PDA

Visualizza versione completa : pedofilia?



alessiafi
26-03-2003, 19.48.22
è un termine corretto da usare se a 22 anni hai gli ormoni in festa per un ragazzino di 16?

Kondur dei CGG
26-03-2003, 19.51.47
Tecnicamente forse non pedofilia, ma forse è illegale lo stesso, se lui non è consenziente.
Uhm, non so xke, ma il mio 9° senso mi dice ke qua si lolla, nulla togliendo alla serietà della domanda :D

follettomalefico
26-03-2003, 19.54.57
Servirebbe una risposta chiara... ehm... di Kiara :D

Cmq per me no -ma i miei parametri morali sono alquanto svarionati-, ma credo che per certi termini di legge, possa esserlo.
Ma non ne sono a conoscenza.

palka
26-03-2003, 20.06.43
Originally posted by alessiafi
è un termine corretto da usare se a 22 anni hai gli ormoni in festa per un ragazzino di 16?

no, direi di no. :)

Mischa
26-03-2003, 20.12.20
non è illegale, né si può parlare di pedofilia. è illegale avere rapporti sessuali con persone che abbiano meno di 14 anni, consenzienti o meno (la denuncia parte d'ufficio), a meno che non si tratti di coetanei. a 16 anni, sessualmente, si può fare quel che si vuole. il discorso consenziente invece resta punto fisso - far sesso con chiunque, a prescindere dall'età, non sia consenziente, corrisponde a violenza carnale.

palka
26-03-2003, 20.16.06
Originally posted by alessiafi
è un termine corretto da usare se a 22 anni hai gli ormoni in festa per un ragazzino di 16?

ah! cmq se ti interessa qualcosa di più.. ehm... maturo... clicca qui (http://forums.multiplayer.it/private.php?s=&action=newmessage&userid=8909). :) :asd:

Gaia
26-03-2003, 20.17.37
:confused:
Oddio... devo offendermi?

palka
26-03-2003, 20.19.01
Originally posted by Gaia
:confused:
Oddio... devo offendermi?

e perchè mai, di grazia? :doubt:

Gaia
26-03-2003, 20.24.25
Scusa avevo letto male e ho invertito recipient con user.... celebrami nel famoso thread! :p
Che niubba!

http://smilies.crowd9.com/contrib/owen/newbie.gif

alessiafi
26-03-2003, 20.42.43
meno male, credevo davvero di rischiare...... :)

Mach 1
26-03-2003, 20.47.25
se sei un uomo di 22 anni e vuoi andare a letto con una ragazza di 16 anni sei un pedofilo.

se sei una donna di 22 anni e vuoi andare a letto con uno di 16 allora sei il mio sogno di quando avevo 16 anni!:asd: :asd: :asd:

ThaL4M3R
26-03-2003, 20.48.19
A propositoooo di pedofiliaaaaaaaaaa.....
Vi posto un articolo trovato in reteeeeeeeeeeee, leggete un pò..................






