PDA

Visualizza versione completa : Fascismo



gefri
19-03-2003, 16.13.25
Ciao a tutti,
vi chiedo perpiacere di postare qui quali sono stati, secondo voi, gli aspetti positivi e negativi del fascismo in Italia.
Vi chiedo perpiacere di non flammare, di non fare discussioni, solo semplicemente postare i 2 punti, non è importante che scriviate i motivi, se lo fate meglio, altrimenti mi aiuterete lo stesso.
Grazie a tutti.

Ray McCoy
19-03-2003, 16.23.22
Favorevoli:
- Scomparsa della mafia.
- Supporto degli sportivi italiani negli avvenimenti internazionali (anche se più per motivi politici).

Sfavorevoli:
- Inesistenza delle libertà personali.
- Rappresaglie, intimidazioni, crimini verso chiunque non giurasse fedeltà al PNF.
- Enorme confusione socio/culturale.
- Incapacità di buona parte della classe dirigente, politica e militare.
- Evidente sopravvalutazione delle capacità degli Italiani.
- Riti, stili e tradizioni al limite del ridicolo (vedi Starace).
- Violenza alla base della mentalità fascista.
- Continui abusi di potere.


La lista dei punti a sfavore si potrebbe allungare parecchio.

BlackLinX
19-03-2003, 16.28.11
vedi gefri ... quando si votava sotto il fascismo, c'erano 2 schede, quella tricolore e quella bianca (se non erro) .. in pratica si andava nella cabina e si sceglieva una scheda su cui apporre il voto, poi per andare alle urne si percorreva un corridoio dove i soldati fascisti vedevano chiaramente di che colore era la scheda che si teneva in mano...

non vorrei parlare di pro e contro, mi fanno male al cuore ... preferisco raccontare un aneddoto come quello di cui sopra ... per il resto quoto il post di piccolo...

ah! Nei contro metterei anche la scomparsa del thè e soprattutto del Caffé (a favore di intrugli italiani, come il surrogato) :D

Ghiaccio
19-03-2003, 16.30.40
favore
Già il potenziamento della rete ferroviaria (che ancora oggi si usa), la costruzione di scuole,ospedali, la bonifica delle zone paludose in lombardia.

contro quello che hanno detto loro.

hackboyz
19-03-2003, 16.33.06
Sfavorevoli:
- Introduzione dell'esame di maturità ... argh! si sta avvicinando :brr: ( :D )

RoodRedBear
19-03-2003, 16.34.37
Più che di parte, diciamo che i Pro si contano sulle dita di una mano..

Quello che intende Black era l'intenzione del Duce a rendere l'Italia uno stato autarchico, o sbaglio?
Ossia renderlo auto-sufficiente, senza aver il bisogno di importare i prodotti dall'esterno.
Indi no caffè, thè. tabacco, cacao..

BlackLinX
19-03-2003, 16.37.42
Originally posted by Ghiaccio
Già il potenziamento della rete ferroviaria (che ancora oggi si usa), la costruzione di scuole,ospedali, la bonifica delle zone paludose in lombardia? Un filino di parte o mi sbaglio?

calma calma ... molti erano semplicemente eventi mediatici, ceto c'è da dire che le bonifiche avvenute in Emilia-Romagna forse hanno strappato alla palude alcuni campi e zone edificabili.

Ma pensa a come molte strutture siano state costruite sull'onda dell'esubero, una cosa è costruire, un'altra è mantenere!

Eppoi diamine, quello stile distruttivo dei centri storici delle città italiane, che fanno a pugni con classicismo, gotico e liberty(!!), oltre al fatto che qui in VdA i fascisti hanno cambiato i nomi di tutte le città/paesi, senza costruire un picco di niente (l'unica ferrovia che c'è è stata costruita nel IXX secolo), anzi ... ci sono delle struttutura, bleah!

Ovviamente io parlo localmente perchè conosco molto meglio la storia della mia VdA che quella d'Italia (zona per zona ovviamente)... Immaginate che i fascisti mandarono gli alpini a morire OVUNQUE (Russia docet), ma soprattutto agli inizi della guerra in Francia, contro i propri parenti ed amici, con cui condividevano la lingua ... inoltre le truppe erano affiancate ad insegnanti di italiano per insegnare la lingua dell'Impero italiano ai poveri francesi del sud ... ma pensate un po'!!

