PDA

Visualizza versione completa : Guerra atomica



destino
27-12-2002, 16.09.06
Allora forse sono troppo giovane ma voglio riassumere un po i fatti in 4 righe perche + in la mi scoccia scrivere:D

Allora inizio 2002:
Bush: sull'afganistan non si esclude l'uso delle bombe atomiche
( e poi invece hanno usato le bombe a raggiera ke sono quelle + potenti di tutte dopo l'atomica):confused:

febbraio 2002:
India e pakistan minacciano di usare l'atomica nei confronti del nemico

inzio dicembre 2002:
Bush: sull'Iraq non si esclude l'uso della bomba atomica:confused:

fine dicembre 2002:
Rumsfeld: la Corea del nord non deve riaprire le sue centrali atomiche per creare plutonio a scopo bellico altrimenti gli Usa potrebbero pensare all'uso dell'atomica nei loro confronti


Allora 4 minacce di guerra atomica in un anno sono mai successe?
io sinceramente non me le ricordo
:( :(
Ormai la pace la evoca solo il Papa


A quanto la guerra atomica secondo voi?:rolleyes:

Ray McCoy
27-12-2002, 16.14.54
Se il prezzo dei videogiochi continua a crescere così tanto, spero il prima possibile...

TrustNoOne
27-12-2002, 16.15.42
Beh un po' di pulizia in questo mondo non farebbe male..
Magari l'estinzione completa del genere umano :asd:
Il problema qui non e' la paura della guerra atomica... Ma e' chi ha mandato Bush al potere (come chi ci ha mandato un altro omino molto meno importante ma + vicino a noi Italiani ;) )

Qfwfq
27-12-2002, 16.19.54
Mao-Tze-Tung diceva che le bombe atomiche sono tigri di carta. Le armi nucleari, paradossalmente, non sono armi, ma solo strumenti propedeudici alla conduzione di una ben delineata strategia politica. E' per questo motivo che, eccezion fatta per gli ordigni tattici a bassissimo potenziale, non rientrano in nessuna dottrina militare moderna. Nel caso della Corea l'obiettivo rimane essenzialmente barattare il disarmo in cambio della fine dell'embargo. Ma le armi della Corea sono spuntate, visto che non possiede difatto missili ICBM in grado di colpire in territorio americano. Per quanto riguarda l'Afghanistan, Rumsfeld parlò dell'utilizzo di ordigni nucleari tattici, massimo da due a cinque kiloton di potenza, ed essenzialmente al fine di portare avanti la distruzione dei rifugi protetti di Al-Qaeda. Il resto è propaganda.

TrustNoOne
27-12-2002, 16.24.13
Originally posted by Qfwfq
Mao-Tze-Tung diceva che le bombe atomiche sono tigri di carta. Le armi nucleari, paradossalmente, non sono armi, ma solo strumenti propedeudici alla conduzione di una ben delineata strategia politica. E' per questo motivo che, eccezion fatta per gli ordigni tattici a bassissimo potenziale, non rientrano in nessuna dottrina militare moderna. Nel caso della Corea l'obiettivo rimane essenzialmente barattare il disarmo in cambio della fine dell'embargo. Ma le armi della Corea sono spuntate, visto che non possiede difatto missili ICBM in grado di colpire in territorio americano. Per quanto riguarda l'Afghanistan, Rumsfeld parlò dell'utilizzo di ordigni nucleari tattici, massimo da due a cinque kiloton di potenza, ed essenzialmente al fine di portare avanti la distruzione dei rifugi protetti di Al-Qaeda. Il resto è propaganda.
Amo la gente informata... Meno male che non sono tutti ignoranti come me ;)

Qfwfq
27-12-2002, 16.29.10
Originally posted by TrustNoOne
Amo la gente informata... Meno male che non sono tutti ignoranti come me ;)

Grazie ;) , ma in realtà il discorso sulle armi nucleari sarebbe molto più lungo e complesso; ad iniziare dalla critica neo-clausewitziana che coinvolge la trattazione delle armi nucleari.

TrustNoOne
27-12-2002, 16.44.31
Originally posted by Qfwfq
Grazie ;) , ma in realtà il discorso sulle armi nucleari sarebbe molto più lungo e complesso; ad iniziare dalla critica neo-clausewitziana che coinvolge la trattazione delle armi nucleari.
:brr:
Solo dal nome sembra cattivissimo :asd:

Chrean
27-12-2002, 16.46.18
Ora c'è lo stesso rischio di guerra nucleare che si correva quindici anni fa con Gheddafi.

Qfwfq
27-12-2002, 16.49.34
Amplio il mio discorso: la strategia di guerra che ha praticamente dominato l'Europa dalla prima metà dell' '800 sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale si basava sulla dottrina esposta nel suo "Vom Kriege" da Carl von Clausewitz; questo generale prussiano, nella sua opera, mise praticamente a frutto gli insegnamenti delle recenti guerre napoleoniche, ponendo come cardine del suo ragionamento un concetto di fondamentale importanza: il concetto di grande battaglia di annientamento e di distruzione fisica delle forze del nemico. L'avversario va non solo distrutto, ma privato della sua volontà di continuare lo scontro, mettendolo di fronte a questa prospettiva; la continuazione del conflitto sarebbe ben più disastrosa dell'accettazione delle condizioni di pace dettate dal vincitore. Clausewitz, inoltre, pose alla base delle sue riflessioni un altro concetto di fondamentale importanza; la guerra è uno strumento finalizzato a servire gli scopi politici e pertanto sottomesso alla politica. Quest'ultima esprime il fine, mentre la guerra è solo il mezzo attraverso il quale raggiungere ( ma solo quando non se ne può fare ameno ) quel determinato fine politico. La base di questi ragionamenti è stata condivisibile sino all'introduzione delle armi nucleari e, più genericamente, sino all'introduzione delle armi di distruzione di massa. Poichè queste, nelle forme più potenti, postulano difatto l'annientamento di ambedue i belligeranti, incrinano il concetto che si aveva precedentemente del fenomeno guerra; guardando la guerra alla luce di tali armi, questa diviene inattuabile, in quanto ogni conflitto sarebbe destinato a degenerare in una guerra di annientamento su scala planetaria. Si vede dunque come le armi nucelari siano state col tempo sepre più considerate non come armi e parte degli arsenali di un determinato paese, ma come strumenti di DETERRENZA, finalizzate pertanto alla conduzione di una determinata politica fatta di minacce, di ricatti nucleari se vogliamo, e di guerre periferiche condotte però secondo dottrine e con mezzi convenzionali. Ecco quindi la spiegazione della famosa definizione di "Tigri di Carta"; le armi nucleari, lo ripeto ancora una volta, non sono armi; o per meglio dire, sono le uniche armi esistenti al mondo messe a punto per non essere mai utilizzate. Questo concetto naturalmente vale finchè si tiene conto della ragionevolezza politica dei governi detentori di determinati arsenali, che in nessun caso porterebbero il loro stato verso l'autodistruzione, ma non esclude l'utilizzo di ordigni nulceari da parte di gruppi terroristici il cui unico fine sia quello di perpetrare la distruzione fine a se stessa; quest'ultima è davvero l'unica minaccia nucleare armata di cui dobbiamo aver paura nel nuovo millennio.

destino
27-12-2002, 17.03.19
Originally posted by Qfwfq
Amplio il mio discorso: la strategia di guerra che ha praticamente dominato l'Europa dalla prima metà dell' '800 sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale si basava sulla dottrina esposta nel suo "Vom Kriege" da Carl von Clausewitz; questo generale prussiano, nella sua opera, mise praticamente a frutto gli insegnamenti delle recenti guerre napoleoniche, ponendo come cardine del suo ragionamento un concetto di fondamentale importanza: il concetto di grande battaglia di annientamento e di distruzione fisica delle forze del nemico. L'avversario va non solo distrutto, ma privato della sua volontà di continuare lo scontro, mettendolo di fronte a questa prospettiva; la continuazione del conflitto sarebbe ben più disastrosa dell'accettazione delle condizioni di pace dettate dal vincitore. Clausewitz, inoltre, pose alla base delle sue riflessioni un altro concetto di fondamentale importanza; la guerra è uno strumento finalizzato a servire gli scopi politici e pertanto sottomesso alla politica. Quest'ultima esprime il fine, mentre la guerra è solo il mezzo attraverso il quale raggiungere ( ma solo quando non se ne può fare ameno ) quel determinato fine politico. La base di questi ragionamenti è stata condivisibile sino all'introduzione delle armi nucleari e, più genericamente, sino all'introduzione delle armi di distruzione di massa. Poichè queste, nelle forme più potenti, postulano difatto l'annientamento di ambedue i belligeranti, incrinano il concetto che si aveva precedentemente del fenomeno guerra; guardando la guerra alla luce di tali armi, questa diviene inattuabile, in quanto ogni conflitto sarebbe destinato a degenerare in una guerra di annientamento su scala planetaria. Si vede dunque come le armi nucelari siano state col tempo sepre più considerate non come armi e parte degli arsenali di un determinato paese, ma come strumenti di DETERRENZA, finalizzate pertanto alla conduzione di una determinata politica fatta di minacce, di ricatti nucleari se vogliamo, e di guerre periferiche condotte però secondo dottrine e con mezzi convenzionali. Ecco quindi la spiegazione della famosa definizione di "Tigri di Carta"; le armi nucleari, lo ripeto ancora una volta, non sono armi; o per meglio dire, sono le uniche armi esistenti al mondo messe a punto per non essere mai utilizzate. Questo concetto naturalmente vale finchè si tiene conto della ragionevolezza politica dei governi detentori di determinati arsenali, che in nessun caso porterebbero il loro stato verso l'autodistruzione, ma non esclude l'utilizzo di ordigni nulceari da parte di gruppi terroristici il cui unico fine sia quello di perpetrare la distruzione fine a se stessa; quest'ultima è davvero l'unica minaccia nucleare armata di cui dobbiamo aver paura nel nuovo millennio.