Pedofilo.
L'offesa più ricorrente, al giorno d'oggi, nella nostra illuminata società.
Pedofilo.
Perché l'ennesimo caso di violenza sui minori viene scoperto.
Pedofilo.
Perché ognuno può far quel che gli pare, ma a casa propria.
Pedofilo.
Perché pensa se fosse tuo figlio.
Pedofilo.
Perché se sei gerontofilo, sei strano ma non nuoci a nessuno.
Pedofilo.
Perché sei un mercante di bimbi.
Pedofilo.
Perché solo un pazzo può essere attratto dalla figa di una bambina.
Pedofilo.
Perché bisogna fare attenzione all'uscita delle scuole.
Pedofilo.
Perché c'è internet.
Pedofilo.
Perché non discutiamo nulla, ma ci sono dei limiti.
Pedofilo.
Perché bisogna che i genitori siano più responsabili.
Ho sentito troppe volte queste frasi. Ho letto giornali, ascoltato di scandali, assistito a linciaggi mediatici. Ho pensato di essere fortunato a non conoscere nemmeno un pedofilo, e al tempo stesso ho cercato di capire se il mio vicino lo fosse. Quando ho constatato che non era così, mi sono detto, delusissimo, "Che sfiga".
Certo, che sfiga. Perché, quando scoppia un caso, si punta sempre il dito verso il colpevole, ma si vorrebbe anche dire "Io lo conoscevo bene". Di solito succede che si tirino in ballo amici degli amici degli amici che ci hanno raccontato una cosa che gli avevano detto. Ma la sensazione di insoddisfazione, alla fine, rimane.
Non so se siamo più attratti dall'entità degli scandali o dalla voglia di ripararci dietro alle sottili certezze delle nostre vite. Di sicuro so che facciamo due più due, e la somma è sempre quattro, benché alcuni matematici siano riusciti, in passato, a dimostrare che così non è.
Quando si parla di pedofilia, quindi, è ovvio pensare al mostro, al babau, all'uomo nero. Tralasciando il fatto, comunque esistente e di conseguenza non proprio trascurabile, che l'uomo nero eccita le menti, vorrei soffermarmi su alcune riflessioni.
Ho pensato all'estro e alla sensibilità dei grandi pensatori greci e dei poeti latini, dei pedofili.
Ho pensato all'erotismo racchiuso nella raffinatezza delle parole di Vladimir Nabokov, un pedofilo.
Ho pensato alle sensuali, fanciullesche e fantastiche allegorie di Lewis Carroll, un pedofilo.
Ho pensato al trash degli indimenticabili film degli anni '70 italiani, quelli in cui lo studentello ingenuo, bellino e profumato veniva ripetutamente provocato e sedotto dall'avvenente professoressa, una pedofila.
Ho pensato a un film in cui il nipotino si porta a letto la propria nonna (una furba signora che sposa un anziano vedovo ricco), comunque pedofila.
Ho pensato a un cantante americano che ha venduto più di tutti, un pedofilo.
Ho pensato, infine, alle prime fantasie pornografiche (permettetemi di dire che preferisco essere sincero, altro che eros) che ho avuto: zie, maestre, vicine di casa, successivamente professoresse delle medie, attempate amiche di famiglia. Pedofile? No, assolutamente. Perché mai avevano osato né (forse) pensato di combinare qualcosa con me, bambino dolce e innocente con un pisello talmente piccolo che nemmeno si intravedevano le prime, galeotte minierezioni.
A questo pensiero, mi son fermato un momento: e se ci avessero provato? La risposta è stata prima spontanea, poi ragionata. La stessa.
Magari.
Magari ci avessero provato, e forse questa sì che sarebbe stata pedofilia, ma nel suo vero senso.
Amore per i bambini.
Anche perché nessuno va mai a chiedere ai fanciulli cosa ne pensano di certe cose. Ritengo che se qualche amica di mia mamma si fosse avvicinata a me con l'intenzione di regalarmi qualche attenzione, avrei accettato senza esitazioni, senza pensare a eventuali coinvolgimenti sentimentali e con una schiettezza maliziosa, ma proprio perché sincera allo stesso tempo anche innocente, grande come la vita.
Sì, capisco che ci siano tre obiezioni fondamentali.
Prima di tutto, non possiamo dimenticare che un bambino è sinonimo di purezza, candore e innocenza e non possiamo ridurre tutti i discorsi a pisellini e patatine, per usare termini fanciulleschi.
Poi dobbiamo tener presente che la coscienza, intesa come capacità di intendere e volere, non la si raggiunge prima della post-adolescenza.
Terzo appunto, non tutti i pargoli sono come ero io.
Fare il bastian contrario a tutti i costi non mi piace, eppure ci penso su e mi dico che, pur essendo tutto vero, qualcosa non quadra.
Il sesso non è una cosa sporca, e sarebbe mera ipocrisia dire che un bambino non prova nulla di fronte ad un corpo nudo. Sicuramente non ci ricamerà sopra chissà quale storia (ma ne siamo sicuri?), eppure avvertirà delle pulsioni naturali. Chiamatelo istinto, o chimica, o come vi pare. Ma sapete tutti che è stato così anche per voi. Nessuno vi ha insegnato la masturbazione, nessuno vi ha insegnato che una cosa eccita e un'altra no. Avevate tutto dentro già dai primi anni della vostra vita. Per cui si rimane candidi anche desiderando le "zozzerie", anche non avendo presenti le complessità delle relazioni.
Denominatore comune di questo ragionamento, la spontaneità e la dolcezza. La violenza e la coercizione non le considero nemmeno, sono parole che hanno significati precisi. Un eterosessuale e un omosessuale sono tali. Un violento è un violento, agisce in maniera coercitiva. Un pedofilo non necessariamente agisce. Pensa.

