplice. Sopratutto per chi ha vissuto sulla propria pelle storie a distanza. Imho questo è uno dei tanti argomenti che soltanto chi ha vissuto (o sta vivendo), in prima linea, può capire.

Per cui a risentirci tra qualche attimo, il tempo di riordinare le idee.

Eccomi qua, qualche attimo è diventato qualche minuto. Qualche minuto sono diventate qualche ora, e per trovare una risposta mi ci è voluto del tempo.

Vivere un sentimento importante a distanza non è una cosa semplice, davvero. Può sembrare una cosa semplice, ma quando ci si è dentro, si capisce quanto sia veramente difficile vivere un qualcosa con centinaia di km di mezzo.
È una delle tante situazioni difficili, ma certo non insormontabili. Vanno capite, ci si deve infilare nell'ottica di non potersi vedere ogni qual volta lo si desidera. Non per una mancanza dell'altro, ma perchè la logistica è avversa. Altrimenti si, è inevitabile arrivare al punto tale in cui non si è più in grado di reggere alla situazione, e piano piano si cede, finchè non si scoppia in mille pezzi. Bisogna inserirsi in questa ottica, e quando la distanza diventa "accettabile" (notare le "", la distanza non sarà mai accettabile, ma col tempo si può trovare uno dei tanti compromessi su cui basare il rapporto), si può pensare di trovare il modo per vivere una storia come si deve. Io sono propenso a pensare che volere è potere. E le delusioni non sono direttamente proporzionali alla distanza. Che sia la vicina sottocasa, o la persona che sta a 1000km di distanza, se non è la persona giusta, non è la persona giusta. C'è poco da fare, prima o poi i nodi verranno al pettine. Se però qualcuno mi viene a chiedere se ne vale la pena, dico si.
Perchè non c'è nulla al mondo che può essere paragonato al sentirsi amato, desiderato, il sentirsi speciale per la persona verso cui si provano determinate sensazioni. Nulla può sostituire un determinato sguardo, un determinato sorriso, una determinata parola, una determinata carezza di un momento felice. Per cui se mi venite a chiedere se vale la pena stare male per un sentimento, beh... io dico che ne vale la pena. Almeno posso dire di aver provato un sentimento incredibile. Pazienza se poi ci sono stato anche male. Ci sono delle situazioni in cui il "gioco vale la candela".

O forse sono solo io che sono scemo.

Bau.
21-04-2003, 23.56.06
Originally posted by Zeus_M
Che sia la vicina sottocasa, o la persona che sta a 1000km di distanza, se non è la persona giusta, non è la persona giusta

Eh questa è na frase bellissima zues :niente!:...come tutto il topic...non dico altro perche questa frase basta...

.Katy.
22-04-2003, 00.00.04
Originally posted by Pinnino
Eh questa è na frase bellissima zues :niente!:...come tutto il topic...non dico altro perche questa frase basta...
concordo...sia riguardo alla frase, sia a tutto il post di Zeus. Un peccato che non tutti la pensino così.....:( :rolleyes:

Glorfind3l
22-04-2003, 01.15.21
Ben detto Zeus...rileggendo questo topic, a ogni post, mi accorgo di quanto siano vere le parole dette da tutti...che periodo di merda la primavera...olè, 3 del blah blah afflitti per gli stessi motivi...sigh...

Cmq ne vale la pena......anche se ho sofferto e sto soffrendo ancora adesso...ho passato i giorni più belli della mia vita, nn so se mi sentirò mai come nello scorso anno e mezzo...

...l'amore è la cosa più bella che esista...anche se a volte purtroppo ci sono ostacoli e sofferenze, ma qualsiasi difficoltà è ripagato dal sorriso del priprio compagno/a...di un suo sguardo...di un so bacio...
...Non tiratevi indietro, MAI

Liga10
22-04-2003, 01.20.15
Credo che l'amore possa varcare ogni frontiera...
Visione fin troppo romantica, ma dalla mia esperienza non osso altro che dir che sia così.
Ho amato a distanza due volte nella mia vita...la prima a 16 anni...niente internet e niente cellulari...notti insonni ad attendere una lettera (non c'era la posta prioritaria) che ci metteva una settimana ad arrivare...
Un Amore con la A maiuscola...puro come nessun altro mai...o forse meglio sarebbe chiamarlo "platonico"...
Ho amato di nuovo via internet una volta...poco tempo fa...un periodo pessimo della mia vita, ma lei mi ha donato la forza di andare avanti...mi ha stravolto la vita...il motivo per cui sia finito non lo so...forse un ritorno di fiamma, forse la poca mia convinzione o molto piu probabilmente...lo ammetto...il bisogno fisiologico che ho io di un contatto fisico (non intendo sessuale) con l'altra persona...vederla piangere ridere soffrire e gioire...un po quello che diceva Viv...
Posso solo dirvi che amare fa soffrire sempre e comunque...
E se ciuo che vi sentitew di fare è amare qualcuno che vive lontano...beh fatelo se vi fa star bene...
E' meglio vivere di rimorsi per aver sbagliato che di rimpianti per non aver provato...

BESTIA_kPk
22-04-2003, 01.33.15
Hum potrei scrivere molto al riguardo, ma sarò stringato.

Avevo già affrontato tale argomento tempo fa, ricordo perfettamente ogni volta che replyavo, il perchè scrivevo, il perchè ho scritto tali cose in quel topic.

Eccolo qui:
http://forums.multiplayer.it/showthread.php?threadid=60672

Quel topic l'ho stampato il 07/05/2002. La rilegatura ce l'ho qui fra le mie mani, appena tirata fuori dalla borsa a tracolla che mi segue dappertutto. Ma non lo leggo mai, anche se ho una memoria di merda, certe cose mi rimangono ben impresse.
Ora, rileggendolo al volo (meglio sulla carta che sul monitor, anche per altri aspetti come le firme non aggiornate...) trascrivo solo una frasettina banale:


Porcozio, per ciò che ami farai di tutto.

Oggi son dovuto tornare ancora, per l'ennesima volta, a casa. Fanculo, che rabbia. Continuerò così finchè sarà necessario. Provate a fermarmi o a farmi cambiare idea... in tanti ci han provato, han fallito tutti.

SuperGrem
22-04-2003, 02.21.36
Originally posted by Zeus_M
O forse sono solo io che sono scemo.

No, non sei tu scemo. ;)
E' che, al di là di tutte le convinzioni e di tutti i proponimenti, quando si incontra quella persona che ti fa perdere la testa, non puoi resistere, puoi solo lasciarti trasportare dalla passione e vivere la storia come meglio ti viene. Se poi arriva il dolore, beh pazienza: quando si ama davvero non si rimpiange di averlo fatto, anche se poi c'è da ricucirsi molte ferite.

Zeus sei una persona in gamba, davvero! :birra:

viv
22-04-2003, 05.08.52
Berek... :kiss:

:kiss: anche a Zeus (l'attack l'ho usato tutto, ma una soluzione la troviamo, stai tranquillo), a Eeerie (bellissima l'idea dei pannolini... potrei davvero utilizzarla... LOL), a Glor (purtroppo, o per fortuna, tutto passa)...

Haplo61
22-04-2003, 08.47.18
Originally posted by viv
... Reggono solo se nel giro di pochi mesi le distanze si annullano... Perchè l'Amore, per crescere e sopravvivere, ha bisogno di piccole cose date dalla quotidianità... Ha bisogno di quella fiducia che solo il guardare negli occhi chi amiamo può regalarci... Ha bisogno di attenzioni e coccole che un telefono non può dare...

Vale la pena soffrire per un amore a distanza? Ti rispondo solo a questa ultima parte:

Ho sposato felicemente una ragazza rumena, e abbiamo vissuto vedendoci solo una volta al mese per circa un anno e mezzo.
Ora, è circa un anno che viviamo insieme e siamo felici.

Nn è detto cmq che tutti gli amopri a distanza siano felici, così come quelli ravvicinati. :book:

Ciaouz e auguri

Kaory-Makymura
22-04-2003, 09.34.35
Che palle!