A parte ke la 2 parole messe assieme "atomike tattiche " non mi smebrano avere molto senso la tua spiegazione è molto accurata:D
Sicuro ke non sei Rumsfield in persona o un suo bot?:D

Qfwfq
27-12-2002, 17.19.37
Originally posted by destino
A parte ke la 2 parole messe assieme "atomike tattiche " non mi smebrano avere molto senso la tua spiegazione è molto accurata:D
Sicuro ke non sei Rumsfield in persona o un suo bot?:D

LO ammetto, sono un fake di Donald Rumsfeld :roll3:

A parte gli scherzi, le armi nucleari tattiche sono una invenzione del periodo della guerra fredda, ed erano state messe a punto come soluzione per l'eliminazione in un colpo solo di grossi concentramenti di truppe nemiche, in special modo grandi formazioni corazzate come quelle a disposizione del Patto di Varsavia. Sono armi nucleari di dimensioni contenute, tanto che alcune possono essere sparate da normali obici di artiglieria, ed hanno il vantaggio di un rilascio radioattivo molto ridotto; questo impedisce in primo luogo la contaminazione radioattiva delle forze alleate impegnate nei paraggi ed in secondo luogo la contaminazione del campo di battaglia, che in tal modo risulterebbe tranquillamente transitabile dopo poco tempo. A ciò si aggiunge però una grande potenza d'urto ed anche un notevolissimo rilascio di calore che nel punto zero è in grado di fondere praticamente qualsiasi metallo esistente.

destino
27-12-2002, 18.31.03
Originally posted by Qfwfq
LO ammetto, sono un fake di Donald Rumsfeld :roll3:

A parte gli scherzi, le armi nucleari tattiche sono una invenzione del periodo della guerra fredda, ed erano state messe a punto come soluzione per l'eliminazione in un colpo solo di grossi concentramenti di truppe nemiche, in special modo grandi formazioni corazzate come quelle a disposizione del Patto di Varsavia. Sono armi nucleari di dimensioni contenute, tanto che alcune possono essere sparate da normali obici di artiglieria, ed hanno il vantaggio di un rilascio radioattivo molto ridotto; questo impedisce in primo luogo la contaminazione radioattiva delle forze alleate impegnate nei paraggi ed in secondo luogo la contaminazione del campo di battaglia, che in tal modo risulterebbe tranquillamente transitabile dopo poco tempo. A ciò si aggiunge però una grande potenza d'urto ed anche un notevolissimo rilascio di calore che nel punto zero è in grado di fondere praticamente qualsiasi metallo esistente.


Non la sapevo sta storia della fusione di qulunque metallo:doubt:

cmq ritornando al topic secondo voi ke impatto mediatico avrebbe l'uso di queste cosiddette atomike tattike?
Io penso sarebbe devastante per il paese ke le usa:toh:

Qfwfq
27-12-2002, 19.51.08
Originally posted by destino
Non la sapevo sta storia della fusione di qulunque metallo:doubt:

cmq ritornando al topic secondo voi ke impatto mediatico avrebbe l'uso di queste cosiddette atomike tattike?
Io penso sarebbe devastante per il paese ke le usa:toh:

L'impatto mediatico sarebbe sicuramente devastante; queste armi nucleari tattiche, sebbene dotate di un potenziale radioattivo ridotto al minimo, rimangono comunque altamente inquinanti ( la radioattività degli elementi non è minacciosa sul breve periodo, come quello del transito di un esercito, ma è estremamente pericolosa sui lunghi periodi; elementi come il plutonio e hanno un periodo di dimezzamento dell'ordine di 10.000-14.000 anni ). La fusione dei metalli è ovvia: ti ricordo che l'esplosione atomica di Hiroshima sviluppò all'epicentro una temperature di 83 milioni di gradi centigradi; e si trattava di un ordigno relativamente poco potente.

destino
27-12-2002, 20.25.49
Originally posted by Qfwfq
La fusione dei metalli è ovvia: ti ricordo che l'esplosione atomica di Hiroshima sviluppò all'epicentro una temperature di 83 milioni di gradi centigradi; e si trattava di un ordigno relativamente poco potente.

83000000 di gradi?:daifoll:
Non lo sapevo altro ke fondere vaporizza tutto:brr: :brr: :brr:

Visto ke sei un esperto e le bombe al neutronio ke fanno?:D

Bubusettete
27-12-2002, 22.16.14
Scusate l'interruzione al discorso filosofico ;)

Ho solo una mini cosa da dire...ci penso spesso, per questo ho deciso di postarla...Mai come in quest'ultimo anno mi è capitato di temere davvero per una guerra seria.
Ma proprio avere paura, non mi era mai successo, di capire che in fondo la guerra se scoppia, se è guerra, ti tocca da vicino...E mi capita di avere paura per le persone a cui voglio bene...Davvero...
Tutto qua.
Non so voi ...

Ray McCoy
28-12-2002, 01.07.04
Originally posted by destino
83000000 di gradi?:daifoll:
Non lo sapevo altro ke fondere vaporizza tutto:brr: :brr: :brr:

Visto ke sei un esperto e le bombe al neutronio ke fanno?:D

Io magari ne parlerei con meno entusiasmo.


Originally posted by Bubusettete
Ho solo una mini cosa da dire...ci penso spesso, per questo ho deciso di postarla...Mai come in quest'ultimo anno mi è capitato di temere davvero per una guerra seria.
Ma proprio avere paura, non mi era mai successo, di capire che in fondo la guerra se scoppia, se è guerra, ti tocca da vicino...E mi capita di avere paura per le persone a cui voglio bene...Davvero...
Tutto qua.
Non so voi ...

Personalmente, è proprio perchè voglio bene alle persone che ho vicino che spero che una guerra se le porti via tutte e subito. CI porti via tutti e subito.

Qfwfq
28-12-2002, 01.22.27
Originally posted by destino
Visto ke sei un esperto e le bombe al neutronio ke fanno?:D

Stai parlando degli ordigni termonucleari ? Le famose bombe H ?
Se si, il meccanismo di funzionamento è abbastanza semplice. Si basa sul principio fisico della fusione di due isotopi dell'idrogeno ( H ): il deuterio ed il trizio. La fusione di questi due isotopi porta alla formazione di un atomo di elio ed alla liberazione di grandi quantità di energia. E' la famosa fusione nucleare che avviene anche nelle stelle. Il punto è che se il deuterio in natura è presente praticamente ovunque, il trizio invece risulta assolutamente assente sul nostro pianeta. Per tale motivo il trizio si ottiene a partire dal litio. Un ordigno termonucleare di base su una miscela di deuterio e di litio, con un ordigno A ( ovvero nucleare o se preferisci atomico ) come innesco. Quando l'ordigno A viene fatto detonare , i neutroni liberati bombardano il litio trasformandolo in trizio; l'esplosione nucleare iniziale serve inoltre a fornire il calore sufficiente ad innescare il processo di fusione fra il deuterio ed il trizio appena formatosi. Il risultato è la già citata reazione di fusione nucleare. Posto un kiloton, unità di misurazione degli ordigni nucleari, come uguale a 1000 tonnellate di esplosivo convenzionale, gli ordigni termonucleari hanno una potenza oscillante fra i 1000 ed i 10000 kiloton ( ed infatti la potenza di un ordigno H è solitamente espressa in megaton ). Un'arma termonucleare risulta essere quindi decine ed a volte centinaia di volte più potente di una normale arma nucleare, sia per quanto riguarda gli effetti primari come il rilascio di calore e la potenza d'urto, sia riguardo all'emissione di radiazioni. Per intenderci, l'atollo di Elugelab, sede del primo test termonucleare americano nel Novembre del 1952, venne cancellato dalle carte geografiche del Pacifico. UN ordigno termonucleare da 10 megaton, come le testate messe a punto dall'Unione Sovietica nella seconda metà delgi anni '80, ha una portata distruttiva dell'ordine delle centinaia di chilometri, in grado in tal modo di sopperire anche ad un altissimo CEP del missile vettore. Non solo, le armi termonucleari superano abbondantemente ogni proiezione mentale che l'uomo abbia mai potuto partorire del concetto di "DISTRUZIONE".

P.S.

Per CEP si indica l'errore circolare probabile di un missile balistico, ovvero, in parole povere, di quanti chilometri o di quanti metri, nelle versioni più recenti, il missile potrebbe cadere lontano dall'obiettivo a questo assegnato.

BESTIA_kPk
28-12-2002, 02.22.24
Originally posted by -S-Piccolo-S-
...
Personalmente, è proprio perchè voglio bene alle persone che ho vicino che spero che una guerra se le porti via tutte e subito. CI porti via tutti e subito.

Brutta affermazione. Anzi, peggio.

Ray McCoy
28-12-2002, 03.15.49
Originally posted by BESTIA_kPk
Brutta affermazione. Anzi, peggio.

Brutta perchè non la condividi, o brutta perchè è negativa in sé?