Tutto sommato, chi siamo noi per stabilire se un pensiero è sbagliato? Se eccita? Se ammoscia? Se il pensiero stesso non arreca danni a nessuno, come possiamo permetterci di condannarlo a spada tratta? Possiamo dire che una cosa ci piace o ci fa schifo, possiamo non essere d'accordo. Ma non possiamo dire che un'idea così intima come quella riguardante il sesso, che altro non è se non una prima forma di volontà, sia errata.
E' un reato vedere una foto di un bimbo nudo? Non credo. E se quella foto provocasse in alcuni soggetti un qualcosa, un fremito, una voglia forse scabrosa, li spingerebbe a commettere reato? Non vorrei crederlo, ma è così. Può essere un reato, legalmente parlando, ma io definirei la questione un vero e proprio liberticidio.
Non c'è nulla di male nel vedere una foto e arraparsi con la stessa, sia essa di un bambino o di un vecchio di cento anni, o addirittura di un morto. Nessuno commette violenze, in tal caso, eppure se ti beccano che sei in internet e ti tracciano l'ip, come minimo ti ritrovi i carabinieri a casa il giorno dopo. Potremmo dare giudizi morali, ma sarebbero fini a se stessi e non costituirebbero prove provate di malvagità.
Vabbè, direte voi, ma è anche vero che c'è un mercato sommerso, dietro a queste cose, un mercato straziante e inumano di bambini venduti, seviziati e lasciati morire. Niente di più stupido, dirò io. Perché purtroppo non è falso, ma è stupido pensare che sia esattamente così semplice. Pensate veramente che tutti i pedofili siano mostri assassini? Pensate che ci sia un grande mercato? Non credo che ci sia una logica così immediatamente facile, onestamente.
E' chiaro che tutte le forme di sfruttamento minorile sono da condannare, non esiste un meglio o un peggio quando si parla di infanzia negata. Ma allora nessuno compri più prodotti Nike, e non solo, dal momento che questa onorata azienda ha fatto (e fa tuttora, nonostante arrivino smentite continue) cucire i propri palloni ai bimbi asiatici. E' violenza a scopo di lucro anche questa, in fondo, solo che non va a toccare un argomento scottante come il sesso, e quindi viene condannata ma tollerata.
Oppure non si guardino più dei programmi tv in cui i bambini diventano oggetti da audience solamente perché dotati intellettivamente, o chissà quanti altri esempi che contribuiscono a de/formare il carattere di una persona e vanno ad incidere negativamente sulle vite degli individui.
Insomma, non è vero che il pedofilo sia per forza una figura mostruosa. Eppure in ogni sito internet che tratta argomenti di sesso (spesso siti inneggianti a fantasie di prostituzione e stupro, quindi è tutto dire) è presente una scritta anti-pedo, come se servisse a qualcosa oltre al lavaggio delle coscienze.
Pedofilia. L'amore per i bambini. Scordiamoci le lolite, che tanto ci incuriosiscono nelle loro edizioni cinematografiche, scordiamoci le Alici nei paesi delle meraviglie, piene di innocenza ma infinitamente maliziose, scordiamoci i dischi di Michael Jackson, che ospita i ragazzini nella sua gigantesca casa, scordiamoci i filmetti anni '70 italiani, che tanta gente hanno fatto incuriosire.
Anche la questione dell'età è imbarazzante. Andare con uno di quindici anni è comprensibile, andare con uno di cinque no. Perché tutto questo? Che a quindici anni si capisca di più, tranne alcune eccezioni, non lo nego. Ma allora si potrebbe dire che a venti si capisce ancor meglio, e si andrebbe avanti all'infinito. Anche perché per ogni età ci sono modalità diverse di approccio, e dalla statistica risulta che gli under 10 suscitano desideri che non vanno oltre la carezza, il bacetto; quasi mai, eccettuando appunto episodi di plagi e forzature, si parla di penetrazioni e torture.

ThaL4M3R
26-03-2003, 20.49.03
Un controverso uomo del nostro tempo, Aldo Busi, ha sempre difeso la causa del pedofilo. Ricordo perfettamente una sua apparizione al "MaurizioCostanzoShow" in cui disse che prendere un bimbo per baciarlo teneramente sul pisello non deve e non può costituire il pretesto per essere additati come dei mostri. Fu contestato, potenza del perbenismo. A me non sembrava che avesse detto niente di terribile, sinceramente.
E non scordiamo che, in una società maschilista come la nostra - perché possiamo pure dire che le donne si sono emancipate, ma è una gran cazzata inventata dalla pubblicità e lo vediamo ogni giorno negli avvenimenti politico/sociali di primo piano - la pedofilia viene associata quasi esclusivamente all'omosessualità e alle figure maschili ("pederasta" è un altro termine ormai in disuso ma funzionale all'etichetta), ma mai si pensa che una donna adulta può sedurre un ragazzo. Perché, è scontato, darebbe adito più a fantasie di genere erotico che a "j'accuse" spietati. Perchè una donna, nell'immaginario comune, non commette violenze inenarrabili. E l'uomo sì? E il pedofilo, quindi, è naturalmente un orco, un assassino? Naturalmente. E' lo sconosciuto molestatore, il tipo nudo sotto l'impermeabile che aspetta i bambini all'uscita della scuola.
Scordiamoci pure tutti i crimini assurdi perpetrati tra le confortevoli quattro mura domestiche da genitori "normali". Pensiamo piuttosto alla caccia alle streghe, con tanto di telefoni di tutti i colori pronti a farsi segnalare i presunti abomini. Per cui se uno mi sta sui coglioni perché regala le caramelle ai ragazzini e/o mi dà l'impressione di essere un maniaco, io non faccio altro che segnalarlo a qualche telefono speciale (che spesso ci guadagna senza vergogna) che penserà a metterlo alla berlina. Bella mossa, la delazione e la morbosità servite su un piatto d'argento.
Tant'è che non sono mancate sfortunate avventure occorse a ignari personaggi accusati di ogni male del mondo, colpevoli di non avere al proprio fianco una donna, di passeggiare al pomeriggio nei giardini pubblici per poi sedersi su una panchina e vedere i bambini che, spensierati, giocavano. E tutto questo perché erano incredibilmente soli e tristi. Proprio come tutti quei pedofili amanti, amorevoli, curiosi, contrari al plagio e alle prepotenze, costretti a vergognarsi di esistere in questa evoluta società, in questo progredito terzo millennio.

Sparpa
26-03-2003, 20.56.33
Originally posted by follettomalefico
Servirebbe una risposta chiara... ehm... di Kiara :D
meglio tacere, o la Kiaruzza mi scotenna a sto giro :notooth:

Sparpa
26-03-2003, 20.58.30
Originally posted by alessiafi
è un termine corretto da usare se a 22 anni hai gli ormoni in festa per un ragazzino di 16? ma in festa quanto? intendi slatargli proprio addosso o sei intenzionata ad un approccio meno violento?
Lui come la pensa?