Ce ne sarebbe ancora, per approfondire io sono qui :)

Ray McCoy
19-03-2003, 16.48.14
Originally posted by BlackLinX
Immaginate che i fascisti mandarono gli alpini a morire OVUNQUE (Russia docet)

Beh, il Fascismo ha mandato CHIUNQUE, a morire OVUNQUE. Siamo stati un disastro logistico. ;)

Basti pensare che abbiamo invaso il Sud della Francia in bicicletta... I Francesi pensavano che i soldati italiani fossero in gita.

gefri
19-03-2003, 16.57.24
Originally posted by hackboyz
Sfavorevoli:
- Introduzione dell'esame di maturità ... argh! si sta avvicinando :brr: ( :D )

Già, il sondaggio è x quello...

Detto questo, secondo me uno dei meriti è il fatto che Musso quando ha preso in mano l'Italia aveva un forte debito publico, che alla fine è riuscio a trasformare in un credito (in nn molti anni)

i punti a sfavore sono legati soprattutto alla violenza, anche se da molte ricerche che stò effettuando risulta che nn siano state così terribili (ovviamente paragonate ad altri regimi dittatoriali, cosa che nn si può dire del nazismo, logico cmq che sono state l'aspetto + negativo del fascismo che da solo forse può annullare quanto fatto di buono.)

Scusate se aggiungo una domanda: il fascismo secondo voi, ha mai raggiunto il consenso della maggioranza della popolazione italiana?

ora basta, io nn parlo +m, deve essere come un sondaggio!

zeder
19-03-2003, 16.57.25
Su su non siate così cattivi e pieni di pregiudizi....
Storicamente è stato un fallimento, ma caro geffri ti metto non cose a favore di un regime, ma cose buone che un regime cattivo ha fatto;)

Riforma gentile:la prima e forse unica riforma seria della scuola italiana
Concordato Italia-Città del Vaticano: si mette fine alla convivenza forzata che durava dalla presa di Roma tra Stato Italiano e Papa.
Una completa e organica riforma giudiziaria: benchè liberticida nei principi che lo hanno ispirato ci ha dato il codice penale, civile tra i + avanzati in europa (1942), ha attuato la riforma del diritto commerciale.... Bè su questo lasciatemelo dire è stato molto + lungimirante dei tanti politici che si sono succeduti nel dopoguerra...
Potenziamento, benchè a scapito del ceto agricolo, della struttura industriale italiana e delle relative infrastrutture... Qua ci sarebbe molto da dire, sia a favore che contro... ma storicamente ritengo fosse una necessità...
Se non ci fosse stato il fascismo avremmo ancora la monarchia:angel2:

Questi alcuni dei pro importanti...

Contro... bè
Tutto il resto... no scherzo..
A quello che hanno detto e diranno gli altri ti aggiungo alcuni motivi
Corporazioni e appiattimento sulle posizioni degli industriali
Scelte sbagliate in politica estera... dal colonialismo alla 2 guerra mondiale
Riforme economiche abborraciate, incomplete e dannose...
Non risoluzione della questione meridionale.... se c'è una profonda spaccatura economica tra nord e sud lo dobbiamo alle occasioni mancate del Fascismo... con una politica che ha favorito solo gli industriali del Nord senza creare altre alternative al sud che l'emigrazione...
Ovviamente le leggi razziali e tutte le misure liberticide.. ma questo penso rientri nella dicitura Fascismo....

Bè ho messo un pò di carne al fuoco
cia cia

Sparpa
19-03-2003, 16.58.05
scusatemi, non mi intrometterò perchè non mi va di parlare di questi argomenti....
però sarebbe bello che il topo non finisse per essere solo uno spara spara al fascista rimasto. tutto qua.
Fascisti veri sono ormai soltanto adulti e vecchi, coloro che ne fecero parte. Molto probabilmente anche molti figli di fascisti, ma parlare di fascismo fra i giovani oggi, è a tutti gli effetti quasi fargli un "complimento".
Detto questo, nessuno replicherà mai con le proprie solide basi ideologiche. perchè praticamente non esistono.

spara spara...c'è scappato pure il morto.
Non fomentiamo ancor di più l'astio fra vere e proprie frange opposte, perchè nessuna delle 2 sa quello che dice.

e ve lo dice uno che non ci capisce un cazzo.

BlackLinX
19-03-2003, 17.02.17
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Beh, il Fascismo ha mandato CHIUNQUE, a morire OVUNQUE. Siamo stati un disastro logistico. ;)

Basti pensare che abbiamo invaso il Sud della Francia in bicicletta... I Francesi pensavano che i soldati italiani fossero in gita.

e quando le nostre truppe motorizzate incontrarono i tedeschi?