Io estremizzo anche, lo sapete. Ma, bene o male, il mio pensiero verte intorno a quel punto. L'umanità com'è diventata ora non ha meriti per quel che ha fatto (leggi: I meriti ci sono, ma sono oscurati dai troppi avvenimenti negativi).

Potrebbero esserci le possibilità che l'umanità si riprenda e si riscatti, ma ne dubito fortemente.

BESTIA_kPk
28-12-2002, 03.56.51
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Brutta perchè non la condividi, o brutta perchè è negativa in sé?

Io estremizzo anche, lo sapete. Ma, bene o male, il mio pensiero verte intorno a quel punto. L'umanità com'è diventata ora non ha meriti per quel che ha fatto (leggi: I meriti ci sono, ma sono oscurati dai troppi avvenimenti negativi).

Potrebbero esserci le possibilità che l'umanità si riprenda e si riscatti, ma ne dubito fortemente.

Una cosa/affermazione non è brutta se non la condivido io.

L'umanità, l'umanità. Sempre a guardar il peggio che sa sfoderare nè?

Non ho tempo x dilungarmi su logorroiche discussioni, il sonno chiama senza deroghe (macomecazzoscrivoora?).

Banalmente, atomizzare alcune sorgenti di *male*, implica atomizzare anche il resto. E' un abbassarsi al peggio che possa fare l'uomo (cioè distruggere ma non per ricostruire). Dicendo così non aggiungi possibilità x un eventuale riscatto dell'umanità in genrale (cmq è un generalizzare errato in partenza).
Se non volevi aggiungere nulla di utile x riscattare l'umanità, perchè allora l'ultima frase? Incoerenza col resto o errore di battitura?

Cmq sia cancellare un problema non significa risolverlo al 100%, il tempo sarebbe in grado di ripristinare delle condizioni iniziali vanificando gli sforzi hehe

Ray McCoy
28-12-2002, 04.10.46
Originally posted by BESTIA_kPk
L'umanità, l'umanità. Sempre a guardar il peggio che sa sfoderare nè?

Non ho assolutamente voglia di passare tutte le vacanze a cercare di capire cosa ha fatto di positivo l'umanità. :asd:
Dice una legge di Murphy: "A chi dice che il progresso è positivo, ricorda le scarpe da tennis con le zeppe" :roll3:


Originally posted by BESTIA_kPk
Non ho tempo x dilungarmi su logorroiche discussioni, il sonno chiama senza deroghe (macomecazzoscrivoora?).

Usa dei sinonimi :D


Originally posted by BESTIA_kPk
Se non volevi aggiungere nulla di utile x riscattare l'umanità, perchè allora l'ultima frase? Incoerenza col resto o errore di battitura?

Se ti dico che non ho capito una cippa di questo ti offendi? :.:

Ma perchè? Devo essere IO a dire all'umanità come salvare se stessa? Mi pare sia sufficientemente ovvio quale sia la strada da percorrere. L'umanità SA GIA' cosa deve fare per cercare la salvezza. Se però lei stessa preferisce proseguire così, la cosa cessa di essere un mio problema.

Perchè è vero che potrei diventare leader e mostrare la retta via a tutto il mondo, ma ritengo difficile che questo accada. Perchè?

Perchè il ragionamento alla base dell'uomo è: Tanto fra cent'anni non ci sarò più. Perchè devo stare comportarmi in un determinato modo, contrario ai miei bisogni attuali, per poi poter garantire qualcosa di meglio a gente che non conoscerò mai, e a momenti che non vivrò mai perchè sarò già due metri sotto terra?

destino
28-12-2002, 10.40.37
Originally posted by Bubusettete
Scusate l'interruzione al discorso filosofico ;)

Ho solo una mini cosa da dire...ci penso spesso, per questo ho deciso di postarla...Mai come in quest'ultimo anno mi è capitato di temere davvero per una guerra seria.
Ma proprio avere paura, non mi era mai successo, di capire che in fondo la guerra se scoppia, se è guerra, ti tocca da vicino...E mi capita di avere paura per le persone a cui voglio bene...Davvero...
Tutto qua.
Non so voi ...

Io invece ho postato perke se scoppia una guerra atomika muoriamo tutti senza neanke capire perke in 2 secondi:brr: :brr: :brr:

destino
28-12-2002, 10.41.48
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Io magari ne parlerei con meno entusiasmo.



Personalmente, è proprio perchè voglio bene alle persone che ho vicino che spero che una guerra se le porti via tutte e subito. CI porti via tutti e subito.

Piccolo io non auguro la morte neppure al mio peggior nemico...:brr:

destino
28-12-2002, 10.46.02
Originally posted by Qfwfq
Stai parlando degli ordigni termonucleari ? Le famose bombe H ?
Se si, il meccanismo di funzionamento è abbastanza semplice. Si basa sul principio fisico della fusione di due isotopi dell'idrogeno ( H ): il deuterio ed il trizio. La fusione di questi due isotopi porta alla formazione di un atomo di elio ed alla liberazione di grandi quantità di energia. E' la famosa fusione nucleare che avviene anche nelle stelle. Il punto è che se il deuterio in natura è presente praticamente ovunque, il trizio invece risulta assolutamente assente sul nostro pianeta. Per tale motivo il trizio si ottiene a partire dal litio. Un ordigno termonucleare di base su una miscela di deuterio e di litio, con un ordigno A ( ovvero nucleare o se preferisci atomico ) come innesco. Quando l'ordigno A viene fatto detonare , i neutroni liberati bombardano il litio trasformandolo in trizio; l'esplosione nucleare iniziale serve inoltre a fornire il calore sufficiente ad innescare il processo di fusione fra il deuterio ed il trizio appena formatosi. Il risultato è la già citata reazione di fusione nucleare. Posto un kiloton, unità di misurazione degli ordigni nucleari, come uguale a 1000 tonnellate di esplosivo convenzionale, gli ordigni termonucleari hanno una potenza oscillante fra i 1000 ed i 10000 kiloton ( ed infatti la potenza di un ordigno H è solitamente espressa in megaton ). Un'arma termonucleare risulta essere quindi decine ed a volte centinaia di volte più potente di una normale arma nucleare, sia per quanto riguarda gli effetti primari come il rilascio di calore e la potenza d'urto, sia riguardo all'emissione di radiazioni. Per intenderci, l'atollo di Elugelab, sede del primo test termonucleare americano nel Novembre del 1952, venne cancellato dalle carte geografiche del Pacifico. UN ordigno termonucleare da 10 megaton, come le testate messe a punto dall'Unione Sovietica nella seconda metà delgi anni '80, ha una portata distruttiva dell'ordine delle centinaia di chilometri, in grado in tal modo di sopperire anche ad un altissimo CEP del missile vettore. Non solo, le armi termonucleari superano abbondantemente ogni proiezione mentale che l'uomo abbia mai potuto partorire del concetto di "DISTRUZIONE".

P.S.

Per CEP si indica l'errore circolare probabile di un missile balistico, ovvero, in parole povere, di quanti chilometri o di quanti metri, nelle versioni più recenti, il missile potrebbe cadere lontano dall'obiettivo a questo assegnato.

Qfwfq ma ke lavoro fai?
Lavori per Saddam o per la corea del Nord?:D
Cmq io parlavo di quelle bombe ke uccidevano solo gli uomini lasciando le citta intatte...
Esistono o me le sono sognate io?:confused:

Qfwfq
28-12-2002, 11.38.36
Originally posted by destino
Qfwfq ma ke lavoro fai?
Lavori per Saddam o per la corea del Nord?:D
Cmq io parlavo di quelle bombe ke uccidevano solo gli uomini lasciando le citta intatte...
Esistono o me le sono sognate io?:confused:

Peggio; lavoro per l'Iran :D

Scherzi a parte come al solito, le bombe nucleari in grado di uccidere gli uomini lasciando intatti gli edifici sono un'invenzione della stampa e della propaganda durante la Guerra Fredda. Esistono, è vero, degli ordigni nucleari studiati per avere un maggior impatto radiattivo sottoforma di bombardamento di raggi Gamma, ma si tratta solo di un'amplificazione di una delle conseguenze classiche di una esplosione nucleare. Ed anche questi ordigni cosiddetti "ai neutroni" hanno gli stessi effetti primari di normali ordigni nucleari; ovvero sviluppo di altissime temperature e creazione di una potente onda d'urto. Pertanto sarebbe estremamente difficile che riuscissero ad uccidere gli occupanti di un palazzo, ipotizziamo, senza radere al suolo il palazzo stesso. Sono armi studiate più che altro per l'eliminazione di obiettivi immuni dagli effetti primari di un'esplosione nucleare, come gli occupanti di un bunker o di un tank posto a grande distanza dall'epicentro dell'esplosione, ma raggiungibili dal bombardamento neutronico; quest'ultimo, infatti, in caso di particolare intensità può essere arrestato solo da protezioni basate su grandi spessori di piombo. Protezioni che, inutile dirlo, non sono assolutamente disponibili sul campo di battaglia. La bomba al neutrone quindi, più o meno esiste, ma come vedi è un po' differente dalla comune immagine che si ha di questa. Inoltre, a causa della grande quantità di radiazioni emesse, come ordigno risulterebbe particolarmente efficace, se non mi ricordo male, nella distruzione in un ampio raggio di tutti gli apparecchi radar e più genericamente elettronici a disposizione del nemico.

Bubusettete
28-12-2002, 11.44.44
Originally posted by -S-Piccolo-S-

Personalmente, è proprio perchè voglio bene alle persone che ho vicino che spero che una guerra se le porti via tutte e subito. CI porti via tutti e subito.
Lo immaginerai già...Non condivido :)
"There's still another game to play..."

PER Qfwfq
Cavoli!! Interessantissimo...Grazie delle spiegazioni dettagliate...Hai chiarito molti dubbi che avevo :)
Bhe anche per oggi ho imparato qualcosa di nuovo :)

Mischa
28-12-2002, 11.47.25
Originally posted by Bubusettete

Bhe anche per oggi ho imparato qualcosa di nuovo :)

idem. adesso mi manca solo un'atomica. nessuno me ne regala una? :(

Qfwfq
28-12-2002, 11.59.55
Eheheheh........non c'è di che ;)
Adesso rimane solo di parlare riguardo ai vettori, ma su quest'argomento non sono più ferrato come un tempo; le mie conoscenze principali sono ferme alla metà degli anni '80 e cerco disperatamente opere aggiornate sull'argomento :(

Magari faccio un post sul Vietato Leggere; forse qualcuno lì potrebbe darmi una mano.

Ray McCoy
28-12-2002, 12.04.09
Originally posted by destino
Piccolo io non auguro la morte neppure al mio peggior nemico...:brr:

Dopo quello che ho detto, prova a pensare cosa auguro ai miei peggiori nemici.


Ecco, adesso prega di non essere nella mia lista nera.



























:evil: :asd:

Ray McCoy
28-12-2002, 12.05.54
Originally posted by Bubusettete
Lo immaginerai già...Non condivido :)
"There's still another game to play..."


Ohhh, gente... O una guerra atomica, o un nuovo diluvio universale. Per me è lo stesso, fate voi. Se poi è Dio che è timido e non vuole tornare a ucciderci tutti, mica è colpa mia... :mad:






























:asd:

destino
28-12-2002, 13.47.35
Originally posted by Mischa
idem. adesso mi manca solo un'atomica. nessuno me ne regala una? :(

Allora piccolo ke ha i contatti col cremlino prende il plutonio, il nostro esperto di bombe la commissiona nel tempo libero e io te la spedisco via posta prioritaria ok?:D
Ma si serioooooooooooooooooo:toh:

destino
28-12-2002, 13.50.32
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Ohhh, gente... O una guerra atomica, o un nuovo diluvio universale. Per me è lo stesso, fate voi. Se poi è Dio che è timido e non vuole tornare a ucciderci tutti, mica è colpa mia... :mad:



Beh contro dio io sono pronto a combattere, ma l'atomica non mi fa neanke combattere azz:angry: :angry: :angry: :angry:
Cioe supponi pikkolo tu sei seduto un attimo prima sulla tazza del cesso a leggere la tua copia dell'unita e un attimo dopo psssssssss polvere:D

destino
28-12-2002, 13.53.35
dopo le scemenze OT faccio un'altra domanda...:D
Ma voi siete favorevoli all'uso dell'energia atomika in italia?:confused:
Tanto la usa tutta l'europa e se c'è un disastro li noi le radiazioni ce le becchiamo lo stesso...
Almeno col nucleare avremmo la bolletta della luce + bassa e dipenderemmo di meno dal petrolio...:angel2:

Qfwfq
28-12-2002, 13.57.05
Originally posted by destino
dopo le scemenze OT faccio un'altra domanda...:D
Ma voi siete favorevoli all'uso dell'energia atomika in italia?:confused:
Tanto la usa tutta l'europa e se c'è un disastro li noi le radiazioni ce le becchiamo lo stesso...
Almeno col nucleare avremmo la bolletta della luce + bassa e dipenderemmo di meno dal petrolio...:angel2:

Rimarrebbe il problema dello smaltimento delle scorie nucleari; inoltre la maggior parte dei paesi detentori di centrali nucleari in Europa, Francia e Germania in testa, stanno attualmente facendo marcia indietro, provvedendo al progressivo smantellamento dei loro siti energetici da rimpiazzare con fonti di energia alternative.

P.S.

Esauriente la spiegazione sulle armi cosiddette ai neutroni ? Eri stato te a porre la domanda ;)

destino
28-12-2002, 14.01.27
Originally posted by Qfwfq
Rimarrebbe il problema dello smaltimento delle scorie nucleari; inoltre la maggior parte dei paesi detentori di centrali nucleari in Europa, Francia e Germania in testa, stanno attualmente facendo marcia indietro, provvedendo al progressivo smantellamento dei loro siti energetici da rimpiazzare con fonti di energia alternative.

P.S.

Esauriente la spiegazione sulle armi cosiddette ai neutroni ? Eri stato te a porre la domanda ;)

qfwfq se non ci volesse 6 ore a scrivere il tuo nick gia ti avrei ringraziato:D
Sei veramente ferrato in materia...
cmq il problema dello smaltimento rifiuti è un grosso problema in effetti anke se ci sono dei siti utilizzabili in italia... vedi il parlamento italiano:daifoll:

Qfwfq
28-12-2002, 16.11.28
Originally posted by destino
qfwfq se non ci volesse 6 ore a scrivere il tuo nick gia ti avrei ringraziato:D
Sei veramente ferrato in materia...
cmq il problema dello smaltimento rifiuti è un grosso problema in effetti anke se ci sono dei siti utilizzabili in italia... vedi il parlamento italiano:daifoll:

Non c'è di che ;)
Per quanto riguarda i siti di stoccaggio, forse gli unici siti "ragionevolmente" sicuri sono situati in Sardegna.

Di0
28-12-2002, 16.21.22
Originally posted by Qfwfq
Inoltre, a causa della grande quantità di radiazioni emesse, come ordigno risulterebbe particolarmente efficace, se non mi ricordo male, nella distruzione in un ampio raggio di tutti gli apparecchi radar e più genericamente elettronici a disposizione del nemico.

Effetto che, ricordiamolo, è ottenibile in modo notevomente maggiore in seguito ad una detonazione di ordigno atomico ad alta quota (se non vado errato)... se si accetta il rischio di un fallout estremamente incontrollabile, sì sa: i venti negli strati alti dell'atmosfera sono particolarmente intensi:D

BESTIA_kPk
28-12-2002, 16.22.01
Humm Piccolo intendevo una cosa del tipo: non far sembrare che l'umanità sia da polverizzare, parlando in generale, accostando poi un tuo ragionamento distruttivo. Altrimenti ti metti in mezzo a chi critichi. E basta con sti caxx di post alti 2 metri di spazi x mettere uno smile in fondo lol

Vuoi guardare solo i lati negativi dell'umanità? amen
Io guardo l'insieme, preferisco così. Le mie vacanze non le passerò di certo pensando solo alla merda che l'uomo sa produrre :D

X quanto riguarda l'uso di centrali atomiche in italia: io sono favorevole. Non accettandole, siamo stati i + ciula d'europa, difatti dipendiamo in buona misura dall'energia che importiamo.
Come già detto, se le avessimo avute in casa nostra avremmo avuto l'energia nostra, e le radiazioni chissefrega, tanto le altre centrali son subito al di là delle Alpi...

Altre fonti energetica alternative? ci sono ma costano (pare sia la scusa + gettonata) e non son pulitissime. Ci sono ancora in italia delle centali che inquinano + di quanto faccia una atomica (mi riferisco a centrali come quella nel Polesine-Veneto, se non erro, che sta causando dei problemi pesanti alla salute delle zone limitrofe... tumori e altro alle vie respiratorie ecc...).

Mha, stò topic mi stà facendo pensare a Beppe Grillo che ho visto a striscia la notizia...

Di0
28-12-2002, 16.28.48
Secondo me rinunciare per paura di incidenti è piuttosto insensato: non scordiamoci che la centrle nucleaer più potente francese (super-phoenix si dovrebbe chiamare, oppure m confondo con la sua "gemella" americana) è a pochi km dal nostro bel confine.
Anche se, visto il modo di lavorare italiano, forse è meglio che non diamo ai nostri politici la possibilità di giocare anche col nucleare (dopo tutti i tangentopoli e casini vari, vi immaginate che risultati potrebbe avere un giro di mazzette per la creazione degli impianti nucleari? :( )
Il problema delle scorie è un problema serio... secondo me non esistono soluzioni realizzabili in tempi brevi, difatti che penso che la cosa migliore da fare sia portare avanti la ricerca sul nucleare e derivati, mentre nel frattempo per la produzione di massa ci rivolgiamo al convenzionale petrolio, finchè dura. Dopodichè avremo raggiunto (spero) un livello tale da permetterci di usare il nucleare con più sicurezza.

Qfwfq
28-12-2002, 16.30.45
Originally posted by Di0
Effetto che, ricordiamolo, è ottenibile in modo notevomente maggiore in seguito ad una detonazione di ordigno atomico ad alta quota (se non vado errato)... se si accetta il rischio di un fallout estremamente incontrollabile, sì sa: i venti negli strati alti dell'atmosfera sono particolarmente intensi:D

Tu aprli di fallout radioattivo, io invece di bombardamento di raggi Gamma; quest'ultimo, che rappresenta il vero principio di efficacia di un ordigno ai neutroni, andrebbe eccssivamente dissipato se la detonazione avvenisse ad alte quote. Non si potrebbe ottenere quella concentrazione specifica nel dato punto che si vuole colpire.

Di0
28-12-2002, 16.45.00
Originally posted by Qfwfq
Tu aprli di fallout radioattivo, io invece di bombardamento di raggi Gamma; quest'ultimo, che rappresenta il vero principio di efficacia di un ordigno ai neutroni, andrebbe eccssivamente dissipato se la detonazione avvenisse ad alte quote. Non si potrebbe ottenere quella concentrazione specifica nel dato punto che si vuole colpire.

Sì, il mio ragionamento era un altro: quello che rende inutilizzabili i sistemi elettronici non è nè l'una nè l'altra cosa quanto il campo elettromagnetico prodotto dall'esplosione atomica, e secondo me l'effetto sarebbe più devastante con un normale ordigno ad alta quota che non con una bomba a neutroni il cui raggio d'azione è limitato dalla conformazione del suolo. Io intendevo solo questo tipo di effetto, poi per lo scopo che si propone la bomba a neutroni (blocccare un vasto schieramento di corazzati oppure rendere inutilizzabile un bunker sotteraneo) sono d'accordo con te!!!

Qfwfq
28-12-2002, 16.52.59
Originally posted by Di0
Sì, il mio ragionamento era un altro: quello che rende inutilizzabili i sistemi elettronici non è nè l'una nè l'altra cosa quanto il campo elettromagnetico prodotto dall'esplosione atomica, e secondo me l'effetto sarebbe più devastante con un normale ordigno ad alta quota che non con una bomba a neutroni il cui raggio d'azione è limitato dalla conformazione del suolo. Io intendevo solo questo tipo di effetto, poi per lo scopo che si propone la bomba a neutroni (blocccare un vasto schieramento di corazzati oppure rendere inutilizzabile un bunker sotteraneo) sono d'accordo con te!!!

Anche le distorsioni elettromagnetiche causate da un'esplosione nucleare possono essere influenzate dalle condizioni atmosferiche se non mi sbaglio. Tuttavia su questo devo documentarmi con maggiore precisione, prima di darti una risposta precisa.

Di0
28-12-2002, 17.00.42
Credo mooolto poco ad essere sincero (non è un fenomeno che conosco benissimo, però non essendo legate a corpuscoli dotati di "massa") ed in ogni caso non credo che le influenze sarebbero sensibili.
Ma non sono certo un esperto, ho solo un po' di passione per l'argomento.

Qfwfq
28-12-2002, 17.06.28
Originally posted by Di0
Credo mooolto poco ad essere sincero (non è un fenomeno che conosco benissimo, però non essendo legate a corpuscoli dotati di "massa") ed in ogni caso non credo che le influenze sarebbero sensibili.
Ma non sono certo un esperto, ho solo un po' di passione per l'argomento.

Come ti dicevo mi devo documentare..............

destino
28-12-2002, 18.20.36
smebra quasi ke ci stiamo preparando davvero ad una guerra atomica...:doubt:

Ma in tempi di pace sapete tutte ste cose sulla guerra?
WOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOW:D

Io preferisco fare l'amore:love:

QuakeGirl
28-12-2002, 19.40.59
Originally posted by TrustNoOne
Amo la gente informata... Meno male che non sono tutti ignoranti come me ;)

Quoto...

Ray McCoy
28-12-2002, 20.27.27
Originally posted by BESTIA_kPk
Humm Piccolo intendevo una cosa del tipo: non far sembrare che l'umanità sia da polverizzare, parlando in generale, accostando poi un tuo ragionamento distruttivo. Altrimenti ti metti in mezzo a chi critichi. E basta con sti caxx di post alti 2 metri di spazi x mettere uno smile in fondo lol

Uffi :(










































:asd:



Originally posted by BESTIA_kPk
Vuoi guardare solo i lati negativi dell'umanità? amen
Io guardo l'insieme, preferisco così. Le mie vacanze non le passerò di certo pensando solo alla merda che l'uomo sa produrre :D

Neppure io, ho altro a cui pensare. Ma ritengo sia così.

Cmq, ok, adesso ho capito cosa intendevi nel tuo post (era leggermente sconclusionato, sarà stata l'ora :D). Cmq, quando dico che l'umanità è da polverizzare non voglio criminalizzare ogni singolo essere umano. Anche perchè la logica del singolo è ben diversa dalla logica del gruppo. ;)

BESTIA_kPk
28-12-2002, 21.13.12
Originally posted by -S-Piccolo-S-
Uffi :(
,.... :asd:
...
Neppure io, ho altro a cui pensare. Ma ritengo sia così.

Cmq, ok, adesso ho capito cosa intendevi nel tuo post (era leggermente sconclusionato, sarà stata l'ora :D). Cmq, quando dico che l'umanità è da polverizzare non voglio criminalizzare ogni singolo essere umano. Anche perchè la logica del singolo è ben diversa dalla logica del gruppo. ;)

Ziospaziovuoto :roll3:

Si, a quell'ora pretendere da me una scrittura scorrevole e al tempo stesso elegante è quasi utopia (diciamo pure che è ardua la connex neurale mwuahhuwahuwa)

K ora cambia tutto il tuo ragionamento. Un conto è il singolo, un conto è il gruppo. Ma la prox volta specifica prima :nono: :teach: :p hem a dir la verità il tuo ragionamento non è cambiato di una virgola cmq okiz lo stesso lol

Mischa
28-12-2002, 22.16.59
Originally posted by destino
Allora piccolo ke ha i contatti col cremlino prende il plutonio, il nostro esperto di bombe la commissiona nel tempo libero e io te la spedisco via posta prioritaria ok?:D
Ma si serioooooooooooooooooo:toh:

io sono serio :)

Alan
28-12-2002, 22.20.46
Speriamo non succeda nulla...
E che il prezzo dei videogame si abbassi ;)
Ciaoz

Ray McCoy
28-12-2002, 22.27.08
Originally posted by BESTIA_kPk
Ziospaziovuoto :roll3:


LOLLLLLLLLLLLL :roll3:


Originally posted by BESTIA_kPk
Si, a quell'ora pretendere da me una scrittura scorrevole e al tempo stesso elegante è quasi utopia (diciamo pure che è ardua la connex neurale mwuahhuwahuwa)

Piuttosto, hai fatto del tuo meglio qua:


Se non volevi aggiungere nulla di utile x riscattare l'umanità, perchè allora l'ultima frase? Incoerenza col resto o errore di battitura?

Altre negazioni non ce ne stavano :D

Ray McCoy
28-12-2002, 22.44.21
Originally posted by Bubusettete
"There's still another game to play..."

Ne approfitto per aggiungere altro.

Do you really think
That love is gonna save the world
Well, I don't think so
I just don't think so
Do you really think
That love is gonna save your soul
Well I sure hope so
Oh, I really really hope so
But I don't think so

Uno può pensare o non pensare. Tutti diamo un determinato valore alle caratteristiche dell'umanità. Come ho detto "I sure hope so", sicuramente spero che l'umanitò si salvi. "But i don't think so"... ;)

Qfwfq
28-12-2002, 23.31.31
Suppongo di aver trovato il bandolo della matassa; suppongo, quindi, sino al momento di ulteriori conferme e delucidazioni, prendete questo post con il beneficio del dubbio. La distruzione delle apparecchiature elettroniche su una vasta area è da imputarsi, nel campo degli effetti elettromagnetici, al fenomeno della ionizzazione dell'aria causato dal calore emesso da una esplosione nucleare. La ionizzazione in questione è in grado di influire pesantemente su tutti i circuiti elettrici ( ma questo è ovvio ), anche a grande distanza; è tuttavia un fenomeno fisico la cui portata ed efficacia dovrebbe e ripeto dovrebbe essere anche sottoposta all'influsso delle condizioni atmosferiche.

Mischa
29-12-2002, 00.08.47
Originally posted by Qfwfq
[...] è tuttavia un fenomeno fisico la cui portata ed efficacia dovrebbe e ripeto dovrebbe essere anche sottoposta all'influsso delle condizioni atmosferiche.

questo quindi significa che condizioni climatiche particolari potrebbero influire: i miei piani dovranno essere radicalmente rivisti.

Qfwfq
29-12-2002, 00.17.36
Originally posted by Mischa
questo quindi significa che condizioni climatiche particolari potrebbero influire: i miei piani dovranno essere radicalmente rivisti.

Solo una cosa mi sfugge; che se ne fa un gatto di una bomba atomica ?

Mischa
29-12-2002, 00.26.43
Potrebbe rispondere: e gli umani? :doubt:

BESTIA_kPk
29-12-2002, 00.30.45
Originally posted by Qfwfq
..... La distruzione delle apparecchiature elettroniche su una vasta area è da imputarsi, nel campo degli effetti elettromagnetici, al fenomeno della ionizzazione dell'aria causato dal calore emesso da una esplosione nucleare. ...

Mmmm mi pare ci sia anche un altro metodo x mettere ko le apparecchiature elettroniche in un certo range, e non sia inerente la ionizzazione dell'aria causa calore. Non vorrei sbagliarmi ma dovrebbe esser inerente al settore delle microonde (non disintegra tutte le apparecchiature, mette solo fuori servizio alcuni componenti necessari al loro funzionamento), ma bè ne ho una memoria piuttosto ridicola al riguardo. E non mi interesso al settore da anni ormai... dovrò ricominciare leggendomi il Commando :roll3:

Qfwfq
29-12-2002, 00.34.10
Originally posted by Mischa
Potrebbe rispondere: e gli umani? :doubt:

Ottima osservazione. Non è un quesito da poco.............. e gli umani ?

Per Bestia_kPk

Un problema alla volta; domani conto di risolvere il problema degli effetti di distorsione elettromagnetica provocata da una esplosione nucleare, poi passiamo alle microonde :D

BESTIA_kPk
29-12-2002, 00.54.26
Originally posted by Qfwfq
...
Per Bestia_kPk

Un problema alla volta; domani conto di risolvere il problema degli effetti di distorsione elettromagnetica provocata da una esplosione nucleare, poi passiamo alle microonde :D

Hummmm ocio che se risolvi semplicemente 1 quesito al giorno, poi mi preparo una rafficata di domande che vanno da alcune leggende lette su internet, a questioni che vertono nei settori della medicina, dell'alimentazione, della farmaceutica, e altro ancora fino alla domanda finale: il mistero della vita. Ehehehhe :D

Qfwfq
29-12-2002, 00.56.50
Originally posted by BESTIA_kPk
Hummmm ocio che se risolvi semplicemente 1 quesito al giorno, poi mi preparo una rafficata di domande che vanno da alcune leggende lette su internet, a questioni che vertono nei settori della medicina, dell'alimentazione, della farmaceutica, e altro ancora fino alla domanda finale: il mistero della vita. Ehehehhe :D

A parte l'ultimo quesito...........una bella enciclopedia no, eh ?

BESTIA_kPk
29-12-2002, 02.27.25
Originally posted by Qfwfq
A parte l'ultimo quesito...........una bella enciclopedia no, eh ?

Ho 2 enciclopedie a casa (quelle tipo 1 volume a lettera lol), un pò di vocabolari, conosco un pò di cervelli e so navigare discretamente nella rete. Ciò non è un vanto, è il minimo che sappia fare un essere umano con un cervello minimo come il mio.

Se ho detto quel che ho detto, è perchè EVIDENTEMENTE son cose non scritte, non facilmente reperibili, o di parte e quindi poco attendibili, ma se la tua abilità stà solo nel copia incolla scusa, t'ho sopravvalutato. Strano, non pensavo un tuo reply così ridicolo... non divertente, ridicolo proprio.
Capita.

Bubusettete
29-12-2002, 02.32.51
Originally posted by destino

Io preferisco fare l'amore
Oddio so gia' che ci faccio come sempre la figura della "maiala"...ma lo penso fortissimamente anche io :D:D

destino
29-12-2002, 11.08.40
Originally posted by Bubusettete
Oddio so gia' che ci faccio come sempre la figura della "maiala"...ma lo penso fortissimamente anche io :D:D


Allora ci possiamo incontrare di nascosto dai nostri partner:D

Tornando IT si parla del 21 febbraio per l'attacco all'Iraq e l'Arabia Saudita ha dato l'autorizzazione per le sue basi...
Ormai è tutto pronto per la guerra in barba all'Onu:(

Altra domanda per esperti: e lo scudo missilistico tanto decantato da clinton e bush da cosa è composto esattamente?:D

Qfwfq
29-12-2002, 12.36.24
Originally posted by BESTIA_kPk
ma se la tua abilità stà solo nel copia incolla scusa, t'ho sopravvalutato. Strano, non pensavo un tuo reply così ridicolo... non divertente, ridicolo proprio.
Capita.

Azz......era solo una battuta; non pensavo di scatenare una reazione simile. Forse avrei dovuto aggiungere un bello smile tipo questo ->:D, ma pensavo che il senso scherzoso fosse implicito. Evidentemente non era così. Se poi partecipo a questo topic è evidente il mio piacere nel mettere gl altri nelle condizioni di sapere di più su un determinato argomento. Se avessi seriamente pensato che avreste tutti dovuto andare a cercare su una bella enciclopedia me ne sarei stato zitto. Forse però la tua reazione è un po' eccessiva ;) ............. non si può fare un passo senza che ti mazzolino alla velocità della luce.

Bubusettete
29-12-2002, 12.40.53
Qfwfq sei disponibile anche per domande a richiesta e chiarimenti lampo? No, perchè avrei un tarletto dall'esame di maturita' che dorme in me :D:D

BESTIA_kPk
29-12-2002, 12.43.10
Originally posted by Qfwfq
Azz......era solo una battuta; non pensavo di scatenare una reazione simile. ...ma pensavo che il senso scherzoso fosse implicito. ....

Se non metti lo smile, è evidente che non si legga come una battuta. No, la mia reazione non è eccessiva hehe non ho fatto nè detto nulla di eclatante.

Qfwfq
29-12-2002, 12.44.00
Originally posted by Bubusettete
Qfwfq sei disponibile anche per domande a richiesta e chiarimenti lampo? No, perchè avrei un tarletto dall'esame di maturita' che dorme in me :D:D

eheh......se posso volentieri; ma sono solo edotto in storia e più particolarmente storia militare ;)

Qfwfq
29-12-2002, 12.46.34
Originally posted by BESTIA_kPk
Se non metti lo smile, è evidente che non si legga come una battuta. No, la mia reazione non è eccessiva hehe non ho fatto nè detto nulla di eclatante.

Chiedo venia; la prossima volta metterò lo smile; in effetti ho un senso dell'ironia poco sviluppato, ma non era mia intenzione offendere nessuno, né tantomento muovere critiche "ad personam"; il mio interesse esclusivo è insito nello sviluppo della discussione gentilmente iniziata da destino......adesso edito il post e ci metto lo smile ;)

Qfwfq
29-12-2002, 13.01.10
Originally posted by destino
Altra domanda per esperti: e lo scudo missilistico tanto decantato da clinton e bush da cosa è composto esattamente?:D

Lo scudo spaziale è in realtà una invenzione dell'amministrazione Reagan che non venne mai sviluppata a causa del crollo dell'Unione Sovietica e quindi alla cessazione della minaccia nucleare su vasta scala. Vi è da dire, tuttavia, che il famigerato scudo spaziale attiene più al campo della fantascienza, più che a quello della moderna tecnica militare. Si pensava ad un sistema misto di missili anti-balistici e di armi laser montate su satelliti militari in orbita in grado di distruggere gli ICBM dell'avversario durante il loro "viaggio" negli strati alti dell'atmosfera.

1) Laser ad impiego bellico realmente efficaci per quel compito attengono veramente al campo della fantascienza, negli anni '80 così come oggi.
2) I missili anti-balistici dovrebbero servire ad intercettare e distruggere in volo i missili balistici dell'avversario ben lontano dal territorio americano. Per ora, tuttavia, nonstante i numerosi modelli e prototipi messi a punto, non è stato ancora costruito un missile anti-balistico che desse reali speranze di efficacia. Anche l'ultimo test condotto mi sembra poco tempo fa ( credo uno o due mesi ) si è rivelato un flop clamoroso; e d'altronde quasi tutti i missili messi a punto precedentemente hanno quasi sempre "lisciato" clamorosamente il bersaglio di prova di svariati chilometri, oppure sono esplosi prima del tempo. Così come al tempo dell'amministrazione Reagan, pertanto, lo scudo spaziale di Bush sembra essenzialmente una invenzione della propaganda militare, tesa più che altro a giustificare i "gonfiamenti" dei bilanci destinati alla Difesa ( bilanci che già sotto Clinton si aggiravano intorno alla astronomica cifra di 270 miliardi di $ e che sono stati notevolmente incrementati ). Inoltre, considerando i buoni rapporti intercorrenti con la Cina e la Russia, nonchè l'impossibilità da parte di altri paesi considerati "terroristi" di sviluppare vettori con una gittata tale da colpire il territorio statunitense, all'atto pratico uno scudo "spaziale" sembra totalmente ingiustificato.

BESTIA_kPk
29-12-2002, 13.19.05
Originally posted by Qfwfq
Chiedo venia; la prossima volta metterò lo smile; ......adesso edito il post e ci metto lo smile ;)

Maziocan, io non edito mai ciò che ho scritto, al max aggiugo "EDIT: ..... " per chiarire

Cmq non mi interessano scuse nè proseguire questo battibecco sterile. Preferisco vedere il topic che prosegue sui suoi binari
Fine ot :D

Di0
29-12-2002, 14.18.36
Originally posted by Qfwfq

2) I missili anti-balistici dovrebbero servire ad intercettare e distruggere in volo i missili balistici dell'avversario ben lontano dal territorio americano. Per ora, tuttavia, nonstante i numerosi modelli e prototipi messi a punto, non è stato ancora costruito un missile anti-balistico che desse reali speranze di efficacia. Anche l'ultimo test condotto mi sembra poco tempo fa ( credo uno o due mesi ) si è rivelato un flop clamoroso; e d'altronde quasi tutti i missili messi a punto precedentemente hanno quasi sempre "lisciato" clamorosamente il bersaglio di prova di svariati chilometri,

D'altronde basta un piccolo ragionamento: anche i missili intercontinentali più precisi hanno un CEP di qualche metro, calcolato in condizioni ideali su bersagli statici. (Anche parlando di missili tipo "Patriot" e non degli ICBM... non si dovrebbe andare a meno del paio di metro, ma i dati non li ricordo più).
Un razzo vettore è un bersaglio con un profilo ridotto (per profilo intendo dimensioni, che sono tutto sommato molto minori di quelle di un bombardiere) e molto veloce. Quindi le probabilità di un centro sono molto scarse con le tecnologie attuali. E soprattutto una piccola precisazione, se la Russia avesse lanciato un attacco nucleare non si sarebbe fermata alla singola testata ma ne avrebbe recapitate certamente almeno un migliagio (se si parla di guerra su vasta scala). Probabilmente una decina sarebbero state fermate da armi di questo tipo. :asd: che consolazione!

Comunque qwfwq, grazie mille per le spiegazioni sugli effetti elettromagnetici (ma ora tocca a me informarmi;) ). Ciao belli!

destino
29-12-2002, 14.22.34
Grazie per i chiarimenti sullo scudo spaziale:D
Io come tattiche di guerra sono riamsto ad age of empire ed empire earth:D
Cmq sto topic sulla guerra diventa sempre + interessante...
Oggi Martino ha detto ke una guerra con la corea del nord avrebbe effetti devastanti...
E ci credo!
Sarebbe un altro Vietnam secondo voi?:confused:

Di0
29-12-2002, 14.36.30
Guarda.. un altro vietnam? Magari! COn tutti i capolavori di guerra cinematografici fatti sul vietnam ne sento proprio la mancanza!!!
Scherzi a parte, secondo me gli americani hanno fatto una volta gli errori fatti in Vietnam e ora sono più furbi: niente reporter al seguito, ma sol conferenze stampa prima di tutto.
E poi azioni a basso rischio come sono i bombardamenti (fatti nella guerra del golfo e nella più recente operazione afghana) con la minore perdita possibile di mezzi e uomini (anche se in effetti i bombardamenti riescono particolarmente bene in terreni desertici come il golfo, già hanno avuto meno risultati tra i monti afghani), e in caso è quello che intendono fare anche in corea.
Non è questo il problema, bensì un altro: la corea è una potenza atomica (non una grande potenza ma le sue brave testate russe le ha).
Non ha vettori in grado di lanciarle troppo distante, nonostante questo i giopponesi non sono certo entusiasti della situazione!
Aggiungici il fatto che le centrali coreane sono del tipo "ad acqua pesante", la prima generezione di centrali inventate negli anni '50 per intenderci, la cui sicurezza è molto inferiore alle centrali del tipo di cernobyl. E otterrai un quadro abbastanza verosimili del problema. Comunque non ritengo personalemnte la corea un problema serio (e poi, anche martino... se voleva prendere unriferimento storico poteva prendere la Guerra di Corea:p )

destino
29-12-2002, 14.40.24
Originally posted by Di0
Guarda.. un altro vietnam? Magari! COn tutti i capolavori di guerra cinematografici fatti sul vietnam ne sento proprio la mancanza!!!
Scherzi a parte, secondo me gli americani hanno fatto una volta gli errori fatti in Vietnam e ora sono più furbi: niente reporter al seguito, ma sol conferenze stampa prima di tutto.
E poi azioni a basso rischio come sono i bombardamenti (fatti nella guerra del golfo e nella più recente operazione afghana) con la minore perdita possibile di mezzi e uomini (anche se in effetti i bombardamenti riescono particolarmente bene in terreni desertici come il golfo, già hanno avuto meno risultati tra i monti afghani), e in caso è quello che intendono fare anche in corea.
Non è questo il problema, bensì un altro: la corea è una potenza atomica (non una grande potenza ma le sue brave testate russe le ha).
Non ha vettori in grado di lanciarle troppo distante, nonostante questo i giopponesi non sono certo entusiasti della situazione!
Aggiungici il fatto che le centrali coreane sono del tipo "ad acqua pesante", la prima generezione di centrali inventate negli anni '50 per intenderci, la cui sicurezza è molto inferiore alle centrali del tipo di cernobyl. E otterrai un quadro abbastanza verosimili del problema. Comunque non ritengo personalemnte la corea un problema serio (e poi, anche martino... se voleva prendere unriferimento storico poteva prendere la Guerra di Corea:p )

Centrali atomike degli anni 50 ?
Gia rabbrivisco all'idea su un bombardamento di tali residuati...:brr: :brr:

Di0
29-12-2002, 14.43.30
Originally posted by destino
Centrali atomike degli anni 50 ?
Gia rabbrivisco all'idea su un bombardamento di tali residuati...:brr: :brr:
Bhe, con tutto il rispoetto: sono un po' cazzi loro visto che si trovano dall'altra parte del globo! (Gli effetti per noi sarebbero minimi.. credo, anzi spero!)

destino
29-12-2002, 14.47.52
Originally posted by Di0
Bhe, con tutto il rispoetto: sono un po' cazzi loro visto che si trovano dall'altra parte del globo! (Gli effetti per noi sarebbero minimi.. credo, anzi spero!)

E alla gente ke vive li non ci pensi?:angel2:

Di0
29-12-2002, 14.55.05
non so che dire... mi dispiacerebbe, ma tanto noi parliamo per il gusto di parlare quindi si può dire quello che si vuole senza troppe remore, e poi non preoccuparti troppo: vedrai, non succederà niente come al solito! E' normale che la prima cosa che si facci asia "minacciare" di essere disposti ad usare il nucleare, proprio per dar prova di forza e portare un deterrente verso la parte avversaria per songiurare una guerra... è routine!

Qfwfq
29-12-2002, 16.56.35
Originally posted by Di0
non so che dire... mi dispiacerebbe, ma tanto noi parliamo per il gusto di parlare quindi si può dire quello che si vuole senza troppe remore, e poi non preoccuparti troppo: vedrai, non succederà niente come al solito! E' normale che la prima cosa che si facci asia "minacciare" di essere disposti ad usare il nucleare, proprio per dar prova di forza e portare un deterrente verso la parte avversaria per songiurare una guerra... è routine!

Infatti, questa affermazione si raccorda perfettamente alla mia spiegazione sulla dottrina di base del "non-utilizzo" delle armi nucleari; uno strumento di deterrenza atto alla conduzione di una determinata linea politica.

Riguardo alla discussione sulla Corea credo di aver già affrontato l'argomento nel mio primo post su questo topic.

Riguardo invece ai vettori, sicuramente gli unici attualmente in possesso di ICBM a lungo raggio sono Stati Uniti, Russia, Francia, Gran Bretagna e Cina. La Corea, cone già detto da Di0 e da me, non rientra in questa lista. Inoltre, aproposito delle difese anti-balistiche, ci siamo dimenticati di affrontare un altro punto molto importante; ovvero la famosa "mirvizzazione" dei vettori. MIRV sta per Multiple Indipendently-targetable Reentry Vehicle; si tratta, come suggerisce il nome, di una tecnologia che permette ad ogni vettore di essere dotato di più testate nucleari a guida indipendente. La dinamica di lancio di un missile mirvizzato è quindi la seguente; il vettore viene lanciato ed indirizzato verso una determinata area che ospita obiettivi di una certa rilevanza. Ad una determinata altitudine l'ultimo stadio del vettore si "apre" rilasciando una serie di testate nucleari o termonucleari, ognuna delle quali è dotata di un sistema di propulsione e di guida autonomi. Ognuna di queste testate si dirige quindi verso un differente obiettivo, seguendo le informazioni inserite nel sistema del vettore "madre" prima del lancio e che può essere aggiornato in volo. I vantaggi di questa tecnologia sono evidenti; un solo missile è in questo modo in grado di colpire più obiettivi posti anche a centinaia di chilometri di distanza l'uno dall'altro, annullando l'equazione 1 missile con 1 testata = 1 solo obiettivo, che aveva portato nella prima parte della guerra fredda ad una proliferazione massicicia del numero dei vettori. Inoltre, se un missile anti-balistico ha minime possibilità di intercettare un ICMB in volo, le sotto-testate rilasciate dallo stesso ICBM sono virtualmente impossibili da distruggere a causa delle loro ridottissime dimensioni e della grande velocità. Seguno i dati di un classico vettore mirvizzato; si tratta del Trident II D 5, ultima versione disponibile del missile Trident. Questo vettore è in dotazione ai sottomarini nucleari lanciamissili balistici ( SSBN ) classe Ohio, 18 battelli ognuno armato con 24 vettori, che rappresentano nel complesso una delle punte di diamante del dererrente nucleare americano.

Trident II D 5
- lunghezza : 13,42 mt
- diametro : 2,11 mt
- 3 stadi
- propellente : solido
- peso : 59.090 kg
- gittata : 12.000 km
- armamento : 8 testate da 100 o 475 kiloton
- CEP : 90 m

Sapendo che 8 testate per missile, per 24 missili a battello, per 18 battelli, => la sola flotta di battelli Ohio sarebbe in grado di lanciare ben 3456 testate nucleari in territorio nemico, per un totale massimo di ben 1.641.600 kiloton.

destino
29-12-2002, 18.55.13
Un solo momento di riflessione...
Se tutti questi soldi spesi per le ricerche militari fossero stati usati per migliorare la vita dell'uomo e per la ricerca farmaceutica a quest'ora saremmo nell'anno 2200 e non nel 2002 o mi sbaglio?:doubt: :doubt: :doubt: :doubt:

P.S. Gli Usa utilizzanno il 51% del loro PIL se non mi sbaglio per la spesa militare:brr:

P.P.S. con tutti sti ragionamenti pacifisti sembro un figlio dei fiori...:D

Qfwfq
29-12-2002, 23.09.09
Originally posted by destino
Un solo momento di riflessione...
Se tutti questi soldi spesi per le ricerche militari fossero stati usati per migliorare la vita dell'uomo e per la ricerca farmaceutica a quest'ora saremmo nell'anno 2200 e non nel 2002 o mi sbaglio?:doubt: :doubt: :doubt: :doubt:


In linea di massima non ti sbagli.

bejita
29-12-2002, 23.39.22
Originally posted by destino
con tutti sti ragionamenti pacifisti sembro un figlio dei fiori...:D

sono gli unici utili in questo topic

Qfwfq
29-12-2002, 23.49.40
Originally posted by bejita
sono gli unici utili in questo topic

Sinceramente non capisco la tua affermazione. Unici ragionamenti utili ? Mi sembra che la ragion d'essere di questo topic sia informare; considerando questa finalità niente di quanto è stato postato è inutile. Anzi, tutt'altro; trovo pertanto la tua frase di difficile interpretazione.

bejita
30-12-2002, 00.21.00
per me è l'unico utile, poi per gli altri, chi se ne frega :asd:

fokker fw190a
30-12-2002, 01.02.11
Originally posted by Qfwfq
In linea di massima non ti sbagli.
insomma,da un lato può essere un male,d'altro però è risaputo che le guerre portano innovazioni tecnologiche non indifferente,vedi x es. l'utilizzo in larga scala x l'epoca dell'aereo durante la prima guerra mondiale.In pochi anni si sono evoluti distinguendosi in diverse categorie(caccia,trasporto ecc);)

destino
30-12-2002, 10.19.27
Originally posted by fokker fw190a
insomma,da un lato può essere un male,d'altro però è risaputo che le guerre portano innovazioni tecnologiche non indifferente,vedi x es. l'utilizzo in larga scala x l'epoca dell'aereo durante la prima guerra mondiale.In pochi anni si sono evoluti distinguendosi in diverse categorie(caccia,trasporto ecc);)

Allora mettiamola cosi...
Se ci rifletti un attimo la tecnologia che viene usata adesso in ambito civile è quella ke veniva usata in ambito militare 20 anni fa...
Non ti piacerebbe usare quella tecnologia e ke si spendessero tutti queii soldi per miglioramenti della vita civile invece ke questi miglioramenti siamo solo una conseguenza secondaria?:doubt:

Ray McCoy
30-12-2002, 12.02.30
In questo ambito, vi consiglio di SCARICARVI (è meglio scaricarlo sul pc, e poi farlo partire) questo file .ram

http://www.raitre.rai.it/Static/video/3/scafroglia0312_noglobal_adsl_1.ram

Attenzione perchè è un link diretto. E' Lutwak, il consigliere della Casa Bianca, che spiega i motivi della Guerra in IRaq :D

fokker fw190a
30-12-2002, 13.10.01
Originally posted by destino
Allora mettiamola cosi...
Se ci rifletti un attimo la tecnologia che viene usata adesso in ambito civile è quella ke veniva usata in ambito militare 20 anni fa...
Non ti piacerebbe usare quella tecnologia e ke si spendessero tutti queii soldi per miglioramenti della vita civile invece ke questi miglioramenti siamo solo una conseguenza secondaria?:doubt:
si mi piacerebbe,il problema è che non rispecchia la realtà,gli eserciti ci sono e ci saranno sempre e di conseguenza l'evoluzione tecnologica;)

Qfwfq
30-12-2002, 13.29.46
Originally posted by fokker fw190a
si mi piacerebbe,il problema è che non rispecchia la realtà,gli eserciti ci sono e ci saranno sempre e di conseguenza l'evoluzione tecnologica;)

Certo, non si può negare il ruolo della guerra come il principale motore di innovazione tecnologica nella storia dell'uomo, ma almeno nel caso del nucleare gli sviluppi civili sembrano arrivati ad un punto morto. Anzi, gli sviluppi militari in questo campo sono stati di gran lunga più "efficaci" degli sviluppi civili; con il progressivo smantellamento dei reattori nucleari, ad incominciare dall'Europa, si può dire che al nucleare il futurò prospetta impieghi quasi esclusivamente militari o legati a questo ambito.

destino
30-12-2002, 13.39.02
Originally posted by Qfwfq
Certo, non si può negare il ruolo della guerra come il principale motore di innovazione tecnologica nella storia dell'uomo, ma almeno nel caso del nucleare gli sviluppi civili sembrano arrivati ad un punto morto. Anzi, gli sviluppi militari in questo campo sono stati di gran lunga più "efficaci" degli sviluppi civili; con il progressivo smantellamento dei reattori nucleari, ad incominciare dall'Europa, si può dire che al nucleare il futurò prospetta impieghi quasi esclusivamente militari o legati a questo ambito.

Qfwfq io sapevo ke si era sulla buona strada per la centrali ad idrogeno...:sun:

Di0
30-12-2002, 20.10.41
Originally posted by destino


P.S. Gli Usa utilizzanno il 51% del loro PIL se non mi sbaglio per la spesa militare:brr:



Nooo. guarda che ti confondi: la cifra che intendi tu è, se vogliamo peggio: tra USA e ISRAELE (quindi leggi tra Grande Fratello Usa e piccolo frattelo Usa anche lui), la spesa fatta da questi due paesi corrisponde al 51% di tutte le spese fatte al mondo per armamenti militari. Questo era il dato che probabilemente ti ha tratto in errore.
Qfwfq per il problema dei vettori a più testate, hai centrato in pieno l'obiettivo (scusate il gioco di parole), e hai confermato le mie idee sulle dimensioni di un vettore (le stimavo tra i 2 metri e i 2metri e mezzo).GRzie

Qfwfq
30-12-2002, 21.44.12
Originally posted by destino
Qfwfq io sapevo ke si era sulla buona strada per la centrali ad idrogeno...:sun:

Purtroppo le cose non stanno così; le temperature sviluppate dalla fusione nucleare sono assolutamente proibitive, impossibili da schermare, almeno con i materiali attualmente a nostra disposizione; ma considerando che una reazione termonucleare sviluppa la stessa energia sotto forma di calore sviluppata dalle stelle, è quanto mai improbabile che nel futuro si riesca a mettere a punto un materiale realmente in grado di resistere. Per questo motivo la ricerca si era indirizzata verso quella comunemente chiamata "fusione fredda"; ovvero una reazione di fusione nucleare che non richiedesse le stesse temperature di "innesco" e di "esercizio"della fusione dell'idrogeno propriamente detta. Purtroppo la fusione "fredda" ( a proposito della quale fornirò maggiori dettagli in un secondo momento una volta che mi sarò ben informato ) si è rivelata una chimera; sin dall'inizio dei lavori in questo campo non non si è approdati a molto.

PER Di0 ( non è una esclamazione :D )

Non c'è di che ;) ; tuttavia i Trident, così come tutti i vettori imbarcati, per comprensibili esigenze di spazio hanno dimensioni notevolmente più ridotte rispetto agli ICBM di base a terra. Se riuscirò a trovare info aggiornate sugli ICBM attualmente in dotazione a USA e Russia, posterò i dati di qualche vettore. Va inoltre considerato come i missili sovietici supplissero alla scarsa precisione con un maggiore carico bellico; questo comportava un notevolissimo aumento delle dimensioni rispetto agli omologhi occidentali ( maggiore carico = maggiore necessità di spinta = maggiore carico di combustibile = aumento dei pesi e delle misure del vettore ). Gli attuali vettori russi non dovrebbero fare eccezione. Anche in questo caso fornirò maggiori informazioni se e quando riuscirò a trovarne.

Qfwfq
30-12-2002, 23.31.49
Minuteman III ( ICBM americano )

Primary function: Intercontinental ballistic missile
Contractor: Boeing Co.
Power plant: Three solid-propellant rocket motors;
first stage, Thiokol;
second stage, Aerojet-General;
third stage, United Technologies Chemical Systems Division
Thrust: First stage, 202,600 pounds (91,170 kilograms)
Length: 59.9 feet (18 meters)
Weight: 79,432 pounds (32,158 kilograms)
Diameter: 5.5 feet (1.67 meters)
Range: 6,000-plus miles (5,218 nautical miles)
Speed: Approximately 15,000 mph (Mach 23 or 24,000 kph) at burnout
Ceiling: 700 miles (1,120 kilometers)
Guidance systems: Inertial system: Autonetics Division of Rockwell International;
ground electronic/security system: Sylvania Electronics Systems and Boeing Co.
Load: Re-entry vehicle: General Electric MK 12 or MK 12A
Warheads: Three (downloaded to one as required by the Washington Summit Agreement, June 1992)
Yield:
Circular Error Probable: ( not available by Qfwfq )
Unit cost: $7 million
Date deployed: June 1970, production cessation: December 1978
Inventory: Active force, 530; Reserve, 0; ANG, 0

Come promesso ho postato i dati tecnici del Minuteman III, attualmente spina dorsale delle forze di deterrenza americane. Come specificato dalla scheda tecnica, in seguito al trattato START II i 500 vettori esistenti sono stayti sottoposti ad un processo di "demirvizzazione", che ha portato il numero di testate da 3 a 1 per missile ( la potenza delle testate, tuttavia, non è specificata ). Per contro, al fine di mantenere un potere di deterrenza credibile, i 500 missili esistenti sono stati sottoposti ad un estensivo ciclo di riammodernamento che ne ha notevolmente incrementato le capacità delle apparecchiature di bordo ( soprattutto per quanto riguarda l'aggiornamento della lista obiettivi in volo ) e le prestazioni in termini di precisione e capacità di sopravvivenza. Nel prossimo futuro si prevede il progressivo ritiro di tutti i vettori Minuteman II e MX Peacekeeper, cosicchè i Minuteman III dovrebbero rappresentare l'unica forza di deterrenza ICBM basata a terra del Terzo Millennio.