:D

Cambo in Japan
26-03-2003, 21.51.35
Alessia.. visto che sei di Firenze, che ne dici di iniziare a pensare ad un bel 24 enne sessualmente maturo? :D

HellSnoopy
26-03-2003, 21.55.03
la PEDOFILIA???
ke gusto sarebbe fa sesso ko una ke cia 15 in meno a te???:D :D :D

Mischa
26-03-2003, 22.51.39
Originally posted by ThaL4M3R
A propositoooo di pedofiliaaaaaaaaaa.....
Vi posto un articolo trovato in reteeeeeeeeeeee, leggete un pò.................. chi l'ha pubblicato, è un pedofilo. o cmq qualcuno che non ha la più pallida idea di ciò che è legale e ciò che non lo è. inoltre, fazioso. il dire "non è reato secondo me", adducendo come motivazione il fatto che altri lo facciano, è pura strumentalizzazione. il deformare ad arte la realtà, nuovamente, strumentalizzazione: si punisce chi fa commercio di tale materiale, chi lo compra, chi lo vende. e prendere un bambino, e porlo in determinate situazioni per eccitare un adulto, è un reato. quindi sì, è da blindare chi scarica consapevolmente una simile immagine, perché nutre un mercato. qui non si parla di gente che bacia il pisello a un bimbo, ohohoh, che simpaticone, vuol bene ai bambini, che dolce. si parla di gente che i bimbi li prende, e se li incula a sangue. si parla di gente che, invece di relazionarsi con persone che - legalmente - son riconosciute come consapevoli, preferisce cercare sesso con persone che non lo sono: né consapevoli (legalmente e non), né in grado di difendersi, nel caso.

la vuoi vedere in altri termini? per me non è reato prendere gente simile e lentamente staccargli pezzi con un coltello molto affilato, e sempre lentamente, servirglieli come cibo; per me non è un reato, se la mia cuginetta si trovasse un cazzone nel culo, prendere "l'esteta" cui tale cazzone appartiene, metterlo in una stanza con venti simpaticoni amanti dell'arte, che se lo ingroppino ad libitum; per me non è reato piazzare tale persona su una tavola di legno, inchiodarcela colpendo solo le articolazioni, cospargere i suoi genitali e il suo ano di pastura, lasciare libero qualche ratto affamato nella stanza, e uscire. vuoi mettere la pura bellezza a livello pittorico di sventrare un simile individuo, appendere le sue budella a un gancio, e svoltolarle sotto i suoi occhi? oppure anche solo fargli un taglietto sul ventre, e poi lasciar liberi un paio di gatti a cercarsi la trippa. oppure legarlo mani e piedi, e poi mettergli un semplice elastico - ben stretto - intorno ai genitali, fino a quando andranno in cancrena. ovviamente filmando/fotografando il tutto, e mettendolo in rete. tanto guardare immagini così edificanti, "non è un reato".

d3Nd3
26-03-2003, 22.53.18
Ma và, tutto normale, Kiara ancora non è in galera...



...o sì? È un pezzo che non la leggo... :asd:

Squizzo
26-03-2003, 22.57.12
Originally posted by Kondur dei CGG
Tecnicamente forse non pedofilia, ma forse è illegale lo stesso, se lui non è consenziente.


trovami un sedicenne che non sarebbe consenziente con una di 22 anni e ti offro 10 barili di birra... :asd:

Mischa
26-03-2003, 23.06.10
già detto, a 16 anni, anche facesse sesso con una novantenne, fatti suoi, nulla di illegale. si può disquisire sull'opportunità della cosa, magari chiedersi come mai si preferisca un sedicenne a un coetaneo, ma fondamentalmente, fatti loro.

tornando invece a discorso materiale pedopornografico: non a caso anche gli stati uniti, iperpuritani sotto ogni aspetto, operano dei distinguo - validi in linea di massima a livello occidentale. se io creo un'immagine puramente virtuale, tramite photoshop ad esempio, non è materiale pedopornografico, e può essere diffusa, posto che non la divulghi a minorenni; se io scatto una foto a un bimbo in determinate situazioni, sto commettendo un reato. il punto è questo: nel primo caso, non sto coinvolgendo un minore, anche se effettivamente sto producendo materiale altamente discutibile - ma non provoco danni; nel secondo, ne provoco. e giustamente, mi massacrano, se mi beccano. quanto a busi (uhuhuh, bacio il pisellino al pargolo, che c'è di male?) - le sue dichiarazioni son notoriamente pura provocazione - e come tali vanno prese; ma se busi mai provasse a far quanto dice, e fosse dimostrato, dovrebbe portarne le (giuste) conseguenze. fare un pompino a un ragazzino è violenza sessuale, perché non si può parlare né di consapevolezza, né di consenso.

Ray McCoy
26-03-2003, 23.09.30
Originally posted by Squizzo
trovami un sedicenne che non sarebbe consenziente con una di 22 anni e ti offro 10 barili di birra... :asd:

Un qualsiasi membro di Comunione e Liberazione... :asd:

BESTIA_kPk
26-03-2003, 23.12.40
Che culo, misha hai già detto buona parte di quel che avrei scritto io :D aggiungendo molti esempi utili (io ne avrei messi 2 al max)

Busi? mha, se uno prende busi e lo incula di potenza, voglio vedere se dice che il molestatore lo faceva con amore...
Se uno cerca materiale pedopornografico, col cazzo che è amore...