"Ja, foi essere truppe motorizzate, fero?"
"Sì siamo noi"
"Dofe essere fostri mezzi?"
"Mezzi? Veramente noi saremmo addestrati ad usare i camion, questi ci vengono dati per le esercitazioni eppoi se li riprende il comando, i mezzi dovreste darceli voi!"
"Ak, italiani!!"

:asd:

Demon80
19-03-2003, 17.02.19
D'accordo con quanto detto sopra dagli altri.
Sono state istituite molte struttire ancora molto valide ancora oggi: dalla ferrovia, la costruzione di strutture pubbliche...

Ma non credo sia un bene non avere il diritto di libertà...se non sbaglio abbiamo partecipato alla grande guerra solo x non essere esclusi dal grande giro delle nazioni europee...
Se ricordo bene sui libri di scuola avevo letto una frase che mi colpì: "L'italia partecipò alla 2° guerra mondiale solo xchè il duce voleva buttare lì il suo migliaio di morti nel tavolo delle trattative di spartizione dei territori a fine guerra"...

Ditemi voi... :(

gefri
19-03-2003, 17.02.43

MaGiKLauDe
19-03-2003, 17.21.26
un compagno è stato ucciso l'altra notte a milano e tu mi parli dei lati buoni del fascismo?!

l'unico fascista buono è un fascista morto...

RoodRedBear
19-03-2003, 17.28.00
Qui in Sardegna dal Benito è stata fondata Carbonia, Qui venivano mandati in esilio durante il regime fascista i prigionieri politici, a scavare nelle miniere, dalle quali appunto il paese prende il nome.
Ancora oggi molti anziani infatti ricordano il periodo stranamente con "buoni" ricordi, probabilmente perchè qui giù l'influenza del fascio non si è sentita più di tanto.

Mach 1
19-03-2003, 17.36.47
sfavorevoli: era una dittatura. Non era possibile esprimere le proprie idee.

favorevoli: laddove non c'è liberta di espressione non è possibile trovare argomenti favorevoli.

the_World
19-03-2003, 17.45.03
Originally posted by gefri
Scusate se aggiungo una domanda: il fascismo secondo voi, ha mai raggiunto il consenso della maggioranza della popolazione italiana?
Secondo me no, altrimenti non avrebbe avuto bisogno nè della marcia su Roma, nè tantomeno dei plebisciti e dello squadrismo. E'però possibile che la propaganda creasse un sottobosco piuttosto nutrito di sostenitori (facendo tuttavia spesso uso della diffusione di notizie non proprio "esatte"...)

gefri
19-03-2003, 18.13.14
vi prego di esaudire le mie richieste riguardo al topic, vorrei fare una cosa seria, quidi per esempio magik evita certi commenti che tra l'altro nn hanno senso.
Se vuoi che ti spieghi xchè mandami un pm senza postare qui, grazie.

kyjorkx
19-03-2003, 18.42.52
Favorevoli:
La crisi del 29 non intaccò più di tanto l'economia italiana.
Riforma Gentile.
Bonifiche di terreni paludosi (Maremma).
Istituzione INPS.
Patti Lateranensi.

Sfavorevoli:
Abolizione libertà di riunione.
Abolizione libertà di parola.
Abolizione libertà di associazione (indi, unico partito era il Pnf).
Abolizione libertà di stampa.
Emanazione leggi razziali.
Omicidio Matteotti.
Esercito disorganizzato mandato a morire in Unione Sovietica e in Africa.
Soppressione camera dei deputati.
Aver fornito migliaia di italiani per i forni di Hitler.
Se volevi campare senza olio di ricino e manganello dovevi avere la tessera del Pnf.

hackboyz
19-03-2003, 19.04.00
Originally posted by kyjorkx
La crisi del 29 non intaccò più di tanto l'economia italiana.

Non sono d'accordo. L'Italia non ha sofferto più di tanto la crisi del '29 semplicemente perchè aveva un industria poco sviluppata e i rapporti col mercato mondiale erano molto scarsi. Per non parlare del sistema finanziario: inesistente. Tra le altre cose le misure adottate da Mussolini per combattere la crisi del 29' (che comunque anche se in piccola parte rispetto agli altri paesi europei è stata avvertita anche in Italia) furono un disastro: vennero abbassati gli stipendi degli operai (che già non se la passavano bene), mentre le spese per gli armamenti rimasero alte. E alla fine, come sempre, i sacrifici li fecero i più poveri.

