PDA

Visualizza versione completa : Sfruttamento lavorativo



Zeus
17-02-2003, 01.42.04
Un piccolo sondaggio, magari sarebbe gradita anche una breve argomentazione. Secondo voi in quale situazione si è più "sfruttati"? (nel senso peggiore del termine ovviamente).

BESTIA_kPk
17-02-2003, 02.17.55
Hum non rispondo al sondaggio, la motivazione è la solita.

Lo sfruttamento lavorativo se inteso "negativamente" è solo una cosa: spremere un lavoratore. Può essere lavoro in bianco, nero o a colori :D ma se si spreme uno è sfruttamento, altrimenti no.

Uno può anche lavorare in nero ma non esser sfruttato, difatti il "nero" significa solamente il mancato pagamento dei contributi (tas e casù :D), ma non significa sfruttare.

Cambiando punto di vista e usando il termine "sfruttamento" come hummm "utilizzo", bè allora tutti i lavoratori sono sfruttati per avere degli utili (possibilmente heheh).

Per quanto ne so, pagare i contributi è giusto ma relativamente. Se uno paga paga e poi la pensione è ridicola, viene traslata in su con gli anni, viene ribassata, vaffanculo a chi di dovere che si *fotte* milioni e milioni alzandosi addirittura lo stipendio alla faccia dei poveracci. Cmq il discorso è ampio.... moooolto ampio

PS: super OT: CS rulez, ping sux over 250 ma qualche lollata me la son fatta stasera rotfllllll

BlackLinX
17-02-2003, 08.42.41
in regola ... ma NON per questo NON sono sfruttato ... SONO SFRUTTATO!!!! :grr:

:p

bejita
17-02-2003, 09.22.52
Originally posted by BESTIA_kPk

PS: super OT: CS rulez, ping sux over 250 ma qualche lollata me la son fatta stasera rotfllllll

:cool:

per me come dice giustamente bestio si può essere sfruttati in entrambe i casi, dipende dal datore di lavoro, e cmq non sembra ma nel caso dei lavoratori regolari è + facile venir sfrittati, perchè il datore in nero lo puoi anche minacciare (extracomunitari a parte) di andare alla finanza, quindi più buonino se ne sta :D

RoodRedBear
17-02-2003, 09.39.31
Originally posted by bejita
:cool:

per me come dice giustamente bestio si può essere sfruttati in entrambe i casi, dipende dal datore di lavoro, e cmq non sembra ma nel caso dei lavoratori regolari è + facile venir sfrittati, perchè il datore in nero lo puoi anche minacciare (extracomunitari a parte) di andare alla finanza, quindi più buonino se ne sta :D


Credo che il datore in nero se ne strafotta di licenziarne uno, ci sono altri 1000 extracomunitari pronti a prendere il suo posto. Quando uno non sa di che vivere sta zitto. :(
E lo stesso per i lavoratori che "potrebbero" denunciare il datore di lavoro..Se proprio vogliono perdere il lavoro lo fanno, ma stai certo che non ne guadagna niente..Sai, per le cose sporche come queste c'è sempre un tappeto sotto cui infilarle.



Italiano a parte è come la penso.

Velena
17-02-2003, 12.03.10
e dove mettete quelle merd di contratti del cavolo tipo prestazioni occasionali , collaborazione del casso dove il datore di lavoro si sente obbiligato solo a sfruttarti come meglio puo' e il lavoratore il piu delle volte si attacca ancora di piu
e cmq lavorare per ingrassare gli altri sux

Raziel7
17-02-2003, 16.16.44
ovviamente la 3:D

cleo
17-02-2003, 16.37.29
Aggiungiamo qualche dettagli al sondaggio... mmmmmh: a parità di orario (8h giornaliere, domenica esclusa) dov'è che vi sfruttano di +? Dove vi pagano un rimborso spese di 800milaLIRE nette al mese con contratto di apprendista, o dove vi pagano 720EURO al nero (e magari iruscite anche a postare qualche volta :notooth: )?

profanatore
17-02-2003, 17.23.28
una persona che lavora in nero lo sa di essere sfruttata quindi sa a cio che va incontro, una persona che lavora in regola e viene sfruttata non sa di finire cosi quindi deve essere tutelata anche se cio non è possibile.:D

Squizzo
18-02-2003, 00.48.35
Originally posted by profanatore
una persona che lavora in nero lo sa di essere sfruttata quindi sa a cio che va incontro

Stronzate. Chi lavora in nero non paga nessun contributo, così chi è in regola per compensare deve pagare di più. E' per questo che a me più di un terzo dello stipendio se ne va in tasse mentre il lavoratore in nero non sgancia una lira. E poi magari prende pure l'assegno perchè risulta disoccupato...

TrustNoOne
18-02-2003, 18.45.34
Originally posted by Squizzo
Stronzate. Chi lavora in nero non paga nessun contributo, così chi è in regola per compensare deve pagare di più. E' per questo che a me più di un terzo dello stipendio se ne va in tasse mentre il lavoratore in nero non sgancia una lira. E poi magari prende pure l'assegno perchè risulta disoccupato...
.

bejita
18-02-2003, 19.10.20
Originally posted by Squizzo
Stronzate. Chi lavora in nero non paga nessun contributo, così chi è in regola per compensare deve pagare di più. E' per questo che a me più di un terzo dello stipendio se ne va in tasse mentre il lavoratore in nero non sgancia una lira. E poi magari prende pure l'assegno perchè risulta disoccupato...

straverità.

fokker fw190a
18-02-2003, 21.33.10
Originally posted by Squizzo
Stronzate. Chi lavora in nero non paga nessun contributo, così chi è in regola per compensare deve pagare di più. E' per questo che a me più di un terzo dello stipendio se ne va in tasse mentre il lavoratore in nero non sgancia una lira. E poi magari prende pure l'assegno perchè risulta disoccupato...
un altro motivo è che chi è in regola,paga x la maggior parte le pensioni degli anziani,che se non erro sono più che i lavoratori in regola.

KAKUGO
18-02-2003, 23.27.03
in generale non saprei............
nel mio caso in regola decisamente...........
bastardi loro ma anche coglione io.......