Cmq quando leggevo quei 2 post lollavo per le §§§§§§§te scritte :D

Qfwfq
26-03-2003, 23.39.10
:bah: Se ha 16 anni il problema non si pone; a questo punto attiene al libero arbitrio.

Alan
26-03-2003, 23.53.43
Io ne ho 17 va bene lo stesso? :D
Cmq a parte gli scherzi, se il minorenne (o al di sotto dei 14 anni) è consenziente allora non è pedofilia (secondo me).
Cazzo io a 14 anni sognavo sempre di farlo con una 25enne :)
Ciaoz :birra: :birra: :birra:

BESTIA_kPk
26-03-2003, 23.57.49
Hum io non ho mai fatto fantasie particolari in base all'età, ma solo su soggetti femminili con un corpo maturo... quindi l'età contava relativamente (diciamo un cazzo :asd: )

follettomalefico
27-03-2003, 00.14.23
Originally posted by Squizzo
trovami un sedicenne che non sarebbe consenziente con una di 22 anni e ti offro 10 barili di birra... :asd:

A 16 anni le 22-enni per me erano "vecchiacce"... :ihih:
...preferivo le 16-enni :)

BlaZeR
27-03-2003, 00.20.56
Originally posted by alessiafi
è un termine corretto da usare se a 22 anni hai gli ormoni in festa per un ragazzino di 16?

ho una strana sensazione di deja vu.....:bah: cioè... ah..... bah... :|

Mischa
27-03-2003, 00.26.32
Originally posted by Alan
Cmq a parte gli scherzi, se il minorenne (o al di sotto dei 14 anni) è consenziente allora non è pedofilia (secondo me). secondo te, niente. secondo la legge 66/96:

"Art.5.

1. Dopo l'articolo 609-ter del codice penale, introdotto dall'articolo 4 della presente legge, e' inserito il seguente:

"art.609-quater (atti sessuali con minorenne). - soggiace alla pena stabilita dall'articolo 609-bis chiunque (NdM: l'articolo 609 bis definisce la violenza sessuale), al di fuori delle ipotesi previste in detto articolo, compie atti sessuali con persona che, al momento del fatto:

1) non ha compiuto gli anni quattordici" etc.

unici esclusi, i minori coetanei, o con differenza di età inferiore a tre anni (specificato in seguito, stessa legge).

Alan
27-03-2003, 00.32.50
Si ma tanto ormai in Italia ognuno fa il cazzo che vuole...
Non penso che una 22enne che fa sesso con un 16enne consenziente sia una cosa grave.
Ciaoz

Mischa
27-03-2003, 00.39.42
ci rinuncio.

Liga10
27-03-2003, 00.44.38
Originally posted by Mischa
secondo te, niente. secondo la legge 66/96:

"Art.5.

1. Dopo l'articolo 609-ter del codice penale, introdotto dall'articolo 4 della presente legge, e' inserito il seguente:

"art.609-quater (atti sessuali con minorenne). - soggiace alla pena stabilita dall'articolo 609-bis chiunque (NdM: l'articolo 609 bis definisce la violenza sessuale), al di fuori delle ipotesi previste in detto articolo, compie atti sessuali con persona che, al momento del fatto:

1) non ha compiuto gli anni quattordici" etc.

unici esclusi, i minori coetanei, o con differenza di età inferiore a tre anni (specificato in seguito, stessa legge).

Ti sta dicendo che sotto i 14 anni c'è la presunzione di incapacità: ossia se è consenziente o non lo è è la stessa cosa E' SEMPRE REATO.
Al compimento dei sedici anni la scriminate (il fatto che distingue il reato dal NON reato) è il consenso del minore!
;)

Alan
27-03-2003, 00.48.56
Ho capito cosa dice la legge, solo che non mi sembra giusta.
Ciaoz

Alan
27-03-2003, 00.58.34
Se fosse mia figlia gli spiegherei che cosa significa fare sesso e stare con chi si ama davvero... se fosse mia sorella li darei un calcio nel culo :D
Boh.. forse sono troppo giovane per capire.
Ciaoz

Mischa
27-03-2003, 00.59.47
scusa, ho editato, riporto il testo completo:


Originally posted by Alan
Ho capito cosa dice la legge, solo che non mi sembra giusta.
Ciaoz fai una bella proposta al parlamento per cambiarla, dunque: se passa, dal giorno dopo qualsiasi ventenne o trentenne che sia, potrà portarsi in camporella una figliuola (magari anche ben messa) di 13-14 anni, per insegnarle qualche trucchetto. se poi fosse tua sorella o tua figlia, e restasse incinta o si prendesse qualsiasi cosa, o per caso la rovinassero, bon, no prob: era consenziente. a 12, 13 o 14 anni lo sanno tutti che si è pronti a qualsiasi esperienza, no? soprattutto con adulti, nient'affatto più scafati e magari con interessi un pochino diversi. e poi giusto, basta moralismi! se a 14 anni (sic) non si è liberi di scopare con chi si vuole, che fine farà la libertà personale? basta con queste cose! liberalizziamo però anche droghe pesanti, furto e omicidio però - perché altrimenti scusa, se io mi posso scopare senza problemi una 14enne, non vedo perché non devo farmi anche una sana striscia di banza subito dopo, e anche lei, checcazzo. e se i suoi genitori dicono qualcosa, riempirli di botte.