FLUKe
19-03-2003, 19.49.36
Originally posted by RoodRedBear
Qui in Sardegna dal Benito è stata fondata Carbonia, Qui venivano mandati in esilio durante il regime fascista i prigionieri politici, a scavare nelle miniere, dalle quali appunto il paese prende il nome.
Ancora oggi molti anziani infatti ricordano il periodo stranamente con "buoni" ricordi, probabilmente perchè qui giù l'influenza del fascio non si è sentita più di tanto.


Infatti noi carboniensi siamo felicissimi di avere la torre LITTORIA e la via BALILLA (!!!!) ma per carita'.....poi ti assicuro che l'influenza del fascio si e' sentita eccome....
Carbonia fu fondata proprio per via di quell'autarchia fassista (su marte) che ci tolse il caffe (che il duce beveva ;) ) e ci regalo' la miscela leone....Il nostro carbone era un carbone sporco,sulfureo ed infatti alla caduta del regime carbonia fu schiacciata dal carbone piu' "pulito" dell'europa dell'est....se non fosse mai avvenuto il passaggio delle miniere all'Enel , Carbonia
(o GArbonia come la chiamiamo noi "oriundi") si sarebbe spopolata in un baleno.....

Ray McCoy
20-03-2003, 00.01.41
Originally posted by gefri
Scusate se aggiungo una domanda: il fascismo secondo voi, ha mai raggiunto il consenso della maggioranza della popolazione italiana?

La confusione culturale del fascismo era alta. Quindi non si può dire che il fascismo abbia avuto supporto di massa. Il fascismo era tutto e niente, e raccoglieva da ogni ambiente.

Inoltre, si consideri che una buona fetta della popolazione simpatizzava per il PPI/DC (ma ci aggiungerei anche un po' dei Socialisti), un partito che non parlava certo di "intervento". Queste persone reagivano passivamente, e non hanno mai opposto resistenza, un po' per timore, un po' perchè non motivate dai leader politici, un po' per inerzia personale, e mentale.

In questi stava il consenso di massa alla abse del fascismo. Nell'inerzia di chi avrebbe potuto opporsi.

gefri
20-03-2003, 00.29.12
vorrei ringraziarvi tutti per la civiltà che state mostrando; se avete voglia guardate cosa mi è successo sul forum di hwupgrade; mi hanno pure bannato 5 giorni!:D

(forum off topic- nome fascismo- utente gefri...)

BlackLinX
20-03-2003, 09.55.32
Originally posted by gefri
Scusate se aggiungo una domanda: il fascismo secondo voi, ha mai raggiunto il consenso della maggioranza della popolazione italiana?

Non credo, il consenso è una cosa piuttosto labile; il Duce si riprometteva di fare miracoli, in campo economico, di guerra e per l'onore e la storia dell'Italia.

In effetti vedete il Duce come un prodotto mediatico, stile grande Fratello. L'unica differenza è che Mussolini credeva ciecamente in tutto ciò che faceva e portava tra la gente la voce del governo.

Al di la di tutte le constatazioni naturali che si possono fare sul Fascismo, la forza d'impatto sulla folla è stata micidiale, anche se molti cittadini sono riusciti a discernere la realità ad un discorso pieno di proseliti e promesse.

Faccio due esempi di vita reale:

Quando Mussolini venne ad Aosta, Aosta era nella provincia di Torino... Mussolini cercava una nuova provincia nell'Area Nord Ovest Italiana. Prima passo ad Ivrea dove fece un discorso che non convinse più di tanto gli Eporediesi. Ad Aosta ci fu l'acclamazione operaia: Mussolini parlò agli operai della Cogne (nota industria di Acciaio che fornì negli anni 40 migliaia di tonnellate di acciaio per la costruzione di materiale bellico italiano) dicendo loro: "Piegheremo i nostri nemici, come voi piegate il ferro su questa incudine!" (intanto batteva il ferro sull'incudine, con un martello) ... ci fu una standing ovation, Aosta divenne provincia :D

Un altro esempio me lo portano i miei bisnonni di Genova. Nelle grandi città era usuale un'influenza politica particolare, a differenza di Aosta dove NESSUNO ha mai parlato in termini di politica come fece il Duce.
Dicevo, il mio bisnonno ricevette numerose visite da parte delle squadre fasciste per chè non aveva appeso in ingresso del suo negozio il quadro di Mussolini, nemmeno quello del Re!
La "fortuna" del mio avo fu quella di avere come vicini alcuni negozi di ebrei: praticamente i Fasci se la prendevano solo con loro (vetrine rotte ed altre intimidazioni), dimenticando l'offesa del mio bisnonno.

Il consenso era una cosa piuttosto flebile allora come oggi :)

elfebo
20-03-2003, 10.18.21
cazzo ne capiamo noi del fascismo!!!!!

tutto e' un sentito dire, sentito fare, sentito essere!

65 anni fa c'erano milioni di persone che idolatravano mussolini.
dopo 10 anni erano milioni che lo insultavano.
e cosi' avanti per decenni.

per favore, evitiamo di commentare su situazioni,cose e persone dove non si e' mai potuto avere un riscontro reale.
anche io potrei dire tante cose a favore, ma sono solo "pensieri" dettati dallo stravolgimento della mia mente, da parte di qualche persona molto piu' anziana di me, che a sua volta ha ricevuto idee e notizie tramandate ecc.ecc.
pensate a quante volte Gianni Agnelli e' stato dato morto per fuga di notizie non vere, ed erano passati pochi giorni!!!!
pensate a quante stronzate si sono dette sugli avvenimenti storici di alcuni anni fa, tutto cio' a dimostrare che la mente dell'italiano cambia molto velocemente, e non e' certo attendibile per dare giudizi a coloro che potevano solo sentir raccontare senza aver vissuto.
il mio padrino (oggi 87 anni), che mi chiama camerata, era una persona "normale" 65 anni fa, non era ricca, ma adora ancora il fascismo (evitare insulti plz), poi c'e' mio nonno (ora morto purtroppo) che sputava in faccia al figlio (ideologicamente, non fisicamente), cioe' mio padre, perche' comunista convinto.
ne nascevano discussioni tra loro tre infinite, sembrav una gara di freestyle, ma alla fine non vinceva nessuno, perche' erano troppe in ballo le discussioni con "se" e "ma".

Ray McCoy
20-03-2003, 10.30.17
Originally posted by elfebo
65 anni fa c'erano milioni di persone che idolatravano mussolini.
dopo 10 anni erano milioni che lo insultavano.
e cosi' avanti per decenni.

Fatto male i calcoli. :D


Originally posted by elfebo
per favore, evitiamo di commentare su situazioni,cose e persone dove non si e' mai potuto avere un riscontro reale.

Beh, un momento. La maggiorparte delle cose dette in questo topic vengono fuori da dati reali, e da studi effettivi. Non lo si può negare.

Come ad esempio non si può negare che buona parte del consenso che aveva Mussolini, veniva dall'area Cattolica, troppo "debole" attivamente per poter reagire. E finchè il Vaticano non aveva da lamentarsi, anche i Cattolici non dicevano nulla. Queste non sono ipotesi. Questi sono dati reali, sono studi che ho fatto attraverso opere di storici, e attraverso i racconti di chi c'era.


Originally posted by elfebo
il mio padrino (oggi 87 anni) adora ancora il fascismo (evitare insulti plz)

Perchè insultare? No, sinceramente, perchè ci credi così infimi mentalmente. Chi non ha avuto in famiglia qualcuno che abbia appoggiato o apprezzato il fascismo, all'epoca? Credo molti pochi.

I miei nonni materni, entrambi emiliani, sono nati nel '30, e troppo giovani per aver potuto seguire allora la politica, ma mia nonna aveva dei genitori fascisti (mia bisnonna ha continuato a votare MSI fino alla morte, ditemi voi), mio nonno aveva dei genitori socialisti. Eppure i genitori di mio nonno hanno sempre preferito sopportare quello che faceva il fascismo, accettando tutto.

BlackLinX
20-03-2003, 10.31.58
Originally posted by elfebo
cazzo ne capiamo noi del fascismo!!!!!

tutto e' un sentito dire, sentito fare, sentito essere!

[cut...]

Consentimi di dissentire ... personalmente consco parte dei fatti storici che hanno contrassegnato la mia regione e parte delle testimonianze avute da ogni fazione in gioco.

D'altronde la memoria storica è l'unico modo che abbiamo per capire il fascismo e per evitare che ritorni (non bastano 2 articoli sulla Costituzione) ... la memoria storica è anche l'unico modo per ricordare. Ognuno a modo suo si è fatto un'idea, questo è concordabile, ma è difficile che chi si sia quanto meno informato in materia abbia un ideale completamente discordante da quello vero.

Inoltre non è tutto un sentito dire, altrimenti sarebbe così per tutti i fatti storici di 40 anni fa e prima, prima ci sarebbe il buio: cazzo parliamo dei Romani dell'Impero, tanto non c'è nessuno, sono tutti morti!