...i biglietti del treno, le infinite programmazioni (amore vengo giù il 3/4? che ne dici? Sali tu il 15/16?), le telefonate di ore.. i viaggi lunghissimi con 7h sulle spalle e la sveglia alle 5 del mattino, con ancora il ghiaccio sul vetro dell'auto e il cappuccino in stazione... (mentre il massimo che fa luii è venire a prenderti in stazione, ma si sa.. lui vive solo e tu no.. sennò verrebbe anche lui da te.. come no..)

..I salti mortali per far combaciare tutto (ho l'esame il 8... il 10 è festa con i miei... il 12 scendo..), per trovare i soldi per l'ennesimo biglietto, per andare lontano da casa... che a volte, finisce veramente per mancarti. Magari star via per 10 giorni, accorgerti che odi il posto dove vai e che vorresti vedere in tuoi amici per uscire tutti assieme ma te lo devi scordare, non succederà pressoché mai.. ma del resto giustifichi tutto con è per 'amore'..tsé
.. l'infinita fatica .. quel pesantissimo, incredibile, senso di spossamento quando ancora una volta ti siedi in treno, quando fai la 36esima valigia dall'inizio dell'anno e inizi a chiederti.. Ma ne vale davvero la pena? E purtroppo, irreparabilmente, accorgersi che.. no, non ne vale la pena, che quella persona non fa proprio per te ma per 'lungo' tempo hai voluto far finta che lo fosse..

Gli amori a distanza spesso bruciano veloci, perchè mettono maggiormente a nudo qualsiasi tipo di sentimento. Gli egoismi non tardano a mostrarsi, le stanchezze, la noia e la paranoia malcelati da una telefonata sono letali. Non basta volersi bene per stare lontani, si deve avere uno spirito di sacrificio non indifferente... ed il doversi organizzare spazza via ogni piacevole tipo di sorpresa..

Non lo rifarei mai... per nulla al mondo, sono allergica ai viaggi intreno che durino più d 50 min hehe ma da buon luogo comune..''se non fosse successo, ora non sarei così, forse non sarei qui , non avrei al fianco questa persona''.. ;)

angelheart
22-04-2003, 10.50.57
Originally posted by Kaory-Makymura
i viaggi lunghissimi con 7h sulle spalle e la sveglia alle 5 del mattino

o con 15 ore di nave in mare mosso.... :vomit: madonna, che ricordo.....

/\/\att
22-04-2003, 15.28.22
Oggi non ho nulla da fare e quindi vi tocca sorbirmi... :rolleyes:


Penso che il problema a monte sia uno, trino, lapalissiano ed abbastanza banale: l'amore a distanza è impossibile solo se rimane tale.
Io abito a timbuktu, tu a canicattì… quando ci si decide a riunirsi? E soprattutto chi si trasferirà dove? Forse tralasciando, perlomeno, l’infatuazione iniziale bisognerebbe cercare di essere, fin dall’inizio, sinceri e schietti con il partner e, soprattutto, con se stessi.

BESTIA_kPk
22-04-2003, 15.49.23
Se fosse stato necessario e avessi avuto l'1% di possibilità, sarei andato anche a timbuktu.

K-ENJ
22-04-2003, 17.24.37
Originally posted by Gaia
Solo io nn lo capisco? :doubt:

ma bo nn tanto

be:D nn so ankora se e barese

oh sardo moderno

ehmmm AMORI A DISTANZA

BOO FACCIO GIA FATIKA AD AVERE UN AMORE VICINO

FIGURATI A DISTANZA

T AUGUROO KE SIA LA PERSONA GIUSTA VIV

spiccia
22-04-2003, 18.55.56
...mi viene da pensare che forse l'amore a distanza è un'amore forte, caparbio, deciso o forse più forte, più caparbio, più deciso...
...5 ore di treno di impazienza, e brividi perchè lo vedi...
...ma poi penso che svegliarsi al mattino e pensare che la persona che ami c'è, e se stasera ne hai voglia prendi la macchina, fai la tangenziale e la vai a trovare...beh è meraviglioso!

...credo che la morale sia quando c'è l'amore...non importa la distanza! ...secorndo me! ;)

Max_Rockatansky
22-04-2003, 19.28.46
Originally posted by spiccia

...credo che la morale sia quando c'è l'amore...non importa la distanza! ...secorndo me! ;)

rimango sempre fisso della mia idea.
inevitabilmente prima o poi saltano in aria.
amooooreeee veeerroooooo ammooorrreeee sinceeerrooooooo
poi dopo un breve periodo BUUUMM!
uno dei due cede.

magari alla fine qualche strascico rimane, qualche coccio.
ma nulla di duraturo.

Isa
22-04-2003, 19.39.37
Originally posted by viv


Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Sì!

io e il mio fidanzato stiamo insieme da 4 anni, abitiamo a 180 km, stiamo per comprare casa e sposarci
Gli amori a distanza funzionano né più né meno come gli altri: alcuni durano una vita, altri solo pochi mesi, non è la distanza che fa la differenza, è solo una variabile in più

Un abbraccio

BESTIA_kPk
22-04-2003, 19.46.51
Originally posted by Max_Rockatansky
rimango sempre fisso della mia idea.
inevitabilmente prima o poi saltano in aria.
....

Un bel LOL di risposta ci stà bene, perchè non leggi, evidentemente.

Max_Rockatansky
22-04-2003, 20.21.38
ognuno ha le sue idee.
io vivo nei preconcetti. pure.
per cui lasciami perdere, rivango il mio brodo del passato.

BESTIA_kPk
22-04-2003, 22.30.14
Originally posted by Max_Rockatansky
ognuno ha le sue idee.
io vivo nei preconcetti. pure.
per cui lasciami perdere, rivango il mio brodo del passato.

No. Le idee sono una cosa rispettabilissime, le stupidate altro.
Qui in questo topic, e in altri simili, s'è già messo nero su bianco che tali rapporti possono funzionare. Non che siano tutti perfetti, non che tutti vadano bene, ma che a volte finiscono male, altre volte finiscono bene.
Così è stato scritto perchè così è stato. Dato di fatto, inconfutabile.

Se tu posti una cosa che va contro i dati di fatto, i casi sono:
- non hai letto (può darsi)
- non sai leggere (impossibile)
- ti piace scrivere a vanvera (mha...).

Se hai letto i dati di fatto, e insisti a ripetere ciò che hai scritto prima (...inevitabilmente prima o poi saltano in aria....), dimostri cose che è meglio se non scrivo, non voglio infangare questo topic, fine OT :D

zeder
23-04-2003, 00.26.55
Ciao xxx,
sono qui nella mia libreria e tra le mani tengo libri che vorrei
mostrarti, di cui vorrei parlarti... non posso dimenticare in nessun
momento, mai, che questo ci ha portato dove siamo... e cioé viaggi
compiuti da altri, magari simili ai nostri...
o magari dissimili totalmente.
Aspetto che nevichi, il rigore del vento e il cielo annunciano fioccate
intense, io almeno spero... adoro la neve é per me come la notte,
nasconde, confonde e nello stesso tempo rivela.
Sfoglio un catalogo di Sassu e poche cose sue mi piacciono, troppo fiere
certe sue virate di colore...
Vorrei fisicamente essere dove tu sei, vorrei sapere se hai trovato ciò
che cercavi e se nonostante ciò continuerai a cercare ancora. Mi spiace
di aver pianto... so quanto possa essere tremendo per chi deve asciugare
quelle lacrime, soprattutto se costretto a farlo per telefono...

ecco un amore a distanza:mecry: quel vorrei che mai non è, quegli sguardi che si immagina solo di incrociare...

viv
23-04-2003, 12.14.06
Bene... Mi sono persa nel mio stesso Topo... Incredibile...



PALKAAAAAAAA!!! Cax, te l'avevo detto di cancellarlo... :mecry:

Format_C
23-04-2003, 14.20.38
Originally posted by viv
Bene... Mi sono persa nel mio stesso Topo... Incredibile...




Cara Viv,
io credo che l'amore a distanza, oltre ad una interminabile serie di handicap che per forza di cose porta con sè, possa offrire sensazioni che un amore "normale" non dà. prova a pensarci... quanto è snervante e al tempo stesso bellissima l'attesa dell'incontro...
è inutile avere recriminazioni, è inutile considerare uno sbaglio l'averci creduto... tutto serve, se non altro a farci diventare un po' più grandi e più ricchi dentro.
Io l'ho fatto, è andata male, ma sinceramente lo rifarei perchè la sofferenza che lascia una storia che finisce è compensata dal ricordo delle emozioni provate e se così non fosse significherebbe comunque che non era una storia che valeva la pena di essere vissuta.

SuperGrem
23-04-2003, 16.02.07
Originally posted by Format_C
prova a pensarci... quanto è snervante e al tempo stesso bellissima l'attesa dell'incontro...

E' autolesionismo il trarre piacere dalla distanza.


Originally posted by Format_C
è inutile avere recriminazioni, è inutile considerare uno sbaglio l'averci creduto... tutto serve, se non altro a farci diventare un po' più grandi e più ricchi dentro.

Su questo sono d'accordo, ma è una cosa che vale più in generale.
Anche se sul momento porta dolore, un amore finito ci lascia indiscutibilmente più ricchi dentro.
Non c'è niente da fare.

viv
23-04-2003, 16.33.40
Non credo nella crescita attraverso il dolore... La delusione che ho provato io, non ha portato nulla di buono, se non un'ulteriore chiusura alle emozioni...

Non so che dirvi, io un amore a distanza non lo riproverei per nulla al mondo... Per una volta, sceglierei di avere un rimorso nel non aver provato, piuttosto che ripassare attraverso tutto...

Se si prova davvero piacere nella distanza, credo ci siano delle domande da porsi su ciò che si cerca da un rapporto... Se non c'è condivisione, anche nelle piccole cose, per me non esiste crescita comune e dunque, non esiste rapporto... Poi concordo sul fatto che anche amori "vicini" non valgano, che non sia solo peculiarità di quelli lontani... In tutte le situazioni ci sono pro e contro, ovvio... Ma dal mio punto di vista, una storia a distanza ne ha troppi contro...

MIA OPINIONE, ovvio...

Berek
23-04-2003, 22.52.35
Originally posted by viv
Non so che dirvi, io un amore a distanza non lo riproverei per nulla al mondo...

E' lo stesso discorso che mi sono fatto io quando mi si è ripresentata l'occasione di un amore a distanza... ricordando come è andato a finire il precedente (che si era chiuso pure poco tempo prima) ho troncato tutto di colpo... ma se devo essere sincero devo ammettere che quando è finito ci sono stato male come se non avessi preso io la decisione...

Ma forse per quella volta è stato meglio così...

viv
23-04-2003, 23.25.51
Originally posted by Berek
E' lo stesso discorso che mi sono fatto io quando mi si è ripresentata l'occasione di un amore a distanza... ricordando come è andato a finire il precedente (che si era chiuso pure poco tempo prima) ho troncato tutto di colpo... ma se devo essere sincero devo ammettere che quando è finito ci sono stato male come se non avessi preso io la decisione...

Ma forse per quella volta è stato meglio così...

Non so che dirti... Certo, immagino che starei male anch'io... Ma non credo riuscirei ad ingoiare un altro fallimento di quella portata... So bene che se lui fosse stato vicino, sarebbe probabilmente finita nello stesso modo, ma non posso fare a meno di legare "distanza" a "sofferenza, incomprensioni, sforzo, fatica"... Per come mi conosco, credo che questo mi impedirà proprio di provare attrazione per qualcuno che non sia "accessibile"... Anche l'Amore, secondo me, è una questione di predisposizione...

[~AlmoR~]
24-04-2003, 11.20.05
Originally posted by Format_C
Cara Viv,
io credo che l'amore a distanza, oltre ad una interminabile serie di handicap che per forza di cose porta con sè, possa offrire sensazioni che un amore "normale" non dà. prova a pensarci... quanto è snervante e al tempo stesso bellissima l'attesa dell'incontro...
è inutile avere recriminazioni, è inutile considerare uno sbaglio l'averci creduto... tutto serve, se non altro a farci diventare un po' più grandi e più ricchi dentro.
Io l'ho fatto, è andata male, ma sinceramente lo rifarei perchè la sofferenza che lascia una storia che finisce è compensata dal ricordo delle emozioni provate e se così non fosse significherebbe comunque che non era una storia che valeva la pena di essere vissuta.
M, lo sai che ti voglio bene :), e che siamo sempre d'accordo... ma non oggi!

Soffrire da + gusto al rapporto? forse si, se è un rapporto sereno.
l'attesa che la distanza si accorci da + gusto al rapporto? Forse si se fosse un rapporto sereno.


Ora la domanda è: conosci rapporti a distanza "sereni"?
io no, e la storia, non solo quella personale, mi da ragione.
Quanti rapporti conosci che si possano definire tali, e che resistono stoici a infinite distanze, lotte fisiologiche e spicologiche... a interminabili discussioni, sempre alimentate dalla distanza?

Se la domanda è "esistono amori a distanza" la mia risposta è Si.
Ma se la domanda diventa "esistono amori a distanza che possano diventare matuti e trascendere" la mia risposta è certamente no!

potrei continuare.... ma vi risparmio...

palka
24-04-2003, 11.41.52
mah... io penso che in questo forum ci sia più di una persona che sa come la penso in merito alle questioni amorose.
quando sei innamorato non ci sono cazzi, lei può stare anche dall'altra parte dell'universo, ma è lei. punto.

la persona giusta? l'anima gemella?
non esiste.
ci sono però persone che sanno farti dimenticare di essere solo un uomo, un piccolo stupido uomo.
e io per una ragazza così farei qualsiasi cosa.

:Palka:

certo la distanza è un problema bello grosso, ma le distanze si accorciano, e non ci vuole tanto. il difficile è riuscire a far capire a chi ami che tu ci sei anche quando sei lontano.

voglio solo dire due parole sul problema della gelosia che mi pare sia emerso più di una volta (anche se non esplicitamente).
io, per mia natura, non stresso. nel senso che non sono sempre lì a chidere "cosafaidoveseicosahaifattoconchistai..." che balle...
vivi e lascia vivere. come ha detto qualcuno più famoso di me:

if you love somebody, set them free.

far sentire la propria presenza, il proprio amore, non è di certo rendersi oppressivi con gelosie e smanie di possesso, e questo ancora di più se si sta lontani.

Format_C
24-04-2003, 11.43.18
Originally posted by [~AlmoR~]

Se la domanda è "esistono amori a distanza" la mia risposta è Si.
Ma se la domanda diventa "esistono amori a distanza che possano diventare matuti e trascendere" la mia risposta è certamente no!

potrei continuare.... ma vi risparmio...

Bè, ma tu veramente non conosci nessuno che è riuscito a raggiungere lo scopo? vabbè la mia esperienza personale è andata male e ok, non faccio testo, ma ho amici che vedo quotidianamente che sono riusciti in quello che potrebbe sembrare utopico.
sono convinto che portare avanti un amore (che sia distante o meno) è sempre e comunque una cosa difficile, e se è vero che la distanza uccide il rapporto, anche la vicinanza lo fà, magari ijn tempi diversi. se un amore è tale nel vero senso del termine la distanza non esiste, cambiano solo le modalità. provate a pensarci, vorreste farmi credere che se due persone sono entrambe e ripeto entrambe (che è fondamentale) innamorate l'una dell'altro, potrebbero lasciarsi veramente? no. se fossero vicine ma non innamorate forse la storia avrebbe un corso diverso, forse durerebbe di più, ma prima o poi sarebbe comunque destinata a finire. chi non mi conosce potrebbe credere che sono solo un sognatore ed invece no, ho una visione della vita che a volte, purtroppo, rasenta il cinismo, ma nonostante questo sono costretto, vuoi per esperienza personale, vuoi per osservazioni fatte sugli altri, ad ammettere che quando l'amore c'è ed è vero và veramente oltre ogni cosa. il resto è training di vita, noioso, doloroso definitelo come vi pare ma così è.

Caronte73
24-04-2003, 11.52.41
Qualcuno definisce gli Amori a distanza eccitanti????????
Vediamo un pochino meglio che cosa intendiamo x amore... perchè se viene tenuto vivo da quelle emozioni/sofferenze dettate appunto dalla distanza signori miei mi domando che cosa accadrà quando queste sensazioni verranno a mancare (avvicinamento della coppia).

No. Personalmente concordo con Viv..... l'amore è qualcosa che si alimenta con piccole cose che la distanza non può dare.... non può darlo il telefono, non può darlo internet!

Nel mio caso ho vissuto una sola storia a distanza (nata qui a Milano e poi per motivi di lavoro diventata "a distanza")... beh io non ho sofferto tantissimo... ma anzi è andato tutto a spegnersi lentamente come un fuoco acceso e nessuno più che si cura di buttarci su la legna!!!

Ognuno poi se le vive queste cose come vuole.... ma rimango dell'idea che nella distanza quello che muove i nostri sentimenti non è l'amore.

Miki

[~AlmoR~]
24-04-2003, 11.55.42
mah, è "formalmente" corretto.

Quando è amore, non ci sono cazzi.

e invede devo dire che anche quando c'è l'amore, necessariamente unito alla distanza, entrano in gioco forse differenti, che ledono lentamente le basi del raporto; lo logorano, e lo erodono fino a farlo esaurire, e farlo diventare un cadavere che si trascina.

Ripeto, io non conosco nessuno che ce l'ha fatta....
... ma buon per chi invece ce la fa... e gli dura...

viv
24-04-2003, 12.08.04
Originally posted by [~AlmoR~]
mah, è "formalmente" corretto.

Quando è amore, non ci sono cazzi.

e invede devo dire che anche quando c'è l'amore, necessariamente unito alla distanza, entrano in gioco forse differenti, che ledono lentamente le basi del raporto; lo logorano, e lo erodono fino a farlo esaurire, e farlo diventare un cadavere che si trascina.

Ripeto, io non conosco nessuno che ce l'ha fatta....
... ma buon per chi invece ce la fa... e gli dura...

Io conosco chi ce la fatta... Ma a che prezzo!!!
Mi chiedo in continuazione se, magari lasciandosi con la persona distante, non avrebbe comunque ottenuto lo stesso risultato con una più vicina e sicuramente con meno sofferenza...

La distanza logora, a meno che non si riesca a costruire un equilibrio su questa, che inevitabilmente farà crollare il rapporto con l'avvicinamento... Gli amori a distanza che ce la fanno, secondo me, sono quelli che hanno ben presente la fine della lontananza...

Ragazzi, io per lontananza intendo quella vera... Non quella che si copre con un paio d'ore di macchina... Parlo di quella che non si colma se non a costo di enormi sacrifici, che ogni volta che ti saluti per ripartire non sai quando potrai rivedere/ riabbracciare la persona che ami... Quella distanza che, per ogni mattone che metti a cementare il rapporto, trovi 10 terremoti che te ne tolgono 2... Quella distanza che ti fa costantemente vivere con la malinconia... Quella distanza che ti fa restare a casa tutte le sere, per non perderti le 2 ore di telefono che ti impediscono di sentirti abbandonato a te stesso... Le altre distanze non contano... Io una storia Milano-Torino la reggerei tranquillamente...

Ray McCoy
24-04-2003, 12.20.22
Originally posted by Caronte73
No. Personalmente concordo con Viv..... l'amore è qualcosa che si alimenta con piccole cose che la distanza non può dare.... non può darlo il telefono, non può darlo internet!

Quoto giusto Caronte, ma in realtà il messaggio è rivolto a tanti. Troppi. Perchè un buon 90% delle persone non ha capito che la concezione di amore e rapporto varia da persona a persona.

Direi che è anche ora che la gente smettano di considerare le loro esperienze come "prova della realtà" (e inoltre si perdono parecchio visto che non pensano a cosa sia la realtà).

Ma rendiamoci bene conto che ci sono persone che vivono delle "piccole cose", del poter abbracciare in continuazione il proprio partner, del poterlo guardare mentre cucina, o mentre legge, ecc ecc.

E ci sono persone che invece vivono di altro. Ci sono persone che le piccole non le reggono in eterno. Che invece preferiscono due settimane di attesa, per 3-4 giorni di amore/affetto allo stato puro.


E' mai possibile che il mondo dica che la coppia tende ad esplodere proprio per le "piccole cose", perchè queste piccole cose creano la routine, e la routine uccide la coppia (almeno a detta dei sociologi e psicologi di tutto il mondo), e voi mi venite a dire che una coppia non esiste senza le piccole cose?


Come la vedo io, su questo argomento, è ininfluente. Io sono io, e la mia realtà è solo mia. E di qualcun altro. Ma non è vostra, quindi eviterò di divulgare la mia opinione. Solo, volevi farvi notare dove sta l'errore nelle vostre dichiarazioni.

Sono davvero stanco di vedere persone che parlano, raccontano, e danno consigli come se quello che è accaduto a loro fosse l'inevitabile sviluppo delle cose.

[E infine, leggermente OT: un vero amico non è quello che ti dice come fare una cosa, ma quello che ti mostra tutte le alternative che hai a disposizione... Magari isolandoti quella che lui sceglierebbe, ma ti mette davanti ad ogni possibile realtà.]



E volevo dire una cosa a Max: qualsiasi amore cede dopo un po'. Non è la distanza. E' l'amore. Anche se la distanza può essere una scusa, spesso. ;)

Ray McCoy
24-04-2003, 12.22.32
Originally posted by [~AlmoR~]
Ripeto, io non conosco nessuno che ce l'ha fatta....

Siamo 6 miliardi. :)
E andiamo per i 7. :)

viv
24-04-2003, 12.36.26
Originally posted by -S-Piccolo-S-
[CUT]


Virtualmente ti quoto... Hai perfettamente ragione... Ma qui non stiamo facendo un trattato di psicologia/sociologia, solo uno scambio di idee ed opinioni personali e quindi confutabili solo ed esclusivamente attraverso l'esperienza del singolo... Ho scritto e riscritto che per me è così, non pretendo che sia così anche per gli altri... E' ovvio che ognuno ha desideri, sogni ed aspettative diversi e, quindi, prova piacere da cose diverse... Io, a 28 anni e con una figlia, non me la sento più di "perdere tempo"... Piuttosto, da sola... Ma so bene che spingerei un amico a lottare per il suo sogno, se il suo sogno è davvero così importante per lui...

Ti ricordi cosa ti dissi una volta? Qual'era la mia concezione di amicizia in campo amoroso? Che dai miei amici non mi aspettavo che mi impedissero di andare in pezzi, ma avrei desiderato che mi fornissero l'attack per ricompormi nell'eventualità che ciò fosse accaduto... Sono andata in pezzi, mi sono reincollata da sola, non ho permesso a nessuno di partecipare a questa disfatta... Chiamalo orgoglio, chiamala incapacità nel mettersi a nudo in tutta la mia fragilità... Ma già il solo sapere che voi eravate li, che se avessi davvero avuto bisogno, avrei trovato rifugio, mi ha permesso di ritirarmi in piedi... Adesso ci sei, ci sono...

E' sempre tutto personale quando si parla di Amore... Anche la concezione stessa del sentimento è sempre personale... Ecco perchè è così difficile trovare l'anima gemella...

:kiss:

tweety
24-04-2003, 13.25.20
Lamore dicono che sia cieco, non miope.


Anche se l'uomo che amo vivesse nella stessa casa non lo vedrei.

Il fatto che viva tanto lontano potrebbe rappresentare un'attenuante (o un'aggravante)? :doubt:

elfebo
24-04-2003, 13.58.18
ho una personalissima idea dell'amore a distanza.
se si ama si e' disposti a far qualunque cosa,
se si e' disposti a far qualunque cosa sei diposto a scappare da lui/lei
se non puoi perche' non sei maggiorenne e' un discorso e comunque lo cataloghi come "classica cotta" adolescenziale, verso una nuova scoperta, in fondo su internet siamo tutti piu' belli e ci illudiamo di piu'....
ma se sei maggiorenne e non puoi scappare da lei/lui per i motivi piu' svariati come soldi,studio,ecc. ricorda che davanti all'amore sono solo futili motivi, perche' tutto si puo' risolvere, pur di andare dalla persona che ami.
l'amore e' irrazionale, ti spinge a fare cose che in nessun altro campo si farebbero, se la razionalita' prende il sopravvento e' perche' non si e' convinti oppure perche' non e' amore al 100%.
ho un amico che sta insieme con la sua ragazza da 2 anni, lui e' di taranto come me, lei di qui vicino ma da quando stanno insieme lei e' a padova.
lui parte una volta al mese, lei parte una volta al mese, ed ecco fatto....undici ore di treno, ma per l'amore non sono che un'inezia.....eppure entrambi non lavorano...quindi non hanno soldi da sperperare....quando si sposeranno vivranno insieme DOVE VOGLIONO.
:)

/\/\att
24-04-2003, 15.03.08
Originally posted by elfebo

[Snip]


:clap:

Isa
24-04-2003, 20.25.59
Originally posted by [~AlmoR~]
mah, è "formalmente" corretto.

Quando è amore, non ci sono cazzi.

e invede devo dire che anche quando c'è l'amore, necessariamente unito alla distanza, entrano in gioco forse differenti, che ledono lentamente le basi del raporto; lo logorano, e lo erodono fino a farlo esaurire, e farlo diventare un cadavere che si trascina.

Ripeto, io non conosco nessuno che ce l'ha fatta....
... ma buon per chi invece ce la fa... e gli dura...

io ce l'ho fatta e anche 2 miei amici, uno già sposato e l'altra in procinto di sposarsi :cool: :cool:

Peter Pan
24-04-2003, 20.49.04
Ma alla fine... cosa si è evinto da codesto thread?
Il quenzo a Trinity lo posso buttare o no? :angel2:

sheena
24-04-2003, 21.42.55
Originally posted by Peter Pan
Ma alla fine... cosa si è evinto da codesto thread?
Il quenzo a Trinity lo posso buttare o no? :angel2:

no!
il quenzo lo puoi buttare solo a trilly, d'ora in poi...

se proprio vuoi volare... vola alto, no? :niente!:

Peter Pan
25-04-2003, 05.10.20
Originally posted by sheena
no!
il quenzo lo puoi buttare solo a trilly, d'ora in poi...

se proprio vuoi volare... vola alto, no? :niente!:

Uhm... :angel2: Io buttare il quenzo? Ma dove? Ma quando mai... cosa ti ha fatto pensare che io voglia buttare il quenzo a Trinity?

sheena
25-04-2003, 11.50.53
Originally posted by Peter Pan
Uhm... :angel2: Io buttare il quenzo? Ma dove? Ma quando mai... cosa ti ha fatto pensare che io voglia buttare il quenzo a Trinity?


chiedevi il permesso, no? :roll3:




:PPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP











:kiss:

Trinity^_^
25-04-2003, 12.12.51
Originally posted by Peter Pan
Ma alla fine... cosa si è evinto da codesto thread?
Il quenzo a Trinity lo posso buttare o no? :angel2:

quenzo? ki era costui?? :confused: Mmmbo

SuperGrem
25-04-2003, 15.27.12
Originally posted by Trinity^_^
quenzo? ki era costui?? :confused: Mmmbo

Non oso pensare... :toh:


...con permesso, mi rintano chè è arrivato il nipotame.
Addio.

Peter Pan
25-04-2003, 15.46.27
Originally posted by Trinity^_^
quenzo? ki era costui?? :confused: Mmmbo

Oh ma dai, nulla di così brutto... :toh: spero... :p


Allora, posso buttartelo o no?

SuperGrem
25-04-2003, 17.38.33
Originally posted by Peter Pan
Allora, posso buttartelo o no?

Fai piano, non vorrei che rimbalzasse da qualche altra parte... :p

Glorfind3l
25-04-2003, 18.11.17
Per favore basta OT

Trinity^_^
25-04-2003, 20.59.14
Originally posted by Peter Pan
Oh ma dai, nulla di così brutto... :toh: spero... :p


Allora, posso buttartelo o no?
se c'è da chiedere il permesso x dire qualcosa allora penso ke nn sia molto piacevole ciò che vuoi esprimere

Peter Pan
25-04-2003, 21.42.57
Originally posted by Trinity^_^
se c'è da chiedere il permesso x dire qualcosa allora penso ke nn sia molto piacevole ciò che vuoi esprimere

Bé no, piacevole... dipende dai punti di vista. Personalmente dal mio punto di vista sarebbe una cosa spiacevole solo nel caso in cui il quenzo dovesse fluttuare attonito e incompreso... lasciandomi basito e con una punta di amarezza... pa per il resto, già di per sé è una cosa piacevolissima... ovvio poi che parlo sempre dal mio punto di vista...
Il fatto è che io sostanzialmente sono timido, ma già che io abbia chiesto il permesso è sintomatico di qualcosa di più delicato e sofisticato... credo... aspetta che non ho capito cosa ho detto...

Ah ok sì, penso che vada bene... :)

Trinity^_^
25-04-2003, 23.24.44
Originally posted by Peter Pan
Bé no [...] penso che vada bene... :)
ma alla fine della storia ke è sto quenzo???? e che centra con me e con il topic?? Spiega spiega

palka
25-04-2003, 23.36.10
"quenzo" evoca in me (che sono notoriamente molto perspicace :asd: ), immagini di condimento (quinsa in friulano :asd: )... insomma ti si vuol condire il ragazzo :D

Trinity^_^
25-04-2003, 23.40.36
Originally posted by palka
"quenzo" evoca in me (che sono notoriamente molto perspicace :asd: ), immagini di condimento (quinsa in friulano :asd: )... insomma ti si vuol condire il ragazzo :D
mmmmm, mi posso fidare del tuo intuito??? (o culo a dir si voglia :ihih: ) Ma se lui sta dall'altro capo della penisola il significato potrebbe essere completamente ribaltato... mbo :D
no, cmq bisogna svelare il mistero! berbacco!!! exilvino!!! :asd:

VM o X
26-04-2003, 01.05.20
Originally posted by viv
[...]

Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

Ovviamente no.

Chi si martoria con tutta quella roba che hai scritto prima è davvero deficiente... e stavo per dare del deficiente a te (spero fraintendendo) quando poi ho deciso (bene) di leggere fino alla fine.

Davvero... lo ripeto... chi crede così profondamente all'amore via Internet è deficiente e nulla più.

Il massimo che posso comprendere e il farlo per gioco o per scherzo... ma poi, se non diventa "relazione reale", non può (e non deve/dovrebbe) andare oltre... se si tratta di utenti con un minimo garantito di intelligenza.


EDIT: PS: Per chiunque si offende mi dispiace... ma se si offende vuol dire che mi da ragione... altrimenti non avrebbe motivo di offendersi.

Ray McCoy
26-04-2003, 01.40.28
Originally posted by VM o X
Davvero... lo ripeto... chi crede così profondamente all'amore via Internet è deficiente e nulla più.

:clap: un plauso a coloro che credono ancora che dietro ai monitor non ci siano delle persone in carne ed ossa. :clap: anzi, due.

VM o X
26-04-2003, 01.49.05
Originally posted by palka
fai molto male, perchè potresti imparare più di una cosa leggendoli

Soprattutto quanto una persona ritenuta intellingente possa sembrare idiota perché non scrive in modo leggibile i suoi post.

Comunque lo scopo di Mischa è proprio fare in modo che legga solo chi è veramente interessato... quindi lasciamo che sia così.

Peter Pan
27-04-2003, 06.19.22
Originally posted by Trinity^_^
Ma se lui sta dall'altro capo della penisola il significato potrebbe essere completamente ribaltato...


Ecco... hai centrato il nocciolo della questione... diciamo che adesso tutti coloro che pensavano fossi OT dovranno ricredersi...

elfebo
28-04-2003, 14.17.21
ehm il quenzo e' un particolare "accessorio" per pescare.
e' come una specie di cesta ove intorno sono disposti centinaia di ami con le esche.
e' particolarmente indicato per pescare molto, senza faticare piu' di tanto...:D

penso che buttare il quenzo sia inteso piu' o meno come "buttare l'amo"...o insomma una cosa del genere...

Peter Pan
28-04-2003, 16.13.07
Originally posted by elfebo
ehm il quenzo e' un particolare "accessorio" per pescare.
e' come una specie di cesta ove intorno sono disposti centinaia di ami con le esche.

Ma che Tarantino sei? QUesta che hai descritto è la nassa!!!!

Il quenzo è un'altra cosa....




ma ti sei avvicinato molto.... :D

PatchaAtWork
28-04-2003, 16.47.41
Il quenzo è la rete da pensca?

O comunque uno strano accrocchietto fatto per pescare?

Anche a me mi sa che l'ho già sentito... :p

The_Magno_King451
28-04-2003, 16.55.45
il quenzo????....uhmmmmmmmm....un oggetto che serve per far spammare la gente con interventi stupidi come questo????

elfebo
28-04-2003, 17.28.02
Originally posted by Peter Pan
Ma che Tarantino sei? QUesta che hai descritto è la nassa!!!!

Il quenzo è un'altra cosa....




ma ti sei avvicinato molto.... :D

nooooooo, la nassa e' quella a forma di cono!!!!
a casa ne ho una enorme :D:D:D
il quenzo mi pare sia proprio una contenitore dove sono appese decine di lenze con ami no??

yfede
28-04-2003, 19.15.38
Originally posted by eerie
Tna//i i PriSblema E' sempre di Res7a i Stess0, anchi si i pensa: "Chi AMA BriuCIA!" Qundi anchi si di d1ici i C0se, lui 1ei sempre chi di DEVE batti i TESTA dai s0l0.

ChEi _I FINE, tutti0 is RisduCE di un C0sa, che i ci è I bimbi. E si ci E' i bimbi, l0ra ti dici: "i'MM0re, cambi di TU i Pasnilin0, che i PUZZE DI CACCA?" - (Che inCre1diilE qaunti di CAccA i C0ntieni, i Bimbi, eh)). E si tidici "ok, Ism0re, i Changi i0 i pasniini", e fa i Faccia paziente AschE si Sfissia, l0ra che ti Ama. ma si E' disTante, n0 che i Spedisce i PArn0lini per posta, eh. Che c'E' i p0ste chi Protesta di 1ettere coi cAcca di Dentr0.
eerie sei un grande...
non e` questione di credere o no negli amori a distanza.
e` questione di sentire o no.
non e` come poter credere in qualcosa che puo` esistere o meno.
se uno prova un sentimento quello esiste, almeno per lui. che poi sia diretto verso una persona reale o verso l'immagine perfetta che uno si e` fatto e a cui ha dato il nome di una persona realmente esistente questo e` un altro discorso, ma questo non rende il sentimento meno vero. L'amore a distanza rende piu` alto il rischio di discrepanza tra l'immagine della persona amata e quella reale, maggiore rispetto a quello concesso dall'avere un contatto continuo con essa.

Peter Pan
28-04-2003, 21.43.20
Originally posted by elfebo
nooooooo, la nassa e' quella a forma di cono!!!!
a casa ne ho una enorme :D:D:D
il quenzo mi pare sia proprio una contenitore dove sono appese decine di lenze con ami no??

Non è un contenitore. È fatto un po' diversamente...
Ma il termine non indica solo quello.

Potrebbe anche essere considerato dalle teste di cazzo un buon motivo per intervenire...


Originally posted by The_Magno_King451
il quenzo????....uhmmmmmmmm....un oggetto che serve per far spammare la gente con interventi stupidi come questo????

Appunto...
Forse mi sono perso qualcosa...
Qualcuno di voi ha chiesto l'opinione a questo tizio? :doubt:

Ah ovvio, quando ho detto teste di cazzo non mi riferivo mica a te...
:rolleyes:

cleo
28-04-2003, 21.52.24
Originally posted by VM o X
Davvero... lo ripeto... chi crede così profondamente all'amore via Internet è deficiente e nulla più.
[cut]
Il massimo che posso comprendere e il farlo per gioco o per scherzo...

Davvero... Chi non crede che l'amore possa nascere anche attraverso "una tastiera" x me è un deficiente....


PS: Per chiunque si offende mi dispiace... ma se si offende vuol dire che mi da ragione... altrimenti non avrebbe motivo di offendersi.

VM o X
28-04-2003, 22.02.46
Infatti io non mi offendo... e tu? :rolleyes:

palka
28-04-2003, 22.05.48
Originally posted by cleo
Davvero... Chi non crede che l'amore possa nascere anche attraverso "una tastiera" x me è un deficiente....

eccomi! :D

VM o X
28-04-2003, 22.10.05
Comunque, giusto per essere un tantinello corretti, non ho detto che un amore non può nascere attraverso una tastiera...

Ho detto che è deficiente chi affida i propri sentimenti ad un amore solo e esclusivamente via tastiera.

Come mi pare fosse l'esempio di viv. ;)

palka
28-04-2003, 22.15.56
Originally posted by VM o X
Come mi pare fosse l'esempio di viv. ;)

:doubt:
io avevo capito un'altra cosa.......

Patcha
28-04-2003, 22.28.52
Originally posted by palka
:doubt:
io avevo capito un'altra cosa.......

Nell'esempio iniziale di viv non si parlava di un/a tipo/a che se ne va sotto (come si dice dalle mie parti) per un tipo che conosceva e frequentava solo via rete? :doubt:

PS: Non che lo volessi tenere nascosto, tant'è che molti di voi lo sanno, comunque VM o X sono e sono sempre stato io. ;)

..Omega.Rav..
28-04-2003, 22.30.19
Originally posted by Patcha
PS: Non che lo volessi tenere nascosto, tant'è che molti di voi lo sanno, comunque VM o X sono e sono sempre stato io. ;)

davvero? azz! non l'avrei mai detto!
sei troppo avanti.

SuperGrem
28-04-2003, 22.35.03
Originally posted by ..Omega.Rav..
sei troppo avanti.

Ma se lui è avanti... :doubt:


...chi è che sta dietro? :D

Patcha
28-04-2003, 22.35.38
Originally posted by ..Omega.Rav..
davvero? azz! non l'avrei mai detto!
sei troppo avanti.
Non credo... anzi... spero tu non mi ritenga "troppo avanti" solo per questo... :doubt:

Semplicemente "VM o X" è il log-in che uso quando sono giù al SUD in ferie.
(La gente si chiede se sono vivo o morto (ma chi?)... ed invece io sono "X"... cioé "in ferie a cazzeggiare"! :D)

Probabilmente sbaglio nel farlo perché non si capisce che sono io (una volta avevo scritto "by Patcha" nella firma... poi lo cancellai... ed ora non mi è ancora venuta voglia di rimetterlo! :D).

Comunque non lo usavo per sembrare ganzo o per nascondermi... :)

(il ragionamento era "tanto non mi caga nessuno... che differenza vuoi che faccia un log-in o un altro?"... però non lo dire in giro eh!? :D)

Patcha
28-04-2003, 22.37.07
Originally posted by SuperGrem
Ma se lui è avanti... :doubt:


...chi è che sta dietro? :D

No è che... mi avvertiva... "Sei troppo avanti!!! Attento che cadi giù dal burrone!!! Indietreggia un po'!!!"! :D


Azz... Che è sto freddo di colpo? :doubt: :brr: Meglio mettersi una mantellina, vah! :foll:

fokker fw190a
28-04-2003, 22.39.54
esiste l'amore via internet?

fino a un paio di mesi fa avrei detto categoricamente di no,invece devo dire che ho trovato una ragazza che mi ha aperto il cuore.Io ho sempre sostenuto che non puo nascere amore se una persona si conosce solo x frasi vuote e senza emozioni,eppure in questi mesi dopo lunghe riflessioni pensando e ripensando che lei non la conoscevo dal vivo ecc,sono giunto alla conclusione che se anche non la conosco in vita reale a me piace eccome,e l'ho capito da tante piccole cose,x es. quando parlo con lei il cuore mi batte a mille all'ora,oppure quando mi innamoro sento sempre le stesse canzoni che sentivo quando mi innamoravo i tempi che furono.Giunto a questa conclusione avevo due scelte,una di dirglielo rischiando che lei mi mandasse a quel paese,che non mi rivolgesse piu la parola ecc,due di tacere sui miei sentimenti e fare finta di niente.Onestamente le due cose si equivalevano,ma in me è giunta una terza opzione,la lealtà x il mio cuore in primis,ma sopratutto x lei,mi sembrava giusto cmq che sapesse cosa io provavo pur rischiando certe cose dette sopra.Ho preso coraggio e mi sono dichiarato via internet,squallido?
si squallido molto squallido,ma non potevo ne aspettare ne volevo chiederle di vederci di persona o di darmi il numero di telefono.Fortunatamente lei è una persona magnifica,non è successo niente di quello che temevo,anzi credo che il nostro rapporto di amicizia sia migliorato,e anche se a lei non piacessi a un certo punto non me ne frega,l'importante è che posso sempre contare su una grande amica su cui fare affidamento.Spero e credo che x lei sia lo stesso....


senzanome ti voglio bene.:kiss: :red:

viv
28-04-2003, 23.56.36
Originally posted by Patcha
Nell'esempio iniziale di viv non si parlava di un/a tipo/a che se ne va sotto (come si dice dalle mie parti) per un tipo che conosceva e frequentava solo via rete? :doubt:



No... Tant'è vero che si parla di treni, alberghi, ecc...

Format_C
29-04-2003, 00.22.55
Originally posted by viv
No... Tant'è vero che si parla di treni, alberghi, ecc...

ma Viv, dimmi sinceramente... se avessi la macchina del tempo e potessi tornare indietro, anche se con il senno di poi, non lo rifaresti? davvero? avresti il coraggio di non iniziare? :doubt: :doubt: :doubt:

Patcha
29-04-2003, 01.00.08
Originally posted by viv
No... Tant'è vero che si parla di treni, alberghi, ecc...

:book: Opporcapaletta... :look:

Sapete che ho toppato in pieno? :notooth:

Ok... allora non è questo il caso della deficienza... :angel2:
(resta la mia opinione che se restasse tutto sospeso nella rete sarebbe da deficienti)

Vi prometto che sta notte tolgo il materasso e metto i ceci... :niente!:

Però nel primo post facevo riferimento ad un "mancato contatto fisico"... non è che ve ne siete accorti allora neh? :p

La mia opinione, comunque, è che se ci si incontra via Internet e si pensa che sia amore vero, allore le distanze vanno accorciate di forza! Quindi uno dei due si deve trasferire... altrimenti, secondo me, non può durare. ;)

Peter Pan
29-04-2003, 19.32.04
Treni? Alberghi?

Perché non un camper? O un furgone frikkettone dell Wolkswagen?

Destinazione... Salò!!!!! :notooth:

Gaia
29-04-2003, 19.37.43
Dopo 7 pag id topic ecco la mia teoria:

Penso che la cosa migliore da fare quando ti piace troppo qualcuno che è lontano sia buttare i cd della pausini e bruciare in particolare tra te e il mare.


Originally posted by Format_C
ma Viv, dimmi sinceramente... se avessi la macchina del tempo e potessi tornare indietro, anche se con il senno di poi, non lo rifaresti? davvero? avresti il coraggio di non iniziare? :doubt: :doubt: :doubt:

Come dice lalla (quella da bruciare) "sei il mio sbaglio più grande ma che rifarei"

AlEiNl0vE
29-04-2003, 20.09.19
Originally posted by fokker fw190a


senzanome ti voglio bene.:kiss: :red:

Rinominala.

Sparpa
29-04-2003, 20.30.50
Originally posted by HîXØñ
Rinominala. ha fatto la battttutaaaaa :asd:

SuperGrem
29-04-2003, 20.57.08
Originally posted by Sparpa
ha fatto la battttutaaaaa :asd:

In un gran fragore di risate, nominiamo qui il successore ufficiale di Benigni! :asd:

fokker fw190a
30-04-2003, 00.36.59
Originally posted by HîXØñ
Rinominala.
sei fuori strada,non è a lei che mi ha fatto innamorare,puoi fidarti.

Claudia
02-05-2003, 21.08.00
Amare a distanza, sì mi è successo... colpa di internet, colpa del destino... non lo so...
Mi è capitato due volte, troppo vicine tra loro forse...

la prima volta... beh, me ne sono accorta troppo tardi, stavo giocando un gioco pericoloso e non lo sapevo nemmeno io... e nella distanza, in quella particolare distanza, non ho mai creduto... come avrei saputo annullarla in un secondo se la persona che avevo accanto mi avesse amato abbastanza da avere il coraggio di affrontarla!!! sorrido pensandoci e ricordando quanto è stato sciocco l'uomo che amavo... è stato un attimo... un treno che è passato e non si è fermato... ho smesso persino di domandarmi il perchè il percome e il perchi... avrei potuto fare qualcosa? Mah, non saprei dirvelo proprio...

la seconda volta ha dovuto subire l'indurimento del mio cuore causato dalla prima... pessima abitudine. Sapevo la mia capacità di amare e sapevo cosa volevo, o meglio cosa NON volevo... radar puntati per cogliere segnali di altre donne, di tradimenti (fisici o solo psicologici in queste cose poco importa)...radar che hanno puntualmente funzionato... fuga, preparata da tempo, al primo segnale. E' stato tutto più veloce, innamorarsi, incontrarsi, amarsi, lasciarsi. Un copione già scritto, un dolore già noto. Una persona che ha pagato un doppio numero di km, un doppio tradimento, una doppia caduta di stima in me stessa. Non che fosse innocente, ma insomma...non è stato molto carino da parte mia... recuperare, forse potrei, forse lo farò, non so...

Una cosa posso dirvi. Io sono credente, e nessuno, dopo tanto tempo, tante lacrime e anche tanti sorrisi e batticuori, mi toglie dalla testa che Dio, questo Signore misterioso che per stare al passo con i tempi ormai gli angeli a volte li manda persino via internet, quando fa incontrare persone che abitano così lontano, di mondi così diversi da non riconoscersi quasi... ha i suoi buoni motivi... tutto sta a capire quali sono, magari. Io ho la certezza che quando due persone sono legate... le distanze non esistono, e sono solo la scusa per giustificare le nostre paure, soprattutto quella strana paura che abbiamo di essere felici...


Liga, ti quoto una frase


Originally posted by Liga10
E' meglio vivere di rimorsi per aver sbagliato che di rimpianti per non aver provato...

palka
02-05-2003, 22.00.38
Originally posted by Claudia
quella strana paura che abbiamo di essere felici...

che bella questa frase!
posso essere tuo amico? :D

viv
03-05-2003, 14.56.47
Originally posted by Format_C
ma Viv, dimmi sinceramente... se avessi la macchina del tempo e potessi tornare indietro, anche se con il senno di poi, non lo rifaresti? davvero? avresti il coraggio di non iniziare? :doubt: :doubt: :doubt:

Già... Non lo rifarei... Magari con un pò di sofferenza, ma non lo rifarei...

Questo rapporto mi ha dato TANTO e, per questo, avrà sempre una sua camera speciale nel mio cuore... Ma mi ha anche tolto tanto... Più di quanto io stessa voglia ammettere...

No, se avessi la macchina del tempo e potessi tornare indietro, non lo rifarei... Quella maledetta sera non gli permetterei di convincermi che avere rimorsi è meglio che avere rimpianti...

selidori
03-05-2003, 15.18.18
Io sono stato fidanzato circa due anni con una ragazza di 1800 km di distanza.

Siccome è finita per me la cosa non può funzionare.

Cioe' funzionerebbe se oltre ad internet (e omnitel...) c'e' dell'altro, ma è sempre troppo impegnata a dedicarti del tempo e quindi siamo passati anche a 6 mesi senza mai vederci.

Alla fine abbiamo rotto proprio per quello che manca: vedersi arrabbiati o piangemnti in faccia.


Conclusione: secondo me un rapporto a distana (= maggiore di 80 KM) in cui hai solo INTERNET o IL TELEFONO non potrà mai funzionare !

Claudia
03-05-2003, 17.07.28
Originally posted by palka
che bella questa frase!
posso essere tuo amico? :D

accomodati ^__^
gli amici non sono mai abbastanza!

stellamaris
17-05-2003, 17.26.20
Balle!non è affatto vero che nelle storie a distanza "i momenti passati assieme alla persona che si ama sono momenti unici e inimitabili"...sono momenti falsati dall'emozione di rivederlo sono momenti forzatamente speciali come se dovessero esserlo x forza..non ti sei mai trovata a pensare che non era giusto litigare nell'unico giorno in cui potevate vedervi??quindi qlq cosa succedeva era poco importante..purchè si stesse bene quel dannato giorno..o fine settimana...ti veniva il panico di cosa fare x prima cosa...se girare i locali che mille volte quando non c'era ed eri lì con i tuoi amici hai desiderato fargli vedere..se girare x fargli conoscere la tua città..o i tuoi amici o al contrario stare finalmente un po da soli....ma poi diventava solo una maratona in albergo e questo ti faceva sentire dannatamente depravata....

e poi le sfuriate di gelosia che duravano ore al telefono e perdevi la sensibilità al gomito piegato a reggere la cornetta da ore...le sue richieste di restare a casa e connetterti sulla chat x "stare con lui"...come se scrivere su una tastiera x quanto dannatamente romantico all'inizio non ti riduca in realtà ad una talpa...non conosci la differenza fra notte e giorno...il mondo fuori gira e tu resti nella tua stanza a coltivare la tua scogliosi..

x quanto le emozioni di una storia a distanza ti facciano sentire il cuore in gola ogni attimo e ti illudano di vivere qlc di speciale...ora so che non fanno altro che darti la possibilità di creare la tua storia da sola..di renderla il + simile ai tuoi sogni..xchè entarmbi cercherete di renderla perfetta , FALSA ma perfetta x sopperire al dolore della lontananza...

SuperGrem
17-05-2003, 17.33.33
Originally posted by stellamaris
x quanto le emozioni di una storia a distanza ti facciano sentire il cuore in gola ogni attimo e ti illudano di vivere qlc di speciale...ora so che non fanno altro che darti la possibilità di creare la tua storia da sola..di renderla il + simile ai tuoi sogni..xchè entarmbi cercherete di renderla perfetta , FALSA ma perfetta x sopperire al dolore della lontananza...

Quoto questa parte perchè è dannatamente vera.
Con ciò non voglio schierarmi totalmente contro le storie a distanza, perchè alla fine si tratta di cose che si decide da soli ed in piena consapevolezza (o quasi), però il rischio di trasformare la storia in una specie di tiro della corda, stressandosi quando si è lontani e privandosi della normale vita di coppia quando si è vicini, è sempre dierto l'angolo.

Ripeto: le storie a distanza sono difficili, ma non impossibili.

Sicuramente sono stressanti.

[Antonio]
17-05-2003, 17.52.29
Originally posted by viv
Nell'era di Internet, dove tutte le distanze si annullano in un attimo, ritrovarsi fidanzati con chi abita a centinaia di km di distanza è ormai la prassi... Come se fosse davvero più facile comunicare "a distanza" che con le persone che incontriamo sull'autobus la mattina...

2 anni passati tra alberghi, treni ed aerei... 2 anni in cui la Vodafone ci ha amati come suoi figli... 2 anni di history in Icq, di mail, di foto... 2 anni di lacrime di nostalgia, di addii frettolosi alla stazione per rendere il momento del saluto meno pesante...

E dopo 2 anni, ti rendi conto che hai vissuto un'utopia... Che quel rapporto non è mai esistito se non nei tuoi sogni, nei tuoi desideri costantemente frustrati...

Non hai condiviso nulla, non hai costruito nulla... Hai semplicemente sprecato 2 anni a costruire il tuo amore perfetto... A distanza appunto... Perfetto anche per questo...

Non ti ha mai vista negli occhi quando piangevi perchè tutte le difficoltà, con lui distante, erano ancora più pesanti... Non ti ha mai vista fare il saltimbanco fra i "devo" ed i "voglio", per riuscire a ritagliare quella notte da passare con lui... Non ha idea di quanto ti sia costato... Quanti sacrifici e quanti patemi d'animo... Quante notti insonni... Quanta stanchezza...

No, lui non lo sa... Lui sa solo che una volta, in cui ti sei sentita davvero persa e sola, hai ceduto al miraggio di una quotidianità che non credevi nemmeno più esistesse... Una, fottutissima volta, hai ceduto alla gioia di allungare una mano e toccare il viso del tuo uomo... Una fottutissima volta, hai ceduto alla sorpresa di dire: "mi manchi" e sentirti rispondere "10 minuti e sono da te"...

Ma per lui hai rinunciato a tutto, anche a questo... Perchè nessun amore era più importante del vostro... Nessun uomo perfetto come lo era lui... Perchè tutte le lacrime e la trsitezza valevano le poche ore che si riuscivano a rubare per stare insieme...

Ed un giorno ti svegli e scopri che è stato tutto un malinteso... Che lui è convinto di essere stato con una che si è fiondata nel letto di chiunque gli sia capitato a tiro... E tu, che eri convinta di essere stata con un uomo "diverso" e più "vero", ti rendi conto di essere stata con un uomo... e basta...

Gli amori a distanza non reggono... Reggono solo se nel giro di pochi mesi le distanze si annullano... Perchè l'Amore, per crescere e sopravvivere, ha bisogno di piccole cose date dalla quotidianità... Ha bisogno di quella fiducia che solo il guardare negli occhi chi amiamo può regalarci... Ha bisogno di attenzioni e coccole che un telefono non può dare...

Vale la pena soffrire per un amore a distanza?

i rapporti a distanza distruggono, consumano, fanno piangere, logorano..... ma capitano.....
insomma ho avuto la mie esperienza (negativa) e posso affermare con sicurezza che potendo scegliere direi di "NO".
ma al cuore non si comanda e qualche lacrima all'aereoporto devo ammettere che mi fa sentire vivo

BESTIA_kPk
19-05-2003, 13.06.45
Originally posted by stellamaris
Balle!non è affatto vero che nelle storie a distanza "i momenti passati assieme alla persona che si ama sono momenti unici e inimitabili"...sono momenti falsati dall'emozione di rivederlo sono momenti forzatamente speciali come se dovessero esserlo x forza.....

E' un discorso che potrebbe fare anche una coppia distante 200 metri...

Sulla questione del "falsati, falsi e bla bla..." hum...
Le emozioni SONO, punto.

La cosa che non mi quadra di molte risposte, è il perchè estendere le proprie idee o esperienze negative, a tutti. Come se tutti fossero identici, o tutti avessero gli stessi punti vista o modi di reagire... non è vero.
Tanto per fare un es. di sfuriate di gelosia non ne ho mai fatte :rolleyes:

Ognuno parli per sè... alcuni lo fanno, altri no... pensateci su ;)

Khorne
19-05-2003, 13.32.40
Bestia, bisogna però dire che -se non erro, correggimi se sbaglio- ti devi sorbire un'ora e mezzo di macchina per arrivare dalla tua bella.
Un'ora e mezzo è fattibile. Anche una sera dopo il lavoro, in caso di voglia di vederla.

700 km sono un'altra cosa. Ci si vede una volta al mese se va bene, e le cose cambiano un bel po'.

Non voglio minimamente sminuire il tuo punto di vista, ma per quanto si possa dire che "le distanze non contano quando c'è amore"... sticazzi, anche solo a titolo puramente pratico contano eccome.

BESTIA_kPk
19-05-2003, 13.37.28
Originally posted by Khorne
...700 km sono un'altra cosa. Ci si vede una volta al mese se va bene, e le cose cambiano un bel po'.

Non voglio minimamente sminuire il tuo punto di vista, ma per quanto si possa dire che "le distanze non contano quando c'è amore"... sticazzi, anche solo a titolo puramente pratico contano eccome.

Si certo, 700km sono un'altra cosa. Ovvio, mai messo in discussione. Come non ho mai messo in discussione che a titolo puramentre pratico i km contano (eccome).

Ma non ho mai messo in discussione neanche i parenti o i conoscenti che dopo vari anni di "distanza" (tipo Piemonte-Calabria) si sono messi assieme in modo definitivo, ovviamente trasferendosi di zona, e stando bene assieme (fino alla tomba).

Mi son spiegato meglio finalmente? :)