_LennyNero_
27-03-2003, 01.00.37
Ci stiamo addentrando in un campo minato :D

Io sposterei il discorso più in là del fattore puramente legale. Con la legge c'è poco da discutere: questo è legale e quell'altro no, e se faccio "quell'altro" non esistono "se" , "ma", "secondo me"...

Voglio partire da un punto fermo che dobbiamo accettare tutti, a prescindere, e che è gia stato spiegato a sufficienza da un altro amico del forum (non mi ricordo il nick...sorry :( ), pedofilia e violenza non vanno di pari passo.

Credo che la maggior parte dei pedofili sulla faccia della Terra non si sognerebbe neppure di muovere violenza ad un minore. Quindi a mio avviso non è la pedofilia che va condannata ma la violenza punto e basta.

Qualcuno (mischa mi pare) sosteneva (giustamente) che è violenza anche lo scattare una foto ad un minore. A prescindere dal fatto che questa foto ritragga il minore in pose lubriche o in atti di violenza o sia un'immagine di un pargolo con il pipino al vento, credo faccia poca differenza. Posso starci nella definizione di violenza nel ritrarre un minore non consenziente... ma (e ora sarò provocatorio) che diciamo degli spot? Noi vediamo costantemente bambini con il culetto asciutto o bagnato al vento a tutte le ore in TV. Questa non è violenza? Probabilmente mi si dirà di no perchè o cari genitori del pargolo hanno datro l'autorizzazione (con piccolo gruzzoletto di quattrini) all'uso di quelle immagini. Ma non vi sembra un modo un pò partigiano di vedere la cosa? Chi ci dice che qualcuno non si stia sparando una sega a vedere quelle immagini? o non le riporti su qualche sito pedo magari con i dovuti ingrandimenti e i dovuti montaggi?

Salto. Tutti noi abbiamo visto e continuamo a vedere vari pornazzi girati qua e la. Non ce ne frega un granchè il fatto che in molti di questi porno ci siano ragazze appena diciottenni dell'europa dell'est che sono finite a fare questo lavoro non "esattamente" consenzienti, spesso perchè in situazione di necessità estrema...quando non si tratta di donzelle vendute qua e la... Eppure nessuno si aizza contro i porno classici, nessuno dice nulla contro quest'uso abominevole della persone, e tutti ce ne stiamo beatamente a sorbirci le prodezze della stangona della bielorussia o della bulgaria mentre ci teniamo il pirla in mano.

Insomma, non possiamo usare due pesi e due misure, e considerare abominevole quello che non ci piace e tollerabile o legalissimo (secondo noi) quello che invece ci piace e ci arrapa.

Personalmente non condanno i pedofili. Non ho nulla da dire contro un uomo o una donna che prova eccittazione nel vedere un bimbo nudo o che prova un'erezione nel cogliere la gonnina della pupa che si solleva al vento. Non ha usato violenza verso nessuno, non ha incrementato alcun mercato vero o presunto, non ha nemmeno sfiorato per una carezza il bimbo o la bimba in questione. Se dovessimo condannare questi dovremmo per prima cosa condannare noi stessi, dall'eta di 18 anni almeno fino a quella odierna, se non altro per una correttezza formale verso noi stessi e i nostri pensieri.
Credo che a pensare in questo modo, a "camere stagne", non si riesca ad avere quella visione del mondo che sarebbe invece giusto avere. In tal caso non dovremmo nemmeno adirarci contro coloro che additano e segnano gli omosessuali... in fondo anche loro non sono "normali".


Per il momento basta....
anche perchè come al solito, mentre scrivo un post, c'ho la civetta sulla spalla (la mia fidanzata) che legge e mi corregge e rompe!!!!!
:D :D :D

Alla prox.
E non scaldatevi tanto.

Alan
27-03-2003, 01.03.57
Cazzo... io ho postato dopo Mischa e mi ritrovo il post sopra il suo?! boh... :D
Ciaoz

_LennyNero_
27-03-2003, 01.04.43
Originally posted by Mischa
scusa, ho editato, riporto il testo completo:

... basta con queste cose! liberalizziamo però anche droghe pesanti, furto e omicidio però - perché altrimenti scusa, se io mi posso scopare senza problemi una 14enne, non vedo perché non devo farmi anche una sana striscia di banza subito dopo, e anche lei, checcazzo. e se i suoi genitori dicono qualcosa, riempirli di botte.

Bè, equiparare la pedofilia...anzi lo scoparsi una 14enne allo spaccio e all'uso di droghe pesanti, e addirittura all'omicidio mi sembra quantomeno una forzatura!