He!

elfebo
20-03-2003, 11.14.34
Originally posted by BlackLinX
Consentimi di dissentire ... personalmente consco parte dei fatti storici che hanno contrassegnato la mia regione e parte delle testimonianze avute da ogni fazione in gioco.

D'altronde la memoria storica è l'unico modo che abbiamo per capire il fascismo e per evitare che ritorni (non bastano 2 articoli sulla Costituzione) ... la memoria storica è anche l'unico modo per ricordare. Ognuno a modo suo si è fatto un'idea, questo è concordabile, ma è difficile che chi si sia quanto meno informato in materia abbia un ideale completamente discordante da quello vero.

Inoltre non è tutto un sentito dire, altrimenti sarebbe così per tutti i fatti storici di 40 anni fa e prima, prima ci sarebbe il buio: cazzo parliamo dei Romani dell'Impero, tanto non c'è nessuno, sono tutti morti!

He!

io parlavo solo del modo in cui sputate veleno...stop. non mi addentro in altre cose.

Ray McCoy
20-03-2003, 11.18.12
Originally posted by elfebo
io parlavo solo del modo in cui sputate veleno...

:confused: :.:

Se ti aspetti che noi lodiamo il Ventennio, ti sbagli di grosso.

zeder
20-03-2003, 11.22.57
D'accordo con quanto detto da Blacklinx e Piccolo circa i fatti storici....non necesariamente bisogna aver vissuto x conoscere i fatti....

Cmq circa il consenso vorrei ricordarvi solo due cose : l'invenzione della radio e del cinematografo.... Capirete voi l'impatto mediatico che potevano avere... nascono proprio in quegli anni le manipolazioni di notizie e amenità del genere... Ricordo anke che ai tempi la radio non era tanto un "prodotto" come può essere la televisione oggi, ma l'unico elemento che collegava paesini sperduti col resto del mondo... infatti nei comuni + piccoli c'erano almeno due radio... quella del parroco e quella del podestà e quando dovevano essere date notizie importanti la gente, volente o nolente, veniva riunita ad ascoltare...

D'altra parte volevo far notare che la parola consenso implica accettazione volontaria.... e queste analisi erano proprie di una certa borghesia, non delle masse abbiette e disagiate del meridione...
Pertanto si può fare uno schema di questo tipo:
Grande borghesia e aristocrazia(vale a dire i grandi industriali del nord) di certo favorevoli in quanto è proprio grazie al loro appoggio che Mussolini potè salire al governo...
Media borghesia e area cattolica: tendenzialmente favorevoli... non dimenticatevi cmq la paura che il comunismo e il socialismo esercitavano in queste classe, con i diritti dei lavoratori, i sindacati gli scioperi.... Tutti elementi che con MUssolini sono stati messi a tacere...

Infinie abbiamo la piccola borghesia e le grandi masse agricole/operaie.... Diciamo che grossomodo non avevano voce in capitolo e non avevano una consapevolezza tale da scegliere autonomamente... Insomma dove girava il vento...

Tutto questo "consenso" venne meno con l'entrata in guerra dell'Italia e la rottura di tutti quegli equilibri politici/economici su cui si basava il fascismo... Insomma entrammo in una guerra che nessuno voleva...

elfebo
20-03-2003, 11.55.58
Originally posted by -S-Piccolo-S-
:confused: :.:

Se ti aspetti che noi lodiamo il Ventennio, ti sbagli di grosso.

ma e' logico, non aspettarti che io parli bene di montoya....

BlackLinX
20-03-2003, 12.06.51
Originally posted by elfebo
io parlavo solo del modo in cui sputate veleno...stop. non mi addentro in altre cose.


mmmm, non mi pare di sputare veleno ... comunque anche se fosse non ci vedrei nulla di male, in fondo Mussolini l'abbiamo appeso noi (come Italiani) per i piedi.

elfebo
20-03-2003, 12.30.54
Originally posted by BlackLinX
mmmm, non mi pare di sputare veleno ... comunque anche se fosse non ci vedrei nulla di male, in fondo Mussolini l'abbiamo appeso noi (come Italiani) per i piedi.

non tutti gli italiani.

BlackLinX
20-03-2003, 13.23.13
Originally posted by elfebo
non tutti gli italiani.

alcuni, in nome del POPOLO italiano ... e della libertà!

elfebo
20-03-2003, 13.33.49
Originally posted by BlackLinX
alcuni, in nome del POPOLO italiano ... e della libertà!

aridaje.

parla per te.
io sono ITALIANO, e conosco molti ITALIANI che non condividono la tua affermazione.

BlackLinX
20-03-2003, 13.39.58
Originally posted by elfebo
aridaje.

parla per te.
io sono ITALIANO, e conosco molti ITALIANI che non condividono la tua affermazione.

he, ma l'avvenimento storico è stato questo: la morte del Duce tra le offese del popolo Italiano, finalmente liberato da un oppressore ... che poi tu non sia fiero dell'accaduto è una cosa personale, io non affermo che Mussolini fu ucciso per il popolo, dal popolo e per la libertà, perchè è andata veramente così! :)

elfebo
20-03-2003, 13.44.38
Originally posted by BlackLinX
he, ma l'avvenimento storico è stato questo: la morte del Duce tra le offese del popolo Italiano, finalmente liberato da un oppressore ... che poi tu non sia fiero dell'accaduto è una cosa personale, io non affermo che Mussolini fu ucciso per il popolo, dal popolo e per la libertà, perchè è andata veramente così! :)

vabene ok tanto non la penseremo mai uguale!;)

beviamoci va:birra:

BlackLinX
20-03-2003, 13.54.18
Originally posted by elfebo
vabene ok tanto non la penseremo mai uguale!;)

beviamoci va:birra:

già, concordo :birra:

:roll2 .. almeno lasciamo qualche reply ad altri utenti :notooth:

densou
21-03-2003, 21.45.00
mmhh BE' NON POSSO MANCARE A QUESTI TOPIC :roll3:

scherzi a parte oggi sono di buona lena per cui mi limiterò (uff non c'è il nero di colore :notooth: ) a dire gli aspetti pro e contro...

Pro:
Disciplina & Rigore

siate bravi ed ammettete che oggi ognuno è quasi lasciato a sé stesso [no flame plz]

Contro:
REGIME... nessuno vuole capire che nonostante fosse una dittatura l'ultima parola l'aveva il RE, e in tempo di guerra (aveva dato pure il consenso e non si preoccupava delle conseguenze) scappò via con tutti i soldi RUBATI [maledetti Savoia, se li prendo...] al Governo e alle opere pubbliche ... il DEFICIT del nostro STATO si è creato proprio quell'8 settembre

Le leggi razziali sono state emanate BEN OLTRE 10 anni da quanto il Duce prese il Governo... ragion per cui è stata una forte influenza tedesca a redigere tali carte ... (nessuno mai lo mette in chiaro... perché non emanarle direttamente nel '23? ovvio, non erano necessarie e solo la Germania ha contagiato l'Italia con le sue idee)

STOP

Waaagh
21-03-2003, 22.44.35
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Favorevoli:
- Scomparsa della mafia.
- Supporto degli sportivi italiani negli avvenimenti internazionali (anche se più per motivi politici).

Sfavorevoli:
- Inesistenza delle libertà personali.
- Rappresaglie, intimidazioni, crimini verso chiunque non giurasse fedeltà al PNF.
- Enorme confusione socio/culturale.
- Incapacità di buona parte della classe dirigente, politica e militare.
- Evidente sopravvalutazione delle capacità degli Italiani.
- Riti, stili e tradizioni al limite del ridicolo (vedi Starace).
- Violenza alla base della mentalità fascista.
- Continui abusi di potere.


La lista dei punti a sfavore si potrebbe allungare parecchio.


quoto completamente

HellSnoopy
22-03-2003, 12.18.38
Sfavorevoli: Alleanza con hITLER
fAVOREVOLE : N/A :asd:

HellSnoopy
22-03-2003, 12.19.55
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Favorevoli:
- Scomparsa della mafia.
- Supporto degli sportivi italiani negli avvenimenti internazionali (anche se più per motivi politici).

Sfavorevoli:
- Inesistenza delle libertà personali.
- Rappresaglie, intimidazioni, crimini verso chiunque non giurasse fedeltà al PNF.
- Enorme confusione socio/culturale.
- Incapacità di buona parte della classe dirigente, politica e militare.
- Evidente sopravvalutazione delle capacità degli Italiani.
- Riti, stili e tradizioni al limite del ridicolo (vedi Starace).
- Violenza alla base della mentalità fascista.
- Continui abusi di potere.


La lista dei punti a sfavore si potrebbe allungare parecchio.
Quoto a PALLA!!

Disarm
22-03-2003, 13.42.56
Originally posted by HellSnoopy
Quoto a PALLA!!

