PDA

Visualizza versione completa : Diario del 7 Marzo - A spasso per Ragol



Skyrise
07-03-2003, 18.04.40
Oggi pi che un Diario un vero e proprio tributo a un titolo che, pur con i suoi difetti, si gi ritagliato un (meritato) posto nella storia dei videogiochi. Vi d qualche indizio: ha aperto la strada dell'online gaming su console, l'ultimo episodio in ordine cronologico di una saga storica ed uscito oggi in versione Pal su GameCube. La risposta fin troppo facile: Phantasy Star Online. Il gioiellino creato da Yuji Naka, pap di Sonic, gi commercializzato su Dreamcast anni or sono e ora felicemente convertito su GameCube, in attesa di approdare presto su Xbox con pieno supporto Live.
Un capolavoro? Analizzando freddamente le features del gioco verrebbe proprio da dire di no. PSO non un MMORPG vero e proprio, non offre un mondo persistente, poco pi di un dungeon crawler action con una spruzzata di elementi RPG e una struttura molto simile a quella di un Diablo in tre dimensioni.
Eppure questo 'giochino' dalla struttura apparentemente semplice e limitata una vera e propria droga virtuale, capace di tenere incollati allo schermo per centinaia, addirittura migliaia di ore un gran numero di giocatori in ogni parte del mondo, e di creare una community virtuale dalla vivacit eccezionale. Insomma, raggiunge egregiamente quello che dovrebbe essere lo scopo principale di ogni videogioco: diverte, e pure per molto tempo.
Alla luce di ci ripetiamo la domanda: un capolavoro? S, assolutamente. E con buona pace di tutti detrattori.

Warzone
07-03-2003, 20.25.21
Originally posted by Skyrise
Insomma, raggiunge egregiamente quello che dovrebbe essere lo scopo principale di ogni videogioco: diverte, e pure per molto tempo. Prendete carta e penna e portatevi a casa questa:
abbassando sufficientemente le pretese, ed ignorando tutti gli altri prodotti sul mercato, la stragranda maggioranza dei videogiochi e' capace di divertire e anche a lungo.
Questa affermazione, frutto di lunghe ed estenuanti ricerche, l'ho sperimentata su me stesso, divertendomi parecchio con giochi che avrei poi stroncato alla resa dei conti. Un gioco che viene giocato a lungo pertanto non e' necessariamente un capolavoro, anzi: molte volte e' una schifezza, che pero' ha dietro una hype esagerata e le pretese basse dei giocatori.

Basse pretese derivate dall' ignoranza degli stessi, senza fare demagogia e' scomodo "svegliare" gli utenti di videogiochi, che da parte loro se ne stanno comodi nel loro sonno (e chi cerca di svegliarli, come me, viene pertanto maltrattato - non per niente di "svegliatori" ce ne sono pochi, e in questo campo solo io ;) ).

Visto che non mi state seguendo :p , accelero, e che nessuno dica che mi tiro indietro: la VERA esperienza, a prescindere che si parli di un gioco, un film, o un pezzo di vita quotidiana, e' composta sostanzialmente da tre fattori: cio' che si vede, cio' che si ode, cio' che si prova. Cio' che e' in grado di coinvolgere tutti e tre questi campi (riconducibili ai cinque sensi) e' in grado di generare esperienze VERAMENTE profonde, e quindi piu' soddisfacenti. Pertanto, basta questo per sfatare il mito che recita "il grande gioco deve solo divertire". Balle. Il gioco deve ANCHE essere bello da vedere E da ascoltare. Altrimenti sara' in grado di impressionare soltanto gente ignorante.

Basta, davanti a questo tipo di spiegazioni dovrei cominciare a farmi pagare ;) e salato ;) .

follettomalefico
10-03-2003, 15.02.27
Originally posted by Warzone
Basta, davanti a questo tipo di spiegazioni dovrei cominciare a farmi pagare ;) e salato ;) .

http://forums.multiplayer.it/showthread.php?s=&postid=1556107#post1556107