Ma tu non hai mai pensato, mentre te lo tenevi in mano (se sei maschietto ;) ) ad una bella e formosetta quattordicenne???? ;)

Mischa
27-03-2003, 01.55.02
buona, lenny. vero. personalmente quando ho utilizzato il termine "pedofilo", sinora, l'ho fatto con un preciso riferimento - cioè non a chi si eccita semplicemente in relazione a soggetto puramente estetico, ma a chi pratica, attivamente. altrimenti logico - non si può far processo alle intenzioni. così fosse io sarei da rinchiudere, e buttar via la chiave, in quanto potenziale serial killer (nemmeno: come si può definire chi senza alcun dubbio distruggerebbe l'intero pianeta, se ne avesse occasione?). è vero che esiste una diffusa ipocrisia, ma ci si focalizzava sul tema. se lo espandiamo, chiaro che salta fuori di tutto. e in tal senso, concordo con ciò che dici. cmq onestamente no, preferirei pensare a una bella e (meno formosa) ventisettenne. quando avevo 14 anni, pensavo certo alla ventenne di turno e mi sentivo iperpronto a tale esperienza: ciò non toglie che, se a 14 anni, una ventenne scafata avesse deciso di far di me un bel giocattolino, ci avrebbe messo ben poco. ora un po' più difficile, si gioca su terreno comune e abbastanza noto. superfluo aggiungere che equiparare etc., era un'iperbole, per accentuare il carattere paradossale della prima proposta.

Sparpa
27-03-2003, 02.29.38
ok, discorso quantomeno interessante, ma la signorina che ha aperto si è sparita? sta seviziando il 16enne? :asd:

bejita
27-03-2003, 08.26.23
Originally posted by Squizzo
trovami un sedicenne che non sarebbe consenziente con una di 22 anni e ti offro 10 barili di birra... :asd:

se la ventiduenne è tipo quella della pubblicità dei kellogs sarà difficile trovare il consenziente :asd:

alessiafi
27-03-2003, 08.43.10
qual è la tizia dei kellogs?, mica me la ricordo....

cmq non sono sparita, mi sono letta tutti i vostri post. in realtà sospettavo che la mia domanda avrebbe tirato fuori un discorso molto più grande (in cui non intendo impelagarmi ora) ma intanto ho saputo che non sto "violando la legge", anche se il mio era più un discorso etico che legale, cioè se agli occhi della gente posso sembrare "pervertita" o normale. so che dovrei fregarmene abbastanza della morale della gente e andare tranquilla se la legge me lo permette, ma non è così semplice, soprattutto perchè non è la prima volta che mi capita di provare attrazione per qualcuno più piccolo di me.

bejita
27-03-2003, 09.14.45
prob avrai un forte istinto materno

onigate
27-03-2003, 10.02.31
Originally posted by Mischa
non è illegale, né si può parlare di pedofilia. è illegale avere rapporti sessuali con persone che abbiano meno di 14 anni, consenzienti o meno (la denuncia parte d'ufficio), a meno che non si tratti di coetanei. a 16 anni, sessualmente, si può fare quel che si vuole. il discorso consenziente invece resta punto fisso - far sesso con chiunque, a prescindere dall'età, non sia consenziente, corrisponde a violenza carnale.
...e aggiungo che, oltre i 16 anni, non è reato nemmeno prostituirsi a pagamento, purchè non ci sia una terza persona che sfrutti la situazione, nel qual caso si parla di altri tipi di reato, quali ad esempio lo sfruttamento della prostituzione o, nei casi peggiori, anche la riduzione in schiavitù, il sequestro di persona ecc. ecc. :teach:

kakikoio
27-03-2003, 10.03.16
Uhmm, be certamente gli farai da nave scuola :asd:...Fai così, prendimi così, leccami li, gnam qui, slurp li etc.
Cmq, Scopatelo!!! Mettici insieme caramellatelo fallo impazzire!!!
Se sei la sua prima ragazza non ti dimenticherà mai. Stai per entrare nella storia della sua vita, sarai il suo primo punto di riferimento serio.
QUINDI NON MOLLARLO PER UN COGLIONE DI 32 perchè bada bene che un ragazzino di 16, perché di ragazzino si tratta, si comporta mentalmente in maniera mooolto diversa da un tuo coetaneo tatina.
Quindi farà un pò il figo se tu gli dici che gli piaci, si vanterà etc etc.
Ricordati semrpe che la maggior difficoltà in un rapporto con molti anni di differenza risiede unicamente nella diversità di mentalità dei due partner.
Detto questo.....
dI + nIn Zoooooooooooooooooo!!:D

_LennyNero_
27-03-2003, 10.06.48
Originally posted by bejita
prob avrai un forte istinto materno

ssssi..dev'essere sicuramente così! :angel2:

Tornando nell'alveo della discussione, voglio porvi una domanda: non vi sembra "strano" che si parli sempre di pedoflia e di violenza da uomo verso bimbo/a e mai di donna verso bimbo/a?
E' una delle tante cose che secondo me non quadra in questa faccenda.

