PDA

Visualizza versione completa : Commento a Metroid Prime(attenzione:spoiler)



Super_Luigi_San
11-04-2003, 13.46.10
Ho qualche minuto prima di andare al lavoro per cui scrivo il mio commento a Metroid Prime,gioco del quale ormai sa tutto anche chi non l'ha giocato.
Ho finito stanotte la versione PAL,completata al 96 %(:mecry: )e dopo 18.21 ore di gioco.Avevo già giocato quella USA tempo addietro mettendoci però molto meno buona volontà(giocato un pò "alla cazzo",tanto per vedere com'era diciamo)
allora,partiamo dai menù iniziali:stupendi.Tra i migliori mai visti e lievemente angoscianti così come sarà poi tutto il gioco.
Si sceglie un salvataggio e si parte immediatamente,senza rotture di cabasisi,e ci si trova subito a fare i conti con....
IL SISTEMA DI CONTROLLO
integrato alla perfezione nel pad del Cubo,grazie alla felicissima scelta di assegnare a B il salto e A il fuoco,i due pulsanti più facilmente raggiungibili e più usati.Le cose paiono farsi più complicate quando si arriva a coprire ogni singolo pulsante del pad con i gingilli che vengono man mano acquisiti(croce direzionale per i visori,levetta gialla per i raggi)ma in realtà è estremamente facile abituarsi:con una carezza si cambia arma istantaneamente e il gioco è fatto.Sistema di controllo quindi virtualmente impeccabile;può-come dicevo-causare difficoltà all'inizio,ma non facciamo i mollacchioni dai :rolleyes:
Sicuramente in questo ci sarà lo zampino di Miyamoto,ricordiamo che il pad del Cube è stato da lui progettato e l'intero progetto Prime da lui supervisionato.
Archiviato questo,passiamo a
GRAFICA E SONORO
grafica,qui c'è qualcosa da dire.Partiamo subito dai tantissimi pregi:fisica e realizzazione della morfosfera da lasciare a bocca aperta,effetti luce eccezionali,l'armatura di Samus è stupenda così come il visore che si appanna e si bagna(senza contare il visore termico)....ma quello che più colpisce è lo STILE e la coerenza con la quale i Retro hanno costruito Tallon IV.Un lavoro mostruoso,che copre ogni centimetro del pianeta.Le Chozo e Phendrana,la superficie Tallon e le miniere Phazon,le caverne Magmoor.La cosa pazzesca è che tutte le zone hanno il PROPRIO stile,che tuttavia non stona con quello GENERALE del pianeta.
L'impatto grafico,come hanno detto molti,tende a scemare da Magmoor in poi.Immagino sia stata tutta "colpa" delle prime ambientazioni del gioco,ridondanti a tal punto da mettere leggermente in secondo piano caverne infuocate etc.Personalmente non ho avuto questa sensazione.
Rallentamenti e caricamenti inesistenti(enti enti enti),tutto corre splendidamente a 60hz.Il Cubo spremuto,ma i Retro faranno di meglio con il seguito,ci scommetto.
Tuttavia qualcosa non mi ha convinto pienamente.Che è quella orrenda texture traballante nel braccio di Samus?mah...
Musiche:belle belle belle.Ogni tanto spunta fuori qualche vecchio motivo metroidesco,il resto è tutto teso al coinvolgimento,all'atmosfera,Minimalista,quasi nascosto a volte,techno-rock altre,sempre secondo l'incomparabile stile "Metroid".Davvero eccezionale,nulla da dire.
Effetti sonori sicuramente ben fatti ma non mi hanno fatto gridare al miracolo,mi sembrava di averli già sentiti in 3700 altri giochi diversi.Tuttavia svolgono degnamente la funzione per la quale esistono.
La cosa che più mi interessava però era la
GIOCABILITA' E LONGEVITA'
partiamo dalla longevità.Il gioco è ENORME.Non fatevi ingannare dalla durata segnata nel vostro salvataggio,sono INNUMEREVOLI le ore che butterete via pechè vi fanno fuori e dovrete ricominciare dall'ultimo salvataggio.Diciamo che un 30-35 ore di gioco effettivo ci stanno benissimo,ed è un risultato già ben oltre le aspettative.La giocabilità vera e propria è(e vai con le ripetizioni)pressochè perfetta.Vi trovate da subito immersi nel gioco,e più acquisirete-con grande e sudata soddisfazione-nuovi upgrade più vorrete andare avanti,perchè magari avete scoperto che con quell'arma lì ora potete aprire quella porta là.La filosofia vincente del Metroid applicata al 3D non ne risente affatto.
I nemici:alcuni ostici,altri vanno giù con due missili.E' sempre e comunque un gran divertimento ingaggiare un combattimento con loro-sono INTELLIGENTI,saltano,evitano acrobaticamente i colpi,si appendono al soffitto etc.-.E non è da sottovalutare la spettacolarità delle coreografie.Abbattendo un Pirata Spaziale munito di Jetpack,ad esempio,lo vedrete franare rovinosamente contro il muro a 3 cm. da voi,oppure rotolare giù dalle scale.Fenomenale.
Può irritare il fatto che,una volta usciti e rientrati nella stanza,i nemici riappaiano come per magilla e la vostra energia sia al 12%.Scelta sbagliata dei Retro?Può darsi,ma non credo.Io ho ovviato a questo andando sempre avanti :D
I boss:capolavori di gameplay.Abbatterli è a volte difficilissimo,e vi porta a sfruttare tutte le vostre abilità.Questo è un bene,a mio parere.Raramente si sono visti nemici realizzati con il solo scopo di mettere alla prova la vostra scioltezza nell'usare le nuove abilità acquisite.
Ogni centimetro del mondo ha un suo scopo.Non vi troverete mai con le mani in mano,la strada sarà sempre a portata d'astuzia.Il backtracking raggiunge il suo climax nella seconda parte del gioco.Alcuni hanno detto che pouò essere frustrante dover tornare indietro di chilometri.Io dico che invece ci vuole pochissimo tempo,proprio grazie alle nuove abilità nel frattempo acquisite.Il super salto e la maggiore resistenza di Samus permettono di battere intere zone nell'arco di 2 minuti.E non dimentichiamoci che tutto ciò è NECESSARIO:strada facendo infatti potrete imbattervi in punti inizialmente non raggiungibili e acquisire,che so,una nuova Espansione missile.E tutto ha un senso,una spiegazione.