Concordo ed evito il quote ma aggiungo

Favorevoli:

-Identità nazionale (quasi totalmente assente in Italia ora)

kyjorkx
22-03-2003, 14.17.22
Originally posted by hackboyz
Non sono d'accordo. L'Italia non ha sofferto più di tanto la crisi del '29 semplicemente perchè aveva un industria poco sviluppata e i rapporti col mercato mondiale erano molto scarsi. Per non parlare del sistema finanziario: inesistente. Tra le altre cose le misure adottate da Mussolini per combattere la crisi del 29' (che comunque anche se in piccola parte rispetto agli altri paesi europei è stata avvertita anche in Italia) furono un disastro: vennero abbassati gli stipendi degli operai (che già non se la passavano bene), mentre le spese per gli armamenti rimasero alte. E alla fine, come sempre, i sacrifici li fecero i più poveri.
Invece io penso che se si debba condannare il fascismo sotto moltissimi aspetti, lo si debba invece rivalutare proprio sotto l'aspetto economico.
E' vero, i salari furono ridotti, ma non a causa della crisi del '29, ma perché Mussolini per farsi bello in Europa decise di rivalutare la lira rispetto alla sterlina (quota novanta, '26). A causa di questa rivalutazione vennero favorite le importazioni di materie prime per l'industria, ma gravemente danneggiate furono le esportazioni agricole (in particolare al Sud).
Per quanto riguarda la crisi del '29, credo che in Italia si sia avuta la prima applicazione della teoria keynesiana (intervento dello Stato in caso di difficoltà nei mercati). Se negli Stati Uniti il 29 fu l'Apocalisse, in Italia, grazie alla costituzione dell'IRI e dell'IMI che permettevano di fare profitti ai privati e soprattutto di mantenere l'occupazione, la crisi venne attutita di parecchio. Comunque, una volta che le imprese in crisi si fossero risollevate, andavano rivendute sul mercato, cosa che il Pnf non fece, anzi... .

kyjorkx
22-03-2003, 14.40.44
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Chi non ha avuto in famiglia qualcuno che abbia appoggiato o apprezzato il fascismo, all'epoca?
Io :)

Ray McCoy
22-03-2003, 14.42.25
Originally posted by Disarm
-Identità nazionale (quasi totalmente assente in Italia ora)

Mah, anche lì bisogna vedere se l'identità nazioanle fosse ricercata, perchè veramente parte dell'ideologia, oppure solo perchè il fascismo si opponeva a Socialismo e Comunismo, entrambe ideologie "universalistiche" (che riunivano TUTTI i lavoratori mondiali)...


Però, effettivamente, come effetto, della cultura fascista, bisogna aggiungere anche l'identità nazionale.

Disarm
22-03-2003, 14.49.24
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Mah, anche lì bisogna vedere se l'identità nazioanle fosse ricercata, perchè veramente parte dell'ideologia, oppure solo perchè il fascismo si opponeva a Socialismo e Comunismo, entrambe ideologie "universalistiche" (che riunivano TUTTI i lavoratori mondiali)...


Però, effettivamente, come effetto, della cultura fascista, bisogna aggiungere anche l'identità nazionale.


Nel senso che siamo uno stato "senza storia" o perlomeno con poca storia... il fascismo evidenziava le culture, anche solo a livello folkloristico... poi quanti di noi hanno una bandiera italiana in casa? Che conosco io veramente pochissimi... andate a casa di un francese e fate voi...

HellSnoopy
22-03-2003, 19.08.17
Perchè insultare? No, sinceramente, perchè ci credi così infimi mentalmente. Chi non ha avuto in famiglia qualcuno che abbia appoggiato o apprezzato il fascismo, all'epoca? .
Mio bisnonno ,a quel tempo kome dici tu erano molti i fascisti forzati , infatti il mio bisnonno odiava il nero i fascisti lo hanno mandato in esilio in un paesino della calabria:toh:

densou
23-03-2003, 15.30.42
bah, mio nonno vota DS ma essendo di sangue di Nord-Est [tra trevisto e pordenone] è più razzista di Hitler stesso

:asd:

però s'ink@zz@ se qualcuno glielo fa notare... :roll3:

HellSnoopy
23-03-2003, 15.52.01
Originally posted by densou
bah, mio nonno vota DS ma essendo di sangue di Nord-Est [tra trevisto e pordenone] è più razzista di Hitler stesso

:asd:

però s'ink@zz@ se qualcuno glielo fa notare... :roll3:
SUPERLOLLONE :roll3: :asd: :roll3: :asd: