PDA

Visualizza versione completa : Diario del 5 Marzo - Un MMORPG... offline?!?



Skyrise
05-03-2003, 14.31.42
Ieri mi è successa una cosa che non mi capitava davvero da tanto tempo, ovvero di leggere una recensione e di essere assalito dalla voglia irrefrenabile di fiondarmi fuori di casa ad acquistare il gioco in questione. Per ovvi motivi sono sempre decisamente ben informato sui vari giochi in uscita e solitamente le recensioni non fanno altro che confermare o smentire idee che mi sono già fatto di un determinato gioco, di cui ho già comunque pianificato o meno l'acquisto. Ma questo .hack://Infection (http://joypad.multiplayer.it/articoli.php3?id=7450) , innovativo JRPG targato Bandai per PlayStation 2 da poco commercializzato negli State, mi era proprio sfuggito ed è stato un piacere scoprirlo, per di più grazie a un articolo (http://joypad.multiplayer.it/articoli.php3?id=7450) pubblicato sulle nostre pagine. A incuriosirmi particolarmente, oltre al sistema di combattimento e di creazione dei dungeon, è il concept stesso del gioco e l'idea alla sua base. dotHack infatti pur essendo un classico JPRG single player è strutturato come se fosse un MMORPG a tutti gli effetti, con personaggi non giocanti che si comportano come se fossero giocatori reali, forum di discussione in cui scambiare oggetti e opinioni ed altre bizzarrie, almeno in un gioco offline, di questo tipo. In pratica giocando a .hack interpretiamo dei videogiocatori che a loro volta stanno giocando a un videogioco online, davvero un esempio mirabile e intrigante di meta-videogioco. E poi ci lamentiamo che i giochi dal concept originale non esistono più...

K4pp4
05-03-2003, 17.07.05
Che dire, oltre a 'meno male' ?
Per fortuna che qualcuno ha ancora il coraggio di sperimentare. La cosa stupefacente è che un'esperimento tutto sommato coraggioso arrivi da una 'macchina da profitto' come Bandai, le cui politiche commerciali sono sempre state basate più che altro sulla concretezza.
Questo dovrebbe farci riflettere: Sano esperimento, intelligente operazione di mercato o tentativo di scuotere un sistema che, bruciando le tappe, da già segni di vecchiezza?
Indubbiamente leggendo la recensione (http://joypad.multiplayer.it/articoli.php3?id=7450) si ha la percezione di un'operazione ampiamente pianificata. Questo mi fa pensare: ben venga dunque anche il lavoro in pieno stile zaibatsu, se usato nel modo giusto? Un recondito angolo della mia mente di giocatore radicale 'vecchia scuola' mi suggerisce che il game deve essere soprattutto frutto del genio e dell'improvvisazione (si pensi a Half-life, Tetris, Worms o altri fenomeni venuti dalla strada), ma il buon senso (o l'età che avanza :D ) mi dice che, tutto sommato, tutto quello che aiuta il mondo videoludico a crescere va bene.
Anche la professionalità e la mentalità corporativa?
Rispondo che l'importante è il risultato... e forse il fascino sottile di questo mondo è proprio il procedere a braccetto di creazioni nate nel garage di casa e di progetti colossali :)

WarFox
05-03-2003, 21.12.16
Half-Life non è venuto dalla strada e non è neanche improvvisato :)

Un po di rispetto per i vecchietti :)

bejita
05-03-2003, 21.24.38
no dai, HL non è per nulla improvvisato :)

K4pp4
06-03-2003, 01.47.31
Avete ragione.. mi sono espresso male (la fretta e l'ufficio sono cattivi consiglieri :rolleyes: ) intendevo dire, quantomeno la percezione è quella, che comunque ha avuto più successo di quanto valve stessa potesse auspicare... e comunque che i mezzi (economici intendo) di cui poteva disporre un buon sviluppatore allora erano decisamente inferiori a quelli attuali

Spero di essermi chiarito & fatto perdonare :D

Warzone
06-03-2003, 11.23.52
Originally posted by K4pp4

Avete ragione.. mi sono espresso male (la fretta e l'ufficio sono cattivi consiglieri :rolleyes: ) intendevo dire, quantomeno la percezione è quella, che comunque ha avuto più successo di quanto valve stessa potesse auspicare... e comunque che i mezzi (economici intendo) di cui poteva disporre un buon sviluppatore allora erano decisamente inferiori a quelli attuali

Spero di essermi chiarito & fatto perdonare :D
Devo comunque dire che l'improvvisazione e' anche parte del genio, e dietro Half-Life c'e' genio. E secondo me, uno dei motivi per cui Half-Life 2 non l'abbiamo ancora visto e' che a Valve non hanno capito perche' H-L e' cosi' bello, e non sono capaci di replicarlo. Posso dire "io si" senza sembrare autocelebrativo? Lo faccio lo stesso :p :D .

WarFox
06-03-2003, 19.52.37
Bhe, c'è da dire che è stato un insieme di cose che ha reso Half-Life un capolavoro...e ad essere sincero credo che oltre alla bravura dei ragazzoni di Valve, ci sia anche una buona dose di fortuna. Fortuna di avere beccato un periodo giusto, fortuna che abbia preso così piede, fortuna che c'è stata gente che si è messa a smanettare sul Worldcraft e sull'SDK.

Credo che difficilmente si potranno ripetere, e lo sanno benissimo
Ma non per questo ci devono dare a mucchio, sono sicuro che tireranno fuori dal cappello qualcosa di ottimo.

E poi non dimentichiamoci di TF2...