In conclusione,Metroid Prime è come la morfosfera di Samus.Liscio,rotondo,perfetto.Un piccolo pianeta che racchiude in sè forse il miglior gioco mai realizzato,non ci trovo nulla di esagerato nel dirlo.Ogni angolo è perfetto,ogni centimetro è gameplay puro,stile,spettacolo hollywoodiano di classe.Un'equilibrio magico,come una pallina che rotea nel bordo di un bicchiere senza mai cadere.Non mi aspettavo un gioco così,nessuno se lo aspettava immagino.
Le piccole crepe che molti hanno visto....beh,chiedo loro una cosa:se un gioco come Metroid,per loro,non si avvicina alla perfezione,allora quale altro gioco potrebbe farlo.E chiedo nuovamente loro:e se in realtà fosse solo una questione di gusti?
Au revoir e scusate per la logorrea,la sintesi non è tra le mie corde

Ramsete II
11-04-2003, 16.08.46
Sono d'accordo su quasi tutto quello che hai detto, una "sintesi" che riassume molto bene il valore del gioco e le sue caratteristiche peculiari. Metroid non è la perfezione, sicuramente però ci si avvicina. Non la raggiunge, a mio avviso, a causa non di difetti, ma di determinati aspetti (del gameplay, tecnicamente e in quanto a durata dell'avventura, nulla da dire, ci mancherebbe) che per quanto non criticabili così come sono, perchè coerenti come hai giustamente spiegato con la filosofia del gioco, posso infastidire l'utente (me compreso, pur prostrato di fronte a tale sercizio di programmazione, ben migliore di quanto fatto dal maestro su Cubo fin'ora, in attesa di Zelda). A cosa mi riferisco? Difficoltà di alcuni passaggi, backtracking e, forse (ma questo è un discorso che andrebbe approfondito) un tantino di coinvolgimento emotivo "da filmato". Non si tratta di difetti, o di mancanze, ma di caratteristiche che - ripeto - avrebbero potuto essere smussate. Ripeto: teletrasporti (poi, chi non vuole, può anche non usarli), il respawn dei nemici e un save (magari senza possibilità di ricaricare) nelle zone più bastarde. IMHO, ovviamente.