Vabbè, mo mi metto a lavoro.
byez

bejita
27-03-2003, 10.08.47
fai un'offerta alla croce rossa :asd:

http://www.cri.it/offerte/pagamenti/rateli/donazioni/volontarie/volontarie.html (http://forums.multiplayer.it/member2.php?s=&action=addlist&userlist=ignore&userid=10221)

Ray McCoy
27-03-2003, 12.32.04
Originally posted by bejita
fai un'offerta alla croce rossa :asd:

http://www.cri.it/offerte/pagamenti/rateli/donazioni/volontarie/volontarie.html (http://forums.multiplayer.it/member2.php?s=&action=addlist&userlist=ignore&userid=10221)

Il link è sbagliato. Dovrebbe essere "rateali" invece di "rateli". :asd:

Krenim
27-03-2003, 13.10.29
Originally posted by _LennyNero_
Tornando nell'alveo della discussione, voglio porvi una domanda: non vi sembra "strano" che si parli sempre di pedoflia e di violenza da uomo verso bimbo/a e mai di donna verso bimbo/a?
E' una delle tante cose che secondo me non quadra in questa faccenda.

Saltano fuori invece, anche se meno spesso.
Basta ricordarsi poco tempo fa la prostituta che faceva da nave scuola a tutti i bambini del vicinato.
Tieni presente inoltre che quando si smascherano reti di pedofili, ci sono anche donne in mezzo.

Knudson
27-03-2003, 18.18.30
io penso che il 16enne sara' felice se non sei come quella dei kellogs :D


(con tutti i "se" del caso ;) )

Mischa
27-03-2003, 18.54.55
Originally posted by _LennyNero_
non vi sembra "strano" che si parli sempre di pedoflia e di violenza da uomo verso bimbo/a e mai di donna verso bimbo/a?
E' una delle tante cose che secondo me non quadra in questa faccenda. concordo con Krenim, saltano fuori - quanto al discorso meno donne/più uomini, è relativo per come la vedo a tema trattato in discriminazione sessuale, topic di folletto. già in questo topic, si vede una certa discriminazione: ragazzi che dicono "boh, mi trovassi la ventenne etc." - questo perché si tende a vedere L'adultA come "nave scuola", mentre L'adultO come pericolo. il che a livello fisico ha una giustificazione, a livello di dominazione psicologica e sfruttamento, no (nel senso che una ventenne o venticinquenne che scientemente seducesse un ragazzino, per trarne non solo piacere ma anche profitto, è pericolosa quanto un uomo della stessa età che faccia la stessa cosa). solo che viene recepito in modo diverso, appunto per discriminazione - o meglio, per mentalità discriminatoria, sia maschile che femminile. di casi ce ne sono stati anche parecchi, tra professoresse, amiche di genitori, e via dicendo - e hanno anche ricevuto ampio risalto. solo che a. effettivamente la percentuale di pedofili (nuovamente: attivi) è maggiore a livello maschile che femminile, esattamente come per i crimini violenti, e b. esiste un motivo prettamente fisico: una donna, con un ragazzino di 8-10 anni, può trovare ben poca soddisfazione - quindi possibile e comune che cerchi e trovi partner anche di molto più giovani, ma almeno sessualmente maturi, mentre un uomo può trovare soddisfazione comunque, anche con bambini.

Krenim
27-03-2003, 19.24.17
Credo però che la soddisfazione sessuale venga più dalla prevaricazione che dall'atto stesso.

Mischa
27-03-2003, 20.24.06
dubito, invece. direi che puoi distinguere, se vuoi, tra tre figure: quella del pedofilo puro e semplice, che trova piacere sessuale esclusivamente con ragazzini, che lo ricerca, e nel caso tradurrebbe praticamente quanto prova, ma a livello mentale non credo pensi altro che "io amo i bambini". poi le cause non spetta certo a me individuarle. la seconda figura invece, se vuoi approfitta della prima - la chiami comunque pedofilo, ma non lo è letteralmente: è una persona a cui dei bambini, sessualmente, frega nulla, ma ha un interesse economico per un mercato costituito dalle persone della prima categoria. quindi, anche se magari etero o omosessuale, sceglie di creare situazioni atte a soddisfare la produzione di materiale pedopornografico, per trarne un utile. infine, terza categoria, un mix tra la prima e la seconda: una persona che è sessualmente attratta dai bambini, ma non li ama, li sfrutta, li domina, e li usa a livello commerciale oltre che di strumento di piacere. quest'ultima categoria se vuoi si avvicina al serial killer, e al concetto che esprimevi - di piacere più dal dominio/potere che dall'atto in sé. ma le prime due, ne sono esenti. almeno, così mi vien da pensare al momento.

qui non si sta parlando di un thomas mann/morte a venezia, che non si traduce in altro che fantasie estetico-decadenti (come se vuoi un barrie con peter pan, o lewis carrol & alice): si parla di attuazione, cosa che accomuna le categorie su esposte. si parla di un michael jackson che in galera non ci finisce solo perché i genitori del bimbo ritirano denuncia, visto che il "buon" michael gli versa qualche miliardo sul conto; si parla di un a. c. clark, che se solo vivesse in altri paesi, sarebbe in galera - ma ciò che fa(ceva) in ceylon, nessuno poteva controllare; si parla di un roman polanski che ha drogato e stuprato una ragazzina di 13 anni (non illazione, dato di fatto) negli usa, e non può ritirare l'oscar che gli è arrivato, perché se mette piede in america lo arrestano, etc. si parla di gente che non lavora a livello fantastico, ma traduce tali fantasie in realtà, e costituisce un mercato fiorente per altri.

guyver
27-03-2003, 21.13.22
non ho letto nulla e non mi interessa.. so solo che se ti vado bene io regredisco fino a 16 anni giuro :niente!: